DrivingItalia simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'worlds fastest gamer'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Guide - Tutorial
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 11 results

  1. James Balwin, vincitore della seconda stagione del torneo World's Fastest Gamer, ha provato per la prima volta un'auto GT3 sul circuito del Paul Ricard. Vincendo il premio da $ 1 milione, ha la possibilità di competere in una intera stagione del GT World Challenge con il team di Jenson Button, "Jenson Team Rocket RJN", alla guida della McLaren 720S. Ecco come James ha reagito dopo il passaggio dalla simulazione alla pista reale...
  2. La prossima edizione del World's Fastest Gamer è pronta ad aprire le danze: dopo le prime due iterazioni che hanno incoronato vincitori rispettivamente Rudy van Buren e James Baldwin, il concorso indetto dalla McLaren e creato per scovare i più veloci talenti del simracing sta per accendere i motori ancora una volta, mettendo in palio un'opportunità da 1 milione di dollari per fare il grande salto dal mondo virtuale al motorsport reale. Come è stato per le prime due edizioni, anche il WFG3 sarà composto da più fasi di qualificazione, che toccheranno più software sia su PC che su altri dispositivi. Tra questi il primo che si potrà utilizzare per conquistare la propria chance è Gear.Club, un videogioco sviluppato da Torque Esports in collaborazione con Eden Games - France appositamente per smartphone e tablet. Tutti i giocatori potranno scaricarlo dall'Apple Store o dal Google Play Store e iniziare la prima fase di qualificazione che scatterà oggi e terminerà il 6 maggio: l'obiettivo, come è stato nelle precedenti edizioni del WFG, è quello di segnare il miglior tempo possibile nella sfida in pista che viene proposta. Questa sarà una delle tre sessioni di qualifica che saranno organizzate nel giro dei prossimi tre mesi, alle quali seguiranno altre sette prove dedicate di cui una sul simulatore rFactor 2. Successivamente i migliori 10 piloti che si saranno qualificati in ogni singola prova saranno chiamati alla Finale di Miami, che si terrà nel mese di novembre 2020 quando saranno organizzate delle intense competizioni online per scovare il vincitore del terzo World's Fastest Gamer. TALENTI DA SMARTPHONE "Siamo veramente entusiasti di aprire la prima fase di qualificazione su Gear.Club in modo da scovare il primo finalista della terza edizione del World's Fastest Gamer - ha sottolineato Darren Cox, fondatore, Presidente e CEO di Torque Esports - Con l'attuale situazione del Coronavirus l'unica cosa che noi appassionati di motori e corse possiamo fare è quello di gareggiare virtualmente. Un sacco di piloti hanno delle gaming rigs allo stato dell'arte, ma ciò che amiamo è il fatto che Gear.Club, nonostante la sua semplicità, è in grado di farci scovare nuovi talenti del volante". "I due finalisti che si sono qualificati con Gear.Club nelle precedenti edizioni del WFG erano veramente eccezionali, ma sono sicuro che stavolta alzeremo ancora di più l'asticella - ha continuato Cox - Il grande numero di persone che giocheranno a Gear.Club espanderà esponenzialmente la quantità di talenti che proveranno a qualificarsi. Sono certo che anche quest'anno ne troveremo un altro che saprà combattere in Finale per vincere il nostro premio da 1 milione di dollari". UN GIOCHINO È IN GRADO DI FAR EMERGERE UN PILOTA? Da quando il World's Fastest Gamer è stato istituito, nel 2017, abbiamo sempre apprezzato il format organizzato dalla McLaren, che per lo più ha preferito l'utilizzo di software il più possibile realistici per mettere alla prova i più veloci simdrivers del mondo eSport. Ciò che non ci è mai piaciuto, invece, è l'utilizzo, per quanto limitato, di videogiochi come Gear.Club: in una competizione seria come questa, che senso ha istituire una fase di qualificazione con un "giochino" pensato per smartphone e tablet? Gear.Club, infatti, non ha niente che possa essere considerato "realistico": le sue caratteristiche sono quelle di un videogame immediato, alla portata di tutti, da utilizzare per svagarsi e con una fisica da arcade, non da simulatore. Per sterzare si utilizzano i giroscopi dello smartphone, che va inclinato a sinistra o a destra a seconda della direzione che vogliamo dare alla nostra vettura, mentre i pedali che contraddistinguono l'abitacolo di una vettura da competizione... sono limitati al solo freno, definito da un semplice pulsante per rallentare la corsa automatica della nostra automobile che, di fatto, accelera praticamente da sola. Con questi presupposti, come è possibile che un potenziale gamer che non sia mai andato veramente in pista nè abbia mai provato una postazione da corsa con volante e pedaliera, una volta avuto l'accesso alla Finale del WFG, sia poi in grado di vincere questo concorso, mettersi al volante di una vettura da corsa ed essere capace di andare anche forte, così dal nulla? Siamo d'accordo che il mondo della guida simulata, attraverso software più o meno realistici come Assetto Corsa, rFactor 2 ed iRacing, sia in grado di dare alcune indicazioni sul possibile talento di un pilota, ma che un "giochino" da smartphone, e la relativa prestazione ottenuta attraverso di esso, possa essere preso come metro di giudizio per selezionare un potenziale candidato rispetto a un altro ci sembra un tantino eccessivo... Che ne pensate?
