Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'gran turismo sport'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing

Calendars

  • DrivingItalia.NET Calendar

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Guide - Tutorial
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Marker Groups

  • Members

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 107 results

  1. Sony ha finalmente annunciato alla Paris Games Week. il primo capitolo della sua più famosa serie racing per PlayStation 4, Gran Turismo Sport. Partendo dall’eredità della serie, GT Sport è sviluppato in collaborazione con FIA per raggiungere nuovi traguardi in termini di realismo per i giochi di corse, focalizzandosi in particolare sul Motorsport. Oltre ad inserire tutte le caratteristiche tipiche di Gran Turismo, Polyphony Digital sta lavorando per introdurre una lega online all’avanguardia e in grado migliorare quanto raggiunto con la GT Academy. Tale lega sarà riconosciuta ufficialmente dalla FIA e sostanzialmente rappresenterà l'offerta principale del gioco. Gran Turismo Sport sarà compatibile anche con PlayStation VR ed entrerà in fase beta nei primi mesi del 2016. Qui sotto la prima e unica immagine del gioco. This post has been promoted to an article
  2. E' disponibile l'aggiornamento di maggio di Gran Turismo Sport, con la novità della Mazda RX-VISION GT3 CONCEPT, protagonista del trailer qui sotto. Ecco la lista dei contenuti inclusi nell'aggiornamento 1.59: 1. Sarà aggiunta la Mazda RX-VISION GT3 CONCEPT, l'auto da corsa a motore rotativo di nuova generazione. Mazda RX-VISION GT3 CONCEPT (Gr.3) Da venerdì 22 maggio organizzeremo 2 competizioni speciali per festeggiare il centenario di Mazda e l'arrivo della RX-VISION GT3 CONCEPT: la "Sfida a tempo RX-VISION GT3 CONCEPT" e il "Concorso di design livrea RX-VISION GT3 CONCEPT". 2. I seguenti 7 nuovi round saranno aggiunti agli eventi della "GT League": ■ Campionato principianti 2 nuovi round aggiunti alla "Coppa amatori". ■ Campionato dilettanti 2 nuovi round aggiunti alla "Coppa Clubman". ■ Campionato professionisti 2 nuovi round aggiunti a "Nostalgia targata 1979". ■ Campionato gare di durata 1 nuovo round aggiunto al "Campionato gare di durata Gr.3". L'aggiornamento introdurrà anche altre funzioni, miglioramenti e correzioni. Gran Turismo Sport è in costante evoluzione. Buon divertimento. L'auto da corsa da sogno con motore rotativo di Mazda La Mazda RX-VISION è un prototipo annunciato al Tokyo Motor Show 2015. Basata sulla filosofia di progettazione "Kodo - L'anima del movimento" di Mazda, è stata concepita come una sfida volta a progettare la più bella auto sportiva A/P nelle possibilità di Mazda. L'auto è anche dotata del motore rotativo di nuova generazione "SKYACTIV-R", un sogno che Mazda vuole in futuro trasformare in realtà. Superando numerose difficoltà tecniche, Mazda ha proposto un motore rotativo commerciale nel 1967, con la Cosmo Sport. La casa, unica produttrice di massa di motori rotativi, ha lavorato per perfezionarne potenza, consumi e affidabilità, arrivando perfino a vincere la 24 Ore di Le Mans nel 1991 con il modello 787B. La MAZDA RX-VISION GT3 CONCEPT esprime la bellezza del design del modello base nella forma di una più aggressiva auto da corsa. Per adeguarsi alle prestazioni della classe Gr.3, il progetto è stato sviluppato su modello del motore della 787B, con un motore a 4 rotori riportato in auge grazie all'utilizzo della tecnologia SKYACTIV. Il nuovo motore rotativo è alloggiato in una carrozzeria leggera, per assicurare prestazioni senza precedenti.
  3. Dopo la sua (mezza) partecipazione alla All Stars Racing Night, in cui ha concluso la prima gara in programma al quinto posto... ma ha disertato la seconda per la troppa fame, Valentino Rossi è pronto a scendere nuovamente in pista e lo farà stasera, giovedì 7 maggio, a partire dalle 21:30. Il "Dottore", infatti, ha accettato l'invito del Firebeasts Racing Team, una delle realtà più conosciute e apprezzate del simracing tricolore che ha voluto organizzare una gara di beneficenza a sostegno della Croce Rossa. In tal senso, è stata anche aperta una raccolta fondi, che ha come obiettivo la raccolta di 5000 Euro nella lotta al COVID-19. Stasera, quindi, prenderà vita la Firebeasts & The Ranch Race4Charity, un evento a cui parteciperanno sette piloti titolari dell'associazione assieme ad altri otto piloti oggi diventati delle persone di spicco nel paddock della MotoGP. Oltre al già citato Rossi saranno presenti in griglia di partenza anche Mattia Pasini, Francesco Bagnaia, Uccio Salucci, Roberto Brivio, Stefano Pirro, Mauro Sanchini e Luca Cadalora. L'iniziativa è stata realizzata grazie al supporto di Garage Italia ASD, associazione sportiva da cui è nato il Firebeasts Racing Team, e al lavoro di Ernesto Buono, Stefano Battistella, Andrea Benedetti, Daniele Nardella, Salvo Puleo e Fabio Paolino. La gara in questione, al via sul famoso simulatore Gran Turismo Sport, sarà sostenuta dal canale Gamers World Live e andrà in diretta sui canali Twitch, YouTube e Facebook del Firebeasts Racing Team.
  4. La Super Formula sarà l'ultima serie a mettere in scena una sua controparte virtuale per i suoi eventi reali, con un gran premio in programma per domenica 17 maggio. Come molti altri eventi motoristici in tutto il mondo, anche la Super Formula si è dovuta fermare, con 4 dei sette round - a Suzuka, Fuji, Autopolis e Sugo - che avrebbero già dovuto essere disputati, ma la stagione 2020 non è nemmeno iniziata. Per tenere occupati i piloti e coinvolgere i fan, Japan Race Promotion - l'organizzatore di Super Formula - organizzerà un evento unico. Con il nome di "Special Round", l'evento utilizzerà GT Sport e le vetture Dallara SF19 Super Formula 2019 aggiunte lo scorso anno. Lo Special Round vedrà la partecipazione di molti piloti impegnati per la stagione della Super Formula 2020, ognuno dei quali correrà da casa. La pista al momento è sconosciuta, anche se è molto probabile che sia Fuji Speedway, Suzuka o Autopolis. Ci sarà una gara di qualificazione e una finale, con punti assegnati per determinare il vincitore. J Sports, un canale sportivo nazionale giapponese, mostrerà l'evento in diretta, a partire dalle 10 UTC di domenica 17 maggio. Sarà anche disponibile sul canale Youtube ufficiale di Super Formula. Akira Iida, pilota della Super GT, sarà il direttore della gara, mentre Takeshi Tsuchiya e Kazuki Yamada hanno il compito di commentare. Kazunori Yamauchi, il grande boss di Polyphony, ha affermato che l'evento utilizzerà una nuova modalità di gioco, non precedentemente disponibile. In sostanza, replica le funzionalità esistenti della modalità Sport del gioco, ma per un allineamento di piloti fisso piuttosto che affidarsi al matchmaking. Questo sarebbe abbastanza simile alla modalità LAN che abbiamo visto negli eventi GT Sport World Tour, ma con accesso remoto.
