DrivingItalia simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Max Verstappen'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing

Calendars

  • DrivingItalia.NET Calendar

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Guide - Tutorial
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Marker Groups

  • Members

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 27 results

  1. Presto la Formula 1 tornerà ad accendere i motori e lo farà nel weekend del 5 luglio sul circuito del Red Bull Ring, in Austria. Dopo mesi di lockdown, tutti i piloti del Circus iridato sono pronti a tornare in pista... compreso Max Verstappen, recentemente impegnato nella 24 Ore virtuale di Le Mans con il team Redline ma poi costretto al ritiro per alcuni problemi con la sua vettura. L'olandese è ben conosciuto nel paddock per la sua aggressività una volta al volante della sua Red Bull, quasi fosse sempre al limite. Ma è veramente così? Ce lo spiega nei dettagli il simpatico Scott Mansell, ex-pilota e oggi coach in ambito motorsport: a quanto pare, lo stile di guida di "Mad Max" è tutt'altro che aggressivo, visto che il suo intento è quello di mantenere in equilibrio la piattaforma della sua vettura durante tutte le fasi di percorrenza di una curva, con una racing line ancora più efficace di quella ideale. Ma non vogliamo anticiparvi nulla: date un'occhiata al video qua sotto e scoprirete perchè Verstappen è il candidato ideale per mettere il sale sulla coda a Hamilton e Leclerc per la conquista del Titolo Mondiale!
  2. Uno tra gli eventi più attesi nel mondo del simracing sta finalmente entrando nel vivo: sabato 13 giugno alle 15, infatti, si spegneranno i semafori rossi sulla Virtual 24h of Le Mans, competizione eSport che replicherà la più famosa gara di durata al mondo utilizzando il simulatore dello Studio 397, rFactor 2. Con la controparte reale slittata al 19-20 settembre a causa del Coronavirus, questa corsa proporrà una line-up di altissimo livello, nella quale saranno presenti alcuni tra i migliori piloti reali e simdrivers oggi in circolazione. Due di questi sono anche piloti di Formula 1 e correranno per il team Redline: stiamo parlando di Max Verstappen e Lando Norris, i quali faranno il loro debutto ufficiale sul Circuit de la Sarthe al volante della Oreca 07 #20 della classe LMP2. I portacolori della Red Bull e della McLaren, tuttavia, non saranno soli: il team Redline, infatti, schiererà anche Atze Kerkhof e Greger Huttu, seguendo la regola secondo cui ogni squadra potrà scendere in pista con un massimo di due piloti professionisti e due simracers di alto livello. Assieme a loro ci saranno anche gli uomini della Ferrari, che hanno puntato tutto sugli ex-piloti di F1 Felipe Massa e Giancarlo Fisichella, sul pilota di GT Francesco Castellacci e sul simdriver Tony Mella; Porsche, invece, ha confermato la presenza di ben 16 piloti tra le proprie fila, dove troveremo anche il pilota di Formula E Andre Lotterer. Le sorprese, tuttavia, non finiscono qui: tra i team che hanno ufficializzato la loro partecipazione alla Virtual 24h of Le Mans ci saranno anche nomi importanti come il Toyota Gazoo Racing, sempre su Oreca 07 LMP2, il team ufficiale della Corvette, con la C7R, e l'Aston Martin, che invece farà affidamento alla propria Vantage GTE. Come la gara reale, anche la Virtual 24h of Le Mans conterà le classi LMP1 e LMP2 per i prototipi con un totale di 30 vetture in griglia di partenza, alle quali si aggiungeranno le 20 GTE che, invece, concorreranno per la loro classifica separata. I piloti totali, quindi, saranno 50, ma sono previste 10 riserve in caso qualcuno rinunci all'ultimo minuto.
