Showing results for tags 'f1 22'. - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'f1 22'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters - EA Sports
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • DrivingItalia Champs & Races
    • Gare
    • Driving Simulation Center

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Simracing Academy
  • Guide - Tutorial
  • Recensioni
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. Tempo fa vi avevamo illustrato i costi per iniziare una carriera reale nel motorsport, partendo dai kart per arrivare al sogno di ogni pilota: la Formula 1. Un percorso difficile e molto costoso, che in totale si aggira sui 6 milioni di Euro nell’arco di 14 anni di competizioni: questo ha indotto moltissimi aspiranti della guida in pista a spostare la propria ambizione nel mondo virtuale, iniziando a praticare la disciplina del simracing. Si tratta di una strada in grado di dare grandi soddisfazioni e che permette ai più bravi di distinguersi mostrando il proprio talento cristallino nelle più importanti competizioni internazionali, come le F1 eSports Series oppure i campionati italiani ACI ESport. Anche in questo caso, però, siamo di fronte a un affare che può diventare nel tempo parecchio costoso… come fare, quindi, a gareggiare contro altri simracers e a divertirsi mantenendo basso il proprio budget? LA PRIMA SCELTA: CONSOLE O PC? Per chi si affaccia per la prima volta al mondo del simracing, la scelta iniziale da affrontare è quella della piattaforma da utilizzare: meglio orientarsi su una console di ultima generazione, come la PlayStation 5 o la sua rivale Xbox X/S, oppure fare il salto diretto nell’universo PC? Se l’intenzione è quella di privilegiare gli ultimi titoli disponibili attualmente sul mercato, una console può diventare il vostro affare migliore. Benchè il mondo PS e Xbox non permetta di utilizzare mod di terze parti, i titoli disponibili per le console di ultima generazione spaziano da quelli più arcade, come la serie Need for Speed, ai sim-cade, tra cui Gran Turismo 7 e F1 2023, a simulatori più professionali, primo tra tutti il celebre Assetto Corsa Competizione. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti… e il costo da affrontare non è nemmeno troppo elevato! Visto che ci stiamo avvicinando al Natale, i prezzi per una PS o una Xbox nuova non superano i 200 Euro, una cifra che si può ulteriormente contenere se ci rivolgiamo sul mercato dell’usato. Il mondo console, tuttavia, ha anche i propri svantaggi: oltre a un ambiente “chiuso” che non consente l’utilizzo degli ultimi contenuti aggiuntivi per ciascun simulatore, PS e Xbox non presentano tra le loro fila titoli come rFactor 2, Automobilista 2, iRacing e tanti altri. Prodotti magari non affascinanti a livello grafico ma sicuramente al top in fatto di simulazione. Da sempre, infatti, il PC è la piattaforma privilegiata da ogni simracer, che inoltre può contare su titoli, al momento, decisamente “parchi” in fatto di requisiti di sistema. Tralasciando i nuovi arrivati come Assetto Corsa Competizione, tutti gli altri sono prodotti con già qualche anno sulle spalle, il che favorisce il loro utilizzo su macchine ormai non più giovanissime. Se avete in casa un PC con cinque o più anni di servizio sulle spalle, l’unica cosa veramente importante che dovrete prendere in considerazione per un eventuale upgrade è la scheda grafica. I giochi tendono infatti a sfruttarla più di ogni altro componente e con un budget di 150/200 Euro, al giorno d’oggi, donerete una seconda vita al vostro compagno di avventure preferito. GAMEPAD VS VOLANTE E PEDALIERA La seconda scelta che dovrete affrontare prima di entrare nel magico mondo del simracing sarà quella che definirà il vostro modo di vivere la guida simulata: quale strumento userete per scendere in pista? Le opzioni che avete davanti sono essenzialmente due: il gamepad oppure la tradizionale combo volante & pedaliera. Se avete optato per un PC, scordatevi l’alternativa “economica” della tastiera perchè ve ne pentirete: tutti i titoli di corse odierni richiedono almeno un joystick per essere apprezzati veramente, soprattutto a livello di feedback che la vettura vi darà in ogni condizione di guida. I possessori di PS e Xbox, ovviamente, sono avvantaggiati in tutto questo visto che il gamepad in questione era già presente nell’imballo della console, mentre i simracer su PC dovranno comprarlo ex-novo a un prezzo che, mediamente, si aggira sui 40 Euro. Il nostro consiglio, tuttavia, è quello di puntare già da subito all’opzione volante & pedaliera: certo, con un joystick sarete comunque in grado di divertirvi e, se sarete davvero bravi, potrete ripercorrere le gesta di alcuni simracer che, con uno strumento del genere, sono riusciti a battere ad alto livello alcuni loro avversari dotati di postazione dedicata. Per apprezzare a fondo il simracing, però, un buon pilota è quello che ha fatto della precisione di guida il proprio mantra… una qualità molto più facile da ottenere e decisamente più apprezzabile con un volante come il Logitech G29 o il Thrustmaster T300 piuttosto che con gli stick di un gamepad. Sono prodotti ovviamente dotati di force feedback, l’unica soluzione possibile per sentire il comportamento della vostra vettura in pista: nella realtà, infatti, è il nostro corpo a trasmetterci tutte le sensazioni di come un’auto sta interagendo con l’asfalto, con tanto di accelerazioni, frenate e forze G in curva. Nel simracing, invece, tutto dipende dal livello del ritorno di forza del volante che stiamo utilizzando, che ci farà capire quando è il momento di correggere un sovrasterzo oppure di chiudere il gas per un eccessivo sottosterzo. Tutto questo, quindi, non può essere riprodotto con un gamepad, benchè questo sia dotato di quella funzione di vibrazione che può far pensare che, in fin dei conti… si tratti dello stesso effetto di un volante da corsa. Niente di più sbagliato. A questo punto, però, vi chiederete quale possa essere la cifra minima da investire in un buon prodotto con cui iniziare la vostra avventura nel simracing. In realtà vi abbiamo già dato qualche indizio: senza guardare i prezzi di listino, un Logitech G29 oggi si può trovare nuovo con 229 Euro o poco più, che possono essere ulteriormente abbassati andando a spulciare i vari annunci dell’usato sui principali canali online. In alternativa si può puntare al Thrustmaster T300: essendo più caro, il suo rapporto qualità/prezzo è leggermente meno competitivo del suo avversario, che in questo scontro vince senz’altro a mani basse il titolo di miglior volante per iniziare a vivere appieno il simracing. NOTA: l'offerta attuale di Amazon per l'ottimo Logitech G29 a 229,99 Euro (sconto del 44% !) è assolutamente da non perdere. POSTAZIONE DEDICATA: E’ VERAMENTE INDISPENSABILE? Bene, avete investito i vostri soldi in una console di ultima generazione e, seguendo i nostri consigli, in un volante con pedaliera. Cos’altro vi manca per preparare il vostro esordio nel mondo del simracing? Per