  3. Rudy van Buren, il primo vincitore del torneo World's Fastest Gamer, ha raccontato in un'intervista a The Race la differenza tra le corse esport al simulatore comodamente da casa e il lavoro di simulazione professionale per le squadre della vita reale: lo ha definito come scambiare la "notte e il giorno". Dopo aver vinto il World's Fastest Gamer - che ricomincia questa settimana con un montepremi di $ 1 milione - Van Buren ha lavorato con il team di Formula 1 della McLaren, e recentemente è stato assunto dal team Mahindra di Formula E per lavorare sul suo simulatore. "È notte e giorno", ha detto Van Buren, "quando sono in una di queste squadre, funziona che c'è un obiettivo, quello di rendere l'auto che stai guidando più veloce con tutti i processi in fabbrica e tutti gli elementi di sviluppo. A casa, è un po' un hobby, ma soprattutto è la competizione con gli altri. Al lavoro, è una corsa contro il tempo, contro i dati, contro il tempo sul giro. A casa, cerchiamo campionati in cui possiamo trovare i grandi nomi del simracing e delle corse reali e lottiamo per vedere chi è il migliore. È stato divertente guardare e anche partecipare, quindi questo è l'obiettivo principale in questo momento. " Il pilota olandese gareggerà a tempo pieno nella Porsche Carrera Cup in Germania, dove ha già corso tre volte nel 2019, presentandosi anche per un una tantum nella Formula 1 a supporto della Porsche Supercop. "Ho avuto il meglio di entrambi i mondi", afferma van Buren riferendosi alle sue esperienze tra sim e realtà. "Ovviamente, non puoi replicare tutto nel sim, comprese le sensazioni in macchina, come le forze g. La cosa più grande che puoi preparare è solo essere attento, analizzare le tue sessioni, capire cosa puoi migliorare, cosa può fare l'auto: la tua etica del lavoro. Se hai risolto il problema, starai bene in macchina fintanto che avrai il sedile. Pochi giorni di test in modo da non essere affrettato, in modo da poter essere bravo e sentirsi a proprio agio nella macchina. Ma è lo stesso al contrario, se prendi un pilota reale che non è mai stato in una simulazione, non puoi aspettarti che sia subito P1. Lo vedi in entrambe le direzioni, ci vuole tempo. Ma se hai il talento grezzo e sai come affrontare i problemi, ti adatterai rapidamente. Quindi, uso semplicemente il sim per essere il più pronto possibile e per la preparazione del circuito. Prenderò tutte le conoscenze che ho acquisito negli anni e sarò pronto ad applicarle non appena mi metterò al volante della macchina."
