Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'postazione di guida'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Guide - Tutorial
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 5 results

  1. Razer, azienda che si occupa della realizzazione di prodotti da gaming, ha recentemente presentato durante il CES 2020 la sua postazione di guida dinamica professionale chiamata Eracing Simulator Concept. Anche Razer ha voluto quindi entrare in questo mercato di nicchia (quello riguardante alle postazioni ultra complesse destinate a pochi fortunati), anche se in realtà in questo progetto c'è ben poco da parte di Razer, in quanto la base della postazione sembra essere di proprietà della Vesaro, mentre monitor e proiettori sono di SimPit e per finire volante e pedaliere sono della Fanatec. Crediamo fortemente che Razer abbia fatto una mossa che strizza l'occhio molto al marketing. In ogni caso, il prodotto non può che essere ultra valido visto le aziende che ci sono in gioco. Attualmente non sembra esserci un prezzo, o almeno noi non siamo riusciti a trovarlo. Se avete maggiori informazioni a riguardo fatecelo sapere sul nostro forum.
  2. Una delle più grandi soddisfazioni per un appassionato di simracing, anche alle prime armi, è quella di costruirsi in casa la propria amata, efficiente, solida, stabile e poco costosa postazione di guida. Un abitacolo virtuale è infatti molto importante anche per la comodità del pilota, che impatta naturalmente sulle prestazioni in pista. Uno dei modi più semplici, efficaci e poco costosi per realizzare un cockpit è quello di utilizzare i profilati di alluminio. Vi piacerebbe tanto mettervi al lavoro, ma non sapete da dove cominciare? Il nostro ingegnoso amico @Dinopoli ha creato questo completissimo topic sul forum dedicato per spiegarvi passo dopo passo tutta la procedura, partendo proprio dal "cosa" comprare!
  3. Il primo passo di ogni appassionato di guida virtuale è ovviamente l'acquisto di un buon volante con pedaliera, per potersi esprimere al meglio con il proprio simulatore preferito. Lo montiamo in genere sulla nostra scrivania e ci sentiamo già dei piloti ! Già dopo le prime sessioni di guida però risulteranno evidenti i primi problemi, sia tecnici che pratici: la base del volante non è mai ben fissata e spesso diventa ballerina, i pedali ci scappano via da sotto i piedi, la posizione di guida è scomoda e già dopo 20 minuti si avvertono i primi dolori alla schiena e alle braccia... Non ci siamo. La soluzione ai nostri problemi è ovviamente una bella postazione dedicata alla guida simulata, che ci permette di stare comodi, come dei veri piloti, fissare per bene le periferiche e guidare finalmente come si deve ! A questo punto però non sempre la strada risulta in discesa: se possiamo disporre di uno spazio adeguato, una stanza dedicata al simracing, tutta nostra, allora non ci resta altro da fare che lasciar sbizzarrire la nostra fantasia. Sono ormai disponibili postazioni di guida di tanti tipi e prezzi diversi, inoltre è possibile persino crearci da soli una postazione racing anche con dei semplici profilati di alluminio. Se invece non abbiamo disponibile in casa uno spazio dedicato tutto per noi e soprattutto dobbiamo far convivere ed inglobare il nostro simracing nell'appartamento, l'arredamento, la mancanza di spazio e persino ottenere l'approvazione di moglie, fidanzata o mamma, le cose diventano immediatamente terribilmente complicate, fin quasi insormontabili, visto che nessuna postazione di guida è stata pensata per questo tipo di "problemi"... almeno fino all'arrivo del nuovo cockpit denominato Cabrio realizzato dalla CF Design ! I ragazzi della CF Design si sono trovati loro per primi a dover risolvere questi problemi e, visto che una soluzione sul mercato non esisteva, hanno pensato bene di crearsela da soli. Infatti scopriamo dal sito web ufficiale: A questo punto, guardando le foto qui allegate, verrebbe da chiedersi: ma cos'è in definitiva questo Cabrio? Una postazione, un mobiletto bar, un complemento d'arredo? Proprio la CF Design lo definisce in modo sintetico ed egregio: Probabilmente adesso vi starete chiedendo come mai si chiama "Cabrio": la risposta è nel video qui sotto, della 6° puntata della trasmissione TV Pilota Virtuale, nella quale il team CF e la postazione sono stati ospiti, presentando per la prima volta il cockpit al grande pubblico. Come vedrete, Cabrio si apre e diventa una postazione di guida proprio come se fosse una stupenda vettura cabriolet! Abbiamo provato, collaudato e studiato Cabrio proprio negli studi di Sportitalia: la prima cosa da dire è che si tratta davvero di un bellissimo prodotto, molto piacevole anche solo da ammirare, con finiture attente e pregiate che