Jump to content
  • News

    News - articles

    Review: TCR Pack V2 by The Rollovers (Assetto Corsa)

    Oggettivamente una delle migliori mod di auto da turismo per il sim di casa Kunos. Genuina e sensazionale come poche. Andiamo alla scoperta della mod che ha fruttato tanto successo ai ragazzi del gruppo The Rollovers e svisceriamola insieme per carpirne pregi e difetti.

    Che il campionato turismo denominato appunto TCR Series sia un successo planetario, è sotto gli occhi di tutti gli appassionati di motori. Ci sono gare in tutto il mondo, praticamente c’è una “serie” in ogni continente e il divertimento è sempre assicurato. Non è difficile quindi capire per quale motivo anche su pc, in quel mondo virtuale che noi tanto amiamo, ci siano sempre più repliche delle vetture reali; basti pensare all’ultimo DLC di RaceRoom che ha introdotto il novello WTCR by Oscaro. Assetto Corsa, invece, dal canto suo non ha mai offerto una così gran varietà di vetture “turismo”, quindi tocca ai modders mettersi d’impegno per creare delle splendide auto che, ammettiamolo, sono in grado di stampare dei sorrisi ebeti su gran parte del pubblico. Ed è qui che entrano in gioco i ragazzi italiani dei The Rollovers.
    Per chi non li conoscesse, sono un gruppo di fan della simulazione che periodicamente organizzano interessanti campionati online con diverse tipologie di vetture, dalle turismo appunto, fino all’endurance. Fulcro dei loro campionati sono spesso mod “home made”, in quanto loro stessi creano alcune delle auto protagoniste e questo pacchetto rilasciato alcuni mesi fa gratuitamente sul loro portale, ne è un esempio. Tanto è stato il successo di queste auto TCR che i ragazzi non hanno perso tempo e hanno dato vita alla mod del nuovo WTCR, con annesso campionato online che partirà prossimamente. Dopo questa introduzione sorge però spontaneo porsi una domanda: quali sono gli ingredienti che hanno reso questa mod tanto amata da chi l’ha provata? Ebbene, nel corso dell’articolo cercheremo proprio di far luce sugli aspetti chiave del pacchetto, scandagliando nel dettaglio ogni aspetto con lo scopo di dare un giudizio il più oggettivo possibile. Vi dico subito però, che dopo una settimana di prova, queste auto sono seriamente una goduria e danno anche un pizzico di assuefazione.
    PREMESSA: Contenuto del pacchetto sono sei vetture (Alfa Romeo Giulietta TCR, Audi RS3 LMS, Ford Focus TCR, Honda Civic TCR, Subaru Impreza TCR e VW Golf GTI TCR), del tutto uguali in termini di fisica, e per tale ragione sono state provate su circuiti diversi con temperature e gommatura dell’asfalto differenti, così da verificarne il comportamento nelle varie situazioni.

    GRAFICA E SOUND: Partiamo come sempre dall’esterno, da ciò che per primo cattura la nostra attenzione. In quanto a grafica non c’è molto da dire, in senso positivo: il lavoro di modelling è stato fatto egregiamente e lo si nota soprattutto quando la luce colpisce direttamente il veicolo, il quale non fa trasparire alcun difetto a livello della carrozzeria né dal punto di vista dei riflessi, i quali paiono sempre realistici. Si tratta di vetture con un’estetica aggressiva, grazie ai passaruota allargati e all’aerodinamica più spinta, quindi non sempre è facile riprodurne tutti i dettagli alla perfezione, ma qui il lavoro svolto è davvero buono. All’interno, invece, queste auto sono spoglie, povere di tutto tranne di ciò che può servire veramente ad un pilota: cruscotto e volante, perciò, sono riprodotti fedelmente e a maggior ragione, quindi, l’aver fatto un buon lavoro colma letteralmente il vuoto dell’abitacolo. Prova grafica superata: tutte le auto sono belle da vedere, sia nello showroom sia in pista, e questa è una cosa da non sottovalutare, quando si guarda una gara in diretta streaming o nei replay e perché no, anche in foto.
    Passando al sound il discorso si amplia un pochino, perché è vero che sono auto simili ma ognuna ha un motore di origine diversa e questo fa sì che ci siano differenze fra un suono e l’altro che esce dagli scarichi. Se quindi Giulietta e Focus hanno un sound più robusto, la Civic è quella più frizzante mentre RS3, Golf e Subaru sono una via di mezzo, col motore boxer nipponico che in ripresa dalla seconda marcia è il più coinvolgente del lotto. In generale, però, i suoni sono riprodotti per bene. Dall’esterno sono scoppiettanti come nella realtà (soprattutto in rilascio coi goduriosi “pops and bangs”), mentre dall’interno sono leggermente più ovattati ma fortunatamente sono stati riprodotti ottimamente sia il classico fischio (fondamentale) della trasmissione sia lo “scatto” nel momento della cambiata.