  4. Un altro tassello nel mondo del simracing è stato posizionato: tutti gli appassionati di karting conosceranno sicuramente la ROK Cup, Campionato monomarca di proprietà del gruppo OTK che, in questo periodo di emergenza, ha fatto il passaggio dal reale al virtuale come tante altre serie del motorsport. Un "salto" voluto dalla divisione statunitense della ROK Cup e da RTD Media & Management, che hanno collaborato in partnership con Torque Esports per dare vita... alla ROK Cup Sim Challenge! Si tratta del primo esperimento in assoluto in questo specifico settore, quello del karting a stelle e strisce, sostenuto tra l'altro dall'agenzia assicurativa Conrad Group che, assieme agli altri partner, ha messo in campo un montepremi complessivo di 60.000 dollari da dividere nelle varie classi che prenderanno il via della pista (virtuale) nella giornata del 27 aprile. La volontà è quella di dar vita a una competizione basata su tre distinte gare, da disputarsi sul simulatore Kart Racing Pro che sarà allestito specificamente per ospitare le dieci classi della ROK Cup, dalla Micro ROK alla Junior passando per la Senior, la Masters e la Veteran, opportunamente frazionate a seconda dell'utilizzo di un kart monomarcia o con il cambio. Ciò che differenzierà la ROK Cup Sim Challenge da tutte le altre sarà il suo speciale time-table: rispetto alle più blasonate serie eSport, questa baserà il suo programma di gare in blocchi da quattro ore per giornata, che racchiuderà le varie fasi che solitamente contraddistinguono un "race weekend" nel mondo del karting, vale a dire prove libere, qualifiche, pre-finale e finale. Il primo appuntamento, come già anticipato, scatterà il prossimo 27 aprile sul NOLA Motorsports Park e sarà seguito dalla seconda tappa del 29 aprile sul kartodromo di Sonoma Raceway. Le danze, infine, si chiuderanno il 3 maggio sulla pista di Charlotte Motor Speedway. Come partecipare? Basta compilare il modulo di registrazione a questo indirizzo e versare la quota di partecipazione di 500 dollari, necessari per sostenere i costi di gestione del Campionato e i premi in palio. Per ogni classe, infatti, saranno stanziati 2000 dollari al vincitore, 1500 dollari al vice-campione, 1000 dollari al terzo classificato, 750 dollari al quarto e 500 dollari a chi ha conquistato l'ultimo posto della Top 5. Sicuramente un'occasione da non lasciarsi scappare per chi è appassionato di go-kart e ha mire agonistiche, che tra l'altro potranno trovare uno sbocco futuro dal momento che questa ROK Cup Sim Challenge farà parte del programma della prossima edizione del World's Fastest Gamer. Coloro che hanno centrato, in ogni classe, il gradino più alto del podio e hanno a disposizione una licenza agonistica in corso di validità potranno infatti prender parte alla futura competizione "America's Fastest Gamer", con la quale potranno poi accedere alla serie mondiale. Questa, ormai, si avvicina alla sua terza iterazione, con un montepremi di 1 milione di dollari e la possibilità di fare il passaggio definitivo dal virtuale... al mondo reale delle quattro ruote. Che ne dite, vale la pena tentare?
  5. Il mitico Juan Pablo Montoya ha dimostrato di possedere anche abilità virtuali da abbinare alle sue vittorie nel mondo reale, nella finale del World's Fastest Gamer inaugurale di oggi. Spin-off della competizione mondiale, l'evento di Miami ha riunito leggende delle corse come Montoya e Adrian Fernandez, star di prossima generazione delle famiglie Montoya, Barrichello e Fittipaldi, oltre a piloti locali del mondo reale e virtuali. Montoya è partito terzo nella finale di oggi ed è stato protagonista di una feroce battaglia con Ed Jones (DTM/IndyCar) e James Davison (IndyCar/GT racing). Mentre Jones e Davison si sono battuti per la prima posizione nel giro iniziale, Montoya è stato in grado di intrufolarsi fra loro e quindi ha guidato in una gara straordinaria per resistere tutti i dieci giri, bloccando anche l'assalto finale di Jones durante l'ultimo giro. "È incredibile. Non