fanno risaltare la sua manifattura totalmente artigianale, molto attenta anche ai dettagli. Cabrio potrebbe tranquillamente essere esposto in vendita in un bel negozio di mobili ! La cosa spettacolare sta poi nel fatto che è totalmente personalizzabile, non solo nei colori, ma anche nello stile, nei materiali, insomma è possibile adattarlo ed integrarlo in qualsiasi appartamento e stile di arredo. Inoltre non è solo un complemento d'arredo inutile, perchè, come vedete dalle foto, è in realtà anche utile, come puff per sedersi (comodissimo!) e mobiletto di appoggio o bar. Ed è di una solidità inimmaginabile, praticamente eterno. Quando si trasforma, Cabrio è però ancora più incredibile. In primis è dotato di due comodissime rotelline per essere spostato comodamente e semplicemente, senza sforzo. Lo si apre facendolo diventare postazione di guida con una trasformazione rapidissima in 20 secondi (li abbiamo cronometrati) e con un paio di movimenti per nulla faticosi. Con due click si tira su e si posiziona il volante e siamo pronti per scendere in pista ! La solidità e fermezza dell'intera struttura risultano ai massimi livelli, anche se si guida come dei forsennati. La posizione di guida risulta comoda e corretta, con un sedile rifinito a mano che, oltre che essere comodo ed avvolgente, è anche molto bello esteticamente. Grazie alla perfetta ottimizzazione degli spazi, Cabrio risulta molto comodo anche per piloti estremi, sia in altezza che peso. Guidare è un piacere. Un'altra caratteristica incredibile di questa postazione è che, pur essendo compatta ed ottimizzata in ogni sua parte, ci offre al suo interno persino lo spazio per alloggiare una console o un PC con un case di medie dimensioni e qualche accessorio (per esempio la tastiera): in questo modo avremo davvero in un'unica soluzione proprio tutto quello che ci serve per il simracing, senza neppure cavi in giro per casa, disordine, o doverci alzare ogni volta per un reset del computer. Quando vogliamo "guidare" portiamo Cabrio davanti alla nostra bella TV 50 pollici in sala, colleghiamo un singolo cavo e andiamo in pista! Fra l'altro non solo sarà tutto ordinatissimo, ma anche pulito, perchè la chiusura di Cabrio è perfetta e tiene lontana l'odiosa polvere nemica delle apparecchiature elettroniche. Persino Amos Laurito, pilota virtuale del noto team Samsung Morningstars, presente con noi in trasmissione, ha provato Cabrio e ne rimasto entusiasta: "L'idea che hanno avuto è a dir poco geniale: mischiare la comodità con il motorsport, due cose che di norma non possono essere collegate tra di esse. il materiale è di una pregevolissima fattura, come il sedile molto comodo. La posizione di guida potrebbe risultare un pelino bassa ma non troppo ai fini di un'esperienza di guida, comunque si può regolare. Fantastiche sono le opzioni di modifica del volante, le ho trovate davvero utili." Se proprio vogliamo trovare un difetto a questo prodotto, possiamo solo dire che è... troppo personalizzabile! Abbiamo tantissime opzioni possibili, tra diversi materiali, colori, finiture e cosi via, ma siamo sicuri però che si riuscirà a soddisfare anche la moglie più esigente, che casomai sarà invogliata persino lei a guidare con un cockpit di tale lusso! Il prezzo di Cabrio oscilla al di sopra dei mille euro e dipende ovviamente da tanti fattori, partendo proprio dalla scelta dei materiali (c'è persino la pelle). In verità, considerando l'eccellente qualità artigianale, i materiali e la funzionalità, possiamo affermare tranquillamente che costa quasi poco, visto pure che si compra una postazione di guida ed un bel mobile, al prezzo di uno solo dei due. Sito web www.cabrio-cockpit.com Pagina Facebook www.facebook.com/cabrio.cockpit/
  4. Il Pilota della Domenica: i primi Km... (parte 1) Come prima cosa abbiamo naturalmente bisogno di un computer, un PC, la macchina per eccellenza da dedicare alla simulazione su 4 ruote. I simulatori di guida non sono particolarmente esigenti in termini di richieste hardware, anche se, volendo goderci il nostro sim moderno preferito al massimo del suo splendore, non potremo di certo accontentarci di un PC da 200 euro, ma non dovremo neppure fare un mutuo per una macchina ultra performante! Il topic Assembla il tuo PC (costantemente aggiornato anche per i prezzi) arriva prontamente in nostro soccorso: il mega PC da duemila euro non è necessario, potete quindi orientarvi sulla macchina base o, meglio ancora se il budget lo permette, quella da gioco, oppure creare un mix fra le due configurazioni; considerate che con il PC da gioco da 800 euro circa non avrete praticamente alcun problema neppure con software dalla grafica sbalorditiva. Tenete però presente di non assemblare o acquistare un PC