    FISICA: Come precedentemente detto, tutte le vetture del TCR Pack hanno la stessa fisica e prestazioni; ciò significa che prendere una Ford piuttosto che una Honda non fa differenza in termini di feeling e questo lo si capisce lasciando inalterato il setup. Detto ciò, è importante lavorare su quest’ultimo perché in base alla pista, l’auto tende a comportarsi in modo più o meno neutro e a subire le sconnessioni in modo più o meno scorbutico. In linea di massima, l’auto è molto intuitiva nel comportamento, il che è un bene (soprattutto per chi è alle prime armi), tuttavia tende ad essere un po’ pigra in ingresso di curve piuttosto spigolose (ovviamente stiamo ragionando in termini di setup di default). Serve quindi un lavoro ai box per sistemare questo “difettuccio”, ma dopo qualche intervento a livello di molle e ammortizzatori, si risolve tutto e la vettura risponde immediatamente in maniera più decisa. I tempi quindi si abbassano ed è ancor più facile raggiungere il limite. Attenzione però, essendo tutte vetture a trazione anteriore è un attimo dare gas troppo presto e finire in sottosterzo: nelle curve tondeggianti per esempio (Vallelunga è stato un test perfetto in questo senso), le prime volte può capitare di trovarsi a metà curva e credere, per via dell’assetto neutro, di poter accelerare senza un domani ma appunto, il sottosterzo non perdona. Conviene, quindi, portare la frenata fin dentro la curva, pazientare un millisecondo in più parzializzando e solo quando si sente l’auto ben piantata a terra, premere con veemenza sul pedale destro. Una delle caratteristiche che più convincono dell’handling di queste auto è, poi, la possibilità di affrontare curve medio-veloci lasciando completamente l’acceleratore, e non facendo uso del freno, così da sfruttare la loro famigerata stabilità. Ma questo assetto “neutro” è davvero un difetto per quanto riguarda il divertimento? In realtà no, perché tale comportamento dipende anzitutto dal tipo di tracciato (e condizioni) in cui si corre: a Zandvoort, per esempio, queste auto TCR diventano più ballerine, assorbono il giusto le sconnessioni ma portarle al limite diventa ben presto una droga; viceversa a Silverstone, questo loro essere stabili è solo un vantaggio che favorisce la percorrenza di gran parte delle curve. Non dimentichiamoci poi, che per regolamento le auto di questa categoria non possono avere aiuti, quindi niente ABS o TC a filtrare negativamente l’esperienza. Insomma, non vanno giudicate in primis ma vanno vissute, e anzi, questa loro varietà di dinamiche, perfettamente in linea con ciò che dovrebbero essere nella realtà delle TA, non è che una dimostrazione del buon lavoro svolto, non solo in fase di editing ma anche di beta-testing.

    Col passare dei giri, inoltre, avvicinandosi sempre più al limite del telaio e delle gomme, l’anima tranquilla di queste vetture lascia il posto a un leggero nervosismo, soprattutto quando si va a rilasciare l’acceleratore in centro curva ed ecco che quella monotonia -che nei primi istanti sembra farla da padrona- svanisce. Insomma, potrà sembrare facile portarle al limite queste birbantelle, ma tutt’altra cosa è estrarne completamente il loro potenziale. Tutto ciò per farvi capire come non sia per niente una mod superficiale o banale: al contrario, serve tempo e tanti giri per tirarne fuori tutto il potenziale (un setup ben realizzato è fondamentale). Ecco, questo è un punto cardine nel mondo delle mod e ci tengo sempre a sottolinearlo quando siamo di fronte ad un prodotto davvero di buona qualità: se un’auto che scarichiamo richiede del tempo per essere compresa, se serve un lavoro serio sul setup e questo porta i frutti che ci si aspetterebbe, non può che essere un fattore positivo e aggiunto alla mod stessa.