riesco a credere all'intensità con la quale si corre sul simulatore. Stavo bruciando: avevo la testa così calda perché devi essere così concentrato", ha detto Montoya. “Ed (Jones) ha fatto un ottimo lavoro, ma sono rimasto sorpreso. Non pensavo di essere cosi veloce, ma ho solo messo insieme i giri, ed è stato tutto dannatamente buono - sono sorpreso. Penso che sia bello tutto questo, perché i sim racer sono davvero bravi. Ci passano molte ore. Una delle cose che ho potuto vedere è stata che il simracing è la prima macchina da corsa dei ragazzi che poi passano alle corse reali. In pura velocità sul giro, i ragazzi sim sono davvero bravi, ma penso che li abbiamo battuti oggi nei piccoli dettagli. Onestamente, non sono stato così entusiasta di correre da molto tempo. Tutti in questa stanza tifavano per qualcuno - era così bello. Sono fermamente convinto che il potenziale della corsa sim sarà enorme - ma dopo oggi, questo è un livello diverso - è stato incredibile." Il figlio di Rubens Barrichello, Eduardo, ha conquistato il terzo posto dopo il suo ultimo affondo in curva su Jones, mentre James Baldwin, vincitore del World's Fastest Gamer, ha tagliato il traguardo al quarto posto dopo essere partito nella seconda fila. L'evento di Miami è un preludio alla Miami Esports Arena, che è stata annunciata da Torque Esports e la società di produzione di simulatori Allinsports nell'ottobre dello scorso anno. "Le prestazioni odierne di Juan sono state straordinariamente impressionanti perché, sebbene non fosse necessariamente il ragazzo più veloce in circolazione, ha sfruttato la sua esperienza di corse reali per tenere dietro alcuni piloti molto veloci", ha dichiarato Anton Stiponovich, presidente di Allinsports. "Molti dei nostri giovani giocatori e piloti locali hanno fatto molti giri per prepararsi all'evento di oggi, ma Juan ha fatto un lavoro perfetto. L'evento di oggi è stato geniale e ha davvero dimostrato quanto emozionanti le gare di eSport possano essere sia dal punto di vista di un concorrente, sia come spettatori. Stiamo programmando di organizzare questo tipo di eventi regolarmente e l'intensità aumenterà ulteriormente quando apriremo la nuova arena. E Miami sarà solo il primo passo: questa è la città pilota per questo tipo di gare, e ci espanderemo anche in futuro per includere altri luoghi in tutto il mondo oltre a competizioni online". In pista oggi c'erano anche Pietro Fittipaldi, pilota di riserva della Haas F1, Robby Foley, vincitore della gara IMSA GT, ed ex pilota, diventato giocatore, Chris Munoz.
  6. Si svolgerà questa sera, alle ore 21 italiane, la finale con rFactor 2 valida per la qualificazione del torneo World's Fastest Gamer. Purtroppo nessun pilota italiano è riuscito a qualifcrsi fra i primi 20. I piloti in pista: 1 Nikodem Wisniewski 24 Polish Williams Esports 2 Yuri Kasdorp 22 Dutch Singularity Racing 3 Erhan Jajovski 24 Macedonian Team Vires 4 Joonas Raivio 25 Finnish Zansho 5 Risto Kappet 25 Estonian Team Vires 6 Petar Brljak 25 Croatian Edge Esports 7 Jernej Simončič 26 Slovenian Avid Chronic Racing 8 Matheus Machado 20 Brazilian Talking Door Racing 9 Dawid Mroczek 23 Polish Avid Chronic Racing 10 Hany Alsabti 31 Dutch Team Vires 11 Vojta Polesny 23 Czech Deuces 12 Jordy Zwiers 19 Dutch Singularity Racing 13 Jan von der Heyde 23 German Burst Esports 14 Kuba Brzeziński 23 Polish Williams Esports 15 Jimi Nisula 21 Finnish 16 Alejandro López Arjona 21 Spanish 17 Arne Schoonvliet 24 Belgian 18 Moritz Löhner 20 German Williams Esports 19 Michi Hoyer 27 German 20 Aleksi Uusi-Jaakkola 28 Finnish Team Redline
  7. Una recente intervista di Autosport.com spiega la nuova strategia del già noto torneo World's Fastest Gamer organizzato da McLaren in collaborazione con vari partners, che si appresta alla fase di prequalifica con rFactor 2. Come del resto era anche ovvio, l'obiettivo del team WFG è quello di soddisfare il sogno degli appassionati di simracing, ovvero quello di riuscire ad arrivare alla pista vera...