  3. Qualche giorno fa il Campione del Mondo Lewis Hamilton ha dato la propria opinione sul mondo del simracing, affermando che "i simulatori non mi interessano e personalmente credo che non siano un vantaggio considerevole per un pilota". Un commento duro, che non può che andare a scontrarsi con il pensiero della nuova generazione che avanza, capitanata da Max Verstappen, Lando Norris e Charles Leclerc. Ed è proprio il portacolori del team Red Bull Racing a prendere la parola, rispondendo a ciò che ha affermato recentemente il suo rivale alla Mercedes in un'intervista con David Coulthard sul canale Instagram di Puma: "Credo che il simracing sia il modo migliore per tenersi in forma in questo periodo di lockdown. Anche se riconosco che esiste una sostanziale differenza con il mondo reale, in questo periodo ho guidato molto al simulatore, perchè alla fine della giornata senti comunque la pressione in qualifica, ti impegni nelle partenze, nei sorpassi, cerchi di non rovinare tutto nel primo giro e cose di questo tipo". Mentre Hamilton ha sostenuto la mancanza del feeling fisico in un simulatore, Verstappen ritiene che l'utilizzo delle cuffie sia un grande vantaggio, perchè permette di sentire meglio quel rumore proveniente dalle gomme che ti permette di reagire in anticipo a ciò che farà la tua vettura. "Inizialmente non hai il feeling giusto in frenata o quando la macchina comincia a scivolare. Molte volte, però, prima di andare in testacoda, sono in grado di prevedere l'errore giusto un secondo prima, affidandomi a ciò che vedo a schermo e al sound proveniente dagli pneumatici. Per questo motivo utilizzo le cuffie: secondo me i rumori in questo modo arrivano prima all'orecchio rispetto agli speaker del monitor, e questo ti permette di reagire in anticipo". Sicuramente degli ottimi consigli quelli appena espressi dalla prima guida del team Red Bull Racing, che potrebbero dare quella "marcia in più" che manca a tanti piloti amatoriali. Che ne pensate? Scrivetelo qua sotto nei commenti!
  4. Tutto è iniziato lo scorso dicembre, quando sono cominciati i lavori di ammodernamento di quella che sarà una tappa cruciale per Max Verstappen nel prossimo Campionato del Mondo di Formula 1. Stiamo parlando del GP d’Olanda, parte del Calendario iridato fin dal 1950 e che, nel 1985, aveva ospitato la sua ultima edizione sul circuito di Zandvoort, in cui vinse Niki Lauda al volante della sua McLaren motorizzata TAG-Porsche. La presenza di “Mad Max”, tuttavia, ha sollecitato la FIA e Liberty Media a far tornare la pista olandese tra gli appuntamenti della prossima stagione della massima serie automobilistica: un obiettivo riuscito a parole, ma che nei fatti ha richiesto dei grandi lavori di ristrutturazione al fine di preparare il tracciato di Zandvoort ad ospitare le nuove monoposto 2020 di Formula 1. Con la sua carreggiata stretta e la sua conformazione piena di cambi di elevazione, il progetto di ammodernamento della pista olandese ha previsto diverse modifiche strutturali: Allargamento del rettilineo principale di 2 metri Accorciamento dell’ingresso della pit-lane e uscita dai box in prossimità della prima curva, la Tarzanbocht Arretramento della curva 4 e aumento della sua sovraelevazione (banking), con barriere di protezione TECPRO Restringimento in ingresso e allargamento in uscita della chicane “Audi”, la Hans Ernst Bocht Diversa geometria della penultima curva, la Kumhobocht, in preparazione dell’ultima parte di pista Aumento del banking (fino a 17°) dell’ultimo curvone, la Arie Luyendijkbocht, che diventerà una sopraelevata con