Showing results for tags 'f1 esports series'. - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'f1 esports series'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • DrivingItalia Simracing Academy
    • DrivingItalia Champs & Races
    • Gare
    • Driving Simulation Center

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Simracing Academy
  • Guide - Tutorial
  • Recensioni
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. E' stata appena annunciata da Codemasters la nuova F1 Esports Series 2020, il campionato virtuale ufficiale della Formula 1 che si disputa naturalmente con F1 2020. La F1 Esports Series, presentata da Aramco, torna quindi con una quarta stagione, con un premio in denaro di ben $ 750.000! Il "Pro Draft Reveal Show", nel quale i team ufficiali di F1 riveleranno il loro elenco selezionato di piloti di talento, si svolgerà il prossimo 27 Agosto. Come negli anni precedenti, ogni squadra deve anche aggiungere almeno un membro dai qualificati al proprio team di tre piloti, scelti da un gruppo di 45 qualificati. Tutti i piloti qualificati Pro Draft sono disponibili per la selezione questa volta - non ci saranno gare a eliminazione diretta - e il draft online e le scelte di squadra si svolgeranno online in anticipo. Saranno presenti anche Tang Tianyu e Yuan Yifan, i due vincitori della stagione inaugurale di grande successo della F1 Esports Series China Championship. Come per molti altri eventi, la F1 Esports Pro Series, che si svolgerà questo autunno, si è adatta alla pandemia di coronavirus in corso e sarà gestita a distanza nel 2020, con i concorrenti che correranno dalle proprie case o dalle factory dei teams, come nel caso di David Tonizza dalla Ferrari, campione dei piloti nel 2019. La Pro Series si svolgerà tra ottobre e dicembre, seguendo lo stesso formato della scorsa stagione con un campionato di 12 round composto da quattro eventi online con tre gare, con alcune differenze. Quest'anno, le gare si svolgeranno su F1 2020, su una distanza del 35%, e ci sarà anche un nuovo formato di qualificazione completo per la stagione 2020, che sarà in linea con il campionato del mondo di F1 nella vita reale. Il punteggio seguirà ancora una volta le regole del Campionato del mondo reale, con DHL, partner logistico ufficiale di F1, che premierà un punto extra al pilota con il giro più veloce. Prepariamoci quindi per otto trasmissioni in diretta, gare al mercoledì e giovedì per tutta la settimana dell'evento e anche sessioni di qualificazione in streaming live. Il tutto sempre sui canali social di F1 (Facebook, YouTube, Twitch e Huya), nonché su partner televisivi selezionati, con due spettacoli dal vivo per evento dalla Gfinity Arena.
  2. Dopo aver presentato la copertina della versione standard del suo prossimo F1 2021, la Codemasters ci aggiorna sulla situazione riguardante l'imminente campionato della F1 Esports Series. Dopo l'enorme successo che F1 Esports ha avuto nell'ultimo anno con il Virtual Grands Prix e la F1 Esports Series 2020, oltre 494.000 appassionati hanno tentato di qualificarsi per il 2021 nella F1 Esports Series: un aumento del 108% dal 2020. C'erano più modi per qualificarsi per la F1® Esports Series di quest'anno, poiché i piloti hanno gareggiato per i posti nell'evento attraverso gli F1® Esports Series Challengers, il DHL Time Trial, il China Championship e la prima Women’s Wildcard. La stagione 2021 inizia ufficialmente con la Pro Exhibition (i dettagli a questo link), una gara online che vedrà impegnati i 30 piloti che hanno superato questi quattro percorsi di qualificazione, per l'opportunità di essere potenzialmente selezionati da uno dei dieci team di F1® Esports per i loro roster del Campionato Pro. Mentre i partecipanti continuano a competere sul videogioco ufficiale F1® 2020, la nuova stagione del Pro Championship, che inizierà in autunno, vedrà i piloti sfidarsi sull'attesissima versione 2021 del gioco, che uscirà venerdì 16 luglio. La Pro Exhibition sarà seguita da Tom Deacon, Matt Gallagher e Nic Hamilton, con interviste esclusive a Romain Grosjean, al pilota di F2 Guanyu Zhou e alla pilota della Serie W Jessica Hawkins, e saranno trasmesse dalla Gfinity Arena a Londra alle ore 20 italiane di giovedì 27 maggio sui canali ufficiali di Formula 1® YouTube, Facebook, Twitch, Huya (Cina). La Pro Exhibition dà il via alla nuova era per la F1® Esports Series, con il Pro Championship, precedentemente noto come Pro Series, che inizierà entro la fine dell'anno.
  3. La Formula 1 ha spiegato i dettagli della nuova iniziativa denominata F1 Esports Series Women’s Wildcard, in pratica un percorso di qualificazione solo femminile per la prossima Pro Exhibition, nella quale i team di F1 faranno scouting di talenti da aggiungere ai loro roster per il Pro Championship virtuale di quest’anno, che accenderà i motori virtuali in autunno. Il programma F1 Esports Series Women’s Wildcard è dedicato alle sole donne, prevede un percorso specifico fino all’approdo alla Pro Exhibition, con l'obiettivo di scoprire talenti in "rosa", per un parco piloti che in seguito andranno a rifornire le scuderie per il Pro Championship 2021. Finora nessuna ragazza è arrivata a competere nei ranghi professionali della F1 Esports Series ed evidentemente la F1 spera che, con la Women’s Wildcard, più donne saranno incoraggiate a gareggiare in F1 Esports da un livello base. “L’introduzione della F1 Esports Series Women’s Wildcard – spiega la F1 – segue l’impegno riaffermato per migliorare la diversità e l’inclusione che la Formula 1 ha fatto come un parte dell’iniziativa WeRaceAsOne per il 2021 e oltre”. “Mostreremo – Chase Carey, presidente e CEO della F1 – il nostro totale supporto nella lotta alla disuguaglianza in ogni ambiente e aumenteremo i nostri sforzi per rendere la Formula 1 più variegata e aperta a tutti. Come sport globale dobbiamo rappresentare la diversità e gli interessi dei nostri fan, ma dobbiamo anche ascoltare di più e capire cosa debba essere fatto ed andare avanti su quella strada”. Bisogna però sottolineare che il simracing mette di fatto sullo stesso piano gli appassionati maschietti con le ragazze, visto che lo sforzo fisico, che potrebbe giocare a sfavore del gentil sesso, nel virtuale è assai ridotto rispetto al motorsport reale. La capacità, la tecnica, la competenza, l'allenamento e l'esperienza possono essere tranquillamente le stesse, quindi voi trovate giusta questa "corsia preferenziale" ?
