News - Page 3 - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Ferrari F399 by ASR Formula

La monoposto Rossa del Mondiale di Formula 1 del 1999.

Per molti, il periodo più bello della massima serie automobilistica...

Ferrari F399

Simracing Pro: il test di Raimondo Ricci!

Cosa succede quando un pilota TCR prova una pedaliera professionale?

Lo scopriamo con il test di Raimondo al suo simulatore!

Simracing Pro pedals

Formula Hybrid 2021: test in pista

Race Sim Studio ci propone la nuova monoposto di Formula 1...

confronto con la Hybrid 2020 per capire le differenze

Formula Hybrid 2021
  • News

    News - articles

    Euro Truck Simulator 2: disponibile il DLC "Iberia"

    By Walker™, in Software, , 0 comments, 83 views
    SCS Software ha finalmente reso disponibile il DLC "Iberia" per Euro Truck Simulator 2: come è facile intuire dal nome, questo DLC aggiunge la penisola iberica (Spagna e Portogallo) alla già vastissima mappa di Euro Truck Simulator 2.
    Cosa offre questo DLC? Ecco una breve lista:
    Deserto di Tabernas Stazioni di servizio riprodotte fedelmente dove potersi fermare per riposarsi Punti di riferimento caratteristici come statue di figure storiche e castelli medievali La bellissima Rocca di Gibilterra Nuovi suoni ambientali Molto molto altro Il DLC è disponibile per l'acquisto a questo indirizzo al prezzo di 17,99€. Commenti nel topic dedicato

    Le auto più belle del simracing: Ferrari F399 by ASR Formula

    By Giulio Scrinzi, in Recensioni, , 0 comments, 469 views
    Per alcuni la più bella di tutte è la Ferrari F2004, per altri la Renault R25 di Alonso oppure la McLaren-Mercedes MP4/13 di Mika Hakkinen… per me, invece, è la F399, monoposto del Cavallino Rampante utilizzata durante il Mondiale di Formula 1 del 1999. Cos’ha di speciale? Mi ricorda semplicemente il più bel periodo della massima serie automobilistica, con quelle forme che sono rimaste nella storia di questo sport.
    Le monoposto di oggi sono velocissime e hanno un grip stratosferico che ti permette di andare spesso e volentieri oltre il loro limite, mentre lei… bè, lei va guidata ascoltandola e rispettandola curva dopo curva. Di recente è stata portata alla vita grazie al lavoro del team ASR Formula e credetemi… è una vettura che non deve mancare nella vostra collezione su Assetto Corsa!

    FERRARI F399: UN PO’ DI STORIA
    Dopo il periodo poco proficuo dei motori V12, nel 1996 la Scuderia di Maranello passò ai 3 Litri con frazionamento V10 che equipaggiarono prima la F310 e poi la versione “B” dell’anno successivo. Vetture risultate efficaci prevalentemente nelle mani del mitico Michael Schumacher, che al suo primo anno in “tuta rossa” ottenne tre vittorie (la sua prima sotto il diluvio di Barcellona) e altre cinque apparizioni a podio.

    Le cose andarono meglio nella seconda stagione: al volante della F310B Schumi conquistò per ben cinque volte il gradino più alto del podio e si giocò il Mondiale fino all’ultima prova di Jerez, quando però la sua fame di vittoria gli si rivoltò contro procurandogli un ritiro per via di quel famoso contatto con la Williams di Jacques Villeneuve.

    Tutto rimandato, ancora una volta, al Campionato successivo, quello del 1998: il cambio di regolamento imposto dalla FIA costringe i team a costruire vetture più piccole e filanti, proprio come la F300 nuovamente affidata alla coppia Schumacher – Irvine. Rispetto alla MP4/13 di Hakkinen e Coulthard, tuttavia, la Rossa è ancora piuttosto acerba in termini aerodinamici, un limite a cui i tecnici cercano di sopperire puntando tutto sulla potenza del nuovo Tipo 047 V10 da 3 Litri e 800 cavalli.
    Anche in questa stagione i risultati non mancano, perché i due ferraristi sono sempre in lizza per un piazzamento a podio: il Barone Rosso di Kerpen, dal canto suo, conquista sei vittorie, due secondi posti e tre medaglie di bronzo… che però non sono sufficienti alla conquista del tanto agognato Titolo Piloti per il disastro di Suzuka, in cui prima fa spegnere la monoposto in griglia e poi, in rimonta dalle retrovie, è costretto al ritiro per l’esplosione della posteriore destra.

    Arriviamo quindi al 1999: la nuova arma di Maranello si chiama F399 e, di fatto, può essere vista come la diretta evoluzione della precedente F300, della quale conserva il telaio monoscocca in fibra di carbonio a nido d’ape, le sospensioni anteriori di tipo push-rod e gli scarichi del motore. Le differenze, invece, sono l’inedita posizione del abitacolo, più arretrata e con airscope rivisto, l’aerodinamica e il minor peso complessivo di 20 kg inferiore rispetto alla vettura della stagione appena conclusa. Il motore? La Ferrari porta in campo il Tipo 048 sempre a frazionamento V10, che permise alla Ferrari di tornare al vertice nel Mondiale Costruttori grazie all’impegno di Irvine, di Schumacher e del terzo pilota Mika Salo. Per il Titolo Piloti… il 2000 sarà l’anno giusto.

