Showing results for tags 'rFactor 2'. - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'rFactor 2'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters - EA Sports
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • DrivingItalia Champs & Races
    • Gare
    • Driving Simulation Center

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Simracing Academy
  • Guide - Tutorial
  • Recensioni
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. Il modding team ASR Formula ha rilasciato anche per rFactor 2 la leggendaria Ferrari F2004 nella nuova versione aggiornata 1.6, che implementa le novità e migliorie dettagliate qui di seguito. Sempre per rFactor 2, vi ricordiamo di non perdervi il mod completo F1 1992 Season, aggiornato proprio nel Gennaio scorso. Per commenti e supporto riguardo i lavori ASR Formula per rFactor 2, fate riferimento al forum dedicato in italiano. ChangeLog 1.6 – Add another Front Wing Type. – Update Shaders and Texture – Update Skins – Update Sound (now json file) – Update Physics
  2. La 24 Ore di Le Mans Virtual 2023 è stata seguita da un pubblico davvero enorme e, soprattutto, da coloro che non conoscevano le corse simulate. E questo è stato senza dubbio il suo pregio più grande. Durante l'evento però, i problemi di stabilità della piattaforma rFactor 2 e le accuse di attacchi ai server hanno impedito allo show di funzionare correttamente. Di conseguenza, purtroppo, la Le Mans Virtual ha conquistato le prime pagine dei giornali più per motivi negativi (chi dimentica la pietra tombale posta da Verstappen in diretta...) che positivi. Da allora, il campionato virtuale è stato sospeso, mentre il lavoro sulla nuova piattaforma Le Mans Ultimate diventava prioritario per gli sviluppatori. Del resto il panorama dei grandi eventi simracing, esaurita la spinta propulsiva post pandemia, si è di fatto molto ridimensionato ed appare alquanto privo di interesse. ESL R1, dopo un lancio in pompa magna, conquistando squadre e piloti con il richiamo di massicci montepremi, con il passare dell'anno, ha visto notevolmente diminuire spettatori ed interesse. La F1 Esports, ora F1 Sim Racing, è ancora bloccata in un'interminabile battaglia contrattuale. Solo la Daytona 24 di iRacing, eNASCAR e PSGL riescono ancora a raccogliere cifre significative, oltre che interesse, seppur circoscritto ad un target di fans molto specifico. Tuttavia, il ritorno a una Le Mans Virtual Series potrebbe essere dietro l'angolo: "Se la domanda è potenziale, la risposta è potenzialmente sì", teorizza Stephen Hood, CEO di Motorsport Games, interpellato da RaceDepartment sulla rinascita del gioco. "Il motivo è che ho ristretto molte cose internamente per cercare di cambiare il focus dell'azienda e offrire un grande gioco di simulazione di corse in Le Mans Ultimate. Ho chiuso la porta a molte cose finché non abbiamo raggiunto un livello ragionevole. Ora, penso che sia in una posizione ragionevole e che verrà lanciato il 20 come previsto, Le Mans Virtual è qualcosa che sembra abbastanza fattibile a breve termine". "In precedenza, quando stavamo gestendo Le Mans Virtual e stavamo ottenendo un pubblico enorme, non avevamo un gioco ufficiale di Le Mans. Quindi, ha perfettamente senso combinare le due cose. Ora abbiamo il simulatore ufficiale di Le Mans con i contenuti ufficiali e la gestione di un nuovo Le Mans Virtual è molto interessante per noi. Molti team, molti costruttori e molti potenziali partner bussano alla porta dicendo: 'Quando avremo un'altra Le Mans Virtual', quindi le richieste non mancano. Credo che dovrete aspettarvi di sentirne parlare ancora nel prossimo futuro". Una delle critiche mosse alla serie precedente era la mancanza di un evento di gara guidato dalla comunità: non si poteva caricare rFactor 2 e partecipare a un evento ufficiale della 24 Ore di Le Mans con alcuni compagni di squadra. Era solo per i piloti e le squadre di livello elitario, a parte la serie di supporto Cup. Il sistema online di rFactor 2, "powered by RaceControl", ha la possibilità di organizzare "eventi speciali" e di tenere traccia delle prestazioni precedenti. Con una variante che sarà inclusa nella Ultimate, una 24 Ore di Le Mans virtuale per la crème de la crème e per la comunità non è al di là delle possibilità, anche se non è ancora stata confermata. Inoltre, l'aggiunta di un sistema di classifiche, valutazioni di sicurezza e gare programmate non garantisce che il netcode sottostante sia in grado di gestire lo stress della gara più importante. "Una delle sfide più grandi nell'esecuzione di Le Mans Virtual su rFactor 2 è stata la proprietà e la comprensione del codice", spiega Hood. "È incredibilmente difficile, o lo è stato storicamente, per il team identificare i problemi che hanno causato le bandiere rosse e i problemi del server in passato. Uno dei motivi per cui abbiamo smorzato e mitigato le aspettative sulla Le Mans Virtual in futuro è che, finché non avessimo un piano per risolvere la questione, non volevamo annunciare nulla. Per questo motivo, se accenno all'annuncio di Le Mans Virtual, possibilmente nel prossimo futuro, penso che abbiamo un percorso per risolvere la questione. Non si tratta di cambiare completamente il codice, ma di renderlo più leggibile in modo da poter identificare e replicare i problemi, assicurandoci che vengano eliminati. Il lavoro viene svolto attivamente in questo settore e ogni miglioramento sarà convalidato dalla comunità. Ogni tipo di titolo ha i suoi problemi. Prima stavo guardando uno streaming di una gara in cui l'auto davanti a loro faceva un grosso lag e poi atterrava di nuovo in pista. Non sto dicendo che non avremo problemi con internet e sono sicuro che ci saranno molti video online. Ma fondamentalmente, il netcode è una grande area di attenzione per noi". Ormai Le Mans Ultimate è alle porte, tutti speriamo che il compito più immediato del team di sviluppo sarà quello di imparare durante il periodo di accesso anticipato di Ultimate con la tecnologia RaceControl disponibile fin dal primo giorno con le gare classificate. Tutti gli appassionati aspettano senza dubbio una nuova Le Mans Virtual. Incluso Verstappen...
  3. https://unitedracingdesign.sellfy.store/p/rf2-bayro/ United Racing Design working with Advanced Simulation Modding Group presents the Bayro M Hybrid V8 for rFactor2 Version 1.0 The Bayro M Hybrid V8 is the first car for URD in 2024. The Twin Turbo V8 including its Hybrid power offers a high level of performance to compete at the top of its class in prototype racing. We have gone to extreme detail and accuracy in building this incredible car.
  4. poteva mancare il team ungherese RFT? Il team ungherese RFT ha finalmente rilasciato in via ufficiale per rFactor 2 il suo nuovo F1RFT 2013 Total: il progetto completo, da quasi 3GB di download, include tutti i piloti e teams della stagione 2013 di Formula 1, i 19 circuiti, grafica, menu e display in stile F1. Per il download correte in area files, mentre per commenti e discussioni fate riferimento a questo topic del forum.
