Jump to content

Benvenuto nel Simracing Esport: registrati subito!

Dal 1999, la più importante e seguita community di appassionati di simulatori di guida

Search the Community

Showing results for tags 'Codemasters'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 246 results

  1. Con il consueto trailer di lancio, Codemasters annuncia l'arrivo del suo nuovo F1 2019, il simulatore ufficiale del mondiale di Formula 1, che quest'anno sarà disponibile decisamente in anticipo, visto che sarà acquistabile per console e PC Steam già dal 28 Giugno. Fra le novità accennate dal breve comunicato stampa, troviamo le Formula 2, il mercato piloti, nuove possibilità per l'editing di skins personalizzate ed un "multiplayer completamente rinnovato". Ne sapremo di più nelle prossime settimane...
  2. Codemasters® ha oggi annunciato che, uno dei suoi franchise più amati, GRID®, ritornerà il 13 settembre 2019 per PlayStation®4, Xbox One (inclusa Xbox One X) e Windows PC. Quarto gioco della serie, GRID offre un'intensa azione che attraversa quattro continenti in alcune delle strade e circuiti più famosi del mondo. Scegli auto da GT, Touring, Stock, Muscle, Super-Modified e altro ancora, e diversi tipi di gare tra cui Circuit, Street Racing, Ovals, Hot Laps, Point-to-Point e World Time Attack. GRID offre il perfetto equilibrio, rischi e ricompense per ogni tipo di pilota. La gestione è incredibilmente reattiva, con una curva di apprendimento che si rivolge sia ai giocatori arcade casual che ai piloti di simulazione. La progressione viene premiata attraverso livree, carte giocatore, compagni di squadra, ricompense e riconoscimenti alla guida. I piloti AI spingono il giocatore al limite, per permettere loro di guadagnare un posto sul podio e la vittoria finale nel GRID World Series Championship. I danni realistici possono influenzare le prestazioni del veicolo e la guidabilità; un contatto eccessivo con uno stesso pilota, invece, farà scatenare quest’ultimo fino a diventare la tua nemesi, non si fermerà davanti a nulla per ottenere la propria vendetta in gara. Ormai considerato come uno dei migliori piloti moderni di F1®, Endurance e Stock Racing, Fernando Alonso ha firmato come Race Consultant e comparirà nel gioco. I giocatori parteciperanno ad una serie di eventi contro alcuni membri della squadra 'FA Racing’ Esports di Alonso, attraverso diverse classi di corse, prima di trovarsi faccia a faccia con l'ex campione del mondo nella sua famigerata Renault R26 F1®, in un evento finale. "GRID come franchise di racing è venerato dalla nostra community e siamo lieti di portarlo all'attuale generazione di console", ha affermato Chris Smith, Game Director di GRID presso Codemasters. “Il gioco offre tanta varietà e profondità, dal numero di auto moderne e classiche fino alle location e alle opzioni di gara. Rinomato per la sua sensazione alla guida, il gioco si rivolge a tutti i tipi di giocatori, dai piloti occasionali che cercano una sfida, fino ai piloti di sim che vogliono divertirsi seriamente. Siamo anche felici di lavorare al fianco di Fernando Alonso, che è probabilmente uno dei più grandi piloti al mondo. La sua esperienza e conoscenza ci ha permesso di migliorare sia le prestazioni che la gestione delle nostre auto. Siamo molto orgogliosi della sua partecipazione nel gioco e come Race Consultant. Non vediamo l'ora che i nostri giocatori si immergano nella versione finale del gioco su PlayStation 4, Xbox One e PC, questo settembre.” Fernando Alonso ha aggiunto: “Avendo gareggiato nella F1®, nell’Endurance e Stock Racing, GRID è il gioco perfetto per me e sono contento che lo studio abbia aggiunto sia me, che il mio racing team nel gioco. GRID offre tantissima varietà e accetterò la sfida quando i giocatori si schiereranno contro di me.” È da oggi possibile effettuare il pre-order di GRID e di GRID Ultimate Edition (early access). L’Ultimate Edition include i contenuti Season 1-3.
  3. Il simracing è ormai sotto i riflettori, c'era da aspettarsi quindi che anche la Formula 1 lanciasse il suo torneo ufficiale. La F1 Esports Series, questo il nome dell'evento, sarà un torneo curato direttamente da Codemasters e Gfinity, con l'ovvio utilizzo del prossimo F1 2017: a settembre inizieranno le qualificazioni che selezioneranno 40 semifinalisti che si sfideranno il 10/11 ottobre a Londra presso la sede di Gfinity, mentre la finale a 20 partecipanti avrà luogo ad Abu Dhabi in concomitanza con l’ultimo Gran Premio della stagione F1. Il 24/25 Novembre le finalissime si svilupperanno su tre gare. Il vincitore, oltre ad ottenere la qualificazione automatica per le semifinali del 2018, vincerà l’opportunità di assistere a un weekend di gara della prossima stagione e sarà inserito come personaggio nel videogioco 2018. Sean Bratches, responsabile commerciale della F1, ha commentato: “A livello di partecipazione la F1 Esports series rappresenta una grandissima opportunità per chiunque di entrare a far parte della F1 e per noi ha un potenziale a livello di business tutto da scoprire”. Tutti i dettagli sono ancora da scoprire, ma sappiamo già che i partecipanti potranno utilizzare come piattaforme per F1 2017 la PlayStation 4, l’Xbox o il PC. Si tratta di un progetto a lungo termine che dimostra quanto ormai il motorsport reale tenga in considerazione, se non altro, le potenzialità commerciali di un settore che fino a qualche anno fa era considerato unicamente ludico ed a sè stante.
  4. Codemasters ha pubblicato nuovi screenshots del Circuito di Monaco, che mettono in luce i miglioramenti apportati alla pista in F1® 2019, rispetto al suo predecessore F1 2018.: L'Art Director del gioco, Stuart Campbell, ha commentato: "Dopo i grandi miglioramenti visivi di F1® 2018, quest'anno il team artistico si è concentrato su una serie di circuiti, tra cui quello di Monaco, che è l'evento di punta del calendario di F1®. Abbiamo migliorato la fedeltà dell'edificio con una geometria a risoluzione più elevata e molti degli elementi precedentemente strutturati ora hanno un passaggio di geometria completo. Abbiamo aumentato il posizionamento degli oggetti e la densità della folla, il che fornisce maggiore interesse e realismo e offre una maggiore profondità in modo che il giocatore possa percepire meglio l'atmosfera durante il weekend di gara. Da una prospettiva di superficie, il nuovo asfalto basato su scansione migliora il realismo, dando una migliore risposta alla luce sulla superficie della pista. Siamo incredibilmente orgogliosi del lavoro svolto dal team e sappiamo che i nostri giocatori noteranno e apprezzeranno la differenza, quando giocheranno a F1® 2019 tra un mese."
  5. Codemasters® ha oggi annunciato che, uno dei suoi franchise più amati, GRID®, ritornerà il 13 settembre 2019 per PlayStation®4, Xbox One (inclusa Xbox One X) e Windows PC. Quarto gioco della serie, GRID offre un'intensa azione che attraversa quattro continenti in alcune delle strade e circuiti più famosi del mondo. Scegli auto da GT, Touring, Stock, Muscle, Super-Modified e altro ancora, e diversi tipi di gare tra cui Circuit, Street Racing, Ovals, Hot Laps, Point-to-Point e World Time Attack. GRID offre il perfetto equilibrio, rischi e ricompense per ogni tipo di pilota. La gestione è incredibilmente reattiva, con una curva di apprendimento che si rivolge sia ai giocatori arcade casual che ai piloti di simulazione. La progressione viene premiata attraverso livree, carte giocatore, compagni di squadra, ricompense e riconoscimenti alla guida. I piloti AI spingono il giocatore al limite, per permettere loro di guadagnare un posto sul podio e la vittoria finale nel GRID World Series Championship. I danni realistici possono influenzare le prestazioni del veicolo e la guidabilità; un contatto eccessivo con uno stesso pilota, invece, farà scatenare quest’ultimo fino a diventare la tua nemesi, non si fermerà davanti a nulla per ottenere la propria vendetta in gara. Ormai considerato come uno dei migliori piloti moderni di F1®, Endurance e Stock Racing, Fernando Alonso ha firmato come Race Consultant e comparirà nel gioco. I giocatori parteciperanno ad una serie di eventi contro alcuni membri della squadra 'FA Racing’ Esports di Alonso, attraverso diverse classi di corse, prima di trovarsi faccia a faccia con l'ex campione del mondo nella sua famigerata Renault R26 F1®, in un evento finale.
