Jump to content

DrivingItalia Discord: chat testo e voce

Social-app gratuita, via browser, tablet o smartphone. Quasi QUATTROMILA utenti attivi, entra anche tu!
Discord DrivingItalia

Simracing per tutti: iniziare spendendo poco

I costi nel motorsport reale sono proibitivi... ma nel simracing si può cominciare spendendo poco!
Simracing per tutti
  • VELOCIPEDE
    VELOCIPEDE

    Assetto Corsa: Ferrari F310 e Benetton B191 by ASR Formula

       (0 reviews)

    Il team ASR Formula ha rilasciato per Assetto Corsa due nuove e spettacolari monoposto di Formula 1 del passato! La prima è la versione 1.0 della Ferrari F310, che disputò la stagione 1996 con Schumacher ed Irvine con alterne fortune e fu la prima Rossa a montare il propulsore v10. Potete scaricare la vettura gratuitamente direttamente da questo link.

    La Ferrari F310 è la quarantatreesima utilizzata dalla Scuderia Ferrari, che ha disputato il Campionato mondiale di Formula 1 1996. Durante il corso della stagione la vettura subì una sensibile modifica nella parte anteriore: in luogo dell'originario musetto ribassato e raccordato direttamente all'alettone, venne realizzato un musetto rialzato. Altre novità si individuavano nelle pance laterali, staccate dal corpo macchina, e nel cofano motore, molto largo e che andava ad avvolgere il poggiatesta e i bordi dell'abitacolo, in ottemperanza alle nuove disposizioni del regolamento per la protezione del collo e del capo dei piloti dagli spostamenti laterali. La novità più rilevante rispetto al passato è l'introduzione di un propulsore V10 in luogo del caratteristico V12, con cilindrata, richiesta dal nuovo regolamento, di 3 000 cm³. Nel corso della stagione la vettura riuscì a vincere tre Gran Premi (Spagna, Belgio e Italia) grazie a Michael Schumacher, ma a causa di numerosi problemi di affidabilità, occorsi soprattutto nella prima parte della stagione, uniti ad una certa discontinuità di prestazioni tra una gara e l'altra, non riuscì mai a competere veramente con la Williams per i campionati del mondo costruttori e piloti, che alla fine andarono ad appannaggio della scuderia britannica e di Damon Hill.

    La seconda vettura è la Benetton B191, in release 0.1 beta, che potete scaricare con una donazione dal sito ASR Formula.

    La Benetton B191 partecipò alla stagione 1991 del campionato di Formula 1. Progettata da John Barnard e Mike Coughlan, la B191 presentava quale caratteristica più innovativa il musetto rialzato e collegato all'ala anteriore da due montanti paralleli, ad imitazione di quanto introdotto dalla Tyrrell sul modello 019, in uso nella stagione precedente. Sempre ad imitazione della Tyrrell, la Benetton scelse come fornitore di pneumatici la Pirelli in luogo della Goodyear. La propulsione era affidata al rinnovato motore V8 Ford-Cosworth HBA5. Dopo aver schierato nelle prime due gare una versione aggiornata della B190, la Benetton portò la B191 al debutto nel Gran Premio di San Marino 1991: la vettura si rivelò mediamente competitiva, consentendo a Nelson Piquet di vincere l'ultima gara della propria carriera, il Gran Premio del Canada (complice il guasto elettrico che obbligò Nigel Mansell, leader della gara fino a quel momento, a fermarsi a meno di mezzo giro dal traguardo), nonché di piazzarsi a podio in Belgio e chiudere a punti con buona regolarità. Meno rilevanti furono i piazzamenti ottenuti dalla seconda guida Roberto Moreno, poi ceduto alla Jordan a seguito della gara belga in cambio dell'esordiente pilota tedesco Michael Schumacher, che nelle cinque gare disputate dimostrò di poter eguagliare e talora superare il rendimento di Piquet. L'affidabilità fu altalenante e non mancarono problemi meccanici: Piquet, Moreno e Schumacher patirono infatti un totale di 10 ritiri in gara. La Benetton riuscì tuttavia a chiudere al quarto posto la classifica costruttori con 38,5 punti (di cui 32,5 conquistati dalla B191 e 6 dalla B190B). L'impiego della vettura (opportunamente aggiornata nel telaio e nelle sospensioni, ri-gommata Goodyear e ribattezzata B191B) proseguì anche nelle prime tre gare della stagione 1992, ove Schumacher conquistò un quarto e due terzi posti, mentre la nuova seconda guida Martin Brundle patì tre ritiri, di cui due dovuti a noie meccaniche. A partire dal quarto Gran Premio essa venne sostituita dalla nuova B192.

    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   6 Members, 0 Anonymous, 87 Guests (See full list)

    • libks
    • Anthony Dellafonte
    • jaco_it
    • Harsh Vardhan Shukla
    • belvi
    • mI ca


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.