cominciare a divertirvi e a stampare tempi sul giro, in realtà, sareste già pronti ad iniziare la vostra avventura: tutti i volanti da corsa attualmente in commercio sono forniti di agganci dedicati per essere installati facilmente su un ripiano orizzontale come la vostra scrivania, al fine di ottenere la giusta stabilità durante il loro utilizzo. L’unico accorgimento, in caso, è quello di trovare un modo per “frenare” la pedaliera, soprattutto quando andrete a premere energicamente sul pedale del freno. Non sono pochi i piloti virtuali che hanno lamentato il problema di scivolare indietro sulla loro sedia da ufficio dotata di rotelle: sicuramente la meno adatta per la guida simulata, ma che fortunatamente può essere sostituita da apposite postazioni con tanto di appoggio per il volante. In commercio ne esistono di svariati tipi, da quelli con un costo inferiore ai 100 Euro ai cockpit professionali da Formula 1… e da quasi 1000 Euro. Benchè un supporto del genere non sia assolutamente indispensabile per cominciare con la guida simulata, il suo sostegno vi sarà molto utile quando il simracing diventerà per voi qualcosa di più di un semplice hobby. A quel punto mettete in preventivo dai 300 ai 400 Euro e puntate su una soluzione con profilati di alluminio: è l'opzione meno costosa, più efficace e più duratura, inoltre è compatibile con qualsiasi tipo di periferica. Non fatevi ingannare da prodotti più economici: nelle condizioni di guida più concitate la loro apparente solidità verrà meno e lascerà spazio a tutta una serie di vibrazioni che renderanno vano l’aiuto offerto da questi supporti. Il fattore importante per un prodotto del genere è la seduta indipendente dalle basi di appoggio per il volante e la pedaliera, in modo da regolare perfettamente ogni singolo componente a seconda delle vostre esigenze e sensazioni. IL SOFTWARE: QUAL E’ IL MIGLIOR TITOLO PER INIZIARE? Siamo arrivati all’ultima scelta da effettuare prima di iniziare il nostro viaggio per diventare dei provetti piloti virtuali: quale sarà il nostro primo software con cui scenderemo in pista? La risposta dipende dalla piattaforma che abbiamo individuato all’inizio: se avete investito i vostri soldi in una Playstation o una Xbox nuova fiammante, i titoli attualmente disponibili spaziano da quelli più arcade ad altri più simulativi. Vi piacciono le monoposto di Formula 1? Allora non abbiate dubbi a scegliere il nuovo F1 2023, che tra l’altro vi permetterà di sfidare i migliori piloti al mondo nelle F1 eSports Series. Preferite il fango dei rally? La serie Dirt Rally della Codemasters è quello che state cercando. Volete un prodotto più vicino a un simulatore vero e proprio, con una fisica più raffinata e un parco vetture bello corposo? Allora il mitico Assetto Corsa di Kunos Simulazioni non vi deluderà, così come l'ultimo Assetto Corsa Competizione. La vostra intenzione è lanciarvi nel mondo dell’eSport targato FIA? Correte a comprare il conosciutissimo Gran Turismo 7, ultima evoluzione del celebre videogioco per PlayStation. Questi titoli non vi bastano? Su console potete trovare anche Forza Motorsport 7, la serie Need for Speed, il nuovo Grid e, perché no, anche Crash Team Racing – Nitro Fueled, remaster del mitico CTR che ha tenuto i videogiocatori degli anni ‘90 (e non solo) attaccati allo schermo per ore. Come potete vedere, la scelta per console è veramente vasta, sia che si utilizzi un volante da corsa che si preferisca il classico gamepad. L’unica domanda che dovete porvi è questa: cosa mi piace di più, cosa mi diverte e dove voglio impiegare il mio tempo? Gli stessi quesiti possono essere rivolti anche a tutti gli utenti che hanno preferito orientarsi verso l’offerta del simracing per il loro PC. Qui la scelta è ancora più ampia: oltre ai già menzionati Assetto Corsa, Assetto Corsa Competizione, F1 2023 e Dirt Rally, si aggiungono rFactor 2, Automobilista 2, RaceRoom e iRacing, ognuno diverso dall’altro per quanto riguarda il feeling che si ottiene dalla guida in pista. A nostro giudizio, i più “user-friendly” per far avvicinare al mondo della guida simulata anche chi non ha mai toccato prima d’ora un volante da corsa nella propria vita sono quelli disponibili anche per console, quindi il primo gruppo di quattro titoli che abbiamo citato nel precedente paragrafo. Tralasciando F1 e Dirt Rally che riproducono in maniera specifica le loro rispettive discipline, Assetto Corsa permette all’utente finale di allenarsi e gareggiare con differenti tipi di vetture, incrementabili anche con tutti i mod disponibili in rete. Potete iniziare con le sfide proposte in single-player, per poi passare al multigiocatore dove, fortunatamente, non mancano server in cui fare pratica. Per quanto riguarda gli altri titoli, rFactor 2 e Automobilista 2 sono abbastanza simili tra di loro, anche se richiedono una certa dimestichezza nel divincolarsi tra le varie regolazioni della vettura e del software stesso. Il feeling al volante è riprodotto in maniera più precisa e realistica, mentre l’online… si basa essenzialmente sul “league racing”, cioè la partecipazione a uno dei vari Campionati organizzati dalla community di riferimento. In poche parole, sono titoli più complicati da gestire, destinati a chi ha già una discreta esperienza nell’ambiente del simracing: sono meno user-friendly e trovare server liberi in cui fare pratica è difficile. Si possono utilizzare per fare allenamento in single-player, dove tra i due vince a mani basse Automobilista per la sua IA sopraffina e molto ben bilanciata tra le varie serie che offre… ma forse per costruire le basi di un pilota virtuale sono un tantino troppo come step iniziale. Discorso a parte, invece, per RaceRoom e iRacing: qui ci troviamo davanti a due prodotti costruiti a “moduli”, nel senso che ognuno di essi propone di base alcuni contenuti iniziali che, poi, possono essere espansi acquistando tracciati e vetture separatamente. Su iRacing, per esempio, si inizia con la Global Mazda MX-5 Cup Car dal setup di base e si fa esperienza nella “rookie class”: qui si imparano i fondamentali del simracing, dall’effettuare le qualifiche su due giri a disposizione a gestire una gara di 15 giri, con tanto di sorpassi e azioni difensive contro i propri avversari. Poi, però, per proseguire la propria scalata nell’olimpo del motorsport virtuale sarà necessario un investimento: nel caso di iRacing si dovrà tenere conto anche dell’abbonamento (mensile, su più mesi, annuale o bi-annuale), mentre per quanto riguarda RaceRoom la piattaforma iniziale è gratuita. Insomma, iniziare con uno dei software in questione non sarebbe una cattiva idea, soprattutto per il fatto che si seguirebbe un percorso di crescita passando da vetture semplici a mezzi da corsa sempre più potenti e complessi, con tanto di “rating” sulla propria guida e sui risultati ottenuti in gara. Se però la vostra intenzione è limitare la spesa, allora meglio orientarsi sui primi titoli che vi abbiamo proposto. CONCLUSIONI Cerchiamo di rispondere alla domanda presente nel titolo