  6. Codemasters® ha oggi svelato il primo trailer di gameplay di F1® 2019, il gioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP™ 2019. Il trailer punta i riflettori sulla grafica migliorata, presenta il tema musicale di F1 scritto dal compositore Brian Tyler e si focalizza sull'intensa rivalità tra i piloti. Il trailer celebra anche i piloti e le auto di F1 2019 e della FIA Formula 2 Championship™2018. Inoltre dà un assaggio delle auto classiche di F1 che ritorneranno dai capitoli precedenti. Per commenti e discussioni fate riferimento a questo topic del forum dedicato. Tra le 18 auto classiche presenti in F1 2019, troviamo: · 2010 Red Bull RB6 · 2009 Brawn BGP 001 · 2008 McLaren MP4 –23 · 2007 Ferrari F2007 · 2006 Renault R26 · 2004 Ferrari F2004 · 2003 Williams FW25 · 1998 McLaren MP4-13 · 1996 Williams FW18 · 1992 Williams FW14 · 1991 McLaren MP4/6 · 1988 McLaren MP4/4 · 1982 McLaren MP4/1B · 1979 Ferrari 312 T4 · 1978 Lotus 79 · 1976 Ferrari 312 T2 · 1976 McLaren M23D · 1972 Lotus 72D NELLA ‘LEGENDS EDITION’: SENNA AND PROST DI F1 2019 SONO INCLUSE*: · 1990 Ferrari F1-90 · 1990 McLaren MP4/5B · 2010 Ferrari F10 · 2010 McLaren MP4-25 NELLA ‘ANNIVERSARY EDITION’ DI F1 2019 SONO INCLUSE*: · 2010 Ferrari F10 · 2010 McLaren MP4-25 "Ogni anno facciamo passi da gigante per rendere il gioco più autentico e coinvolgente possibile e in F1 2019 abbiamo superato le aspettative grazie alla qualità delle immagini", ha affermato Lee Mather, Game Director di F1 presso Codemasters. "Grazie ai feedback dei fan conosciamo le auto classiche che la community vuole nel roster e, insieme ai nuovi veicoli disponibili nella Legends Edition e nell'Anniversary Edition, offriremo loro tutto ciò che bramano." F1 2019 presenta tutti i team ufficiali, i piloti e tutti i 21 circuiti della stagione 2019. Grazie all'inclusione della F2, i giocatori potranno cimentarsi anche nella FIA Formula 2 Championship™ 2018. I contenuti della F2 Championship 2019 saranno disponibili tramite un update gratuito nel corso della stagione**. La Legends Edition di F1 2019 sarà disponibile con tre giorni d’anticipo, il 25 giugno 2019, su PlayStation®4, Xbox One (inclusa Xbox One X) e PC. L’Anniversary Edition di F1 2019 sarà invece disponibile il 28 giugno 2019. * Le auto sono DLC esclusivi per la Legends/Anniversary, in versione digitale e fisica (DLC venduti dopo 60 giorni) ** Connessione online necessaria per scaricare i contenuti della stagione F2™ 2019.
  7. Codemasters® ha oggi svelato il primo trailer di gameplay di F1® 2019, il gioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP™ 2019. Il trailer punta i riflettori sulla grafica migliorata, presenta il tema musicale di F1 scritto dal compositore Brian Tyler e si focalizza sull'intensa rivalità tra i piloti. Il trailer celebra anche i piloti e le auto di F1 2019 e della FIA Formula 2 Championship™2018. Inoltre dà un assaggio delle auto classiche di F1 che ritorneranno dai capitoli precedenti. Tra le 18 auto classiche presenti in F1 2019, troviamo: · 2010 Red Bull RB6 · 2009 Brawn BGP 001 · 2008 McLaren MP4 –23 · 2007 Ferrari F2007 · 2006 Renault R26 · 2004 Ferrari F2004 · 2003 Williams FW25 · 1998 McLaren MP4-13 · 1996 Williams FW18 · 1992 Williams FW14 · 1991 McLaren MP4/6 · 1988 McLaren MP4/4 · 1982 McLaren MP4/1B · 1979 Ferrari 312 T4 · 1978 Lotus 79 · 1976 Ferrari 312 T2 · 1976 McLaren M23D · 1972 Lotus 72D NELLA ‘LEGENDS EDITION’: SENNA AND PROST DI F1 2019 SONO INCLUSE*: · 1990 Ferrari F1-90 · 1990 McLaren MP4/5B · 2010 Ferrari F10 · 2010 McLaren MP4-25 NELLA ‘ANNIVERSARY EDITION’ DI F1 2019 SONO INCLUSE*: · 2010 Ferrari F10 · 2010 McLaren MP4-25 "Ogni anno facciamo passi da gigante per rendere il gioco più autentico e coinvolgente possibile e in F1 2019 abbiamo superato le aspettative grazie alla qualità delle immagini", ha affermato Lee Mather, Game Director di F1 presso Codemasters. "Grazie ai feedback dei fan conosciamo le auto classiche che la community vuole nel roster e, insieme ai nuovi veicoli disponibili nella Legends Edition e nell'Anniversary Edition, offriremo loro tutto ciò che bramano." F1 2019 presenta tutti i team ufficiali, i piloti e tutti i 21 circuiti della stagione 2019. Grazie all'inclusione della F2, i giocatori potranno cimentarsi anche nella FIA Formula 2 Championship™ 2018. I contenuti della F2 Championship 2019 saranno disponibili tramite un update gratuito nel corso della stagione**. La Legends Edition di F1 2019 sarà disponibile con tre giorni d’anticipo, il 25 giugno 2019, su PlayStation®4, Xbox One (inclusa Xbox One X) e PC. L’Anniversary Edition di F1 2019 sarà invece disponibile il 28 giugno 2019. * Le auto sono DLC esclusivi per la Legends/Anniversary, in versione digitale e fisica (DLC venduti dopo 60 giorni) ** Connessione online necessaria per scaricare i contenuti della stagione F2™ 2019.
  8. Dopo il trailer che ci ha mostrato il confronto con la monoposto di Formula 2, oggi un nuovo video di paragone diretto ci permette di apprezzare il nuovo F1 2019 di Codemasters in parallelo con la realtà della pista: protagonista la Renault F1 di Daniele Ricciardo sul circuito del Bahrain. Per altri video ed immagini di F1 2019 correte in questo topic del forum.
  9. Sono già disponibili alcuni video di anteprima che ci mostrano in azione il nuovo F1 2019 della Codemasters, ma stamattina vogliamo segnalarvi in particolare questo trailer che ci mostra il confronto diretto fra la monoposto di Formula 2 del gioco e la sua controparte reale sul circuito del Bahrain. Cosa ne dite?
  10. Codemasters® e Koch Media hanno annunciato che la più grande e spettacolare rivalità mai vista in F1® tra Ayrton Senna e Alain Prost potrà essere rivissuta in F1® 2019, il videogioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP™ 2019. I fan che acquisteranno la ‘F1® 2019 Legends Edition’ potranno guidare come Ayrton Senna nella sua McLaren MP4/5B 1990 e come Alain Prost a bordo della Ferrari F1-90, potranno affrontare più di 8 sfide e ricevere delle livree esclusive multiplayer a tema Senna e Prost. Sono state aggiunte anche le sembianze dei piloti nella modalità Carriera che i giocatori potranno sperimentare quando questa versione sarà lanciata con accesso anticipato 3 giorni prima il 25 Giugno 2019 su PlayStation®4, Xbox One, inclusa Xbox One X e PC Windows (DVD e Steam). Inoltre, per celebrare il decimo gioco F1® dello studio Codemasters di Birmingham, i fan che prenoteranno o acquisteranno la "F1® 2019 Anniversary Edition" riceveranno due auto classiche premiate nella stagione 2010; la Ferrari F10, guidata da Fernando Alonso e Felipe Massa e la McLaren MP4-25 di Lewis Hamilton e Jenson Button. Entrambe si aggiungono alla Red Bull RB6 di Sebastian Vettel e Mark Webber del 2010 e alle molte auto classiche di F1® 2018 che sono state mantenute. Sarà disponibile anche una Steelbook di F1® 2019 in edizione limitata solo presso alcuni retailer selezionati. La cover di F1® 2019 ha un nuovo look che rispecchia la feroce competizione che si è sviluppata nelle ultime stagioni. L'attuale campione del mondo, Lewis Hamilton, e il principale antagonista Sebastian Vettel, si aggiudicano la copertina di molti territori, altri hanno fatto una scelta differente per omaggiare altri avversari nel loro paese. Dopo la reazione positiva della community racing al trailer d’annuncio, la F2TM è ufficialmente confermata con la stagione 2018 completa disponibile dal lancio, alla quale si aggiungerà in digitale la stagione F2TM 2019 più avanti quest’anno con funzionalità online. I giocatori potranno competere con George Russell, Lando Norris e Alexander Albon prima di procedere nella stagione F1® con i rispettivi team. “I fan possono vedere dal nuovo design della copertina che F1® 2019 ha un forte focus sulla rivalità, proprio come lo sport reale stesso. Per questo, siamo assolutamente lieti di aver resuscitato la più grande rivalità di F1® tra Ayrton Senna e Alain Prost ", ha dichiarato Paul Jeal, F1® Franchise Director di Codemasters. "La loro rivalità iniziò proprio nella stagione del 1984 e raggiunse uno dei vertici più drammatici di sempre nel primo giro del Gran Premio del Giappone durante la stagione 1990. È una rivalità che è andata oltre lo sport ed è considerata la più grande di tutti i tempi dai fan di F1®. Sappiamo che la nostra community adorerà che le due leggende di questo sport siano state finalmente immortalate insieme nel nostro gioco.” “Siamo estremamente felici di portare la FIA Formula 2 Championship nel franchise. È sempre stata una delle funzionalità più richieste dalla nostra community e arriva in un momento perfetto con i primi tre piloti del 2018, George Russell, Lando Norris e Alexander Albon che si stanno dirigendo verso la F1® per questa stagione. Non vediamo l'ora di svelare maggiori dettagli su come questa sia integrata nella modalità carriera nelle prossime settimane.”