  5. Dopo settimane di beta testing in versione release candidate il nuovo Competition System di rF2, chiamato rF2 Online, è finalmente disponibile per tutti i giocatori sulla build principale del simulatore. Rispetto al vecchio Competition System, questa nuova esperienza di gare classificate offre due rank: il Safety Rank, che tiene conto della pulizia in pista e della correttezza di guida. Si parte dal livello Bronzo fino ad arrivare al livello Platino, e ogni livello sblocca l'accesso a nuove gare il Driver Rank, che tiene conto dei risultati ottenuti in pista e dà un valore alla "forza" dei vari piloti, come l'iRating. Anche in questo caso si parte dal livello Bronzo fino ad arrivare al livello Platino A livello di gare le offerte si dividono in Gare Giornaliere ed Eventi Speciali. Le prime sono divise in tre livelli: principiante, intermedio e avanzato, con i nuovi livelli sbloccati aumentando il proprio Safety Rank. Le gare del livello Beginner utilizzeranno sempre contenuti gratuiti. Le Gare Speciali invece sono eventi a cadenza settimanale, più lunghi e articolati delle gare giornaliere e con un maggior impatto sul proprio DR e SR. Come le Gare Giornaliere sono dotate di una leaderboard tramite la quale è possibile comparare i tempi fatti segnare nelle sessioni di pratica con quelli degli altri piloti. Un'altra novità della nuova build è rappresentata dalla possibilità di noleggiare un server ufficiale proprio come in iRacing. Si tratta di un'alternativa meno laboriosa e più "comoda" rispetto al caro vecchio server dedicato, che rimane comunque disponibile per tutti quei giocatori che invece vogliono avere il controllo completo sui loro server privati. Le tariffe sono le seguenti: 1 ora: 1€ 6 ore: 6€ 12 ore: 9€ 24 ore: 13€ La registrazione al nuovo rF2 Online non è obbligatoria, ogni giocatore potrà decidere se e quando unirsi al nuovo sistema di gare classificate. Tutti coloro che si iscriveranno riceveranno in regalo un piccolo incentivo, la BMW M2 CS utilizzata nelle gare giornaliere. I giocatori che invece non volessero iscriversi al nuovo sistema potranno comunque continuare a divertirsi in multiplayer nei propri server privati. Per iscriversi al nuovo sistema basterà recarsi sulla tab "Online" presente nel menu principale e da lì seguire le istruzioni, e una volta confermato l'indirizzo email verrà aggiunta la BMW M2 CS al proprio account. Adesso che il sistema è disponibile pubblicamente non c'è proprio alcun motivo per non provarlo!
  6. La versione beta di rFactor 2 rilasciata di recente ha ridato vita a un simulatore che molti avevano purtroppo abbandonato. Con un numero di giocatori in crescita e un rilascio settimanale di nuovi contenuti già garantito, il titolo Studio 397 ha sicuramente bisogno di capitalizzare questo slancio per il rilascio completo che lo porti al meritato successo numerico di utenti. Dopo il disastro della Le Mans Virtual all'inizio del 2023, con Max Verstappen che pareva aver decretato la fine del gioco, in aggiunta all'invecchiamento dei contenuti, rFactor 2 sembrava morto e sepolto, ma per fortuna Studio 397 non si è arreso così facilmente. Con l'uscita della nuova release candidate beta è arrivato un gran numero di nuovi giocatori, oltre che di vecchi simdrivers tornati nuovamente a guidare in rFactor 2, incuriositi dalle migliorie aqpportate. In queste settimane di release beta (che non tutti hanno già provato pur possedendo il gioco) abbiamo provato varie volte l'ultima release del simulatore, notando che rFactor 2 Online ha avuto problemi di stabilità dei server durante le prime quattro settimane di vita. A quanto pare, un numero importante di giocatori ha cercato di gareggiare, portando il sistema al limite del server AWS (sul quale Studio 397 si appoggia). Questo problema potrebbe ripresentarsi ancora più seriamente quando la modalità online sarà resa disponibile a tutti in pubblico? Per garantire che lo slancio di rFactor 2 Online continui, la preparazione dei server e una stima accurata del numero di giocatori devono essere preventivamente calcolati in modo corretto. Studio 397 sembra però aver già risolto il problema. Nelle ultime settimane, i reclami relativi ai server sono diminuiti in modo significativo, dimostrando che rFactor 2 Online sta andando nella giusta direzione in questo senso. rFactor 2 offre una vasta gamma di contenuti di qualità tra cui scegliere. Sia che preferiate le gare a ruote scoperte o le ruote coperte, Studio 397 e la comunità di modders possono garantire una sfida a 360°. Per quale motivo allora non abbiamo visto la maggior parte di ciò che questo simulatore così vario ha da offrire? Relativamente ai mods, c'è un problema di controllo della qualità: ogni mod deve essere controllata per verificarne la compatibilità e la completezza. Il controllo di qualità, ovviamente, può richiedere molto tempo, per cui probabilmente non arriveranno a breve mods di qualità nel programma attuale. In vista della versione completa, Studio 397 dovrebbe piuttosto puntare a implementare una gamma più ampia di eventi. L'impostazione per principianti, intermedi e avanzati funziona con l'attuale base di giocatori, ma quando la maggior parte dei giocatori avrà accesso alla nuova modalità, questa diventerà ripetitiva molto rapidamente sia per i giocatori occasionali che per quelli hardcore. Non dimentichiamoci che rFactor 2 ha alcuni contenuti del tutto unici disponibili nel mercato simracing, Studio 397 dovrebbe perciò sfruttare questo aspetto a suo vantaggio. La creazione di combinazioni di auto e tracciati che i giocatori non possono trovare su altri simulatori sarà probabilmente la chiave per far prosperare rFactor 2 online nella sua versione completa. La scheda degli eventi speciali in rFactor 2 Online è stata utilizzata finora solo per eventi settimanali generici. Tuttavia, la sezione eventi speciali di rFactor 2 Online ha un grande potenziale per ora non sfruttato. Ad esempio, anche se la TOCA ha cancellato la licenza del BTCC, un calendario non ufficiale per auto da turismo potrebbe suscitare molto interesse al momento della pubblicazione. Allo stesso modo la creazione non ufficiale di eventi come la Daytona 24 potrebbe sicuramente essere una spinta importante per il software. In conclusione, le potenzialità di questo "nuovo" rFactor 2 sono davvero enormi: il simulatore si basa su un livello di realismo, fisica e gestione delle gomme mai messi in discussione ed al top del mercato, eventuali problemi tecnici possono essere tranquillamente risolti proprio in questa fase di beta e Studio 397 ha sicuramente tutte le potenzialità per gestire al meglio l'organizzazione del software e la gestione degli eventi online. Speriamo assolutamente che rFactor 2 raggiunga i fasti, la notorietà, l'apprezzamento ed il numero elevato di utenti che, finalmente, dimostra di dover meritare! Provatelo subito
  7. Advanced Simulation Modding Group, in collaborazione con e-RacingSeries, ha quasi completato per rFactor 2 la realizzazione delle nuovissime WEC hypercars Ferrari 499P e Porsche 963. I due prototipi saranno inizialmente vetture extra esclusive per la sesta stagione del campionato Esport Endurance Series. Dopo la prima gara di campionato saranno rilasciate gratuitamente per tutti gli appassionati tramite Steam Workshop. Nell'attesa, gustiamoci questo spettacolare video di anteprima realizzato da Nello Pastorino.
  8. Studio 397 ha appena rilasciato un nuovo Release Candidate Update per il suo rFactor 2. L'aggiornamento corregge vari bugs e problemi ed implementa alcune migliorie, concentrandosi sull'esperienza del nuovo sistema di gare online. Per commenti e supporto fate riferimento al forum dedicato in italiano.