di quest’articolo: come iniziare a praticare simracing con un budget limitato? A seconda della vostra disponibilità economica e di spazio da gestire in casa, la scelta migliore è sicuramente quella di orientarsi verso il mondo PC, su un volante come il Logitech G29 e su un software come Assetto Corsa. Per quanto l’universo console vi permetta inizialmente di risparmiare, a un certo punto dovrete fare i conti con un sistema chiuso, fine a se stesso e privo di quella flessibilità tipica dell’ambiente computer. Per questa ragione, a meno che non abbiate già la console disponibile in casa, il consiglio è di orientarsi sul buon vecchio PC. Se avete già a disposizione un PC, verificate i requisiti di sistema del vostro titolo preferito prima di investire i vostri risparmi: prodotti recenti come F1 2023 e Assetto Corsa Competizione richiedono un hardware agile e scattante, mentre Assetto Corsa, rFactor 2, iRacing e simili sono titoli con già qualche anno alle spalle, più facili da far girare su macchine non giovanissime e, in ogni caso, perfettamente scalabili e adattabili a seconda delle esigenze. Per quanto riguarda la scelta tra gamepad e volante, orientatevi da subito su quest’ultima periferica: la sua immersività nell’azione in pista non vi deluderà… e poi potrete sentirvi dei piloti veri! In fatto di software, invece, l’ideale è partire con il titolo che vi abbiamo proposto poco più sopra. Potrete provare praticamente qualsiasi mezzo da corsa, in modo da farvi un’idea di quello che vi può piacere di più: l’accessibilità del simulatore prodotto da Kunos vi permetterà di scendere in pista e gareggiare fin da subito, attraverso un modello di guida simulativo… ed accessibile. Se invece volete partire immediatamente con qualcosa di ancora più particolare in termini di sensazioni al volante, date un’occhiata ad Automobilista 2, rFactor 2 o iRacing: la varietà dei mezzi che vi mettono a disposizione combinata con un feeling alla guida che vi farà sentire ogni asperità dell’asfalto vi convinceranno giro dopo giro dell’ottimo acquisto che avete fatto. Se invece siete appassionati esclusivamente delle vetture GT3 o GT4, in questo caso la scelta è univoca: Assetto Corsa Competizione. L'ultimo titolo di casa Kunos è semplicemente inarrivabile per sensazioni di guida, feedback, realismo ed emozioni alla guida su queste tipologie di vetture. In ogni caso, con un budget sui 300 Euro (dai 50 ai 100 Euro in meno se vi rivolgerete al mercato dell’usato) riuscirete a portare a casa volante e software: una cifra alla quale dovrete aggiungere il costo della console o dell’eventuale upgrade del vostro PC (sempre che non dobbiate acquistarlo ex-novo). Insomma, con altri 200 Euro siete pronti a correre come dei veri simracer con un equipaggiamento di tutto rispetto: siete pronti a gettarvi nella mischia e a far valere il vostro talento?
  2. La nuova patch 1.18 è disponibile per F1® 22 Codemasters su tutte le piattaforme. Queste le novità apportate dall'aggiornamento: Aggiunta la vettura C43 dell'Alfa Romeo F1 Team del 2023, utilizzabile in modalità Prova a tempo Risolto un problema che impediva il caricamento delle classifiche della modalità Prova a tempo quando si passava da condizioni di asciutto a condizioni di bagnato e viceversa su Origin e Xbox Risolto un problema che impediva la visualizzazione dell'avatar dei rivali nelle modalità Carriera e Mia Scuderia Risolto un problema che a volte provocava il conferimento del titolo di campione al pilota sbagliato se più piloti concludevano la stagione con la stessa quantità di punti in Mia Scuderia Varie correzioni minori Miglioramenti generali della stabilità.
  3. Segnaliamo a tutti gli appassionati di Formula 1 che il recente F1 Manager 2022, titolo manageriale con licenza F1 realizzato d Frontier, è ora disponibile su Steam con lo sconto del 60% (ad 21,99€) fino al 23 Gennaio. Per F1 22 di EA Sports invece, è disponibile la nuova patch ufficiale che porta il gioco alla versione 1.17, con le migliorie elencate di seguito: Risolto un problema che poteva causare stagioni con meno di 20 piloti nelle modalità Carriera Risolto un problema in Mia Scuderia per cui, in Prova veloce, non c'era alcuna simulazione di usura della power unit Aggiornato il colore dei passaruota anteriori e del numero del pilota di George Russell Aggiunto il supporto a AMD FidelityFX Super Resolution 2.2 Risolto un problema per cui, in alcuni casi, la lista amici crossplay appariva vuota nonostante la presenza di amici Risolto un problema che causava un arresto anomalo quando si selezionava "Concludi Stagione" in Inizio stagione reale Miglioramenti generali della stabilità. Varie correzioni minori
  4. Codemasters ha rilasciato un nuovo aggiornamento per F1 22, portandolo alla versione 1.16. Con questo nuovo update è stata aggiunta la livrea McLaren "Future Mode" ed è stata aggiunta una nuova modalità a tempo chiamata "Eliminazione", oltre a bugfix e correzioni
  5. Codemasters ha rilasciato l'aggiornamento 1.15 per F1 22 tramite il quale ha aggiornato modelli e livree delle auto del campionato di F1 2022, in modo da rispecchiare in maniera fedele i vari aggiornamenti introdotti dai team fino a questo momento. L'aggiornamento 1.15 non introduce però solo lo Sport Update, ma porta con sè varie aggiunte come una maggiore flessibilità nella scelta degli pneumatici durante le sessioni, la possibilità di aggiungere Shanghai e Portimao in modalità Carriera a partire dalla seconda stagione e il supporto al DLSS 3. Ecco di seguito il changelog completo:
  6. Si sono corse solamente due gare dallo scorso aggiornamento delle valutazioni dei piloti di F1® 22 ma, in questo breve arco di tempo, Max Verstappen ha dominato il Gran Premio del Giappone, diventando campione del mondo per la seconda volta. Per non parlare di tutti i movimenti che hanno coinvolto gli altri 19 piloti della griglia. E così, per la penultima volta in questa stagione, sempre avvalendosi della collaborazione degli esperti di Formula 1® David Croft, Alex Jacques e Anthony Davidson, gli sviluppatori hanno aggiornato le valutazioni dei piloti all'interno del gioco affinché rispecchino le loro prestazioni nel mondo reale. Esperienza: il numero di gare disputate da un pilota durante la sua carriera. Destrezza: l'abilità di un pilota di farsi strada nel gruppo e terminare la gara guadagnando posizioni rispetto alla partenza. Riflessi: trascorrere poco tempo nell'ufficio dei commissari torna utile in questo caso. Le penalità nel mondo reale hanno un impatto su questa categoria. Ritmo: favorisce i piloti che si avvicinano di più al miglior tempo in qualifica e in gara. Viene tenuto in considerazione anche se un pilota batte il suo compagno di squadra. Valutazione: la combinazione delle valutazioni precedenti. La Valutazione totale cambia durante la stagione in base alle prestazioni dei piloti. A questo link il dettaglio dei cambiamenti più rilevanti che si sono verificati tra Singapore e il Giappone. Aggiornato anche il database completo di tutti i piloti.