  4. Con il quinto evento Challengers ancora aperto per un paio di settimane, la prossima fase dell'edizione 2021 delle F1 Esports Series, il Pro Championship, sta delineando progressivamente i suoi valori in campo. Ma proprio come accade nel Campionato reale, anche in quello virtuale ci possono essere delle sorprese: quella di oggi si chiama Women's Wildcard ed è stata annunciata dal mondo della Formula 1 come iniziativa d'ingresso per le donne-pilota virtuali alla Pro Exhibition, dove i team della massima serie automobilistica potranno valutare chi arruolare in vista della fase finale della serie prevista per il prossimo autunno. Questa competizione specifica sarà (ovviamente) aperta a sole donne, che saranno chiamate a raccolta nella settimana del 3-9 maggio quando saranno impegnate in una fase di hotlapping sul videogioco ufficiale della Codemasters F1 2020. Le più veloci potranno poi partecipare alla Pro Exhibition del 27 maggio, quando si metteranno in mostra assieme ai vincitori delle F1 Esports Challengers e a coloro che hanno centrato la vetta della classifica dei tempi nelle DHL time-trials. L'obiettivo di questa iniziativa è quello di incentivare la partecipazione delle donne-pilota alla più importante competizione Esports motoristica oggi esistente, dove essere possibilmente selezionate da uno dei team ufficiali della Formula 1. Se volete provarci registrate il vostro profilo sul sito dedicato della Codemasters, tenete d'occhio gli eventi su F1 2020... e allenatevi!
  5. Jarno Opmeer, ex pilota reale sotto l'ala protettrice di Renault, è diventato il terzo campione della Formula 1 Esports con il team Alfa Romeo, battendo Frederik Rasmussen della Red Bull nelle ultime tre gare virtuali. In totale in questa stagione ha vinto quattro delle 12 gare ed è salito sul podio in tutte le prime sei gare. Il successo è arrivato dopo una carriera agonistica sulle piste reali bruscamente interrotta, in cui Opmeer ha gareggiato nella F4 spagnola e nella Formula Renault Eurocup con MP Motorsport. Jarno ha anche fatto parte della Renault Sport Academy nel 2017, un periodo in cui anche Jack Aitken e Sacha Fenestraz facevano parte di quel programma. Opmeer è passato agli eSport dopo che la mancanza di fondi (come accade per il 90% dei promettenti piloti...) ha interrotto la sua carriera agonistica reale. "È finita perché semplicemente non avevo la sponsorizzazione per passare alla F3 o per fare un'altra stagione in Formula Renault", ha detto Opmeer in una intervista a The Race. “Quindi dovevo fare qualcosa di diverso ed ero sempre abbastanza bravo con i simulatori, preparandomi per i weekend di gara, rispetto agli altri piloti. Già allora gli altri piloti dicevano 'dovresti provare gli eSport' e mi è piaciuto guidare con i simulatori, quindi ho pensato di fare un tentativo. Penso di essere stato uno dei migliori ma sicuramente non il più veloce. Per la prima stagione di F1 Esports non sono riuscito a qualificarmi, ma poi per la seconda stagione sono stato invitato per un provino alla Renault ed ero molto veloce al provino rispetto agli altri piloti, quindi ho preso un sedile per la F1 2019 Esports." "La F1 è sempre stata il mio sogno, da bambino, quindi questa è stata la ragione principale per cui ho scelto F1 Esports e non qualcos'altro" - spiega Jarno - "È ben noto nella comunità di simracing che i giochi di Codemasters di F1 non sono simulazioni complete, soprattutto se paragonati a rFactor 2 o iRacing". Quando Opmeer ha iniziato a gareggiare nei giochi di F1, ha scoperto che la sua esperienza nel mondo reale era un piccolo vantaggio per cominciare, ma ha anche dovuto cambiare alcuni aspetti della sua guida. "Penso che mi abbia dato un po 'di vantaggio, ma allo stesso tempo ho dovuto disimparare alcune abitudini e imparare alcune cose nuove", ha detto Opmeer. "Non è stato facile cambiare le cose imparate negli ultimi 13-14 anni. E' stato molto difficile, ovviamente, accettare che non sarei stato il più veloce subito contro questi piloti di eSport. Ho dovuto dedicare molto lavoro e molte ore solo per essere il più veloce e penso ancora di non essere il più veloce, penso di essere stato il miglior pilota ma sicuramente non il più veloce". La convinzione di Opmeer di non essere stato il pilota più veloce sul giro, deriva dal suo record di qualifica relativamente scarso, conquistando la pole position solo una volta in questa stagione. Tuttavia, molte delle sue migliori prestazioni sono state ottenute partendo con pneumatici a mescola media e finendo con le morbide, mentre la maggior parte dei piloti ha fatto i propri stint al contrario. "Sono stato abbastanza a mio agio nel traffico questa stagione. - a causa delle sue strategie al contrario - "In Messico ho ottenuto la mia prima vittoria strategica. La strategia più veloce di partire con le medie, è naturalmente molto più difficile". Opmeer ha guidato il campionato piloti dall'inizio alla fine, ma questo non vuol dire che non ci siano stati momenti in cui la sua leadership sembrava stesse per finire. Mentre Opmeer ha raggiunto il titolo F1 Esports, l'Alfa Romeo non è riuscita a vincere il campionato costruttori e Red Bull lo ha vinto per il secondo anno consecutivo. Al di fuori della F1 Esports, Jarno ha anche fatto parte del team di quattro piloti della Veloce Esports nella 24 Ore virtuale di Le Mans insieme a Jean-Eric Vergne e Pierre Gasly. La squadra ha concluso al quinto posto assoluto, ad un giro dai vincitori. L'obiettivo principale di Opmeer per il 2021, messo ormai nel cassetto il sogno del motorsport reale, è confermarsi campione nella F1 virtuale. "So che devo continuare a esercitarmi molto per riuscire a rimanere primo come pilota", dice. "Ci sono sicuramente dei miglioramenti da fare per provare a vincere di nuovo il titolo piloti. Sono decisamente concentrato sugli Esport di F1 e per me non penso sia davvero realistico tornare a qualcosa come la Formula 3 o la Formula 2 perché semplicemente non ho il budget degli sponsor per farlo. Quindi, che si tratti di F1 Esports il prossimo anno o di qualsiasi altra cosa come la 24 Ore virtuale di Le Mans, per me il focus è sicuramente sugli eSport". Del resto correre in pista, che sia reale o virtuale, fa scorrere adrenalina ed emozioni allo stesso modo!