  5. Il FIA Gran Turismo Championship 2020 di Gran Turismo Sport, campionato certificato dalla FIA, è partito il 25 aprile. Il campionato è diviso in due competizioni principali: la Nations Cup è una competizione individuale, in cui i giocatori gareggiano in rappresentanza della propria nazione. Nel Manufacturer Series, i piloti rappresentano la loro casa costruttrice preferita. Il FIA Gran Turismo Championship è diviso in tre fasi, a loro volta suddivise in 10 round ciascuna. Il campionato è organizzato in cinque regioni: EMEA, Asia, Nord America, America Centrale e Sud America, Oceania dalle quali emergeranno i migliori piloti che saranno invitati a competere tra di loro nelle gare Top 16 Superstars. Per partecipare, basta registrarsi alla modalità GT Sport, disponibile nella "modalità Sport" del gioco, quindi bisogna registrarsi alle gare online e parteciparvi nelle date e agli orari indicati. Tutte le gare Top 16 Superstars saranno trasmesse sul canale YouTube ufficiale di Gran Turismo. La prima trasmissione, relativa alle regioni EMEA e Asia, andrà in onda domenica 3 maggio 2020. A causa delle problematiche legate al Covid-19, al momento non sono in programma eventi live in cui riunire i leader delle fasi online. Links ed ulteriori dettagli sono disponibili sul forum. Da segnalare anche che Gran Turismo Sport è stato aggiornato alla nuova versione 1.57, con l'aggiunta della versione 2020 della GR Supra RZ, la sportiva di punta Toyota. Inoltre sono state aperte le iscrizioni anche per la GR Supra GT Cup'2020 Series, che si corre appunto con la Toyota GR Supra RZ.
  6. Da quando è partita l'emergenza Coronavirus, il simracing è balzato prepotentemente agli onori della cronaca, anche perchè una miriade di piloti reali si sono lanciati nelle competizioni virtuali, per divertimento, per allenarsi e per sfogare anche loro una gran voglia di motorsport. Fra questi, non mancano piloti professionisti molto noti, provenienti dalle principali categorie dell'automobilismo sportivo. In ambito Formula 1, "ragazzini" terribili come Max Verstappen o Lando Norris non rappresentano una novità per il mondo simracing, visto che già da tempo avevano capito ed apprezzavano le peculiarità di un mondo virtuale decisamente molto vicino alla realtà della pista. Naturalmente, con l'aumento di interesse, l'arrivo delle grandi masse di curiosi e spettatori ed uno spiegamento di forze incredibile da parte di stampa e televisione, una delle tipiche domande di rito per il nostro ambiente, si è immediatamente materializzata: quale è il titolo "migliore" per un pilota? In realtà, chi conosce anche poco il mondo simracing, sa bene che una domanda del genere non ha molto senso se non si considerano alcune variabili. E' bene quindi ricordarle, a beneficio di quelli che di simulazione ne sanno poco o nulla: qualsiasi gioco o simulatore di guida richiede diverse ore (se non giorni), nella fase iniziale, per prendere confidenza con le "sensazioni" che il mondo virtuale riprodotto riesce a fornire al pilota, interpretandole nel modo corretto. Bisogna abituarsi al feedback e, soprattutto se si è alla prima esperienza virtuale, bisogna anche abituarsi (e spesso non è facile, nè rapido) alla mancanza di movimento, di forze di accelerazione, alla mancanza di profondità, la ridotta sensazione di velocità e cosi via. il giudizio dipenderà parecchio dall'hardware a disposizione: guidare con un volantino da 100 euro non offrirà le stesse sensazioni dell'utilizzo di un volante direct drive da 1200 euro! Se una pedaliera di plastica potrebbe renderci impossibile la gestione del gas e ogni frenata diventerà un incubo, con una pedaliera professionale il pilota sarà in grado di guidare come farebbe nell'auto vera! Avrete già capito il senso... un giudizio sarà tanto più corretto, quanti più titoli avrà provato il nostro pilota, perchè le sue sensazioni saranno, per cosi dire, "tarate correttamente", avranno un ampio spettro sul quale poter fare confronto e di conseguenza si potrà esprimere in modo compiuto. Se per tutta la vita guido solo una FIAT Duna, penserò che sia l'auto migliore del mondo! E' rimasto alla storia il parere espresso molti anni fa da Jacques Villeneuve riguardo l'allora mitico F1 Grand Prix di Crammond: "E' un simulatore incredibile, uguale alla mia vera Williams!". ogni titolo che raggiunge gli scaffali, viene creato specificatamente per un target di pubblico: Super Mario Kart è si un gioco di "guida", ma nessuno si sognerebbe di paragonarlo a rFactor o F1 2019. Un gioco o sim di guida che sia, va analizzato perciò nel suo specifico contesto, non solo di mercato, ma anche temporale, in quanto un gioco uscito 5 anni fa, a parità di target, difficilmente potrà rivaleggiare con un titolo uscito oggi. Già nei giorni scorsi aveva fatto scalpore quanto detto da Verstappen, che si era rifiutato di correre la gara virtuale della Formula 1 con F1 2019: "E' solo un gioco, non lo conosco per niente - ha detto l'olandese - non solo non potrei vincere, ma farei solo una brutta figura. Preferisco concentrarmi solo su un simulatore come iRacing". Nelle ultime 24 ore, invece, hanno sollevato un polverone ancora più alto, le dichiarazioni di Lando Norris. Norris, in una chiacchierata con i suoi fan sui suoi profili social, ha voluto spiegare i pro e contro dei diversi giochi. Secondo il pilota inglese la F1 di Codemasters e Gran Turismo sono “troppo giochi arcade. Non guidi nulla che sia simile ad una macchina reale – ha spiegato Lando – iRacing è quello più simile ad un programma di simulazione, hai un feedback migliore attraverso il volante, in sostanza sembra più realistico. È più simile ad un simulatore in termini di come si sente la macchina attraverso il volante, i cambiamenti di setup e cose simili. Mentre F1 e Gran Turismo, in particolare Gran Turismo… Gran Turismo è terribile, non ha niente a che fare con un’auto, scivoli dappertutto. È spazzatura per questo motivo, ecco perché nessuno lo usa”. Rispondendo ad alcune domande su F1 2019, ha aggiunto: “Questo è il motivo per cui Max non ci gioca, perché non assomiglia ad un’auto reale. Mentre invece iRacing è un po’ più come una vera macchina. Se suggerirei F1 ai veri piloti? No, iRacing o rFactor“. Ricapitolando: Lando Norris lo troviamo solo su iRacing o rFactor 2 (intendeva quest'ultimo), Max Verstappen non compete in nessun torneo che non preveda l’utilizzo di iRacing, Charles Leclerc è quasi un maestro su F12019, mentre Esteban Ocon si cimenta spesso in Gran Turismo Sport. Insomma: il mondo è bello perchè è vario!
