I videogiochi sulla F1 che hanno fatto la storia - Software - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Minardi Simracing Academy: trionfa Perrella

Michele Perrella vince la prima edizione della Minardi Management Simracing Academy, tutti i dettagli.
Minardi Sim Academy

DrivingItalia Discord: chat testo e voce

Social-app gratuita, via browser, tablet o smartphone. Quasi CINQUEMILA utenti attivi, entra anche tu!
Discord DrivingItalia
  • VELOCIPEDE
    VELOCIPEDE

    I videogiochi sulla F1 che hanno fatto la storia

       (0 reviews)

     

    Capolavori videoludici in salsa 8 bit e non solo

    I videogiochi non sono solo un passatempo popolare, ma anche un mezzo per veicolare un messaggio oppure per far conoscere un prodotto a più persone contemporaneamente. La Formula 1 rientra in quest’ultima categoria; il “prodotto F1”, per esempio, nel tempo ha goduto di un grande seguito in termini di tifosi proprio perché questi ultimi fin da giovanissimi si sono appassionati alle prime monoposto composte da più pixel che correvano su e giù per i loro televisori. Redigere una lista comprensiva di tutti i videogiochi sulla F1 che hanno fatto la storia, oltre a essere un compito impossibile, risulta quanto mai scivoloso, perché si rischia sempre di dimenticare qualche titolo; per tale motivo in questa sede si menzionerannosolo alcuni capolavori, e si lascerà al lettore la possibilità di approfondire la tematica.

    Da Monaco GP passando per FinalLap

    Il primo videogioco sulla Formula 1 della nostra personalissima lista è Monaco GP, presente solo all’interno del mitico cabinato che rallegrava i pomeriggi dei ragazzi nati tra le fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. Tale cabinato era dotato di un volante, di un acceleratore e di un cambio a due velocità, un lusso per l’epoca. Inutile dire che Monaco GP, del 1979, è stato l’unico videogioco di F1 funzionante con lo schema TTL, che ha avuto un grandissimo successo in Giappone e negli USA, anche perché l'IA del computer, ovvero sia l'intelligenza artificiale, non era delle più sviluppate, e dunque qualsiasi pilota poteva facilmente insidiare i rivali. Detto più semplicemente, non ce n’era uno più forte dell'altro,per cui poteva succedere di tutto a livello di punti ottenuti in classifica. Questo è uno scenario simile per certi versi a quello della stagione in corso del campionato italiano di calcio, perché a causa del Mondiale che si terrà in Qatar a novembre i rapporti di forza espressi dalle quote serie A saranno veritieri fino a un certo punto.

    videogames-F1.JPG

    Un altro gioco bello per la sua semplicità è senza dubbio Pole Position del 1982. Questo videogame in salsa 8 bit distribuito da Namco e Atari offriva l’incredibile opportunità (per l’epoca ovviamente) di frenare e scalare le marce. Non solo: vi era anche la possibilità di controsterzare! Con FinalLap, del 1987, nasce la modalità multiplayer, che, come risaputo, ha cambiato in meglio l’universo del gaming. Peccato per l’unica pista disponibile, ovverosia Suzuka. Forse si poteva fare di più, ma questo titolo, seppur imperfetto, ha comunque contributo al rilascio di altri più interessanti sequel.

    videogames-F1-2.jpg

    E invece oggi?

    Oggi con PlayStation 4 è possibile giocare a capolavori come F1 2021, dove nulla è lasciato al caso: dalla grafica, passando per il gameplay, ogni dettaglio è talmente curato da dare la sensazione a chi ha la fortuna di provarlo di sentirsi un pilota di Formula 1. Sfidando il computer e gli altri player, ogni vittoria di un circuito verrà ricordata come un trionfo, perché darà un’enorme soddisfazione a chi sarà riuscito in tale impresa. Da provare per gli amanti del genere c’è anche F1 Manager 2022.

     

    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   5 Members, 0 Anonymous, 142 Guests (See full list)

    • matthewscottmarks1981
    • aannatexadz1357
    • skerp
    • Lucio Distilleri
    • Nicolas Clemente


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.