  9. Studio 397 ha appena rilasciato un nuovo update per il suo rFactor 2, per continuare a migliorare l'esperienza di gara online, inoltre vengono annunciate le gare della settimana (con alcuni nuovi Eventi speciali) e alcuni aggiornamenti di sistema basati sul feedback della comunità e sulla risoluzione di alcuni bug. Gare evento speciale: a partire da questa settimana, ospiteremo eventi speciali per le auto BTCC e GT3 rispettivamente ogni martedì e giovedì, mentre gli eventi a cui siete già abituati si terranno ogni sabato. Non dimenticate che gli Eventi speciali offrono maggiori opportunità di guadagnare sia DR che SR! Siamo consapevoli che alcuni di voi desiderano pianificare gli acquisti di contenuti con una maggiore visibilità di ciò che accadrà in seguito. Le gare giornaliere sono progettate per variare e ruotare tra i diversi contenuti in modo da sperimentare l'intera gamma di contenuti che rFactor 2 ha da offrire e mantenere l'esperienza sempre interessante. Come già sapete, le gare per principianti saranno sempre caratterizzate da contenuti gratuiti. Abbiamo lavorato duramente per perfezionare e ottimizzare il sistema online sin dal rilascio. In risposta ai commenti della comunità, in questo secondo aggiornamento abbiamo affrontato vari problemi, tra cui il cambio del nome utente, la verifica dell'e-mail, le correzioni alle classifiche e i miglioramenti, nonché le importantissime modifiche al nome del mod del server che dovrebbero risolvere gli errori quando si entra e si esce dai server di allenamento. I nostri aggiornamenti includono anche modifiche chiare e facili da usare per l'invio delle proteste, interazioni migliorate con le notifiche e un processo di registrazione migliorato per il primo accesso. Il nostro impegno è quello di garantire un'esperienza di gara online più fluida, e questi aggiornamenti riflettono proprio questo. Ulteriori dettagli sono disponibili sul blog Studio 397.
  10. Per la prima volta e in sostituzione del vecchio sistema di competizione, rFactor 2 ha finalmente implementato un sistema di classifica online, con diversi livelli tra principianti, intermedi e avanzati. L'obiettivo è semplice: far gareggiare in modo pulito, per migliorare la propria posizione in classifica e il proprio livello di sicurezza. Il risultato che inseguono gli sviluppatori è quello di avere una gara online senza incidenti e competitiva, senza bisogno di app o servizi di terze parti, visto che l'intero sistema è inglobato all'interno della piattaforma rFactor 2, raggiungibile con pochi clic di menu e con un chiaro punteggio di progressione dopo la gara. Questa naturalmente è la teoria, il sogno di Studio 397, tenendo ben presente che si tratta di una release candidate in versione beta che, come già detto, è basata su RaceControl. rFactor 2 Online vuole imitare altri sistemi multiplayer, come quelli di iRacing o Gran Turismo 7, con i giocatori organizzati in gare online basate sulle valutazioni del pilota e del grado di sicurezza ("DR" e "SR"). Per accedere a rFactor 2 Online basta registrarsi con un account RaceControl, quando si entra nel menu multiplayer per la prima volta. Per incentivare gli utenti ad utilizzare il sistema, Studio 397 ha reso disponibile gratuitamente la nuova BMW M2 CS per chiunque registrerà un account RaceControl. Livello pilota (DR) e livello di sicurezza (SR) Il DR è determinato dai recenti risultati delle gare online dei giocatori utilizzando un algoritmo, simile alla piattaforma di Low Fuel Motorsport, che calcola quanto DR guadagni o perdi in una gara in base alla tua posizione finale e alle relative valutazioni dei tuoi avversari. Allo stesso modo, l'SR cambia in base al numero di incidenti in cui sei coinvolto e al numero di giri puliti che fai in pista. Almeno cinque piloti devono essere registrati in gara per influenzare le valutazioni SR e DR, i cui valori sono suddivisi in Oro, Argento, Bronzo e Platino. E' bene tener presente che il DR non può mai superare l'SR, quindi è fondamentale guidare in modo pulito anche se stai vincendo la gara! RaceControl presenta già numerose gare giornaliere utilizzando contenuti rFactor 2 sia gratuiti che a pagamento. Ci sono gare orarie per principianti che utilizzeranno contenuti gratuiti di rFactor 2 e aperte a giocatori di qualsiasi grado di sicurezza e di pilota. Ogni due ore ci saranno gare "Intermedie" per i piloti con un SR Argento e superiore, con una valutazione Oro richiesta per accedere alle gare "Avanzate" che si svolgono ogni tre ore. Le gare per principianti utilizzeranno il contenuto gratuito al 100% disponibile su rFactor 2; tra cui la BMW M2 CS, la Caterham Academy e una gamma di monoposto Tatuus. Non mancano sessioni di pratica multiplayer per ogni evento, dove DR e SR non saranno influenzati. Questi saranno integrati da eventi speciali settimanali, che saranno più lunghi delle gare giornaliere e di conseguenza presenteranno ricompense DR più elevate. Questi utilizzeranno in modo interessante il meteo dinamico basato su dati API del mondo reale, con un server di pratica disponibile da utilizzare nei giorni precedenti. I piloti possono visualizzare e tenere traccia di tutti i risultati e le statistiche della gara sul nuovo profilo rFactor 2 Online. Un'altra nuova caratteristica dell'ultima build Release Candidate di rFactor 2 è la possibilità di creare server a pagamento. Attualmente hanno un prezzo di 1 ora – 1€, 6 ore – 6€, 12 ore – 9€, 24 ore – 13€. I normali server della comunità saranno comunque validi, ma ora sono raggiungibili da Online > Server > Server della comunità. Durante tutta la fase beta del Release Candidate, i server saranno disponibili tutti i giorni tra le 11:00 CEST e le 2:00 CEST. Per accedere a RaceControl Beta in rFactor 2, basta fare clic con il pulsante destro del mouse su rFactor 2 nella libreria Steam e selezionare "Proprietà". Da qui, clic su "Beta" e dal menu a discesa "Partecipazione alla beta" selezionare la build rFactor 2 RaceControl Release Candidate. Proprio oggi è stato rilasciato un aggiornamento per la release. Non mancano altre funzionalità nella Release Candidate, fra le quali citiamo: Gestione mod: una modifica in questo reparto consente di designare le mod scaricate come "temporanee" sul lato client. Questa funzionalità garantisce che queste modifiche temporanee vengano eliminate all'avvio. Inoltre, i clienti hanno la possibilità di impostare tutte le mod acquisite da server come temporanei, fornendo un modo più efficiente per gestire lo spazio e il contenuto. Driver AMD: risolto un problema di arresto anomalo specifico per gli utenti di hardware AMD con driver particolari. Miglioramenti agli aiuti alla linea di guida: incorporato opzioni aggiuntive per gli "Aiuti alla linea di guida", comprese le impostazioni per "Paddock" e "Paddock & Pit Entry" e rendere più facile per gli utenti orientarsi su piste con aree paddock complicate. Il gioco verrà impostato automaticamente su l'impostazione "paddock". Inoltre, gli utenti possono ora utilizzare un'assegnazione di tasti specifica per attivare o disattivare "Aiuto alla linea guida" all'interno del gioco. Limiti del tracciato – Il sistema di gestione dei limiti del tracciato, soprattutto in caso di sorpassi illegali, è stato perfezionato. Scenari in cui si è verificato un passaggio precedentemente ritenute illegali e successivamente riconosciute valide sono state affrontate per un'applicazione delle regole più coerente. "Stabilizza orizzonte": questa funzionalità ha subito modifiche utilizzando un metodo di filtraggio di nuova concezione. E' stato aggiunto un extra fase di stabilizzazione, abilitata la stabilizzazione del rollio per le impostazioni "Alto" e "Ultra" e introdotta un'opzione di blocco completo dell'orizzonte per coloro che richiedono un punto di vista fisso. Naturalmente al momento è ancora presto per esprimere un giudizio, su un sistema appena nato (anche se Studio 397 ha detto di lavorarci da un anno), che sarà naturalmente perfezionato, ampliato e regolato nel modo migliore nei prossimi mesi. Da quello che abbiamo potuto vedere da questi primi giorni però, il sistema funziona già abbastanza bene, centrando i suoi obiettivi ed offrendo ai piloti gare al livello della loro capacità e sufficientemente corrette e pulite. La cosa più importante è che finalmente rFactor 2 sembra aver intrapreso la giusta strada per offrire agli appassionati una piattaforma realmente valida e completa.
