Showing results for tags 'silverstone'. - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'silverstone'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • DrivingItalia Simracing Academy
    • DrivingItalia Champs & Races
    • Gare
    • Driving Simulation Center

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Simracing Academy
  • Guide - Tutorial
  • Recensioni
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. Lunedi scorso si è svolto il quarto round a Silverstone del Campionato Italiano Gran Turismo ACI ESport, che si disputa con Assetto Corsa Competizione su PC. La gara, che ha offeto spettacolo anche grazie alla pioggia incessante, ha visto trionfare Paolo Muià, davanti a Luca Losio, con Gianfranco Giglioli meritatamente sul terzo gradino del podio. Avendo già intervistato nelle gare precedenti sia Muià che Losio, abbiamo bloccato il pilota Lamborghini subito dopo il traguardo per fargli alcune domande... Dopo la quarta gara a Silverstone del CIGT ACI ESport, andiamo a conoscere un pò meglio il terzo classificato: chi è Gianfranco Giglioli? Sono Gianfranco Giglioli, ho 23 anni e sono nato in Venezuela di famiglia italiana della Toscana e dell'Abruzzo. Ho viaggiato molto tra gli Stati Uniti e l'Europa prima di stabilirmi in provincia di Teramo a partire dai 5 anni fino ai 14, di seguito una breve parentesi al nord per poi trasferirmi insieme a mia madre a Foggia per 7 anni dove ho finito gli studi. Oggi vivo insieme a mio padre (da qualche mese) a Sant'Agata Bolognese. Come nasce la tua passione per il simracing? Fin da piccolo sono molto appassionato di auto e videogiochi, devo a mio padre la passione per i motori, poi l'arrivo della Playstation a 3 anni con Gran Turismo 2 fece tutto il resto! Ero molto bravo fin da bambino nei giochi di guida, ma il volante arrivo' solo a 16 anni, di li in poi sono andato in crescendo anno dopo anno. Il simracing l'ho conosciuto nella sua vera natura dopo che comprai il PC e ho potuto provare i vari AC, Rfactor 2 e Raceroom entrando in contatto con le loro comunita', che per me sono comunita' diverse da quelle che trovi sulla console, sono persone piu brave e preparate, magari adesso non si nota piu' ma prima dell'esport la differenza era abissale. Mi sono sempre distinto per la mia velocita' in pista e di apprendimento, tanto da fare sempre molto bene in qualsiasi team: BlueBolt che mi ha lanciato nel simracing, con la Musto sono diventato Gianfranco Giglioli, con la Thrustmaster tanti ottimi risultati, con la Ferrari abbiamo poi vinto un mondiale F1 esports, poi il passaggio in QLASH e l'ottimo lavoro di crescita dei piloti e del loro reparto simracing e infine adesso in MCW dove insieme ad Andrea Tufariello abbiamo in mano il reparto corse esports per conto di Matteo Cressoni, pilota Ferrari GT nel mondo reale, progetto nuovo ma quadrato e ambizioso, felicissimo di essere stato scelto per questo incarico. Sei sicuramente quello che si può definire un "pilota navigato": quanto conta, secondo te, in una competizione, la prestazione pura e quanto invece l'esperienza? Per vincere non basta essere veloci, oggi vincere nell'esport e' ancora piu' complicato di prima, il livello si e' alzato moltissimo ovunque, importantissimo e' avere metodo, strategia, cura dei dettagli, cura degli allenamenti, saper stare in pista... E' un insieme di fattori che vanno incastrati, se manca anche solo uno di questi devi rifare tutto da capo ad ogni gara, ma oggi la cosa piu' importante e' il sapere... In vari anni di simracing hai partecipato e vinto già in numerosi campionati e gare, quale è stata per te la vittoria più bella? Sicuramente vincere il mondiale con Tonizza e la Ferrari a Londra nel 2019 resta il momento piu' bello della mia carriera, per quanto personalmente dolce-amaro, dietro le quinte abbiamo fatto un grandissimo lavoro che noi in quel gruppo ci ricordiamo benissimo, eravamo un team di incognite, al primo anno in assoluto per la Ferrari nell'esport... e abbiamo vinto il mondiale! Mentre a livello personale posso dire che vincere il Porsche Esports Carrera Cup Italia nel 2020 insieme a Simone Iaquinta e' stato magnifico, per me il primo titolo da quando esiste l'esport. Senza dimenticare il raggiungimento della prima finale mondiale ad Abu Dhabi di F1 esports nel 2017, senza quella, non credo ci sarebbe stato il resto! Ci vuoi raccontare l'esperienza della F1 Esports? L'esperienza in F1 esports mi ha sicuramente insegnato a correre contro i piloti piu' forti del globo e mi ha fatto apprendere vari metodi per essere competitivi a questi livelli, molti dei quali metto alla prova in allenamento. Chiaro che F1 esports e ACC sono due cose totalmente diverse, su ACC ho imparato molto di piu' a sviluppare setup rispetto a F1, in piu' trovo maggiore soddisfazione a guidare su AC, ACC ed rFactor 2 che su F1 (per quanto quest ultimo migliori anno dopo anno, ma siamo ancora lontani dall'essere completo). La Formula 1 virtuale può essere per molti un punto di arrivo: quali sono secondo te i punti di forza di una simile esperienza e quali invece i fattori negativi? Il livello che c'e' li e' surreale, ma il punto di forza e' che da questa esperienza ne esci sicuramente piu' forte di prima, piu' preparato. Il fattore negativo, beh, e' molto facile finire per fare brutte figure li, una gara sei primo... Un altra sei ultimo e se non sei bravo a riprenderti con la testa, non ne esci. In prequalifica al Nurburgring, per accedere al campionato italiano GT, hai fatto segnare il 7° tempo, con 0.476 di ritardo sulla pole di Losio, nonostante il circuito non sia proprio favorevole alla tua Lamborghini... Si, in realta' pensavo di riuscire a fare qualcosa di meglio, ma invece ero abbastanza tirato. Abbiamo notato che hai fatto 250 giri, per qualificarti, certo non pochi, ma neppure tantissimi, ti sei accontentato della qualificazione? Diciamo che al massimo potevo, sudando parecchio, togliere un paio di decimi ancora con quelle condizioni... Ma non aveva senso per me sprecare energie. Sei uno dei pochi piloti che corre con la Lamborghini Huracan GT3, come mai questa scelta? Si, siamo in 2 in tutto il campionato, e Prette l'ha scelta solo perche' gliel'ho fatta scegliere io, altrimenti non avrei potuto aiutarlo con i setup hahah. Mi piacciono le sfide, e mi piaceva l'idea di fare bene con una macchina sfavorita, infatti non l'ha scelta nessuno, forse un motivo ci sara'... Io volevo fare della ricerca e vedere effettivamente qual era il vero potenziale di questa macchina contro il resto dopo aver svolto il mondiale The Real Race Lamborghini, a Monza eravamo partiti bene, ma purtroppo abbiamo concretizzato poco rispetto a quello che potevamo realmente ottenere in questo campionato e dispiace, ma non pensavo che sarebbe stato addirittura un campionato a senso unico Ferrari. Poi Lamborghini fa parte della mia vita e della mia famiglia da parecchi anni, quindi e' per me anche una scelta di cuore. Molti dicono che si tratta di una vettura difficile, scorbutica e poco adatta a determinati tracciati... Per ora l'ho vista bene solo a Monza, per il resto consuma molta gomma al posteriore, fatica a mandare in temperatura le anteriori, è poco agile nei cambi di direzione, sovrasterza in inserimento, sottosterza in uscita... Pero' ha un bel motore! Nel primo round di campionato a Monza, pista perfetta per la tua Huracan, eri partito in modo perfetto ed eri in testa, ma poi... Ecco li stavo