  7. Non hai ancora comprato F1 22 EA SPORTS e saresti molto curioso di provarlo ? Puoi approfittare della prova gratuita che sarà disponibile per tutto il prossimo fine settimana. Mentre il circus di Formula 1 si prepara a scendere in pista nel Gran Premio degli Stati Uniti, il gioco ufficiale di questa stagione sarà giocabile gratuitamente tra il 20 e il 24 ottobre 2022 su PlayStation 4, PlayStation5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC (Steam). Durante questo periodo di tempo, è sufficiente scaricare il gioco gratuitamente e giocare fino alla scadenza. Il pilota della McLaren Daniel Ricciardo ha anche creato una guida per scoprire tutti i segreti del Circuit of the Americas ad Austin, in Texas. Coloro che faranno segnare un tempo sul giro veloce in F1 22 e lo condivideranno con #RicciardoChallenge e #F122gameSweepstakes potrebbero vincere anche un incontro virtuale col simpatico pilota australiano. "Durante questo weekend di prova gratuito, chiunque può provare l'emozione della Formula 1 per un tempo limitato e non avremmo potuto chiedere un allenatore migliore di Daniel Ricciardo per mostrarci il circuito", ha affermato Paul Jeal, Senior Director F1 Franchise di Codemasters.
  8. EA e Codemasters hanno annunciato che F1 22 riceverà ulteriori aggiornamenti da domani, con l'aggiunta del nuovo contenuto del Campionato del mondo di Formula 2 FIA 2022, completo di una stagione di 14 round, F2 Sprint e nuovi piloti come Logan Sargeant, Jack Doohan e il nuovo Campione, Felipe Drugovich. La prossima settimana vedrà quindi la modalità My Team ottenere il leggendario "Flying Finn" Mika Häkkinen come ultima icona del gioco, celebrando i Campionati del mondo consecutivi del pilota nel 1998 e nel 1999. Potremo anche rivendicare una livrea, un casco, una tuta da gara e guanti ispirati agli Stati Uniti, oltre alla celebrazione del podio "The Griddy". Il 12 ottobre verrà lanciato anche il Podium Pass Series 3 per F1 22, che introduce trenta livelli di premi gratuiti e VIP da sbloccare. I contenuti del FIA F2 World Championship 2022 e la livrea speciale McLaren Future Mode (disponibile fino a dicembre), arriveranno entrambi in F1 22 dall'11 ottobre, mentre Mika Häkkinen sarà aggiunto a My Team dal 17 ottobre.
  9. Decisamente interessante è il trailer che vi proponiamo qui di seguito: il confronto diretto di una moderna Formula 1 2022, come viene rappresentata nei diversi simulatori. Da iRacing, passando per Assetto Corsa, RaceRoom, rFactor 2, Automobilista 2 ed F1 22 di Codemasters. Quale sarà la versione virtuale migliore ?
  10. Codemasters ed Electronic Arts hanno annunciato un aggiornamento per F1 22 che introdurrà una speciale livrea McLaren, denominata Future Mode, disponibile gratis dall'11 ottobre, e nuovi valori per i piloti. "La livrea speciale Future Mode, gratuita per tutti i giocatori a partire dall'11 ottobre come parte del pacchetto scaricabile all'interno del Podium Pass Series 3, sostituirà la livrea McLaren Racing standard nel gioco per un mese", si legge nel comunicato stampa. "La Future Mode si ispira ai paesaggi futuristici e innovativi di Singapore e del Giappone. Lo stile grafico 3D presenta una tavolozza luminosa e variegata di colori al neon. Dopo la sua presenza a tempo limitato, i giocatori potranno scaricare gratuitamente la nuova livrea McLaren e utilizzarla sull'auto nel gioco. La nuova livrea sarà utilizzata anche dal McLaren Shadow Team nella F1 Esports Series dal 12 al 14 ottobre." "Siamo entusiasti di collaborare con McLaren Racing e di offrire un'altra livrea speciale a tempo limitato", ha dichiarato Paul Jeal, Senior Director F1 Franchise di Codemasters. "Sappiamo quanto i nostri giocatori amino le livree uniche e la Future Mode non farà eccezione. Sulla base dell'autenticità, ieri lo studio ha rilasciato il secondo aggiornamento delle valutazioni dei piloti in collaborazione con gli esperti di Formula 1 David Croft, Alex Jacques e Anthony Davidson per riflettere meglio le prestazioni individuali fino al GP d'Italia incluso. Grazie al dominio di Max Verstappen, la sua valutazione complessiva sale a 96, con due punti di vantaggio sul rivale più vicino. Le migliori prestazioni in pista di Zhou Guanyu non sono passate inosservate e ora il suo rating è di otto punti superiore a quello del giorno del lancio."