  7. Alcuni lo praticano per divertimento, per passare qualche ora spensierata al volante della propria vettura preferita. Altri per mettersi in competizione e sfidare i più talentuosi piloti dell’universo degli eSports. In questo preciso momento storico dell’Italia, in cui tutti noi siamo bloccati a casa per l’emergenza Coronavirus, il simracing invece sta diventando sempre più una necessità per tutti gli appassionati di motori e corse. Ci regala qualche ora di svago, ci strappa un sorriso ma soprattutto ci fa sognare. Fa sognare a chi ne ha la possibilità di ritornare presto in pista, quella vera, a vivere ciò che più si ama. Un mondo democratico in cui tutti, con un minimo investimento, possono sentirsi dei piloti… anche le donne. Volete un esempio? Ecco a voi Ylenia Valentini, giovane ragazza che nella vita reale è una grande appassionata di Drifting e che, in questo periodo, si è avvicinata alla guida virtuale. Il suo scopo? Tenersi in allenamento, ma soprattutto… divertirsi! D : Buongiorno Ylenia, puoi parlarci un po’ di te? R: Ciao a tutti, mi chiamo Ylenia Valentini, ho 27 anni e vengo dal Veneto. Ho una grande passione per il Motorsport, che è sempre stata dentro di me sin da piccola, quando all’età delle elementari giocavo a WRC sulla PlayStation 1. Vengo da una famiglia semplice che mi ha insegnato i giusti valori, ma non è mai stata appassionata e interessata al mondo delle corse. Essendo donna non sono mai stata supportata ed è stato molto difficile far capire che per me questo mondo è importante. Fortunatamente al momento sembrerebbe che l’abbiano capito! D : Com’è iniziata la tua passione? Quando hai capito che era la strada giusta? R: Tutto ebbe inizio 4 anni fa, un po’ per caso: dopo la perdita di mio cugino, meccanico e appassionato di motori, volevo poter fare quello che lui non è mai riuscito, cioè correre con una macchina da corsa. Il mio compagno, Andrea Trombetta, già con qualche esperienza di guida alle spalle e preparatore di auto, mi ha regalato una giornata di drifting alla scuola nazionale Uisp di Sassuolo in occasione del mio compleanno. Fino a quel momento l’unica auto che avevo guidato era una semplice stradale a trazione anteriore, per cui l’intenzione era quella di capire se fossi in grado di gestire un’auto a trazione posteriore in derapata. D : E com’è andata quella giornata? R: E’ stata fantastica! Ho potuto imparare le basi della derapata sul bagnato, scoprendo una me stessa che ancora non conoscevo: da ragazza timida e derisa per la sua sensibilità ho capito che, in realtà, posso fare grandi cose mettendoci il giusto impegno e una certa costanza nel tempo. D : Poi cos’è successo? R: Dopo questa esperienza io e il mio compagno abbiamo deciso di acquistare una BMW E30 del 1988, interamente da “trasformare” ed elaborare in auto da Drifting. Si tratta di un progetto tutt’ora in corso, che procede molto lentamente per la mancanza di sponsor e capacità economiche all’altezza. Nonostante ciò la sto utilizzando per allenarmi in vista di un futuro campionato. D : Cosa ami di più del “tuo” mondo, il Drifting? R: Per me la parola Drifting è sinonimo di libertà, di spensieratezza che libera il corpo e la mente per un po' di tempo dai problemi di tutti i giorni. In realtà adoro qualsiasi disciplina dell’automobilismo, dal Rally alla velocità in pista: non ho paura a mettermi in gioco, sono molto appassionata del mondo tassellato e affascinata da quello che è stato il Gruppo B, in particolare quel modo “aggressivo” di guidare ad alte velocità senza paura del sovrasterzo. I miei miti? Michèle Mouton, Biasion e Alex Zanardi. D : In questo difficile momento storico che stiamo affrontando in Italia hai anche deciso di provare il simracing. Come ti sembra? R: Sì, vista l’emergenza del Coronavirus e la quarantena forzata, da poco più di due settimane ho deciso di scoprire il mondo dei simulatori! Ho comperato un Logitech G29 completo di cambio ad H, perché volevo una postazione in casa che mi potesse dare la possibilità di allenarmi, soprattutto mentalmente per affinare la mia concentrazione, oltre ad imparare delle tecniche di guida nuove. D : Con quale titolo hai deciso di cominciare la tua avventura nella guida simulata? R: Sto passando il tempo sulla PlayStation 4 con Project Cars: ho iniziato la carriera da poco, ma ho già visto grandi risultati arrivando ai primi posti in classifica, grazie anche all'aiuto di persone molto più esperte conosciute online che mi stanno dando delle “dritte”. D : Noti delle somiglianze con ciò che fai nella realtà? R: Il gioco mi piace molto, è molto realistico e divertente, adoro la sensazione che mi dà il volante quando passo sui cordoli. Lo sterzo è molto reattivo e la sua durezza è simile a quella che si prova nella realtà. La percezione è quella di essere veramente dentro l’auto. Come nella realtà , poi, c’è la necessita di effettuare vari settaggi per ogni auto scelta prima di scendere in pista. D : Ovviamente ci sono anche delle differenze… R: Bé, certo! Il simulatore non mi permette di sentire con il corpo ciò che mi comunica l’auto, i vari spostamenti di carico in curva e, in generale, tutte le reazioni che si provano in pista, che si possono correggere solo quando si è lì per davvero. Io lo uso per lo più come un allenamento mentale per migliorare la concentrazione… anche se la tensione di una gara la senti tutta dall’inizio alla fine! D : Ti piacerebbe approfondire il tema del simracing, magari con qualche gara online? R: In realtà mi sto già