facendo un mezzo capolavoro, certo mancava ancora tutta la gara, ma penso che Muia avrebbe fatto molta fatica a passarmi, avevo un ottimo ritmo, ero costante in allenamento e avevo un motore libero di sfogarsi in quei lunghi rettilinei, sarebbe stato un bellissimo spettacolo quella gara anche per il pubblico, poi e' successo il fattaccio con Di Lorenzo. La prova che li avevo una gran macchina è che ho rimontato dalla 32esima posizione almeno, fino al 10mo posto, dopo l'incidente, sorpassando ovunque. Grande delusione quindi, anche se sei riuscito a recuperare e conquistare almeno qualche punto, cosa ti è passato per la mente nel post gara? Tante cose, che non posso dire... Ma quello che posso dire è che bisognerebbe avere del buonsenso anzichè rovinarsi una gara in modo così stupido, quando tra l'altro manca ancora 1 ora e sei gia' in Top 3. Nella seconda gara a Barcellona c'era voglia di riscatto: un buon 7° posto in qualifica, ma poi in gara la "tragedia"... Quell'errore li ai box pesa tantissimo, pesa come un macigno sul mio campionato, potevo continuare a muovere la classifica e ancora oggi se ci penso mi imbruttisco... Ma sono un essere umano anche io e può capitare di sbagliare, certamente sono il primo a cui dispiace non aver massimizzato quei punti, oggi potevo certamente stare piu' su in classifica e magari puntare ancora alla Top 3 che con questa macchina contro questi avversari, sarebbe pure ottimo. Gara 3 a Misano parti dal 10° posto in qualifica, si poteva far meglio? In qualifica ho fatto un errore all'ultima curva, e ho buttato un giro molto al limite ma che comunque mi avrebbe fatto partire 8vo... In gara dopo il casino che c'e' stato alla partenza poteva essere un altra gara, ma penso che forse piu' di un 5to posto non sarei riuscito, quindi dopo l'incidente con Giarratana è iniziata una gara durissima di difesa del risultato e abbiamo massimizzato bene per come la vedo io, comunque in positivo visto dalla posizione in cui ero partito. In gara sull'Adriatico recuperi 2 sole posizioni ed arrivi 9°, sei stato penalizzato dalla vettura? Avevo settato bene questa macchina, ma non era comunque abbastanza per far fronte a Ferrari, Mclaren e in aggiunta anche Mercedes. Non avevo comunque grandissime aspettative. Arriviamo quindi in Inghilterra ed in qualifica piazzi uno straordinario 3° tempo, anche se a 0.711 dalla pole di Muià, che sembra imprendibile... Come non avevo grandi aspettative a Misano, non le avevo neanche per Silverstone, pensavo anche peggio... Invece la pioggia ha esaltato le mie qualita' alla guida, ma nel distacco di 7 decimi si evince tutta la differenza tra la Ferrari e la Lamborghini, magari 1 o 2 decimi meglio avrei potuto toglierli tirando fuori il coniglio dal cilindro, di piu' impossibile, e mi sarebbero mancati ancora 5 decimi per raggiungere la Ferrari di Muia'. Sull'acqua sembri decisamente a tuo agio però, considerando pure che la Lamborghini non è proprio auto adatta a Silverstone... Assolutamente no, forse Silverstone e' una delle peggiori piste dove mettere a confronto la Lamborghini, ricordo l'anno scorso un SRO 2020 dove la Lamborghini con piloti del calibro di: Franczak, Pawlowski, De Salvo, Santoro, Brioni, Honzik non andò oltre la ventesima posizione, e fu invece la McLaren a dominare. Oggi questa Lamborghini non è poi così diversa da quella, ma sul bagnato mi so esprimere molto bene e ho fatto una gara praticamente perfetta in mezzo alle Ferrari! Senza regalare metri agli inseguitori per il podio che comunque erano D'Alcamo e Santoro e per un pò sono rimasto anche agganciato a Losio per diversi giri, mentre Muia' ha fatto il Muia'. Sul traguardo inglese arrivi sul podio al 3° posto, una prestazione che tu stesso, nelle interviste post gara, hai definito "la gara più bella fatta finora con AC Competizione!". Raccontaci tutto... Ma tutto, dalla preparazione fatta in 2/3 giorni perchè fino a qualche giorno prima dovevamo qualificarci a un altra competizione, con un altra macchina, in un'altra pista, poi praticamente da solo senza l'aiuto di Tuffa perchè aveva anche lui degli impegni, dover fare 5/6 setup per essere pronto su tutte le condizioni. Qualifiche perfette, a partire dalla strategia, al tempismo per lanciarmi per un ultimo giro, il terzo posto in griglia, partenza intelligente e poi martellare tutti i giri sullo stesso identico tempo, addirittura guadagnare sulla sosta ai box e resistere al ritorno di Santoro all'ultimo giro (lui che è molto bravo a mettere pressione e sorpassare). Ero veramente distrutto dagli impegni, stanco, stressato per i risultati negativi che non stavo affatto meritando. E quando meno me l'aspettavo ho fatto una gara da incorniciare! In gara, nonostante la difficoltà del bagnato, hai girato su tempi sempre molto costanti: è stata una scelta strategica, eri già al limite delle prestazioni oppure non era necessario spingere più di tanto? Stavo spingendo piu' che potevo, ho certamente iniziato piu' accorto per prendere fiducia, ma poi con quelle Ferrari dietro non te lo puoi permettere di gestire, puoi solo dare l'anima per restare davanti e sfruttare il motore per resistere sui rettilinei. Manca ormai solo la gara di Imola per la chiusura del campionato e sei forse uno dei piloti che può maggiormente guardarsi indietro con tanta amarezza, per come sono andate soprattutto le prime due gare... Certo, grande rammarico, ma guardo alla prossima gara, alla prossima sfida, se restassi fermo a pensare a tutte quelle gare che mi sono andate male, certamente non andrei avanti! Il titolo è ormai inarrivabile, ma qual'è l'obiettivo di Giglioli adesso? Mah, io affronterò l'ultima gara sereno, senza aspettarmi nulla e vedremo poi alla fine come andranno le cose, e guarderemo la classifica alla fine, mi piacerebbe vincere una gara, mi sembra alquanto improbabile ormai, la gara da vincere era Monza, ma sono curioso di vedere come andra' la Lamborghini a Imola. Tra correre di notte e con la pioggia, cosa preferisci? La pioggia, perchè penso che esalti di piu' le qualita' tecniche di un pilota. Le previsioni ci dicono che la prossima gara a Imola sarà con una temperatura primaverile, ma con qualche nuvola che, chissà, potrebbe portare qualche gocciolina... Preoccupato? Assolutamente no! E' bello ogni tanto dover improvvisare. Quante ore dedichi all'allenamento al simulatore? Dipende da come sono messo con lo sviluppo della macchina, ci sono giorni che non giro proprio, per diversi giorni, e ci sono quelli in cui giro solo 2/3 ore la sera, come ci sono quei giorni molto impegnativi da minimo 6/8 ore al giorno divisi in 4 la mattina e 4 pomeriggio/sera, dipende dal contesto! Segui un metodo particolare per i tuoi allenamenti? Si, un metodo che ho imparato quando ero alla Ferrari Driver Academy ma che ho personalizzato. Sei un pilota che si preoccupa anche dell'assetto auto oppure hai dei tecnici che lavorano insieme a te sul setup? Entrambi, anche se fino a 1 anno e mezzo fa non pensavo all'assetto, il team me li forniva e io giravo, adesso sviluppo io, Tuffa mi ha insegnato bene e quando arriva la sera si ritrova sempre una macchina gia' all'85% fatta, ma il suo supporto resta fondamentale per me. Sei un pilota che da qualche tempo fa parte del MCW Racing Team, vuoi raccontarci qualcosa su questa scuderia? Come sei entrato a farne parte? MCW sta mer MC World dove MC sta per Matteo Cressoni, lui è un pilota reale Ferrari GT ancora in attivita' che