  11. Come già annunciato in precedenza Codemasters ha rilasciato l'aggiornamento 1.10 contenente lo Shanghai International Circuit e la livrea celebrativa della Ferrari sfoggiata durante il weekend del Gran Premio d'Italia a Monza disponibile per un periodo di tempo limitato. Non solo contenuti però, perchè la patch 1.10 contiene un ricco changelog con tanti bugfix e migliorie varie
  12. Codemasters ha annunciato per lunedì prossimo l'arrivo su F1 22 dello Shanghai International Circuit, già annunciato qualche settimana fa contestualmente al rilascio di Imola. Inoltre sempre lunedì verrà resa disponibile per un tempo limitato la livrea celebrativa dei 75 anni che Ferrari utilizzerà questo weekend a Monza. Oltre alla livrea verranno aggiornate anche le divise della pit crew e le tute, i guanti e i caschi di Charles Leclerc e Carlos Sainz
  13. Dopo due sessioni di beta nella prima metà di Agosto il crossplay è finalmente disponibile in via ufficiale su F1 22, il nuovo gioco di Codemasters e Electronic Arts dedicato alla Formula 1. Grazie a questa nuova funzionalità non ci saranno più barriere di piattaforma e sarà possibile giocare con chiunque, a prescindere dalla console di riferimento. Il crossplay è disponibile per le modalità Partita amichevole e Carriera a due giocatori. Una volta attivato (basterà recarsi nelle impostazioni di gioco) si avrà a disposizione anche l'hub Amici, che è il luogo dove gestire le richieste di amicizia e gli inviti alle varie sessioni. Gli host di una sessione dovranno invitare gli amici di altre piattaforme scegliendo l'opzione "invita amici dalla lobby", le persone invitate riceveranno una notifica nel loro hub Amici. In caso di bug il team invita i giocatori a visitare l'Answers HQ, mentre qui è possibile seguire i problemi già segnalati, quelli già risolti e quelli in via di risoluzione
  14. In attesa dell'arrivo del crossplay, previsto entro la fine di questa settimana, Codemasters ha rilasciato l'update 1.09 per F1 22 che corregge, tra le altre cose, un problema del cambio automatico e della temperatura degli pneumatici con giro di formazione disattivato. Il crossplay è invece previsto per questa settimana: per attivarlo basterà accedere nelle impostazioni di gioco e recarsi all'impostazione specifica. Su Xbox potrebbe invece essere necessario abilitarlo nelle impostazioni della console
  15. Codemasters ha rilasciato un nuovo aggiornamento per F1 22: con la patch 1.08 appena resa disponibile il team inglese, ora sotto l'egida di Electronic Arts, ha corretto alcuni problemi di trazione dell'intelligenza artificiale, che portavano la stessa ad avere molta più velocità sui rettilinei rispetto al giocatore. L'aggiornamento verrà applicato a tutti i salvataggi e alle carriere esistenti, e come risultato di ciò il team consiglia a tutti i giocatori di abbassare di almeno 5 punti la difficoltà dell'IA.
  16. Annunciata tra le feature in arrivo durante il supporto post-lancio, il crossplay è finalmente pronto (o quasi) a sbarcare ufficialmente su F1 22: a partire da domani infatti prenderà il via la sessione di beta test della funzionalità, che sarà suddivisa in due tranches: la prima partirà domani alle 13 (ora italiana) per terminare all'1:00 di lunedì 8 Agosto (nella notte tra domenica e lunedì), la seconda invece è prevista per venerdì prossimo, sempre alle 13, con la chiusura prevista per l'1:00 di lunedì 15 agosto. E' legittimo quindi pensare che in caso di esito positivo la funzionalità verrà aggiunta ufficialmente al gioco con la prossima patch ufficiale.
  17. Come annunciato ieri Codemasters ha rilasciato un nuovo aggiornamento per F1 22, portandolo alla versione 1.07. Oltre all'aggiunta dell'Autodromo Internacional do Algarve sono state apportate migliore e correzioni al gioco, che dovrebbero migliorare l'esperienza di gioco, come tempi di risposta dell'acceleratore migliorati e ridefinizione della perdita di carico causata dai danni all'ala anteriore. Di seguito il changelog completo: Codemasters ha inoltre pubblicato il primo video della serie "Racing 101", che fornisce utili consigli ed indicazioni per i principianti del volante F1.
  18. Tramite i suoi account social Codemasters ha annunciato il rilascio, previsto per domani, dell'Autódromo Internacional do Algarve, meglio conosciuto come Portimao. Il famoso e spettacolare tracciato portoghese verrà aggiunto al gioco tramite un aggiornamento gratuito e sarà disponibile nelle modalità Time Trial, Grand Prix e Multiplayer. Il circuito, già presente in F1 2021, non è l'unico tracciato extra in arrivo: Codemasters ha infatti commentato sotto il suo stesso tweet con una bandiera cinese e le parole "in arrivo presto", alludendo quindi allo Shanghai International Circuit, casa del Gran Premio di Cina dal 2004 al 2019. Dal 2020 il GP non è stato più disputato a causa della pandemia di Covid19
  19. Codemasters ha aggiornato F1 22 portandolo alla versione 1.06 con una patch ricca di correzioni e miglioramenti all'esperienza di gioco. Tra gli aggiornamenti più significativi troviamo quelli relativi al modello di guida e al force feedback, che dovrebbero migliorare sensibilmente l'esperienza di gioco. Ecco di seguito il changelog completo:
  20. Dopo la prima patch ufficiale, che ha portato il gioco alla versione 1.05, EA Sports e Codemasters assicurano tutti gli appassionati dell'ultimo F1 22 sul fatto che continuano a lavorare sul miglioramento ed aggiornamento del sim ufficiale dedicato al mondo della Formula 1. Direttamente a questo link del sito Electronic Arts infatti, vengo indicati con precisione tutti i problemi attualmente sotto investigazione da parte degli sviluppatori, quelli in attesa di una patch specifica (dopo essere stati "identificati"), cosi come quelli che sono stati già risolti.
  21. Codemasters ha rilasciato oggi la prima patch ufficiale per aggiornare il suo F1 22. L'update porta il gioco alla versione 1.05, con la correzione di numerosi bug e svariate migliorie, come ad esempio alcuni interventi alla modalità VR. Tutti i dettagli sulla patch sono disponibili a questo link. Poco fa è stato anche pubblicato un video di anteprima che ci mostra Pierre Gasly con la sua Scuderia AlphaTauri impegnato sul circuito del Red Bull Ring, dove si correrà domenica prossima il GP d'Austria di Formula 1.
