Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'dakar'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • Driving Simulation Center
    • Pilota Virtuale: la rubrica TV sul simracing esport!
    • Gare
    • DrivingItalia Champs & Races

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 3 results

  1. Grazie al prezioso contributo di Wikipedia, cerchiamo innanzitutto di capire cosa è davvero il Rally Dakar o semplicemente La Dakar o Parigi-Dakar. Si tratta di uno dei rally di automobilismo e motociclismo più famosi al mondo, che prevedeva fino al 2007 la tappa finale nella capitale del Senegal, nell'Africa occidentale. È noto anche come "Parigi-Dakar" in quanto nelle prime edizioni il percorso iniziava appunto dalla capitale francese per terminare in quella del Senegal. La gara, dopo un prologo in Europa, attraversava diversi paesi africani e il deserto del Sahara fino ad arrivare a Dakar. Dopo l'annullamento dell'edizione 2008, proprio quando la gara era pronta a partire, per le serie minacce di attentati terroristici, dal 2009 la corsa ha spostato il suo percorso in Sudamerica, mantenendo comunque la denominazione di Dakar. Alla gara partecipano auto, moto, camion e quad. Fra i momenti storici della Dakar, maratona ideata da Thierry Sabine, possiamo ricordare l'edizione del 1982, che fu caratterizzata dalla costosissima missione internazionale di ricerca e salvataggio di Mark Thatcher, figlio dell'allora Primo Ministro britannico Margaret smarritosi nel Sahara mentre partecipava alla competizione con la sua Peugeot 504. Oltre all'indiscusso fascino questa competizione è tristemente famosa per la sua pericolosità, infatti molti piloti hanno perso la vita nel tentativo di compiere questa impresa, come ad esempio il campione toscano Fabrizio Meoni, vincitore delle edizioni 2001 e 2002, è deceduto tre anni dopo l'ultimo successo. Anche la popolazione locale è stata spesso coinvolta in incidenti mortali mentre il fondatore della corsa, Thierry Sabine, ha perso la vita precipitando in elicottero. Dopo l'edizione del 2008 annullata dall'organizzazione, nel 2009 la gara si è spostata in Sudamerica, tra Argentina e Cile, con partenza da Buenos Aires, con la novità della categoria dei quad. A partire dall'edizione 2012 non si ha più un percorso ad anello, ma un tracciato che va da costa a costa del sud America. Vincitore nel 2018 con la sua Peugeot 3008 preparata è stato il famoso campione rally Carlos Sainz, ad otto anni dal suo primo trionfo a Buones Aires. Il compito di Bigmoon Studios non è quindi affatto semplice, dovendo confrontarsi con un vero mito del motorsport, da riprodurre nelle sue innumerevoli sfaccettature, che non riguardano solo il semplice correre ed andar forte con vari mezzi. Il nuovo Dakar 18, questo il titolo del software con licenza ufficiale della prestigiosa corsa, uscirà il prossimo 11 settembre su PC anche via Steam, PS4 e Xbox One, ma possiamo già esprimere un parere sulla versione resa disponibile per la stampa in anteprima che, ve lo diciamo subito, ci ha piacevolmente colpito. Da segnalare immediatamente che, prenotando ora DAKAR 18 (sito web dedicato), si riceverà il contenuto bonus in edizione limitata "Ari Vatanen torna a Dakar", che include il leggendario pilota della Parigi-Dakar, Ari Vatanen, e la sua mitica Peugeot 205 T16, con la quale vinse l'edizione del 1987. Basato in ogni dettaglio sulla maratona annuale organizzata in Sud America, DAKAR 18 vuole porsi come una simulazione realistica del più grande rally fuoristrada del mondo, con la possibilità di scegliere tra una grande varietà di veicoli, tra cui motociclette, auto, camion, quad e SUV. I giocatori avranno anche la possibilità di sfidarsi in accese battaglie multigiocatore online, oppure potranno giocare offline per affinare le proprie abilità in un vastissimo open world. In Dakar 18 non mancheranno ovviamente piloti e veicoli ufficiali, come Sam Sunderland e la sua KTM, le Peugeot 3008 DKR, le nuove MINI John Cooper Works, Yamaha Raptor Quad con Alexis Hernandez, i Camion VEKA MAN e cosi via. Ecco in sintesi cosa vuole offrirci lo sviluppatore con Dakar 18: Fisica dei veicoli realistica esperienza fuoristrada con grafica fotorealistica, ottenuta tramite la conversione di immagini satellitari sul terreno di gioco, che si estende su 12 vasti open world (per 14 livelli di gioco) coprendo 80 mappe di 100km² ciascuna. Sistema di navigazione realistico Condizioni meteorologiche dinamiche basate su un ciclo di simulazione realistico: il terreno cambia in base alla condizioni climatiche