  11. Codemasters® e Koch Media hanno annunciato che la più grande e spettacolare rivalità mai vista in F1® tra Ayrton Senna e Alain Prost potrà essere rivissuta in F1® 2019, il videogioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP™ 2019. I fan che acquisteranno la ‘F1® 2019 Legends Edition’ potranno guidare come Ayrton Senna nella sua McLaren MP4/5B 1990 e come Alain Prost a bordo della Ferrari F1-90, potranno affrontare più di 8 sfide e ricevere delle livree esclusive multiplayer a tema Senna e Prost. Sono state aggiunte anche le sembianze dei piloti nella modalità Carriera che i giocatori potranno sperimentare quando questa versione sarà lanciata con accesso anticipato 3 giorni prima il 25 Giugno 2019 su PlayStation®4, Xbox One, inclusa Xbox One X e PC Windows (DVD e Steam). Inoltre, per celebrare il decimo gioco F1® dello studio Codemasters di Birmingham, i fan che prenoteranno o acquisteranno la "F1® 2019 Anniversary Edition" riceveranno due auto classiche premiate nella stagione 2010; la Ferrari F10, guidata da Fernando Alonso e Felipe Massa e la McLaren MP4-25 di Lewis Hamilton e Jenson Button. Entrambe si aggiungono alla Red Bull RB6 di Sebastian Vettel e Mark Webber del 2010 e alle molte auto classiche di F1® 2018 che sono state mantenute. Sarà disponibile anche una Steelbook di F1® 2019 in edizione limitata solo presso alcuni retailer selezionati. La cover di F1® 2019 ha un nuovo look che rispecchia la feroce competizione che si è sviluppata nelle ultime stagioni. L'attuale campione del mondo, Lewis Hamilton, e il principale antagonista Sebastian Vettel, si aggiudicano la copertina di molti territori, altri hanno fatto una scelta differente per omaggiare altri avversari nel loro paese. Dopo la reazione positiva della community racing al trailer d’annuncio, la F2TM è ufficialmente confermata con la stagione 2018 completa disponibile dal lancio, alla quale si aggiungerà in digitale la stagione F2TM 2019 più avanti quest’anno con funzionalità online. I giocatori potranno competere con George Russell, Lando Norris e Alexander Albon prima di procedere nella stagione F1® con i rispettivi team. “I fan possono vedere dal nuovo design della copertina che F1® 2019 ha un forte focus sulla rivalità, proprio come lo sport reale stesso. Per questo, siamo assolutamente lieti di aver resuscitato la più grande rivalità di F1® tra Ayrton Senna e Alain Prost ", ha dichiarato Paul Jeal, F1® Franchise Director di Codemasters. "La loro rivalità iniziò proprio nella stagione del 1984 e raggiunse uno dei vertici più drammatici di sempre nel primo giro del Gran Premio del Giappone durante la stagione 1990. È una rivalità che è andata oltre lo sport ed è considerata la più grande di tutti i tempi dai fan di F1®. Sappiamo che la nostra community adorerà che le due leggende di questo sport siano state finalmente immortalate insieme nel nostro gioco.” “Siamo estremamente felici di portare la FIA Formula 2 Championship nel franchise. È sempre stata una delle funzionalità più richieste dalla nostra community e arriva in un momento perfetto con i primi tre piloti del 2018, George Russell, Lando Norris e Alexander Albon che si stanno dirigendo verso la F1® per questa stagione. Non vediamo l'ora di svelare maggiori dettagli su come questa sia integrata nella modalità carriera nelle prossime settimane.”
  12. Con il consueto trailer di lancio, Codemasters annuncia l'arrivo del suo nuovo F1 2019, il simulatore ufficiale del mondiale di Formula 1, che quest'anno sarà disponibile decisamente in anticipo, visto che sarà acquistabile per console e PC Steam già dal 28 Giugno. Fra le novità accennate dal breve comunicato stampa, troviamo le Formula 2, il mercato piloti, nuove possibilità per l'editing di skins personalizzate ed un "multiplayer completamente rinnovato". Ne sapremo di più nelle prossime settimane... Commenti sul forum dedicato. English
  13. Ho voluto provare a lungo e con attenzione il nuovo titolo Codemasters, che già in anteprima mi aveva favorevolmente stupito. E voglio cominciare dal verdetto: Dirt Rally 2.0 è un simulatore di rally al 90% e, cosa forse anche più importante, ha un margine enorme di sviluppo e miglioramento, che se Codemasters vorrà sfruttare in pieno, ci porterà probabilmente a far riempire di polvere (finalmente!) il re della derapata simulata, Richard Burns Rally. Vediamone i perchè. Codemasters, dopo le proteste degli appassionati che gridavano a gran voce per ottenere un titolo rallystico più simulativo e l'evidente insuccesso di DiRT 4, con DiRT Rally 2.0 vira decisamente verso la simulazione, implementando due furbizie che dovrebbero riuscire ad attirare anche gli appassionati rallysti con velleità simulative meno ricercate. In primo luogo DiRT 2 mette a disposizione dei piloti principianti una vasta serie di aiuti alla guida, che semplificano notevolmente le cose, trasformando il gioco praticamente in un arcade, ma lasciando percepire chiaramente, anche al driver meno esperto, che sarà solo eliminando aiuti esterni che l'adrenalina, l'emozione e la passione per il rally potranno scatenarsi liberamente ed ai massimi livelli. La seconda furbata di Codemasters, sta nell'offrire nelle fase iniziali di gioco, una IA (intelligenza artificiale) ben calibrata, semplice da gestire e battere al punto giusto e realmente adattativa, che in pratica considererà le nostre prestazioni per adeguarsi anche lei e non renderci tutto troppo frustrante. Ovviamente, mano a mano che procederemo con la nostra carriera, le cose si complicheranno non poco, fino ad arrivare al punto di non poterci permettere neppure un errorino, se vogliamo primeggiare! Il primo impatto con le prove speciali rallystiche di DiRT 2 è molto appagante: pur trattandosi di prove di fantasia, sono state tutte relizzate in modo ottimale, sotto il profilo della sfida e della tecnica rally più pura, fino ad assomigliare spesso a tappe di rally reali, con panorami mozzafiato che però potremo gustarci in genere solo per un battito di ciglia... Le tappe di Dirt Rally 2.0 sono sicuramente le più belle della serie fino ad oggi, specialmente quelle sul bagnato e ciascuno dei sei paesi rappresentati nel gioco è meravigliosamente distinto l'uno dall'altro. L'Argentina con i suoi serpeggianti sentieri montani e dai tornanti incorniciati da pareti rocciose, la Polonia è invece più piatta e piena di rettilinei, gli Stati Uniti con foreste umide e autunnali, la tipica campagna neozelandese costiera. La Spagna è totalmente in asfalto, e l'Australia è un'avventura piena di ostacoli. Si tratta di un gran numero di location, tutte molto varie e che portano i giocatori in quattro diversi continenti, con l'unica mancanza della neve e del ghiaccio, che però Codemasters ha già annunciato come prossimo DLC in arrivo. Decisamente fondamentale, e non per un mero fattore estetico, è il degrado superficiale delle strade, fattore che implemnta nel gioco una componente tattica incredibile e, fra l'altro, di fondamentale importanza anche nei rally reali. Il video di sviluppo che vedete qui sotto, spiega tutto in dettaglio, mostrando anche le differenze pratiche: "Even though you can drive down the same stage a thousand times, these stages are going to present a different challenge every time." Stage degradation presents a whole new challenge in DiRT Rally 2.0. Here's how it works: In pratica, partendo per primi in una tappa, troveremo il fondo stradale liscio, pulito e veloce, partendo invece per ultimi, le vetture davanti a noi avranno già "solcato" (letteralmente a volte) la superficie della tappa, che quindi si presenterà particolarmente indìsidiosa, con dei binari che dovremo imparare a sfruttare molto presto anche a nostro favore, per evitare di finire prematuramente la nostra avventura contro un