Jump to content

Benvenuto nel Simracing Esport: registrati subito!

Dal 1999, la più importante e seguita community di appassionati di simulatori di guida

  • Sign in to follow this  

    (0 reviews)

    Hamilton è ancora l’uomo da battere?

     

    Il primo GP della stagione che, disputatosi a Melbourne, in Australia, ha visto la Mercedes presentarsi ai nastri di partenza così come aveva concluso la passata stagione: da padrona assoluta. All’esito di un weekend dominato dalla Frecce d’Argento sin dal venerdì, con tanto di prima fila tutta targata Mercedes, Bottas ed Hamilton hanno concluso la gara in prima e seconda posizione, dando un forte segnale in ottica campionato a tutti i diretti avversari e a tutto il mondo della F1. La distanza tra le vetture tedesche e le Ferrari è stata enorme, al di sopra delle aspettative, e sia Vettel che Leclerc sono apparsi in netta difficoltà, chiudendo la gara rispettivamente al quarto ed al quinto posto ed accumulando un ritardo vicino al minuto.

    La netta supremazia delle Mercedes

    Nonostante i test invernali di Barcellona avessero fatto ben sperare tutti i tifosi della Rossa per il ritorno al trionfo nel mondiale piloti, a Melbourne è emerso con estrema evidenza come le Mercedes siano ancora le auto da battere e come quest’anno i piloti della Ferrari oltre che con Hamilton dovranno vedersela anche con Bottas e Verstappen. Mentre il pilota finlandese alla sua prima uscita stagionale è riuscito a fare meglio di quanto non fosse riuscito a fare in tutta la passata stagione, il giovane e terribile olandese sembra essere ormai pronto a fare il definitivo salto di qualità e con la sua Red Bull motorizzata Honda si candida prepotentemente come uno dei favoriti assoluti alla vittoria del titolo. Non è un caso, pertanto, che al 18 marzo, secondo le quote scommesse sulla F1 di Betway, Verstappen, a quota 11, sia considerato il principale rivale di Vettel e Hamilton alla conquista del campionato del mondo piloti. Dopo l’addio alla Red Bull da parte di Ricciardo – passato alla Renault e reduce dal suo primo ritiro stagionale a causa di un contatto al via – l’olandese è il primo pilota indiscusso della scuderia austriaca e sembra essere migliorato anche dal punto di vista della gestione della pressione e delle emozioni in fase di gara. In ogni caso, le Mercedes restano le macchine da battere e, soprattutto, la scuderia tedesca sembra finalmente poter fare affidamento anche su Valtteri Bottas, che nel GP di Australia è riuscito ad aggiudicarsi la sua quarta vittoria in F1. Dopo essere stato “maltrattato” dalla sua scuderia per tutta la passata stagione ed essere stato sacrificato più di una volta sull’altare del “ Dio Hamilton”, il finlandese è riuscito a prendersi la sua rivincita e dopo un inizio di stagione del genere per Toto Wolff ed i suoi sarà difficile utilizzarlo solo ed esclusivamente per agevolare Hamilton e penalizzare le Ferrari. Il sei volte campione del mondo britannico, ovviamente, rimane il primo pilota ma l’impressione è che quest’anno dovrà sudare molto di più per mantenere il proprio status. In casa Mercedes si preannuncia una rivalità interna tra il britannico ed il finlandese, simile a quella che la casa tedesca fu costretta a gestire nel 2016 quando all’esito di un campionato avvincente Nico Rosberg riuscì ad avere la meglio di Hamilton ed a conquistare il suo primo e unico titolo mondiale. In un simile contesto la Ferrari dovrà essere brava a reagire alla sconfitta nel più breve tempo possibile e sia Vettel che Leclerc dovranno farsi trovare pronti ad ogni minimo errore compiuto dagli uomini a bordo delle Frecce d’Argento.

    La situazione in casa Ferrari

    A tutto il mondo Ferrari va riconosciuta la straordinaria capacità di passare dall'esaltazione più totale alla profonda depressione nel giro di pochissimo tempo, a volte a distanza di poche ore. Se è vero che l’imprevedibilità è una delle caratteristiche principali della F1 è altrettanto vero che, sia da parte degli addetti ai lavori che da parte dei tifosi, un minimo di equilibrio nei giudizi non guasterebbe. Una delle colpe principali addebitabili alla scuderia Ferrari in questi anni è stata sicuramente l’incapacità di portare durante il corso della stagione degli aggiornamenti tecnici al livello di quelli proposti dai diretti rivali. Troppo spesso le Rosse, dopo aver iniziato alla grande la stagione, hanno tralasciato lo sviluppo della vettura, perdendo inevitabilmente terreno rispetto alle altre auto in pista, Mercedes in primis. Anche quest’anno, dopo essere risultata la più veloci nei testi di Barcellona, la squadra sembra essersi cullata un po’ troppo sugli allori ed ha subito un brusco risveglio già alla prima gara. La batosta subita in Australia servirà sicuramente a tutto il team di Maranello che già dal prossimo GP che si disputerà in Bahrain sarà costretta a mostrare tutto il suo reale potenziale. L’impressione è che quest’anno davvero la Ferrari possa puntare alla conquista del titolo piloti: l’ultimo a riuscirci a bordo di una Rossa fu Kimi Räikkönen che, come raccontato anche da La Gazzetta dello Sport, nella stagione 2007 riuscì ad avere la meglio di tutti i suoi rivali ed a portare il titolo a Maranello. Da quel giorno i tifosi ferraristi hanno vissuto di illusioni, speranze e sogni di gloria salvo poi dover fare i conti con la dura e cruda realtà. Vettel e Leclerc sembrano avere a propria disposizione il talento per ambire sin da subito alla conquista del titolo e la scuderia Ferrari dovrà essere brava a mettere a disposizione dei propri piloti una vettura competitiva in grado di dare del filo da torcere agli uomini Mercedes.

    La stagione è appena iniziata ed il campionato è ancora lungo. La speranza di tutti i ferraristi è che questa possa essere realmente la stagione buona per riportare un pilota del Cavallino sul tetto del mondo.

    [Contributo redazionale esterno]

     


    Sign in to follow this  


    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   5 Members, 0 Anonymous, 70 Guests (See full list)

    • AdamH458
    • CodyS1998
    • Flippato
    • Velo Wringer
    • Filodream


  • www.TuttiAutoPezzi.it


    www.Auto-Doc.IT


  • Categories

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.