ha scelto di buttarsi nell'esport con il suo proprio team, team attivo anche nel reale... E' un progetto ancora giovane e sono felice che abbia scelto me e Andrea Tuffa per gestire il reparto corse del team esport. In MCW è tuo compagno di squadra Louis Prette, campione 2019 del Ferrari Challenge Europe e 2° nel 2020 nel campionato GT Open reali, non proprio un "inesperto" insomma, ma sembra che al simulatore non abbia ancora carburato... Credetemi quando vi dico che Prette e' forte e veloce, ed essendo un pilota reale per via degli impegni si allena poco, ma si adatta in tempi lampo. Nonostante cio' fa fatica a rendere con questa macchina, lasciando da parte gli errori che ha commesso quando poteva fare degli ottimi punti per il team a Misano e Silverstone. Tu e Prette vi allenate insieme? Certamente, all'inizio di piu', adesso un pò meno per via dei suoi impegni, io sviluppo la macchina poi quando la sento impostata gli giro il setup e la telemetria, gli do qualche dritta sulle traiettorie che faccio io, poi se c'è da adattargli il setup lo aiuto a capire cosa andare a toccare perchè si trovi piu' a suo agio. Cosa hai imparato da lui e cosa, invece gli hai insegnato? Ecco questa cosa di avere anche la telemetria, è qualcosa che non mi era mai successo prima, mi fa capire che livello di preparazione c'è nel reale, infatti lui si adatta subito! A Prette credo di non dovergli insegnare nulla, anzi sarei felice potesse essere il contrario! Ma sul sim gli do diverse dritte che a lui servono per capire come funzionano le gare al simulatore. Quali sono le peculiarità ed i vantaggi di far parte di un team simracing? Puo' essere bello far parte di un team per il gruppo, oppure imparare a lavorare sodo insieme, la cosa piu' bella è quando ci sono entrambe le cose. Poi dipende da dove sei, per esempio io con la Musto ancora oggi da "avversario" conservo un rapporto di amicizia molto bello, mi sento molto legato a diverse persone all'interno del team, per il gruppo che c'è, ma anche perchè ho imparato moltissimo con loro, io e Tuffa formavamo parte della Musto, e ora è come se si fosse separata una costola di quel team, che è andata indipendentemente a costruire altrove. Ti ritieni un simdriver "professionista" ? Si, lavoro meticolosamente, sia sulla prossima gara ma anche fuori, curo tutti i dettagli, mi occupo anche dei social, faccio un lavoro a tutto tondo. Molto spesso i piloti focalizzano l'attenzione ostinatamente sul setup, pensando che con quello risolveranno ogni problema ed andranno fortissimo... Tu cosa ne dici? Che ci vogliono entrambe le cose, il setup deve servirti per poterti esprimere, non esiste il setup perfetto per tutti, ma sicuramente se sai cucirti la macchina addosso potrai esprimerti meglio. Hai mai provato esperienze di pista reale? Se si raccontacele... Per ora ho solo provato qualche go-kart 100cc e provato una Abarth 595 a Ortona per il Rally Italia Talent qualche anno fa. Tra non molto mi tocchera' ricevere il premio per aver vinto il Porsche Esports Carrera Cup Italia 2020, e salirò a bordo di una Porsche per una giornata in pista. Pensi che Imola sarà favorevole a Giglioli ed alla sua Lamborghini? Non lo so, vedremo... Assetto Corsa Competizione è il simulatore scelto per questo CIGT ACI, cosa ne pensi del titolo made in Kunos? Molto bello, molto dinamico, mi piace guidare su ACC, magari vorrei poter utilizzare il TC a zero in certe situazioni come fanno nella realta' ma confido nel lavoro dei ragazzi di Kunos che miglioreranno giorno dopo giorno questo sim. Il CIGT ACI ESport ha destato subito grande interesse nella comunità del simracing: a cosa è dovuta secondo te tutta questa attenzione? La qualita' dei piloti partecipanti, anche se non ci sono tutti, la gestione delle telecronache a Grand Prix TV bravissimi, il fatto che ci sia l'ACI dietro e che man mano questa disciplina sta prendendo piede sempre di piu' anche grazie ai vari Lockdown, sempre piu' persone si stanno interessando al simracing oggi giorno, le gare sono combattute e ci sono tante vetture e sembra sempre piu' come guardare delle gare reali. Cosa può offrire in più al simracing, secondo te, il patrocinio della federazione ACI nazionale? Sicuramente riconoscenza, inclusivita' del simracing nel mondo reale che oggi deve avere come scopo attrarre nuovi fan, e per attrarre la prossima generazione di fan del motorsport si deve tentare di puntare sul simracing in quanto il mondo in cui viviamo giorno dopo giorno sta diventando sempre piu' digitalizzato. Chiudiamo con i tuoi consigli, perchè si può sempre migliorare: qualche idea e suggerimento per perfezionare un evento importante come questo del CIGT? Mettere in palio premi piu' interessanti per aumentare l'interesse di partecipazione, mandare in diretta le gare su Rai Sport, portare settimanalmente dopo ogni gara dei video highlights piu' corti (5-10 minuti), magari avere un appuntamento settimanale dopo le gare dove si parla del campionato con degli opinionisti che parlano delle auto, dei piloti, del campionato, delle impressioni, delle previsioni con magari qualche ospite speciale, anche 45 minuti/ 1 ora di live andrebbe bene, sono così bravi su Grand Prix tv a parlarne durante le gare, sarebbe il caso di aprire una rubrica a parte! Qualche consiglio invece ai tuoi colleghi piloti, casomai quelli che vogliono diventare vincenti come Gianfranco? Per chi si sta approcciando al simracing consiglio di divertirsi innanzitutto, e di non entrare nel simracing perchè bisogna essere dei vincenti, perchè si puo' restare molto delusi se si sbaglia approccio e percorso, come in tutte le discipline ci vuole pazienza, determinazione, allenamento, studio, conoscenza ed esperienza e questo arriva solo con il tempo e circondato delle persone giuste, ogni giorno si impara qualcosa di nuovo. Mentre per i miei colleghi avversari non ho niente da consigliare, che poi me li ritrovo contro hahah. Grazie della disponibilità e naturalmente buona fortuna per il CIGT! Grazie a voi per questo spazio e a presto!
  2. Sophia Floersch torna al volante del simulatore per spiegarci un giro veloce a Silverstone con la Formula 3 targata Race Sim Studio su Assetto Corsa.
  3. La prima settimana di pausa per il Mondiale di F1 2020 è terminata ed è giunto il momento di tornare in pista. I protagonisti del Circus iridato, infatti, saranno impegnati in questo fine settimana per il classicissimo Gran Premio di Gran Bretagna, che come ogni anno sarà ospitato sul velocissimo circuito di Silverstone. Una pista che fonda le sue radici nel secondo dopoguerra è che ha permesso a molti piloti britannici di mettersi in mostra: tra questi vogliamo ricordare Nigel Mansell, Damon Hill, David Coulthard e, in tempi più recenti, l’attuale leader della classifica iridata Lewis Hamilton, che anche quest’anno è pronto ad andare ad artigliare il gradino più alto del podio. DA AEROPORTO MILITARE A PISTA DI VELOCITÀ Il circuito di Silverstone nasce ufficialmente nel 1943, quando nell’omonima località la Royal Air Force decide di costruire un aeroporto militare per il decollo dei propri caccia. Il nome prescelto fu quello di RAF Silverstone e la sua configurazione era quella tradizionale di tutte le altre installazioni militari dell’epoca: tre piste disposte a triangolo. Quando la Seconda Guerra Mondiale giunse alla sua conclusione, gli appassionati del luogo, tra i quali un certo Maurice Geoghegan, si resero conto che