albero o in un fosso! Spesso ho dovuto lottare in modo furioso per mantenere la macchina in linea retta su una superficie follemente distorta, controsterzando ripetutamente e velocemente, contrastando la forza dello sterzo (che consiglio di aumentare sin da subito). La dinamica di guida di Dirt Rally 2.0 si può definire "deliziosa", se non raffinata, con i miglioramenti più evidenti soprattutto alle basse velocità; è molto più intuitivo gestire la trazione pur se bisogna fare molta più attenzione a gestire l'acceleratore in modo attento e parzializzando praticamente in ogni situazione. E' tutto incredibilmente impegnativo, ma è anche molto divertente. Il grip delle gomme è ora corretto, è scomparsa quella sensazione perenne di scivolosità irreale degli altri titoli, inoltre l'aderenza è percepibile anche durante la guida. Oltre alla dinamica delle superfici, l'altra novità in ambito simulativo è data dall'usura delle gomme, che ora viene resa in modo davvero ottimale e realmente impattante sulle performance: basta provare una tappa in Spagna di 10 minuti su gomma morbida! In questo modo entra in gioco anche la nostra strategia: possiamo scegliere per esempio, partendo per primi, di azzardare una gomma morbida per accumulare molto vantaggio e poi gestirlo nel finale, oppure fare l'inverso, aspettando il momento nel quale gli avversari accuseranno un crollo di prestazioni. E' fondamentale ovviamente scegliere con molta attenzione il tipo di gomma, considerando la superficie che andremo ad affrontare, ma anche la nostra posizione di partenza, per i motivi spiegati sopra. Remare con una gomma non adatta in mezzo alle sconnessioni ci farà arrivare all'agognato fine tappa praticamente distrutti fisicamente! Dell'eccellente fisica e dinamica delle masse delle vetture di DiRT Rally 2.0 ho già parlato nell'anteprima di qualche tempo fa, quel 10% lato sim che, ad inizio articolo, ho sotratto dal totale, sta semplicemente in qualche imperfezione qua e là, che si percepisce molto sottile, in particolare in taluni controsterzi, come se la dinamica della massa della nostra auto si fosse interrotta per un millesimo di secondo, fornendoci un'improvvisa stabilità, che sembra però più un bug, forse una leggerezza di programmazione in quella particolare situazione, che non una volontà di Codemasters di renderci la vita facile in quello specifico frangente (anche perchè in tutti gli altri, tale bontà, non si manifesta affatto!). Per questo, torno a ripetere, che Codemasters saprà certamente correre ai ripari con qualche pezza, ascoltando i fans che stanno già consigliando correzioni sui forums e che, la casa inglese, ha già dimostrato di sapere ascoltare con attenzione. Un altro problema, in questo caso un bug ancora più evidente, visto anche che il difetto nella versione di pre release del gioco non era cosi lampante, sta nel force feedback dello sterzo che non sempre ci trasmette correttamente i trasferimenti di carico della vettura ed, ancora più spesso, le sconnessioni presenti sul fondo stradale che, visto che richiedono sempre un controllo del pilota, sono particolarmente importanti da sentire correttamente. Tali pecche sono risultate più evidenti su un volante Thrustmaster e molto meno con un Direct Drive (che è di natura più pulito e raffinato nella risposta), fatto questo che fa appunto pensare che si tratta di ottimizzazione che dovrà fare prossimamente la Codemasters tramite una patch. Di certo c'è che, evidentemente, la consulenza del pilota rally Jon Armstrong ha portato decisamente i suoi frutti! Il garage di Dirt Rally 2.0 include alcuni volti noti di Dirt Rally e Dirt 4, oltre a una classe R5 ampliata, che dovrebbe soddisfare gli appassionati dei rally più moderni. Decisamente da provare sono poi le vetture di classe R-GT, con le mitiche gruppo B, alcune delle quali presenti in Dirt Rally e per ora assenti, ma che non tarderanno ad arrivare (Codemasters ha già annunciato una Opel Manta 400 e la BMW M1 in un DLC ad aprile). Riuscire a gestire una R-GT su fango e ghiaia, con la trazione posteriore, è probabilmente l'esperienza più intensa che un titolo rallystico possa offrirvi al momento, con la gestione del gas che deve essere davvero millimetrica, accompagnata da corretti colpi di sterzo al momento giusto e senza mai esagerare. L'audio è in genere brillante, con i pop off dei motori corposi e potenti, che accompagnano il sound delle superfici e del contatto con le gomme, quest'ultimo valore che consiglio di alzare in quanto si rivela fondamentale per capire il grip della vettura. Le note del nostro copilota sono chiare e forti e vanno seguite con estrema attenzione, soprattutto se si vuole andare forte! La modalità carriera è simile all'originale Dirt Rally, con l'incarico di formare una squadra. È un po meno dettagliata rispetto a Dirt 4, che curava per esempio anche le livree. Non mancano online sfide giornaliere e settimanali contro altri giocatori, legate anche alla carriera del team. Storia a parte è la serie ufficiale World RX, con 8 circuiti fra i quali Catalunya e Silverstone. Il rally cross, anche per i puristi del rally, si rivelerà invece una piacevole sorpresa, oltre che una incredibile sfida, anche perchè permette di apprezzare in pieno il lavoro fatto da Codemasters, grazie ai vari passaggi da asfalto e sterrato o ghiaia presenti in tanti punti dei circuiti. La guida sarà naturalmente forsennata! In conclusione Dirt Rally 2.0 è davvero un ottimo simulatore di rally (e rally cross) e, se Codemasters saprà curarlo nei mesi a venire con adeguati ritocchi e contenuti aggiuntivi all'altezza, potrà certamente prendere il posto del mito Richard Burns Rally anche nei cuori dei rallysti più sfegatati. Complimenti Cody, hai capito che il SIM paga! Vi voglio infine segnalare anche l'articolo pubblicato dall'amico Federico Sciarra su Automoto, con una completissima video recensione che vi riporto qui sotto. Per i vostri commenti e discussioni in merito correte invece come al solito sul forum dedicato. DiRT Rally 2.0 sarà disponibile direttamente su Steam a partire dal 26 febbraio.
  14. E' stato appena annunciato un nuovo accordo di collaborazione fra la Codemasters ed il Motorsport Network, marchio che racchiude in sè varie realtà in ambito motorsport reale, come Autosport e Motorsport.com. La partnership commerciale mira essenzialmente a sviluppare insieme e con numeri elevati tutto il comparto racing della software house inglese, puntando ovviamente sul esport, ovvero i giochi elettronici competitivi, in questo caso applicati al racing gaming. Il primo titolo Codemasters a sfruttare questa nuova collaborazione sarà naturalmente il nuovo DiRT Rally 2.0, sul quale entrambe i partners puntano moltissimo. Vi ricordiamo che il Motorsport Network è già partner della Le Mans Esport Series e della eNascar Heat Pro League.
  15. boban82

    DiRT Rally appare su Steam!

    A quanto pare la serie DiRT di Codemasters torna - a sorpresa - solo su PC, almeno in questa particolare versione apparsa in queste ore sull'Accesso Anticipato di Steam: il nuovo DiRT Rally è infatti disponibile in early access, acquistabile a 29,99 euro (a 26,99 euro in questo momento grazie allo sconto del 10%). Si tratta di un arrivo a sorpresa, indubbiamente, visto che un nuovo DiRT aleggiava da tempo nell'aria ma non era stato ancora annunciato nulla di ufficiale da parte del publisher. Codemasters ha deciso di percorrere la strada dell'Accesso Anticipato per il nuovo capitolo, affidandosi anche alla community per ricevere feedback e suggerimenti su come portare avanti lo sviluppo del gioco, oltre a poter utilizzare un sistema di finanziamento indipendente prima del lancio del gioco in forma completa. Qui di seguito trovate il tipico trailer di lancio con alcuni screens in game.
