Jump to content
  • News

    News - articles

    F1: Ancora Schummy

    Vittoria e testa del Mondiale finalmente raggiunta dopo tanto inseguire. È Michael Schumacher l'asso pigliatutto del GP del Canada disputato domenica a Montreal. Il tedesco della Ferrari si è aggiudicato la gara davanti alle due Williams di Ralf Schumacher e Juan Pablo Montoya. Quarto posto per la Renault di Fernando Alonso. In zona punti sono finiti anche Rubens Barrichello (5°), Kimi Raikkonen, Mark Webber e Olivier Panis. Ritirati Jarno Trulli (toccato da Pizzonia e poi tormentato dalla sortuna con problemi al controllo di trazione) e Giancarlo Fisichella.

    La Ferrari è tornata grande, ma non è stata così superiore come d'abitudine. Le preoccupazioni della vigilia sulla tenuta delle gomme Bridgestone sull'asciutto si sono rivelate fondate. La corsa si è infatti disputata con il sole e Schumi pur disputando una gara pulitissima ha sofferto molto perché le due Williams e anche Alonso hanno finito la corsa braccandolo da vicino. Ma da vero mastino Michael non ha mollato l'osso e ha conquistato il sesto successo della carriera sulla pista canadese (il 68° della carriera).

    #CONTINUE#

    Dopo una partenza tranquilla Schumi si è accodato ai due della Williams che scattavano davanti a lui. Montoya commetteva però un grave errore al secondo giro andando in testacoda alla chicane che immette sul traguardo lasciando il ferrarista negli scarichi di Ralf. E a quel punto la corsa si è decisa con le strategie. Dopo il primo pit-stop Schumi ha preso il comando e ha mantenuto la posizione anche dopo la seconda sosta. Ralf non è mai riuscito a impensierirlo e pur restandogli vicino non lo ha mai attaccato. Nel finale la corsa è stata vivacizzata dall'arrivo di Montoya e Alonso che si sono fatti sotto ma le posizioni non sono cambiate.

    Gara difficile per Barrichello e le McLaren. Il brasiliano ha toccato subito Alonso in partenza danneggiando l'alettone anteriore. Ha effettuato una sosta subito e la sua corsa si è complicata. Kimi Raikkonen ha perso la testa del Mondiale ma il sesto posto finale scattando dall'ultima posizione non è da buttare. Coulthard si è ritirato per problemi al cambio.

    [Fonte Gazzetta]

    Le Mans: trionfo Bentley

    La Bentley ha vinto la 71ª edizione della 24 Ore di Le Mans. L'equipaggio della vettura inglese n. 7, con l'italiano Rinaldo "Dindo" Capello, il danese Tom Kristensen e il britannico Guy Smith era partito in pole position. Per Capello è il primo successo a Le Mans dopo due secondi posti nel 2001 e nel 2002 con l'Audi. Anche per Smith è il primo successo, mentre per Kristensen è la quinta vittoria, la quarta consecutiva. Al secondo posto l'altra Bentley dei britannici Mark Blundell, Johnny Herbert e dell'australiano David Brabham. Solo 3° ed a 5 giri Emanuele Pirro con l'Audi.

    [Fonte Gazzetta]

    GP500: bikeset MotoGP 2003

    Volete emulare le gesta di Loris Capirossi, Valentino Rossi, Max Biaggi e tutti gli altri centauri della MotoGP? Allora correte subito verso il portale di GP500 Store, dove è disponibile, per il sempre mitico GP500 della Microprose, un fantastico bikeset completo per aggiornare il gioco alla stagione MotoGP 2003! L'update è disponibile sia in versione hi-res (40MB) che low-res (21MB) a questo link.

    MotoGP: trionfo Ducati - Capirossi

    Loris Capirossi ha vinto il GP di Catalogna classe MotoGP. L'imolese della Ducati (alla prima vittoria nella classe regina) ha preceduto le Honda di Valentino Rossi e Sete Gibernau. Ritirato Max Biaggi per una scivolata.

    #CONTINUE#

    In 250 la prima volta del francesino Randy De Puniet ha rovinato la festa degli spagnoli che dopo aver celebrato il trionfo di Pedrosa in 125 già pregustavano il successo anche di Fonsi Nieto. E invece dal lungo duello è uscito "Randy occhi di ghiaccio", in una tripletta Aprilia che sul podio, oltre a Nieto, ha portato anche l'aussie Anthony West. Il deluso della giornata è Manuel Poggiali, ritiratosi nel corso del 13° giro. Il motore della sua Aprilia lo ha tradito proprio sul più bello. La pista è così rimasta libera per De Puniet e Nieto. Con West e Elias di contorno. Al 20° giro Fonsi è passato avanti, osannato dal pubblico. Ma nella tornata successiva De Puniet ha sfruttato la sua scia fino all'ultimo millimetro per poi ripassarlo in staccata in fondo al rettilineo. E da lì alla fine è rimasto davanti.

