Simulatori di guida - Page 3 - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Una Formula 1 degli anni 2000...

confrontata con una Formula 1 moderna

Formula 1 2000

Il Pilota della Domenica: il primo pit stop

una guida pratica di consigli utili per tutti i simdrivers,

a cominciare da chi ha poco tempo e si riduce alla domenica...

PARTE 2

Discord DrivingItalia: chat testo e voce

Social-app gratuita, via browser, tablet o smartphone.

Oltre 3700 utenti attivi, entra anche tu!

DISCORD
  • News

    News - articles

    iRacing: disponibile Patch 1 Stagione 1 2022

    By Walker™, in Software, , 0 comments, 186 views
    E' disponibile la Patch 1 della Stagione 1 2022 di iRacing: l'aggiornamento porta con sè alcune modifiche al Daytona International Speedway in vista della 24 Ore di Daytona e il fix per un problema che si verificava durante il caricamento delle piste, che rallentava intorno al 75% del totale
     

    Il Pilota della Domenica: i primi Km (parte 1)

    By VELOCIPEDE, in Hardware, , 1 comment, 4,492 views
    Titolo originale vero? 🙂 Effettivamente non sapevo davvero come intitolare questa nuova "rubrica" di DrivingItalia, poi ho pensato a quale voleva essere l'obiettivo di queste righe: Il Pilota della Domenica vuole essere una guida pratica di consigli utili per tutti i fans della guida virtuale, a cominciare da quelli che purtroppo hanno poco tempo da dedicare alla loro passione e si riducono quindi alla domenica, in modo da fornire ad ogni simdrivers idee preziose per riuscire ad organizzarsi il proprio simulatore di guida ideale, senza dimenticare le esigenze pratiche e quelle... del portafoglio!
    La rubrica procederà a puntate, occupandosi della sola parte hardware (la scelta del software è decisamente soggettiva), per arrivare all'ultimo step che vi indicherà la postazione di guida "da sogno", quindi senza badare a spese. Ricordate che si tratta di consigli e suggerimenti, dai quali potete prendere spunto, per allestire il VOSTRO sim ideale. Anche perchè, contrariamente al software che è sempre più longevo, per l'hardware quello che oggi è il miglior acquisto possibile, potrebbe rivelarsi già vecchio fra 30 giorni! 
    In questa parte 1, denominata "i primi Km", analizziamo cosa è strettamente necessario per iniziare la propria carriera di pilota simulato.
    Il Pilota della Domenica: i primi Km... (parte 1)
    Come prima cosa abbiamo naturalmente bisogno di un computer, un PC, la macchina per eccellenza da dedicare alla simulazione su 4 ruote. I simulatori di guida non sono particolarmente esigenti in termini di richieste hardware, anche se, volendo goderci il nostro sim moderno preferito al massimo del suo splendore, non potremo di certo accontentarci di un PC da 200 euro, ma non dovremo neppure fare un mutuo per una macchina obbligatoriamente ultra performante!
    Il topic Assembla il tuo PC (costantemente aggiornato anche per i prezzi) arriva prontamente in nostro soccorso: il mega PC da duemila euro non è necessario, potete quindi orientarvi sulla macchina base o, meglio ancora se il budget lo permette, quella da gioco, oppure creare un mix fra le due configurazioni; considerate che con il PC da gioco da 900 euro circa non avrete generalmente problemi neppure con software dalla grafica sbalorditiva.
    Tenete però presente di non assemblare o acquistare un PC sbilanciato, nel senso che per esempio una super scheda video è inutile se non c'è anche un processore all'altezza ed una memoria Ram adeguata. Ponete attenzione anche a due cose spesso sottovalutate: scegliete un buon alimentatore con un pò di potenza in eccesso, cosi da poter in futuro installare nel PC per esempio una scheda video più potente e quindi anche più esigente in termine di watt; molto importante è anche il case, che, piuttosto che scenico, deve avere un'ottima circolazione dell'aria al suo interno e ventole efficienti per il raffreddamento delle componenti interne.
    I prezzi dei componenti hardware per PC sono molto variabili, quindi vanno valutati al momento, ma diciamo che una configurazione medio/alta si attesta su una spesa indicativa di 850 euro circa. Una volta sistemato il computer, pensiamo ora a come guidare...