allenando in multiplayer, divertendomi con i miei amici! Quando mi sentirò pronta e all’altezza della situazione, mi piacerebbe mettermi in gioco in qualcosa di più serio, magari un Campionato. In ogni caso, ho intenzione di proseguire il mio viaggio nel simracing, perché ho già acquistato Gran Turismo Sport. Prossimamente, inoltre, è in arrivo anche Assetto Corsa. D : Hai già qualche esperienza da condividere con noi in fatto di gare online? R: Direi di sì: recentemente ho partecipato a una gara di tre giri con tre giocatori sul circuito di Spa-Francorchamps al volante delle LMP1. Ho mantenuto la prima posizione dall’inizio alla fine e, di contro, gli altri si sono scollegati tutti! Posso dire che mettermi in gioco in questo mondo non mi fa alcuna paura, anzi mi sprona a fare sempre meglio! So di poter essere migliore di qualcun’altro ma allo stesso tempo non all’altezza di altri più allenati: serve tanta pratica! D : Sulla base della tua esperienza reale e virtuale, hai qualche consiglio da dare a tutti quei giovani piloti che vogliono iniziare a praticare simracing? R: Per me, grande appassionata di motori e di meccanica, ma anche di musica, animali, arte e fotografia, c’è sempre e sempre ci sarà da imparare nella vita. I veri Campioni sono coloro che hanno la forza di non arrendersi mai alle difficoltà, quindi il mio consiglio è quello di credere sempre nei propri sogni ed obiettivi, anche se sembrano irraggiungibili! Inoltre credo che bisogna essere sempre se stessi, unici e originali: di copie, in giro, ce ne sono anche troppe! D : Bene, grazie mille per l'intervista Ylenia. Buon simracing! R: Grazie a voi! Se volete seguirmi online, questi sono i miei canali Facebook e Instagram, mentre questo è il mio canale personale di YouTube dove carico i miei video. Ci vediamo in pista!
  8. Tre sono le novità da segnalare oggi, che riguardano Gran Turismo Sport per Playstation 4. In primis la radicale modifica al sistema di penalità del gioco, che negli ultimi giorni aveva scatenato infinite polemiche, con numerosi piloti, anche nomi particolarmente noti e vincenti del titolo Polyphony, che annunciavano polemicamente il ritiro da tutte le competizione! Speriamo che con l'update rilasciato la situazione migliori ed anche in fretta. Non c'è da meravigliarsi invece, se, a causa dell'attuale situazione con il coronavirus (COVID-19) e il rinvio della 24 Ore del Nürburgring, l'evento live Gran Turismo "World Tour 2020 - Nürburgring", programmato per il 22 e 23 maggio 2020, è stato cancellato. Polyphony sta seguendo la situazione per poter rivedere il formato del FIA GT Championship 2020, compresi i relativi eventi live World Tour e le finali mondiali. Le gare online in corso si concluderanno alla fine della fase 1, col round 10 del 18-19 aprile, che sarà considerata come Exhibition. Il FIA GT Championship 2020 inizierà ufficialmente il 25 aprile, ma per la definizione degli eventi e sul programma bisognerà attendere. Infine segnaliamo la nuova "RX-Vision GT3 Concept" di Mazda, ora partner ufficiale del FIA GT Championship, vettura che sarà disponibile con un nuovo update online a partire dal 25 Maggio.
  9. Arriva il 27 l'update di Febbraio per Gran Turismo Sport, con l'aggiunta, fra le altre cose, di tre nuove vetture: Aston Martin DBR9 GT1, Fiat 500 1.2 SS e Nissan 180SX Type X.
  10. Il brand Gran Turismo, dal 1997 fino ad oggi, ha venduto la bellezza di 80 milioni di copie, ma l'obiettivo di Polyphony Digital ed in particolare del suo fondatore Kazunori Yamauchi, il papà della saga GT su Playstation, va ben oltre il dominio del mercato dei racing games: in una intervista rilasciata a Motorsport.com, Yamauchi afferma in sostanza che la sua missione, tramite GT Sport e ciò che seguirà, è quella di "salvare" il motorsport! Perché con i costi di accesso alle vere corse automobilistiche così elevati, senza il simracing ci potrebbe essere il pericolo che un'intera giovane generazione non abbia mai la possibilità di provare a correre. Da questo punto di vista, l'Esports non vuole sostituirsi al motorsport, ma vuole aiutarlo. "Questo è qualcosa che dobbiamo fare per garantire la sopravvivenza degli sport motoristici in futuro", afferma Yamauchi, "Questa attività, tutte le diverse cose che stiamo facendo, è qualcosa che è necessario per continuare. Non è come se stessimo lavorando per sconfiggere o superare gli attuali sport motoristici esistenti. Tutto questo fa parte dello sforzo per farlo andare avanti e renderlo qualcosa di eterno." Aggiunge: "Ad esempio, quanti amici hai avuto a scuola che gareggiano sui kart? Ma ci sono milioni di persone al mondo che giocano a Gran Turismo. Imparano le vere tecniche di guida e apprendono le vere meccaniche alla base di un'auto, e ogni sera organizzano gare online con gli altri. E di sicuro, io penso che alcuni di quei ragazzi, crescendo, entreranno nel mondo dei motori". Yamauchi aggiunge che le corse automobilistiche hanno attraversato alcune epoche molto definite negli ultimi decenni, in cui le barriere all'ingresso che erano aperte a tutti alcuni decenni fa hanno iniziato a chiudersi. "Il motorsport ha una storia di circa 150 anni", spiega. "In origine era uno sport per la classe più ricca in sostanza, e quell'epoca è durata per un po'. Ma penso che fu probabilmente negli anni '70 che le porte degli sport motoristici iniziarono ad aprirsi alle persone normali di tutto il mondo. E quello fu l'inizio di un momento, un momento speciale, in cui il semplice posizionamento di