ROC Mexico: Benito Guerra vince, Enzo Bonito convince! - Sport - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

KartKraft: strumento per piloti?

Le nostre avventure simulate possono esserci utili anche nel mondo reale?

Il sottoscritto, debuttante sulla pista vera con un kart KZ a marce, ha sperato che il sim...

KartKraft

Simracing Pro: il test di Raimondo Ricci!

Cosa succede quando un pilota TCR prova una pedaliera professionale?

Lo scopriamo con il test di Raimondo al suo simulatore!

Simracing Pro pedals

Ferrari F1 2000: confronto "modding"

Quando hai una monoposto nel cuore continui a vederla dappertutto...

Dopo la bellissima F399, stavolta è il turno della F1 2000, mitica Rossa di Michael Schumacher!

Ferrari F1 2000

  • ROC Mexico: Benito Guerra vince, Enzo Bonito convince!

       (0 reviews)
    VELOCIPEDE By VELOCIPEDE, in Sport, , 1 comment, 1,080 views

    Il fine settimana appena trascorso ha visto calare il sipario sull'evento messicano della Race of Champions (semplicemente nota come ROC), con migliaia di messicani entusiasti del trionfo finale, contro ogni pronostico, del pilota di casa Benito Guerra. La ROC 2019 sarà però ricordata certamente anche per l'ennesima dimostrazione di quanto ormai il simracing sia vicino al motorsport reale, grazie alla straordinaria prestazione del nostro Enzo Bonito.

    enzo-bonito.jpg

    Cosi come nel 2018, anche quest'anno gli organizzatori della ROC hanno pensato bene di invitare anche un team di simdrivers all'evento, schierandoli in pista contro grandi stelle del motorsport mondiale, come Vettel e Coulthard, per sfide in singolo ed in team. Il nostro Enzo, dopo il risultato già eccellente del 2018, era qualificato d'ufficio per la seconda fase direttamente sulla pista reale, ricavata all'interno dell'aria delle tribune del già noto tracciato messicano della Formula 1. I simdrivers giunti fino alle selezioni messicane si sono sfidati prima in una competizione virtuale, poi in una gara sulla pista vera con le KTM X-Bow. Il vincitore dell'evento "eROC" è risultato essere James Baldwin, con il più famoso connazionale britannico Brendon Leigh giunto secondo: James quindi si è unito a Bonito per formare il "Team Sim Racing All Stars".

    bonito.JPG

    L'estrazione degli accoppiamenti per le sfide in pista ha portato il team virtuale a gareggiare contro il Team Brazil, di Helio Castroneves e Lucas di Grassi, ed il Team Mexico, di Daniel Suarez e Ruben Garcia Jr. Già nella prima sfida, al sabato, il nostro Enzo ha dimostrato subito il suo valore, battendo di ben 6 decimi l'ex pilota di F1 ed ora star in Formula E Lucas di Grassi, facendo fra l'altro segnare uno dei tempi più veloci dell'intero weekend ! Baldwin non è stato da meno, battendo di oltre 1 secondo Garcia. Purtroppo nelle altre sfide sono arrivate solo sconfitte per entrambe i piloti virtuali, anche se sempre di misura, ben figurando anche contro piloti reali di altissimo livello.

    roc.JPG

    Nell'evento individuale di domenica è però tornata a brillare la stella di Enzo Bonito, capitato in un gruppo molto difficile con l'attuale pilota F1 Pierre Gasly e l'ex F1, pilota Formula E ed IndyCar Esteban Gutierrez. Bonito è riuscito nell'impresa di battere il vincitore dell'Indy 500, Ryan Hunter-Reay, fra l'altro di oltre un secondo.

    Già nel 2018, le vittorie di Rudy van Buren, vincitore della McLaren "World's Fastest Gamer ", che aveva sconfitto Timo Bernhard e il pilota F1 2019 Lando Norris, avevano dimostrato che anche un pilota virtuale poteva essere considerato a tutti gli effetti un "pilota", ma in tanti avevano sussurrato che si trattava solo di un caso isolato, del resto Rudy aveva già avuto esperienze anche nel motorsport reale. Le prestazioni vincenti di Enzo e James hanno invece confermato nuovamente che il simracing deve essere considerato in modo serio, come serbatoio di talenti veri, almeno al pari del mondo del karting, con il vantaggio non da poco di costare molto ma molto meno, permettendo quindi ad un numero decisamente maggiore di appassionati di avere la possibilità di mettersi in mostra.

    Gli scettici potranno obiettare anche questa volta che, in ogni caso, anche Enzo Bonito ha avuto le sue esperienze formative sulla pista reale, in parallelo con i trionfi virtuali vestendo la casacca del ben noto team esport dei Redline. Verissimo, ma del resto un pilota completo, che sia virtuale o reale, non è solo identificabile con la capacità di sfruttare al meglio volante e pedali, ma si compone di un mix ampio e variegato di qualità, alcune proprie del pilota, altre che possono essere perfezionate con l'allenamento, la costanza e l'impegno.

    Enzo Bonito è probabilmente uno dei migliori esempi, nel panorama italiano, di miscela perfetta utile a formare il pilota vincente: ad un talento cristallino e fuori discussione, Enzo aggiunge una grande semplicità, umiltà e simpatia, una voglia di imparare ancora oggi immutata, costanza, applicazione straordinaria negli allenamenti ed al lavoro ed una concentrazione davvero fuori dal comune. E' l'insieme di tutti questi fattori a determinare il pilota vincente, reale o virtuale che sia.

    In conclusione, il messaggio che ci comunica indirettamente il nostro Enzo è molto semplice: il simracing, cosi come il karting per esempio, è solo un mezzo per raggiungere il sogno di tanti della pista vera, ma tutto il resto del lavoro da fare per entrare in un abitacolo reale dobbiamo farlo da soli, con la nostra volontà, pazienza, lavoro, abnegazione e tanto sudore. Grazie Enzo, siamo già pronti a fare nuovamente il tifo per te 😉 

     


    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   14 Members, 0 Anonymous, 220 Guests (See full list)

    • henathon
    • Alfred ita
    • bito
    • rubbon
    • stifhyler47
    • umby4u
    • Salvatore Annunziata
    • Antonio Peditto
    • VELOCIPEDE
    • oinkoink
    • ignazio
    • jaco_it
    • Superbillox
    • aobi


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.