Terreno deformabile: un'esperienza di guida autentica, con simulazione realistica di terra, rocce, fango, acqua, sabbia e persino tempeste di sabbia. Soccorso e riparazione del mezzo Giocatore singolo e multigiocatore: il gioco consente una completa esperienza competitiva multigiocatore. Usando lo stesso set, i giocatori potranno connettersi e sfidarsi in emozionanti gare online. Dakar 18 si svolge come detto tra gli sterrati di Perù, Bolivia e Argentina, riproducendo una sterminata mappa, divisa in tappe, esattamente come l'originale, con l'idea di riprodurre in un videogioco le peculiarità di una corsa unica. Quello che fa risultare il gioco una scommessa vincente, è proprio il fatto di voler riprodurre non solo la guida di un rally cosi particolare, ma anche le sue innumerevoli sfaccettature tecniche e pratiche, che piloti e navigatori si trovano a dover affrontare in ogni km di percorso. Per risultare vincenti e godere in pieno dell'esperienza di Dakar 18 bisogna innanzitutto pensare: correre come pazzi, senza preoccuparsi del terreno, delle condizioni climatiche, del nostro mezzo, della mappa e cosi via, ci porterà inesorabilmente ad un ritiro prematuro. Vediamo il perchè. Dakar 18 non prevede di partire da un punto A per arrivare a un punto B, come accade di norma nei giochi di rally. Bisogna invece orientarsi in mappe completamente aperte all'interno di ambienti con pochissimi punti di riferimento, passando si attraverso diversi checkpoint, ma sfruttando l'unico aiuto del prezioso roadbook. Il roadbook, incredibilmente uguale a quello reale, non solo visivamente, ma anche per come va utilizzato, ci indica ogni quanti chilometri bisogna sterzare in una data direzione, fornendo alcune indicazioni genercihe sull'ambiente circostante. Facciamo un esempio per capirci: partiamo dal nostro bivacco, il roadbook ci dirà di proseguire per un chilometro dritti, quindi di svoltare in direzione 200 (ovviamente abbiamo la bussola) e proseguire per altri tre chilometri. E così via. Alla difficoltà del seguire queste coordinate, bisogna aggiungere ostacoli o passaggi pericolosi che ci "consiglieranno" delle deviazioni, costringendoci quindi ai calcoli kilometrici in eccesso, per tornare nella direzione corretta. Raccontata cosi può sembrare semplice, in realtà non lo è affatto, in quanto bisogna orientarsi, seguire le indicazioni, guidare, fare attenzione al fondo, ai pericoli, ostacoli ecc. il tutto in contemporanea e per di più cercando di andare forte ! Per iniziare a prendere dimestichezza con l'intero sistema, o per i piloti principianti, Bigmoon Studios ha previsto tre diversi step: il primo ci fornisce delle frecce che ci accompagnano nel tragitto, il secondo ci dà modo di tornare per un massimo di tre volte al checkpoint precedente, mentre l'ultimo livello è quello più completo e realistico, nel quale dovremo cavarcela da soli. Il mio personale consiglio è quello di utilizzare il solo livello intermedio per le prime volte, altrimenti ci si perde gran parte della spettacolarità di questo tiolo, che sta proprio nel perdersi e trovare una soluzione. Da non dimenticare la presenza di mezzi di categorie differenti, ognuno con le sue peculiarità: auto, camion, SxS, moto e quad sono tutti e cinque presenti in Dakar 18, con i primi tre che prevedono la presenza di un navigatore e gli ultimi due che invece ci impongono di far avanzare manualmente il roadbook ad ogni passaggio completato. La scelta del veicolo influenza ovviamente in modo determinante la guida e la nostra strategia di gara: per esempio, i camion sono più pesanti (occhio alla sabbia!) e più ingombranti da manovrare attraverso alcuni degli ostacoli, quindi è spesso saggio deviare dalla tabella di marcia e cercare di trovare un percorso alternativo, evitando dune troppo ripide. Le moto sono molto più fragili, molto difficili da gestire in acqua, con il pericolo di essere sbalzati giù dalla sella. Questa varietà permette fra l'altro di correre nuovamente uno stesso scenario con veicoli diversi, in quanto cambierà totalmente l'approccio alla gara L'altissima concentrazione, l'emozione, la tensione e la spettacolarità che si vivono guidando stando attenti a non ammazzarsi giù da una duna, controllare il roadbook e verificare di andare nella direzione giusta, sono ad un livello altissimo, mai raggiunto da nessun altro titolo in precedenza, fattori che rendono l'esperienza di gioco inaspettatamente estrema. Probabilmente si tratta di un'insieme di caratteristiche che scoraggeranno i piloti meno estremi, ma rappresentano un "must" per