DrivingItalia simulatori di guida Jump to content

Parte 1 Simracing Academy: dinamica veicolo ed iscrizioni aperte

Aspiranti simdrivers, benvenuti nella prima parte della Simracing Academy, la scuola per comprendere i concetti fondamentali per progredire dal livello di principianti a quello di esperti della guida simulata. L'Academy è utile anche ai piloti con una certa esperienza, per approfondire ed effettuare test pratici
Parte 1 Simracing Academy: dinamica veicolo

Automobilista 2: server attivo, pronti per gare e tornei?

Abbiamo attivato un server dedicato, per iniziare a fare test online con qualche gara, per verificare cosi l'interesse per un bel campionato con il sim by Reiza...
Automobilista 2: server by DrivingItalia

Simracing.GP: gare gratuite e tornei by DrivingItalia

Prosegue la collaborazione di DrivingItalia nel programma del nuovo sistema Simracing.GP, una piattaforma online per il simracing eSport, per ora dedicata ad Assetto Corsa, ma con grandi prospettive...
Gare gratuite e tornei by DrivingItalia

    (0 reviews)

    Il simracing si tinge di rosa: intervista a Ylenia Valentini, giovane pilota Drifting

    • Giulio Scrinzi
    • By Giulio Scrinzi
    • 0 comments
    • 1,326 views

     

    Alcuni lo praticano per divertimento, per passare qualche ora spensierata al volante della propria vettura preferita. Altri per mettersi in competizione e sfidare i più talentuosi piloti dell’universo degli eSports. In questo preciso momento storico dell’Italia, in cui tutti noi siamo bloccati a casa per l’emergenza Coronavirus, il simracing invece sta diventando sempre più una necessità per tutti gli appassionati di motori e corse.

    Ci regala qualche ora di svago, ci strappa un sorriso ma soprattutto ci fa sognare. Fa sognare a chi ne ha la possibilità di ritornare presto in pista, quella vera, a vivere ciò che più si ama. Un mondo democratico in cui tutti, con un minimo investimento, possono sentirsi dei piloti… anche le donne. Volete un esempio? Ecco a voi Ylenia Valentini, giovane ragazza che nella vita reale è una grande appassionata di Drifting e che, in questo periodo, si è avvicinata alla guida virtuale. Il suo scopo? Tenersi in allenamento, ma soprattutto… divertirsi!

    drift.thumb.jpg.a46c8efec924e79371a9892b89e3df8d.jpg

    D Buongiorno Ylenia, puoi parlarci un po’ di te?

    R: Ciao a tutti, mi chiamo Ylenia Valentini, ho 27 anni e vengo dal Veneto. Ho una grande passione per il Motorsport, che è sempre stata dentro di me sin da piccola, quando all’età delle elementari giocavo a WRC sulla PlayStation 1. Vengo da una famiglia semplice che mi ha insegnato i giusti valori, ma non è mai stata appassionata e interessata al mondo delle corse. Essendo donna non sono mai stata supportata ed è stato molto difficile far capire che per me questo mondo è importante. Fortunatamente al momento sembrerebbe che l’abbiano capito!

    D : Com’è iniziata la tua passione? Quando hai capito che era la strada giusta?

    R: Tutto ebbe inizio 4 anni fa, un po’ per caso: dopo la perdita di mio cugino, meccanico e appassionato di motori, volevo poter fare quello che lui non è mai riuscito, cioè correre con una macchina da corsa. Il mio compagno, Andrea Trombetta, già con qualche esperienza di guida alle spalle e preparatore di auto, mi ha regalato una giornata di drifting alla scuola nazionale Uisp di Sassuolo in occasione del mio compleanno. Fino a quel momento l’unica auto che avevo guidato era una semplice stradale a trazione anteriore, per cui l’intenzione era quella di capire se fossi in grado di gestire un’auto a trazione posteriore in derapata.

    corso.thumb.jpg.13ac7c9a995b1bf53b9233c1c36319a5.jpg

    D : E com’è andata quella giornata?

    R: E’ stata fantastica! Ho potuto imparare le basi della derapata sul bagnato, scoprendo una me stessa che ancora non conoscevo: da ragazza timida e derisa per la sua sensibilità ho capito che, in realtà, posso fare grandi cose mettendoci il giusto impegno e una certa costanza nel tempo.

    D : Poi cos’è successo?

    R: Dopo questa esperienza io e il mio compagno abbiamo deciso di acquistare una BMW E30 del 1988, interamente da “trasformare” ed elaborare in auto da Drifting. Si tratta di un progetto tutt’ora in corso, che procede molto lentamente per la mancanza di sponsor e capacità economiche all’altezza. Nonostante ciò la sto utilizzando per allenarmi in vista di un futuro campionato.

    e30.thumb.jpg.5bfe0fc8e5988deead079f7231a70d1c.jpg

    D : Cosa ami di più del “tuo” mondo, il Drifting?