    Tutti i simulatori di guida prevedono di poter essere utilizzati tramite la tastiera, con la quale possiamo anche fare i primi km di test, ma è bene pensare da subito all'acquisto di un volante, perchè guidare vuol dire avere fra le mani uno sterzo e sotto i piedi dei pedali! L'idea di molti è quella di comprare un primo volantino a buon mercato, di poche decine di euro, cosi da "risparmiare". Invece si spreca.
    Il volantino in questione durerà molto poco (il prezzo basso indica anche la scarsissima resistenza all'uso...), inoltre si rivelerà da subito molto limitato se non praticamente inutile a livello di feedback che saprà fornirci (sempre che ce l'abbia...) con qualsiasi simulatore e dovete ricordare sempre che, a meno di non avere una postazione dinamica (e ne parleremo), il feedback del volante è l'unico input diretto che vi farà capire cosa sta facendo la vostra macchina, per poterla controllare di conseguenza. Il force feedback con i simulatori di guida non è un optional, è fondamentale!
    Se la vostra idea rimane quella del volantino, "tanto mi voglio solo divertire a fare qualche giro", è meglio se lasciate perdere il mondo del simracing e vi orientate verso una bella console con un buon gioco di guida fatto bene: vi divertirete molto di più, spenderete molto meno ed avrete anche molti meno problemi di un PC. 😄 
    Ma quale sarebbe allora questa periferica consigliata, con un rapporto qualità - prezzo ideale? A mio avviso è ancora oggi il Logitech G29, che si trova facilmente a meno di 300 euro. E' possibile acquistare il G29 nei negozi di computer più forniti, dal sito ufficiale Logitech (ma il prezzo è altino), o ancor più facilmente sul web, dove lo si trova nuovo con una semplice ricerca, o anche numerosi usati sul nostro forum vendo - compro. I prezzi oscillano intorno ai 250 euro per il nuovo, intorno ai 120-150 euro invece per l'usato. Con le offerte, tipo Black Friday, si riesce anche a fare strepitosi affari, nell'ordine dei 200 euro per il nuovo.
    Il Logitech G29 ha già di serie tutto quello che serve ad un pilota virtuale, esperto o ai primi giri di pista: un bel volante con 900° di rotazione comodo e funzionale con vari pulsanti e cambio a pad, pedaliera a tre pedali con ottima progressività e sensibilità, un cambio a leva H ad innesti preciso, con ulteriori pulsanti extra. Completano il pacchetto la connessione USB semplice e diretta con unico cavo e i driver Logitech ufficiali ormai collaudatissimi per qualsiasi software. Inoltre il G29 funziona perfettamente persino con la Playstation e, tramite adattatore, anche con la XBox, inoltre è un prodotto molto resistente e durevole, anche se sottoposto ad un uso intensivo.
    Il primo vero punto cruciale di questo volante resta però la resa del force feedback: pur non disponendo di una forza, rapidità e resistenza esagerate, può vantare ancora oggi uno dei Force Feedback migliori in commercio, con numerosi effetti di vibrazione, grande accuratezza e pulizia dei segnali, precisione nelle risposte, progressività, insomma una qualità ed un dettaglio eccelsi, assolutamente fondamentali alla guida per capire come si comporta la nostra vettura sull'asfalto, ancor di più se si utilizzano simulatori con circuiti realizzati con tecnologia Laser Scan, che ci permetterà di percepire davvero la pista sotto di noi.
    Il buon Logitech G29 non è ovviamente esente da difetti però: un pò di forza in più sullo sterzo sarebbe stata di certo gradita, le palette del cambio non risultano precisissime ed hanno a volte un poco di gioco in innesto, il cambio ad H va usato con attenzione per non essere messo in crisi, la pedaliera (soprattutto il freno) si ammorbidisce ed allenta con l'uso, infine il feedback soffre di un fastidioso "buco al centro", spiegato nel box sottostante.
    A questo punto entra in gioco il secondo punto a favore del G29, ovvero la sua estrema moddabilità: l'hardware Logitech infatti, dopo tutti questi anni, può essere modificato, migliorato ed aggiornato praticamente in tutte le sue componenti, andando persino ad eliminare i vari difetti esposti poco sopra. Come vedremo nelle prossime puntate della rubrica, è possibile incrementare la forza ed eliminare definitivamente il buco al centro, migliorare la pedaliera, aggiungere vari tipi di display ed altro ancora. Provate a dare un'occhiata alla sezione dedicata sul sito di 3DRap per esempio... 😉 
    Per adesso però, possiamo già essere più che soddisfatti del nostro Logitech originale.