    E il motore? Beh, 330cv possono sembrare pochini per 1250Kg di carrozzeria, ma la verità è che l’erogazione è alquanto fluida e il motore spinge dai 2500 giri in su senza esitazione, con il picco di potenza attorno ai 6000 giri. Onestamente su piste con rettilinei lunghi questa potenza non eccessiva si fa sentire ma niente che anneghi perdutamente l’esperienza sotto litri di noia, questo mai. Ricordiamoci inoltre, che questa è la versione 2.0, che porta con sé alcune migliorie in quanto a fisica e aerodinamica. Proprio di quest’ultima vorrei parlare brevemente perché su auto del genere potrebbe sembrare quasi inutile visto le prestazioni non esorbitanti, eppure gioca un ruolo importante. Prendiamo per esempio un circuito stretto e tortuoso come Brands Hatch: in questo caso una maggiore deportanza ci verrà in aiuto; viceversa a Spa, un carico aerodinamico minore ci farà guadagnare chilometri orari sui rettilinei lunghi, permettendoci di superare le altre vetture, andando a compensare l’impossibilità di modificare i rapporti del cambio.
    Per concludere, vorrei parlare del force feedback e di come, grazie anche ad un ottimo lavoro sulle gomme, si senta perfettamente tutto ciò che avviene sotto le ruote. Ciò significa che non ci perdiamo alcuna sconnessione, né l’auto tende a “scappare” senza preavviso; con questo grado di FFB abbiamo tutto sotto controllo e possiamo fare ciò che vogliamo e sentire ciò che dobbiamo, qualsiasi volante stiamo utilizzando, dal G27 al Fanatec più costoso. È questo un fattore importantissimo, perché molte delle mod in circolazione sono realizzate scrupolosamente dal punto di vista di fisica e grafica ma poi peccano di FFB, risultando “vuote”.

    COMPETIZIONE E IA: Obiettivo di quest’ultimo paragrafo è quello di vedere come si comportano le auto quando utilizzate in gare offline ma anche nel caso di competizioni online. Per quanto riguarda quest’ultime, basta chiedere a chi ha partecipato al campionato conclusosi a maggio: è stato equilibrato e la presenza di una mescola delle gomme fissa (quella media), marce non rapportabili e appunto, prestazioni identiche, hanno fatto sì che uscisse il meglio del pilota, garantendo allo stesso tempo un certo equilibrio fra i concorrenti. Lo stesso discorso si può applicare al mondo offline, dove l’IA non vi svernicia sul rettilineo né dà una manciata di secondi al giro grazie solo alla vettura: tutto dipende da noi sim racer e da quanto riusciamo a lavorare bene sul setup. Inoltre, nelle gare fatte non si sono mai riscontrati comportamenti anomali da parte delle vetture né bug che hanno compromesso l’esperienza di gara.
    VERDETTO: Alla fine di una lunga prova, non si può far altro che constatare come dal punto di vista qualitativo questo TCR Pack è davvero un’ottima mod ed essendo nuovo ai lavori di questi ragazzi è stata una piacevole sorpresa. Difficile trovare in questa versione aggiornata dei difetti che facciano storcere il naso e se li si cerca, va a finire che sono il tipo di difetto che annoti solo perché “si deve”. Sì, forse l’assetto di default è eccessivamente neutro e pigro e si poteva osare di più, ma questo dipende in parte anche dal modo in cui si guida (quindi qualcosa di soggettivo); inoltre si può lavorare su così tanti aspetti ai box, che dopo qualche minuto è solo un ricordo del passato. Insomma, se non l’aveste ancora capito, questa mod è in grado di rapire sia in termini di qualità sia di immersione. Queste auto TCR sono toste, divertenti e gestibili; garantiscono una sana competizione e offrono un grado di soddisfazione che può toccare da vicino svariate tipologie di sim racers: sono perfette per chi è alle prime armi nel mondo delle gare online; stuzzicano l’appetito degli amanti delle ruote coperte, sorprendono in quanto a bontà fisica e divertimento coloro che sono abituati alle auto stradali e riescono in parte a far cambiare idea a chi preferisce le GT3 o le ruote scoperte. Giulietta, Focus, RS3, Civic, Impreza e Golf colpiscono nel segno in questa mod e se siete curiosi fate un salto sul sito di questi ragazzi, è gratis e non ve ne pentirete.
    A cura di Mauro Stefanoni
     

