CIGT ACI ESport: intervista a Danilo Santoro, vincitore del round 3 a Misano - Champs & Races - DrivingItalia.NET simulatori di guida Jump to content

Guida al setup!

Una guida semplice, dettagliata e chiara

Fondamentale per migliorare le performance in pista!

Guida al setup

DrivingItalia SimracingGP: tutti in pista!

Oltre MILLE piloti italiani registrati, per correre gratis gare e tornei

con Assetto Corsa ed Assetto Corsa Competizione!

SimracingGP

  • CIGT ACI ESport: intervista a Danilo Santoro, vincitore del round 3 a Misano

       (0 reviews)
    VELOCIPEDE By VELOCIPEDE, in Champs & Races, , 0 comments, 381 views
     Share

     

    Lunedi scorso si è svolto il  terzo round a Misano del Campionato Italiano Gran Turismo ACI ESport, che si disputa con Assetto Corsa Competizione su PC. La gara, complice anche la notte, è stata altamente spettacolare, con gli ultimi due giri al cardiopalma, grazie alla lotta tra Danilo Santoro e Luca Losio, entrambe alfieri del team Jean Alesi Esport Academy. E' stato Santoro a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi.

    Come faremo anche con i prossimi vincitori di tappa, abbiamo bloccato Danilo subito dopo il traguardo per fargli alcune domande... 😉 

    159422444_3828918610464258_6775677137212316279_o.jpg

    Dopo la terza gara a Misano del CIGT ACI ESport, andiamo a conoscere un pò meglio il vincitore: chi è Danilo Santoro?
    Ciao Sono Danilo Santoro ho 29 anni e sono un appassionato di Motorsport, e sono un SimRacer della Jean Alesi eSports Academy.

    Come nasce la tua passione per il simracing?
    La mia passione per il simracing parte dal lontano 1997 su F1 e Gran Turismo 1, con con gli anni mi sono affiancato ai simulatori guardando una live su Youtube.

    Sei sicuramente quello che si può definire un "pilota navigato": quanto conta, secondo te, in una competizione, la prestazione pure e quanto invece l'esperienza?
    Sicuramente tanto, l'esperienza ti aiuta a capire cosa potrebbe succedere e anche nel gestire una gara.

    In tanti anni di simracing hai partecipato e vinto già in numerosi campionati e gare, quale è stata per te la vittoria più bella?
    Sicuramente quella del Mugello nel Porsche eSports Carrera Cup Italia 2019, dove ho fatto pole, vittoria in gara 1 e P2 in gara 2 con tanto di podio e inno nazionale.

    Nel corso delle gare del campionato Porsche Esport svolte in LAN all'interno del motorhome Porsche, ricordiamo ancora il tuo simpatico "soprannome", nato da una tua specifica caratteristica in gara... ce ne vuoi parlare? 🙂
    Forse era "sudoman"? (Esattamente, viste le spaventose sudate durante le gare virtuali!)

    In prequalifica al Nurburgring, per accedere al campionato italiano GT, sei il pilota che ha fatto segnare il 5° tempo, con 0.375 di ritardo sulla pole di Losio. Abbiamo notato che hai fatto solo 136 giri, ma ben 74 sono risultati validi, una percentuale molto alta rispetto a tutti gli altri piloti...
    Si ho fatto tanti giri per capire la vettura per me nuova fino al quel momento.

    A fine gara a Barcellona sei stato protagonista di un episodio spiacevole, per il quale sei stato poi squalificato, ce ne vuoi parlare?
    E' stato un episodio molto strano e spiacevole, mi sono innervosito molto per determinate manovre di alcuni piloti e ho perso lucidità, e tutt'ora mi dispiace di aver fatto quel gesto.

    Vista la situazione in classifica, i 12 punti persi in Spagna potrebbero risultare decisivi a fine campionato...
    Penso di si, il campionato è composto da 5 round e fare uno 0 in uno di questi è difficile da recuperare.