    Per quanto riguarda invece gli spazi e l'organizzazione della nostra "zona di guida", per adesso possiamo accontentarci tranquillamente di utilizzare lo stesso spazio dedicato al nostro computer, ponendo il monitor (possibilmente almeno da 27 pollici) davanti allo sterzo, ma non troppo vicino, fissando per bene il volante e il cambio ad H al tavolo/scrivania, posizionando la pedaliera in modo che non scappi via con la pressione dei pedali, ponendola per esempio attaccata alla parete o inserendo un fermo frontale che eviti lo scivolamento. E' bene fare attenzione però a sistemare il tutto per fare in modo che la nostra posizione di guida sia quella corretta, come evidenziato dalle immagini qui sotto.
    Naturalmente, come abbiamo già detto, quella del G29 è una indicazione, solo un suggerimento. Casomai potreste trovare un volante che vi piace di più, anche allo stesso prezzo, o qualche decina di euro solamente in più. Anche perchè adesso ormai, che si parla tantissimo di simracing e tante aziende si sono tuffate in questo mercato, le opzioni disponibili sono davvero tantissime.
    Dovete fare però molta attenzione, se valutate un volante che non sia il Logitech, in primis al feedback, che casomai può risultare meno dettagliato, raffinato e preciso, diciamo anche più "grossolano", rispetto al volante Logitech. Ripeto però che avere solo una forza maggiore, come vedremo in dettaglio nelle puntate successive di questa rubrica, non vuol dire necessariamente maggiore realismo, anzi in molti casi è l'esatto contrario.
    Alternative al Logitech possono essere anche i volanti Fanatec di fascia media. Il problema di questi volanti, a parte il costo, è soprattutto la mancanza di una pedaliera, che andrebbe acquistata a parte, con un ulteriore esborso, verificando anche il rapporto qualità - prezzo. Quest'ultimo è di fondamentale importanza, perchè bisogna pensare anche all'eventualità che questo simracing poi non ci piaccia, oppure non abbiamo abbastanza tempo da dedicarci. Se abbiamo speso già troppo in partenza cosa facciamo ?
    Ma come faccio a fare davvero la scelta migliore se, dopo aver fatto una ricerca, ho trovato decine e decine di opzioni diverse e non ci sto più capendo nulla ? E' anche per questo che esiste DrivingItalia ! 😉 Corri sul forum periferiche di guida, dove trovi le varie sezioni dedicate a volanti e pedaliere, puoi leggere pareri e chiedere consigli. E ricorda che PRIMA di comprare, butta un occhio nel nostro mercatino dell'usato: si fanno ottimi affari!
    Conclusione... per ora
    Con meno di mille euro quindi (che diventano solo 200 se abbiamo già un buon PC), il nostro Pilota della Domenica è pronto per scendere in pista per i suoi primi Km simulati, iniziando da quello che possiamo definire il primo step evolutivo del simdriver. 
    Non fate mancare i vostri commenti e domande sul forum, in attesa della seconda puntata, che sarà: Il Pilota della Domenica: primo Pit Stop (parte 2)
    A cura di Nicola "Velocipede" Trivilino
     