    Nella bagarre infinita delle 125, invece, dal continuo avvicendamento in testa, quando ha deciso di uscire, è uscito Daniel Pedrosa. E nel tripudio del Montmelò, lo spagnolo con la sua Honda ha trionfato nella 125. Con buona pace di tutti gli altri che prima di lui si erano avvicendati in testa, un vero e proprio plotone: Barbera, Nieto, Dovizioso, Cecchinello, Stoner, Luthi, De Angelis. Dal 9° giro in poi è diventata anche una gara ad eliminazione. Fuori uno dopo l'altro Stoner, Cecchinello, Barbera e Dovizioso, infine Nieto. E così nel finale a lungo il duello è stato a tre, tra Pedrosa, Alex De Angelis e il sorprendente svizzero Thomas Luthi, di soli 16 anni. La svolta al 19° giro quando ne mancavano 3: Pedrosa ha deciso di allungare resistendo all'attacco di Luthi, felicissimo per la piazza d'onore. Ma la grande festa è stata spagnola con il pilota di casa in trionfo.

    [Fonte Gazzetta]

    GP4: Alfa 147 MOD Screenshots

    Come anticipato prima, il mondo di Grand Prix 4 sta cominciando a popolarsi di addon vari che migliorano la resa generale del gioco. Tra questi, spiccano i primi MOD dedicati a questo titolo e in modo particolare il 147 mod creato da un team del sito GP4 Italia. Oggi, sempre grazie al lavoro dei nostri colleghi, vi proponiamo alcuni nuovi screenshots di questo mod, che potete visionare direttamente a questo link. La grafica è interessante, aspettiamo di provarlo per la parte fisica.

    Intervista con Bob Stanley

    Finalmente, dopo aver lasciato tutti sulle spine, si è scoperto che Nascar Racing 2003 è "sbloccato" e che dei programmatori possono modificare tutto il pacchetto per creare mod. Per scoprire maggiormente questo nuovo "mondo" lo staff di TheUsPits hanno intervistato Bob Stanley, un membro del gruppo che sta creando "Project Wildfire", il primo, in ordine ti tempo, mod per l'ultimo simulatore (per il momento) dei Papyrus:

    JK What new changes to the N2003 engine made this all possible?

    Bob As I mentioned earlier, the architecture for different series types was already there, Papyrus essentially just unlocked the physics models. Sean did quite a bit of work on the car model for Papyrus before so he obviously knows how to make the truck work in the game. They also added the ability to customize the AI for each series in the track.ini files. This makes it much easier to play balance the AI across the series.

    Per leggere tutta l'intervista visitate questo link dove, oltre al testo, troverete altri screenshots inediti del mod!

    GP4: GpxPatch 3.40

    Il mondo dell'editing di Grand Prix 4, in sordina, ha cominciato a produrre una serie di addon che rendono, di volta in volta, l'ultimo titolo di Crammond, migliore. I primi a produrre addon sono i ragazzi della GpxPatch che oggi raggiunge la versione 3.40. Quali le migliorie?



    GPxLap: in-car setup menu: can change brake balance and differential settings while driving

    GPxSAT: cars per page option also works in non-race sessions now

    GPxCInfo: option to show or hide panel in pitlane

    GPxCInfo: (advanced) can draw raw meters for speed and revs
    Per il download utilizzate questo link.

    Nascar Thunder 2004: sito ufficiale

    La Electronic Arts ha inaugurato oggi il sito ufficiale dedicato al prossimo Nascar Thunder 2004 targato EA Sports, che sarà disponibile a partire da Settembre 2003:

    The green flag has dropped with NASCAR Thunder™ 2004. From 200 MPH super-speedways to hairpin turns on 11 fantasy tracks, tuning your car and finding the line is no longer enough. Now you’re running to the edge against 42 other unique NASCAR® personalities every race, drivers who remember your every move and won’t think twice about paying you back. Out-smart and out-drive them as you battle three-wide from green to checkers. Online or on your own, racing just became a contact sport.

    #CONTINUE#

    Key Features for 2004:

    Grudges & Alliances: Emotion comes to a racing game for the first time as CPU drivers remember your every move and aren't afraid to pay you back.
    Pick up & Play controls help new fans navigate over 60 events including all real world NASCAR races, plus 12 winding road courses.
    NASCAR Thunder 2004 goes online with peer-to-peer racing on the PlayStation®2 and 16 player races on PC.
    The most extensive Career Mode in a NASCAR video game just got deeper and easier to navigate!
    The deepest NASCAR game ever created with over 70 drivers and 175 authentic cars and the first game with a full pack of 43 Cup Series cars

    Qualifiche Canada: ecco le Williams

    A Montecarlo la pole non gli è servita, a Montreal non vuole lasciarsi sfuggire l'occasione per la seconda volta. Dopo sole due settimane Ralf Schumacher è tornato davanti a tutti in qualifica e domenica intende interrompere il personale digiuno di vittorie che dura dal GP di Malesia nel 2002. Allora furono determinanti le gomme Michelin, proprio come quest'oggi hanno aiutato la sua Williams per la pole.