adesivi sull'auto portava milioni che potevano essere utilizzati. Ma non penso che quelle porte siano state aperte per molto tempo. Penso che negli anni '90 quella porta stesse iniziando a chiudersi. Quindi nei 150 anni di storia del motorsport, penso che ci siano stati quei 20 anni che sono stati un momento davvero eccezionale ed erano molto diversi. Se guardi Le Mans oggi, vedi che il numero di piloti gentlemen è enorme. E se guardi al mondo delle corse su monoposto, è un mondo in cui se non hai molti soldi per cominciare, non puoi neppure pensarci. Quindi penso che il motorsport sia tornato a quell'epoca in cui era aperto solo a poche fortunate persone. Osservandoli ora, sento che se lasciati soli, gli sport motoristici potrebbero davvero tornare indietro nell'epoca in cui le persone normali non sarebbero mai coinvolte al suo interno. E non credo sia una buona cosa. Ecco perché ho creato Gran Turismo Sport, dove puoi correre per anni con un costo forse di un set di pneumatici." Un buon esempio di come Gran Turismo stia raggiungendo questo scopo, viene dal giovane brasiliano Igor Fraga. L'attuale leader della Toyota Racing Series, che ha appena firmato un accordo per unirsi a Charouz nella F3 europea, è un campione di Gran Turismo che ha mantenuto viva la sua carriera nel simracing quando è stato costretto a prendersi una pausa dalle corse reali. "Al giorno d'oggi, ovviamente, ci sono altri simulatori di guida, e questo è diventato in qualche modo lo standard nel mondo. Ma penso che nel momento in cui stavamo creando Gran Turismo - nel 1997 - siamo stati davvero in grado di creare qualcosa che si è imposto come lo standard". Con la sua chiara visione della missione che Gran Turismo deve garantire un futuro a lungo termine per le corse online, Yamauchi è impegnato come sempre nel suo lavoro nonostante abbia trascorso 20 anni con lo stesso progetto. "Penso che siamo in un'epoca in cui negli sport motoristici, si può tornare ad essere quello che era", ha detto "Siamo ancora in quella parte di quel periodo eccezionale, in termini di apertura al pubblico, ma è qualcosa a cui dobbiamo pensare, per mantenere gli sport motoristici così popolari come lo sono ora. È qualcosa su cui dobbiamo lavorare per continuare ad essere popolari. Ed è anche per questo che i produttori di automobili sono coinvolti e ci mostrano anche il loro supporto, perché si rendono conto che siamo in questo momento critico, in cui potremmo perdere l'interesse del pubblico". Attendiamo quindi il prossimo evento del World Tour di Gran Turismo Sport, che si svolgerà a Sydney dal 15 al 16 febbraio.
  11. Nel 2018 Igor Fraga ha vinto il campionato con una rimonta indimenticabile e nel 2019 l'imperturbabile Mikail Hizal ha dominato il torneo con prestazioni velocissime da manuale. Ora il FIA Gran Turismo Championship, che ha messo in mostra piloti fantastici e colpi di scena fin dalla prima gara, arriva alla sua terza edizione. L'evento live World Tour inaugurale del campionato 2020 si svolgerà il 15 e 16 febbraio in Australia nella capitale dell'emisfero australe, Sydney. Il campionato di quest'anno prenderà il via al Big Top Sydney, situato all'interno del parco divertimenti vintage Luna Park Sydney. 50 tra i migliori piloti, provenienti da 18 paesi e già in gara nelle finali mondiali dell'anno scorso, torneranno di nuovo in pista. Come nei precedenti World Tour, si svolgeranno una Nations Cup, che vedrà i piloti in gara individualmente, e un Manufacturer Series in cui si affronteranno le case costruttrici. I precedenti campioni Igor Fraga e Mikail Hizal non parteciperanno a questo torneo, mentre a difendere i colori italiani troveremo ancora una volta Giorgio Mangano, Salvatore Maraglino e Valerio Gallo ! Dal 24 al 31 gennaio 2020 hai la possibilità di vincere un esclusivo soggiorno a Sydney offerto da TAG Heuer per l'appuntamento inaugurale del FIA Gran Turismo Championship 2020: è un'occasione unica per seguire dal vivo gli eventi live della Nations Cup e del Manufacturer Series, partecipare alla competizione Pro-Am e incontrare Kazunori Yamauchi, creatore della serie Gran Turismo!
  12. Dopo il rilascio della GR Supra, il team Polyphony lancia domani, 18 Dicembre, il nuovo update ufficiale che porta il suo Gran Turismo Sport alla versione 1.53. L'aggiornamento ci mette a disposizione 7 nuove vetture, fra le quali la Ford GT 2017 e l'attesissimo nuovo tracciato di Laguna Seca !
  13. Sapevamo già che ci sarebbe stato un aggiornamento per GT Sport questa settimana. Quello che non sapevamo erano i modelli delle macchine, ma ora ci sono novità anche su quel fronte. Kazunori Yamauchi ha pubblicato il suo tradizionale teaser con un tweet, che di solito induce i fan su cosa aspettarsi dall'aggiornamento. Tuttavia, come da tradizionale, uno dei negozi PlayStation regionali ha già rivelato le precise identità di tutte e cinque le auto. Una di queste è una vera una sorpresa, visto che stiamo parlando del ritorno di un produttore che molti pensavano che non avremmo mai più visto, ovvero la RUF. Con il proliferare della Porsche attraverso diversi giochi, la presenza di RUF è diminuita. Solo The Crew 2 includeva anche le RUF. Di seguito, l'elenco completo delle auto che saranno aggiunte con l'aggiornamento atteso per domani 28 novembre: BMW M3 Coupe ’07 (N300) Jaguar Vision Gran Turismo Coupe (Gr.X) RE Amemiya FD3S RX-7 Ruf CTR3 ’07 (N700) Toyota 86 GT Limited ’16 (N200) Quale di queste modelli preferite? Fatecelo sapere sul forum nell'apposita sezione.