    Enzo Bonito è il campione della Porsche Carrera Cup Esport!

    Il successo colto sabato nella gara 2 “virtuale” a Vallelunga ha consegnato matematicamente a Enzo Bonito il titolo della Porsche Carrera Cup Italia | eSport. Il tracciato romano ha infatti ospitato l'ultimo e decisivo atto del primo monomarca di sim racing con appuntamenti di qualifica online e tappe finali “onsite” in autodromo in parallelo con quello reale.
    Ulteriori dettagli sono disponibili a questo link ed in questa pagina.

    Porsche Carrera Cup Esport: oggi ultimo round a Vallelunga

    Mancano poche ore ormai all'ultima tappa onsite della Porsche Carrera Cup Italia Esport powered by Ak Informatica all'Autodromo di Vallelunga. Questo weekend sarà assegnato il premio più ambito, ovvero la possibilità di poter correre con una vera Porsche 911 GT3 Cup al Porsche Festival di Imola, gara valida per la Carrera Cup.
    Non mancheranno ovviamente le trasmissioni in streaming per mostrarvi lo spettacolo dei nostri simdrivers all'interno dell'hospitality Porsche. Enzo Bonito e Giovanni De Salvo sono divisi da soli 20 punti con 3 gare da disputare e 30 punti ancora in palio. Le corse ci hanno insegnato che nulla è scritto sulla pietra prima di passare sotto la bandiera a scacchi...
    Tutte le info su http://esport.carreracupitalia.it e sul forum dedicato ufficiale.
     

    DrivingItalia Alfa Romeo Cup: aperte le iscrizioni!

    Il campionato Tatuus Challenge Season 3 (con la Formula 4 Abarth) è già un grande successo, con ben 41 piloti iscritti fino a questo momento, DrivingItalia vuole ora accontentare gli appassionati delle ruote coperte, ecco quindi arrivare il torneo Alfa Romeo Cup, che si disputerà con la spettacolare Alfa Romeo 155 V6 TI di Assetto Corsa!
    Fate riferimento al forum dedicato per tutti i dettagli e correte invece a questo link per effettuare l'iscrizione gratuita.
     

    Al via le Esport Series !

    Prende ufficialmente il via questa sera, la prima parte di stagione delle eSportSeries italiane dedicate al Simracing, formate da 12 Competizioni regolari, affiancate da Special Event su serata singola o su più appuntamenti, che regaleranno emozioni senza fine grazie alle novità che vedranno Simdriver e Team protagonisti più che mai. Le dirette degli eventi, a partire dalla prima tappa del GT1 che prenderà il via alle 21:10 di questa sera, verranno trasmesse esclusivamente sul nuovo canale TWITCH ESS, ma saranno disponibili in differita sul canale YOUTUBE SRZTV. Oltre al debutto del GT1, sono in corso le prequalifiche per il campionato FC1 e per il TT CUP, mentre a breve apriranno le sessioni per qualificarsi al prossimo FC3!
    Per i fans del Motorsport invece, l'appuntamento è per il week end dell'8/9 Settembre, sul Circuito Tazio Nuvolari di Cervesina, dove Luca Salvadori debutterà con la nuova PC010 del Team Simracing Motorsport nel quarto Round del Predators Challange! Il pilota motociclistico e youtuber ha infatti intenzione di sfidare il nostro Alberto Naska Fontana anche su queste monoposto!