  22. Dopo la nostra recensione completa pubblicata ieri, oggi andiamo ad analizzare nel dettaglio ed in modo specifico la fisica e la dinamica del nuovo F1 22 targato Codemasters, cosi da fornirvi un parere chiaro sul livello di realismo e simulazione del gioco con licenza ufficiale F1 ed etichetta EA Sports. "Uguale ma diverso", così si potrebbe descrivere con poche parole l'esperienza di guida di F1 22. La Formula 1 quest'anno ha attraversato una fase di profonda rivoluzione del regolamento tecnico, abbandonando l'ossessiva ricerca di carico aerodinamico attraverso le ali ed altre appendici aerodinamiche e spostando il focus sul fondo, reintroducendo l'effetto suolo con lo scopo di regalare più battaglie e più spettacolo in pista. In F1 22 le auto si comportano come da copione, segno che gli sviluppatori di Codemasters hanno ben interpretato le nuove regole e sono riusciti a restituire un'esperienza di guida che riflette le caratteristiche della nuova era della Formula 1. Ad un primissimo impatto nulla sembra cambiato rispetto allo scorso anno, durante gli installation lap mi è capitato infatti di pensare che si trattasse di F1 2021 ma con i modelli aggiornati alla stagione corrente. Ma una volta raggiunta la necessaria confidenza per iniziare a spingere ecco che viene fuori il carattere delle nuove vetture, che regala un'esperienza di guida sostanzialmente diversa dalle precedenti: si percepisce subito l'aumento di peso delle vetture che, complice la perdita di aerodinamica derivata dalla semplificazione delle ali, soffre di un sottosterzo pronunciato nelle curve a media e bassa velocità. L'aumento di peso provoca anche un sostanziale aumento dell'inerzia durante le grandi frenate e risulterà davvero difficile ritardare una staccata senza rischiare di finire lunghi. Molta attenzione è stata dedicata anche agli pneumatici e al tyre model. Da quest'anno infatti Pirelli ha introdotto un nuovo tipo di pneumatico, da 18": le nuove gomme prodotte da Pirelli sono infatti più grandi, promuovendo un inserimento in curva più rapido e più preciso grazie anche alla carcassa più rigida che trasmette meno sollecitazioni a tutta la struttura e permette allo pneumatico di lavorare in maniera più costante con una maggiore impronta sull'asfalto. Tutto ciò si scontra però con la natura sottosterzante dell'auto e in game si traduce in una vettura dal comportamento a volte imprevedibile, confermando quanto dichiarato da David Greco nel Deep Dive dedicato alla fisica e all'handling di F1 22: una spalla meno pronunciata e più rigida comporta uno slip angle minore e una rapida perdita di aderenza quando si supera il limite. Il risultato è quindi una situazione di imprevedibilità in cui sembra di avere grip in inserimento curva grazie alle nuove gomme, ma a causa dello scarso carico aerodinamico prodotto a basse velocità e dell'inerzia aumentata a causa del peso aggiuntivo questo grip si tramuta facilmente in una perdita di aderenza. Molta attenzione invece va riposta dopo essere scesi in pista direttamente dal garage o dopo una sosta: rispetto allo scorso anno infatti mandare subito in temperatura le gomme sarà cruciale in quanto le gomme fredde presentano un grip davvero ridotto, con un costo di anche 1s al giro. Nonostante tutto ciò possa far credere ad una svolta completamente simulativa del gioco, non lasciatevi ingannare, in quanto è tutto relativo: queste caratteristiche sono presenti nel gioco, ma i giocatori più navigati e soprattutto abituati a sim del calibro di Assetto Corsa, iRacing o rFactor 2 troveranno ben presto la quadra rispetto a queste nuove gomme, che nel complesso, una volta capite le "regole del gioco", presentano forse molto grip, con l'usura che non sembra giocare un ruolo importante. Lo stesso discorso vale per il force feedback, che sembra più comunicativo quest'anno anche se sembra soffrire di qualche bug di troppo, come la forza dello stesso che aumenta se si imposta la rotazione del volante su 360 gradi all'interno del pannello di controllo della nostra base, mitigando quindi l'effetto di assenza di FFB a centro curva. Altro aspetto sul quale il team forse metterà mano sono i cordoli, soprattutto in relazione al fondo: considerata l'importanza che quest'anno il fondo riveste, essendo la principale fonte di carico aerodinamico, molto spesso mi sono trovato ad assistere a comportamenti completamente diversi della vettura in relazione ai cordoli. Un esempio pratico è il cordolo di curva 10 in Australia, una chicane velocissima molto importante perchè immette su un rettilineo con una buona occasione di sorpasso in staccata: in alcune occasioni passarci sopra in maniera pronunciata portava nella migliore delle ipotesi a danneggiare il fondo, con conseguente perdita di carico e prestazioni, e nella peggiore a perdere completamente il controllo della vettura. In altre occasioni invece è sembrato di passare su di una striscia d'asfalto, con la monoposto che non si è minimamente scomposta e non ha riportato il minimo danno sul fondo. In conclusione, la fisica e l'handling delle vetture sono forse la nota più lieta di un gioco che nel complesso poteva e doveva dare di più, come già indicato in sede di recensione: è sicuramente lodevole il passo in avanti fatto da Codemasters in termini di simulazione, avvicinandosi ancora di più ad una simulazione pura, ma il tutto è frenato dal target di riferimento. Con i livelli di accessibilità raggiunti in questo capitolo era auspicabile un passo in avanti ancora più importante di quello che è stato effettivamente fatto, e regalare ai giocatori una simulazione convincente, con un prodotto che avrebbe finalmente abbracciato tutte le categorie di giocatori, da chi ricerca il realismo estremo ai giocatori meno esperti che hanno a disposizione un sacco di aiuti alla guida per poter creare un'esperienza adatta al loro livello. Non è presente il porpoising che tanto sta caratterizzando questa stagione, e i miglioramenti nella fisica per quanto apprezzabili risultano comunque tarati verso il basso per non rendere troppo complicata l'esperienza finale.