  8. Mentre è in corso la fase del torneo dedicata ad rFactor 2, e nella prima gara di Silverstone le cose sono andata davvero male per i nostri piloti italiani, la McLaren ha annunciato una nuova fase del suo torneo Worlds Fastest Gamer, che si disputerà dal 12 settembre con la McLaren F1 di iRacing. Qui di seguito tutti i dettagli ed un trailer di lancio dell'iniziativa. iRacing and McLaren have announced a partnership in the World’s Fastest Gamer competition. iRacing, the world’s leading online racing simulation, will host a four week series featuring the McLaren MP4-30 Formula One car where the winner will earn an invitation to the World’s Fastest Gamer finals to be held in November at the McLaren Technology Center in Woking, Surry, UK. The iRacing qualification series will begin on Tuesday, September 12 and run through October 9. Featuring races in the McLaren MP4-30 the series will have multiple races each day allowing iRacing members ample opportunity to qualify for an invitation to the finals and the ultimate prize – to be named the McLaren F1 simulator driver. Get complete details on this competition here: http://www.iracing.com/wfg/
  9. Dopo la fase di qualifica dedicata ad rFactor 2 e Silverstone, dopo averci mostrato vari filmati con la presentazione di alcuni piloti, la McLaren lancia la nuova fase di qualificazione del suo torneo eSport denominato Worlds Fastest Gamer, che questa volta utilizza la piattaforma mobile. Come annunciato sul blog ufficiale, il titolo scelto è Gear.Club della Eden Games (scaricabile da qui), che offre la possibilità di gareggiare con la McLaren 570S GT4 su 3 diversi circuiti, da oggi fino al 17 agosto. Il commento del Executive Director McLaren, Zak Brown: “McLaren’s aim from the start of this project was to engage as many gamers from as many countries as possible. With a mobile-based qualifying series we tick that box. Our competition focuses on skill and determination, not merely the ability to have the best equipment.”
  10. Il World's Fastest Gamer, torneo simracing esport organizzato dalla McLaren F1 che mette in palio un anno di lavoro al simulatore della casa inglese, partirà ufficialmente il prossimo 1 Agosto, utilizzando rFactor 2 ed il circuito di Silverstone. Per tutti i dettagli e commenti visitate questo link del forum. With the first round of World's Fastest Gamer qualifiers underway, we turn our attention to round two, the Silverstone esports Championship - an rFactor 2 series. With the British home of motorsport hosting not only this weekend's British Grand Prix, but the rFactor2 qualifiers in August, we thought it only right to reveal more details of the Silverstone WFG qualifiers.
  11. Dopo i video promozionali pubblicati ieri, la McLaren chiarisce con un lungo comunicato stampa (disponibile qui sotto) tutti i dettagli del suo torneo denominato Worlds Fastest Gamer. Il premio finale per il fortunato simdriver è un contratto di un anno con la McLaren come pilota del simulatore professionale F1. I finalisti, che si giocheranno il posto in un evento live proprio nella sede McLaren, saranno in tutto 10, 6 scelti direttamente da una giuria di esperti e gli altri 4 selezionati invece per le loro prestazioni. Non mancano a dire il vero le perplessità: per quale motivo ben 6 piloti devono essere "chiamati" in via diretta ? Il software utilizzato sarà multipiattaforma, persino mobile, cosa che fa pensare ad un "giochino" creato ad hoc proprio per l'evento specifico, ma se cosi fosse che valenza può avere a livello simulativo ? E nella finale dal vivo, nella quale saranno utilizzati i volanti Logitech e le postazioni Evolve di Sparco, quale sarà il software scelto, presumendo che dovrà avere un multiplayer funzionale ? Speriamo che non si tratti di un altro evento unicamente promozionale, che ripete gli errori già visti nella Vegas eRace... Voi cosa ne pensate ? McLAREN AND LOGITECH G TEAM UP FOR THE WORLD'S FASTEST GAMER COMPETITION Your chance to win the greatest job in esports McLaren has become the first Formula 1 team to enter the esports arena, announcing World’s Fastest Gamer – the world’s most intense and demanding competition for virtual racers. It’s a contest that will see the winner offered the best job in esports – a role with the Formula 1 team as one of its official simulator drivers. World’s Fastest Gamer is a collaboration between global sports and technology brand McLaren, founding partner Logitech G, a global leader in gaming gear and the founder of virtual motorsport’s famous GT Academy, Darren Cox. McLaren welcomes two further partners for launch, sports media platform GIVEMESPORT and esport racing innovator Sparco. The format pits the best gamers in the world across multiple racing platforms as they battle each other to discover the ultimate ‘champion of champions’. The winner will be offered a one-year contract with McLaren to work in an official capacity as a simulator driver. They will work with engineers at the McLaren Technology Centre and at grand prix circuits across the world to develop and improve the machinery driven in the real world by the team’s drivers, Fernando Alonso and Stoffel