lo scopo di ottenere una zona di accelerazione molto più lunga per aprire un punto di sorpasso nel rettilineo successivo Nuove vie di fuga in asfalto e ghiaia, nuovi tunnel pedonali sotto la pista, paddock più esteso per le hospitality del Circus iridato Dopo tre mesi di lavori, sembra che il progetto della nuova Zandvoort sia stato ultimato: rimangono solo gli ultimi dettagli in preparazione del ritorno del GP d’Olanda, previsto per il weekend del 3 maggio, una tappa in cui Max Verstappen lotterà a denti stretti per tenere alta la bandiera del popolo olandese. Nel frattempo il pilota del team Red Bull Racing ha già provato l’asfalto della nuova pista, rendendosi protagonista di un video onboard che, in questi giorni, ha già fatto il giro del mondo. Preceduto da Tom Coronel, Verstappen ha testato la nuova Zandvoort al volante della RB8 del 2012, oggi utilizzata come showcar dai piloti del reparto corse gestito da Christian Horner e da Helmut Marko. Contrariamente a quanto si pensava, il giro del 22enne nato a Hasselt non è stato cronometrato: noi, invece, ci siamo sbizzarriti effettuando un confronto con la vecchia fisionomia del circuito olandese. Come vi sembra?
  5. Il campionato del mondo di Formula 1 2020 riparte questo fine settimana con la tradizionale gara Australiana di Melbourne. Il circuito dell'Albert Park di Melbourne è stato il teatro del primo Grand Prix della stagione negli ultimi 25 anni, con solo due eccezioni e nel 2020, nonostante le minacce degli incendi prima ed il COVID-19 adesso, è stato regolarmente confermato. È probabile che un appassionato di simracing come Max Verstappen, membro del Team Redline e vincitore della 24 Ore di iRacing a Spa, si stia allenando da tempo al simulatore per rinfrescare la memoria di un tracciato che è possibile percorrere solo a partire dalle prime prove libere. L'Aston Martin Red Bull Racing ha pubblicato oggi questo video di Verstappen che va in pista con F1 2019 di Codemasters, a bordo della RB15 dell'anno scorso. Il giro di Verstappen non è in realtà velocissimo, visto che ferma il cronometro ad un 1: 21.945, lontano qualche decimo dal suo giro in Q3 dell'anno scorso di 1: 21.320 e parecchio più lento dal record del mondo in F1 2019 fatto con la Mercedes-AMG W10, inoltre il pilota olandese rispetta molto di più i limiti della pista. Il filmato è però interessante perchè mostra come Max utilizza lo sterzo e soprattutto i pedali!
  6. E' ormai cosa nota che i giovani piloti che corrono in Formula 1, come Charles Leclerc, Alexander Albon, Lando Norris, George Russell e Max Verstappen, utilizzino costantemente il simracing, soprattutto nel periodo invernale, non solo per mantenersi allenati, ma anche per perfezionare la propria tecnica, sfidando i piloti virtuali più forti di tutto il mondo e naturalmente divertirsi! Proprio Vestappen, che corre spesso al simulatore in coppia con Norris nelle gare endurance (qui sotto un video), in una recente intervista ha dichiarato: “Con il simracing mi mantengo in allenamento, è un buon modo per tenersi allenati durante l’inverno”. Non dimentichiamoci che il pilota olandese è parte del noto Team Redline, una delle prime scuderie virtuali che compete in tutti i principali tornei online. Atze Kerkhof, team manager dei Redline, ha evidenziato che per Max il simracing è molto più che un hobby: “Per i piloti di questa generazione è normale correre a livello virtuale, tutti a casa passano ore sui simulatori, Verstappen non lo prende come un semplice allenamento, vuole battere i migliori simracer ed è molto attento anche in tutto quello che riguarda il setup della vettura. Dedica alle corse virtuali tanto impegno e tanto tempo, non si mette al volante semplicemente per andare a spasso”.