  16. Nel suo ultimo Road Book, la Codemasters ha pubblicato la lista completa delle vetture (riportata anche qui sotto) che saranno disponibili nel prossimo DiRT Rally 2.0, atteso sugli scaffali per il 26 Febbraio. Come noterete, la lunga lista di auto include modelli rally ed anche rallycross, sia del passato che moderni. La software house inglese ha pubblicato anche l'elenco delle periferiche che saranno ufficialmente supportate dal gioco: oltre ai naturali volanti Logitech e Thrustmaster, troviamo anche tutti i prodotti Fanatec, inclusi i modelli di fascia alta e persino periferiche altamente professionali, come ad esempio l'inavvicinabile SimSteering di Leo Bodnar! Quest'ultimo particolare mi ha fatto subito ben sperare: se Codemasters supporta ufficialmente in DiRT Rally 2.0 simili volanti, si aspetta probabilmente che gli utenti di tale hardware, naturalmente appassionati della simulazione più estrema e realistica, potranno apprezzare il suo titolo rallystico! Questa mia speranza si è tramutata in realtà appena ho potuto provare una versione beta del titolo... Evidentemente la Codemasters deve aver ben compreso la lezione dell'ultimo DiRT 4, snobbato non solo dagli appassionati di simulazione, ma anche da tutti gli altri, viste le scarsissime vendite, con il buon vecchio DiRT Rally ancora molto apprezzato, nonostante i suoi pur evidenti limiti ed uno sviluppo per certi versi lasciato incompiuto. Possiamo dire che DiRT Rally 2.0 riprende il discorso simulativo lasciato in sospeso dal suo precedessore DiRT Rally, non per niente Codemasters ha battezzato il gioco come 2.0. Del resto le proteste degli appassionati sui forums sono state veementi e la Codemasters ha fatto bene ad ascoltarle con attenzione. Il nuovo 2.0 si distingue come prima cosa per alcune caratteristiche inedite, di fondamentale importanza in ambito rallystico: abbiamo a disposizione tre diverse mescole di gomme, che dobbiamo scegliere con molta attenzione in funzione della tappa che andiamo ad affrontare, in quanto ogni gomma ha caratteristiche diverse ed una scelta errata potrebbe risultare molto penalizzante, fra l'altro gli sviluppatori hanno spiegato che anche la nostra guida avrà un'importanza fondamentale sulla resa dei pneumatici. Gli inglesi devono aver lavorato molto anche sul force feedback, visto che ora risulta essere molto dettagliato, pulito, sottile, comunicativo e "corposo", riuscendo nell'intento non certo semplice, visto che siamo praticamente sempre in condizioni di aderenza molto precaria, di farci capire in ogni momento non solo quanto le gomme "tengono" il terreno, ma anche in quale punto preciso si trova la massa del veicolo ed in quale direzione sta andando lo spostamento di carico che, come detto, è fondamentale per guidare al limite in DiRT Rally 2.0. Basta trovarsi in una situazione di dosso accentuato con la nostra auto che vola in aria per apprezzare l'ottimo lavoro fatto da Codemasters: possiamo realmente sentire come si sta spostando il veicolo mentre salta e regolarci con lo sterzo di conseguenza per fare in modo che, al contatto delle gomme nuovamente con il tracciato, la nostra auto "pendoli" nel modo giusto per proseguire la corsa ! Del resto già i primi metri in pista con DiRT Rally 2.0 sono decisamente affascinanti ed appaganti per un appassionato di rally vero: l'aderenza irreale del passato, che spesso si presentava proprio quando non eravamo più in grado di tenere l'auto in pista, è per fortuna scomparsa, mentre viene ora considerato in modo decisamente corretto e realistico lo spostamento delle masse del veicolo ed i relativi trasferimenti di carico. Avete presente il mitico Richard Burns Rally? Bene, DiRT Rally 2.0 lavora praticamente allo stesso modo e ci restituisce le stesse sensazioni! Il celeberrimo "controsterzo scandinavo", che proprio RBR ci ha insegnato con il suo indimenticabile tutorial, ritorna prepotentemente alla ribalta e, se eseguito correttamente, saprà regalarci momenti di pura passione per la guida in derapata. Se eravate dei maghi nel domare la Lancia Stratos nel primo DiRT, con il nuovo 2.0 avrete bisogno di tante e tante ore per imparare a padroneggiarla nel modo corretto, soprattutto a riuscire davvero a portarla al limite. Non resta che attendere questi 25 giorni, questa volta però con una concreta fiducia in un titolo che potrebbe davvero (e finalmente), scalzare il Re della simulazione rallystica dal suo trono. Richard Burns Rally resterà per sempre nei nostri cuori, ma DiRT Rally 2.0 ha già tutti i numeri in regola per diventare il nuovo protagonista degli appassionati della derapata simulata...
  17. list of compatible wheels and controllers on each platform – PlayStation 4, PC and Xbox One PlayStation 4 Buttkicker Fanatec ClubSport Shifter SQ V 1.5 Fanatec CSL Elite PS4 Hori Racing Wheel Hori Racing Wheel Controller PS4 Logitech Driving Force Shifter Logitech G29 Racing Wheel Pace Wheel PS4 Controller Thrustmaster F1 Rim Thrustmaster Ferrari GTE Rim Thrustmaster GT Rim Thrustmaster Leather 28 GT Rim Thrustmaster PS Rim Thrustmaster T100 Thrustmaster T150 Thrustmaster T300 Thrustmaster T500 Thrustmaster T80 Thrustmaster TH8A Add-On Shifter Venom Hurricane ­PC Buttkicker D-Box Fanatec ClubSport Pedals Fanatec ClubSport Shifter SQ V 1.5 Fanatec ClubSportWheel v1 Fanatec ClubSportWheel v1 + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec ClubSportWheel v2 Fanatec ClubSportWheel v2 + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec ClubSportWheel v2.5 Fanatec ClubSportWheel v2.5 + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec CSL Elite + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec CSL Elite PS4 Fanatec CSR Elite Fanatec LEDs Fanatec Porsche 911 Series Keyboard Leo Bodnar SLI Pro Logitech Driving Force GT Logitech Driving Force Pro Logitech Driving Force Shifter Logitech Formula Force EX/RX Logitech G25 Racing Wheel Logitech G27 Racing Wheel Logitech G29 Racing Wheel Logitech G920 Racing Wheel Pace Wheel PS4 Controller SimXperience Accuforce Steam Controller Thrustmaster F1 Rim Thrustmaster Ferrari 430 Force Feedback Racing Wheel Thrustmaster Ferrari GT Experience Thrustmaster Ferrari GT F430 Wireless Cockpit Thrustmaster Ferrari GTE Rim Thrustmaster GT Rim Thrustmaster Leather 28 GT Rim Thrustmaster PS Rim Thrustmaster RGT Force Feedback Clutch Edition Thrustmaster T100 Thrustmaster T150 Thrustmaster T300 Thrustmaster T500 Thrustmaster TH8A Add-On Shifter Thrustmaster TH8 RS Shifter Thrustmaster TMX Thrustmaster TS PC RACER Thrustmaster TX Thrustmaster Universal Challenge 5-in-1 Racing Wheel Track-IR Xbox 360 Pad for Windows Xbox One Controller Xbox One Buttkicker Fanatec ClubSport Shifter SQ V 1.5 Fanatec ClubSportWheel v1 + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec ClubSportWheel v2 + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec ClubSportWheel v2.5 + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Fanatec CSL Elite + CSL P1 and/or Universal Xbox One Hub Hori Racing Wheel Controller Xbox One Logitech Driving Force Shifter Logitech G920 Racing Wheel MadCatz Pro Racing Thrustmaster F1 Rim Thrustmaster Ferrari 458 Rim Thrustmaster Ferrari GTE Rim Thrustmaster Leather 28 GT Rim Thrustmaster TH8A Add-On Shifter Thrustmaster TMX Thrustmaster TX Xbox One Controller
  18. L'annuncio del nuovo DiRT Rally 2.0 da parte di Codemasters, che sarà sugli scaffali il prossimo 26 febbraio, è arrivato un pò a sorpresa mercoledì scorso, anche se i fans del rally più puro e spettacolare ci speravano ormai da tempo. In realtà il gioco è in uno stadio di sviluppo decisamente avanzato e questo fa ben sperare per le varie migliorie che, da qui a febbraio, la software house inglese sarà certamente in grado di aggiungere. Nel corso della presentazione a Londra, dove è stato possibile provare DiRT Rally 2.0 con tanto di postazione, volante Thrustmaster e persino freno a mano (già solo questo è un indice di quanto si punti verso la guida), la Codemasters ci ha tenuto a precisare che quel 2.0 non è riferito ad una semplice nuova versione di DiRT, perché l'intero engine del gioco è stato rimaneggiato pesantemente, non solo dal punto di vista estetico, ma anche e soprattutto sul fronte della fisica e del modello di guida, cercando di spostare nuovamente l'asticella verso una simulazione più realistica e credibile. E' bene ricordare che già il precedente DiRT Rally, uscito in accesso anticipato nell'aprile del 2015, quindi in versione definitva a dicembre dello stesso anno, aveva voluto spingersi maggiormente verso la simulazione, ottenendo però scarsi risultati di vendita. Da qui, probabilmente, il ritorno successivo di Codemasters al rally più "giochereccio", per esempio con l'ultimo DiRT 4 del giugno 2017. Adesso, a detta della stessa software house di Warwickshire, si torna nuovamente indietro verso il realismo. L'esperienza del primo DiRT Rally è però stata molto utile... Sin da quando si parte con DiRT Rally 2.0 infatti, le sensazioni di velocità, frenesia nella guida, scarsa aderenza, ed in parte anche lo spostamento dei carichi della vettura (fondamentali nel rally), sono decisamente appassionanti, divertenti ed emozionanti, il "gioco" ci fa capire subito che non ci verrà perdonato alcun tipo di errore. Risulta evidente sin dai primi giri il supporto che i piloti reali, sotto forma di esperienza e feedback diretto al team di sviluppo, sono stati capaci di fornire. E' altrettanto evidente, proprio grazie a questo intervento, la differenza rispetto al primo DiRT Rally, con la tenuta e la dinamica delle vetture completamente riscritta, con un risultato decisamente interessante. Armstrong per esempio, pilota unico nel suo genere in quanto contemporaneamente una promessa del rally classe WRC2 e campione del mondo del videogioco WRC 7, è stato assunto da Codemasters per lavorare quotidianamente al progetto, fornendo agli sviluppatori preziosi input alla luce del suo know-how. Sarà ovviamente da verificare con il gioco completo il lavoro svolto dal nord irlandese, resta però il fatto che la buona intenzione di Codemasters sembra essere concreta! Oltre che sul fronte della fisica, Codemasters ha lavorato molto anche sul contorno, sulla resa grafica e paesaggistica, con il nuovo DiRT Rally 2.0 in grado ora di offrire uno spettacolo decisamente affascinante: il cielo sembra quasi "vivo", le macchine si sporcano di continuo, i tergicristalli spazzolano il vetro in modo non solo scenico, ma anche funzionale, il pubblico si agita a bordo pista, insomma nel complesso sembra davvero di trovarsi in un rally vero! Non tutto lascia sbalordito (per esempio la vegetazione è carente), ma bisogna ricordare che il motore Ego Engine deve per forza scendere a compromessi, anche per non sacrificare il comparto fisico. La buona notizia è che Codemastres ha già garantito i sessanta frame per secondo stabili sia sulle versioni più potenti delle attuali console come Pro e One, sia sulle console precedenti. E' già stato confermato che molte delle piste del World Rallycross 2018 saranno disponibili all'interno di DiRT Rally 2 fin dal primo momento, con non meno di otto località provenienti come contenuti predefiniti e altri che seguiranno come DLC dopo il lancio. Tra i contenuti troveremo Catalunya, Montalegre, Mettet, Silverstone, Hell, Holjes, Trois-Rivieres e Loheac, disponibili dal lancio. Presumibilmente i restanti eventi di Riga, COTA, Estering e Città del Capo saranno resi disponibili come DLC. Confermati anche i tracciati tradizionali, con la Nuova Zelanda, l'Argentina, la Polonia, la Spagna, gli Stati Uniti e l'Australia. Non mancano i contenuti per giocatore singolo, con la carriera migliorata e ampliata, grazie alle tappe a tempo, al rally cross e a tutta una serie di competizioni online che ci fanno ben sperare per un supporto eSport ufficiale. Decisamente un peccato invece è l'assenza del supporto alla VR, presente nel primo DiRT, anche se Ross Gowing si è detto disponibile a rimettersi al lavoro su una modalità VR, qualora sia effettivamente quella la direzione da intraprendere secondo gli appassionati che, come Codemasters ha più volte ribadito, saranno attentamente ascoltati anche subito dopo l'uscita del gioco. Per commenti e tantissimi altri filmati da non perdere, correte a questo link del forum.
  19. Codemasters ha oggi annunciato DiRT Rally 2.0™, il sequel dell’incredibile titolo amato dai fan, che permette ai giocatori di avere il controllo di una collezione di iconici veicoli da rally e di fantastici stage in giro per il mondo. Seguendo lo stile che ha reso un successo il primo capitolo, DiRT Rally 2.0 sarà disponibile il 26 febbraio 2019 su PlayStation®4, Xbox One e PC (DVD e Steam). www.dirtrally2.com DiRT Rally 2.0 ti porterà in sei location sparse in tutto il mondo dove potrai affrontare incredibili stage in una vasta gamma di veicoli provenienti dalla storia dello sport e dei tempi moderni. DiRT Rally 2.0, il gioco ufficiale della FIA World Rallycross Championship presentato da Monster Energy, includerà al momento del lancio anche i veicoli della stagione 2018 e otto dei circuiti ufficiali WorldRX. Tutti i pre-order di DiRT Rally 2.0, includeranno la fantastica Porsche 911 RGT Rally Spec come veicolo bonus da poter utilizzare negli stage. Inoltre sarà disponibile anche la DiRT Rally 2.0 Deluxe Edition che includerà i primi due season pass dei contenuti aggiuntivi post-lancio, ognuno con tre location (divise tra rally e rallycross) e cinque veicoli (Ford Escort MkII, Lancia Stratos, Subaru Impreza 1995, AUDI Sport quattro S1 E2 e Ford Fiesta OMSE SuperCar Lite). La Deluxe Edition permetterà ai giocatori di accedere al gioco dal 22 febbraio 2019, quattro giorni prima del lancio, e includerà anche le auto starter aggiornate per My Team, i bonus in-game e gli eventi con ricompense. Maggiori dettagli sulle stagioni verranno svelati presto. "Siamo entusiasti di poter finalmente parlare di DiRT Rally 2.0", ha commentato Ross Gowing, Chief Games Designer presso Codemasters. "Il rally è incredibilmente importante per Codemasters e l'intero team è assolutamente impegnato a creare l'esperienza più autentica possibile per i giocatori.” "La nostra community ha reso DiRT Rally un titolo speciale. Abbiamo selezionato, insieme alla community, un elenco di piloti di rally reali per garantire elevati standard", ha proseguito Ross. "Non abbiamo paura di realizzare un gioco avvincente. Guidare una veicolo da rally su uno stage non è facile e vogliamo che i giocatori provino la stessa sensazione." DiRT Rally 2.0 sarà disponibile in tutto il mondo il 26 febbraio 2019 su PlayStation®4, Xbox One e PC e offrirà ai giocatori la più incredibile esperienza di rally disponibile. Puoi rimanere aggiornato su DiRT Rally 2.0, seguendoci su Facebook e Twitter. Commenti e domande sul forum dedicato.
  20. I giocatori possono “Conquistare la prima pagina” nel motorsport più prestigioso al mondo con F1® 2018, il videogame ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP™ 2018, ora disponibile per PlayStation®4, Xbox One, Xbox One X e PC (DVD e Steam). Per celebrare il lancio, Codemasters ha pubblicato un nuovo trailer TV di F1® 2018, disponibile ora al seguente link: F1® 2018 è l'esperienza di F1® più completa del panorama videoludico. Con tutti i team ufficiali, le auto, i piloti e i circuiti dell'eccitante stagione 2018, F1® 2018 include anche 20 iconiche auto classiche della storia dello sport che i giocatori potranno padroneggiare. Il circuito Paul Ricard è incluso nel gioco per la prima volta, mentre torna anche l'Hockenheimring, la dimora storica della FORMULA 1 EMIRATES GROSSER PREIS VON DEUTSCHLAND 2018. "Il nostro obiettivo principale con F1® 2018 era quello di avvicinarci ancora di più allo sport del mondo reale e crediamo di aver apportato miglioramenti significativi sia in pista che fuori", ha dichiarato Lee Mather, Game Director di F1® 2018. "Le sospensioni e lo chassis presenti nel gioco si aggiornano a 1000 Hz, il che significa che la simulazione è molto più autentica. Ad esempio, puoi davvero sentire la differenza tra le auto moderne, con la loro aerodinamica avanzata, e le auto classiche che si basano maggiormente sull'aderenza dei pneumatici." Lee ha proseguito: "La ricreazione visiva di questo sport, tra cui l'iconica foschia del calore, il meteo e il nuovo sistema di illuminazione, è più realistica e abbiamo approfondito maggiormente la Career Mode rielaborando il sistema di Ricerca e Sviluppo per ciascuno dei team, oltre all'introduzione delle interviste per la stampa che svolgeranno un ruolo chiave nel modo in cui vieni visto nel mondo di F1®. Alcuni team cercano caratteristiche diverse in un pilota e spetta a te decidere se esibire sportività o spettacolarità quando viene intervistato. Non vediamo l’ora che i giocatori provino il gioco. " La tanto annunciata Career Mode è più vasta e migliore che mai con l'inclusione di interviste stampa che influenzeranno direttamente la tua posizione e il futuro all'interno della tua squadra e dello sport in generale. Durante la ricerca e lo sviluppo, ogni team ha ora un proprio report con punti di forza e di debolezza, utili per migliorare la propria auto. Questi miglioramenti possono cambiare in base alle modifiche alla normativa di fine stagione. F1® 2018 è ora disponibile per PlayStation®4, Xbox One, Xbox One X e PC (DVD e Steam).