    Best of 2021: le tappe fondamentali che hanno fatto brillare il simracing

    By Giulio Scrinzi, in Recensioni, , 0 comments, 321 views
    Il 2021 è ormai andato in archivio e quello nuovo è arrivato a pieno regime: anche per noi è giunto quindi il momento di fare un piccolo bilancio di quali sono state le innovazioni principali che hanno caratterizzato il mondo del simracing nella passata stagione, includendo sia le novità hardware (come il celebratissimo Fanatec CSL DD) che quelle software (una su tutte la splendida Mercedes W12 sviluppata dal team di Brackley in collaborazione con iRacing).
    Ma andiamo con ordine:
    1. Volanti Direct Drive: una delle pietre miliari che hanno definito il 2021 è sicuramente quella imposta dal Fanatec CSL DD, nuovo punto di riferimento in termini di periferiche che ha reso “popolare” e alla portata di tutti una tecnologia finora riservata solamente ai prodotti top di gamma. Troppo bello per essere vero? Assolutamente no: da una base di partenza di 349 Euro, il CSL DD ha ricevuto praticamente solo feedback positivi e ora tutte le aziende rivali sono costrette a rincorrere… Thrustmaster in primis.

    2. SimracingGP: un altro caposaldo che ha reso unico il 2021 del simracing è sicuramente la piattaforma online SimracingGP, che propone a cadenza regolare Campionati e sfide per piloti di tutti i livelli sui principali simulatori utilizzati in ambito PC (Assetto Corsa, ACC, RaceRoom e anche Automobilista 2). La ciliegina sulla torta? Il fatto che Drivingitalia è parte integrante di questo progetto!
    3. Simulazione sempre più raffinata: parlando di simulatori, vogliamo soffermarci sul fatto che i titoli a nostra disposizione stanno diventando sempre più precisi e dettagliati nel fornire una rappresentazione vera della guida in pista del mondo reale. Un esempio? La bellissima Mercedes F1 W12 di iRacing, oppure il nuovo tyre model di Assetto Corsa Competizione, dagli effetti più definiti per quanto riguarda il comportamento delle gomme a contatto con l’asfalto: a tal proposito, se volete saperne di più leggete qua la nostra prova al volante della Ferrari 488 GT3.

    4. ACI ESport: il mondo del simracing non è più un settore di nicchia conosciuto solo da una stretta cerchia di appassionati… ma finalmente sta diventando qualcosa di più grande, tra l’altro riconosciuto anche da enti nazionali e internazionali come l’Automobile Club d’Italia. Grazie al progetto ACI ESport, oggi i professionisti della guida simulata sono riconosciuti come atleti a tutti gli effetti e gareggiano in competizioni di grande spessore e interesse mediatico, tra le quali il Campionato Italiano GT Endurance, oppure il GT3 Sprint, tutti e due di prossimo avvio.
    5. Simracing più democratico: proprio perché non è più un settore di nicchia come tanti anni fa, il simracing ora è maggiormente alla portata di tutti grazie anche a una scalabilità personalizzata della simulazione a misura di… pilota. Su un titolo poliedrico come F1 2021, per esempio, è possibile “giocare” con il gamepad oppure replicare in tutto e per tutto un Gran Premio su distanza completa con volante e pedaliera: cosa chiedere di meglio?
    6. Dal virtuale al reale: ad oggi il simracing è la disciplina che si avvicina di più al mondo della guida in pista. Ovviamente non è la stessa cosa, ma sono molteplici gli esempi di piloti che hanno fatto il passaggio tra i due mondi dimostrando l’efficacia dell’allenamento al simulatore. Oggi questo concetto è curato da diversi organizzatori, tra cui SRO (con il GT World Challenge), la Porsche Esports Carrera Cup Italia e il nostro Campionato Italiano GT Endurance promosso da ACI ESport.
    E secondo voi? Quali sono state le tappe fondamentali del simracing nel 2021? Siete d’accordo con la nostra lista? O vorreste aggiungere qualcos’altro? Ditecelo qua sotto nei commenti… e buon 2022 a tutto gas!

