DrivingItalia simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'red bull ring'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Guide - Tutorial
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 8 results

  1. Codemasters® celebra oggi il lancio di F1® 2020, il videogioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP ™ 2020 per PlayStation®4, Xbox One, inclusa Xbox One X, PC Windows (DVD e Steam ) e Google Stadia. Con due nuovi circuiti, l'introduzione della funzione pilota-manager, il Mio Team, le opzioni in pista migliorate e la reintroduzione dello split-screen e molto altro, F1® 2020 si rivolge agli appassionati di gare di tutti i livelli ed esperienza. Attualmente uno dei giochi con il punteggio più alto secondo Metacritic, ecco il trailer di lancio di F1® 2020 Nuovi menu e assist semplificati consentono ai piloti di trascorrere più tempo a gareggiare e meno tempo sulla ghiaia. I miglioramenti in pista includono l'attivazione dell’ERS, che, come nella vita reale, si attiva premendo un pulsante e l'introduzione del retrovisore virtuale. Dopo il successo della scorsa stagione, F2 ™ ritorna con opzioni a tre gare, metà e piena stagione. L'aggiornamento della stagione F2 ™ 2020 verrà aggiunto prossimamente come download digitale gratuito. Per celebrare il Settantesimo anniversario della Formula 1®, i fan che acquisteranno la Seventy Edition di F1® 2020 riceveranno items di gioco esclusivi per personalizzare l’auto e il team. Per i fan di Michael Schumacher, è disponibile anche una Deluxe Schumacher Edition con contenuti di gioco aggiuntivi e quattro auto iconiche della sua leggendaria carriera. Entrambe le edizioni hanno una valuta virtuale aggiunta che può sbloccare il Podium Pass VIP. I giocatori possono correre, guadagnare e sbloccare più items e raccogliere abbastanza valuta per la successiva stagione VIP. Il Mio Team, la nuova feature pilota-manager, offre ai giocatori l'opportunità di creare un nuovo team di Formula 1® e prendere posto accanto alla formazione di piloti 2020 stabilita. Dalla progettazione dell'auto, all'assunzione di un compagno di squadra, alla ricerca di uno sponsor, i giocatori hanno ora la pressione aggiuntiva di assicurarsi che tutto funzioni senza intoppi sia in pista che fuori pista. I giocatori possono anche scegliere tra la stagione completa originale con 22 gare e le opzioni di stagione più brevi da 10 e 16 sia nel Mio Team che nella carriera di 10 stagioni. F1® 2020 comprende tutte le 10 squadre, i 20 piloti e le auto della stagione 2020. Le ultime livree delle auto e i colori dei team, tra cui Mercedes AMG Petronas, verranno aggiunti come aggiornamento digitale gratuito. "F1® 2020 è in sviluppo da due anni e siamo entusiasti del livello di innovazione per i giocatori di tutti i tipi", ha dichiarato Lee Mather, F1® Franchise Game Director di Codemasters. "Sia che qualcuno voglia una gara in split-screen con gli amici, oppure una stagione di 10 gare o un'esperienza completa da pilota-manager, F1® 2020 offre ai giocatori la possibilità di correre a modo loro."
  2. Tutto avrebbe dovuto cominciare all’inizio di marzo, sul circuito Albert Park di Melbourne, ma l’esplosione dell’emergenza Coronavirus ha costretto FIA e Liberty Media a sventolare momentaneamente bandiera bianca. Dopo mesi di stop forzato, ora è tempo di tornare in pista, quella vera! Il Mondiale di Formula 1 2020, infatti, è finalmente cominciato oggi sul circuito del Red Bull Ring, che domenica darà vita a quel Gran Premio d’Austria che sarà, a tutti gli effetti, il primo appuntamento di questa stagione. I piloti più veloci del mondo si troveranno di fronte un tracciato corto, veloce e ricco di storia, sul quale la massima serie automobilistica ha cominciato a correre fin dagli anni ‘60. Il momento che tutti gli appassionati stavano aspettando è finalmente arrivato: indossate tuta, casco, guanti e scarpette e scendete in pista con noi alla scoperta della pista austriaca. Siete pronti? DALL’AERONAUTICA AI GRAN PREMI L’attuale circuito del Red Bull Ring è situato in Austria, nella regione della Stiria e, più precisamente, nella località di Spielberg bei Knittelfeld: un luogo che già negli anni ‘50 ospitò delle corse automobilistiche, organizzate su un circuito ricavato all’interno dell’aeroporto militare di Zeltweg. Denominate Flugplatzrennen, queste gare portarono in breve tempo ai classici Gran Premi di Formula 1 del 1961 e del 1963, divenuti poi ufficiali nel 1964 con il nome di “GP d’Austria”. La superficie sconnessa e abrasiva della pista ricavata nell’aerodromo, tuttavia, si