    In attesa dell'accendersi dei motori virtuali e reali in questa nuova stagione che si preannuncia davvero ricca di emozioni per gli appassionati, vi lasciamo alla nuova intro 2018-19. Buona visione!
    • By Tommaso Le Rose
    • 276 views
    • 0 comments

    Annunciati i prezzi di Assetto Corsa Competizione

    Come sappiamo, il 12 settembre sarà disponibile in accesso anticipato su Steam la prima versione di Assetto Corsa Competizione. La Kunos Simulazioni ha annunciato che il prezzo di lancio di questa release ssarà di 24,99 euro. Anche se questa prima versione ci metterà a disposizione dei contenuti limitati, l'acquisto garantirà ovviamente il successivo accesso a tutte le ulteriori versioni del gioco, andando a risparmiare una cifra notevole, in quanto già il prezzo della terza release, salirà ad a 34,99 euro, per arrivare ai 44,99 euro della release 5.


    • By VELOCIPEDE
    • 1,637 views
    • 0 comments

    Al via la Pre-Season su F1 2018: si parte da Shanghai

    Sarà in Cina il primo appuntamento settimanale della Pre-season di FiT su F1 2018. Dalla prossima settimana il tempo delle prove darà spazio alle prime vere verifiche per i piloti che dovranno cimentarsi sul circuito di Shanghai; si partirà lunedi' sera dalle 21:30 con il Gruppo A ed il Gruppo B: in pista, tra i protagonisti, il due volte campione in carica NicoFiore, il campione incarica della Pro League 2017 FiT_Kvyat ed uno dei sicuri protagonisti della prossima stagione Saro_Prost. Martedi' 11 ultimo appuntamento con il 100% con il Gruppo C con in pista, tra gli altri, FiT_Magic e Mauro.
    Per quanto riguarda invece la categoria 50% due saranno gli appuntamenti settimanali: mercoledi' 12 e giovedi' 13 settembre con i pista i vari Andre26, Mornon, BillieJoe, PeppeAlonso, IvanTronzi e tanti altri piloti pronti a darsi battaglia per un posto in Sport e Prime League.
    Per rimanere aggiornati sulle prossime dirette delle gare potete consultare il sito ufficiale Formula Italian Team. Le dirette saranno trasmesse attraverso il canale Youtube ufficiale che potete trovare QUI
    Ecco gli appuntamenti settimanali:
    LUNEDI' 10 SETTEMBRE - GRUPPO A e B (100%)
    MARTEDI' 11 SETTEMBRE - GRUPPO C (100%)
    MERCOLEDI' 12 SETTEMBRE - GRUPPO D (50%)
    GIOVEDI' 13 SETTEMBRE - GRUPPO E (50%)
    • By F1ITALIAN_FLAMIN
    • 112 views
    • 0 comments

    iRacing Build Settembre 2018 disponibile

    E' disponibile da ieri la nuova build di settembre di iRacing. Fra le principali novità di questa release vi segnaliamo la Chevy Camaro ZL1, il tracciato di Kokomo Speedway e due inedite configurazioni rallycross di Atlanta, oltre al nuovo ovale di Michigan International Speedway.
     

    SPARCO partner del nuovo Driving Simulation Center

    L’azienda italiana, specializzata nella produzione di equipaggiamento per il motorsport e player nel settore gaming, metterà a disposizione sedili, volanti e cinture di sicurezza per i cockpit del nuovo Driving Simulation Center che inaugurerà a Firenze l’8 settembre.

    Torino, XX settembre 2018 - Il sogno di sfrecciare a 300 km/orari su un circuito di Formula 1 al volante delle monoposto più veloci di sempre diventa realtà grazie ai simulatori del nuovo Driving Simulation Center, che aprirà al pubblico sabato 8 settembre alle ore 18 in viale Luigi Gori 30 a Firenze. Partner dell’iniziativa è SPARCO®, azienda da sempre leader nella produzione di equipaggiamento per il mondo delle corse (dalle tute ai caschi, dai sedili ai volanti) e, da alcuni anni, protagonista nel settore gaming con la produzione di sedute gaming, cockpit per sim racing, accessori e abbigliamento tecnico per gli appassionati di e-sports.