    Video by Aris da non perdere: "come correre", ovvero come stare in pista con gli altri

    By VELOCIPEDE, in Guide - Tutorial, , 0 comments, 243 views
    Aris Vasilakos ci regala un nuovo e straordinario video tutorial dedicato al mondo della simulazione, che tutti i principianti simdrivers dovrebbero seguire con attenzione prima di lanciarsi in pista in gara contro altri appassionati, ma che anche i piloti più esperti non dovrebbero lasciarsi scappare, perchè da questo filmato, che utilizza Assetto Corsa Competizione, ma può essere applicato a qualsiasi altro sim, c'è davvero TANTO da imparare!
    Grazie Aris 😉 
    Race is not just going fast. It takes practice, experience, knowledge and most importntly, collaboration in order to drive properly in the grid and enjoy the races.
     

    Assetto Corsa: Formula Hybrid 2021 aggiornata by Race Sim Studio

    By VELOCIPEDE, in Modding, , 0 comments, 295 views
    In attesa della nuova stagione 2022, con relativa rivoluzione tecnica, arriva una bella sorpresa di inizio anno da parte del team Race Sim Studio per tutti gli appassionati di Assetto Corsa. E' infatti disponibile la nuova versione aggiornata v3 dell'imperdibile monoposto Formula Hybrid 2021, che simula le vetture di Formula 1 della stagione appena conclusa con il titolo andato a Verstappen.

    Per commenti e domande fate riferimento al forum dedicato.


    Featured

    DrivingItalia SimracingGP: campionati gratis per tutti, oltre 1600 piloti iscritti !

    By VELOCIPEDE, in Champs & Races, , 0 comments, 2,976 views
    Grazie alla collaborazione di DrivingItalia nel programma del sistema SimracingGP, apprezzata piattaforma online per il simracing, dedicata ad Assetto Corsa, Assetto Corsa Competizione e RaceRoom (a breve anche Automobilista 2), continuiamo ad offrire una sempre più ampia esperienza di guida, con gare e tornei aperti a tutti i tipi di piloti, sempre nel massimo rispetto delle regole in pista, come da nostra tradizione.

    Come potete vedere dalla sezione dedicata alla community italiana DrivingItalia (che conta già oltre 1600 piloti !), sono attive varie gare ed alcuni campionati, per dare la possibilità a tutti di divertirsi in modo gratuito, ma con determinati servizi e garanzie. Per poter partecipare è necessario iscriversi a SimracingGP, effettuando il login al sistema e l'accesso alla community DrivingItalia (basta fare click su "join").

    Avrete a disposizione gare e tornei, server per allenamento, statistiche complete per ogni pilota e relative ad ogni singola gara e campionato, dirette delle gare e revisione di eventuali eventi dubbi, il tutto con la tranquillità di trovarvi in pista con tanti altri appassionati, seri, corretti e con grande voglia di imparare, migliorare e divertirsi ! 😉
    Leggete il tutorial in italiano dedicato alla community DrivingItalia SimracingGP, che si integra con il nostro server Discord. Per domande e discussioni potete anche visitare il nostro forum dedicato. Vi aspettiamo in pista!

    E' possibile iscriversi e partecipare alle gare e campionati su SimracingGP in qualsiasi momento, inoltre nuovi eventi vengono aggiunti costantemente, seguite la pagina dedicata.