rivelò ben presto poco adatta alle monoposto della massima serie automobilistica, che lasciarono quindi il posto nel 1965 alle vetture sport e da Gran Turismo. La comunità, tuttavia, voleva riportare la Formula 1 in pianta stabile in Austria: una volontà che, poco dopo, portò alla realizzazione del primo tracciato permanente destinato a questa categoria, che potè ritornarvi a partire dal 1970. I PRIMI ANNI DELL’ÖSTERREICHRING Il nuovo circuito austriaco fu battezzato Österreichring e fu inaugurato nel 1969 con una prima gara che precedette la 1000 km di Zeltweg. L’anno successivo, invece, fu il turno della Formula 1, che tornò a disputare in pianta stabile il locale Gran Premio d’Austria. La pista così creata si presentò subito come un tracciato particolarmente veloce e caratterizzato da un’altimetria variabile, visto che venne costruito sul fianco di una collina. In origine aveva una lunghezza di 5.911 metri e, subito dopo la linea di partenza in salita, si caratterizzava per la Hella-Licht Kurve, una pericolosa chicane che lasciò ben presto il posto alla Vöst-Hügel, prima curva a destra “cieca” che non permetteva ai piloti di vedere il punto di corda in uscita. Successivamente bisognava affrontare il Flatschach, un tratto prevalentemente rettilineo che conduceva alla curva Dr. Tiroch, tornante a destra da percorrere in appoggio. Nel settore successivo, in leggera discesa, si arrivava alla Bosch-Kurve, che immetteva nell’unica parte del circuito caratterizzata da due curve a sinistra, raccordate nella Texaco-Schikane. L’ultimo settore, invece, era contraddistinto da un piccolo tratto rettilineo che conduceva verso la Jochen Rindt Kurve, tornante a destra molto difficile da affrontare che poi terminava sul rettilineo d’arrivo. Nel 1976 l’incidente mortale che costò la vita a Mark Donohue in prima curva fu il primo segnale che l’Österreichring necessitava di profondi lavori di ammodernamento. L’allargamento provvisorio della sede stradale non bastò e dopo le tre partenze del GP d’Austria 1987, la Formula 1 decise di abbandonare il circuito, a causa degli scarsi standard di sicurezza garantiti dagli organizzatori. LA SECONDA GIOVINEZZA: L’A1-RING Pur di far tornare la massima serie automobilistica in pista, nella primavera del 1988 il circuito fu sottoposto a tre mesi di lavori: la sede stradale fu allargata di un paio di metri, il rettilineo di partenza passò da 9 a 12 metri in larghezza, la Bosch-Kurve fu ridisegnata spostandola verso l’interno e le vie di fuga furono drasticamente migliorate. Questo, tuttavia, non fu sufficiente per far tornare immediatamente la Formula 1 protagonista del GP d’Austria: solo l’arrivo nel 1995 del noto architetto Hermann Tilke salvò la situazione, grazie a un profondo progetto di ammodernamento finanziato dalla società austriaca di telefonia A1. Gli interventi? La pista fu accorciata, eliminando del tutto la Hella-Licht Kurve e costruendo un rettilineo parallelo allo Flatschach per ricongiungersi alla Remus Kurve, secco tornante a destra in ripida salita che prese il posto della Dr. Tiroch. Oltre a ciò, la Texaco-Schikane fu riposizionata all’interno, la Bosch-Kurve fu rallentata e la Jochen Rindt Kurve fu trasformata in un lungo tornante a doppia curva a gomito, in modo da ricavare lo spazio sufficiente per le vie di fuga. In questo modo la F1 tornò in Austria a partire dal 1997, dando vita a un lungo periodo di corse che durò fino al 2003: quell’anno la proprietà dell’A1-Ring passò nelle mani della Red Bull, che lo chiuse di nuovo per sottoporlo ad ulteriori lavori di ammodernamento in vista di un futuro utilizzo per il DTM. IL RITORNO DEL TORO: ECCO IL RED BULL RING! Le intenzione della Red Bull, inizialmente, erano quelle di utilizzare la fisionomia del precedente A1-Ring per dar vita a un circuito più lungo e articolato: questo avrebbe compreso un’estensione chiamata “Circuito Ovest”, caratterizzata nuovamente dal Flatschach e dalla curva Dr. Tiroch, per un’iniziativa che voleva riportare in auge l’originario Österreichring. Tale progetto, tuttavia, non ebbe alcun seguito, a causa di diverse proteste ambientaliste. In questo modo, il vecchio A1-Ring rimase per lungo tempo in stato di abbandono, fino alla definitiva riattivazione dell’impianto, opportunamente ammodernato a livello di box e zona paddock, nell’autunno del 2010. In questo periodo la FIA diede il via libera a una nuova omologazione, che avrebbe ricalcato lo stesso disegno della pista precedente ma con un nome del tutto nuovo: Red Bull Ring. L’inaugurazione avvenne il 15 maggio