  11. Dopo tanta attesa è finalmente arrivato il Competition System 2.0 per rFactor 2, sistema ufficialmente nominato rF2 Online. Questo sistema è stato costruito da zero nell'ultimo e presenta finalmente molte delle feature richieste dalla community. E' presente innanzitutto un Ranking System, diviso in Safety Rank e Driver Rank: il primo misura la correttezza in pista, mentre il secondo tiene conto dei risultati nelle gare e determina i vari split. Le gare giornaliere presentano diversi categorie basate sul proprio Safety Rank. Queste gare sono pensate per essere divertenti, veloci e con poco impatto sul Driver Rank. I livelli sono tre: Beginner, Intermediate e Advanced. Il primo è aperto a tutti e utilizzerà sempre contenuti gratuiti con gare ogni ora. Il livello intermedio si apre una volta raggiunto il Silver Safety Rank e presenta gare ogni 2 ore, mentre il livello avanzato è aperto a tutti coloro che hanno raggiunto un Safety Rank di livello oro e presenta gare ogni 3 ore. Oltre alle gare giornaliere ci saranno anche degli eventi speciali settimanali, che saranno più lunghi rispetto alle gare giornaliere e con maggiori guadagni e perdite di Driver Rank. Spesso questi eventi rifletteranno un evento in corso nel mondo reale, mentre altre volte saranno delle combinazioni proposte dal team di sviluppo. Queste gare inoltre utilizzeranno una API per riflettere il meteo reale all'interno del gioco. Un'altra feature molto richiesta è il profilo, un luogo dove tutte le gare svolte verranno archiviate e che mostrerà i vari risultati ottenuti. In maniera simile ad iRacing, rF2 Online offre la possibilità di affittare dei server con sessioni di diversa durata: 1 ora: 1€ 6 ore: 6€ 12 ore: 9€ 24 ore: 13€ Per unirsi alla Beta di rF2 Online è necessario innanzitutto passare alla build release candidate di rFactor 2. Una volta avviato il gioco e cliccato sull'icona di rF2 Online verrà richiesto al giocatore la creazione di un account. Una volta confermato l'account tutti i giocatori riceveranno in regalo la BMW M2 CS. La release candidate porta con sè anche diverse migliorie, come un fix per un crash per i possessori di schede video AMD, una nuova funzionalità del mod management che permette di impostare come temporanee le mod scaricate da un server, in modo che vengano eliminate all'avvio successivo, una rifinitura del sistema di track limits e alcune migliorie all'intelligenza artificiale. Ecco di seguito il changelog completo:
  12. Continua ad infiammare la questione riguardante la paternità del modello fisico utilizzato in RENNSPORT. Dopo i primi comunicati arrivati nella giornata di ieri oggi il team dietro RENNSPORT ha deciso di affrontare la querelle in maniera più diretta e approfondita tramite un lungo post sul sito ufficiale. In questo deep dive nella fisica di gioco il team spiega che l'obiettivo iniziale era quello di creare qualcosa partendo da zero, con un motore fisico e un tyre model proprietari. Dopo vari tentativi sono giunti alla conclusione che serviva una base già pronta per accelerare i lavori, decidendo così di rivolgersi a Image Space Incorporated, il mitico team dietro rFactor e rFactor 2 (prima della fusione con Luminis che ha portato alla nascita di Studio 397, ndr.). Dall'implementazione della tecnologia ISI questa è stata modificata, o verrà modificata, per creare ciò che il team crede sia la simulazione più accurata. Competition Company però tiene a precisare che la simulazione presenta tecnologia proprietaria oltre al motore ISI: collisioni, punti di contatto e modello dei danni. L'obiettivo del team è sempre quello di arrivare a creare un motore fisico proprietario, ma un lavoro del genere richiederà anni. Una riscrittura completa permetterebbe loro di supportare esperienze di gioco sempre più avanzate, condizioni meteo miste e una fisica migliore. Questo ha insegnato al team l'importanza della trasparenza ed è per questo che il blog "Under the hood" riceverà più spazio e verrà usato per illustrare alla community ciò a cui il team sta lavorando. Per quanto si sia fatta un po' di luce sulla faccenda rimangono ancora dei dubbi e delle perplessità sulla natura del motore licenziato da ISI. A questo proposito un aiuto potrebbe arrivare da Ian Bell, che ieri è intervenuto su Twitter proponendoci la sua visione dei fatti: tra rFactor 1 ed rFactor 2 ci sono state diverse versioni del motore che poi è stato utilizzato in rFactor 2, ovvero l'ISImotor 2.5. Secondo Bell quindi una possibile spiegazione è che ISI abbia licenziato a Competition Company una versione incompleta del motore che poi sarebbe stato usato in rF2 e che non rientrava tra i possedimenti di Studio 397 prima e Motorsport Games poi. E' probabile che adesso la palla passi ai rispettivi team legali per far luce sull'effettiva validità della licenza in uso da parte di RENNSPORT.
  13. EDIT: è stato appena pubblicato il comunicato in merito di RENNSPORT, a questo indirizzo. In questi giorni una questione importante sta infiammando il mondo del simracing, ovvero il possibile utilizzo da parte di RENNSPORT di pezzi di codice di rFactor 2, come precedentemente riportato. A tentare di fare chiarezza ci ha pensato direttamente Studio 397, il team di sviluppo dietro rFactor 2 e Le Mans Ultimate, con un comunicato ufficiale tramite i suoi canali social. Nel comunicato lo studio olandese conferma a chiare lettere non solo che Motorsport Games non ha licenziato a terzi la tecnologia di rF2, ma anche che Studio 397 non ha rilasciato licenze ad altri sviluppatori prima dell'acquisizione da parte del colosso americano. Nel comunicato viene anche specificato che i creatori originali hanno licenziato a terzi il motore utilizzato in rFactor 1, mentre nessun elemento, che sia questo codice o asset, di rFactor 2 può essere utilizzato senza il consenso scritto da parte di Studio 397. Al momento Competition Company non ha rilasciato alcun comunicato ufficiale riguardo questa situazione, ma crediamo che non tarderà ad arrivare vista la brutta pubblicità che ne sta derivando.