l’installazione in questione era praticamente deserta e, quindi, rappresentava il luogo ideale per disputare delle gare di velocità. Il tracciato per quest’ultime fu ricavato grazie all’unione di ogni pista di decollo con delle curve gestite con balle di paglia, un layout poi utilizzato anche dal Royal Automobile Club per le proprie corse ufficiali. Dal 1950, tuttavia, le competizioni chiesero un disegno più complesso, che fu ottenuto utilizzando le vie perimetrali dell’ex-installazione militare: così facendo si definì a grandi linee lo schema del circuito di Silverstone che oggi tutti noi conosciamo, il quale rimase invariato per ben 38 anni. PICCOLE MODIFICHE, POI LA RIVOLUZIONE Dal primo Gran Premio ufficiale di Formula 1 del 1950, quindi, il circuito di Silverstone rimase pressochè lo stesso per quasi quattro decenni, durante i quali i gestori apportarono solamente delle piccole modifiche funzionali. Nel 1975 venne introdotta una chicane per cercare di limitare la velocità di ingresso e percorrenza della curva Woodcote, mentre nel 1987 venne ridefinita la curva Bridge. I principali lavori di ristrutturazione, tuttavia, sono da far risalire all’inizio degli anni ‘90: la volontà fu quella di rivoluzionare il layout facendolo diventare molto più lento, privandolo delle velocità che si potevano raggiungere nelle sue storiche curve Stowe, Club e Woodcote. Ad eccezione della Copse, della Abbey e di gran parte dei rettilinei, tutta la pista fu rivoluzionata, a partire dal complesso delle Maggots & Becketts assieme alla Chapel, il quale fu rivisto con una forma a serpente che avrebbe reso la vita difficile ai piloti. Al posto del Farm Straight e della curva Bridge, inoltre, fu introdotto un settore particolarmente tecnico chiamato Luffield, composto da un tornante che lanciava successivamente verso il rettilineo di partenza e arrivo. Nonostante tutto, però, l’identità di Silverstone come pista velocissima non fu persa del tutto, e questo fu uno dei pregi che sicuramente piacque a tutti i piloti del Circus iridato. La morte di Senna e Ratzenberger nel 1994, tuttavia, costrinse a rivedere l’ingresso della curva Stowe dall’Hangar Straight, al fine di aumentare lo spazio delle vie di fuga. Lo stesso accadde per la Abbey, ridotta a una chicane in soli 19 giorni con lo scopo di ospitare il GP del 1994. Nel 1997 l’ammodernamento toccò invece all’asfalto, che fu ripristinato, mentre l’uscita della pitlane fu allungata e i cordoli colorati diversamente: da bianchi diventarono blu-bianchi nel 1998, mentre dal 2011 hanno ottenuto una tonalità bianco-rossa. SILVERSTONE CEDE IL TRONO A DONINGTON… O FORSE NO? La storia del circuito di Silverstone prosegue successivamente fino al 2004, quando i gestori dell’impianto trovarono un accordo con Bernie Ecclestone per mantenere la pista nel calendario di Formula 1 fino al 2009. Da quel momento in poi, infatti, si annunciò che il GP di Gran Bretagna sarebbe stato ospitato sul tracciato di Donington Park, già utilizzato per molte stagioni dal Motomondiale e dal Mondiale Superbike. La difficile situazione economica di Donington, tuttavia, non permise di farvi traslocare l’intera carovana del Circus iridato: in quest'occasione, quindi, intervennero nuovamente i gestori di Silverstone, che riuscirono a strappare ad Ecclestone l’esclusiva del British Grand Prix per altri 17 anni. GLI ULTIMI LAVORI E IL 70° ANNIVERSARIO Fino all’edizione 2009 la Formula 1 ha sempre utilizzato un proprio layout per i suoi Gran Premi, con il rettilineo di partenza e arrivo posizionato tra la curva Woodcote e la Copse. Nel 2010, tuttavia, il circuito di Silverstone fu sottoposto ad altri lavori di ammodernamento, che hanno previsto l’allungamento del layout complessivo di 750 metri. In quell’edizione le monoposto del Circus iridato hanno utilizzato il percorso solitamente riservato ai prototipi della MotoGP, mentre dal 2011 la griglia di partenza è stata definitivamente spostata tra le curve Club e Abbey, dove è stata costruita anche la nuova pitlane, i nuovi box e il paddock retrostante. Il vecchio rettifilo tra la Woodcote e la Copse, invece fu rinominato “rettilineo internazionale”. Questo fu riasfaltato nel 2012 perché troppo sconnesso, mentre nel 2018 l’operazione è toccata all’intera pista. Il nuovo asfalto, tuttavia, ha creato non pochi problemi ai piloti di F1, così come a quelli della MotoGP, che hanno dovuto accettare l’annullamento del loro Gran Premio per dei vistosi problemi di drenaggio dell’acqua in caso di pioggia. La riasfaltatura dell’estate 2019 ha risolto praticamente tutti i disagi, permettendo al ritorno in pista di segnare nuovi primati sul giro in tutte le classi. Quest’anno il calendario della Formula 1 si fermerà a Silverstone per due weekend consecutivi: quello del 31 luglio – 2 agosto, in cui prenderà vita il tradizionale GP di Gran Bretagna, e quello successivo del 7 – 9 agosto, quando scatterà il Gran Premio del 70° Anniversario in onore dei 70 anni dalla prima edizione della massima serie automobilistica, organizzata nel 1950 proprio su questa pista. SILVERSTONE: IL CIRCUITO AI RAGGI X Nella configurazione attuale la pista di Silverstone è lunga 5.891 metri e presenta in totale 18 curve, delle quali 10 a destra e 8 a sinistra, da percorrere per 52 giri nell’arco di un Gran Premio. Si tratta di un circuito da medio-alto carico aerodinamico, che consente alle monoposto del Circus di raggiungere la velocità media di 249 km/h. I piloti mantengono il gas spalancato per il 76% del giro, in special modo nella curva Copse e nel tratto che connette la Luffield alla sezione delle Maggots & Becketts insieme alla Chapel. Come è evidente, questo comporta un notevole stress a livello della power unit, che tuttavia gioca un ruolo importantissimo nella ricerca della massima prestazione. Il sistema ibrido delle attuali vetture da F1 permette di abbassare i tempi sul giro di circa 2 secondi, mentre l’incremento di velocità massima è pari a 19 km/h; la vera sfida, tuttavia, sarà quella di gestire al meglio l’energia a disposizione, così come di trovare il miglior bilanciamento possibile in fatto di efficienza aerodinamica, cioè di generare il livello massimo di downforce senza intaccare la velocità di percorrenza in rettilineo dovuta alla resistenza dell’aria. Le monoposto dovranno essere reattive e precise in ingresso curva, così come sufficientemente stabili in percorrenza; sarà cruciale, inoltre, avere la trazione necessaria per poter uscire efficacemente dai tornanti più stretti, come quelli del primo settore (dalla curva 3 alla 5) e del complesso Brooklands-Luffield-Woodcote, senza dimenticare la staccata della Vale e della Club che introduce verso il rettilineo d’arrivo. Per quanto riguarda gli pneumatici, Silverstone sarà una grande sfida per le P Zero fornite dalla Pirelli, messe a disposizione nelle mescole C1, C2 e C3 per il GP di Gran Bretagna e in quelle C2, C3 e C4 (più morbide) per il successivo GP del 70° Anniversario. Ultimo punto da considerare è l’impianto frenante: rispetto all’Hungaroring, il circuito di Silverstone non è particolarmente impegnativo per i freni delle Formula 1, visto che sono utilizzati solamente per il 15% del tempo, equivalente a 12,6 secondi in ogni giro e 11 minuti sulla distanza di gara. A tal proposito, il numero di frenate richieste per affrontare un hotlap a Silverstone è pari a sette, delle quali solamente tre superano i 4g di decelerazione massima: quelle