    Come trovare la corretta posizione di seduta al simulatore di guida

    By VELOCIPEDE, in Guide - Tutorial, , 0 comments, 825 views
    Come abbiamo già detto tante volte in numerosi altri articoli, la posizione corretta di guida è fondamentale per il pilota virtuale, non solo per evitare di stancarsi e mettere sotto pressione i muscoli, ma anche perchè una posizione corretta aiuta a migliorare le prestazioni in pista.
    Naturalmente quello che può funzionare per un pilota, non è detto che vada bene per tutti gli altri, quindi la miglior cosa da fare è seguire alcuni suggerimenti generali e fondamentali per aiutare ogni singolo simdriver ad avvicinarsi alla propria posizione ideale. Bisogna sempre ricordare che il comfort e la circolazione sanguinea sono fondamentali, perciò occorre trovare una posizione che funzioni per il proprio corpo. Prendendo spunto da un articolo di Racedepartment, andiamo ad analizzare ogni singolo specificità.
    Per chi invece deve realizzare la sua prima postazione home made, consigliamo sicuramente di optare per i profilati di alluminio, materiale molto resistente, che non flette ed anche poco costoso. Non perdetevi quindi la guida ed i consigli disponibili sul forum dedicato.

    IL VOLANTE
    L'uso del volante o dei pedali non dovrebbe comportare sforzi e il sedile non dovrebbe affaticare il corpo o provocare dolori. Il volante deve essere posizionato in modo da poterlo girare comodamente. Per aiutarti a raggiungere questo obiettivo, siediti a una distanza dallo sterzo in modo che la parte superiore sia all'altezza del polso dal braccio disteso nella normale posizione di seduta. Se hai la possibilità di regolare l'altezza del volante rispetto al corpo, allineala in modo che la parte superiore dello sterzo si trovi circa a metà del tuo viso. Inoltre, se è possibile, inclina lo sterzo verso il viso di circa 10-20 gradi.  Cosi dovresti essere in grado di afferrare i lati del volante e fare in modo che le braccia formino all'incirca un angolo retto all'altezza del gomito.

    LA PEDALIERA
    Come la posizione del volante, la posizione dei pedali ideale ti consentirà di utilizzarli con facilità. La distanza dei pedali dalla posizione seduta dovrebbe consentirti di premerli completamente mantenendo una leggera piegatura delle ginocchia. L'altezza e l'angolazione dei pedali non sono sempre cose che potrai regolare, ma se lo fai, un buon punto di partenza è avere le basi pedale leggermente al di sotto dei fianchi e leggermente inclinate rispetto a te.
    Le preferenze per l'altezza e l'angolazione dei pedali variano notevolmente, quindi effettua le regolazioni finché non trovi qualcosa di comodo che non comprometta la circolazione sanguigna nelle gambe facendo pizzicare il sedile sulla parte posteriore delle cosce.

    IL SEDILE
    Ci sono due categorie di sedili: GT (in posizione verticale) e Formula (reclinato e disteso). La posizione di seduta della GT tende ad essere abbastanza diritta, forse anche più verticale della tua auto, mentre le posizioni di seduta della Formula che emulano la F1 sono più vicine a 45 gradi. La posizione che decidi può essere dettata dalle capacità della tua postazione o dal tipo di macchina da corsa che stai cercando di simulare.  Nel simracing abbiamo il vantaggio che la nostra posizione di seduta non è limitata da rollbar, quindi apporta le modifiche alla posizione del sedile secondo necessità.
    CAMBIO E FRENO A MANO
    Infine, dovrebbe essere considerata la posizione del cambio e del freno a mano. Se hai il controllo sulla posizione del cambio sequenziale e del freno a mano, prova a trovare una posizione vicino al volante. Ridurre al minimo il tempo in cui la tua mano è lontana dal volante è fondamentale per ovvie ragioni, eliminare l'eccessiva o insufficiente presa del tuo cambio è un'altra buona ragione. Il cambio ad H sarà posizionato più in basso per emulare le auto con cambio a leva.

    Featured

    DISCORD DrivingItalia: chat testo e voce, su tutti i dispositivi, già 3700 utenti!