  21. VELOCIPEDE

    Video: F1 2018 si confronta con la realtà

    Sono già numerosi i video di anteprima dedicati al nuovo F1 2018. Vi segnaliamo in particolare due filmati che mettono in confronto diretto l'ultimo sim targato Codemasters con la realtà dei circuiti di Hockenheim e Paul Ricard. Se non lo avete ancora fatto, correte a leggere la nostra recensione!
  22. Conosco ormai da tanto tempo David Greco, che lavora da qualche anno in Codemasters come senior car handling designer (ovvero responsabile della "guida" delle vetture) ed ho imparato a fidarmi delle sue promesse, per questo quando un pò di tempo fa mi disse "voglio far diventare la serie F1 un simulatore, sarà dura, ma ce la metterò tutta", sapevo che dovevo avere fiducia, perchè sarebbe stata solo una questione di tempo... Ebbene David ha mantenuto la sua promessa: oggi possiamo finalmente affermare che il nuovo F1 2018, oltre ad essere un titolo decisamente entusiasmante ed in grado di catturare tutto il fascino della Formula 1, è anche un buon simulatore di guida! Grazie David Greco! Evidentemente anche in Codemasters devono aver capito che i giochini di macchine avevano ormai stancato i fans F1 ed hanno iniziato a dare concretamente seguito alle indicazioni e suggerimenti di sviluppo del nostro Greco. F1 2018 possiamo definirlo un ottimo prodotto "simracing", ed anche se c'è ancora del lavoro di affinamento da fare, siamo certi che l'amico David proseguirà per la sua strada e perfezionerà ulteriormente le cose per il 2019, ma vi consiglio di non perdervi questo F1 2018 principalmente per tre motivi: è un simulatore dell'intero mondo F1 veramente emozionante e coinvolgente, anche a livello di guida i passi in avanti, le migliorie e le novità rispetto al 2017 sono numerose ed importanti è opportuno acquistare questo titolo per dare un segnale chiaro alla Codemasters: noi vogliamo i simulatori! Dopo il pessimo F1 2015, la buona ripartenza dell'edizione 2016 e l'ottimo F1 2017, con il ritorno della modalità Carriera, le monoposto storiche e vari particolari di strategia persino tecnici, la Codemasters decide di ripartire appunto da questo ultimo capitolo per il suo nuovo F1 2018. Anche per quanto riguarda l'ultima edizione, vale in gran parte quanto abbiamo scritto nella recensione di F1 2017 ad Agosto scorso, ma bisogna ampliare il discorso, sia perchè F1 2018 presenta delle novità molto interessanti e di impatto, sia perchè i passi in avanti rispetto al 2017 sul fronte della fisica e dinamica dei veicoli sono davvero importanti. Quant'è dura la carriera del pilota... Come già il suo predecessore, F1 2018 riesce a far vivere al giocatore il clima frenetico ed unico delle gare di Formula 1, con un elevato grado di immedesimazione, ponendo un'enfasi ancora maggiore sulla modalità carriera, che vede il ritorno della stampa sotto forma dell'affascinante Claire, una giornalista che appare subito dopo la creazione del pilota e che ci farà delle domande prima, durante e dopo le varie gare. Tali domande, con le nostre risposte, non servono solo per aumentare l'immersività dell'esperienza di gioco, ma influiscono direttamente su quello che potrà succedere in seguito in game a tutti i livelli, andando di fatto a mutare quella che sarà la nostra carriera e la stagione, visualizzandoci una barra che si orienta verso la sportività o l'atteggiamento da showman, che per esempio va a crescere dopo accuse ad altri piloti o dichiarazioni scomode per il team. In questo modo F1 2018 introduce quello che potremmo definire quasi come un fattore "umano", con il nostro umore del momento, rabbia, felicità, soddisfazione, o anche carattere, che impattano direttamente su tutto quello che ci circonda e che quindi influenzano l'esperienza di guida e di gioco. La cosa potrà far storcere il naso ai puristi della simulazione, in realtà è una novità importante, intelligente ed intrigante, che ci fa capire che un pilota, anche professionista, non può permettersi di pensare solo a guidare quando indossa il casco.... Per esempio, denigrare la Mercedes potrebbe chiudere per sempre una carriera con le frecce d'argento, ma al tempo stesso aprire una porta verso le scuderie rivali. Il rapporto con il nostro team potrebbe risentirne in modo drammatico se la squadra è poco disponibile ad accettare la sbruffonaggine durante le conferenze stampa, cosa che può avere un impatto terribilmente negativo anche sul fondamentale team di ricerca e sviluppo della scuderia. Proprio riguardo quest'ultimo fattore, lo sviluppo è ancor più importante in F1 2018, perchè se da un lato le abilità derivanti direttamente dal contratto con il team sono maggiormente integrante nel sistema, dall'altro il resto dello sviluppo del pilota virtuale, quasi da gioco di ruolo, sarà ancor più rapido e diretto, per rispondere alle richieste dei fans. Da non dimenticare poi la possibilità di cambi alle regole dinamici nel corso del gioco, che possono costringere a mettere al lavoro il team di ricerca per non perdersi migliorie già attuate in precedenza. Insomma, con F1 2018 la tensione e l'adrenalina scorreranno parecchio anche mentre non siamo al volante. Emozionante si, ma bello anche da vedere? F1 2018 è spinto dal già noto motore grafico EGO, che pur avendo ormai i suoi annetti sulle spalle, riesce a svolgere egregiamente il proprio lavoro, soprattutto in modo molto stabile e senza tentennamenti con una fluidità incredibile (fisso a 60fps su console). Le escursioni fuori pista, con erba, ghiaia, sporco e quant'altro che si alzano, lasciano a volte a bocca aperta per il realismo e per il livello di dettaglio, le inquadrature TV sono state perfezionate, molto suggestivi sono poi gli effetti della nebbia, la pioggia, foschie ambientali e termiche, effetti di miraggio della pista, le foschie del calore del motore, la polvere sollevata dopo un passaggio troppo esagerato sui cordoli, gli effetti di luce e via discorrendo, che sono sempre molto convincenti. Anche le monoposto sono ben realizzate, mentre i modelli poligonali e le animazioni dei piloti sono forse la parte meno riuscita dell'intero comparto grafico. Anche i circuiti, come per esempio il nuovo Paul Ricard, offrono un colpo d'occhio sempre notevole e spettacolare, anche se alla guida risultano generalmente abbastanza piatti (ormai il laser scan ci ha abituati fin troppo bene...), escludendo i cordoli sui quali Codemasters ha lavorato in modo specifico. Una menzione particolare merita il sistema Halo, famigerata protezione per il pilota: a conti fatti, già dopo qualche giro, gli occhi si abituano in modo naturale alla sua presenza. Vi sconsiglio quindi di optare per il trucco pensato dai programmatori, ovvero la sparizione della sola barra centrale, in quanto si perde poi tanto in immedesimazione. F1 2018? Finalmente un sim F1! E' quando si scende in pista però, che ci si rende conto che le novità e migliorie più gustose di questo F1 2018 sono proprio nell'ambito della guida ed, ebbene si, della simulazione. Già il precedente titolo 2017 era stato un buon passo in avanti nell'ambito del realismo, ma quest'anno Codemasters ha voluto offrirci molto di più. Tre sono infatti le particolarità inedite di F1 2018: la fisica delle sospensioni e del telaio, le temperature delle gomme e la gestione dell'ERS. La fisica e la dinamica delle sospensioni sono particolarmente curate ed offrono una risposta ed un feeling, anche a livello di guida, praticamente mai visto fino ad oggi: ora è più difficile gestire i cordoli per chi tende a tagliare con brutale efficienza e bisognerà fare molta attenzione e valutare in anticipo tutte le caratteristiche dei nostri tagli, altrimenti rischieremo non solo di ritrovarci in testa coda, ma anche con la vettura e le gomme seriamente compromesse. E' vero che risulta esserci una maggiore tolleranza nella eccessiva trazione in uscita di curva, con il software che un pochino ci aiuta nella gestione, ma è altresi vero che è possibile osare di più per la presenza di minori penalità legate all’invalidamento del giro. Andare larghi in uscita non porta automaticamente alla penalizzazione, permettendo dunque di premere più a fondo sul pedale dell’acceleratore. F1 2018 migliora tanto anche la resa