della curva 3, 6 e 16. Il carico che il pilota dovrà imprimere sul pedale del freno per ogni staccata è di 150 kg, per un totale di 30 tonnellate di spinta nell’arco del Gran Premio. Un impegno ridotto rispetto alle 56 tonnellate dell’Hungaroring, che comporta un abbassamento delle temperature dei freni e, quindi, una minore efficacia di dischi e pinze se questi rimangono eccessivamente freddi per lungo tempo. Il rischio è quello di veder diminuita la capacità frenante e aumentata l’usura generale dell’impianto, alle quali si somma la vetrificazione delle pastiglie nel caso in cui si corra sotto la pioggia. SILVERSTONE: I FATTI STORICI PIÙ IMPORTANTI Il 13 maggio del 1950 il circuito di Silverstone ha ospitato la prima gara ufficiale del Mondiale di Formula 1, dando il via a quella che è considerata oggi come la massima serie ed espressione dell’automobilismo internazionale. L’anno successivo, Josè-Froilan Gonzales si è aggiudicato il 4° GP di Gran Bretagna, portando al successo per la prima volta la Scuderia Ferrari. Tra gli altri primati, vale la pena ricordare quello di Keke Rosberg durante l’edizione del 1985: il pilota tedesco, all’epoca su Williams-Honda, centrò la pole position mantenendo quella che è stata la media sul giro più alta di sempre in tutta la storia della Formula 1, di poco superiore alle 160 miglia orarie. Un record durato per quasi vent’anni, per poi essere battuto prima da Juan-Pablo Montoya nel 2002, poi da Rubens Barrichello nel 2004 e, infine, da Kimi Raikkonen nelle qualifiche del GP d’Italia 2018, con una media che ha raggiunto quota 263,587 km/h. In seguito alle modifiche attuate all’inizio degli anni ‘90, Nigel Mansell vinse le edizioni del 1991 e del 1992 al volante della stratosferica Williams-Renault FW14, utilizzata da Ayrton Senna come “taxi” durante il GP del ‘91. Il brasiliano, infatti, rimase senza benzina a un giro dalla bandiera a scacchi, motivo per cui il “baffo più veloce d’Inghilterra” gli diede un passaggio fino ai box. Quella del 1998, invece, fu un’edizione che è entrata nella storia per la vittoria di Michael Schumacher, che raggiunse il gradino più alto del podio transitando dalla pitlane perché doveva scontare uno stop&go di dieci secondi. Nel 2003, infine, ci fu l’invasione di pista del “prete”, quel Neil Horan che percorse a piedi l’Hangar Straight mentre sfrecciavano vicino a lui le monoposto del Circus iridato. Per quanto riguarda le statistiche, sul circuito di Silverstone il pilota più vincente è l’idolo locale Lewis Hamilton, con sei successi all’attivo (uno in più di Jim Clark e di Alain Prost) assieme alle sei pole position, alle nove apparizioni a podio e ai 206 punti conquistati durante le varie stagioni di Formula 1. Il britannico di Stevenage, tuttavia, deve piegarsi a Nigel Mansell in fatto di giri veloci, perché “il baffo” detiene ancora il primato con sette passaggi a tutta velocità. La Ferrari, invece, è la dominatrice della Hall of Fame Costruttori, con 17 trionfi, 16 partenze dalla prima casella, 20 giri veloci, 56 podi e 563,8 punti totali messi in cassaforte dai propri piloti. E ora… ecco il momento tanto atteso da noi simdrivers! Dopo il Red Bull Ring e l’Hungaroring, Esteban Gutierrez ci porta in pista sulla sua Mercedes per svelarci tutti i segreti del circuito di Silverstone. Siete pronti a centrare la pole position?
  4. Come abbiamo scoperto tempo fa, la nuova build di giugno di iRacing ci metterà a disposizione anche il nuovo e rinnovato circuito inglese di Silverstone, che oggi possiamo ammirare in un nuovo video che ci mostra un giro completo dello spettacolare tracciato inglese.. Silverstone Circuit: This will be a new track at $14.95. However, whoever purchased the existing Silverstone in the last 24 months (as of the build date) will receive a credit of $14.95. The existing Silverstone will be made a free track and granted to everyone.
  5. Lo spettacolare campionato Blancpain GT Series fa tappa a Silverstone questo fine settimana, non ci meravigliamo quindi se la Kunos Simulazioni ci presenta proprio oggi una serie inedita di immagini di anteprima del suo Assetto Corsa Competizione scattate sul glorioso autodromo inglese. Naturalmente il clima anche in pista virtuale è tipicamente britannico... Da non perdere oggi pomeriggio a partire dalle ore 15,30 la diretta della gara endurance che potete seguire anche dal link qui sotto.
  6. Partirà martedi prossimo da Silverstone, con quasi 70 piloti schierati in griglia suddivisi in tre servers, il nuovo campionato GT3 Series di DrivingItalia con Assetto Corsa. Per dare la possibilità a tutti di divertirsi, aiutando in modo pratico e concreto soprattutto i piloti virtuali alle prime esperienze, in collaborazione con il team AKR abbiamo aperto la AKR Academy, iniziativa che ha avuto da subito un grande successo e che lunedi 7 darà vita alla seconda lezione. Proprio per arrivare preparati a lunedi sera conoscendo già le traiettorie del difficile circuito inglese, il nostro Francesco Trancanelli del team AKR ci presenta in questo video tutti i segreti della pista di Silverstone! Correte a questo link per tutti i dettagli e per partecipare anche voi alla Academy.
  7. La Codemasters ci presenta oggi un nuovo trailer dedicato al suo prossimo F1 2017: nel video troviamo Max Verstappen in azione sulla versione corta del circuito di Silverstone. In the run up to 2017 FORMULA 1 ROLEX BRITISH GRAND PRIX, we’re extremely happy to be showing a brand new trailer off to you for F1™ 2017, the official videogame of the 2017 FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP™. The trailer showcases Max Verstappen playing F1 2017 in the stunning ‘Hall of Fame’ at Red Bull Racing Headquarters in Milton Keynes, United Kingdom, ahead of the 2017 FORMULA 1 ROLEX BRITISH GRAND PRIX this weekend at the iconic Silverstone circuit. In a first for our F1 games, in addition to all of the twenty official 2017 circuits being present in the new game, we can announce to you that F1 2017 will also include four shortened circuit variations, including ‘Silverstone Short’. You can see Max Verstappen driving the 2017 Red Bull Racing RB13 and also the classic 2010 Red Bull Racing RB6 on the ‘Silverstone Short’ circuit in the trailer below Of course, Max Verstappen approaches the Silverstone Short circuit in trademark fashion in the trailer, and sets a new fastest lap! The four shortened circuit variations are available in all game modes, and can be raced with either the 2017 or the classic cars. Max said of his experience playing the new F1 2017 game: “I really like the game and it is a lot more fun to drive with the new cars. The graphics are a lot better, they’ve made the cars more realistic, and that’s always good. I like the detail on the classic cars involved and it’s always nice to drive those old legendary cars. I think it’s a great game, it’s definitely a lot of fun to play.” In the trailer Verstappen also comments on how the two cars feel to him compared to his real life experiences: “The 2017 RB13 feels really good in the game, with the extra grip, from the new 2017 car designs as well as from the wider tyres, resulting in faster cornering speeds which require more precision. In comparison, the classic RB6 is lighter, with a slower top speed, and later braking, and of course the biggest stand out being the sound of the engine.”