  7. La 24 Ore di Spa disputata sabato scorso con le vetture GT3 di iRacing ha offerto agli appassionati di simracing unno spettacolo in più, visto che fra i tanti velocissimi piloti virtuali, si trovavano in pista in Belgio anche i piloti di Formula 1 della McLaren e della Red Bull, ovvero Lando Norris e Max Verstappen, di certo non nuovi a partecipare ad importanti eventi online. Unendo infatti i due noti team virtuali del Team Redline e del Pure Racing Team, Verstappen e Norris hanno corso insieme con un'Audi R8 LMS GT3, dividendo l'abitacolo simulato con i compagni di squadra Max Benecke e Max Wenig. Dopo aver dominato praticamente per tutta la gara, conquistando la pole position sin dalla qualifica, il duo F1 ha vissuto momenti di panico ad appena 15 minuti dalla bandiera a scacchi, quando hanno ceduto completamente i freni di Verstappen! L'olandese non si è ovviamente arreso, ha perso un giro, ma è rientrato ai box per consegnare la vettura a Norris, il quale, grazie ad un notevole vantaggio, ha comunque trionfato con 27 secondi di vantaggio sul secondo classificato, ovvero il Pure Racing Team Green, con Patrick Heinrich alla guida dello stint finale. Gli appassionati di simracing più attenti ricorderanno che non è la prima volta che Verstappen e Norris partecipano ad una endurance virtuale quest'anno: alla 12 ore di Bathurst a febbraio, nessuno dei due aveva potuto guidare, visto che il loro compagno di squadra aveva distrutto la macchina ad inizio gara. "Tra me e Lando è stata una collaborazione molto interessante", ha detto Verstappen dopo la gara, "spero che potremo farlo di nuovo molto presto." Il secondo team Redline, con Rudy van Buren, si è invece ritirato quando Ayhancan Guven si è schiantato a Blanchimont. Nel video qui sotto vi consigliamo di non perdere in particolare gli ultimi 15 minuti, quando Max segnala di aver perso il freno e Lando crede all'inizio che si tratti di uno scherzo!
  8. Il video di confronto che vi segnaliamo stamattina, dedicato ad rFactor 2, è decisamente particolare: ci presenta infatti le diverse traiettorie e stile di guida del duo Max Verstappen e Aleksi Uusi-Jaakkola, che nella recente 24 Ore di Le Mans disputata col simulatore di Studio 397 (purtroppo non conclusa a causa di problemi tecnici), hanno fatto segnare rispettivamente, la pole Max (prototipo arancio e argento) con 3.17.862 ed il secondo tempo Aleksi (vettura rossa e argento) con 3.17.917!
  9. Max Verstappen sta sfruttando la pausa invernale per allenarsi e divertirsi al simulatore di guida, con iRacing. Il velocissimo olandese della Red Bull infatti, dopo aver fatto segnare il record mondiale sulla pista di Charlotte (video sotto), è nuovamente balzato prepotentemente agli onori della cronaca simulata proprio in questi giorni per un episodio davvero spiacevole. Come si vede dal filmato pubblicato da un utente che partecipava anche lui alla gara a Brands Hatch, il numero 33 stava effettuando un giro veloce, quando si è trovato davanti un avversario lento che forse lo ha in parte ostacolato ed infastidito, portandolo all'errore con un bel 360°. Max, evidentemente molto innervosito, dopo essere ripartito, ha raggiunto il suo avversario, lo ha affiancato e poi lo ha speronato con cattiveria buttandolo fuori pista! In una gara reale il buon Max sarebbe stato mandato a casa dal direttore di gara, in iRacing invece, come si vede dal filmato, gli è bastato premere Esc e ripartire dal box come se nulla fosse accaduto. Comportamenti del genere, messi in atto da un pilota professionista che punta a diventare campione del mondo di Formula 1, sono a dire poco inaccettabili.