    #CONTINUE#

    "Abbiamo ottenuto un ottimo risultato - ha detto il tedesco - spero di fare qui quello che non ho fatto a Montecarlo, cioè vincere. È da troppo tempo che non ci riesco, è il momento di essere grandi anche la domenica, non solo il sabato. Per tutto il weekend abbiamo lavorato duramente per sistemare l'assetto della vettura ma questa prima fila un po' mi sorprende. Mi aspettavo di finire tra i primi cinque, ma non primo. È un risultato inaspettato, ma sapevamo che la monoposto aveva grandi potenzialità e oggi è stata perfetta. Le prove sono state abbastanza difficili perché l'asfalto è cambiato completamente dalle libere, dove avevamo girato sempre sul bagnato. Quando sono sceso in pista l'asfalto era ancora umido in vari punti. Però le nostre gomme Michelin si sono riprese in queste condizioni rispetto a ieri".

    Più deluso è il fratello della Ferrari che però pensa alla disavventura del rivale diretto Raikkonen e tutto sommato ci crede ancora. "Non si può dire che quello di oggi sia stato il giro migliore della mia vita - ha ammesso Michael - che avrà pure Montoya davanti - anzi per poco non facevo alla curva 2 lo stesso errore di Raikkonen. Però se penso all'errore di Kimi che parte per ultimo, posso dirmi abbastanza soddisfatto. Che le BMW avessero un buon potenziale lo avevamo capito. Poi nella pioggia i riscontri sono stati diversi, sul bagnato evidentemente le Michelin sono più in difficoltà rispetto alla Bridgestone. Ma sull'asciutto no: ormai possiamo dire che, sia per quanto riguarda il motore, sia per quanto riguarda il pacchetto complessivo, la BMW è ormai al nostro livello. Semmai direi che oggi sono sorpreso dalla prestazione delle McLaren. Ma delle Williams no. Ormai sono forti come noi".

    Nella morsa dei due fratelli c'è Juan Pablo Montoya. Il colombiano, reduce dalla vittoria medita però di fare un altro scherzetto ai due tedeschi: "La macchina era perfetta - ha detto il colombiano - spero vada come a Monaco: a Ralf la pole e a me la vittoria. Ho cercato di guidare al meglio per sfruttare tutto il potenziale della vettura e ci sono in parte riuscito. Sul rettilineo ero velocissimo (334,4 Km/h; n.d.r.) e la macchina si è ben comportata anche negli altri settori. Prima delle qualifiche abbiamo dovuto cambiare la scelta delle gomme perché non pioveva più, non avevamo mai girato in condizioni di asciutto, siamo stati bravi".

    1. R.SCHUMACHER Williams BMW M 1'15"529, media 207.862 km/h
    2. MONTOYA Williams BMW M 1'15"923
    3. M.SCHUMACHER Ferrari B 1'16"047
    4. ALONSO Renault M 1'16"048
    5. BARRICHELLO Ferrari B 1'16"143
    6. WEBBER Jaguar M 1'16"182
    7. PANIS Toyota M 1'16"598
    8. TRULLI Renault M 1'16"718

    [Fonte Gazzetta]

    MotoGP: sempre e solo Rossi

    Ieri ha sparato il tempone e oggi ha gestito la situazione mettendo a punto la moto per la gara. Così Valentino Rossi ha mantenuto la pole position del GP di Catalogna e domani scatterà davanti a tutti. Rispetto alle prime qualifiche al suo fianco sono rimasti anche Loris Capirossi con la Ducati (2°) e un'altra Honda con Sete Gibernau (4°). Si è inserito in prima fila Olivier Jacque (3°), mentre Max Biaggi non è riuscito a venire a capo dei problemi d'assetto denunciati ieri e domani partirà solo nono. Male anche Marco Melandri che partirà in quattordicesima posizione.

    #CONTINUE#

    Le qualifiche si sono disputate con un caldo eccezionale che non ha favorito il miglioramento dei tempi e domani il rendimento delle gomme sarà decisivo: le coperture si degradano con grande facilità. In 125 è invece arrivata la risposta spagnola a Lucio Cecchinello. Pablo Nieto ha infatti tolto al veneziano la pole position. Cecchinello, ieri il più veloce, non è riuscito a difendersi dall'attacco del pilota di casa e nemmeno da Andrea Dovizioso che lo ha scavalcato e scatterà dalla seconda posizione. In prima fila un'altro iberico, Hector Barbera. Quinto posto per il sanmarinese Alex De Angelis, mentre Stefano Perugini ha chiuso nono.

    [Fonte Gazzetta]
  • Who's Online   2 Members, 0 Anonymous, 43 Guests (See full list)

    • villapaladina
    • Giovanni Catalani
  • www.TuttiAutoPezzi.it


    www.Auto-Doc.IT


    Motorsport.com
  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Categories

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.