  6. 𝐆𝐄𝐓 𝐑𝐄𝐀𝐃𝐘 𝐅𝐎𝐑 𝐌𝐎𝐑𝐄 #𝐅𝟏𝐄𝐒𝐏𝐎𝐑𝐓𝐒 𝐏𝐑𝐎 𝐒𝐄𝐑𝐈𝐄𝐒 𝐀𝐂𝐓𝐈𝐎𝐍! Event starts with three races over two days - will we get another overtake like this from David Tonizza? Here's more info Qualifying: 15:30 GMT 4th & 5th Nov Race: 19:30 GMT 4th & 5th Nov Races
  7. Con una breve video guida Codemasters ci introduce alle Qualificazioni Esport, spiegandone il funzionamento e regalando consigli utili per migliorare il proprio punteggio e ben figurare nella classifica generale. Le F1 Esports Qualifiers non sono solo il modo per qualificarsi alla F1 Esports Series, ma sono anche un ottimo modo per testare le proprie abilità e vedere come ci si posiziona rispetto ai top player e agli amici
  8. La competizione F1 Esports di quest'anno inizierà tra poco meno di due settimane, il 14 - 15 Ottobre, ma per qualificarsi per il torneo del 2021 bisogna partire già da oggi. La F1 Esports Challenger Series per la competizione 2021 inizia infatti oggi, con un evento speciale che dura tutto il mese di ottobre. È disponibile nel gioco F1 2020, su qualsiasi piattaforma - PC, PlayStation 4 o Xbox One - in una sezione speciale della schermata iniziale. Basta accedere alla scheda F1 Esports per trovare l'evento di qualificazione. L'evento di ottobre assume la forma di una sfida speciale. Parteciperai al Gran Premio d'Italia di Formula 1 2019 a Monza, alla guida della vettura numero 77 del pilota finlandese Merceds-AMG Valtteri Bottas. La sfida in sé è piuttosto semplice: raggiungere almeno il secondo posto al termine della gara. Guadagnerai punti per la gara non solo in base al tuo tempo finale, ma anche alla difficoltà della sfida stessa. Aumenta il livello della IA e rimuovi gli aiuti alla guida per guadagnare ulteriori punti, classificandoti cosi più in alto nella classifica. Non ci sono limiti al numero di tentativi possibilit. I piloti con il punteggio più alto delle due sfide - quella di novembre deve ancora essere annunciata - su ciascuna piattaforma si qualificheranno quindi per la Challenger Series. Questa è una serie di gare online tra i migliori piloti, con categorie per i giocatori PC, PS4 e XB1, per determinare le qualificazioni per il Pro Draft 2021. Inoltre, per la serie 2021, ci sarà un percorso per qualificarsi tramite eventi settimanali. Codemasters inviterà i giocatori che vincono un evento settimanale a un'esclusiva prova a tempo, con posti di qualificazione per il Pro Draft 2021 a disposizione. Inoltre tutti i giocatori che partecipano alle sfide di F1 Esports avranno accesso a speciali oggetti di gioco - guanti, casco, livrea e trofei speciali - come bonus aggiuntivo. Assicuratevi di aver collegato l'account Codemasters e di aver aderito alla serie Esports prima di iniziare, per non perdere gli sforzi fatti online.
  9. Il Pro Draft per la serie F1 Esports 2020 ha riempito i posti rimanenti nella griglia di 30 piloti per il campionato virtuale F1. Un totale di 45 piloti erano presenti nel Pro Draft, e ogni squadra doveva sceglierne almeno uno per aggiungerlo alla loro formazione di tre piloti. La McLaren e la Renault hanno scelto due piloti del Pro Draft con i team che hanno scelto in ordine inverso rispetto a dove si erano classificati nel campionato costruttori la scorsa stagione. Quindi la Haas è stata la prima a scegliere e selezionare Simon Weigang, che ha corso per la Renault nel 2019. Altre scelte degne di nota includono la vincitrice della gara Pro Exhibition in Canada, Shanaka Clay che si è unita al team Racing Point e il secondo classificato del campionato F1 Esports 2017 Fabrizio Donoso che si unisce al vincitore del World's Fastest Gamer James Baldwin alla McLaren. Tino Naukkarinen, rilasciato dalla Williams alla fine del 2019, occupa il terzo posto nella Red Bull, campione in carica dei costruttori di F1 Esports. AlphaTauri ha invece mantenuto Manuel Biancolilla nonostante lo abbia rilasciato nel pool Pro Draft alla fine della scorsa stagione. Con Biancolilla, saranno quindi 3 i piloti italiani nella nuova stagione, con David Tonizza e Enzo Bonito nel team Ferrari. Il primo dei quattro eventi della Pro Series 2020 si svolgerà il 14 e 15 ottobre con le ultime tre gare previste per il 9 e 10 dicembre. Qui di seguito la lista completa dei piloti. Haas: Floris Weijers, Cedric Thome, Simon Weigang AlphaTauri: Joni Tormala, Patrik Holzmann, Manuel Biancolilla Mercedes: Brendon Leigh, Bono Huis, Bardia Boroumand Racing Point: Lucas Blakeley, Daniele Haddad, Shanaka Clay McLaren: James Baldwin, Dani Moreno, Matthias Cologon Williams: Alvaro Carreton, Salih Saltunc, Michael Romanidis Renault: Nicolas Longuet, Fabrizio Donoso Delgrado, Casper Jansen Alfa Romeo: Daniel Bereznay, Jarno Opmeer, Dominik Hofmann Ferrari: David Tonizza, Enzo Bonito, Filip Presnajder Red Bull: Frederik Rasmussen, Marcel Kiefer, Tino Naukkarinen
  10. E' stata appena annunciata da Codemasters la nuova F1 Esports Series 2020, il campionato virtuale ufficiale della Formula 1 che si disputa naturalmente con F1 2020. La F1 Esports Series, presentata da Aramco, torna quindi con una quarta stagione, con un premio in denaro di ben $ 750.000! Il "Pro Draft Reveal Show", nel quale i team ufficiali di F1 riveleranno il loro elenco selezionato di piloti di talento, si svolgerà il prossimo 27 Agosto. Come negli anni precedenti, ogni squadra deve anche aggiungere almeno un membro dai qualificati al proprio team di tre piloti, scelti da un gruppo di 45 qualificati. Tutti i piloti qualificati Pro Draft sono disponibili per la selezione questa volta - non ci saranno gare a eliminazione diretta - e il draft online e le scelte di squadra si svolgeranno online in anticipo. Saranno presenti anche Tang Tianyu e Yuan Yifan, i due vincitori della stagione inaugurale di grande successo della F1 Esports Series China Championship. Come per molti altri eventi, la F1 Esports Pro Series, che si svolgerà questo autunno, si è adatta alla pandemia di coronavirus in corso e sarà gestita a distanza nel 2020, con i concorrenti che correranno dalle proprie case o dalle factory dei teams, come nel caso di David Tonizza dalla Ferrari, campione dei piloti nel 2019. La Pro Series si svolgerà tra ottobre e dicembre, seguendo lo stesso formato della scorsa stagione con un campionato di 12 round composto da quattro eventi online con tre gare, con alcune differenze. Quest'anno, le gare si svolgeranno su F1 2020, su una distanza del 35%, e ci sarà anche un nuovo formato di qualificazione completo per la stagione 2020, che sarà in linea con il campionato del mondo di F1 nella vita reale. Il punteggio seguirà ancora una volta le regole del Campionato del mondo reale, con DHL, partner logistico ufficiale di F1, che premierà un punto extra al pilota con il giro più veloce. Prepariamoci quindi per otto trasmissioni in diretta, gare al mercoledì e giovedì per tutta la settimana dell'evento e anche sessioni di qualificazione in streaming live. Il tutto sempre sui canali social di F1 (Facebook, YouTube, Twitch e Huya), nonché su partner televisivi selezionati, con due spettacoli dal vivo per evento dalla Gfinity Arena.
