Showing results for tags 'rudy van buren'. - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'rudy van buren'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • DrivingItalia Simracing Academy
    • DrivingItalia Champs & Races
    • Gare
    • Driving Simulation Center

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Simracing Academy
  • Guide - Tutorial
  • Recensioni
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 6 results

  1. Non è stato l'unico vincitore del torneo World's Fastest Gamer a partecipare a gare reali, ma Rudy van Buren ha sicuramente ben impressionato anche quest'anno. Mentre il vincitore della seconda stagione del WFG, James Baldwin, ha fatto notizia con la sua vittoria in gara e numerosi podi nel suo primo anno di British GT - con Jenson Button come compagno di squadra - van Buren ha corso nella difficile Porsche Carrera Cup Deutschland. Non era la sua prima volta nel campionato poiché l'anno scorso l'ex simdriver olandese aveva già partecipato a tre gare nel monomarca tedesco ed una nella Porsche Supercup che supporta la Formula 1. Quest'anno van Buren ha corso per tutta la stagione ei suoi risultati sono costantemente migliorati, con un ottimo quarto posto al Lausitzring. Alcuni piloti impiegano anni per essere in grado di estrarre il massimo dalla 911 con motore posteriore, vettura particolarmente difficile da gestire, mentre il simdriver sponsorizzato anche da rFactor 2 ha dimostrato grande capacità di adattamento. "Sapevo che sarebbe stata una battaglia in salita rispetto alla maggior parte dei favoriti, con loro che corrono da più anni nella Porsche Supercup e con me che sono il principiante, ma ho accettato la sfida", ha detto van Buren a The Race. “Ovviamente all'inizio eravamo fuori ritmo, c'era del potenziale ma chiaramente non eravamo abbastanza veloci per andare a podio. Ma nella stagione compatta causa Covid abbiamo fatto così tante gare in così poco tempo, che penso che abbiamo ottimizzato tutto. Abbiamo dimostrato, soprattutto negli ultimi due fine settimana, che per quanto riguarda la velocità era al minimo da P4 e quasi da podio". Rudy van Buren è riuscito anche a prendere il comando della prima gara al Lausitzring, ma poi ha commesso un errore andando largo, tagliando il traguardo alla fine della gara al sesto posto. Straordinaria la sua partenza, incredibilmente veloce su pista umida che ha colto anche lui alla sprovvista. "Penso che non ci fosse nessuno nel paddock prima di quella gara, me compreso, ad aspettarsi quello che è accaduto alla curva 1", ha detto van Buren. “Ma non appena è successo e ho visto il vantaggio che avevo, ho capito che era ora di tirare. Le partenze al Sachsenring sono state terribili, poi siamo andati in un aeroporto dove abbiamo fatto le partenze di prova e al Red Bull Ring ha funzionato, al Lausitzring siamo andati ancora meglio. Nella seconda gara c'è stato un problema in partenza con il fumo proveniente dal radiatore che mi ha scoraggiato, quindi ho saltato la partenza. Di gara in gara ho preso confidenza con le gomme, imparando piccoli trucchi su cosa fare con il bias del freno, come attaccare in gara. Sono tutte queste piccole cose che devi fare male prima di imparare a farle bene." Il simpatico olandese è stato anche il pilota del simulatore ufficiale della McLaren, oltre che pilota di sviluppo del simulatore per la squadra di Formula E Mahindra Racing nel 2019. Nonostante ciò, van Buren desiderava passare alla guida nel mondo reale e ha visto la serie Porsche monomarca come un modo per far decollare la sua carriera agonistica. "Ho fatto molto addestramento in simulazione in Olanda e abbiamo esaminato quale poteva essere un buon trampolino di lancio nel mondo delle corse." ha detto van Buren. "Dato che ho lavorato con così tanti piloti Porsche olandesi o sono stato in giro con persone che hanno fatto il sim training con me che guidano nella Porsche Carrera Cup, ho pensato 'perché non provarci? Nel 2018 con la McLaren speravo di ottenere un test GT4 o GT3, ho fatto un sacco di cose interessanti quell'anno ma non un test in pista." "La Porsche è senza dubbio l'auto più difficile su cui salire, ma questa è la sfida e so che se riesco