  14. Come riportato da Tim Wheatley di RaceSimCentral nella giornata di ieri, un interessante thread è stato aperto sul forum di Studio 397 nel quale l'utente haunetal1990 ha accusato RENNSPORT di stare utilizzando del codice proveniente da rFactor 2. La prove risiederebbero in alcune stringhe presenti nei file che governano la fisica di RENNSPORT, che risultano essere identiche ad alcune stringhe presenti nei file HDV di alcune vetture di rFactor 2. Nello stesso thread un altro utente inoltre consiglia di dare un'occhiata ai file relativi al tyre model del simulatore tedesco, con lo stesso Wheatley che in una sua indagine personale svolta lo scorso Giugno ha scoperto come questi contengano stringhe e parametri appartenenti al modello TGM creato da ISI per rFactor 2. In quell'occasione ha contattato Stephen Hood di Motorsport Games che ha dichiarato che il codice non è mai stato licenziato a studi terzi. Motorsport Games non sembra essere a conoscenza di tutto ciò, e al momento la questione rimane avvolta nel mistero, soprattutto se si rievocano le parole pronunciate dal CEO di RENNSPORT Morris Hebecker durante il Summit 2022, nel quale ha dichiarato che tutti i simulatori attualmente sul mercato si basano su tecnologie vecchie di 10/15 anni tramite le quali non è possibile implementare feature sempre più avanzate. Sullo stesso sito ufficiale viene riportato che il simulatore è realizzato completamente da zero senza fare affidamento a motori e codici ormai considerati obsoleti dal team tedesco. Non ci resta che attendere gli sviluppi di questa vicenda e un'eventuale risposta da parte del team tedesco. RENNSPORT rFactor 2
  15. Walker™

    rFactor 2: BMW M2 CS aggiornata

    Un po' a sorpresa Studio 397 ha annunciato il rilascio di un aggiornamento per la BMW M2 CS presente su rFactor 2, che è stata così aggiornata alle ultime tecnologie, e non solo a livello di fisica. La vettura presenta adesso il tyre model più recente, sistemi TC e ABS rifiniti, la protezione elettronica in scalata e altri tweak tipo un blip più aggressivo e una geometria delle sospensioni aggiornata. Ma siccome anche l'occhio e l'orecchio vogliono la loro parte la vettura presenta anche nuove livree, nuove animazioni per i piloti e un comparto audio più realistico e somigliante alla controparte reale. Inoltre il team ha annunciato che ci sarà la possibilità per gli utenti di mettere le mani sulla M2 CS in maniera completamente gratuita. Maggiori informazioni verranno però rilasciate in seguito. Si segnalano anche aggiornamenti minori per la Vauxhall Astra, la March 761, la McLaren M23 e la Brabham BT44. Ecco di seguito il changelog completo:
  16. Tempo fa vi avevamo illustrato i costi per iniziare una carriera reale nel motorsport, partendo dai kart per arrivare al sogno di ogni pilota: la Formula 1. Un percorso difficile e molto costoso, che in totale si aggira sui 6 milioni di Euro nell’arco di 14 anni di competizioni: questo ha indotto moltissimi aspiranti della guida in pista a spostare la propria ambizione nel mondo virtuale, iniziando a praticare la disciplina del simracing. Si tratta di una strada in grado di dare grandi soddisfazioni e che permette ai più bravi di distinguersi mostrando il proprio talento cristallino nelle più importanti competizioni internazionali, come le F1 eSports Series oppure i campionati italiani ACI ESport. Anche in questo caso, però, siamo di fronte a un affare che può diventare nel tempo parecchio costoso… come fare, quindi, a gareggiare contro altri simracers e a divertirsi mantenendo basso il proprio budget? LA PRIMA SCELTA: CONSOLE O PC? Per chi si affaccia per la prima volta al mondo del simracing, la scelta iniziale da affrontare è quella della piattaforma da utilizzare: meglio orientarsi su una console di ultima generazione, come la PlayStation 5 o la sua rivale Xbox X/S, oppure fare il salto diretto nell’universo PC? Se l’intenzione è quella di privilegiare gli ultimi titoli disponibili attualmente sul mercato, una console può diventare il vostro affare migliore. Benchè il mondo PS e Xbox non permetta di utilizzare mod di terze parti, i titoli disponibili per le console di ultima generazione spaziano da quelli più arcade, come la serie Need for Speed, ai sim-cade, tra cui Gran Turismo 7 e F1 2023, a simulatori più professionali, primo tra tutti il celebre Assetto Corsa Competizione. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti… e il costo da affrontare non è nemmeno troppo elevato! Visto che ci stiamo avvicinando al Natale, i prezzi per una PS o una Xbox nuova non superano i 200 Euro, una cifra che si può ulteriormente contenere se ci rivolgiamo sul mercato dell’usato. Il mondo console, tuttavia, ha anche i propri svantaggi: oltre a un ambiente “chiuso” che non consente l’utilizzo degli ultimi contenuti aggiuntivi per ciascun simulatore, PS e Xbox non presentano tra le loro fila titoli come rFactor 2, Automobilista 2, iRacing e tanti altri. Prodotti magari non affascinanti a livello grafico ma sicuramente al top in fatto di simulazione. Da sempre, infatti, il PC è la piattaforma privilegiata da ogni simracer, che inoltre può contare su titoli, al momento, decisamente “parchi” in fatto di requisiti di sistema. Tralasciando i nuovi arrivati come Assetto Corsa Competizione, tutti gli altri sono prodotti con già qualche anno sulle spalle, il che favorisce il loro utilizzo su macchine ormai non più giovanissime. Se avete in casa un PC con cinque o più anni di servizio sulle spalle, l’unica cosa veramente importante che dovrete prendere in considerazione per un eventuale upgrade è la scheda grafica. I giochi tendono infatti a sfruttarla più di ogni altro componente e con un budget di 150/200 Euro, al giorno d’oggi, donerete una seconda vita al vostro compagno di avventure preferito. GAMEPAD VS VOLANTE E PEDALIERA La seconda scelta che dovrete affrontare prima di entrare nel magico mondo del simracing sarà quella che definirà il vostro modo di vivere la guida simulata: quale strumento userete per scendere in pista? Le opzioni che avete davanti sono essenzialmente due: il gamepad oppure la tradizionale combo volante & pedaliera. Se avete optato per un PC, scordatevi l’alternativa “economica” della tastiera perchè ve ne pentirete: tutti i titoli di corse odierni richiedono almeno un joystick per essere apprezzati veramente, soprattutto a livello di feedback che la vettura vi darà in ogni condizione di guida. I possessori di PS e Xbox, ovviamente, sono avvantaggiati in tutto questo visto che il gamepad in questione era già presente nell’imballo della console, mentre i simracer su PC dovranno comprarlo ex-novo a un prezzo che, mediamente, si aggira sui 40 Euro. Il nostro consiglio, tuttavia, è quello di puntare già da subito all’opzione volante & pedaliera: certo, con un joystick sarete comunque in grado di divertirvi e, se sarete davvero bravi, potrete ripercorrere le gesta di alcuni simracer che, con uno strumento del genere, sono riusciti a battere ad alto livello alcuni loro avversari dotati di postazione dedicata. Per apprezzare a fondo il simracing, però, un buon pilota è quello che ha fatto della precisione di guida il proprio mantra… una qualità molto più facile da ottenere e decisamente più apprezzabile con un volante come il Logitech G29 o il Thrustmaster T300 piuttosto che con gli stick di un gamepad. Sono prodotti ovviamente dotati di force feedback, l’unica soluzione possibile per sentire il comportamento della vostra vettura in pista: nella realtà, infatti, è il nostro corpo a trasmetterci tutte le sensazioni di come un’auto sta interagendo con l’asfalto, con tanto di