gli appassionati di simulazione ed i driver estremi. Bigmoon Studios non ha posto grande attenzione solamente alle regole di gara, ma anche al modello di guida: i diversi mezzi ufficiali della competizione sono riprodotti in modo decisamente convincente, con le diverse trazioni, la potenza e le peculiarità di ciascuna classe di veicoli che si possono percepire chiaramente, così come la progressiva perdita di controllo qualora si subissero dei danni (solo funzionali e non estetici per ragioni di licenze). Non è ancora convincente in pieno invece la resa delle diverse superfici, con sabbia, fango, terra battuta e fuoristrada che spesso risultano avere un'aderenza eccessiva o troppo limitata, uno scivolamento dei pneumatici troppo marcato, o in certi casi impantanamenti esagerati o quasi nulli. Fra l'altro la peculiarità del "terreno deformabile" si percepisce solo in alcune situazioni, mentre in altre risulta impattare in maniera molto limitata. Speriamo quindi che il testing fino a settembre sistemi queste problematiche, che in molti casi risultano essere fastidiose. Una feature interessante di Dakar 18, sviluppata grazie alla collaborazione del team di Honda, è rappresentata da cinque lezioni basate sui loro reali metodi di allenamento. Un altro aspetto particolare sono i punti Dakar, in pratica la valuta nel gioco, che si ottengono raggiungendo i checkpoint e svolgendo compiti particolari, come rimorchiare altri giocatori. Sono essenziali per la riparazione dei veicoli. Tramite un apposito menu infatti, possiamo valutare le condizioni del mezzo, selezionando poi ciascun componente e spendendo una certa quantità di punti Dakar per riparare le aree che potrebbero essere state danneggiate, come sospensioni, pneumatici o freni. Inutile dire che una guida sconsiderata ci porterà al prematuro abbandono del rally raid più famoso del mondo... A livello di grafica Dakar 18 ha una doppia faccia: a modelli dei veicoli convincenti e dettagliati, si contrappongono i piloti all'interno degli abitacoli, un po' grezzi. Nel complesso però il colpo d'occhio è piacevole e, soprattutto, funzionale allo scopo di simulare un territorio sconfinato, lasciandoci soli nel suo nulla. Nulla che di fatto rappresenta quasi un'avventura che potrà anche essere giocata in multiplayer, fino a 8 persone, con alcune meccaniche interessanti come quella che prevede di aiutare o essere aiutati qualora si resti impantanati oppure di uscire dall'abitacolo o scendere dalla sella per cercare di risolvere problemi legati agli ostacoli naturali disseminati per le mappe. Dakar 18 si pone un obiettivo molto ambizioso: riprodurre in maniera realistica una delle competizioni più complesse, dure e affascinanti del mondo. E in gran parte riesce a centrare proprio questo obiettivo, pur se al momento con alcune problematiche ed una grafica non proprio al top di gamma. Speriamo quindi che Bigmoon sistemi assolutamente le peculiarità legate alla fisica e dinamica dei veicoli e delle superfici, perchè in fin dei conti saremo troppo impegnati a restare vivi, piuttosto che ammirare i paesaggi che ci circondano... Per commenti e discussioni fate riferimento a questo topic del forum.
  2. Bigmoon Entertainment e Deep Silver annunciano la novità DAKAR 18, gioco di corse cross-country che si pone come obiettivo quello di diventare il più grande open world mai realizzato in un racing game, disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC nel 2018. Qui di seguito il comunicato ufficiale, alcune immagini ed il trailer di anteprima.
  3. Tim and Tom Coronel are famous Dutch racing twins, which both have competed multiple times in the Dakar Rally. Tim Coronel has raced in the Dakar Rally eight times already since he first participated in 2007! At Playseat® we think that’s a nice occasion for a special Tim Coronel chair in the black and orange of his racing team. Race like a Dakar veteran and let your competitors eat your dust with the Playseat Evolution Tim Coronel! Feel free to contact us for more info. For the Dakar fans that want to go fast at their desk, Playseat® has the Dakar Rally special editions of the Office Chair! The Office Chair DAKAR Tim Coronel and Office Chair DAKAR Tom Coronel offer great stability and comfort. They are suited for multiple hours of work, as well as for playing racing games; perfect for racing fans that want to get the work done! Contact us for more info via our contact form, your Playseat® HQ representative or send an email to Contact@PlayseatHQ.com.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.