DrivingItalia simulatori di guida Jump to content

Simracing Academy: per diventare vincenti!

L’idea è nata pensando a cosa possa tornare utile a quei piloti virtuali che hanno cominciato da poco con il simracing, o anche a quelli che vogliano approfondire... ecco quindi la nostra Simracing Academy!
Simracing Academy: per diventare vincenti!

Project CARS 3: com'è rispetto ai predecessori?

Dopo la nostra recensione completa, abbiamo pensato di confrontare Project CARS 3 direttamente con i suoi predecessori, il primo ed il secondo titolo...
Project CARS 3: com'è rispetto ai predecessori?

    (0 reviews)

    Assetto Corsa: Ferrari 312 T4 1979 v1.0 by ASR Formula

     

    Il team ASR Formula ha rilasciato per Assetto Corsa la prima versione definitiva 1.0 della mitica Ferrari 312 T4 della stagione di Formula 1 del 1979. La vettura è stata notevolmente aggiornata e migliorata, con accorgimenti 3D, nuovi materiali, nuove animazioni, nuovo sound ed AI corretta. Potete scaricarla direttamente dal sito ASR Formula. Commenti sul forum dedicato.

    Quote

    Guidata dal sudafricano Jody Scheckter, ottenne il mondiale piloti e la coppa costruttori nel 1979, grazie anche ai punti conquistati dal compagno di squadra Gilles Villeneuve. Conquistò 6 vittorie.

    La 312 T4 è descritta come una delle Ferrari meno esteticamente attraenti che abbiano mai corso in Formula 1, ma fu contemporaneamente una delle più vincenti. La sua curiosa forma, tozza e spigolosa, era dovuta al fatto che, non potendo ricreare nel retrotreno un vero e proprio tubo di Venturi per generare depressione sotto la vettura, si allungarono le pance laterali il più possibile, fin quasi in corrispondenza dell'ala anteriore. La conformazione aerodinamica fu studiata nella galleria del vento Pininfarina.

    La vettura era dotata di minigonne, ma non era una vera e propria wing car, giacché le bandelle risultavano poco efficienti a causa degli ingombri del motore Ferrari Tipo 015 a 12 cilindri contrapposti con angolo fra le bancate di 180°. Tuttavia, la potenza di tale propulsore (che contribuiva anche ad abbassare il baricentro), e l'uso quasi esclusivo delle innovative gomme radiali Michelin permisero alla vettura di mantenere alto il livello di competitività. Altre caratteristiche peculiari erano il cambio trasversale, ormai utilizzato a Maranello dal 1975 e le sospensioni, che grazie alla loro geometria risultavano efficienti su vari tipi di tracciato.

    Ne furono costruiti in tutto 5 esemplari:

    • 312 T4/037: utilizzata da Villeneuve in tre gare del 1979, vinse 3 Gran Premi. Successivamente danneggiata da Villeneuve, venne ricostruita e ceduta il 23 settembre 1981 al collezionista Carlo Campanini Bonomi[3];
    • 312 T4/038: usata per due gare da Schekter, e tre da Villeneuve, compreso il Gran Premio Dino Ferrari;
    • 312 T4/039: usata per due gare da Schekter, e due da Villeneuve;
    • 312 T4/040: vettura usata in dieci gare (nove di campionato) da Scheckter con tre vittorie;
    • 312 T4/041: usata sei volte da Villeneuve, con una vittoria. Fa parte della collezione di Antonio Giacobazzi, titolare dell'omonima azienda vinicola sponsor del pilota.

    Dopo due gare disputate con la 312 T3, dal Gran Premio del Sud Africa, viene schierata la 312 T4, che coglie subito una doppietta con Villeneuve vincitore seguito da Scheckter. Così sarà anche al Gp successivo. Dopo un GP di Spagna non brillantissimo per la scuderia è il sudafricano a vincere due gare consecutive, con il compagno di squadra canadese costretto al ritiro.

    Proprio al Gran Premio di Francia, si verifica poi uno dei duelli più belli che la Formula 1 ricordi, quello tra Gilles Villeneuve e René Arnoux per la conquista del secondo posto, con sorpassi continui. Alla fine avrà la meglio il canadese, nella gara che vede la prima vittoria di una vettura con motore turbo. Nel prosieguo della stagione la Ferrari conquista vari piazzamenti, resistendo alla serie di tre vittorie di seguito di Alan Jones. A fine anno Scheckter vincerà il titolo e Villeneuve sarà secondo.

    Da ricordare anche che il canadese, dopo il Gran Premio d'Olanda 1979, in cui si ritirò mentre Scheckter arrivò secondo, promise di non ostacolare il compagno di squadra per la vittoria del titolo mondiale, visto che in classifica era ormai a 12 punti dal compagno ed era stato sorpassato da Jones, la cui Williams era in quel momento decisamente la vettura più performante (4 vittorie consecutive) e da Jacques Laffite.

    Inoltre Enzo Ferrari, fondatore della scuderia, avrà una grande rivincita nei confronti di Niki Lauda, il quale aveva lasciato la squadra nel 1977, facendo una scommessa con il "Drake" riguardante chi dei due avesse vinto per primo un campionato.

     




    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   16 Members, 0 Anonymous, 144 Guests (See full list)

    • Paolo Tredicine
    • Gambero
    • Sibert
    • Shaun Curtis
    • paolo calosci
    • redelgrip
    • TechMorbius
    • kikko70
    • bendymo
    • mimmuz111
    • thecure
    • Slevin86x
    • Redjack
    • lukas1133
    • salex5980
    • AyrtonForever


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.