accelerazioni, frenate e forze G in curva. Nel simracing, invece, tutto dipende dal livello del ritorno di forza del volante che stiamo utilizzando, che ci farà capire quando è il momento di correggere un sovrasterzo oppure di chiudere il gas per un eccessivo sottosterzo. Tutto questo, quindi, non può essere riprodotto con un gamepad, benchè questo sia dotato di quella funzione di vibrazione che può far pensare che, in fin dei conti… si tratti dello stesso effetto di un volante da corsa. Niente di più sbagliato. A questo punto, però, vi chiederete quale possa essere la cifra minima da investire in un buon prodotto con cui iniziare la vostra avventura nel simracing. In realtà vi abbiamo già dato qualche indizio: senza guardare i prezzi di listino, un Logitech G29 oggi si può trovare nuovo con 229 Euro o poco più, che possono essere ulteriormente abbassati andando a spulciare i vari annunci dell’usato sui principali canali online. In alternativa si può puntare al Thrustmaster T300: essendo più caro, il suo rapporto qualità/prezzo è leggermente meno competitivo del suo avversario, che in questo scontro vince senz’altro a mani basse il titolo di miglior volante per iniziare a vivere appieno il simracing. NOTA: l'offerta attuale di Amazon per l'ottimo Logitech G29 a 229,99 Euro (sconto del 44% !) è assolutamente da non perdere. POSTAZIONE DEDICATA: E’ VERAMENTE INDISPENSABILE? Bene, avete investito i vostri soldi in una console di ultima generazione e, seguendo i nostri consigli, in un volante con pedaliera. Cos’altro vi manca per preparare il vostro esordio nel mondo del simracing? Per cominciare a divertirvi e a stampare tempi sul giro, in realtà, sareste già pronti ad iniziare la vostra avventura: tutti i volanti da corsa attualmente in commercio sono forniti di agganci dedicati per essere installati facilmente su un ripiano orizzontale come la vostra scrivania, al fine di ottenere la giusta stabilità durante il loro utilizzo. L’unico accorgimento, in caso, è quello di trovare un modo per “frenare” la pedaliera, soprattutto quando andrete a premere energicamente sul pedale del freno. Non sono pochi i piloti virtuali che hanno lamentato il problema di scivolare indietro sulla loro sedia da ufficio dotata di rotelle: sicuramente la meno adatta per la guida simulata, ma che fortunatamente può essere sostituita da apposite postazioni con tanto di appoggio per il volante. In commercio ne esistono di svariati tipi, da quelli con un costo inferiore ai 100 Euro ai cockpit professionali da Formula 1… e da quasi 1000 Euro. Benchè un supporto del genere non sia assolutamente indispensabile per cominciare con la guida simulata, il suo sostegno vi sarà molto utile quando il simracing diventerà per voi qualcosa di più di un semplice hobby. A quel punto mettete in preventivo dai 300 ai 400 Euro e puntate su una soluzione con profilati di alluminio: è l'opzione meno costosa, più efficace e più duratura, inoltre è compatibile con qualsiasi tipo di periferica. Non fatevi ingannare da prodotti più economici: nelle condizioni di guida più concitate la loro apparente solidità verrà meno e lascerà spazio a tutta una serie di vibrazioni che renderanno vano l’aiuto offerto da questi supporti. Il fattore importante per un prodotto del genere è la seduta indipendente dalle basi di appoggio per il volante e la pedaliera, in modo da regolare perfettamente ogni singolo componente a seconda delle vostre esigenze e sensazioni. IL SOFTWARE: QUAL E’ IL MIGLIOR TITOLO PER INIZIARE? Siamo arrivati all’ultima scelta da effettuare prima di iniziare il nostro viaggio per diventare dei provetti piloti virtuali: quale sarà il nostro primo software con cui scenderemo in pista? La risposta dipende dalla piattaforma che abbiamo individuato all’inizio: se avete investito i vostri soldi in una Playstation o una Xbox nuova fiammante, i titoli attualmente disponibili spaziano da quelli più arcade ad altri più simulativi. Vi piacciono le monoposto di Formula 1? Allora non abbiate dubbi a scegliere il nuovo F1 2023, che tra l’altro vi permetterà di sfidare i migliori piloti al mondo nelle F1 eSports Series. Preferite il fango dei rally? La serie Dirt Rally della Codemasters è quello che state cercando. Volete un prodotto più vicino a un simulatore vero e proprio, con una fisica più raffinata e un parco vetture bello corposo? Allora il mitico Assetto Corsa di Kunos Simulazioni non vi deluderà, così come l'ultimo Assetto Corsa Competizione. La vostra intenzione è lanciarvi nel mondo dell’eSport targato FIA? Correte a comprare il conosciutissimo Gran Turismo 7, ultima evoluzione del celebre videogioco per PlayStation. Questi titoli non vi bastano? Su console potete trovare anche Forza Motorsport 7, la serie Need for Speed, il nuovo Grid e, perché no, anche Crash Team Racing – Nitro Fueled, remaster del mitico CTR che ha tenuto i videogiocatori degli anni ‘90 (e non solo) attaccati allo schermo per ore. Come potete vedere, la scelta per console è veramente vasta, sia che si utilizzi un volante da corsa che si preferisca il classico gamepad. L’unica domanda che dovete porvi è questa: cosa mi piace di più, cosa mi diverte e dove voglio impiegare il mio tempo? Gli stessi quesiti possono essere rivolti anche a tutti gli utenti che hanno preferito orientarsi verso l’offerta del simracing per il loro PC. Qui la scelta è ancora più ampia: oltre ai già menzionati Assetto Corsa, Assetto Corsa Competizione, F1 2023 e Dirt Rally, si aggiungono rFactor 2, Automobilista 2, RaceRoom e iRacing, ognuno diverso dall’altro per quanto riguarda il feeling che si ottiene dalla guida in pista. A nostro giudizio, i più “user-friendly” per far avvicinare al mondo della guida simulata anche chi non ha mai toccato prima d’ora un volante da corsa nella propria vita sono quelli disponibili anche per console, quindi il primo gruppo di quattro titoli che abbiamo citato nel precedente paragrafo. Tralasciando F1 e Dirt Rally che riproducono in maniera specifica le loro rispettive discipline, Assetto Corsa permette all’utente finale di allenarsi e gareggiare con differenti tipi di vetture, incrementabili anche con tutti i mod disponibili in rete. Potete iniziare con le sfide proposte in single-player, per poi passare al multigiocatore dove, fortunatamente, non mancano server in cui fare pratica. Per quanto riguarda gli altri titoli, rFactor 2 e Automobilista 2 sono abbastanza simili tra di loro, anche se richiedono una certa dimestichezza nel divincolarsi tra le varie regolazioni della vettura e del software stesso. Il feeling al volante è riprodotto in maniera più precisa e realistica, mentre l’online… si basa essenzialmente sul “league racing”, cioè la partecipazione a uno dei vari Campionati organizzati dalla community di riferimento. In poche parole, sono titoli più complicati da gestire, destinati a chi ha già una discreta esperienza nell’ambiente del simracing: sono meno user-friendly e trovare server liberi in cui fare pratica è difficile. Si possono utilizzare per fare allenamento in single-player, dove tra i due vince a mani basse Automobilista per la sua IA sopraffina e molto ben bilanciata tra le varie serie che offre… ma forse per costruire le basi di un pilota virtuale sono un tantino troppo come step iniziale. Discorso a parte, invece, per RaceRoom e iRacing: qui ci troviamo davanti a due prodotti costruiti a “moduli”, nel senso che ognuno di essi propone di base alcuni contenuti iniziali che, poi, possono essere espansi acquistando tracciati e vetture separatamente. Su iRacing, per esempio, si inizia con la Global Mazda MX-5 Cup Car dal setup di base e si fa esperienza