Jump to content

Benvenuto nel Simracing: registrati subito!

Dal 1999, la più seguita community di appassionati di simulatori di guida

  • Sign in to follow this  

    (0 reviews)

    Anteprima DiRT Rally 2.0: Codemasters ritorna a derapare...

    • VELOCIPEDE
    • By VELOCIPEDE
    • 0 comments
    • 813 views

    L'annuncio del nuovo DiRT Rally 2.0 da parte di Codemasters, che sarà sugli scaffali il prossimo 26 febbraio, è arrivato un pò a sorpresa mercoledì scorso, anche se i fans del rally più puro e spettacolare ci speravano ormai da tempo. In realtà il gioco è in uno stadio di sviluppo decisamente avanzato e questo fa ben sperare per le varie migliorie che, da qui a febbraio, la software house inglese sarà certamente in grado di aggiungere.

    Nel corso della presentazione a Londra, dove è stato possibile provare DiRT Rally 2.0 con tanto di postazione, volante Thrustmaster e persino freno a mano (già solo questo è un indice di quanto si punti verso la guida), la Codemasters ci ha tenuto a precisare che quel 2.0 non è riferito ad una semplice nuova versione di DiRT, perché l'intero engine del gioco è stato rimaneggiato pesantemente, non solo dal punto di vista estetico, ma anche e soprattutto sul fronte della fisica e del modello di guida, cercando di spostare nuovamente l'asticella verso una simulazione più realistica e credibile. E' bene ricordare che già il precedente DiRT Rally, uscito in accesso anticipato nell'aprile del 2015, quindi in versione definitva a dicembre dello stesso anno, aveva voluto spingersi maggiormente verso la simulazione, ottenendo però scarsi risultati di vendita. Da qui, probabilmente, il ritorno successivo di Codemasters al rally più "giochereccio", per esempio con l'ultimo DiRT 4 del giugno 2017. Adesso, a detta della stessa software house di Warwickshire, si torna nuovamente indietro verso il realismo. L'esperienza del primo DiRT Rally è però stata molto utile...

    Sin da quando si parte con DiRT Rally 2.0 infatti, le sensazioni di velocità, frenesia nella guida, scarsa aderenza, ed in parte anche lo spostamento dei carichi della vettura (fondamentali nel rally), sono decisamente appassionanti, divertenti ed emozionanti, il "gioco" ci fa capire subito che non ci verrà perdonato alcun tipo di errore.

    dirt rally 2 2.jpg dirt rally 2 3.jpg

    Risulta evidente sin dai primi giri il supporto che i piloti reali, sotto forma di esperienza e feedback diretto al team di sviluppo, sono stati capaci di fornire. E' altrettanto evidente, proprio grazie a questo intervento, la differenza rispetto al primo DiRT Rally, con la tenuta e la dinamica delle vetture completamente riscritta, con un risultato decisamente interessante. Armstrong per esempio, pilota unico nel suo genere in quanto contemporaneamente una promessa del rally classe WRC2 e campione del mondo del videogioco WRC 7, è stato assunto da Codemasters per lavorare quotidianamente al progetto, fornendo agli sviluppatori preziosi input alla luce del suo know-how. Sarà ovviamente da verificare con il gioco completo il lavoro svolto dal nord irlandese, resta però il fatto che la buona intenzione di Codemasters sembra essere concreta!

    Oltre che sul fronte della fisica, Codemasters ha lavorato molto anche sul contorno, sulla resa grafica e paesaggistica, con il nuovo DiRT Rally 2.0 in grado ora di offrire uno spettacolo decisamente affascinante: il cielo sembra quasi "vivo", le macchine si sporcano di continuo, i tergicristalli spazzolano il vetro in modo non solo scenico, ma anche funzionale, il pubblico si agita a bordo pista, insomma nel complesso sembra davvero di trovarsi in un rally vero! Non tutto lascia sbalordito (per esempio la vegetazione è carente), ma bisogna ricordare che il motore Ego Engine deve per forza scendere a compromessi, anche per non sacrificare il comparto fisico. La buona notizia è che Codemastres ha già garantito i sessanta frame per secondo stabili sia sulle versioni più potenti delle attuali console come Pro e One, sia sulle console precedenti.

    dirt rally 2 4.jpg

    E' già stato confermato che molte delle piste del World Rallycross 2018 saranno disponibili all'interno di DiRT Rally 2 fin dal primo momento, con non meno di otto località provenienti come contenuti predefiniti e altri che seguiranno come DLC dopo il lancio. Tra i contenuti troveremo Catalunya, Montalegre, Mettet, Silverstone, Hell, Holjes, Trois-Rivieres e Loheac, disponibili dal lancio. Presumibilmente i restanti eventi di Riga, COTA, Estering e Città del Capo saranno resi disponibili come DLC. Confermati anche i tracciati tradizionali, con la Nuova Zelanda, l'Argentina, la Polonia, la Spagna, gli Stati Uniti e l'Australia. Non mancano i contenuti per giocatore singolo, con la carriera migliorata e ampliata, grazie alle tappe a tempo, al rally cross e a tutta una serie di competizioni online che ci fanno ben sperare per un supporto eSport ufficiale. Decisamente un peccato invece è l'assenza del supporto alla VR, presente nel primo DiRT, anche se Ross Gowing si è detto disponibile a rimettersi al lavoro su una modalità VR, qualora sia effettivamente quella la direzione da intraprendere secondo gli appassionati che, come Codemasters ha più volte ribadito, saranno attentamente ascoltati anche subito dopo l'uscita del gioco.

    Per commenti e tantissimi altri filmati da non perdere, correte a questo link del forum.

     


    Sign in to follow this  


    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   13 Members, 0 Anonymous, 94 Guests (See full list)

    • oc_geek
    • aimone
    • Igor71
    • Giorgio73
    • GiuseppeMBG
    • Akrapovic
    • manu79
    • Gambero
    • A22nto
    • Diorha
    • DEM Racing Simulators
    • Abfalltong
    • biucci


  • www.TuttiAutoPezzi.it


    www.Auto-Doc.IT


  • su questo sito
  • Categories

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.