a padroneggiare questa macchina posso guidare qualsiasi cosa. Quindi essere vicino ai primi nelle ultime gare, e i tre davanti sono vincitrici della Porsche Supercup, quindi ho dimostrato che è possibile. Ho solo bisogno di quel piccolo passo in più il prossimo anno, ma con la nuova macchina e ulteriori test potremmo arrivare al podio." Niente è stato ancora deciso per il prossimo anno, ma van Buren spera di continuare a correre nella Porsche Carrera Cup Deutschland o di passare alla Porsche Supercup. Le auto che verranno utilizzate il prossimo anno saranno leggermente diverse da quelle che Van Buren ha guidato in precedenza, un fatto che spera gli darà un vantaggio se correrà di nuovo nel 2021. "L'anno prossimo c'è una nuova macchina, questa è la carta magica per il prossimo anno", ha detto van Buren. "La cosa principale per me quest'anno è stata l'esperienza in macchina e la ottieni solo guidando. Dato che il prossimo anno sarà una macchina nuova, completamente diversa dal lato meccanico, più aerodinamica sull'anteriore, pneumatici anteriori più larghi, rimetterà tutti a ripartire da zero. Spetterà a me dimostrare che posso progredire allo stesso modo." In bocca al lupo per il 2021 Rudy, il simracing fa il tifo per te!
  2. Il team Studio397, sviluppatore del simulatore rFactor 2, annuncia la sponsorizzazione del pilota Rudy Van Buren, già vincitore del torneo Worlds Fastest Gamer, tester McLaren e pilota Formula E, nella nuova stagione del campionato (reale) Porsche Carrera Cup tedesco. L'appoggio economico permetterà al simpatico olandese di disputare anche un paio di gare nel prestigioso Porsche Supercup che affianca il mondiale di Formula 1.
  3. Rudy van Buren, il primo vincitore del torneo World's Fastest Gamer, ha raccontato in un'intervista a The Race la differenza tra le corse esport al simulatore comodamente da casa e il lavoro di simulazione professionale per le squadre della vita reale: lo ha definito come scambiare la "notte e il giorno". Dopo aver vinto il World's Fastest Gamer - che ricomincia questa settimana con un montepremi di $ 1 milione - Van Buren ha lavorato con il team di Formula 1 della McLaren, e recentemente è stato assunto dal team Mahindra di Formula E per lavorare sul suo simulatore. "È notte e giorno", ha detto Van Buren, "quando sono in una di queste squadre, funziona che c'è un obiettivo, quello di rendere l'auto che stai guidando più veloce con tutti i processi in fabbrica e tutti gli elementi di sviluppo. A casa, è un po' un hobby, ma soprattutto è la competizione con gli altri. Al lavoro, è una corsa contro il tempo, contro i dati, contro il tempo sul giro. A casa, cerchiamo campionati in cui possiamo trovare i grandi nomi del simracing e delle corse reali e lottiamo per vedere chi è il migliore. È stato divertente guardare e anche partecipare, quindi questo è l'obiettivo principale in questo momento. " Il pilota olandese gareggerà a tempo pieno nella Porsche Carrera Cup in Germania, dove ha già corso tre volte nel 2019, presentandosi anche per un una tantum nella Formula 1 a supporto della Porsche Supercop. "Ho avuto il meglio di entrambi i mondi", afferma van Buren riferendosi alle sue esperienze tra sim e realtà. "Ovviamente, non puoi replicare tutto nel sim, comprese le sensazioni in macchina, come le forze g. La cosa più grande che puoi preparare è solo essere attento, analizzare le tue sessioni, capire cosa puoi migliorare, cosa può fare l'auto: la tua etica del lavoro. Se hai risolto il problema, starai bene in macchina fintanto che avrai il sedile. Pochi giorni di test in modo da non essere affrettato, in modo da poter essere bravo e sentirsi a proprio agio nella macchina. Ma è lo stesso al contrario, se prendi un pilota reale che non è mai stato in una simulazione, non puoi aspettarti che sia subito P1. Lo vedi in entrambe le direzioni, ci vuole tempo. Ma se hai il talento grezzo e sai come affrontare i problemi, ti adatterai rapidamente. Quindi, uso semplicemente il sim per essere il più pronto possibile e per la preparazione del circuito. Prenderò tutte le conoscenze che ho acquisito negli anni e sarò pronto ad applicarle non appena mi metterò al volante della macchina."
