Jump to content

DrivingItalia Discord: chat testo e voce

Social-app gratuita, via browser, tablet o smartphone. Quasi QUATTROMILA utenti attivi, entra anche tu!
Discord DrivingItalia

Simracing per tutti: iniziare spendendo poco

I costi nel motorsport reale sono proibitivi... ma nel simracing si può cominciare spendendo poco!
Simracing per tutti
  • Guest
    Guest

    MotoGP: nuovo trionfo per Vale

       (0 reviews)

    Il re di Spagna è italiano, guida una Yamaha e lo fa in modo inarrivabile. Oggi Valentino Rossi ha aggiunto alla sua collezione l'ennesimo capolavoro. Nella tana del nemico numero 1, quel Sete Gibernau che per tutto il fine settimana ha fatto il padrone, il campione del mondo ha sfoderato un GP favoloso.

    #CONTINUE#

    Con una moto palesemente meno stabile e veloce della Honda del catalano, Valentino è stato grande: ha tenuto duro, ha messo sotto pressione il rivale e quando si è trattato di dare la zampata decisiva è passato in testa e ha tenuto quel piccolissimo, ma prezioso margine per compiere in testa l'ultima curva. Grandi sorrisi anche per Marco Melandri. Il ravennate della Yamaha è finalmente riuscito a correre un GP senza problemi e ha così conquistato il primo podio della carriera nella classe regina. Per lui una bellissima iniezione di fiducia. Quarto Carlos Checa, quinto Colin Edwards. Solo ottavo Max Biaggi, mai protagonista. Loris Capirossi 10° con la Ducati. Spaventosa caduta per Troy Bayliss.

    La gara ha avuto uno svolgimento molto fluido. Com'era prevedibile, è stata una questione esclusivamente a due tra Rossi e Gibernau. I capiclassifica del Mondiale (lo spagnolo ha adesso cinque punti di vantaggio sul pesarese) hanno imposto un ritmo elevatissimo cui ha saputo resistere solo Melandri, comunque tenuto a distanza di sicurezza. Le gomme si sono via via più consumate ma Gibernau non è mai riuscito a scappare. Ci ha provato forse temendo quello che poi sarebbe accaduto, ma è apparso presto evidente che la corsa si sarebbe giocata nel finale. E a due giri dalla fine il ruggito più forte è stato quello di Rossi. In totale disprezzo delle gerarchie tecniche, Valentino ha affrontato il motore Honda sul rettilineo d'arrivo e alla staccata ha chiuso la curva davanti all'ultimo momento disponibile. Una manovra quasi magica. Che soprattutto ha lasciato il segno su Gibernau, incapace di rimettere la sua Honda davanti.

    Una curiosità: la classifica delle velocità massime rilevate in gara dice che quella di Rossi è stata solo la 12ª assoluta. Al "dottore" più forte del mondo evidentemente basta solo il manico.

    L'ha spuntata Hector Barbera in volata, ma anche Andrea Dovizioso può sorridere. Il GP di Catalogna classe 125 ha visto il trionfo del pilota di casa dell'Aprilia in una tiratissima volata contro l'italiano della Honda: solo 16 i millesimi di distacco tra i due. Ma per il forlivese la giornata è più che positiva: il secondo posto gli consente di fare un bel balzo in avanti in classifica anche grazie (purtroppo) alla scivolata di Roberto Locatelli a sette tornate dalla conclusione. Sul podio anche un altro spagnolo, Pablo Nieto davanti a Casey Stoner, Jorge Lorenzo, Alvaro Bautista e Marco Simoncelli.

    La gara è stata condotta da un gruppetto di sette piloti guidati dallo scatenato Jorge Lorenzo. L'uomo della pole ha guidato al limite ma alla fine ha pagato lo sforzo erodendo le gomme della sua Derbi. Da dietro è poi risalito Barbera con una condotta di gara molto diligente. L'unica macchia per lui è lo scontro nei primi giri con il nostro Simone Corsi che lo ha accusato di averlo buttato fuori. Nel finale si è fatto vivo anche Nieto, ma come al Mugello sette giorni fa, nell'ultimo giro ha dato spettacolo ancora una volta Dovizioso: il pilota della Honda ha vinto la resistenza di Nieto e Stoner e ha conteso la vittoria a Barber afino all'ultimo millimetro di pista.

    Il pubblico spagnolo è stato un po' gelato da Randy De Puniet in 250. Il francese dell'Aprilia ha infatti battuto dopo un acceso duello l'idolo di casa Daniel Pedrosa. I due hanno dominato la gara della quarto di litro scattando in testa e restandoci fino alla fine. Toni Elias, terzo, non li ha mai impensieriti. Tutto si è deciso all'ultimo giro: De Puniet ha riscattato la delusione del Mugello entrando più cattivo e vincendo meritatamente la volata. Grossa delusione per Manuel Poggiali che scivolando a otto giri dalla fine ha travolto pure Roberto Rolfo: i due si sono subito chiariti. Scivolata anche per Alex De Angelis ripartito ma finito in retrovia. Il migliore degli italiani è stato franco Battaini, decimo.

     

    [Fonte Gazzetta]

    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   4 Members, 0 Anonymous, 159 Guests (See full list)

    • Mirko Contaldo
    • Davide Consoli
    • Marco Santucci
    • Yuri Pighi


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.