  8. Dopo il primo annuncio e trailer di lancio, la McLaren ufficializza la prima tappa del suo evento World Fastest Gamer, torneo eSport che mette in palio un contratto di un anno come pilota tester per il simulatore professionale F1 della casa inglese. La prima gara si svolgerà a Silverstone in luglio, subito dopo il Gran Premio di Formula 1. La notizia forse più interessante è però che il software utilizzato sarà rFactor 2. McLaren’s World’s Fastest Gamer esports competition will kick off the first of four official qualifying events in conjunction with the Silverstone Circuit this July. World’s Fastest Gamer will pit 10 virtual racers (six pre-selected by a panel of experts, and four chosen via online championships) in a fierce competition that will see the winner awarded the role of McLaren simulator driver for one year. The first qualifying heat will be conducted using the RFactor 2 platform across a four-week period following the British Grand Prix, held at Silverstone, on July 16. The top 20 drivers will race each weekend, with points counting towards the Silverstone championship. The eventual winner will be given a place in the finale. “Silverstone is a venue that’s synonymous with motorsport and is a great place to kick off our virtual racing contest," explained McLaren Technology Group Executive Director Zak Brown. "We’re looking forward to working together with Silverstone to help bring a new and younger audience into the motorsport world.” Three further official qualifying events will take place ahead of the grand finale, which will be held across several days at the McLaren Technology Centre. These three events will be conducted on mobile and console platforms. Further information about how to enter the qualifying event is to follow...
  9. Il team Sector3 ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per il suo RaceRoom Racing Experience. Oltre ai consueti bugfix e migliorie varie, il nuovo update ci mette a disposizione anche il nuovo circuito di Silverstone (in 4 configurazioni) e l'update per la fisica delle vetture DTM. Qui di seguito il changelog completo ed il trailer di lancio.
  10. Il team Sector3 ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per il suo RaceRoom Racing Experience. Oltre ai consueti bugfix e migliorie varie, il nuovo update ci mette a disposizione anche il nuovo circuito di Silverstone (in 4 configurazioni) e l'update per la fisica delle vetture DTM. Qui di seguito il changelog completo ed il trailer di lancio. 25-01-2017 What’s New (Summary) First pass of VR support Leaderboard divisions. Multiplayer Browser Revamp. Manual Pitstops in Get Real. AI Stress factor. All DTM seasons updated to latest physics. Silverstone and Stowe. Game: Added a first pass of support for OpenVR. Read more about it HERE. Fixed an issue where turning the virtual wheel in vehicle settings on/off would not apply in game until session restart. Tweaks to Memory usage of Instant Replays and changed so instant replays always request 300 seconds length. Memfiles are now written to disk when becoming too large. Player is now allowed to pit in non race sessions (to practice pitstops, change tires, refuel…). Before, the player would automatically be brought to garage menu after entering pitlane. Fixed issue with timing on single lap layouts (ie Nordschleife Tourist) when starting from garage in non race sessions. Fixed issue with best individual sector times being calculated incorrectly. Fixed a case where enabling Manual Depth of Field mode wouldn’t always lock the focus plane on the currently selected car Fixed AI pitting in last lap on certain occasions by adding precision to calculations for refuelling. Fixed incorrect stance for certain cars, fixed this for replays as well now. Updated the Fanatec SDK to version 2.2 Added support for Fanatec CSL and added a default profile. Moved the message area used for displaying current camera, chat messages etc. down a bit so they don't overlap with the text field that displays which leaderboard division the player is in. Fixed issue with mouse steering resetting to zero position when looking left/right in cockpit & hood cams. Fixed an issue with race position overlay sometimes missing entries if they get processed in the wrong order. Fixed an issue where player would see pit lane speed window when off track on certain areas. Fixed an issue in timing screen where multiple entries of the same driver would appear. Minor tweaks and fixes to protocol that communicates to backend and web to support the additional data in the MP browser. Fixed DQ on late penalties being treated as it was ON when it was OFF. The Pit menu and Pit In Now overlays should now be hidden when restarting a non race session. Fixed an issue where cars could remain ghosted after receiving a slow-down penalty Fixed a crash occuring when game attempted to save pit presets on certain occasions. Fixed a rendering issue with cars that would occur when changing visual preset from low to custom and changing shadows from off to lowest. Multiplayer: Fixed issue with the dedicated server writing a backend log file in the wrong folder when too many liveries were allowed on the server. Fixed an issue in timing screen where multiple entries of the same driver would appear. Sounds, Cameras, Physics & AI: Introduced “Stress factor” for AI. AI’s can now be pushed into making mistakes when under pressure. Likelihood of those mistakes increases from being chased and from collisions. Improved AI awareness of opponents on their sides. When two AI’s are side by side reaching a braking point, one will brake 3% earlier and the other 2% later, depending on longitudinal position and relative speeds Increased awareness for AI when under blue flag and upon leaving pitlane for incoming traffic Punctures : occurrence of tire punctures are now tied to wheel rotation speed rather than vehicle speed. Reduced the bouncing of certain cars upon spawning in their garage location. Fixed a case that would cause 4WD cars to run with differentials wide open Fixed a case where DRS could disengage when driving over bumps Audi TT Cup and TT RS VLN : Added rear downforce to AI cars to keep them more stable in high speed weight transfers where they are often caught losing control. Tweaked AI versus players collisions to be more fair to the player DTM : Ported 2016 physics and sounds to all past seasons of the DTM. GTR 3 : AI update, Improved standing starts for all cars, AI versus player collisions tweak to be more fair to the player Mercedes C63 DTM 2016 : Fixed the noisy suspensions and increased engine volume Raceroom FR3 : updated sounds RedBull Ring GP : Cut rules update for more strict rules Art: Chang: Adjusted IBL to match the new light setting Zandvoort : fixed missing terrain, fixed missing generics, fixed terrain normals, redone sets for generics/audience, swapped 2d audience with latest models, fixed underpass shadow on track Alpina B6 : Fixed incorrect windscreen banners in certain liveries. Portal & Backend: Revamped Multiplayer Browser. Implemented Leaderboard Divisions. Leaderboards with over 100 entries will now divide into divisions. Added thumbnail support to MP Browser. Dedi admins can now upload their custom image to represent their servers (PS: Servers with offensive images will be removed.) Fixed some scrolling issues in certain sections of portal. Fixed an issue where clicking the race button in MP browser while it is greyed out would lock the game
  11. VELOCIPEDE