del force feedback sul volante (praticamente necessario per godere in pieno dell'esperienza che sa offrire il gioco): adesso possiamo capire con chiarezza il comportamento delle gomme, delle sospensioni e persino la rigidità del telaio, riuscendo a percepire persino il grip della singola gomma, l'elevata escursione di una sospensione o l'eccessivo rimbalzo di una scocca troppo rigida! Proprio le gomme, in F1 2018, cosi come nella realtà, giocano un ruolo fondamentale: il nuovo sistema che si occupa della temperatura delle gomme, che ora tiene conto anche del loro riscaldamento interno, ci costringe di fatto a guidare con la testa! In sostanza dobbiamo fare molta attenzione anche all'evoluzione della carcassa della gomma, tenendo bene in mente di quale mescola disponiamo in quel momento. L'evoluzione del pneumatico non solo si svolge in tempo reale, ma tiene conto anche del nostro stile di guida, di quello che accade in pista e di eventuali comportamenti sconsiderati. Scordiamoci quindi i bloccaggi scenici a ruote fumanti senza conseguenze del 2017, quest'anno rischieremmo ben più di tre soste al box... Sempre grazie all'ottimo force feedback, possiamo capire in quale modo e misura lavorano le nostre gomme e se stiamo "guidando" nel modo corretto, pur tentando di raggiungere il limite. La monoposto, proprio grazie all'abbinamento nella gestione fisica e dinamica di sospensioni, telaio e gomme, risulta ora decisamente più completa e realistica alla guida, con la corretta sensazione di avere fra le mani una vettura con tantissimo carico aerodinamico, enorme grip ed anche decisamente scorbutica da gestire al limite. Se vi sembrerà tutto troppo semplice, è perchè non state andando abbastanza forte! Le vere F1 sono incollate a terra e sulle rotaie, fino a quando non si supera esageratamente il limite. Gli aspetti sui quali la Codemasters è stata evidentemente più permissiva, sono la già accennata gestione della potenza e relativa aderenza in uscita di curva e l'impatto minore che hanno gli spostamenti di carico longitudinali, di beccheggio in sostanza, sul comportamento della vettura. Spesso, esagerando in frenata per esempio, si sente chiaramente che il software ci ha voluto dare una mano, evitandoci una bruttissima figura con perdita totale della vettura. Altra novità nella direzione della simulazione è rappresentata dalla gestione manuale della parte ibrida del motore, il famoso ERS, il recupero dell'energia. Se l'anno scorso si poteva solo scegliere quale miscela utilizzare per il motore termico, ora si può anche modificare l’input di quello elettrico, scegliendo fra 5 diverse configurazioni e una modalità di ricarica. E' vero che la cosa risulta comunque molto semplificata rispetto alla realtà o ad altri titoli (Assetto Corsa ad esempio permette di agire sulla quantità di energia recuperata o sulla modalità prestazionale della batteria), ma è anche vero che un'opzione del genere sarebbe stata pura utopia fino a poco tempo fa! F1 2018 diventa così non solo più simulativo, ma ancora più strategico, soprattutto ad alti livelli di difficoltà (che vi consiglio, anche per una eccellente IA) e contro eventuali avversari umani. La presenza della gestione dell’ERS introduce anche un programma di prova nuovo nelle prove libere di ogni weekend, aumentando così il guadagno di punti risorsa da spendere nello sviluppo dell’auto. L'ERS può naturalmente essere impostato anche in modalità totalmente automatica, ma il consiglio è quello di utilizzarlo da subito con realismo pieno, per non perdersi non solo il piacere della guida, ma anche quello della strategia. Sulle monoposto storiche c'è in fin dei conti poco da dire. Riprendono quanto di buono c'era già in F1 2017 e beneficiano praticamente tutte dei miglioramenti a livello di force feedback, gomme e sospensioni che porta con sè il nuovo titolo, anche se con le vetture d'annata le carenze dinamiche negli spostamenti di carico sono decisamente più evidenti. Basta provare la Ferrari 312 T2 e confrontarla per esempio con quella in Assetto Corsa per rendersi conto subito che c'è ancora del lavoro da fare. Di sicuro però quello che di buono apporta F1 2018, rende le monoposto storiche decisamente più godibili ed apprezzabili rispetto al passato. Online delle mie brame... Come ricorderanno gli appassionati, i bugs, problemini vari, carenza di opzioni ed impostazioni ed in generale la bassezza dell'esperienza del gioco in rete non erano di certo stati superati con F1 2017. Tant'è vero che il prestigioso torneo ufficiale della F1 Esports Series si è svolto solo in minima parte online. La Codemasters però quest'anno ha deciso di intervenire anche nel comparto online, con un'inedito "Super License system" progettato per minimizzare le disparità dei piloti all’interno delle gare multiplayer. I giocatori sono valutati in base al livello di abilità e all'etichetta del pilota, quindi abbinati ad altri giocatori con capacità e stile di guida simili. Praticamente valutando l'esperienza, le capacità ed anche la sportività ci troveremo in pista con avversari al nostro livello, anche per quanto concerne la correttezza e la capacità, per esempio, di saper gestire un sorpasso al limite fianco a fianco senza volare per aria. Per scelta, non si tratterà di un online ricchissimo di features, perché il team vuole innanzitutto curare la stabilità, ma, se il sistema funzionerà come nelle intenzioni dei programmatori, dovrebbe essere più che sufficiente per garantire alla community tanto spettacolo ed il piacere vero di correre contro altri avversari umani. Purtroppo tutto questo rimane per ora una buona intenzione, dato che sarà possibile verificarlo solo al lancio globale del gioco con i piloti che affolleranno sicuramente i servers online. Speriamo ovviamente che anche in questo caso la Codemasters saprà mantenere le promesse. Il giudizio finale? Avanti cosi! Per concludere, F1 2018 è certamente un titolo da consigliare, non solo per gli appassionatissimi della Formula 1, perchè rappresenta una esperienza a tutto tondo e di grande soddisfazione, anche per chi possiamo definire un appassionato di simulazione di guida duro e puro. E' vero che a livello di simulazione si concede qualche leggerezza, o qualche considerazione per cosi dire sfumata della realtà e non pieno al 100%, ma è altrettanto vero che il passo in avanti è enorme e quello che è in grado di offrire già oggi è di altissimo livello ed offre grandi soddisfazioni. Va da sè che, a questo punto, siamo diventati dei piloti virtuali da Formula 1 decisamente viziati ed è per questo che alla Codemasters (ed a David Greco) non possiamo che gridare: ottimo lavoro ed avanti cosi! Per i vostri commenti e domande dirigetevi a questo link del forum dedicato.
  23. VELOCIPEDE

    Un nuovo trailer per F1 2018 Codemasters

    Mentre l'eccitazione cresce verso il lancio di F1® 2018, il videogioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP ™ 2018, Codemasters ha pubblicato oggi l'ultimo trailer per il gioco con un gameplay sorprendente. Il nuovo trailer mostra la trasposizione verosimile dello sport come nel mondo reale che potrai goderti su PlayStation®4, Xbox One inclusa Xbox One X e PC Windows (DVD e Steam) in tutto il mondo da venerdì 24 agosto 2018, il weekend della stagione torna nuovamente con il FORMULA 1 2018 BELGIAN GRAND PRIX ™. "Stiamo cercando di avvicinarci il più possibile allo sport del mondo reale in termini di grafica, simulazione e ambientazione per rendere la F1® uno spettacolo incredibile", ha dichiarato il Game Director del gioco F1® 2018, Lee Mather. "Abbiamo un ottimo rapporto con F1® ed i team che stanno davvero contribuendo a migliorare il gioco in tutte le aree". F1 2018 presenta tutte le squadre, i piloti e tutti i 21 circuiti ufficiali dell'emozionante stagione 2018, tra cui il Circuito Paul Ricard e l'Hockenheimring. F1 2018 ti sfida a “Conquistare la Prima Pagina” nella modalità carriera più completa nella serie che include interviste con la stampa, ricerche, opzioni di sviluppo e cambi significativi delle regole alla fine della stagione. Il gioco include anche 20 auto iconiche della storia di questo sport.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.