  4. Rudy van Buren, primo campione del torneo virtuale World Fastest Gamer, si è unito ufficialmente al team Mahindra Racing di Formula E come secondo pilota di sviluppo del simulatore, dopo una serie di sessioni di prova svolte nella scorsa stagione. Il 27enne olandese si unirà a Sam Dejonghe per supportare il programma di simulazione del team durante la sesta stagione del campionato ABB FIA Formula E. Van Buren è cresciuto in pista, partendo dal kart prima di passare agli eSport dove è stato incoronato campione di varie serie virtuali di livello mondiale. Dopo la sua prestazione vincente nella competizione inaugurale del WFG, l'olandese ha battuto 30.000 candidati per ottenere un contratto di un anno come uno dei piloti ufficiali del simulatore di F1 della McLaren, acquisendo quindi tanta esperienza come test driver di simulatore in diverse discipline motoristiche ed ha partecipato alla Race of Champions 2018, alla Porsche Carrera Cup Deutschland e alla Porsche Supercup. La scorsa settimana ha assunto il ruolo di allenatore e mentore per il "Team Orange" nella seconda stagione del World Fastest Gamer. La sesta stagione del campionato ABB FIA Formula E inizierà a Riyadh, in Arabia Saudita, il 22-23 novembre 2019. "Dopo aver svolto vari giorni di simulazione al termine della quinta stagione, - ha detto Rudy - sono molto felice di unirmi ufficialmente a Mahindra Racing come driver di sviluppo del simulatore per la prossima stagione. Con il campionato ABB FIA di Formula E 2019/20 che inizierà tra due settimane, le esigenze del team di simulazione aumentano. Sono pronto per iniziare e supportare la squadra per ottenere il miglior risultato possibile ". Dilbagh Gill, CEO & Team principal di Mahindra Racing: "Siamo lieti che Rudy si unisca al team Mahindra Racing. La sua ricca esperienza di simulazione ed eSports ci fornirà supporto aggiuntivo per le gare presso la base nell'Oxfordshire per tutta la sesta stagione. Quando Rudy è arrivato lo scorso anno per supportarci su una base ad hoc, siamo rimasti tutti colpiti dalla sua determinazione e dalla sua spinta per avere successo, quindi è stata una decisione facile averlo ufficialmente con noi ”.
  5. Dopo il successo nella Porsche Carrera Cup Germania della scorsa settimana nell'ADAC GT Masters a Zandvoort, Rudy van Buren si prepara nuovamente ad entrare nell'abitacolo della Porsche del team Black Falcon per l'imminente gara del Nürburgring, supportato fra l'altro da Studio 397, il producer di rFactor 2. L'olandese è considerato ormai uno dei più veloci in circolazione e dopo aver vinto le qualificazioni di rFactor 2, conquistando poi anche il titolo di giocatore più veloce del mondo nel 2017, è diventato pilota ufficiale del simulatore di McLaren F1 ed è riuscito nell'impresa di passare alle corse reali. Il recente successo di Rudy nella Porsche GT3 Cup non solo dimostra il suo potenziale, ma dimostra una volta di più che quello che si impara grazie al simulatore può essere facilmente trasferito nel mondo delle corse reali, anche se van Buren aveva già una certa esperienza sulle piste reali avendo corso in kart. Un motivo in più quindi per seguire il GP del Nürburgring, anche in diretta streaming a questo link, con il programma seguente: Venerdì 16 agosto, 14: 55-15: 55 CEST, prove libere Sabato 17 agosto, 10: 10-10: 45 CEST, qualificazione per entrambe le gare, in cui il secondo tempo più veloce per ogni pilota determina il posto in griglia in gara 1 e il tempo più veloce in gara 2 Sabato 17 agosto, 16: 25-16: 55 CEST, gara 1 Domenica 18 agosto, 11: 40-12: 10 CEST, gara 2
  6. In questa interessante intervista, Rudy Van Buren ci racconta il suo ultimo, passato dal simracing al lavoro del simulatore professionale McLaren di Formula 1.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.