  23. Ritorna in grande stile la F1 ufficiale di Codemasters, stavolta targata EA Sports, portando in pista per la prima volta le monoposto di Formula 1 ad effetto suolo della nuova era. In linea generale, F1 22 ha lo stesso contenuto concettuale di F1 2021: la griglia F1 della stagione in corso e la griglia F2 della scorsa stagione, oltre a un'auto di F1 generica per la modalità "My Team". C'è poi una nuova classe di veicoli in F1 22: le Supercar. Auto stradali particolarmente veloci, utilizzate dai piloti durante gli eventi promozionali Pirelli Hot Laps in vari Gran Premi, durante i quali vengono portati a spasso celebrità e ospiti vip. Il gioco ci offre ovviamente tutti i circuiti del 2022, inclusa la nuova pista di Miami, insieme a molte delle modifiche alle versioni 2021 delle piste. Abu Dhabi, Australia e Spagna riflettono tutti i loro nuovi layout, mentre per ora Spa rimane nella sua configurazione 2021. Anche le gare sprint sono per la prima volta nel gioco. E' scomparsa invece la modalità storia Braking Point, fatto che per molti sarà motivo di tristezza. La funzione Supercars consiste in due cose: guidare le supercar in una serie di sfide specifiche e prove a tempo, per poi sbloccarle e mostrarle in F1 Life. Non c'è alcuna possibilità di gareggiare l'uno contro l'altro in nessuna modalità di gioco, o selezionarle per le lobby personalizzate online. Il problema però di fatto non si pone, perchè le auto sono piuttosto deludenti da guidare, in pratica si riducoono a essere semplicemente una caratteristica decorativa. F1 Life è un'aggiunta piuttosto interessante invece, che consente di personalizzare uno spazio in cui altri giocatori possono riunirsi, per aggiungere un angolo sociale al gioco. Tuttavia la feature sembra essere un altro modo per vendere Pitcoin, la valuta di gioco della F1 e pass VIP. Oltre agli oggetti predefiniti e a quelli che puoi vincere avanzando di livello, avrai bisogno di Pitcoin per acquistare articoli di abbigliamento per il tuo avatar di pilota, incluso l'abbigliamento casual, e VIP per accedere a ricompense di livello superiore, inclusi oggetti di arredamento e design di livrea. La Champions Edition del gioco offre 18.000 Pitcoin. Una nota positiva è il fatto che il gioco ora ricrea il weekend di F1 in modo ancora più dettagliato rispetto a prima e include la modalità La mia squadra. Ora c'è più profondità nella modalità, persino se considerata come titolo a sè stante. Per quanto riguarda il comparto multiplayer, basta considerare quanto già visto nel precedente F1 2021 ed in parte anche nel 2020. Tuttavia c'è un punto importante che deve essere trattato: Codemasters non ha cambiato quasi nulla per l'online, F1 22 offre una gamma molto ampia di attività online, proprio come facevano i suoi predecessori, e dimostra di essere già stata ottimamente pensata e strutturata come ottima piattaforma per i campionati ufficiali F1 Esports, a partire dalla Pro Series in autunno e poi dalla Challenge Series nel 2023. Oltre al gioco e alle lobby aperte, ci sono eventi settimanali, campionati, schermo diviso per due giocatori e modalità carriera per due giocatori. Quest'ultima caratteristica consente di correre attraverso la carriera del gioco con un amico al tuo fianco. Il gioco dispone anche di una modalità LAN. Un sistema di classificazione, chiamato Super Licenza, tiene traccia dei giocatori, con prestazioni e sportività registrate insieme alla "partenza". F1 22 presenta quindi un gioco multipiattaforma completo. I titoli F1 di Codemasters hanno offerto negli ultimi anni un'esperienza piuttosto realistica, anche se al di sotto di una simulazione pura e completa. F1 22 continua sulla medesima strada tracciata, anche se bisogna evidenziare il fatto che le monoposto 2022 sono completamente diverse da quelle del 2021, perchè generano la quasi totalità del carico aerodinamico grazie all'effetto suolo del fondo vettura. Sono anche molto più pesanti e con pneumatici più grandi. Tutto ciò ha un effetto drammatico sul modo in cui le auto si comportano, e non in meglio, per quanto concerne emozioni e piacere alla guida. Sono più pesanti e terribilmente sottosterzanti, anche se non mancano i sovrasterzi di potenza. Non è un difetto del gioco, sia chiaro, perchè le monoposto sono proprio cosi a quanto pare, ma resta il fatto che guidare le auto di F1 del 2022 è sicuramente meno divertente. Le Formula 2 invece sono come sempre divertentissime! In F1 22 la parte complicata è in primis l'inserimento in curva, perchè con queste monoposto il sottosterzo è davvero impressionante, con il peso che si sente ed influenza tantissimo la dinamica della vettura, costringendoci quindi a guidare in modo totalmente diverso rispetto al passato. E' impensabile per esempio ritardare la staccata. Il setup nel gioco è ora più dettagliato, offrendo un ventaglio di opzioni maggiore, si arriva per esempio ad un carico aerodinamico fino a 50, anche se in realtà non lo utilizzeremo neppure a Monaco, visto che anche nel principato basterà arrivare a 30. Dove il titolo eccelle davvero è l'accessibilità. Ci sono così tanti aiuti alla guida che chiunque, di qualsiasi livello di abilità, può salire a bordo e guidare decentemente, inoltre la IA svolge egregiamente il proprio compito, grazie al fatto di essere ora "adattiva". Anche guidare con un controller è un'esperienza positiva, proprio come lo era in F1 2021. Naturalmente il DualSense di PS5 è al di sopra delle altre opzioni, ma anche con un controller Xbox One nella versione PC non ci sono problemi. L'esperienza con il volante è variabile: è difficile ottenere dettagli dal force feedback su un Logitech G923 e, sebbene il Fanatec DD Pro fosse leggermente migliore, non siamo ancora all'altezza di simulatori puri come Assetto Corsa Competizione, iRacing o rFactor 2. Il feedback è quasi assente a centro curva, in particolare alle basse velocità e per il momento è possibile attenuare in parte il difetto impostando "ammortizzatore sterzo" nelle impostazioni del menu ad un valore di almeno +15. Siamo certi però che arriverà presto una patch che migliorerà la situazione per ogni tipo di volante. Anche la gestione dei cordoli è strana al momento: alcune volte basta toccarli per volare per aria, in altre situazioni ci si passa sopra allegramente. Come detto il peso della monoposto viene percepito in modo chiaro ed il feedback è generalmente comunicativo, anche grazie alle nuove gomme che simulano le diverse tipologie di mescole e grip. Quest'ultimo è però sempre eccessivo, probabilmente perchè Codemasters ha voluto semplificare la guida ai neofiti. F1 22 simula anche, anche se non in modo dettagliato e progressivo, la temperatura del pneumatico, considerando in modo separato la parte esterna e quella centrale della gomma. Purtroppo le temperature ambientali e della pista sono fisse, quindi scordiamoci la variabilità e la conseguente ed importantissima variabile della strategia. La scia di chi precede si sente molto poco, ma del resto accade anche nella realtà. Sul fronte grafico, F1 22 sin dal video introduttivo