  11. La Formula 1 annuncia oggi il lancio di una nuova serie di Gran Premi virtuali Esports F1, con un numero di piloti reali F1 in pista. La serie è stata creata per consentire ai fan di continuare a guardare virtualmente le gare di Formula 1, nonostante l'attuale situazione COVID-19 che ha influenzato il calendario delle gare di apertura di questa stagione. Le gare virtuali si svolgeranno al posto di ogni Gran Premio posticipato, a partire da questo fine settimana con il Gran Premio del Bahrain virtuale di domenica 22 marzo. Ogni fine settimana successivo vedrà la gara di Formula 1 posticipata del mondo reale sostituita con un Gran Premio virtuale *, con l'iniziativa attualmente in programma fino a maggio **. La prima gara della serie vedrà gli attuali piloti di F1 schierarsi sulla griglia insieme a una serie di stelle che saranno annunciate a breve. Al fine di garantire la sicurezza dei partecipanti in questo momento, ogni pilota si unirà alla gara da remoto, con un host trasmesso in diretta dalla Gfinity Esports Arena (o da remoto, se necessario) dalle ore 21 italiane di domenica 22 marzo. La serie utilizzerà il videogioco per PC ufficiale F1 2019, sviluppato da Codemasters, e il primo GP virtuale sulla pista di Sakhir sarà una gara del 50% di lunghezza con 28 giri. La trasmissione, che sarà disponibile sui canali ufficiali di Formula 1 YouTube, Twitch e Facebook, dovrebbe durare 1 ora e 30 minuti, con un periodo di qualificazione in cui le posizioni della griglia saranno determinate in base al tempo sul giro più veloce dei piloti. A causa della grande varietà di livelli di abilità di gioco tra i conducenti, le impostazioni di gioco saranno configurate in modo tale da incoraggiare le corse competitive e divertenti. Ciò include prestazioni di guida uguali con configurazioni fisse, danni ridotti al veicolo, freni antibloccaggio opzionali e controllo della trazione per chi ha meno familiarità con il gioco. La serie è strettamente a scopo di intrattenimento, per portare l'azione dei fan ai fan in questo scenario senza precedenti su cui il mondo è stato influenzato, senza punti ufficiali del Campionato mondiale in palio per i piloti. Durante i fine settimana non di gara, la Formula 1 ospiterà anche gare online, in cui i fan di tutto il mondo avranno la possibilità di confrontarsi con i piloti di F1. Maggiori dettagli di questi eventi saranno disponibili sui canali ufficiali dei social media di Formula 1 nelle prossime settimane. Julian Tan, Head of Digital Business Initiatives and Esports, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di essere in grado di portare un leggero sollievo sotto forma del GP virtuale di Esports F1, in questi tempi imprevedibili, poiché speriamo di intrattenere i fan. Con tutti i principali campionati sportivi del mondo che non sono in grado di competere, è un ottimo momento per evidenziare i vantaggi degli sport e l'incredibile abilità dei piloti in mostra. " Frank Sagnier, Amministratore delegato, Codemasters ha aggiunto: "Siamo entusiasti di far parte della nuova serie di Gran Premi virtuali Esports F1. Con gli eventi sportivi attualmente sospesi in tutto il mondo, è bello che il videogioco ufficiale F1 possa aiutare a colmare il vuoto riunendo un entusiasmante schieramento di talenti per correre online durante i fine settimana posticipati. Sarà competitivo, pieno di azione e molto divertente per tutti i soggetti coinvolti". * I Gran Premi non disponibili nel videogioco ufficiale di F1 del 2019 saranno sostituiti con un Gran Premio alternativo. ** L'iniziativa GP di Esports Virtual GP verrà estesa oltre maggio se la pandemia di coronavirus comporterà ulteriori annullamenti / rinvii del Grand Prix.
  12. Il simracing è ormai sotto i riflettori, c'era da aspettarsi quindi che anche la Formula 1 lanciasse il suo torneo ufficiale. La F1 Esports Series, questo il nome dell'evento, sarà un torneo curato direttamente da Codemasters e Gfinity, con l'ovvio utilizzo del prossimo F1 2017: a settembre inizieranno le qualificazioni che selezioneranno 40 semifinalisti che si sfideranno il 10/11 ottobre a Londra presso la sede di Gfinity, mentre la finale a 20 partecipanti avrà luogo ad Abu Dhabi in concomitanza con l’ultimo Gran Premio della stagione F1. Il 24/25 Novembre le finalissime si svilupperanno su tre gare. Il vincitore, oltre ad ottenere la qualificazione automatica per le semifinali del 2018, vincerà l’opportunità di assistere a un weekend di gara della prossima stagione e sarà inserito come personaggio nel videogioco 2018. Sean Bratches, responsabile commerciale della F1, ha commentato: “A livello di partecipazione la F1 Esports series rappresenta una grandissima opportunità per chiunque di entrare a far parte della F1 e per noi ha un potenziale a livello di business tutto da scoprire”. Tutti i dettagli sono ancora da scoprire, ma sappiamo già che i partecipanti potranno utilizzare come piattaforme per F1 2017 la PlayStation 4, l’Xbox o il PC. Si tratta di un progetto a lungo termine che dimostra quanto ormai il motorsport reale tenga in considerazione, se non altro, le potenzialità commerciali di un settore che fino a qualche anno fa era considerato unicamente ludico ed a sè stante.
  13. Si è concluso ieri sera a Londra, con le ultime tre gare, il mondiale 2019 della F1 Esports Series, il torneo virtuale ufficiale della Formula 1 che in questa edizione sarà probabilmente ricordato come decisamente più spettacolare di quello reale, non solo per il fatto che il trionfo finale è stato agguantato, non senza patemi, dal nostro David Tonizza con la Rossa del team Ferrari Esport, ma anche perchè obiettivamente, lo spettacolo offerto dai simdrivers è stato di gran lunga superiore rispetto ai vari Hamilton, Vettel e compagni! Frederik Rasmussen con la sua Red Bull era l'unico pilota che, di fatto, con un distacco di 26 punti, poteva impensierire il driver Ferrari: nella prima gara a Suzuka agguanta la vittoria, mentre Tonizza deve accontentarsi di un 4° posto, offrendo però in rimonta grande spettacolo in pista (memorabile il sorpasso all'esterno alla 130R!) per i quasi 20mila appassionati che seguivano l'evento in diretta ! Nella penultima gara ad Austin le cose si mettono invece proprio male: il pilota Red Bull vince di nuovo, mentre David è solo 6° al traguardo. Il pilota Ferrari si trova quindi incredibilmente ad inseguire, con 4 punti di svantaggio su Rasmussen! David però dimostra proprio in questa occasione non solo la sua grande bravura, ma anche una concentrazione ed una forza mentale da grande professionista, con il suo team stretto intorno a lui e sempre attentissimo a tutte le situazioni in pista. Nell'ultima gara ad Interlagos, David Tonizza agguanta meritatamente la seconda posizione, mentre Rasmussen si deve accontentare questa volta di un misero 10° posto, che di fatto assegna il titolo piloti al pilota italiano, con 184 punti contro i 171 di Frederik. Festeggia però anche il team Red Bull, che grazie ai risultati dei suoi due piloti, porta a casa il titolo costruttori, con 246 punti, contro i 184 della Ferrari. Praticamente non pervenuto Brendon Leigh e la sua Mercedes, entrambe dominatori delle prime due stagioni della F1 Esports: solo 5° Brandon nella classifica piloti con 77 punti ed addirittura 8° (su 10) la Mercedes nella classifica dei teams. A quanto pare il simracing, quello vero, ha fatto valere la sua forza anche nella F1 virtuale...