sbilanciato, nel senso che per esempio una super scheda video è inutile se non c'è anche un processore all'altezza ed una memoria Ram adeguata. Ponete attenzione anche a due cose spesso sottovalutate: scegliete un buon alimentatore con un pò di potenza in eccesso, cosi da poter in futuro installare nel PC per esempio una scheda video più potente e quindi anche più esigente in termine di watt; molto importante è anche il case, che, piuttosto che scenico, deve avere un'ottima circolazione dell'aria al suo interno e ventole efficenti per il raffreddamento delle componenti interne. Un computer di questo tipo, per avere un'idea, sarebbe ottimo: Processore Intel Core i5-4430 Scheda Madre Asus M5A97 Scheda Video NVidia GeForce GTX760 RAM Corsair 8gb ddr3 1600 MHz Alimentatore SeaSonic 520W Hard Disk Seagate - Barracuda 500 GB Lettore-Masterizzatore Ottico Samsung SATA Case Cooler Master 690 II Advanced I prezzi dei componenti hardware per PC sono molto variabili, quindi vanno valutati al momento, ma diciamo che una configurazione del genere si attesta su una spesa indicativa di 750 euro circa. Una volta sistemato il computer, pensiamo ora a come guidare... Tutti i simulatori di guida prevedono di poter essere utilizzati tramite la tastiera, con la quale possiamo anche fare i primi km di test, ma è bene pensare da subito all'acquisto di un volante, perchè guidare vuol dire avere fra le mani uno sterzo e sotto i piedi dei pedali! L'idea di molti è quella di comprare un primo volantino a buon mercato, di poche decine di euro, cosi da "risparmiare". Invece si spreca. Il volantino in questione durerà molto poco (il prezzo basso indica anche la scarsissima resistenza all'uso...), inoltre si rivelerà da subito molto limitato se non praticamente inutile a livello di feedback che saprà fornirci (sempre che ce l'abbia...) con qualsiasi simulatore e dovete ricordare sempre che, a meno di non avere una postazione dinamica (e ne parleremo...), il feedback del volante è l'unico input diretto che vi farà capire cosa sta facendo la vostra macchina, per poterla controllare di conseguenza. Il force feedback con i simulatori di guida non è un optional, è fondamentale! Se la vostra idea rimane quella del volantino, "tanto mi voglio solo divertire a fare qualche giro", è meglio se lasciate perdere il mondo del simracing e vi orientate verso una bella console con un buon gioco di guida fatto bene: vi divertirete molto di più, spenderete molto meno ed avrete anche molti meno problemi di un PC. Ma quale sarebbe allora questa periferica consigliata, con un rapporto qualità - prezzo ideale? A 6 anni dalla sua prima apparizione (uscì a fine 2009), il buon vecchio Logitech G27 è ancora oggi il miglior volante che potete acquistare! E' possibile acquistare il G27 nei negozi di computer più forniti, dal sito ufficiale Logitech (ma il prezzo è altino), o ancor più facilmente sul web, dove lo si trova nuovo con una semplice ricerca, o anche numerosi usati sul nostro forum vendo - compro. I prezzi oscillano intorno ai 250 euro per il nuovo, intorno ai 120-150 euro invece per l'usato. Il fatto che dopo sei anni il prezzo di questo volante sia rimasto quasi inalterato, abbassandosi di poco nel tempo, la dice lunga sulla sua qualità. Il Logitech G27 ha già di serie tutto quello che serve ad un pilota virtuale, esperto o ai primi giri di pista: un bel volante con 900° di rotazione comodo e funzionale con 6 pulsanti e cambio a pad, pedaliera a tre pedali con ottima progressività e sensibilità, un cambio a leva H ad innesti preciso, con ulteriori pulsanti extra. Completano il pacchetto la connessione USB semplice e diretta con unico cavo e i driver Logitech ufficiali ormai collaudatissimi per qualsiasi software. Inoltre il G27 funziona perfettamente persino con la Playstation e, tramite adattatore, anche con la XBox, inoltre è un prodotto molto resistente e durevole, anche se sottoposto ad un uso intensivo. Il primo vero punto cruciale di questo volante resta però la resa del force feedback: pur non disponendo di una forza, rapidità e resistenza esagerate (il Thrustmaster per esempio ha una forza maggiore e costa in media 100 euro in più), può vantare ancora oggi uno dei Force Feedback migliori in commercio, con numerosi effetti di vibrazione, grande accuratezza e pulizia dei segnali, precisione nelle risposte, progressività, insomma una qualità ed un dettaglio eccelsi, assolutamente fondamentali alla guida per capire come si comporta la nostra vettura sull'asfalto, ancor di più se si utilizzano simulatori con circuiti realizzati con tecnologia Laser Scan, che ci permetterà di percepire davvero la pista sotto di noi. Il buon Logitech G27 non è ovviamente esente da difetti però: un pò di forza in più sullo sterzo