Simracing come il motorsport: accese polemiche nel campionato GPVWC - Champs & Races - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Le auto più belle del simracing: Williams BMW FW26

Appassionati di Formula 1 e sostenitori di Drivingitalia.NET, bentornati nella nostra rubrica dedicata alle auto più belle del mondo dei motori, che abbiamo la fortuna di poter guidare anche grazie alle nostre postazioni di simracing...
Williams BMW FW26

Simracing Academy: uso delle marce

Dopo avervi insegnato i concetti di base sulle traiettorie e sulle tecniche di frenata, ora è giunto il momento di fare un piccolo passo avanti… sull’utilizzo di marce e cambio. Siete pronti?
Parte 4 Simracing Academy

Simracing Academy: l'intervento di Mirko De Santis

Dopo aver analizzato dinamica del veicolo, traiettoria ed uso della pista, e tecniche di frenata, Mirko De Santis svela i segreti dei vari modelli di volanti e pedaliere, con focus particolare sul force feedback, fornendo preziosi consigli...
Simracing Academy: Mirko De Santis

    (0 reviews)

    Simracing come il motorsport: accese polemiche nel campionato GPVWC

     

    The Race ci racconta l'accesissimo post campionato della serie Grand Prix Virtual World Championship, conclusa per il 2020 la scorsa settimana, con il livello più alto mai raggiunto e le molte polemiche su come si è concluso il torneo che, dopo 16 gare, è arrivata al termine con solo due punti che separavano i primi due piloti in classifica.

    Anche se un titolo GPVWC può essere meno prestigioso di altri riconoscimenti simracing, può lanciare i partecipanti verso traguardi più grandi, come ad esempio successo con il vincitore del World Fastest Gamer inaugurale Rudy van Buren, che ha vinto il campionato piloti Superleague nel 2017. Nel 2020 il titolo è stato giocato tra Jannick Bock di Evolution Motorsports e Adam Maguire di Edonis Engineering, con il campione in carica Bock in testa di due punti su Maguire.

    Nelle qualifiche per il round finale, che si è svolto sul circuito di Interlagos, Maguire ha ottenuto la pole position con il suo rivale per il titolo Bock al terzo posto. Al quarto giro, il compagno di squadra di Maguire, Liam de Waal ha toccato Bock nella stretta curva di Bico de Pato, facendolo girare. Al rientro in pista, Bock si è toccato con un'altra vettura, perdendo l'ala anteriore e mettendo fine a ogni possibilità di vincere la gara o il campionato. Naturalmente, un compagno di squadra del pilota in lotta per il titolo che elimina l'altro contendente solleva alcune domande lecite....

    "Ovviamente è stato un errore", ha detto Maguire a The Race. “È stato un momento davvero brutto, ho persino chiesto di aspettare Jannick finché non ho sentito che aveva avuto un brutto rientro in pista." Da quel momento, la gara è diventata una guerra tra Evolution ed Edonis.

    Maguire era saldamente in testa, fino a quando il compagno di squadra di Bock, Dennis Jordan ha pensato di salvare le possibilità di vittoria nel campionato del suo compagno di squadra. Durante la fase di pit stop, Jordan ha montato gomme morbide mentre quelli intorno a lui hanno optato per mescole più dure, consentendo a Jordan di recuperare e superare Maguire. Da lì ha rallentato abbassando il ritmo e difendendo aggressivamente la sua posizione su Maguire. Jordan ha lasciato che gli altri piloti che erano dietro di lui lo passassero, con l'intenzione di lasciare che Bock raggiungesse Maguire.

    La gara si è conclusa con Maguire 11° e Bock 14° e con il punteggio dato ai primi 15, Maguire ha vinto il titolo di un solo punto. Nonostante la fine della stagione vittoriosa, Maguire era tutt'altro che soddisfatto di come si è svolta la gara finale. "Onestamente sono più che imbarazzato per la corsa in Brasile, una possibile doppietta di Edonis assolutamente rovinata da Dennis Jordan che mi ha bloccato", ha detto. "Ho perso ogni rispetto per Dennis Jordan ed è un vero peccato che si sia comportato in questo modo. Io e Jannick Bock eravamo entrambi innocenti, che è la parte più frustrante perché non potevamo davvero lottare per il campionato in pista. Dennis ha tagliato le chicane per stare davanti a me, mi ha colpito al rientro...".