    FERRARI F399: VA GUIDATA CON PRECISIONE
    Motore V10 da oltre 17.000 giri al minuto, livrea Rosso Ferrari con quegli sponsor nostalgici sulle fiancate… La F399 la riconosci a colpo d’occhio, proprio come la Williams-Renault FW14B di Nigel Mansell: una volta nell’abitacolo colpisce la semplicità del volante, con pochi pulsanti e le informazioni veramente necessarie al pilota per spingere sempre più forte. Pronti, via… e già con le Bridgestone a consistenza media sul circuito di Imola in versione 2001 sembra di essere in un’altra dimensione: no, non sto già staccando tempi da pole position, ma mi sto rendendo conto che tutta la pazienza portata per avere finalmente tra le mani questa monoposto si sta ripagando a ogni passaggio sul traguardo.
    Niente DRS, niente gestione dell’ibrido: solo io, la F399 e il circuito di Imola, con le sue insidie e le sue staccate da pennellare come un chirurgo. Al Tamburello si scalano quattro marce e si entra ancora con i freni tirati, poi si va di quarta e di quinta a ogni cambio di direzione fino alla Villeneuve. Alla Tosa si scala dalla quinta alla seconda cercando di spigolare al massimo il tornantino, in modo da accelerare già a centro curva con il volante sterzato al minimo sindacale.

    Poi la Piratella: qui bisogna essere coraggiosi e tirare via sole due marce, azzeccando la giusta traiettoria e lasciando scorrere la monoposto verso le Acque Minerali, dove non bisogna entrare a gas spalancato per evitare di mandare in stallo l’ala posteriore e finire nella ghiaia. Si prosegue verso la Variante Alta, che nel 2001 era meno accentuata rispetto ad oggi: si frena poco e si lancia dentro la vettura a tutta velocità fino alla Variante Bassa, sostanzialmente identica a quella dei giorni nostri ma con la differenza che porta verso l’ultima Variante prima del traguardo.

    Si frena tardi, si scalano quattro marce e si anticipa la sterzata verso sinistra, in modo da avere il volante il più dritto possibile per ripartire verso la bandiera a scacchi e verso un altro giro di questa splendida pista senza tempo. La F399? Si è comportata bene, anche se con le Medie a setup di base soffre di un leggero sottosterzo alle alte velocità che richiede una precisione di guida… da manuale. Passando alle Morbide il discorso cambia: la Rossa diventa affilatissima, non devo assolutamente sterzare più del necessario e, anzi, mi sembra di guidare il mio kart nella danza dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari in riva al Santerno.

    Anche in questo caso, però, bisogna essere precisi in ogni singolo movimento di volante e di input sui pedali: per fare il “tempo” con questa vettura è necessario diventare un orologio svizzero, se la staccata è ai 100 metri… bisogna staccare ai 100 metri, non ai 110 o ai 90 sperando che il giro vada bene comunque. Un consiglio: disattivate l’indicatore dei tempi e il delta per verificare se si è in vantaggio o svantaggio in un particolare settore. La F399 va guidata con il proprio cuore da pilota: il risultato, e quindi il tempo sul cronometro, è solo una conseguenza del proprio impegno. Grazie ASR Formula per questa opera d’arte!
     

    Consigli per le gare endurance su iRacing? Parola a Daniel Morad, pilota GT3 IMSA

    By Giulio Scrinzi, in Guide - Tutorial, , 0 comments, 112 views
    Avete deciso recentemente di provare iRacing e vi sono subito piaciute le gare di durata... ma non sapete come gestirle al meglio nè come massimizzare la vostra performance? Niente paura, siamo qui per aiutarvi: con il supporto di Daniel Morad, pilota GT3 reale nell'IMSA Weather Sportscar Championship, ecco tutti i consigli utili per godervi al meglio l'esperienza del mondo Endurance. Qualche anticipazione? Focus sul rendere consistente la vostra guida e sul non perdere la concentrazione, anche nel traffico.
    Buona visione 🙂
     

    Rallye Sanremo: su strada ed al simulatore di guida con Sparco

    By VELOCIPEDE, in Champs & Races, , 0 comments, 262 views
    Gli equipaggi del Campionato Italiano Rally si stanno per dare battaglia nei budelli delle Alpi Marittime liguri: questo weekend (8-11 aprile) è in programma il 68° Rallye Sanremo – a proposito, lo sai che Simone Campedelli si presenterà in pedana di partenza con una Volkswagen Polo RS con una livrea Sparco completa.