  14. Come annunciato qualche giorno fa in questa notizia Lamborghini avrebbe rivelato la sua Vision GT al GT Sport World Tour a Monaco, e così è stato. L'auto ha un design futuristico, e si ispira in parte alla Lamborghini Sian FKP 37, un concept presentato quest'anno al Frankfurt Motor Show, concept con il quale condivide anche il propulsore: un Lamborghini V12, simile a quello della Aventador SVJ. Ci sono ulteriori 34 cavalli che derivano da un supercondensatore, per un totale di 807 cv. Del design se ne è occupato il Centro Stile e il suo head of design Mitja Borkert. Caratterizzata da un design estremo, mantiene comunque alcuni accenni degli altri design Lamborghini. La vettura è una monoposto, con della tecnologia high tech al suo interno, come un head-up display e un assistente vocale. L'auto arriverà in primavera nel 2020, Stefano Domenicali, chairman di Lamborghini ha così commentato: Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti o nel topic dedicato
  15. Mazda ha rivelato i primi dettagli della sua RX-Vision GT3, vettura che i giocatori di Gran Turismo Sport potranno utilizzare nel 2020 nei campionati online certificati FIA. La RX-Vision GT3 prende le basi del pluripremiato concept RX-Vision che Mazda ha rivelato al Motor Show di Tokyo 2015. Il capo del design di Mazda, Ikuo Maeda, è l'uomo che sta dietro entrambe le vetture. Il marchio sta ancora pianificando una versione di produzione dell'auto, che potrebbe arrivare in tempo per il suo centenario il prossimo anno. Per creare la versione GT3 dell'auto, Mazda ha aggiunto alcuni spunti provenienti dal mondo del motorsport. Sebbene possa essere leggermente attenuata nel design finale, questa versione include grandi estensioni nella parte posteriore, con una nuova ala e un nuovo diffusore, insieme ad un grande splitter anteriore. Julien Montousse, direttore senior del design presso Mazda North America, ha rivelato che la RX-Vision GT3 dovrebbe avere una distribuzione del peso ideale di 48:52, con il motore montato in posizione centrale, qualunque sia la sua eventuale configurazione. Sebbene non annunciato alla presentazione, la partnership con Mazda si spinge oltre il semplice concetto di una sola auto da corsa. Anche altri modelli Mazda potrebbero arrivare. Noi ovviamente vi forniremo maggiori informazioni man mano che le otteniamo. Cosa ne pensate dell'auto? Esprimete la vostra opinione sul forum.
  16. Lewis Hamilton è fresco vincitore del suo sesto campionato mondiale di Formula 1, ma ultimamente è stato molto impegnato anche per qualche azione su Gran Turismo. Polyphony Digital e Hamilton hanno lavorato insieme per portare una nuova modalità di gioco su GT Sport, in arrivo il 28 novembre. La nuova modalità è effettivamente una prova a tempo uno contro uno, ma l'avversario da battere è molto speciale. Hamilton ha lavorato per ottenere i tempi sul giro in dieci dei circuiti del gioco e i giocatori devono cercare di batterli. Non sorprende il fatto che i giri veloci siano tutti stati realizzati con auto marcate Mercedes, con la AMG GT GT3 e la temibile Sauber C9 Group C. Ecco di seguito le dieci sfide disponibili nella modalità sui seguenti circuiti: Autódromo de Interlagos Autodromo Lago Maggiore – GP Autodromo Nazionale Monza Brands Hatch Grand Prix Circuit Dragon Trail – Seaside Mount Panorama Motor Racing Circuit Nürburgring GP Nürburgring Nordschleife Suzuka Circuit Willow Springs International Raceway: Big Willow Hamilton ritiene che i giri saranno molto difficili da battere. Durante l'evento a Monaco, ha affermato anche che se qualcuno lo avesse battuto, tornerà per fare giri migliori. Per aiutare i giocatori nella loro sfida, il replay avrà il fantasma di Hamilton insieme alla telemetria. Se riesci a superare tutte le sfide, sbloccherai il limite di credito nel gioco. Passerà da 20 milioni di crediti a 100 milioni di crediti, permettendo a chi ha bisogno di decidere quale delle auto da collezione iper-costose comprare. Quanti di voi riusciranno a sconfiggere il campione del mondo di Formula 1? Raccontatecelo sul forum!
  17. Durante le finali mondiali del FIA GT Championship 2019 che si svolgeranno dal 22 al 24 novembre a Monaco, gli eventi principali della Nations Cup e del Manufacturer Series saranno affiancati da diverse gare di esibizione e annunci riguardanti Gran Turismo Sport. Il 22 novembre si svolgerà una gara di esibizione Pro-Am a cui parteciperà nientemeno che Lewis Hamilton, recentemente laureatosi per la sesta volta campione del mondo dopo il Gran Premio degli Stati Uniti. Sarà affascinante assistere alla prestazione della stella della Formula 1 in Gran Turismo Sport. Kazunori Yamauchi, produttore della serie Gran Turismo, farà inoltre un nuovo annuncio riguardante la serie Gran Turismo. L'evento sarà trasmesso in diretta tra le semifinali della Nations Cup. Alle finali mondiali verrà inoltre presentato un nuovo circuito: WeatherTech Raceway Laguna Seca. Questo leggendario circuito californiano è apparso in tutti i giochi della serie da Gran Turismo 2 in poi e tornerà più bello che mai in Gran Turismo Sport. L'appuntamento è per le finali della Nations Cup e del Manufacturer Series. Sono in programma anche diversi altri eventi, come un Trackside Talk con Mazda e Kazunori Yamauchi, in cui presenteremo un bozzetto della MAZDA RX-VISION GT3 CONCEPT che sarà presente nel FIA GT Championship dall'edizione 2020. Il 24 novembre, ultimo giorno dell'evento, verrà presentata una nuova Vision Gran Turismo, realizzata da Lamborghini. Progettato da Lamborghini per gli appassionati di motori e videogiochi, questo super prototipo virtuale prenderà vita.
  18. survivor91

    Gran Turismo Sport: confermato Laguna Seca!

    Eravamo rimasti piuttosto sorpresi quando una voce della scorsa settimana ha rivelato il fatto che un altro famoso circuito stava arrivando su GT Sport . Un documento diffuso ai giocatori durante la finale mondiale di questo fine settimana mostrava che Laguna Seca faceva parte nella lista delle piste del gioco. Ora sembra che il circuito sia passato da quella che fino a pochi giorni fa era una voce trapelata ad una vera e propria conferma. La notizia viene fornita tramite un tweet dell'account portoghese della PlayStation, che contiene un video promozionale per il World Tour di questo fine settimana. Il video è lungo solo 15 secondi, ma come potete vedere include delle scene del rettilineo principale e ovviamente il cavatappi: Nel caso in cui non si abbia familiarità, Laguna Seca è uno dei circuiti più importanti nella storia di Gran Turismo. Il percorso a Monterey, in California, è stato il primo tracciato del mondo reale ad apparire in un gioco Gran Turismo, di nuovo in GT2 , ed è apparso in tutti i giochi fino a GT Sport. Dopo quello di Spa-Francorchamps, è uno dei circuiti più richiesti dai fan.