  10. Che Max Verstappen sia un pilota velocissimo lo abbiamo già imparato dai Gran Premi di Formula 1, ma oggi il giovane olandese ci dimostra di essere straordinariamente veloce anche al simulatore, stabilendo il nuovo record mondiale a Charlotte con la Formula 3 di iRacing ! Per altri video dedicati ad iRacing correte a questo link. Smoooothly does it, Max sets a phenomenal World Record time in iRacing at Charlotte Roval in the Dallara F3 1.04.436! He also set a 1.03.916 with a little draft from Atze.
  11. Come sappiamo, Max Verstappen è un grande appassionato di simulazione di guida e simracing, tanto da essere uno dei piloti virtuali ufficiali del ben noto team Redline. Il pilota olandese della Red Bull si è voluto spingere anche oltre in una recente intervista rilasciata al sito WTF1, dichiarando che sarebbe un'ottima idea quella di utilizzare i piloti virtuali più veloci per intense sessioni di allenamento con i simulatori professionali utilizzati dai team di Formula 1. “Conosco molti piloti virtuali e sono davvero bravi. Credo che potrebbero essere di grande aiuto lavorando al simulatore invece di far andare noi (piloti F1) ogni volta in fabbrica per quel compito“. Riferendosi al torneo World Fastes Gamer organizzato dalla McLaren per selezionare un simdriver per il proprio simulatore, Max ha aggiunto quanto segue, parlando di Rudi Van Buren, olandese anche lui e vincitore del torneo: "Credo che per lui sarà una grande occasione, perché non solo è bravo a guidare ma ha anche doti nelle pubbliche relazioni. Proviene da altri ambiti quindi hanno dovuto fargli un test fisico, ma lo ha superato. Può fornire le sue indicazioni ed aiutare davvero la squadra. La Formula 1 è rimasta indietro in questo ambito, quindi è una buona cosa anche il torneo della F1 Esports Series. Lo vediamo anche calcio, chi gioca a Fifa fa un mucchio di soldi, quindi è una bella cosa“. Forse il nostro Max vuole solamente evitare le ore ed ore di lavoro al simulatore F1, trovando qualcuno che lo faccia al suo posto...
  12. In un nuovo episodio della sua rubrica "Exact & Max", dopo averci mostrato in realtà virtuale già 5 circuiti diversi, Max Verstappen ci presenta oggi un circuito cittadino di fantasia ambientato nella sua Olanda, sempre grazie all'utilizzo del simulatore dotato di VR.
  13. In un nuovo episodio della sua rubrica "Exact & Max", dopo averci mostrato in realtà virtuale già 4 circuiti diversi, Max Verstappen ci racconta oggi tutti i segreti del circuito di Interlagos, dove domenica si correrà il gran premio del Brasile di Formula 1, sempre grazie all'utilizzo del simulatore dotato di VR.
  14. In un nuovo episodio della sua rubrica "Exact & Max", dopo averci mostrato in realtà virtuale ben 4 circuiti diversi, Max Verstappen ci spiega oggi tutti i dettagli della tecnologia utilizzata per i suoi filmati, raccontandoci per esempio che con l'assetto messo a punto al simulatore dotato di VR, ha disputato con successo la qualifica dell'ultimo Gran Premio della stagione 2016 !
  15. In un nuovo episodio della sua rubrica "exact & Max", Max Verstappen ci spiega oggi con l'utilizzo del suo simulatore dotato di VR, l'affascinante tracciato notturno di Singapore.
  16. Max Verstappen, che già sappiamo essere un appassionato pilota virtuale, dopo averci mostrato al simulatore VR prima Silverstone, e proprio oggi anche i segreti di Spa Francorchamps, si lascia ammirare sempre a Spa ma questa volta alla guida del nuovissimo F1 2017 Codemasters !
  17. VELOCIPEDE