  14. Nella serata di mercoledi 4 Dicembre si svolgerà il gran finale del campionato F1 Esports Pro Series, il torneo ufficiale di Formula 1 virtuale che si disputa con F1 2019 della Codemasters. Come al solito sarà possibile seguire l'evento interamente in diretta, facendo naturalmente il tifo per il nostro David Tonizza del team Ferrari Esport che difenderà un vantaggio di 26 punti su Rasmussen e ben 43 su Opmeer. Per le scuderie, Red Bull Racing Esports mantiene il vantaggio con 181 punti, con la Ferrari Driver Academy al secondo posto a quota 146, con un solo punto di vantaggio sulla Renault ed ottima quarta l'Alfa Romeo a 127 punti. Qui di seguito lo streaming per seguire la diretta ed un video riassuntivo di quello che è successo finora in campionato.
  15. Tutto ha avuto inizio con un'intuizione: evolvere il classico videogioco di corse automobilistiche, divertente e immediato, in qualcosa di più realistico e fedele alla realtà. “The Real Driving Simulator” recitava il primo capitolo della serie Gran Turismo: un prodotto che pretendeva di essere un simulatore duro e crudo quando, in effetti, si trattava di un gran bel videogame che teneva incollati allo schermo per ore. L'intento, però, dietro a quei pixel che disegnavano le piste e le auto più care al produttore Kazunori Yamauchi era stato perfettamente centrato: la serie Gran Turismo era essenzialmente diversa da tutte le altre nel mondo delle competizioni automobilistiche e nel corso del tempo si è fatta pioniere del fenomeno degli “eSport”, gli sport elettronici che in ambito simracing, oggi, hanno l'obiettivo di formare i piloti di domani. Ma quali sono state le tappe fondamentali di questo fenomeno? GT ACADEMY: MOLTO PIU' DI UN CONCORSO Il primo esperimento che ha lanciato, di fatto, il fenomeno degli eSports in ambito simracing è partito proprio dalla serie Gran Turismo di Kazunori Yamauchi: nel 2008 venne creata la GT Academy, un contest che permetteva ai giocatori europei di Gran Turismo 5 su PlayStation 3 di mettersi in gioco per un posto da pilota ufficiale nel team Nissan Nismo. Dopo una prima fase di eliminazione si passava alle Finali e al Race Camp sul circuito di Silverstone, dove i finalisti avrebbero dovuto mettere in mostra il loro potenziale in diverse prove di abilità e dietro al volante di una vettura reale marchiata Nissan. Il primo vincitore fu lo spagnolo Lucas Ordóñez, che venne inserito nel Driver Development Program della Nissan in modo da affinare la propria preparazione in vista del suo debutto in pista “reale” in una delle più importanti gare di durata al mondo: la 24 Ore di Dubai. Sebbene il risultato finale si dimostrò al di sotto delle aspettative, Ordóñez dimostrò che un pilota virtuale, se opportunamente allenato e seguito da un team di alto livello come l'RJN Motorsport della Nissan, poteva dire la sua anche tra i cordoli di un circuito vero. Successivamente Lucas proseguì la sua carriera da pilota reale grazie a un programma completo nella GT4 European Cup, mentre in parallelo la Gran Turismo Academy continuò la propria attività espandendosi al di fuori dell'Europa proponendo a piloti americani, russi, australiani, provenienti dai paesi dell'est e dal Sudafrica la sfida di poter concretizzare la loro esperienza come piloti virtuali in ambito reale. Di fatto, la GT Academy fu il primo passo verso il mondo degli eSports, nel quale un semplice videogioco di corse si trasformava a tutti gli effetti in un prodotto serio e professionale, che richiamava l'attenzione e metteva in gioco i più grandi talenti di questo settore. WORLD'S FASTEST GAMER: LA “PRIMA VOLTA” DELLA McLAREN Grazie al maggiore interesse verso l'universo delle corse automobilistiche, qualche anno più tardi il team McLaren di Formula 1 fece il secondo, fondamentale, passo in ottica eSports. Nel 2017 fu lanciato il World's Fastest Gamer, un concorso che metteva in palio un posto da pilota al simulatore nel reparto corse di Woking, al fine da avere a disposizione un'ulteriore risorsa per affinare lo sviluppo della monoposto che allora competeva nella massima serie automobilistica. Sviluppato su più piattaforme, tra le quali Forza Motorsport su Xbox One, Gear.Club su smartphone, rFactor 2 e iRacing su PC, il World's Fastest Gamer proponeva delle incessanti fasi di eliminazione con una prima scrematura nel raggiungimento del giro più veloce su piste come Silverstone e Zandvoort, a cui seguivano le relative gare per determinare il vincitore di ogni singola tappa. Una volta ottenuti i 12 finalisti, questi sarebbero stati invitati presso il McLaren Technology Center per la sfida finale, che prevedeva una serie di prove di abilità, di riflessi e, ovviamente, di talento dietro al volante del simulatore. Il vincitore della prima edizione fu l'olandese Rudy van Buren, che poi aiutò nell'organizzazione del successivo Shadow Project, secondo contest proposto dalla McLaren al fine di reclutare i migliori talenti del simracing che sarebbero poi stati impiegati nelle F1 eSports Series e in altri Campionati in ambito eSport. Il fenomeno degli Sport elettronici, a questo punto, era già avviato e ben collaudato: i professionisti di questo settore non vengono più considerati dei videogiocatori, ma degli atleti veri e propri, che dedicano la loro vita a ciò che amano di più inseguendo la prestazione con oltre 15 ore di preparazione al giorno. Per poi, magari, passare un giorno dietro al volante di una vettura reale, come proposto nuovamente dalla McLaren in tempi recenti con la seconda edizione del WFG: vinta da James Baldwin, nome molto conosciuto in ambito simracing grazie al suo palmares nel team Veloce eSports, ora il pilota britannico sarà coinvolto in un programma di allenamento che lo porterà l'anno prossimo al debutto in una stagione completa al volante delle Aston Martin GT4 del team R-Motorsport, in vista della partecipazione alle 24 Ore di Daytona e di Spa-Francorchamps. F1 eSport Series: IL CIRCUS IRIDATO SUL GRANDE SCHERMO Il sogno di ogni pilota virtuale, però, è sempre uno: la Formula 1. Se in passato i videogiochi del Circus iridato avevano messo a disposizione una semplice modalità online con cui mettersi alla prova, dal 2017 l'alternativa per dimostrare le proprie potenzialità si chiama F1 eSports Series. Si tratta, di fatto, di un Campionato con delle iniziali prove ad eliminazione grazie alle quali poi solamente i migliori possono accedere alle gare più importanti. Fino al Gran Finale, che nella prima edizione ha incoronato Brendon Leigh il primo Campione del Mondo di F1 virtuale. Un debutto con i fiocchi a tutti gli effetti per la nuova