    Risulta evidente che Jordan è andato all'esterno all'ingresso della prima curva, con de Waal che si è spostato all'interno e Maguire al cordolo, per risalire all'interno e passare entrambi. Per mantenere il vantaggio sulla coppia, Jordan ha tagliato la sezione "S" di Senna, ma ha rinunciato a lottare e poco dopo è rimasto alle loro spalle. Jordan ha affermato di aver operato secondo le regole del GPVWC.

    "Nessuno sa come sarebbe andata la gara se non ci fosse stato il primo incidente", ha detto Jordan a The Race. “È stato ingiusto? Penso che nella maggior parte delle competizioni sarebbe stato facile essere d'accordo su questo, ma è necessario accettare il modo in cui ogni competizione affronta queste cose... Dal rallentare molto il ritmo, alle discutibili toccate, non accelerare in uscita di curva, a tagliare le curve quando leggermente costretto a farlo, tutte queste cose erano precedentemente ritenute legali dal Comitato Disciplinare GPVWC, quando praticate da altre squadre. Dovrebbe essere così? Sicuramente no, ma è un problema che proviene da livelli più alti."

    Il sistema di revisione degli incidenti di GPVWC è interamente dettato dal pilota, poiché gli steward indagano solo su ciò che i piloti portano formalmente alla loro attenzione. A differenza degli sport motoristici del mondo reale, con assistenti di gara che agiscono per prendere decisioni al volo e dare penalità ai piloti, negli eSport questo non è quasi mai possibile, perchè dipende dal gioco utilizzato. Quindi, la maggior parte delle competizioni di eSport e dei campionati di simracing sceglie di assegnare penalità dopo la fine di ogni gara, con GPVWC, in particolare, che trasferisce le penalità al round successivo.

    "Quando diventa pericoloso e la guida scorretta entra in gioco, i conducenti devono ricevere un avvertimento o eventuali penalità durante la gara", ha detto Maguire. “Quindi forse un sistema di steward live sarebbe utile? Spero che non accada di nuovo in futuro, si può dire che sono stati 15 buoni round, niente del genere è successo per tutta la stagione, quindi speriamo che sia stato un evento unico".

    Anche se GPVWC ha consolidato le sue regole e le ha applicate in modo più duro rispetto alle stagioni precedenti, le azioni di alcuni piloti hanno evidenziato aree buie delle normative. Alla luce di come si è conclusa la stagione della Superleague, GPVWC sta studiando come migliorare le proprie regole per evitare che una guida eccessivamente aggressiva e tattiche discutibili decidano una battaglia per il campionato.

    La GPVWC SimRacing ha spiegato: “Come sempre, esamineremo attentamente tutti gli incidenti di gara e applicheremo le penalità necessarie a coloro che hanno infranto le regole. I nostri stessi regolamenti sono costantemente sotto revisione: non solo abbiamo regole sugli incidenti in pista, ma anche sull'abilità nel gioco e non avremo paura di rafforzarle se necessario".

    Insomma, questo simracing è proprio, sotto ogni aspetto, come il motorsport reale....

     




    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   21 Members, 0 Anonymous, 224 Guests (See full list)

    • codkazuo
    • Reventon
    • Braciola
    • Tommaso Aliotta
    • Andrea Miatto
    • masca66
    • A.L90
    • costich
    • jaco_it
    • paolo calosci
    • Paolo Grimaldi
    • Gambero
    • Samuele Canteri
    • pmatt
    • manu79
    • MomoMouser
    • leonardo rabuffetti
    • Eagle Driver
    • Juice
    • Claudio Baseggio
    • oscare87


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.