nella “rookie class”: qui si imparano i fondamentali del simracing, dall’effettuare le qualifiche su due giri a disposizione a gestire una gara di 15 giri, con tanto di sorpassi e azioni difensive contro i propri avversari. Poi, però, per proseguire la propria scalata nell’olimpo del motorsport virtuale sarà necessario un investimento: nel caso di iRacing si dovrà tenere conto anche dell’abbonamento (mensile, su più mesi, annuale o bi-annuale), mentre per quanto riguarda RaceRoom la piattaforma iniziale è gratuita. Insomma, iniziare con uno dei software in questione non sarebbe una cattiva idea, soprattutto per il fatto che si seguirebbe un percorso di crescita passando da vetture semplici a mezzi da corsa sempre più potenti e complessi, con tanto di “rating” sulla propria guida e sui risultati ottenuti in gara. Se però la vostra intenzione è limitare la spesa, allora meglio orientarsi sui primi titoli che vi abbiamo proposto. CONCLUSIONI Cerchiamo di rispondere alla domanda presente nel titolo di quest’articolo: come iniziare a praticare simracing con un budget limitato? A seconda della vostra disponibilità economica e di spazio da gestire in casa, la scelta migliore è sicuramente quella di orientarsi verso il mondo PC, su un volante come il Logitech G29 e su un software come Assetto Corsa. Per quanto l’universo console vi permetta inizialmente di risparmiare, a un certo punto dovrete fare i conti con un sistema chiuso, fine a se stesso e privo di quella flessibilità tipica dell’ambiente computer. Per questa ragione, a meno che non abbiate già la console disponibile in casa, il consiglio è di orientarsi sul buon vecchio PC. Se avete già a disposizione un PC, verificate i requisiti di sistema del vostro titolo preferito prima di investire i vostri risparmi: prodotti recenti come F1 2023 e Assetto Corsa Competizione richiedono un hardware agile e scattante, mentre Assetto Corsa, rFactor 2, iRacing e simili sono titoli con già qualche anno alle spalle, più facili da far girare su macchine non giovanissime e, in ogni caso, perfettamente scalabili e adattabili a seconda delle esigenze. Per quanto riguarda la scelta tra gamepad e volante, orientatevi da subito su quest’ultima periferica: la sua immersività nell’azione in pista non vi deluderà… e poi potrete sentirvi dei piloti veri! In fatto di software, invece, l’ideale è partire con il titolo che vi abbiamo proposto poco più sopra. Potrete provare praticamente qualsiasi mezzo da corsa, in modo da farvi un’idea di quello che vi può piacere di più: l’accessibilità del simulatore prodotto da Kunos vi permetterà di scendere in pista e gareggiare fin da subito, attraverso un modello di guida simulativo… ed accessibile. Se invece volete partire immediatamente con qualcosa di ancora più particolare in termini di sensazioni al volante, date un’occhiata ad Automobilista 2, rFactor 2 o iRacing: la varietà dei mezzi che vi mettono a disposizione combinata con un feeling alla guida che vi farà sentire ogni asperità dell’asfalto vi convinceranno giro dopo giro dell’ottimo acquisto che avete fatto. Se invece siete appassionati esclusivamente delle vetture GT3 o GT4, in questo caso la scelta è univoca: Assetto Corsa Competizione. L'ultimo titolo di casa Kunos è semplicemente inarrivabile per sensazioni di guida, feedback, realismo ed emozioni alla guida su queste tipologie di vetture. In ogni caso, con un budget sui 300 Euro (dai 50 ai 100 Euro in meno se vi rivolgerete al mercato dell’usato) riuscirete a portare a casa volante e software: una cifra alla quale dovrete aggiungere il costo della console o dell’eventuale upgrade del vostro PC (sempre che non dobbiate acquistarlo ex-novo). Insomma, con altri 200 Euro siete pronti a correre come dei veri simracer con un equipaggiamento di tutto rispetto: siete pronti a gettarvi nella mischia e a far valere il vostro talento?
  17. I maestri del modding team ASR Formula hanno rilasciato per rFactor 2 le nuove versioni aggiornate dell'imperdibile F1 1991 Season mod, progetto che ci permette di simulare, con il titolo targato Studio397, la gloriosa stagione 91 del Mondiale di Formula 1, che vide il terzo trionfo di Ayrton Senna per il titolo piloti ed il titolo costruttori vinto dalla McLaren Honda. Il mod ASR, disponibile direttamente a questo indirizzo, è disponibile sia in versione League (per i campionati online, con prestazioni delle vetture tutte uguali), che in versione Hystoric (ogni monoposto ha caratteristiche proprie e performance realistiche). Per commenti e supporto fate riferimento al topic del forum in italiano.
  18. La ACO Le Mans ha appena annunciato la nuova 24 Hours of Le Mans Virtual, ovvero un evento simracing esport ufficiale che si svolgerà appunto il 13/14 Giugno, nell'attesa che poi, il 19/20 Settembre, andranno in pista i veri bolidi della mitica 24 ore francese. Mentre i veri prototipi e GTE scenderanno in pista il 19/20 settembre per l'88a edizione della più grande gara di endurance del mondo, la 24 ore di Le Mans, i piloti professionisti e gli specialisti di eSport si sistemeranno nei loro posti del simulatore il 13/14 Giugno per competere nella più grande gara di endurance mai vista, la 24 Ore di Le Mans Virtual. La 24 Ore di Le Mans Virtual, organizzata da ACO, FIA WEC e Motorsport Games, aprirà una nuova era nelle corse sim. Per la prima volta, le squadre composte da una combinazione di piloti professionisti e campioni di eSport si sfideranno sul famoso circuito della 24 Ore di Le Mans, per 24 ore. Sarà il test più estremo visto nel mondo virtuale e sarà trasmesso in diretta TV in tutto il mondo. Il principio è semplice: Composizione della squadra: le squadre saranno composte da 4 piloti: ogni schieramento dovrà essere composto da almeno due piloti professionisti e un massimo di 2 piloti sim La piattaforma di gioco da utilizzare è rFactor 2 La griglia sarà composta da un massimo di 50 auto Le auto da utilizzare: LMP2 e GTE. I team coinvolti sono liberi di creare la propria livrea. Condizioni di gara: condizioni meteorologiche variabili; corse dinamiche diurne e notturne; le auto danneggiate possono essere riparate nei box; i team lavoreranno per creare i propri setup per ottimizzare le prestazioni. Il rifornimento di carburante e il cambio dei pneumatici sono criteri essenziali. La strategia sarà al centro della gara. Un direttore di gara assicurerà un comportamento sportivo durante l'evento. Il cambio pilota è obbligatorio. Il tempo di guida minimo per l'intero evento è di 4 ore per ciascun pilota. Il tempo di guida massimo per l'intera gara è di 7 ore per ciascun pilota. La grafica, la produzione e le immagini saranno di altissima qualità. I commentatori della gara e i giornalisti dei box saranno in diretta da uno studio televisivo a Parigi e gli ospiti VIP li visiteranno durante la gara. Questa gara unica, che riunirà i migliori piloti del mondo e i giocatori d'élite delle corse simulate, verrà trasmessa su più piattaforme audiovisive in tutto il mondo. L'inizio della 24 Ore di Le Mans Virtual sarà dato il 13 giugno alle 15:00 (ora francese). È tutt'altro che un gioco ... è una vera gara! Nelle prossime settimane verrà svelato l'elenco dei piloti. Pierre Fillon, Presidente dell'Automobile Club de l'Ouest: "Questa prima edizione della 24 Ore di Le Mans Virtual apre un nuovo capitolo per la nostra disciplina. Le circostanze attuali hanno significato che si svolgerà l'88a edizione della 24 Ore di Le Mans il 19-20 settembre 2020. Tuttavia, il 13-14 giugno, data iniziale del nostro evento, ci sarà un evento unico che aumenterà le gare di endurance e i suoi valori: la 24 ore di Le Mans