formula proposta da Codemasters, che ha poi proseguito con altre due edizioni nelle quali i veri team della massima serie automobilistica hanno preso parte ai vari Gran Premi con dei loro rappresentanti, appositamente selezionati attraverso i risultati da loro conseguiti nella propria carriera da simdrivers. Per tutti gli amanti delle monoposto, le F1 eSports Series rappresentano l'olimpo degli sport elettronici, nei quali la pratica e il continuo affinamento delle proprie abilità rappresentano la chiave per arrivare al successo. In ogni caso, questo Campionato virtuale non è da considerarsi uno “spin-off” a sé stante nel panorama degli eSport: grazie agli eventi live che si tengono nella Gfinity Esports Arena in Regno Unito, la copertura mediatica di questa serie è garantita, il che permette ai talenti del simracing di mettersi in luce e ottenere la giusta gloria che meritano. iRACING: IL PARADISO DEL SIMRACER PROFESSIONISTA Parallelamente, da anni il mondo degli eSports in ambito simracing si è arricchito con una serie di Campionati virtuali organizzati dalle community dei vari titoli di corse. Dal momento che gareggiare con la modalità online tradizionale non rappresenta più una sfida soddisfacente, gli appassionati hanno creato delle vere e proprie serie che, in alcuni casi, seguono addirittura il calendario reale della disciplina che vogliono replicare. Di cosa stiamo parlando? Del “league racing”, che permette a molti simdrivers di affinare in maniera più efficace la propria abilità di guida mettendosi alla prova in gare più o meno ufficiali nelle quali il rispetto delle regole è uno dei capisaldi più importanti. Assetto Corsa, rFactor 2, Automobilista, Project Cars e la serie F1 della Codemasters sono i titoli preferiti dalle community, anche se ne esiste un altro che ha fatto dell'online e delle competizioni organizzate il proprio punto di forza: iRacing. Avete presente le patenti della serie Gran Turismo, con le quali si iniziava con una semplice vettura stradale assettata con il kit da corsa per arrivare a un mezzo da competizione vero e proprio? Ecco, l'idea di iRacing è proprio questa: partire con una semplice Mazda MX5 Cup Car e, gara dopo gara, incrementare il proprio bagaglio personale di esperienza al volante, scalando l'olimpo dell'automobilismo con l'obiettivo di arrivare a correre con le monoposto. Un'ambizione resa possibile grazie a un eccellente sistema organizzativo che consente di correre praticamente in qualsiasi ora della giornata, all'interno di serie ufficiali nelle quali accumulare punti utili per la vittoria del rispettivo Campionato. Ad alto livello le gare sono trasmesse live sul canale ufficiale di iRacing, oltre ad essere organizzate fisicamente in eventi speciali che si tengono a cadenza regolare. Proseguendo nella propria scalata al successo si ha la possibilità di gareggiare praticamente con qualsiasi mezzo da corsa presente nel mondo reale: dalle vetture GT alle monoposto di Formula 3 o Formula Renault, dalle Nascar alle Porsche Supercup. Non mancano delle carriere “alternative”, come quelle nel Rallycross e nel Dirt track, così come nel mondo Endurance con le vetture di durata. Insomma, ce n'è per tutti i gusti: se volete cominciare anche a voi a cimentarvi nel mondo racing degli eSports, iRacing saprà sicuramente accontentare ogni vostra esigenza!
  16. Dopo il round numero 3 svoltosi ieri sera, la F1 Esports Series si dimostra ancora una volta spettacolare ed imprevedibile, con due nuovi vincitori ed il campionato che ha preso una svolta inaspettata. E' stato Daniel Bereznay dell'Alfa Romeo a recitare la parte del leone, ottenendo due vittorie consecutive, con Jarno Opmeer alla prima vittoria per il team Renault Vitality. GARA 7 - GERMANIA Jarno Opmeer (Renault) ha optato per una straordinaria strategia ada Hockenheim: l'olandese ha iniziato con le gomme medie, scelta che gli ha dato un enorme vantaggio di passo alla fine della gara, permettendogli di attaccare David Tonizza e poi il leader Joni Tormala nello spazio di tre giri. Jarno ha superato l'italiano al 13° giro e poi il finlandese al 15° giro. Da allora, è stato in grado di scappare via e prendere comodamente la bandiera a scacchi per la prima volta. Ancora in ombra il campione dello scorso anno, Brendon Leigh, invischiato nel fondo del gruppo dopo un contatto, finendo P17. GARA 8 - BELGIO A Spa è il turno di Daniel Bereznay. Jamie MacLaurin, manager del team Alfa Romeo Racing, ha affettuosamente definito l'ungherese "l'uomo più veloce del mondo a Spa-Francorchamps". E lo ha effettivamente dimostrato, con uno spettacolo sorprendente in Belgio. Bereznay e Rasmussen partono assieme, staccandosi dagli inseguitori, guidati da Daniele Haddad di Racing Point. Bereznay rientra un giro più tardi di Rasmussen, e dopo essere uscito dai box all'8° giro, si piazza dietro Rasmussen per gli ultimi giri, gestendo intelligentemente il suo ERS e le impostazioni del carburante, restando però sempre in zona DRS, sfruttandolo con freddezza all'ultimo giro, usando il lungo rettifilo da La Source fino a Les Combes per prendere il comando. La battaglia per il podio è stata vinta da Opmeer, che ha perso terreno contro Rasmussen, ma ha guadagnato punti su Tonizza, che ha tagliato il traguardo quinto. Una menzione d'onore va fatta per Joni Tormala della Red Bull, che ha tagliato il traguardo in sesta posizione, dopo aver recuperato dieci posizioni. GARA 9 - ITALIA Bereznay si esalta a Monza, piazzando la sua Alfa in pole, con il suo vecchio compagno di squadra Mercedes Brendon Leigh al suo fianco. Leigh parte però male, scendendo in P4 e poi sbaglia strategia, puntando troppo presto sulla sosta, dopo aver iniziato con la gomma media più resistente, ed alla fine è giunto solo in sesta posizione. Il leader del campionato Tonizza ha tagliato il traguardo terzo, inseguito fino in fondo da Tino Naukkarinen. Gran gara per il debuttante Nicolas Longuet, al secondo posto sul traguardo, mentre il suo compagno di squadra e sfidante per il campionato Rasmussen, dopo aver subito danni nel giro iniziale della gara, non è stato in grado di recuperare, arrivando ben al di fuori dei punti. CLASSIFICHE Dopo le tre gare, Tonizza (Ferrari) è ancora in testa con 145 punti, con Frede Rasmussen al secondo posto a 120. Opmeer mantiene la P3 a 103, con il rinato Bereznay che sale al quarto posto a 93 punti. Marcel Kiefer rimane quinto, a pari punti con Brendon Leigh, a quota 60. Per le scuderie, Red Bull Racing Esports mantiene il vantaggio con 163 punti, con la Renault Vitality a distanza, a 146. Ferrari Driver Academy scende al terzo posto.