ufficiale della F1, sembra il più autentico possibile, con sovrapposizioni di trasmissioni F1 e schermate informative, grafica, testo... In termini di vetture e tracciati invece, valgono anche in questo caso le medesime considerazioni fatte per F1 2021. Non siamo proprio all'altezza dei titoli migliori e più ci avviciniamo a titoli esclusivi di nuova generazione, tanto più il gioco Codemasters inizia a rimanere indietro. Questo è particolarmente evidente per le ambientazioni, che non hanno i dettagli visti in altri giochi. Inoltre manca interattività tra il circuito e le auto. Infine, come da sempre, i circuiti non sono realizzati in laser scan e per i simdrivers abituati a questo tipo di caratteristica, la differenza nel guidare in una pista "piatta" si farà particolarmente sentire. I danni alle monoposto sono praticamente gli stessi di F1 2021, ma non possiamo lamentarci perchè erano già ottimi l'anno scorso. Sono riprodotti più che bene sotto il profilo grafico e degnamente anche per quanto riguarda l'impatto dinamico e prestazionale, anche se in alcune situazioni ci si aspetta un danno decisamente maggiore. Anche il bagnato è quasi identico al predecessore, ma anche questo di grande livello. E' stato ulteriormente migliorato però l'effetto della guida dall'abitacolo, con spruzzi, acqua sulla visuale ecc. Consigliamo assolutamente di provarlo, perchè davvero molto realistico. Un grosso problema sono al momento i tempi sul giro: in F1 22 si riesce a girare anche 4 secondi più veloci rispetto alla realtà, probabilmente perchè alle basse velocità c'è un grip eccessivo che permette di andare molto più forte. Anche per questo speriamo in una bella pezza risolutiva. Sul fronte prettamente della fisica e della dinamica del veicolo ci sono purtroppo diverse lacune, mentre invece ci saremmo aspettati ulteriori progressi rispetto al 2021 ed una maggiore spinta verso la simulazione pura: il famigerato porpoising è totalmente assente, speriamo che arrivi in futuro con una patch, visto che persino i modders lo hanno implementato nelle loro monoposto create per Assetto Corsa... Le gomme hanno degrado e bisogna gestire la temperatura, come già in F1 2021, anche se in F1 22 la questione è molto "permissiva" con il pilota ed a meno che non si guidi in modo folle, mettere in crisi la dinamica della vettura è pressochè impossibile. La possibilità di graining e blistering sui pneumatici sono completamente assenti, ed è una vera disdetta, visto quanto il graining sopratutto stia influendo sulle gare e sulla guida dei piloti reali di Formula 1. Ottima la funzionalità del giro di warm up prima di schierarsi in griglia per il via, con il pilota che deve gestire l'intera procedura in modo corretto, preoccupandosi anche di scaldare a dovere le gomme, per una partenza sprint. Stessa cosa per l'eventuale ingresso della safety car: anche in questo caso è tutto nelle nostre mani, non solo il mandare in temperature le gomme, ma anche dosare bene il restart per non farsi sopraffare da chi segue. Da dimenticare invece la gestione dei pit stop: il pilota non deve fare praticamente nulla, se non, un'attimo prima di passare la linea della pit lane, premere un tasto, la cui pressione determinerà in pratica la "qualità" e rapidità del lavoro dei nostri meccanici. I modelli delle auto mostrano il peso degli anni, con strani riflessi e curve frastagliate che spiccano anche nella modalità F1 Life. Con le auto di F1/F2 l'esperienza sarà la stessa di F1 2021, incluso 4K a 60 frame sulla versione dedicata per le console Xbox Series e PlayStation 5. Punto sicuramente molto positivo invece, F1 22 supporta per la prima volta la VR, ma solo su PC. Con gli eccellenti modelli di abitacolo, è sicuramente una motivazione in più per coloro che sono attrezzati con la realtà virtuale (e non la soffrono). Anche il sonoro è praticamente lo stesso degli anni passati. Ben realizzato comunque ed in grado di garantire una ottima esperienza di F1. Naturalmente include le auto, ma anche le varie voci e la musica ufficiale che ascoltereste durante la trasmissione di una gara. I commentatori ufficiali includono Jacques Villeneuve, Carlo Vanzini e Davide Valsecchi, per la versione italiana. Tutti e quattro i propulsori della F1 - Ferrari, Mercedes, Red Bull e Renault - sono turbo ibridi da 1,6 litri e non "suonano" in modo particolarmente affascinante. Non è presente troppo suono ambientale. A parte le gomme che stridono, non c'è quasi null'altro che dia emozioni. E' stata però ottimizzata la gestione della posizione delle sorgenti sonore e con visuale dal cockpit è un gran bel cambiamento. Ottima già ora la IA, mutuata anche questa da F1 2021, ma ulteriormente perfezionata e resa "adattativa": in pratica i piloti guidati dal computer si adegueranno alle nostre prestazioni, per garantire gare sempre combattute al giusto livello. Il sistema funziona molto bene già ora, anche se con qualche errore grossolano della IA qua e là. Da notare che la IA va a modulare anche la sua aggressività, commettendo quindi anche degli errori, per esempio in staccata, o andando larga in traiettoria. In conclusione, pur con i limiti spiegati sopra, F1 22 continua a essere l'esperienza di F1 definitiva in forma di videogioco. Chi cerca la full immersion di una gara di F1, un fine settimana o persino una carriera, non c'è modo migliore per farlo se non con il titolo Codemasters. Ci sono aree del gioco che ormai sentono il peso degli anni, inoltre le moderne monoposto 2022 non sono poi così divertenti da guidare come le vetture precedenti. È un'esperienza meno coinvolgente in generale rispetto a F1 2021, anche se trasmessa in modo sufficientemente accurato. E' un vero peccato che Codemasters non abbia avuto più coraggio, portando all'estremo della simulazione concreta e completa anche alcuni aspetti che invece, per il momento, restano ancora semplificati, alcuni decisamente troppo o non considerati affatto. Tuttavia, F1 22 continua a offrire eccellenti opzioni online – che miglioreranno con il cross-play – e anche My Team continua ad essere una funzionalità interessante. Alla fine, per un grande appassionato di Formula 1, il nuovo F1 22 è da non perdere, ma tutti gli altri possono tranquillamente aspettare future novità più consistenti. Sperando che F1 23 corregga le lacune di questa annata... Per commenti e discussioni in merito, fate riferimento al forum dedicato in italiano.
  24. F1 22, la nuova edizione del gioco di guida targato Codemasters su licenza ufficiale FIA, si mostra con l'immancabile trailer di lancio. Il titolo arriverà nei negozi il 1 luglio nelle versioni PC, PS5, PS4, Xbox Series X|S e Xbox One. La F1 22 Champions Edition è disponibile per l'acquisto a questo link. Da segnalare inoltre la prima video recensione pubblicata da Multiplayer.it, che potete vedere anche qui sotto.
  25. Il terzo e ultimo video di approfondimento degli sviluppatori si concentra su audio e musica, dettagliando le innovazioni all'audio di gioco realizzate per F1 22.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.