Jump to content

Benvenuto nel Simracing: registrati subito!

Dal 1999, la più seguita community di appassionati di simulatori di guida

  • Sign in to follow this  

    (0 reviews)

    WRC 8: la recensione "rallystica" di DrivingItalia

    • VELOCIPEDE
    • By VELOCIPEDE
    • 0 comments
    • 794 views

     

    Dopo l'arrivo a Febbraio scorso dell'ottimo DiRT Rally 2.0, con il quale Codemasters ha posto il nuovo punto di riferimento per il divertimento in ambito rallystico (con un pizzico di simulazione), è ora il momento del team Kylotonn Racing che, forte anche della licenza ufficiale del mondiale rally WRC, torna sullo sterrato con il nuovo WRC 8.

    WRC 8 ci mette a disposizione l'intera stagione 2019, con ogni pilota, vettura e team reale, inclusa la WRC Junior e l'intero calendario del mondiale WRC con le sue 14 tappe. Una variante interessante è rappresentata da un'ampia area a mondo aperto nella quale i giocatori possono esercitarsi.

    Diesel_productv2_wrc-8_home_EGS_Bigben_WRC8BaseGame_Carousel_Screenshot4-1920x1080-f675006b3fd299f320cbcbf4b5414bf397c0c1c7.png

    Pur essendo solo 14 le tappe del campionato, la varietà di scenari e situazioni diverse sono assicurate: dagli sterrati velocissimi del Messico, si passa alle strette salite di Monte Carlo, passando per lunghissime tappe da oltre 15 kilometri. Variabile fondamentale e spettacolare di ogni tappa è poi il nuovo sistema meteo dinamico, che rende di fatto ogni competizione sempre diversa ed obbliga il giocatore a porre particolare attenzione all'evolversi della situazione nei cieli, in particolare per le tappe più lunghe. Sarà necessario avere nel nostro team un bravo meteorologo!

    E non cosi per dire: la modalità Carriera in WRC 8 è molto approfondita, si possono firmare contratti, assecondare gli sponsor, assumere tecnici (che si stancano alla fine di ogni evento!) e persino guidare il reparto di ricerca e sviluppo. Con la Carriera si segue un calendario pieno di vari eventi, fra i quali non mancano scenari estremi, come ad esempio arrivare al traguardo con un'auto danneggiata in un tempo prestabilito. Non mancano test con auto leggendarie, che consentono al giocatore di sperimentare veri e propri miti come la Lancia Fulvia.

    WRC8_720.jpg

    Il comparto di ricerca e sviluppo è semplice, tuttavia funzionale: guadagni punti facendo eventi e quando desideri qualcosa, lo acquisti. Manca quindi la complessità, la tattica e la pianificazione, necessarie per esempio in F1 2019. E' anche possibile optare per la modalità Stagione completa, con la quale si prende parte alle gare di tappa senza affrontare tutte le azioni di squadra al di fuori della macchina. Non mancano ovviamente le modalità Quick Play e Split-Screen, utili per fare pratica.

    Peccato invece per un multiplayer decisamente povero: nessun problema con le connessioni online ed è tutto molto semplice, ma si limita tutto agli eventi veloci, con la possibilità di creare o unirsi anche a lobby. Ci sono classifiche, ma non suddivise per classe e le sfide settimanali divise in specifici abbinamenti auto/classe/pista. Sono stati già annunciati gli eventi Esports, ma la mancanza di campionati creati dall'utente, leghe, club è davvero un gran peccato...

    Guidare in WRC 8 però, è in gran parte molto divertente! Esistono differenze non solo tra le classi, ma anche tra diversi produttori e modelli di vettura. Il consiglio è naturalmente di non disattivare i danni. Il modello fisico è decisamente coerente, e necessita dell'antica arte di guidare con l'acceleratore, ad eccezione delle velocità molto basse, in cui le macchine diventano asettiche e non comunicative, con l'impressione di correre sulle uova.

    La classe Junior a trazione anteriore richiede ovviamente un approccio diverso: l'aggressività è premiante, con un uso a volte furioso del freno a mano per far ruotare la parte posteriore. E' fondamentale in pista avere la gomma giusta, che permette per esempio di sfruttare nella giusta misura l'aquaplaning sulle pozzanghere: WRC 8 lo gestisce generalmente bene, anche se a volte c'è una sensazione di casualità che può rivelarsi frustrante.

    maxresdefault.jpg

    Il lavoro fatto dagli sviluppatori sul comparto sospensioni, diverse superfici e pneumatici c'è e si sente tutto, con i trasferimenti di carico e delle masse del veicolo ora molto realistici, persino il grip che varia a seconda dell'usura e della mescola della gomma. Insomma non solo questo WRC 8 è lontano anni luce dal precedente WRC 7, ma è almeno qualche gradino sopra rispetto a DiRT Rally 2.0 e, si possiamo affermarlo, si avvicina per certi versi ed in certe circostanze al glorioso Richard Burns Rally! E' molto importante però, utilizzando un buon volante, regolare in modo ottimale forza e force feedback (guardate il video qui sotto), ma il lavoro fatto da Kylotonn con i veri piloti e i ragazzi di WRC Esports ha dato certamente ottimi e concreti frutti.

    L'esperienza audio è un altro enorme passo in avanti rispetto al precedente WRC 7: le auto moderne hanno una profondità maggiore nella loro gamma di regimi, con schiocchi e scoppi, i turbo fischiano e sibilano. Il copilota è consistente e fluido. Guidare dall'abitacolo offre tantissimi segnali audio: una gomma danneggiata per esempio si farà sentire prima ancora di notarla sull'HUD. Peccato per il sound delle pozzanghere, che non si riesce a capire da dove sia stato tirato fuori !

    wrc-8-review-a-new-pretender-to-the-driving-crown-1567588758582.jpg

    A livello grafico, WRC 8 non eccelle, pur restando accettabile. Gli scenari risultano essere a volte spettacolari, con panorami mozzafiato. Le auto sono accettabili, non sfigurano, pur mancando di dettaglio, con livree nitide e potenti fari che attraversano le scene buie. L'illuminazione atmosferica è abbastanza ben fatta, cosi come il clima dinamico, con la luce solare che assume un tono più desaturato quando le gocce iniziano a cadere. Guidare di notte con la pioggia è però un vero spettacolo! Il grosso problema di WRC 8 è il framerate traballante. Speriamo che gli sviluppatori sistemino le cose con una pronta patch! Peccato anche per l'assenza del supporto alla VR che, come confermato dagli sviluppatori, non arriverà mai...

    In conclusione, WRC 8 migliora il suo predecessore sotto ogni aspetto. È più bello da vedere, più profondo, più divertente e decisamente simulativo. Brava Kylotonn, la strada - sterrata naturalmente - è quella giusta.

     


    Sign in to follow this  


    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   3 Members, 0 Anonymous, 63 Guests (See full list)

    • TopGear
    • Vanaja
    • fenrir


  • www.TuttiAutoPezzi.it


    www.Auto-Doc.IT


  • su questo sito
  • Categories

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.