  17. Dopo la prima tappa di settembre, che ha visto la doppia vittoria del nostro David Tonizza con il team Ferrari, ed il secondo round di ottobre, che ha visto invece trionfare Rasmussen, si svolgerà alle ore 20 di mercoledi 6 novembre, sempre in diretta, il terzo evento del campionato F1 Esports Series, che si disputa con F1 2019 di Codemasters. Sarà possibile seguire l'intera serata in diretta, grazie al canale streaming qui sotto. Vi ricordiamo che la finalissima si svolgerà il prossimo 4 dicembre. Commenti sul forum.
  18. Frederik Rasmussen del team Red Bull ha conquistato il podio nel secondo evento Esports F1 del 2019, chiudendo il gap dal leader del campionato David Tonizza. Cedric Thome, che ha segnato solo un punto nel round di apertura, ha conquistato la prima vittoria dell'Esports F1 nella prima gara in Canada per la Renault. Il pilota della Williams Esports, Tino Naukkarinen, ha preso per primo la bandiera a scacchi, ma gli è stata inflitta una penalità di cinque secondi dopo essersi scontrato con il pilota Jarno Opmeer, compagno di squadra di Thome, in lotta per il comando della gara. Questo ha portato Naukkarinen al sesto posto e avrebbe regalato a Rasmussen la vittoria in gara se il pilota danese non avesse ricevuto una penalità per aver attraversato la linea di uscita dal box. Ciò ha lasciato a Thome la vittoria, davanti al due volte campione Brendon Leigh, Opmeer, Rasmussen della Red Bull e Joni Tormala. La stella virtuale leader della Ferrari, Tonizza, ha lottato nella gara di apertura, finendo all'ottavo posto, ma ha reagito nella seconda gara in Austria, respingendo una sfida lunga tutta la gara dal suo rivale per il titolo più vicino, Rasmussen. Opmeer ha conquistato il suo secondo podio consecutivo usando una strategia alternativa. L'ultima gara ha visto Tonizza e Rasmussen in prima fila, ma è stato Marcel Kiefer della Racing Point a strappare la vittoria della gara a Silverstone. Dopo aver trascorso l'intera gara precedente alle spalle di Tonizza, Rasmussen ha impiegato solo tre giri per liberarsi di Tonizza. Kiefer è riuscito a saltare Tonizza e poi ha superato il leader della corsa Rasmussen all'interno della Stowe a poco più di due giri dalla fine. Daniel Bereznay dell'Alfa Romeo ha superato Tonizza quando quest'ultimo è rientrato dal suo pit-stop e si è assicurato il posto finale sul podio. Con Tonizza al quarto posto, Rasmussen è riuscito a ridurre il divario nel campionato piloti a 14 punti. La Red Bull ha superato la Ferrari nel campionato a squadre, con un vantaggio di cinque punti sui debuttanti del team esport Ferrari, con la Renault che segue a tre punti al terzo posto. Il terzo appuntamento del torneo F1 Esports Series 2019 è fissato al 6 novembre, per arrivare poi alla finalissima che sarà il 4 dicembre.
  19. Dopo la prima tappa di settembre, che ha visto la doppia vittoria del nostro David Tonizza (foto sopra) con il team Ferrari, ora entrambi leader delle rispettive classifiche piloti e costruttori, si svolgerà questa sera in diretta il secondo round del campionato F1 Esports Series, che si disputa con F1 2019 di Codemasters. Sarà possibile seguire l'intera serata in diretta, grazie al canale streaming qui sotto. Commenti sul forum.
  20. Il nostro David Tonizza su Ferrari domina la prima tappa della F1 Esports Pro Series 2019 con F1 2019 Codemasters, vincendo due gare su tre ed arrivando terzo nell'ultima competizione! Il prossimo 2 Ottobre difenderà quindi la sua posizione di leader in classifica generale nella seconda tappa. Qui di seguito potete rivedere l'intero evento.
  21. La Formula 1® ha scelto ieri sera, nel corso di una seguitissima diretta (qui sotto), i nomi dei 10 talentuosi piloti selezionati in Pro Draft. Ora i ragazzi sottoscriveranno un contratto per diventare piloti ufficiali di F1 Esports e gareggeranno professionalmente per una squadra nella prossima tappa della serie New Balance Esports di Formula 1 2019. Per la prima volta in assoluto, dieci squadre sono state coinvolte nella serie. Alfa Romeo Racing F1 Esports, Ferrari Driver Academy, Haas F1 Team Esports, McLaren Shadow, Mercedes-AMG Petronas Esports, Red Bull Racing Esports, Renault Sport Team Vitality, Scuderia Toro Rosso Sport, SportPesa Racing Point F1 Esports Team e Williams Esports, che hanno tutte selezionato almeno un pilota del pool Pro Draft per unirsi alla propria line-up per la serie Pro. Ieri i 41 giocatori che si erano qualificati per il Pro Draft di F1 Esports Series hanno partecipato a una serie di gare di eliminazione per identificare i più abili e talentuosi. Attraverso questo processo sono stati eliminati gli 11 simdrivers più lenti. In attesa della conferma dei contratti definitivi, i piloti selezionati da ciascuna squadra sono: David Tonizza, Italia, selezionato dalla Ferrari Driver Academy Simon Weigang, Germania, scelto da Renault Sport Team Vitality Floris Wijers, Paesi Bassi, selezionato da Haas F1 Team Esports Isaac Price, Regno Unito, selezionato da Williams Esports Nicolas Longuet, Francia, scelto da Red Bull Racing Esports Lucas Blakeley, Regno Unito, scelto da SportPesa Racing Point F1 Esports Team Allert Van Der Wal, Paesi Bassi, scelto da McLaren Shadow Kimmy Larsson, Svezia, selezionato da Alfa Romeo Racing F1 Esports Manuel Biancolilla, Italia, selezionato dalla Scuderia Toro Rosso Esports Daniel Shields, Australia, scelto da Mercedes AMG Petronas Esports I piloti ora si uniranno ai loro team ufficiali per prepararsi alla serie Pro New Balance Esports 2019, che comprenderà dodici gare disputate in quattro eventi live. Questi si svolgeranno l'11 settembre, il 2 ottobre e il 6 novembre e culmineranno al Grand Finale il 4 dicembre. La serie Pro vedrà i piloti competere per un incredibile montepremi da $ 500.000 - più del doppio rispetto allo scorso anno - su F1 2019, il nuovo videogioco ufficiale F1 di Codemasters. Visto l'aumento di interesse della serie New Balance Esports di F1, i turni di qualificazione per la Serie 2020 verranno lanciati molto presto, aprendosi ufficialmente il 22 luglio 2019 e si chiuderanno alla fine del l'anno solare. Chiunque abbia una copia di F1 2019, il videogioco F1 ufficiale sviluppato da Codemasters può partecipare. Le qualifiche sono aperte a livello globale e ci saranno cinque diversi turni preliminari tra luglio e novembre. Per ulteriori informazioni, visitare www.f1esports.com. Julian Tan, responsabile Formula 1, ha dichiarato: "Il Draft Pro serie Esports F1 è una parte incredibilmente importante del nostro sforzo per abbattere i confini e aprire il nostro sport a una nuova generazione di fan di F1. Essere il primo nel motorsport a diventare il pioniere del concetto di traino professionale