Vandoorne. Billed as ‘the best job in esports’, the battle to find McLaren’s newest recruit will be viewable at every stage via a dedicated YouTube channel and McLaren’s social media channels. Six international finalists will be hand-picked by experts in both gaming and Formula 1 to join this year’s competition. A further four finalists will be selected from qualifying events online during summer 2017. The grand finale, held at the McLaren Technology Centre in the autumn, will put all 10 hopefuls through one of the most rigorous job interviews in the world. Not only will they race against each other across a variety of different gaming titles on different platforms, they will also need to demonstrate their engineering know-how, ability to work as part of a team, and display the mental and physical strengths required for such a unique position. McLaren Technology Group Executive Director Zak Brown said: “This is a hugely exciting opportunity – not only within the gaming industry, but for everyone at McLaren and motorsport in general. We’ve long witnessed the growth of online sports gaming, and, right now, the parallels between the real and the virtual worlds have never been closer. “This is absolutely the right time to be creating such a unique and exciting proposition; one that connects the worlds of racing and gaming in a way that’s never been explored before. “I’m particularly proud that McLaren, alongside our partners Logitech, Sparco and GIVEMESPORT, have staked a claim as the very first sports and technology brand to venture into the diverse and fast-growing world of esports. “World’s Fastest Gamer really aims to democratise the process of finding the best virtual racer out there. The contest isn’t limited to one platform or one game; we’re very keen not to restrict access or entry for people, but rather welcome the worldwide gaming community, whether that’s on mobile or on high-end simulator platforms. “And the winner will genuinely be a key part of our team at McLaren. This is for real: we absolutely require additional support across our two simulator platforms, so the competition and the selection process will be rigorous, ruthless and compelling to watch.” Ujesh Desai, Vice President and General Manager, Logitech G commented: "Logitech G has been in the esports world since the early days, and we’re happy to now work with McLaren to lead the next mainstream esport obsession! Joining McLaren as a founding partner of the World’s Fastest Gamer brings together our combined expertise on one virtual platform. “Logitech G Driving Force racing wheels are engineered for extreme performance and are designed to win; we’re proud to be able to provide them for these exciting events. “Logitech G and McLaren share an obsession for speed, cutting-edge technology and the passion of millions of fans. We can't wait to see what the future will bring." Darren Cox, IDEAS+CARS Chief Maverick Officer, added: “Gaming and esports are growing at an astonishing rate. The football industry has recognised this, with the result that activity has exploded between the real world and the virtual world in the last 18 months. Now, World’s Fastest Gamer will provide the focus for motorsport to talk directly to the huge numbers of passionate and dedicated gamers racing online – engaging and immersing them in the real world of racing. “In McLaren and Logitech G, we have the perfect partner with whom to deliver this project: their constant focus on technical innovation and their authoritative position within motorsport’s digital communication sphere are the obvious major benefits. However, to align with a global sports and technology brand that is renowned for producing some of the world’s greatest Formula 1 cars, road cars, and that now applies insights from both to improve lives through its technology arm, gives us the opportunity to involve and integrate gamers from across a whole range of gaming platforms and racing interests. “Motorsport will invest heavily in esports in the coming months and years, and World’s Fastest Gamer is at the very forefront of that movement.” Where the real world meets the virtual world… With teams, leagues and players from the world of sport investing heavily in esports – from Paris Saint-Germain and Manchester City, to West Ham United and the Philadelphia 76ers – virtual/reality collaborations are a fast-growing trend. In the US, esports are already catching up with baseball and ice hockey. A recent US report found that 76% of esports enthusiasts now prefer the gaming equivalent to watching their favourite sports on TV. esport is now one of the biggest sports in the world, with revenues now overtaking those of Hollywood. Global gaming is worth $100 billion, with year-on-year growth of almost 10%, and the esports global audience has already reached 300 million. As viewership of motorsport is adjusting to new digital trends, and leading brands start to invest heavily in gaming instead of traditional sports sponsorship, the message for the sports industry is apparent: virtual sport offers a compelling way forward.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.