    By VELOCIPEDE, in Web, , 0 comments, 9,606 views
    DISCORD, oltre che un semplice programmino per parlare con gli amici e scambiarsi file, possiamo definirlo una social-app, decisamente orientata al gaming. Con Discord, oltre ad avere un semplicissimo programma di conferenza, si può chattare in stile WhatsApp/Telegram/Facebook (condivisione di foto, video, file, link ecc…) e connettersi a numerosi account di gioco come Steam, Twitch, Youtube, Battle.net, Skype, Reddit, Twitter ed altri, inoltre è tutto completamente gratuito!
    Ecco cosa offre Discord:
    Comunicazione 100% gratuita e con ottimo Codec audio Opus Protezione sull’IP e da eventuali DDoS Supporto al Browser (è possibile usare Discord via web senza installarlo) gratuita per Android e iOS Lista amici In-Game Overlay Bassa latenza e utilizzo CPU minimo Combinazioni di tasti personalizzate Notifiche intelligenti Permessi Canali multipli Font moderni Controllo dei volumi individuali (regolabili anche dal gioco) Chat privata Failover automatico Per entrare gratuitamente nei canali DrivingItalia non dovete fare altro che fare click su Connect nella colonna a destra del sito oppure, ancora più semplice, accettare il nostro INVITO facendo click su questo link.
    Ci sono già oltre 3700 utenti attivi sul canale Discord di DrivingItalia!
    Per scaricare Discord (per PC, Mac, Android o iOS) dirigetevi qui https://discordapp.com/
    Commenti e domande sul forum.
    Qui di seguito invece un paio di video che spiegano in modo semplice come usare Discord, sia su PC che su telefono smartphone.

    WRC 10: disponibile l'ultimo update con le attese modalità online

    By VELOCIPEDE, in Software, , 0 comments, 317 views
    E' disponibile l'ultimo update ufficiale per WRC 10. L'aggiornamento di gennaio è ora disponibile su PC e console Xbox, tutti i dettagli della patch sono disponibili a questo indirizzo. L'aggiornamento sarà disponibile la prossima settimana sulle console PlayStation.
    Questo importante aggiornamento finale di WRC 10 porta con sè la modalità a squadre online, nella quale puoi competere contro altre squadre in sfide speciali ogni settimana e il campionato multiplayer online (noto anche come campionato WRC di eSports), oltre a correzioni aggiuntive al gioco.

    Nella modalità Teams Online, prenderai parte a eventi settimanali a squadre. Con buone prestazioni e costanza, la tua squadra può vincere eventi e scalare la classifica globale. Solo un certo numero di giocatori (definito nell'evento) porterà i punti per il punteggio della squadra. I punteggi migliori verranno conteggiati per il totale. Come abbiamo già segnalato, l'eSports WRC Championship 2022 è tornato e inizierà il prossimo venerdì 14 gennaio al Rally Monte-Carlo. Il campionato è aperto a tutti i giocatori che possiedono una copia di WRC 10.

    iRacing ha acquisito Monster Games: si entra nel mercato console?