ci ha permesso di stabilire un percorso diretto nel nostro sport per i fan, dando al prossimo gruppo di stelle delle corse virtuali l'opportunità di passare dal salotto al podio e persino al Campione del Mondo firmando per una Squadra di F1. I piloti di successo di stasera sono incredibili talenti e se le gare virtuali saranno come l'anno scorso, sarà un campionato emozionante! " Frank Sagnier, CEO di Codemasters, ha dichiarato: "Stasera, abbiamo visto i migliori piloti del mondo di F1 Esports realizzare i loro sogni e firmare con uno dei 10 team ufficiali di F1. Abbiamo visto un numero record di partecipanti tentare di qualificarsi per il Draft e ora abbiamo i migliori talenti di F1 Esports. La formazione è completa; è ora che inizi la competizione e si vedrà chi può salire e prendere la corona di Brendon Leigh ". Graham Wallace - Global Chief Operating Officer di Gfinity plc, ha dichiarato: "Ancora una volta la F1 Esports Pro Draft ha prodotto il dramma e l'eccitazione che i fan richiedono. Amano le storie secondarie, da dove provengono i piloti e le loro motivazioni. Dà loro un motivo in più per preoccuparsi. E aumenta l'attesa per le gare stesse. I fan non vedono l'ora di vedere le squadre e il pilota gareggiare sotto le luci della Gfinity Arena. Le serie di quest'anno saranno le migliori di sempre. "
  22. Dopo il grande successo del 2018, che di fatto ha consacrato la F1 Esports Series come l'evento simracing esport di maggior seguito in assoluto, è tutto pronto per il Pro Draft 2019 che si svolgerà a partire da stasera, 17 Luglio, dalle ore 20, sempre nella sede della Gfinity Arena, nella quale prenderanno posto i 42 simdrivers qualificati con la speranza di essere scelti da un team di Formula 1. Quest'anno il Pro Draft sarà decisamente semplificato: al posto del lungo bootcamp comprensivo di test attitudinali, quiz e gare con i kart, si svolgerà semplicemente una gara su F1 2019 che ridurrà a 24 il numero di piloti per la selezione finale. Saranno ben 7 i piloti italiani che parteciperanno alla preselezione: Manuel Biancolilla, David Tonizza, Amos Laurito, Gianfranco Giglioli, Alessio Di Capua, Emanuele Prisciano e Pino Macrì. Peccato per Fabio di Rocco, anche lui qualificato, ma che, a causa di impegni, non potrà partecipare alla selezione. Vi ricordiamo infine che è già presente Enzo Bonito, che fa parte del team McLaren. In realtà il Pro Draft 2019 è particolarmente difficile a causa del fatto che i sedili liberi nei team F1 saranno veramente pochi, visto che molte scuderie hanno già confermato i piloti della stagione scorsa e non è escluso che alcune squadre ricorreranno al reclutamento diretto (come avvenuto per Enzo per esempio). Le possibilità concrete sono quindi ridotte al lumicino... Vi ricordiamo infatti che Red Bull e Toro Rosso hanno già scelto da tempo i loro piloti, mentre SportPesa Racing Point e Alfa Romeo Racing li hanno annunciati pochi giorni fa.
  23. La terza stagione della F1 Esports Series targata Codemasters, il cui montepremi è salito da $ 200.000 a $ 500.000, che si disputerà sull'ultimo F1 2019, in uscita il 28 giugno, sarà la prima con tutte e 10 le squadre di F1, grazie al debutto della Ferrari. La Red Bull ha promosso il diciottenne Frederik Rasmussen della Toro Rosso, per guidare insieme a Joni Tormala nella squadra senior. Rasmussen è arrivato terzo nel campionato piloti lo scorso anno ed è stato fondamentale per aiutare la Toro Rosso a finire al secondo posto nel campionato delle squadre. Tormala ha concluso la seconda stagione al settimo posto nella tabella punti, con un secondo posto alla sesta gara, Spa, suo miglior risultato nella Pro Series. "Frede ha mostrato grandi prestazioni lo scorso anno e sono molto contento di collaborare con uno dei più grandi talenti sim negli ultimi anni", ha detto Tormala. "Lavorando insieme e con il supporto del team speriamo di poter lottare per il campionato del mondo". La Toro Rosso ha mantenuto Patrik Holzmann e Cem Bolukbasi per il secondo anno consecutivo, dopo che la coppia si è piazzata rispettivamente al sesto e al decimo posto nel campionato dello scorso anno. Questo rimpasto non ha lasciato spazio al pilota della Red Bull del 2018 Graham Carroll. Il campione del Walter Hayes Trophy 2015 farà comunque parte dell'ampio team Esports della Red Bull, ma farà un passo indietro rispetto alla serie F1. Sia la Red Bull che la Toro Rosso aggiungeranno un terzo pilota tramite Pro Draft, come da regolamento del campionato. Il campione in carica della serie Brendon Leigh, invece, avrà un nuovo compagno di squadra la prossima stagione dopo che il secondo classificato nel 2018 Daniel Bereznay ha annunciato la sua partenza dal team Mercedes, vincitore del titolo inaugurale. Fabrizio Donoso Delgado ha rivelato la sua partenza dalla Force India, mentre Sonuc Saltunc è alla ricerca di una nuova squadra dopo l'uscita dalla Sauber Esports.
  24. Il campione in carica della Formula 1 Esports Series. l'inglese Brendon Leigh, farà il suo debutto in monoposto questo fine settimana partecipando al campionato nazionale Formula Ford 1600 con il team Kevin Mills Racing, vice-campione nella serie l'anno scorso. Leigh, che gareggia per la Mercedes-AMG Petronas Esports nella serie virtuale F1, farà il suo debutto sul tracciato di Snetterton e sarà in pista anche l'11 maggio ad Oulton Park. Il diciannovenne inglese ha già fatto tre giorni di test in pista in preparazione al suo debutto ed il suo capo squadra Kevin Mills si è già detto stupito: "Era veloce da subito, non era molto diverso dagli altri due piloti (Maclennan e Macpherson), i suoi tempi sul giro erano abbastanza simili e andrà bene. E' abituato ad avere 20 altre macchine tutt'intorno, certamente in termini di velocità è già paragonabile altri due piloti". Leigh ha già alcune esperienze di corse reali, avendo gareggiato per un posto nella Race of Champions negli ultimi due anni. "Ha chiesto di venire a fare un test due mesi fa, ma non sapevo nemmeno chi fosse - ha spiegato Kevin Mills - mio figlio sapeva chi era, io non lo sapevo! Ha provato ed è andato abbastanza bene, poi è tornato e ha fatto altri due giorni ed è stato di nuovo molto veloce". Leigh è in realtà il secondo pilota virtuale a passare alla Formula 1600 reale, copo che Sebastian Job ha vinto con B-M Racing la scorsa stagione, grazie ad una borsa di studio JMR. Job, che ora è un pilota Red Bull Racing Esports insieme all'ex campione scozzese F1600 e al vincitore del Trofeo Walter Hayes, Graham Carroll, ha ottenuto come miglior risultato un quinto posto a Kirkistown nel Campionato Nazionale l'anno scorso. Cosa riuscirà a fare il nostro Brendon?
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.