  19. Dopo Jaguar ecco che anche Lamborghini si appresta a svelare la sua Vision GT e il luogo scelto è proprio l'evento finale del GT Sport Monaco World Tour La concept car sarà protagonista della finale della Nations Cup domenica alle ore 18 italiane. L'account Twitter di Gran Turismo ha anche pubblicato un piccolo teaser della nuova concept car Cosa ne pensate? Fatecelo sapere sotto nei commenti o nel topic dedicato
  20. La finale mondiale per il FIA Online Championship 2019 potrebbe essere proprio dietro l'angolo, ma la possibilità di qualificarti per il prossimo anno è già iniziata. All'inizio di novembre si è conclusa la prima Exhibition Series in vista della stagione 2020. La seconda tappa avrà inizio oggi mercoledì 13 novembre, con altri dieci round in entrambe le serie di Coppa delle nazioni e di produttori che ci porteranno alla fine dell'anno. Sebbene tecnicamente sia solo un evento espositivo, potrebbe avere implicazioni per il calendario 2020. I giocatori che soddisfano i criteri della prima Exhibition Series sono già in grado di registrarsi per ottenere lo status di giocatore stella. Ciò significa che avranno accesso alle gare di alto valore della seconda stagione, che li aiuteranno a qualificarsi nuovamente per la classifica speciale della prima serie 2020. E' probabile che assisteremo a degli inviti per un evento World Tour dei primi del 2020 basato sulle classifiche di dicembre. Il calendario completo per entrambi gli eventi della seconda stagione è il seguente: Nations Cup Round 1 – November 13 – Autodrome Lago Maggiore – GP/Gr.2 Round 2 – November 16 – Dragon Trail – Seaside II/Gr.4 Round 3 – November 20 – Circuit de Spa-Francorchamps/Gr.1 Round 4 – November 30 – Autodromo de Interlagos/Gr.3 Round 5 – December 4 – Tokyo Expressway – South Inner Loop/N500* Round 6 – December 7 – Kyoto Driving Park – Yamagiwa/Gr.3 Round 7 – December 14 – Sardegna – Road Track A II/Gr.2 Round 8 – December 21 – Dragon Trail – Gardens/One-Make Round 9 – December 25 – Autodrome Lago Maggiore – West/N300 Round 10 – December 28 – Sardegna – Road Track A/Gr.1 Manufacturer Series Round 1 – November 13 – Tokyo Expressway – South Outer Loop/Gr.4 Round 2 – November 16 – Nurburgring – GP/Gr.3 Round 3 – November 20 – Red Bull Ring/Gr.4 Round 4 – November 30 – Sardegna – Road Track C II/Gr.3 Round 5 – December 4 – Dragon Trail – Seaside/Gr.4* Round 6 – December 7 – Autodromo Nazionale Monza No Chicane/Gr.4 Round 7 – December 14 – Autodrome Lago Maggiore – GP II/Gr.3 Round 8 – December 21 – Tsukuba Circuit/Gr.4 Round 9 – December 25 – Circuit de Spa-Francorchamps/Gr.3 Round 10 – December 28 – TBA/TBA Come potete vedere, una gara non ha ancora dettagli, il che potrebbe suggerire un nuovo circuito o un aggiornamento di fine dicembre. Per la seconda stagione, la serie Exhibition mantiene sia il sistema di "pneumatici richiesti" - imponendo ai giocatori di utilizzare determinati tipi di pneumatici durante una gara - sia il nuovo formato orario introdotto nella prima stagione. Per la regione Europa / Medio Oriente / Africa (EMEA), si presenta come segue: 1700 UTC – Nations Cup 1820 UTC – Manufacturer Series 1940 UTC – Nations Cup 2100 UTC – Manufacturer Series 2220 UTC – Nations Cup 2340 UTC – Manufacturer Series Un cambiamento per la seconda stagione si trova nel sistema a punti. Sebbene Polyphony Digital non sia andato nei dettagli, ridurrà il numero totale di punti disponibili per una determinata gara, sebbene continuerà ad utilizzare come base il punteggio medio del giocatore della lobby. Ciò significa che più alto è il punteggio dei tuoi avversari, più punti otterrai. Le precedenti gare della FIA hanno ridotto i punti disponibili quando la lobby non è piena, o se i piloti sono disconnessi prima del traguardo, ma questo cambierà anche per la stagione successiva. Chi di voi parteciperà? Fatecelo sapere sul nostro forum.
  21. Il recente evento del Tokyo World Tour per GT Sport ha avuto una parte significativa dedicata al progetto più recente di Gran Turismo Vision. Kazunori Yamauchi ha dedicato un'intervista su quella che sarà la prossima vettura Vision, con il direttore del design di Jaguar, Julian Thomson, e alla stessa Vision GT. Sebbene il progetto Gran Turismo Vision sia iniziato sul serio nel 2013, con la Mercedes-Benz AMG Vision, il seme dell'idea è venuto molto prima. È qualcosa che tutti i fan di Gran Turismo ricorderanno molto bene, come la copertina per le versioni mondiali di Gran Turismo 5: Prologue. Yamauchi riassume: Quella premonizione ha sicuramente dimostrato di essere il caso. Il progetto Gran Turismo Vision include alcuni dei designer di auto più famosi al mondo, tra cui Albert Biermann (Hyundai), Rob Melville (McLaren), Adrian van Hooydonk (BMW), Marek Reichman (Aston Martin) e Ikuo Maeda (Mazda). Per alcuni marchi è prevista l'anteprima delle future direzioni del design e con Bugatti ha rivelato lo stile essenziale dell'hypercar Chiron mesi prima che la vettura stradale si mostrasse al pubblico. Per quanto riguarda Jaguar, anche la sua auto Vision GT è stato un lavoro d'amore. Thomson spiega: “Da parte mia, ho sempre voluto fare una macchina con Gran Turismo perché è sempre il gioco migliore. E, sfortunatamente, alcuni dei nostri licenziatari continuavano a dirmi di prendere auto in altri giochi e non riuscivo a capire come arrivare in Gran Turismo!” Una casualità ha messo Thomson in contatto con il team di Gran Turismo Explore, il "braccio" specializzato di Polyphony Digital che si occupa di collaborazioni esterne. Lo studio ha basi in Giappone, Los Angeles e Amsterdam, gestendo relazioni con case automobilistiche, marchi di abbigliamento e simili. Dopo quell'incontro nel novembre 2016, Jaguar e Polyphony Digital hanno lavorato sull'auto Vision GT che è stata potuta vedere a Tokyo. Thomson spiega: “Ci è voluto molto tempo per iniziare, ma una volta che l'abbiamo fatto, lo sai. Questi ragazzi sono così appassionati di consegnare l'auto in modo corretto. Era solo una giovane squadra dei miei designer che lavorava sull'auto e l'hanno fatto praticamente nel tempo libero. Verso la fine del progetto, questi due giovani designer hanno svolto la maggior parte del lavoro. I dettagli necessari per realizzare questi modelli sono, giustamente, tantissimi: C'è un modello di un motore e le sospensioni sono tutte modellate, anche l'interno e le trame dei tessuti, i colori, tutto deve essere inviato agli sviluppatori. È davvero come progettare un'auto vera, ci sono molte cose, è un grande lavoro. Per commentare la notizia fate riferimento al nostro forum.