sarebbe stata di certo gradita, le palette del cambio non risultano precisissime ed hanno a volte un poco di gioco in innesto, il cambio ad H va usato con attenzione per non essere messo in crisi, la pedaliera (soprattutto il freno) si ammorbidisce ed allenta con l'uso, infine il feedback soffre di un fastidioso "buco al centro", spiegato nel box sottostante. A questo punto entra in gioco il secondo punto a favore del G27, ovvero la sua estrema moddabilità: l'hardware Logitech infatti, dopo tutti questi anni, può essere modificato, migliorato ed aggiornato praticamente in tutte le sue componenti, andando persino ad eliminare i vari difetti esposti poco sopra. Come vedremo nelle prossime puntate della rubrica, è possibile incrementare la forza ed eliminare definitivamente il buco al centro, migliorare la pedaliera, aggiungere vari tipi di display ed altro ancora. Per adesso però, possiamo già essere più che soddisfatti del nostro Logitech G27 originale. Per quanto riguarda invece gli spazi e l'organizzazione della nostra "zona di guida", per adesso possiamo accontentarci tranquillamente di utilizzare lo stesso spazio dedicato al nostro computer, ponendo il monitor (possibilmente almeno da 20 pollici) davanti allo sterzo, ma non troppo vicino, fissando per bene il volante e il cambio ad H al tavolo/scrivania, posizionando la pedaliera in modo che non scappi via con la pressione dei pedali, ponendola per esempio attaccata alla parete o inserendo un fermo frontale che eviti lo scivolamento. E' bene fare attenzione però a sistemare il tutto per fare in modo che la nostra posizione di guida sia quella corretta, come evidenziato dalle immagini qui sotto. Quasi nella stessa fascia di prezzo del G27, troviamo il già citato Thrustmaster T500 RS, che come detto ha una forza maggiore, ma il feedback risulta essere meno dettagliato, raffinato e preciso, diciamo anche più "grossolano", rispetto al volante Logitech. Inoltre non ha un cambio a innesti ed il pad dietro al volante risulta essere a volte scomodo, in quanto fisso. Direi quindi che non è una buona idea quella di spendere 100 euro in più per avere solo una forza maggiore, tanto più che, come vedremo in dettaglio nelle puntate successive di questa rubrica, avere tanta forza e resistenza sul volante non vuol dire necessariamente maggiore realismo, anzi in molti casi è l'esatto contrario. Altre alternative al Logitech possono essere anche i volanti Fanatec di fascia media, come il Porsche 911 GT2 o GT3 e il CSR Wheel, con prezzi dai 180 ai 250 euro. Il problema di questi volanti, a parte il costo ed oltre ad un force feedback più "sporco" del Logitech e meno definito, è la mancanza di un cambio a leva e soprattutto di una pedaliera, che andrebbe acquistata a parte, con un ulteriore esborso dagli 80 ai 250 euro, per un totale minimo, fra volante e pedaliera, di 260 euro, che risulta essere non conveniente neppure come rapporto qualità - prezzo. Se invece c'è la necessità di risparmiare in modo sostanzioso, ma si vuole partire col piede giusto, al posto del G27 si può optare per il precedente modello Driving Force GT, che si può acquistare online ad un prezzo intorno ai 100 euro. Ovviamente è decisamente inferiore al G27, in particolare per quanto riguarda la pedaliera (solo 2 pedali e molto meno sensibili) ed il cambio, anche se il force feedback risulta comunque più che accettabile. Con meno di mille euro quindi (che diventano 100 - 250 se abbiamo già un buon PC), il nostro Pilota della Domenica è ora pronto per scendere in pista per i suoi primi Km simulati, iniziando da quello che possiamo definire il primo step evolutivo del simdriver. Non fate mancare i vostri commenti e domande sul forum, in attesa della seconda puntata, che sarà: Il Pilota della Domenica: primo Pit Stop (parte 2) A cura di Nicola "Velocipede" Trivilino
  5. Una delle grandi soddisfazioni di un appassionato della guida virtuale è quella di realizzare con le proprie mani una solida ed efficace postazione di guida, assolutamente fondamentale non solo per poter guidare in modo comodo, ma anche per migliorare le proprie prestazioni. Tanti piloti virtuali però non hanno idea da che parte cominciare, in che modo procedere, quali materiali utilizzare e cosi via... ma anche in questo caso i nostri tantissimi ed espertissimi utenti sono pronti a correre in vostro soccorso! Il metodo migliore per la costruzione di una postazione di guida efficace ed a costi ridotti, è quello di utilizzare i ben noti profilati di alluminio: in questo seguitissimo topic del forum troverete tutti i consigli, indicazioni pratiche, disegni ed aiuto dei quali avete bisogno per diventare dei provetti "tecnici del cokpit" !
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.