Virtual, con piloti professionisti e specialisti di esporta gareggiare insieme. Per noi, gli organizzatori, i nostri concorrenti, il nostro partner e i nostri fan, stiamo aspettando con impazienza l'inizio di questa gara unica il 13 giugno alle 15:00 ". Gérard Neveu, CEO FIA WEC: "Da quando la serie Le Mans Esports è stata lanciata due anni fa, è stato molto soddisfacente vederla raddoppiare per dimensioni e visibilità anno dopo anno. Ciò ci ha messo in luce l'enorme appetito della comunità degli eSport per le gare di endurance e l'accesso al gioiello nella corona della disciplina, la 24 ore di Le Mans. Questo evento virtuale della 24 ore di Le Mans è unico in molti modi, non ultimo che non fa parte di LMES, ma un evento autonomo. Come nella vita reale, riunirà la crema dei produttori automobilistici, i team e i piloti automobilistici più i migliori piloti di sim del mondo in competizione con questi nomi globali. Davvero qualcosa per tutti! ” Dmitry Kozko, CEO di Motorsport Games: “Motorsport Games è lieto di estendere il suo rapporto con ACO e WEC per offrire la 24 Ore di Le Mans Virtual. È un'ulteriore prova della fiducia che i detentori dei diritti di sport motoristici hanno nei giochi di sport motoristici per offrire esport di classe mondiale. Promette di essere un evento spettacolare che riunisce i mondi delle corse reali e virtuali come mai prima d'ora. ” James Allen, Presidente della Motorsport Network: “L'attuale pandemia ha avuto un impatto su tutte le nostre vite a vari livelli, ma ha anche dato alle corse di sim ed esporta il suo momento di brillare e questo evento ne sarà la massima espressione. Adoro il campo di applicazione: la più grande corsa del mondo ha preso vita nel suo weekend programmato originale come la più grande corsa di eSport del mondo. Siamo diventati il fornitore di eSport preferito da molti dei maggiori detentori di diritti di corse e siamo orgogliosi di lavorare con ACO e WEC per supportare questo, non solo con la nostra operazione di eSports di livello mondiale sui Motorsport Games, ma con il nostro intero ecosistema mediatico globale. ”
  19. Traxion ha pubblicato un articolo molto interessante per tutti gli appassionati di rFactor 2. Il pezzo analizza le 5 migliori combinazioni di vettura e circuito, per andare in pista con il simulatore targato Studio 397. For me, rFactor 2 provides the most convincing driving experience of any of the major sims. Sure, it has its flaws; it doesn’t have a multiplayer system like iRacing (yet); it arguably doesn’t look consistently as pretty as Assetto Corsa Competizione; and its user interface is as simple to negotiate as a McLaren IndyCar contract. However, Studio 397’s sim has undergone a bit of a renaissance over the last year or two, with graphics updates adding depth of field effects and a snazzy photo mode, as well as exciting content like the latest Porsche Carrera Cup GB, Formula E and BTCC cars (not to mention the Vanwall Vandervell LMH and the INDYCAR IR-18).
  20. Nonostante Studio 397 sia al lavoro su Le Mans Ultimate (in arrivo a Dicembre) non si è sicuramente dimenticata di rFactor 2, e malgrado l'annuncio di nuovi DLC per il Q3 tardi ad arrivare lo studio olandese ha rilasciato un aggiornamento che in un certo senso segna un ritorno alle origini, ma andiamo con ordine. Per quanto riguarda i contenuti a pagamento il nuovo update porta con sè le livree della stagione 2023 del Porsche Carrera Cup Great Britain per la Porsche 911 GT3 Cup (992) e un BoP per le vetture GTE, GT3 e BTCC. La vera sorpresa però è l'aggiornamento agli standard grafici odierni di vecchie vetture e vecchi tracciati: Toban Raceway Park, Mills Metro, Atlanta Motorsport Park e NOLA Motorsport Park hanno tutti ricevuto un aggiornamento alle tecnologie grafiche più recenti, oltre che una revisione dell'IA e dei track limits. Per quanto riguarda le vetture ci sono stati degli aggiornamenti minori per gli shader di Brabham BT44, McLaren M23 e March 761, mentre la Formula ISI riceve per la prima volta il KERS
  21. The Virtual Endurance Championship is an rFactor 2 league which offers the very best of endurance, driver swap, 4-24 hour races, night/day cycle, dedicated teams and drivers and an HD broadcast. This series has 130+ teams signed up, with 2-6 drivers on each team racing in 3 divisions.
  22. Come già preannunciato qualche giorno fa, questa settimana si apre con un nuovo content drop per rFactor 2: Studio 397 ha infatti rilasciato la Cupra Leon, andando quindi a completare la griglia della stagione 2023 del BTCC. La vettura è disponibile sia per l'acquisto standalone su Steam al prezzo di 4,99€ sia come parte di due pack, il BTCC Car Pack (19,99€) che contiene tutte le vetture del campionato britannico e il BTCC Pack (29,99€), che contiene oltre alle già citate vetture anche i circuiti di Brands Hatch, Thruxton, Donington Park e Croft. Il content drop odierno prevede anche il rilascio di tutte le livree ufficiali della stagione 2023 del BTCC, che saranno gratuite per tutti coloro che già possiedono le vetture. Da segnalare infine che rFactor 2 è disponibile fino al 29 Maggio su Steam con lo sconto del 50%: potete acquistare il gioco per 14,49€.
  23. E' disponibile un aggiornamento della build del secondo trimestre del 2023 di rFactor 2. Sono stati aggiornati i motori elettrici, mentre Studio397 continua ad andare avanti con gli obiettivi di perfezionare le corse a motore elettrico e ibrido, perchè si ritiene una risorsa vitale per i piani di progetto a lungo termine del gioco. La Formula E Gen3, che è stata recentemente introdotta sulla piattaforma rFactor 2, ha beneficiato enormemente di questi aggiornamenti, con il modello che ha apportato ulteriori miglioramenti al suo dispiegamento di energia e ai sistemi del motore. Oltre a questi cambiamenti, sono stati apportati anche numerosi miglioramenti all'intelligenza artificiale mentre si continua a rinnovare l'esperienza offline sulla piattaforma. Grazie a queste modifiche e a ulteriori correzioni di bug, il nuovo modello di intelligenza artificiale ora consente alle auto senza pilota di seguire le loro traiettorie e guidare in modo più coerente in tutte le condizioni di pista, comprese bandiere gialle su tutto il percorso, di riprendere le gare dopo gli incidenti con maggiore attenzione e considerazione e di non prevedere più erroneamente i movimenti di altre auto permettendoti di gareggiare con loro più da vicino e con lo stesso livello di fiducia che avresti per un vero pilota. Gli arresti anomali del gioco e i blocchi dello schermo dovuti a parametri specifici sono stati ora corretti, il che speriamo possa migliorare la stabilità della piattaforma con cui alcuni utenti potrebbero riscontrare problemi. Questi aggiornamenti più generali sono stati apportati anche in questo aggiornamento rapido per aiutare a appianare alcune delle difficoltà minori nell'esperienza utente. A questo link è riportato il registro completo delle modifiche dell'ultimo aggiornamento a rFactor 2. Per l'inizio della prossima settimana sono già previsti nuovi contenuti ed aggiornamenti.... #BTCC
  24. Simracing cockpit ha pubblicato a questo link una utilissima guida completa, dedicata ai principianti, per installare, configurare al meglio ed andare in pista con rFactor 2 If you haven’t heard of rFactor2 but you are interested in giving this racing simulator a try, you’re in the right place. Born from professional F1 simulation roots (see rFpro and rFactor), much of rFactor2’s source code is derived from software developed for the highest level of Motorsport simulation.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.