    rF2: Silverstone by ISI v1.35

    Il team ISI ha rilasciato per rFactor 2 la nuova versione aggiornata 1.35 del circuito inglese di Silverstone. Per dettagli, download e commenti fate riferimento a questo topic. We are happy to release version 1.35 of Silverstone Circuit for rFactor 2. This update includes a number of small fixes and tweaks, a very important fix for the GT AIW (AI driving lines), and the addition, finally, of a working National configuration.
  12. VELOCIPEDE

    Project CARS in video confronto

    Decisamente spettacolare è il video che potete ammirare qui sotto, che ci mostra il confronto diretto fra il Project CARS targato Slightly Mad e la realtà della pista, con la mitica Sauber Mercedes C9 sulla pista di Silverstone.
  13. Alessandro Pollini

    [rFactor2] - Silverstone 2013

    File Name: Silverstone 2013 File Submitter: Alessandro Pollini File Submitted: 20 Oct 2014 File Category: Tracks Author : RaceRfactor We present the RaceRfactor Silverstone 2013. This is the ISI Silverstone 2012 v114. We have added the 2013-2014 DRS zones with their corresponding lines and signs. Click here to download this file
  14. VELOCIPEDE

    rFactor 2: nuova Silverstone by ISI

    Silverstone Circuit v1.01 -> v1.14 Changelog - Increased surface mesh density at The Link and Maggots Corner for short layouts - Added and enhanced 3D modelled surface details based on accurate data - Added International layout - Replaced GP Layout with GT Layout (41 garage spots) - Added Concrete Blocks to prevent wandering beyond limits on short layouts - New default weather preset for GT and International Layouts - Added Medium Rubber RealRoad presets - Reworked Light Rubber RealRoad presets - Added International layout cameras - Fixed inaccurate Sector 1, Sector 2 and Pit In timing lines (Pit In is now at the FIRST line) - Fixed multiple small terrain gaps - Fixed incorrect material on old pit building roof - Fixed Collision for Bridges - Fixed Collision for PitWall Gates - Fixed Smoothing on Grandstand at Club Corner - Fixed Smoothing on wall at Club Corner - Fixed light glow being always enabled - Fixed (most) annoying popups - Fixed Daylight Saving Time zone - Tweaked terrain textures and materials for less aliasing and a tiny bit more depth - Tweaked wall materials for a tiny bit less aliasing - Tweaked Vegetation textures and materials - Tweaked RealRoad texture - Tweaked Glass materials - Tweaked Vehicle materials - Optimized 3D Tyre Walls for better and smoother performance - Optimized Armco for better and smoother performance - Optimized Armco details for better and smoother performance - Optimized Vehicles for better and smoother performance - Optimized Shadow Casters for better performance - Optimized LOD distances for better performance - Optimized Reflection Maps for better performance - Optimized Crowds for better performance - Optimized Terrain objects for smoother performance - Optimized Grandstands for better performance - Optimized Props for smoother performance - Optimized Omni Lights for International layout - Optimized Vegetation - Optimized Grass and Gravel Verges - Optimized Terrain textures - Optimized Vehicle textures - Optimized Building textures Notes: - Performance should be improved by an average of 15-30% over v1.01 depending on detail settings. - Smoothness should be improved by an average of 25-35% over v1.01 depending on detail settings; up to 45% in most previously heavy stutter areas. - Texture size reduction by 35% should also free up some VRAM by a fair amount, regardless of detail settings; - Existing 1.01 GP Layout has been replaced by what we now call GT Layout; which is the same layout with extra garage spots. International Layout
  15. VELOCIPEDE

    rFactor 2: news dagli ISI

    Il team ISI ci aggiorna su alcune novità riguardanti il suo rFactor 2: la prima buona notizia riguarda il tracciato di Silverstone, che sarà finalmente aggiornato ed ottimizzato con gli ultimi dati reali raccolti, mentre la pista di Indianapolis subirà un leggero ritardo nello sviluppo, ma in compenso ci sarà il tempo di inserire anche gli ultimi ritocchi alla pista che proprio in questi giorni sono in corso, come il rifacimento dell'asfalto. ISI ha inoltre annunciato che la prossima build del software includerà il supporto diretto per l'ultimo volante Thrustmaster TX Racing Wheel. Finally, that confidential surface data is ours! The data we have can produce accurate bumps and surface features for the circuit. The ISI Track Team have taken the time recently to work on Silverstone, and the optimization results are also quite pleasing. We will also be adding the International layout. Their tweets from this last week round-up the facts of what the next Silverstone update will bring to the product... As the final tweet says, the new Silverstone enters internal testing very soon. Look for a public release in the near future!
  16. Uff