  22. Vi avevamo raccontato nei giorni scorsi con questo articolo del problema di Gran Turismo Sport in merito alla possibilità di impostare la pioggia su tutte le piste del gioco, anche su quelle dove non era previsto esserci tale condizione meteo. Questa mattina è arrivato l'aggiornamento da parte di Polyphony Digital che mira a correggere questo intoppo. In effetti, le note ufficiali della patch, che pesa solo 158,6 MB, contengono solo un oggetto e non è qualcosa che porterà a troppe celebrazioni. Allo stesso tempo, gli sviluppatori hanno affrontato un exploit delle gare sulla pista di Spa-Francorchamps, sulla quale sono state aggiunte delle piccole barriere aggiuntive - che compaiono solo nella modalità Sport - per impedire di tagliare alla chicane, insieme ad un ripristino della classifica. Il changelog ufficiale recita:
  23. Kazunori Yamauchi, responsabile dello studio Polyphony Digital, ha confermato che esiste una possibilità che i circuiti preferiti dai fan dei precedenti capitali di Gran Turismo possano essere presenti nel moderno Gran Turismo Sport. Parlando durante un'intervista durante l'evento del Tokyo World Tour, Yamauchi ha dichiarato di non escludere il ritorno di questi circuiti. Questa è una buona notizia per i fan; se c'è una cosa che i giocatori di GT Sport hanno chiesto a gran voce, oltre al circuito di Spa-Francorchamps, sono questi circuiti originali. Molti di noi ricorderanno con affetto di aver sfondato migliaia di miglia di chilometri a Trial Mountain, Autumn Ring e Deep Forest, ma fino ad oggi queste piste sono state assenti. Yamauchi in precedenza aveva dichiarato che c'erano problemi tecnici con l'importazione dei dati nelle versioni più recenti del gioco, ma sembrava più positivo a Tokyo. Quando dei giornalisti gli hanno posto la domanda sul vedere tornare le vecchie piste, la sua risposta è stata: "Penso che ci sia la possibilità. Non direi di no." Yamauchi è stato recentemente sorpreso dal fatto che ai giocatori piace giocare ai giochi più vecchi. Questa sua passione potrebbe essere una motivazione per lo studio a lavorare sulla loro risurrezione nell'era 4K. Fateci sapere cosa ne pensate sul nostro forum
  24. Il canale YouTube MotoGamesTV ha pubblicato un interessante video confronto guidando la Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce sul mitico circuito di Spa Francorchamps in tre giochi diversi: Assetto Corsa (versione Xbox One X), Forza Motorsport 7 (versione Xbox One X) e Gran Turismo Sport (su PS4 Pro) Quale sia il migliore tra i tre sta a voi deciderlo, buona visione
  25. Negli ultimi mesi, Polyphony Digital ha aggiunto una nuova variante delle condizioni di bagnato a numerose piste di Gran Turismo Sport. Le abbiamo viste per la prima volta all'evento del World Tour in Germania, con il Red Bull Ring bagnato. Da allora, il team ha aggiunto anche un pò di umidità alla Tokyo Expressway e, proprio la scorsa settimana, il circuito di Spa-Francorchamps ha debuttato con la pioggia. È un processo lento che si riduce essenzialmente al modo in cui Polyphony Digital esegue il pre-rendering delle condizioni di illuminazione dei circuiti. L'illuminazione è naturalmente diversa anche durante la pioviggine più mite, quindi le varianti meteorologiche devono essere ridisegnate per far fronte alle precipitazioni. Ciò significa che è necessario attendere un pò di tempo prima di vedere la tua pista preferita aggiunta all'elenco wet. Tuttavia, alcuni giocatori intraprendenti hanno scoperto qualcosa di simile a una scorciatoia. Con determinate impostazioni della lobby privata si può far si che le condizioni atmosferiche umide siano ora disponibili su qualsiasi pista del gioco, persino sui campi di rally. Creare da soli questa situazione è un processo semplice in due fasi. Innanzitutto, imposta una Lobby come preferisci - con le auto e le impostazioni che preferisci - ma imposta la pista su una qualsiasi di quelle abilitate alla pioggia e con le condizioni di pioggia. Una volta caricato, torna alle impostazioni dell'evento e cambia la pista con qualsiasi circuito desideri, all'ora del giorno predefinita. Ora hai tempo umido sulla tua "nuova" pista. Funziona su tutti i circuiti, ma a vari livelli. Sembra che tutte le piste generino gocce di pioggia visibili, innescando i tergicristalli della macchina. Le condizioni riducono anche in particolare l'attrito superficiale e l'avvertimento del freno si adatta alla perdita di aderenza e all'aumento degli spazi di frenata. Tuttavia, l'acqua della superficie è un pò incostante. Alcuni tracciati, come il percorso sud della Tokyo Expressway - l'unica pista di Tokyo che al momento manca di una variante in condizioni di bagnato - sembrano relativamente completi, con macchie di acqua stagnante e una strada più riflettente (anche se piove in modo improbabile nei tunnel e nella struttura del parcheggio in corsia dei box) ). Altri sembrano ossi secchi, ma agiscono bagnati. Naturalmente, senza la piena illuminazione delle vere piste bagnate, queste condizioni glitch sono una cosa abbastanza scadente. Detto questo, hai l'opportunità di provare piste bagnate che non sarebbero disponibili normalmente. Il glitch dovrebbe essere presto soggetto a una patch, quindi goditi questo momento se puoi. Per commenti e discussioni fate riferimento al topic dedicato sul forum.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.