dell’anno successivo e fu caratterizzata dalla presenza del team ufficiale Red Bull Racing, che fece scendere in pista Sebastian Vettel e Mark Webber al volante della RB6 Campione del Mondo. La prima gara ufficiale, invece, fu organizzata giusto la settimana dopo, permettendo alle Porsche Targa Tricolore di dare di nuovo spettacolo tra le colline della Stiria. Fu poi la volta del DTM, delle gare organizzate dal gruppo italiano Peroni Race, dall’ADAC tedesco e dall’International GT Open. Fecero ritorno anche le moto derivate dalla serie dell’IDM, mentre la Formula 1 ritornò a correre il locale Gran Premio d’Austria solamente dal 2014. Solitamente impegnate su questa pista per una volta l’anno, in questa stagione le monoposto più veloci del mondo, invece, correranno sul Red Bull Ring per ben due volte: questo weekend e il prossimo del 12 luglio, quando prenderà vita il Gran Premio di Stiria. RED BULL RING: DATI E STATISTICHE Attualmente il circuito del Red Bull Ring è lungo 4,318 metri e presenta 10 curve: otto a destra e solo due a sinistra. Ospita la Formula 1, le categorie minori del Circus iridato, il Campionato Sportprototipi, il DTM e alcune serie dell’ADAC tedesco, oltre al Motomondiale e al Campionato Superbike. Il record in qualifica è 1’03’’003, fatto segnare l’anno scorso da Charles Leclerc, mentre in gara è 1’06’’957, stampato da Kimi Raikkonen al volante della Ferrari SF-71H del 2018. Per quanto riguarda il Gran Premio d’Austria, il pilota più vincente di sempre in Stiria è il francese Alain Prost (tre vittorie), mentre quello più veloce è l’austriaco Niki Lauda, con tre pole position a parimerito con René Arnoux e Nelson Piquet. Il pilota con più giri veloci all’attivo è il britannico David Coulthard, primo anche in fatto di podi conquistati (cinque), mentre quello capace di accumulare più punti sulle diverse stagioni è Lewis Hamilton (83 punti). Tra i costruttori, il team più vincente e con più giri veloci all’attivo è la McLaren (sei vittorie), mentre la Ferrari svetta per il numero di pole position (otto), podi (25) e punti conquistati (271,5). Volete sapere come si affronta un hotlap sul circuito del Red Bull Ring? Allora date un’occhiata alla guida preparata dal team Mercedes AMG Petronas: il test & development driver Esteban Gutierrez vi spiegherà per filo e per segno come conquistare la prima casella in griglia!
  3. Con i suoi piloti fermi ai box, la MotoGP ha deciso di proseguire la sua corsa virtuale negli eSports con un secondo appuntamento che si preannuncia ancora più entusiasmante della prima tappa, andata in scena il 29 marzo sull'Autodromo del Mugello che ha incoronato Alex Marquez come vincitore assoluto. Stavolta sarà il Red Bull Ring austriaco ad ospitare i "big" della classe regina, i quali si schiereranno in griglia di partenza questa domenica, 12 aprile, sempre sul videogioco ufficiale MotoGP 19. Tra i protagonisti che si daranno battaglia si sono confermati quasi tutti quelli del primo round, ai quali si aggiungeranno due top rider d'eccezione: da una parte il ducatista Danilo Petrucci, che affiancherà in sella alle Ducati virtuali i connazionali Pecco Bagnaia e Michele Pirro, dall'altra il mitico Valentino Rossi, che dopo il "forfait" del Mugello si giocherà il tutto per tutto assieme al suo compagno di squadra Maverick Vinales. Rispetto alla prima tappa, tuttavia, non saranno presenti i due piloti del team Tech 3, Miguel Oliveira e Iker Lecuona, così come il duo della Suzuki, formato da Alex Rins e Joan Mir, e il portabandiera dell'Aprilia Aleix Espargarò. Saranno della partita, invece, Takaaki Nakagami (Honda LCR) e Tito Rabat (Ducati Avintia). Per quanto riguarda il format, questo secondo appuntamento sarà composto da una sessione di qualifica di cinque minuti, alla quale seguirà una gara della durata di 10 giri. L'intero evento godrà ovviamente della copertura live streaming sul sito ufficiale della MotoGP e su tutti i relativi canali social, mentre in Italia sarà trasmesso in diretta sul canale Sky Sport MotoGP HD a partire dalle ore 15. MOTOGP 2nd VIRTUAL RACE: LA LINE-UP Repsol Honda Team: Marc Marquez, Alex Marquez Ducati Team: Danilo Petrucci, Michele Pirro Monster Energy Yamaha MotoGP: Valentino Rossi, Maverick Vinales Petronas Yamaha SRT: Fabio Quartararo Pramac Racing: Francesco Bagnaia Honda LCR: Takaaki Nakagami Reale Avintia Racing: Tito Rabat
  4. Max Verstappen, che come sappiamo è un grande appassionato di simracing, ci presenta nel video qui sotto il circuito del Red Bull Ring grazie all'utilizzo del F1 2017 della Codemasters.