    Ma accanto ai tendoni dell’hospitality ACI SPORT ci sarà un altro tipo di sfida! Sparco è infatti lieta di presentare il Gaming Rally Contest powered by Sparco Gaming, in cui gli equipaggi del Rallye rilanceranno la sfida online!
    Dalle ore 13.30 alle ore 15.30 di sabato 10 aprile 2021 la SIM RACING AREA sarà allestita con i simulatori di guida SIM RIG II con telaio Evolve 3.0, con tanto di freno a mano.
    Ai piloti mancherà solo l’odore di frizione: sarà gara vera, e al vincitore andrà come premio l’iscrizione alla terza tappa del CIR SPARCO 2021 – la 105° Targa Florio (Palermo, 7 e 8 maggio 2021).
    E' possibile seguire in diretta la due giorni del Rallye di Sanremo, inclusa la fase della sfida al simulatore.
    [Comunicato stampa Sparco]

    Assetto Corsa Competizione: rilasciato il nuovo hotfix V1.7.7

    By Giulio Scrinzi, in Software, , 1 comment, 385 views
    Tempo di aggiornamenti anche per l'ottimo Assetto Corsa Competizione della Kunos Simulazioni: il nuovo titolo della software house italiana raggiunge la versione 1.7.7 e introduce alcuni miglioramenti a livello dell'interfaccia grafica così come alla fisica di gioco, in termini di "Balance of Performance" per le vetture di classe GT3 e per la sola Ginetta G55 GT4. Tutti i dettagli sono riportati nel changelog qua sotto, mentre per avere accesso a questo update vi basterà riavviare il client di Steam.
    ASSETTO CORSA COMPETIZIONE V1.7.7 CHANGELOG
    UI:
    - MFD dash display widget now includes shift alert.
    - Fixed track/season display in localization.
    - Fixed repeating d-pad input in certain situations.
    - Brake pad wear indicator threshold increased from 10.0mm to 12.5mm. It is advised to replace brakes for the subsequent stint after the indicator is shown.
    - Fixed MFD tyre set strategy reevaluation based on event rules.
    - Avoid race command cascade for navigation bindings while multiple buttons pressed.

    PHYSICS:
    - Fixed in-car FF gain adjustment function not working in some scenarios after car takeover in driver swap races.
    Minor balancing tweaks for the following GT3 cars and track categories (all 2020, unless IGT or BrGT):
    - AMR V8 GT3 at EU B2 and D
    - BMW M6 GT3 at EU B2
    - Nissan Nismo GT-R GT3 at EU A, C and D
    - Porsche 991II GT3 R at EU B and B2 and IGT D
    - McLaren 720S GT3 at EU B, B2, D and IGT E
    - Ferrari 488 GT3 Evo at EU A, B and B2
    Minor balancing tweaks for the following GT4 cars:
    - Ginetta G55 GT4 at BrGT A

    GRAPHICS:
    - Added Fanatec title sponsorship.
    Added custom windshield banner and replaced the automatic override in generic game modes and MP.

    Lo sviluppatore Zach Griffin: "La fisica di KartKraft non sarà ridotta ad un arcade"

    By VELOCIPEDE, in Software, , 4 comments, 210 views
    Nel febbraio scorso, Motorsport Games annunciava la sua espansione nel mondo del karting virtuale tramite l'acquisizione dello studio australiano Black Delta e della sua IP KartKraft. L'accordo prevedeva l'acquisizione del team australiano, i cui membri, compreso il fondatore Zach Griffin, si sono uniti alla famiglia di MG formando un nuovo studio chiamato Motorsport Games Australia, per continuare lo sviluppo del simulatore di kart.
    Naturalmente la preoccupazione degli appassionati è stata quelle di vedere trasformato KartKraft in un arcade karting, oppure in un simarcade, in nome del maggior numero possibile di vendite. Zach Griffin ha quindi voluto tranquillizzare tutti con questa intervista, nella quale, fra le altre cose, specifica appunto che "la fisica di KartKraft non sarà ridimensionata ad un arcade".
     

    iRacing Season 2 2021: rilasciata la Patch 3

    By Walker™, in Software, , 0 comments, 128 views
    Nuova settimana, nuova patch: dopo la Patch 2 rilasciata la scorsa settimana, il team di iRacing ha aggiornato ancora una volta il suo simulatore rilasciando la Patch 3 che introduce nuovi miglioramenti al nuovo sistema di danni tramite il miglioramento degli algoritmi e dei processi che gestiscono questo sistema. Il team è contento dei risultati raggiunti e ha così deciso di "riattivare" il New Damage Model per la Street Stock, mentre l'ARCA Menards Chevrolet Impala e le NASCAR storiche del 1987 rimarranno sul sistema di danni originale.
    Ecco di seguito il changelog completo di questa patch
     
     
  • Who's Online   3 Members, 0 Anonymous, 82 Guests (See full list)

    • rnuls
    • catalinos
    • Marc Bihoul


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.