Jump to content

Benvenuto nel Simracing: registrati subito!

Dal 1999, la più seguita community di appassionati di simulatori di guida

VELOCIPEDE

Perle del passato: Grand Prix 2, il primo, vero, simulatore di guida

Recommended Posts

VELOCIPEDE

I titoli di Geoff Crammond, mitico programmatore inglese papà della saga Grand Prix, hanno segnato in modo indelebile la storia dei racing games, ponendo le basi per quelli che oggi definiamo "simulatori di guida". Base solida e rivoluzionaria, in particolare, quella di Grand Prix 2, creato da Crammond e pubblicato dalla Microprose nell'estate del 1996, seguito di quel Formula One Grand Prix (pubblicato nel 1992) che aveva fatto impazzire gli utenti Amiga, seguito poi da Grand Prix 3, nel 2000, e Grand Prix 4, nel 2002.
Grand Prix 2 è ambientato durante la stagione 1994 di Formula 1, e rispetto al predecessore (Formula One Grand Prix) presenta diverse novità: fra le più importanti si possono citare il nuovo motore grafico, più realistico e dotato di supporto SVGA; una intelligenza artificiale migliorata; la licenza ufficiale della FIA, che permette la presenza di piloti, scuderie, sponsor e circuiti realmente esistenti. Infine è possibile scambiare, con altri utenti, i file relativi ai replay delle gare, i settaggi delle auto oltre che le texture che ricoprono le vetture.

Per tornare indietro di 21 anni nel modo più nostalgico possibile, vi consiglio la lettura del bellissimo articolo scritto da Riccardo Rigano.

Quando si pensa ai simulatori di guida i primi titoli che vengono in mente sono Forza, GT, F1 e via dicendo. Molti di essi, soprattutto i più recenti, presentano una declinazione arcade per venire incontro anche al pubblico casual. Altri, invece, rimangono ancorati alle radici del genere e offrono esperienze estremamente realistiche, coinvolgenti, impegnative. Ma chi ha gettato le basi per la fondazione dei simulatori di guida così come li conosciamo adesso? I veri appassionati lo sanno bene, specialmente coloro i quali giocano da almeno una ventina d’anni. Si tratta del capolavoro di Geoff Crammond, Grand Prix 2, ritenuto quasi all’unanimità il padre dei videogiochi di corse simulativi.

maxresdefault11.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
marcocale

Geof Crammond aveva già mostrato di che pasta era fatto ancora prima sul C64 col mitico Revs e Revs+

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaestroSmeri

Quanti ricordi.... per giocare a GP2 (dato che a casa avevamo un 386 ed il requisito minimo era un 486) mi facevo accompagnare ad Auchan, dove c'era un Pc dove ci si poteva giocare... bei tempi :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.