  5. Dopo avercelo anticipato alcuni giorni fa tramite Facebook, il team Slightly Mad Studios annuncia ufficialmente il prossimo arrivo per il nuovo Project CARS 2 del tracciato realizzato in laser scan del Red Bull Ring. La lunga presentazione è accompagnata da una serie di spettacolari screenshots inediti, che trovate anche qui sotto. In the idyllic Styrian Mountains, there in the valleys and forests, meadows and vineyards that locals call the “Green March”, lies a racetrack that has intimidated and challenged the very best drivers for generations. For many old-timers, the Red Bull Ring is but a reminder of the old track before Herman Tilke’s new layout came with the new century. But find your groove on the Red Bull Ring, and you will be rewarded by a track that retains much of the aura of the fabled Österreichring, a track that still honors the brave and the good …
  6. Alessandro Pollini

    [AC - Track]Spielberg Red Bull Ring

    File Name: Spielberg Red Bull Ring File Submitter: Alessandro Pollini File Submitted: 31 Aug 2014 File Category: Track Originally created by WCP series Converted by Mitja Bonca The Red Bull Ring is a motorsport circuit in Spielberg, Austria. The race circuit was founded as Österreichring and hosted the Formula One Austrian Grand Prix for 18 consecutive years, from 1970 to 1987. It was later shortened, re-built and renamed the A1-Ring, it hosted the Austrian Grand Prix again from 1997 to 2003. When Formula One outgrew the circuit, a plan was drawn up to extend the layout. Parts of the circuit, including the pits and main grandstand were demolished, but construction work was stopped and the circuit remained unusable for several years before it was purchased by Red Bull's Dietrich Mateschitz and rebuilt. Renamed the Red Bull Ring the track was reopened on 15 May 2011 and subsequently hosted a round of the 2011 DTM season and a round of the 2011 F2 championship. Formula One returned to the circuit in the 2014 season. The old Österreichring was more often referred to as being located at Zeltweg, which is bigger and better known. However, the circuit was never relocated, only modified. Track features: - two layouts (full and south course + skill course) and all the surrounding is from 2015 of the real track - 30 pitboxes (same number of grids) and working pitlane - complete 3D terrain - 3d and 2d trees according to the real one in Spielberg - working AI (could be batter) - working starting lights (and lots of semaphores around the track - greens and reds) - dynamic tyre grooves, that changes during racing - skidmarks (brakemarks) - trackmaps - working map and sections - 4 TV cameras (3 for south course) - real track of spring/summer 2015 What`s new in version 2.0 - complete new 2016 layout (added new curbs, concrete, carpet and cubes) - remodeled 1st turn with curbs and runoff areas - changed all the yellow curbs in all tight corners with new ones from 2016 - lighting change of plenty of objects to looks more real, specially in the dark - physical layer adjusted - racing line adjusted a lot (changed and put on the ground level, so no driving through) to look way more real - lots of hours spent on it - brake and skidmarks added and adjusted (on track and in pits) - new waving flags around the track (on a demend) - added lake in the middile of the track - sand traps surface adjusted to act like real sand now - lots of small changes Click here to download this file
  7. Fonte. Hello, I start converting the first circuit of a series for the DTM season 2013. The conversion is based on a version of RF2 A1 Ring, but I can not find information about the author !! If any of you have a track, I'm interested. Without permission, I would not share my work of course. Original Creator :DerDumeklemmer / ACFL Corverted to Assetto Corsa by: Pascal Martin v0.3.A - Changed all the tire walls - Rework some barriers - Retraivail Trees - Added 3D grass - Added a Helicopter in the sky and other things ... DOWNLOAD
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.