    In qualifica a Misano hai agguantato il secondo tempo a 0.243 dalla pole di Losio: un distacco elevato rispetto al solito, ma anche tutti gli altri piloti in pista non sono riusciti a brillare. Girando in qualifica nel tardo pomeriggio, quindi con temperature basse, pensi che in tanti abbiamo avuto problemi di temperatura e pressioni?
    Penso che il motivo siano le molte auto su una pista corta come Misano, probabilmente in molti hanno trovato traffico e non sono riusciti a chiudere un giro pulito.

    Locandina AciEsport Verticale 1.jpg.png

    La gara si è svolta in notturna: di certo molto spettacolare da guardare, ma dal punto di vista del pilota?
    Dal punto di vista del pilota è un pò difficile, perchè certi punti della pista sono completamente oscurati dalla notte, poi ci sono piloti come me che piace molto guidare in notturna.

    Al via sei scattato bene, uscito indenne da qualche scaramuccia e poi ti sei incollato al tuo compagno Losio. Strategia di partenza pianificata a tavolino? Sei stato semplicemente prudente?
    Non abbiamo pianificato nulla il Coach ci ha sempre dato carta bianca, ovviamente si cerca di evitare i contatti che in partenza possono capitare.

    Sembrava una doppietta assicurata, senza scossoni, quasi sonnolenta, ma negli ultimi due giri invece... cosa è successo? Ordini di scuderia per la posizione?
    Ognuno stava facendo la propria gara, io per cercare di recuperare i punti persi a Barcellona e Luca di accumulare più punti possibili per la fuga in campionato.

    A poche curve dal traguardo c'è stato anche un contatto tra te e Losio...
    Si sono uscito lento dalla Rio per una sbandata anomala della vettura Luca mi si è affiancato alla Quercia poi ho provato un attacco troppo aggressivo e la vettura mi ha bloccato nella fase di rilascio del freno andando lunga e sportellando leggermente Luca mandandolo in testa coda, io in automatico ho rallentato per ridare posizione ma Luca mi ha detto tranquillo rimani avanti.

    Il CIGT ACI ESport non è un torneo per i team, ma riservato unicamente ai piloti, che sono gli unici infatti a prendere punti. Immaginiamo però che, dopo quel che è successo a pochi metri dal traguardo, qualche defibrillatore in squadra si sia acceso... 🙂
    Si, diciamo che ho fatto una manovra un pò azzardata fortunatamente non è successo nulla di grave.

    Abbiamo notato che in gara hai tenuto un ritmo molto costante, sul passo del 1.33 basso. Tutto molto "semplice"?
    Non proprio, da fuori può sembrare semplice ma riuscire a rimanere in quel gap da Luca è veramente difficile.

    La costanza è stata una scelta strategica, eri già al limite delle prestazioni oppure non era necessario spingere più di tanto?
    Ho spinto quanto era necessario dall'inizio alla fine della gara per quello che la vettura poteva darmi.

    Dopo questa vittoria sei a 33 punti da Losio in classifica generale: missione impossibile?
    E' molto difficile al momento il mio obiettivo è il secondo posto.

    Le previsioni ci dicono che la prossima gara a Silverstone sarà sotto la pioggia. Preoccupato oppure la adori?
    A me la pioggia piace ma dovrò provarla con questa vettura e vedere come mi trovo.

    Quante ore dedichi all'allenamento al simulatore?
    Molte, circa 4 ore al giorno nelle prime fasi di preparazione alla gara.

    Segui un metodo particolare per i tuoi allenamenti?
    Di solito cerco di trovare il ritmo della pista per poi trovare la costanza e la velocità.

    Sei un pilota che si preoccupa anche dell'assetto auto oppure hai dei tecnici che lavorano insieme a te sul setup?
    Ci aiutiamo tra noi piloti Jean Alesi eSports Acdacemy con il setup della vettura valuntando le varie modifiche.

    Sei un pilota del team Jean Alesi Esports Academy, vuoi raccontarci qualcosa su questa scuderia? Come sei entrato a farne parte?
    Sono stato contattato dalla Jean Alesi eSports Academy a cavallo tra il round del Mugello e quello di Vallelunga del Porsche eSports Carrera Cup Italia 2019. Posso dire che far parte di un team come la Jean Alesi eSports Academy è un onore.