    rFactor 2, novit

    Lasciamo da parte i convenevoli e iniziamo subito a parlarvi delle tante novità previste per rFactor 2, sia ufficiali che da parte dei modders. Gli ISI hanno infatti confermato che un update per l'Autodromo Mores è in fase di lavorazione e non dovrebbe tardare molto a vedere la luce. Allo stesso modo ci hanno parlato di Silverstone, che in futuro riceverà avvallamenti più realistici e una tanto richiesta seconda mano di ottimizzazione. Sempre in tema di pista arrivano due nuovi screen (uno visibile qui sotto) per Essington Park, su cui il team ISR sta lavorando assieme a Mario Morais per migliorare la già buona conversione. Gli amanti del sistema di punteggi di iRacing troveranno poi pane per i loro denti con il nuovo plugin Security And Performance Rating appena pubblicato. Concludiamo infine con l'annuncio da parte del modder Roberto Yermo della conversione dell'eccezionale mod F1 2006 dei CTDP: ci auguriamo di cuore che la conversione riesca a fare giustiza a quello che tutt'oggi è uno dei migliori lavori mai pubblicati su qualsiasi piattaforma.
  17. Una graditissima sorpresa questa sera ci viene fatta da Marco Massarutto della Kunos Simulazioni: nel video che potete ammirare anche qui sotto è possibile apprezzare la McLaren MP4 12C GT3 di Assetto Corsa in azione a Silverstone! Before someone starts to complain about the missed use of Elgato, Fraps or any other software/device for video capture: this is not a promotional video or channel related to Kunos Simulazioni or Assetto Corsa; our videomaker is already working on several official teasers and gameplay videos that will be released at the proper time. The following video is just to be intended as a first look about gameplay, dynamic car behaviour, general appearance, and so on, even if the game is still in development. Hope you like it.
  18. Nico Rosberg vince il GP di Gran Bretagna: il tedesco ha conquistato la sua seconda vittoria stragionale dopo il trionfo di Monaco in una gara incredibile, fortemente condizionata dalle gomme Pirelli che hanno stravolto la classifica con forature a ripetizione. Prima vittima del pomeriggio è stato il poleman di giornata, e fino al settimo giro leader della corsa, Lewis Hamilton: la sua gomma posteriore destra è però esplosa in pieno rettilineo, strappandolo dalla leadership e costringendolo ad una gara di rimonta. La foratura occorsa sulla Mercedes #10 è stata solo la prima di una sequenza che ha colpito trasversalmente da team a team: dopo Hamilton, è infatti toccato a Massa, Vergne, Gutierrez e Perez. Classifica Nico Rosberg – Mercedes – 52 giri Mark Webber – Red Bull Renault – +0.765 Fernando Alonso – Ferrari – +7.124 Kimi Raikkonen – Lotus Renault – +7.756 Lewis Hamilton – Mercedes – +11.257 Felipe Massa – Ferrari – +14.573
  19. VELOCIPEDE

    GP Silverstone: Hamilton, pole in casa

    Lewis Hamilton partirà in pole position nel Gp di Gran Bretagna, ottava prova del mondiale di formula uno in programma domenica sul circuito di Silverstone. Il pilota britannico della Mercedes è stato il più veloce nelle qualifiche precedendo il compagno di squadra Nico Rosberg. In seconda fila le Red Bull di Vettel e Webber. Indietro le due Ferrari. Alonso ha ottenuto il decimo tempo e scatterà dalla quinta fila, dodicesimo crono e sesta fila per Felipe Massa.
  20. VELOCIPEDE

    Assetto Corsa: Silverstone e non solo...

    La Kunos Simulazioni ci mostra oggi alcune immagini di anteprima del tracciato di Silverstone, una delle piste che potremo guidare nel prossimo Assetto Corsa. Decisamente interessante poi, è l'articolo pubblicato oggi da Gamemag, che ha intervistato Marco Massarutto, Production Director di Assetto Corsa. Qui di seguito alcune considerazioni di Marco: "Sarà assolutamente aperto ad un'ampia tipologia di utenti. Da un punto di vista di difficoltà di guida, la gestione di controllo di stabilità, di trazione, cambio automatico e così via, consente di adeguare il modello di guida alle proprie esigenze e preferenze, anche in funzione del controller utilizzato, che si tratti di tastiera, joypad o volante e pedaliera. La differenza non sta nel modello dinamico della vettura: ovvero, il modello dinamico non diventa "arcade" o simulativo modificando chissà quali parametri. Sono i sistemi di assistenza alla guida a diventare più o meno invasivi, in funzione delle capacità del pilota, per rendere l'auto controllabile, ovviamente entro certi limiti". "Preferisco non sbilanciarmi sulla data di rilascio: come forse saprai, Assetto Corsa sarà distribuito su Steam. In questi giorni stiamo portando avanti tutte le iniziative commerciali e legali necessarie, e stiamo per iniziare il processo di integrazione di Assetto Corsa sulla loro piattaforma. Fin quando non sapremo con certezza quante e quali problematiche questo comporta, è difficile dare una stima, anche perché alcune problematiche esulano dal nostro controllo. Tuttavia nelle prossime settimane dovremmo essere in grado di definire e annunciare la data di rilascio, assieme all'avvio del pre-order".
  21. We are happy to release version 1.35 of Silverstone Circuit for rFactor 2. This update includes a number of small fixes and tweaks, a very important fix for the GT AIW (AI driving lines), and the addition, finally, of a working National configuration. DOWNLOAD
  22. Il team ISI ha rilasciato numerose novità oggi per il suo rFactor2: come prima cosa la nuova Build 240 del software, che porta con sè le consuete migliorie e bugfix, poi la nuova pista di Silverstone (nel video sotto confrontata con la realtà), decisamente spettacolare, anche se ancora non perfettamente ottimizzata e quindi pesantina graficamente, poi la nuova release 1.42 della Corvette C6, per finire con la versione demo del gioco, ovviamente gratuita, che permette di girare con la Corvette a Lime Rock.
  23. VELOCIPEDE

    rFactor2: ancora screens da Silverstone

    Tim Wheatley ci segnala questa mattina una nuova serie di screenshots di anteprima dedicati al circuito di Silverstone in fase di sviluppo per rFactor2. Come ci specifica lo stesso Tim, queste sono le ultime immagini prima del rilascio del tracciato, che avverrà poco prima del prossimo GP di Formula 1. Last batch of shots that we will put out prior to it's public release, I assume. Planned for released before the British GP.
  24. Vi linko la pagina dove Tim ha postato gli ultimi screens del tracciato Silverstone. Profilo hdr attivato. LINK Questo messaggio è stato promosso ad articolo
  25. Tim Wheatley degli ISI ha pubblicato nuovi screen di anteprima per il circuito di Silverstone in fase di realizzazione per rFactor 2. La pista ha fatto molto discutere di sè per la sua qualità grafica, nettamente superiore a quanto il team americano abbia mostrato sino ad oggi. Anche le nuove immagini (non modificate e con il proprio profilo HDR) lasciano piacevolmente colpiti. Di seguito tre di questi screen.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.