    I simulatori di guida del nuovo autodromo virtuale saranno infatti dotati di sedili, SPARCO®, volante SPARCO® cinture di sicurezza SPARCO®, pretensionate per simulare la forza di gravità, frenate ed accelerazioni. Gli aspiranti piloti potranno gareggiare in una sfida all’ultimo giro sui numerosi tracciati proposti da Assetto Corsa ed Assetto Corsa Competizione della Kunos Simulazioni e tentare la scalata verso la vittoria finale dei tornei organizzati al Driving Simulation Center.

    Al simulatore di guida è possibile riprodurre con eccezionale fedeltà le vetture, i tracciati e le emozioni della pista, per acquisire esperienza migliorando percezione e riflessi, perfezionare il proprio stile di guida e, tramite setup avanzati, imparare progressivamente a sfruttare al meglio motore, telaio e pneumatici, anche in situazioni critiche.

    «Il gaming è un settore in continua evoluzione dal quale ci attendiamo notevoli soddisfazioni: sempre più spesso, infatti, la ricerca della prestazione in pista parte proprio davanti ad un simulatore, anche per i piloti professionisti - dichiara l’amministratore delegato di SPARCO® Claudio Pastoris -. Siamo orgogliosi di poter condividere la nostra esperienza sia nel mondo racing che nel settore gaming per migliorare le prestazioni di gioco e supportare la community di appassionati di eSport con soluzioni innovative sia per i gamer entry-level che per i giocatori più esperti».

    La sede da 185mq del Driving Simulation Center di Firenze sarà attrezzata con sei sistemi completi di simulazione di guida, tutti dinamici e di altissimo livello tecnico, che permettono la simulazione accurata di ogni tipologia di veicolo a 4 ruote: dalle normali auto stradali, le Gran Turismo, fuoristrada, vetture a ruote coperte da competizione, fino alle monoposto di varie categorie per arrivare alle Formula 1. A fine 2018 i simulatori disponibili diventeranno 10, per poi passare a 15 nel corso del primo semestre del 2019, differenziandosi ed implementando anche alcune scocche di monoposto professionali. Non mancheranno, infine, una zona bar e un'area relax, all'interno della quale sarà possibile seguire in diretta, grazie al megaschermo, le gare virtuali più belle ed appassionanti.

    Sparco Gaming Apertura Driving Simulation Center a Firenze DrivingItalia.NET






    Dakar 18 si lancia in video

    Lo studio di sviluppo portoghese Bigmoon Entertainment ha pubblicato oggi un nuovo trailer dell’attesissimo simulatore di rally raid Dakar 18, che sarà disponibile su PlayStation®4, Xbox One e PC il 25 Settembre 2018.

    Basato sul rally raid annuale, conosciuto in tutto il mondo, organizzato dalla Amaury Sport Organisation (A.S.O.) in Sud America, DAKAR 18 rappresenta una simulazione realistica del più grande cross-country rally del mondo ed è caratterizzato da una grande varietà di veicoli e da uno dei più grandi open world mai creati. I giocatori dovranno utilizzare i veri e propri road book, forniti dai piloti al team di sviluppo, per trovare la strada attraverso ognuna delle 14 tappe in Perù, Bolivia e Argentina…

    I giocatori potranno competere in feroci battaglie multiplayer online, nonché giocare offline per sfruttare e sviluppare le proprie abilità. DAKAR 18 si concentra sul realismo e promette immagini straordinarie che rappresentano con fedeltà ogni veicolo e pilota per ognuna delle cinque categorie (Auto, Moto, Trucks, Quad e SxS) del rally DAKAR 2018. Inoltre, il gioco prevede esperienze in singleplayer, online e multiplayer splitscreen.
     
  • Who's Online   8 Members, 0 Anonymous, 42 Guests (See full list)

    • biucci
    • Giuseppe Venturini
    • imerio
    • DarXtreme
    • Stuka
    • active
    • Luca Ragnoli
    • panico
  • www.TuttiAutoPezzi.it


    www.Auto-Doc.IT


    Motorsport.com
  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Categories

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.