    By VELOCIPEDE, in Software, , 0 comments, 375 views
    iRacing.com Motorsport Simulations (iRacing) ha annunciato oggi l'acquisizione di Monster Games, Inc (MGI). Lo studio di sviluppo di giochi con sede nel Minnesota ha una lunga storia nello sviluppo di giochi di corse, incluso il franchise NASCAR Heat e, più recentemente, il gioco Sprint Car Racing di Tony Stewart. L'acquisizione porterà un ulteriore livello di esperienza all'interno del team di iRacing e aumenterà la capacità dell'azienda di portare i giochi di corse di altissima qualità in un mercato più ampio, incluso quello delle console.
    Questa acquisizione insieme all'acquisto di Orontes Games precedentemente annunciato sono studi e progetti di sviluppo autonomi. Il team di sviluppo di iRacing rimarrà concentrato al 100% nel continuare a sviluppare il prodotto principale, iRacing. La piattaforma iRacing è considerata la simulazione di corsa basata su PC più realistica e leader sul mercato e presenta molteplici forme di corse tra cui: NASCAR, Dirt Oval, auto sportive, monoposto a ruote scoperte, prototipi, camion fuoristrada e rallycross . Oltre alle piste scansionate al laser e ai veicoli con licenza ufficiale, iRacing fornisce una piattaforma unica per i sim racer e i race gamer, promuovendo una community di corse con gare ufficiali, più licenze di corsa e matchmaking, campionati privati e altro ancora.
    Il presidente e proprietario di MGI, Rich Garcia, si unirà al team di sviluppo di iRacing e si riunirà con il CEO e CTO di iRacing Dave Kaemmer, che hanno lavorato insieme presso l'ex azienda di Kaemmer, Papyrus Racing Games, dove Garcia è stato determinante nei primi anni di Papyrus nella costruzione della base di ciò che iRacing è diventato oggi. Garcia e il suo team continueranno lo sviluppo del loro progetto attualmente non annunciato, con l'obiettivo di rilasciare il titolo più avanti nel 2022. I titoli di follow-up di MGI saranno sviluppati utilizzando la tecnologia e i contenuti delle risorse condivise di tutti e tre gli studi di sviluppo, ovvero Monster Games, iRacing e Orontes Games.

    "Siamo davvero lieti di poter condividere questa notizia, è in lavorazione da un po' di tempo", ha dichiarato il presidente di iRacing Tony Gardner. “Rich e il suo team sono uno studio collaudato con abilità uniche che si aggiungeranno davvero al nostro già fantastico team qui a iRacing. Saremo in grado di aggiungere molto anche ai prodotti MGI nel lungo periodo, per includere risorse, grafica, tecnologie e fisica. Vediamo un'enorme quantità di sinergie da cui possiamo trarre vantaggio tra gli studi", ha continuato Gardner. "Detto questo, la nostra strategia, i nostri valori e la nostra cultura principali rimarranno intatti, per costruire i giochi di corse più realistici e migliori possibili".
    "Rich e io abbiamo lavorato insieme per molti anni alla Papyrus, con grande successo", ha aggiunto Kaemmer. “Siamo a un punto come azienda in cui ci sentiamo a nostro agio nel costruire questi due nuovi team per esplorare il più ampio mercato dei giochi di corse e in definitiva incanalare i sim racer seri verso il nostro prodotto di punta iRacing su PC. Rich e il team Monster saranno una parte importante di quella strategia poiché utilizzeremo il nostro codice e la nostra esperienza per portare i loro giochi a un altro livello. Sono molto entusiasta di lavorare di nuovo con Rich, così come con il team di grande talento di Monster Games".
    "Sono davvero entusiasta per il futuro di Monster Games e iRacing", ha detto Garcia. “Lavorare ancora una volta con il mio amico e collega di lunga data Dave è fantastico. I nostri studi si integreranno davvero a vicenda e mi aspetto di vedere impatti positivi su entrambi i prodotti. Avere ora strumenti e risorse, e francamente tempo, per costruire questi giochi e farlo con la principale società di simulazione di corse sul mercato è oltremodo eccitante per me. Non vedo l'ora di iniziare!”
    Proprio come con l'acquisizione recentemente annunciata di Orontes Games da iRacing, unire le forze con Monster Games migliora le capacità di iRacing e consentirà a iRacing di crescere ulteriormente nei mercati delle corse e dei giochi. Il prodotto principale, iRacing, trarrà vantaggio sia a breve che a lungo termine e rimane il focus. Attendiamo quindi ulteriori informazioni sulla direzione di questi studi e sui prodotti su cui lavoreranno nel prossimo anno.
  • Who's Online   7 Members, 0 Anonymous, 136 Guests (See full list)

    • Matteo Blotto
    • AyrtonForever
    • GiuseppeMBG
    • Alessandro Di Marzo
    • Devid Tumminello
    • Poopsi
    • albyho


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.