    Hai conosciuto il mitico Jean Alesi? Si interessa anche lui di simracing? E' veloce?
    Sfortunatamente no, per i vari motivi legati a questo periodo, spero un giorno di incontrarlo.

    Quali sono le peculiarità ed i vantaggi di far parte di un team simracing?
    Soprattutto far parte di un team cosi importante come la Jean Alesi eSports Academy che è concetrato unicamente sul sim racing, e avere dei compagni di team molto competitivi ti sprona sempre a migliorarti.

    Ti ritieni un simdriver "professionista" ?
    Per quanto riguarda il professionismo è un mio obiettivo già da qualche anno spero di arrivarci prima o poi.

    Molto spesso i piloti focalizzano l'attenzione ostinatamente sul setup, pensando che con quello risolveranno ogni problema ed andranno fortissimo... Tu cosa ne dici?
    Il setup può aiutarti a togliere massimo mezzo secondo ma certe volte fa il contrario, ad esempio lo scorso anno in una gara del campionato SRO a SPA Francorchamps ho provato il setup di De Salvo e facevo fatica a rimanere in pista quando lui invece era molto competitivo.

    158973164_3828918607130925_261078549347510374_o.jpg

    Hai mai provato esperienze di pista reale? Se si raccontacele?
    Si nel 2019 ho vinto L'eSports del Porsche Carrera Cup Italia, è stata un'esperienza indimenticabile, ho preso parte all'ultimo round del campionato che si teneva sul circuito di Monza.
    Non posso dimenticare la sensazione che ho avuto nella prima accelerata quando ho tolto il pit limit, in quel momento non ci credevo che ero in pista con una vettura da competizione.
    Nelle prove libere ho fatto un buon tempo per essere un rookie, invece nelle qualifiche a causa di una forte pioggia ho avuto un piccolo incidente causato da aquaplaning a 260km/h fortunatamente senza conseguenze gravi per la vettura, poi in gara sono arrivato secondo in categoria silver.

    Quale è l'avversario che credi ti insidierà al prossimo round di Silverstone? Chi pensi sarà il più pericoloso per il titolo italiano?
    Posso dire che le prime 10 posizioni ci sono piloti molto veloci, sarà diffcile.

    La gara inglese sarà bagnata, questo comporta dei cambiamenti particolari per assetto, approccio, allenamento e strategia?
    Si, soprattutto il bagnato è imprevedibile, bisognerà trovare il giusto compromesso tra velocità e stabilità.

    Assetto Corsa Competizione è il simulatore scelto per questo CIGT ACI, cosa ne pensi del titolo made in Kunos?
    Penso che sia uno dei titoli migliori come simulatori di guida racing, anche avendo dei feedback da vari piloti reali che conosco, dicono che molte vetture si avvicinano a quelle reali.

    Il CIGT ACI ESport ha destato subito grande interesse nella comunità del simracing: a cosa è dovuta secondo te tutta questa attenzione?
    Perchè è il massimo campionato a livello nazionale e chi vince sarà campione italiano.

    Cosa può offrire in più al simracing, secondo te, il patrocinio della federazione ACI nazionale?
    Il SimRacing è agli inizi ma ha un grandissimo potenziale che potrebbe raggiungere anche il motorsport reale se non superarlo tra qualche anno, con la colaborazione di ACI questo potenziale può solo che aumentare ancora di più.

    Chiudiamo con i tuoi consigli, perchè si può sempre migliorare: qualche idea e suggerimento per perfezionare un evento importante come questo del CIGT?
    Per quanto riguarda suggerimenti per migliorare questo importante campionato di sicuro non possono venire da me, penso che sia già molto valido così.

    Qualche consiglio invece ai tuoi colleghi piloti, casomai quelli che vogliono diventare vincenti come Santoro?
    Che posso dire, la pratica è fondamentale più si gira e si scoprono i propri limiti e più si migliora, con la passione e la costanza si può arrivare a fare grandi cose.

    Grazie della disponibilità e naturalmente buona fortuna per il CIGT!
    Grazie a voi, ci si vede i pista.

    159149582_3828918600464259_8627485902136255660_o.jpg

     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


  • Who's Online   1 Member, 0 Anonymous, 39 Guests (See full list)

    • Black_Eyes


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.