    Max Verstappen ci spiega Spa al simulatore

    Max Verstappen, che già sappiamo essere un appassionato pilota virtuale, torna ancora una volta al volante del simulatore VR: dopo averci raccontato Silverstone, il velocissimo pilota olandese della Red Bull ci svela tutti i segreti di Spa Francorchamps !
  18. Come ormai abbiamo imparato a scoprire da tempo, a Max Verstappen piacciono parecchio i simulatori e ci si diverte anche un bel pò... Il pilota olandese della Red Bull ha quindi lanciato sul proprio canale Youtube una nuova serie di video denominati Exact & Max: Mixed Reality con Max Verstappen, grazie ai quali, proprio con il simulatore, ci mostra tutti i segreti della tecnica e della guida in Formula 1. Seguite questo topic per visionarli tutti.
  19. VELOCIPEDE

    Nuova intervista a Max Verstappen

    Come già sappiamo, il giovane pilota della Red Bull F1 Max Verstappen è un appassionato di simracing, tanto da far parte del noto team Redline. Proprio il portale della Red Bull ha pubblicato a questo link una interessante intervista fatta al pilota olandese: Max ci parla dell'ultimo F1 2016 di Codemasters (in modo forse troppo "benevolo", visto che si tratta del sim ufficiale della FIA), ma gli spunti interessanti sono comunque numerosi. What are the biggest differences and what do you find toughest about virtual racing? One of the toughest things is the fact the feel of the car is completely different, it doesn’t feel like it does in reality because you don’t have the G-forces and that makes it much more difficult to control. There are some tricks you can do on a virtual sim compared to a real car that can help you but in general it’s about 90 per cent the same.
  20. La notizia è senza dubbio inusuale: il famoso simracing team Redline, una delle "scuderie virtuali" più forti del mondo videoludico, che annovera fra le file dei suoi piloti personaggi ben noti come Greger "Alien" Huttu e l'italiano Enzo Bonito, ha annunciato che da oggi vestirà i propri colori nientemeno che Max Verstappen, pilota 17enne della Toro Rosso in Formula 1. Il ragazzo terribile olandese è infatti appassionato da sempre di simulazione di guida, che utilizzerà ovviamente anche come allenamento intensivo. Great news for us again!! Dutch Superstar Max Verstappen has joined us, after an incredible rise in real racing, Max joins us to practise and remain at the top of his game. Max later said, "I enjoy simracing outside of Formula 1. Ive been working with Atze for a while already and of course with Team Redline and Fanatec I'll be sharing the virtual track with the fastest simracers in the world which is a great test and the way I like it!" Team manager Atze was equally pleased, "I'm happy and honoured to have Max onboard at Team Redline! Looking forward to continue our sim battles like we did in the F3 last year." "It's great having Max onboard, he was immediately incredibly fast in sim racing a unique natural talent, very proud to have him representing us in the sim racing world." Dom, Team Principal This post has been promoted to an article
  21. VELOCIPEDE

    F1 2016: Verstappen al Red Bull Ring

    Dopo i filmati di un paio di settimane fa girati a Baku, oggi la Codemasters ci propone un nuovo trailer di anteprima del suo prossimo F1 2016, che questa volta ha per protagonista Max Verstappen con la sua Red Bull sul circuito dello Spielberg Red Bull Ring.
  22. VELOCIPEDE

    Playseat visita Max Verstappen

    The new setup provides a very realistic simulation which helps Max to prepare for real races, but also means a lot of racing fun in his free time! We had a nice time installing the Playseat simulator and are proud Max races at home with our rig! Hopefully we will see a lot more awesome new overtakes by Max coming Formula 1 season, which might just be practiced while seated in his Playseat simulator. Good luck, Max!
  23. VELOCIPEDE

    Intervista al team Redline

    L'ormai ben noto simracing team Redline, scuderia virtuale che può vantare tra le sue fila addirittura il pilota F1 Max Verstappen, oltre all'imbattibile "alieno" della simulazione Greger Huttu, è stato intervistato da GT Planet, per parlare a più voci del futuro del simracing. Ovviamente si comincia parlando di Grand Prix Legends... You’ve mentioned GPL being a part of the team’s history. Papyrus’ game is approaching the two-decade mark now, which means some sim racers have the unique experience of growing up with these realistic simulators. How do you find that changes things? Dom Duhan: GPL was huge for us, there were a few things it did that moved sim racing to new levels and indeed weren’t matched for many years. The GPL physics engine felt so dynamic and even to this date despite being superseded by most other titles out there, it still feels relatively good. It was also insanely difficult to drive, some of our drivers like Greger or Andy Wilke drove in leagues where you would race 100 laps of Monaco with full damage, one tap of the wall and you are out – this training shaped many of the top sim racers for the next 10 years.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.