    R: Per me la parola Drifting è sinonimo di libertà, di spensieratezza che libera il corpo e la mente per un po' di tempo dai problemi di tutti i giorni. In realtà adoro qualsiasi disciplina dell’automobilismo, dal Rally alla velocità in pista: non ho paura a mettermi in gioco, sono molto appassionata del mondo tassellato e affascinata da quello che è stato il Gruppo B, in particolare quel modo “aggressivo” di guidare ad alte velocità senza paura del sovrasterzo. I miei miti? Michèle Mouton, Biasion e Alex Zanardi.

    D : In questo difficile momento storico che stiamo affrontando in Italia hai anche deciso di provare il simracing. Come ti sembra?

    R: Sì, vista l’emergenza del Coronavirus e la quarantena forzata, da poco più di due settimane ho deciso di scoprire il mondo dei simulatori! Ho comperato un Logitech G29 completo di cambio ad H, perché volevo una postazione in casa che mi potesse dare la possibilità di allenarmi, soprattutto mentalmente per affinare la mia concentrazione, oltre ad imparare delle tecniche di guida nuove.

    D : Con quale titolo hai deciso di cominciare la tua avventura nella guida simulata?

    R: Sto passando il tempo sulla PlayStation 4 con Project Cars: ho iniziato la carriera da poco, ma ho già visto grandi risultati arrivando ai primi posti in classifica, grazie anche all'aiuto di persone molto più esperte conosciute online che mi stanno dando delle “dritte”.

    D : Noti delle somiglianze con ciò che fai nella realtà?

    R: Il gioco mi piace molto, è molto realistico e divertente, adoro la sensazione che mi dà il volante quando passo sui cordoli. Lo sterzo è molto reattivo e la sua durezza è simile a quella che si prova nella realtà. La percezione è quella di essere veramente dentro l’auto. Come nella realtà , poi, c’è la necessita di effettuare vari settaggi per ogni auto scelta prima di scendere in pista.

    D : Ovviamente ci sono anche delle differenze

    R: Bé, certo! Il simulatore non mi permette di sentire con il corpo ciò che mi comunica l’auto, i vari spostamenti di carico in curva e, in generale, tutte le reazioni che si provano in pista, che si possono correggere solo quando si è lì per davvero. Io lo uso per lo più come un allenamento mentale per migliorare la concentrazione… anche se la tensione di una gara la senti tutta dall’inizio alla fine!

    D : Ti piacerebbe approfondire il tema del simracing, magari con qualche gara online?

    R: In realtà mi sto già allenando in multiplayer, divertendomi con i miei amici! Quando mi sentirò pronta e all’altezza della situazione, mi piacerebbe mettermi in gioco in qualcosa di più serio, magari un Campionato. In ogni caso, ho intenzione di proseguire il mio viaggio nel simracing, perché ho già acquistato Gran Turismo Sport. Prossimamente, inoltre, è in arrivo anche Assetto Corsa.

    D : Hai già qualche esperienza da condividere con noi in fatto di gare online?

    R: Direi di sì: recentemente ho partecipato a una gara di tre giri con tre giocatori sul circuito di Spa-Francorchamps al volante delle LMP1. Ho mantenuto la prima posizione dall’inizio alla fine e, di contro, gli altri si sono scollegati tutti! Posso dire che mettermi in gioco in questo mondo non mi fa alcuna paura, anzi mi sprona a fare sempre meglio! So di poter essere migliore di qualcun’altro ma allo stesso tempo non all’altezza di altri più allenati: serve tanta pratica!

    D : Sulla base della tua esperienza reale e virtuale, hai qualche consiglio da dare a tutti quei giovani piloti che vogliono iniziare a praticare simracing? 

    R: Per me, grande appassionata di motori e di meccanica, ma anche di musica, animali, arte e fotografia, c’è sempre e sempre ci sarà da imparare nella vita. I veri Campioni sono coloro che hanno la forza di non arrendersi mai alle difficoltà, quindi il mio consiglio è quello di credere sempre nei propri sogni ed obiettivi, anche se sembrano irraggiungibili! Inoltre credo che bisogna essere sempre se stessi, unici e originali: di copie, in giro, ce ne sono anche troppe!

    D : Bene, grazie mille per l'intervista Ylenia. Buon simracing!

    R: Grazie a voi! Se volete seguirmi online, questi sono i miei canali Facebook e Instagram, mentre questo è il mio canale personale di YouTube dove carico i miei video. Ci vediamo in pista!




    User Feedback

    There are no reviews to display.




×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.