Jump to content
  • Sign in to follow this  

    (0 reviews)

    F1 Esports Pro Draft: si parte fra polemiche e show...

    E' iniziata da due giorni la fase finale denominata Pro Draft del campionato ufficiale esport della Formula 1, l'ormai famosa F1 Esports Series. In questi giorni, come ci racconta Amos Laurito che si trova a Silverstone, i 9 teams F1 (la Ferrari non ha aderito) stanno valutando sotto molteplici aspetti i vari piloti virtuali presenti, fino a quando lunedì 9 luglio a Londra, utilizzeranno il Pro Draft per selezionare i piloti che si uniranno ai vari team esport, così da competere come professionisti nell’ultima parte della stagione.

    Nel corso dei quattro round di qualificazione online, hanno partecipato ben 66.000 giocatori, mentre le scuderie reali che hanno deciso di investire negli eSports sono Mercedes AMG Petronas Motorsport, Red Bull Racing, Hype Energy eForce India F1 Esports Team, Williams, Renault Sport Team Vitality, Haas F1 Esports Team, McLaren, Toro Rosso Esports Team e Sauber F1 Team. Ogni squadra deve selezionare almeno uno dei suoi piloti dal Pro Draft, dopo le citate serie di test, valutazioni e interviste con i team per dimostrare ognuno il proprio valore. I selezionati si sfideranno nei tre eventi live che determineranno i campioni mondiali dell’F1 Esports Series Team’s and Drivers, con un montepremi di $ 200.000 assegnato alle squadre in base alle loro posizioni nelle classifiche.

    Il Pro Draft sarà quindi composto da 40 giocatori, 36 dei quali hanno superato la fase di qualificazione, due ulteriori giocatori si sono qualificati invece attraverso la Online Qualification Wildcard e saranno raggiunti da Fabrizio Donoso Delgrado e Sven Zürner, che si sono entrambi qualificati grazie alla competizione dello scorso anno rispettivamente al secondo e al terzo posto.

    Amos Laurito, Gianfranco Giglioli e David Tonizza sono i simdrivers italiani impegnati a Silverstone per il Pro Draft, sperando che riescano tutti a rientrare nella lista dei diciotto piloti che prenderanno parte al campionato, oltre alle riserve. Ai tre citati, si sono aggiunti all'ultimo momento altri due nomi: Pino Macrì, ripescato come Wild Card e Rosario Sinacori che aveva ben figurato come riserva, chiamato grazie alla rinuncia di uno dei piloti qualificati. Gli italiani in lizza saranno quindi ben 5 !

    Non tutto però si sta svolgendo in modo fluido e le polemiche proprio in queste ore non mancano, come segnalato anche dalla Gazzetta... I più attenti avranno notato che fra gli italiani qualificati non è presente il nome di Enzo Bonito, che, insieme a Bono Huis e Brendon Leigh, non appaiono nella lista dei 40. Come è possibile? Eppure il fortissimo driver di Reggio Emilia si era si qualificato vincendo anche una gara online. Evidentemente Enzo è già stato contattato da un team ufficiale (così come Bono Huis) e si è già assicurato quindi il posto saltando il Pro Draft !

    Queste particolarità possono essere considerate "regolari"? Sono previste dal regolamento della F1 Esports Series? Al momento non ci sono spiegazioni ufficiali, anche se i rumors ed i malumori dei partecipanti crescono ogni giorno di più. E' evidente infatti che, con queste chiamate dirette, i sedili virtuali disponibili per il Pro Draft non saranno 18, ma probabilmente molti meno. Le scelte dirette vanno fra l'altro anche a danneggiare le scuderie (un sorteggio ha stabilito l’ordine di scelta, con la Williams che sarà la prima), che pensavano di utilizzare il Pro Draft per avere la possibilità di scegliere i piloti migliori.

    Del resto i movimenti sotto traccia sono stati confermati già martedi da un cinguettio della Force India: nel post, con tanto di conferma video, il team ha annunciato i suoi due piloti ufficiali, Mads Sørensen e Marcel Kiefer, affiancati da una riserva, questa si, scelta dal Pro Draft.

    La mia personalissima impressione è che Liberty Media ed anche i teams di Formula 1 coinvolti nell'iniziativa Esports si preoccupano esclusivamente del fattore "spettacolo", che a quanto pare può prevaricare ogni regola, oltre che il rispetto dovuto ai piloti virtuali che, con tanta fatica, sono riusciti ad arrivare fino allle prove di Silverstone. A quale scopo recuperare direttamente un Bonito o Huis che, ne siamo certi, non avrebbero avuto difficoltà a dimostrare il loro valore sul campo? E se questo Pro Draft si rivelerà una farsa, non sarebbe stato meglio premiare in altro modo i meritevoli? Provate a pensare se queste polemiche e dubbi serpeggiassero nei nostri poveri campionati online organizzati in ambito simracing: i forum ed i social prenderebbero letteralmente fuoco !

    In tanti ci siamo chiesti, quando il torneo fu annunciato, come mai la Ferrari si fosse chiamata fuori da un'evento cosi importante. Adesso forse lo sappiamo.

     


    Report Article
    Sign in to follow this  

    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   2 Members, 0 Anonymous, 47 Guests (See full list)

    • villapaladina
    • Giovanni Catalani
  • www.TuttiAutoPezzi.it


    www.Auto-Doc.IT


    Motorsport.com
  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Categories

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.