DrivingItalia simulatori di guida Jump to content
VELOCIPEDE

Sim Pedals Ultimate/Sprint by Niels Heusinkveld

Recommended Posts

Alfred ita
3 hours ago, Lele "NightRider" Albanes said:

Dunque..cercherò di non essere categorico e polemico come al solito.....😇..Ma....il tipo non mette insieme un giro uguale all'altro.

Hai fatto una recensione al "recensore" che condivido in pieno, si vede lontano un miglio che guida in maniera poco confidenziale la Porsche GT3 Cup che anche in iRacing e' scorbutica, non per niente e' stata la prima auto con l'AI giusto per far allenare i piloti e poter simulare una gara. Prendere confidenza con questa vettura non e' semplice e ci vogliono molte ore di guida e un'ottima conoscenza del circuito, un ottimo FFB aiuta cosi come uno sterzo come l'originale Porsche o il mio Sabelt sono indicati per la sua guida, una delle poche vetture dove non rimpiango uno sterzo formula. Direi che ha scelto circuito ostico e vettura sbagliata... 🙂

 

Edited by Alfred ita

Share this post


Link to post
Share on other sites
VELOCIPEDE

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mariello.
14 hours ago, Lele "NightRider" Albanes said:

No comment 😂

 

Sinceramente non ho mai capito se quello è un canale che fa per far ridere la gente o è davvero serio. Perchè se è davvero serio, è imbarazzante.

Oltretutto, credo sia l'unico nella faccia della terra che paga un abbonamento su iRacing per girare in test da solo. 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alfred ita
3 hours ago, Mariello. said:

Oltretutto, credo sia l'unico nella faccia della terra che paga un abbonamento su iRacing per girare in test da solo. 😅

No, non e' l'unico che gira in iRacing da solo, ci sono pure io oltre a qualche migliaio di piloti che soprattutto dopo l'introduzione della "AI" hanno deciso di riattivare l'abbonamento o magari anche solo per allenarsi. Il Sim Racing e' fatto di "sfaccettature" multiple, chi gira per correre online ed essere super competitivo, chi preferisce il realismo e usa delle impostazioni hard che poco si sposano con l'essere competitivi, chi usa gli arcade o i "simcade", chi fa' le gare solo con l'AI perche' non e' abbastanza allenato per correre con altri piloti online e c'e' anche chi gira con il solo gusto di guidare una vettura racing. Tutte queste persone hanno un'unica cosa in comune: la passione per le vetture racing! A nessuno si puo' dire che sbaglia o che una scelta e' migliore di un'altra, se per te 90 euro di abbonamento annuale (quello che ho speso io in offerta) sono molte per altri possono essere la spesa di un aperitivo (ne conosco molti che ci arrivano) per cui massima tolleranza e godiamoci i nostri sim. 🙂

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lele "NightRider" Albanes
17 minutes ago, Alfred ita said:

No, non e' l'unico che gira in iRacing da solo, ci sono pure io oltre a qualche migliaio di piloti che soprattutto dopo l'introduzione della "AI" hanno deciso di riattivare l'abbonamento o magari anche solo per allenarsi. Il Sim Racing e' fatto di "sfaccettature" multiple, chi gira per correre online ed essere super competitivo, chi preferisce il realismo e usa delle impostazioni hard che poco si sposano con l'essere competitivi, chi usa gli arcade o i "simcade", chi fa' le gare solo con l'AI perche' non e' abbastanza allenato per correre con altri piloti online e c'e' anche chi gira con il solo gusto di guidare una vettura racing. Tutte queste persone hanno un'unica cosa in comune: la passione per le vetture racing! A nessuno si puo' dire che sbaglia o che una scelta e' migliore di un'altra, se per te 90 euro di abbonamento annuale (quello che ho speso io in offerta) sono molte per altri possono essere la spesa di un aperitivo (ne conosco molti che ci arrivano) per cui massima tolleranza e godiamoci i nostri sim. 🙂

 

Ognuno nel sim racing può avere l'approccio che vuole. L'importante è sempre capire a che livello si è. Però secondo me ogni tanto il confronto con gli altri è necessario sopratutto per migliorare. Correre solo con la IA è come guardare un film porno e poi pensare di essere bravi a fare all'ammore. Girando con gli altri si imparano cose che la IA manco sa che esistono. Anche perchè le IA barano...se guardate come guidano è completamente irrealistico...micro frenate in curva(guardate gli stop...) e traiettorie spesso "scriptate". Nulla da ridire sul fatto che magari è anche divertente ma per poi capire i propri errori e migliorare bisogna correre contro gli umani....e poi contro gli alieni!!!

4 hours ago, Mariello. said:

Sinceramente non ho mai capito se quello è un canale che fa per far ridere la gente o è davvero serio. Perchè se è davvero serio, è imbarazzante.

Oltretutto, credo sia l'unico nella faccia della terra che paga un abbonamento su iRacing per girare in test da solo. 😅

Boh non lo so.....magari il tizio è un comico nato. Gira da solo perchè se gira con gli umani si becca mazzate. 

14 hours ago, Alfred ita said:

Hai fatto una recensione al "recensore" che condivido in pieno, si vede lontano un miglio che guida in maniera poco confidenziale la Porsche GT3 Cup che anche in iRacing e' scorbutica, non per niente e' stata la prima auto con l'AI giusto per far allenare i piloti e poter simulare una gara. Prendere confidenza con questa vettura non e' semplice e ci vogliono molte ore di guida e un'ottima conoscenza del circuito, un ottimo FFB aiuta cosi come uno sterzo come l'originale Porsche o il mio Sabelt sono indicati per la sua guida, una delle poche vetture dove non rimpiango uno sterzo formula. Direi che ha scelto circuito ostico e vettura sbagliata... 🙂

 

Sicuramente il metodo di test è completamente sbagliato...per fare un prova del genere ci va una pista dove si è costanti nel girare..magri dove uno ha centinaia di ore di prova...idem per l'auto....capisco prendere una macchina difficile per far saltare meglio le differenze ma deve anche essere una macchina che uno sa guidare perfettamente. Ma come ho detto nell'altro post secondo me un pilota serio avrebbe avuto pochissimo scarto fra la V3 e la HE. Se si sa come usarla ogni pedaliera è efficace. Da quella del DFGT a quelle da 2000€ conta solo come uno la sa sfruttare. Logico che fra usare una HE Ultimate e quella del DFGT a livello di piacere di guida c'è un abisso. Ma sono priorità che ognuno sente diversamente. Ma veramente un secondo e passa al giro una pedaliera non te lo da. Non esiste.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mariello.
21 minutes ago, Alfred ita said:

No, non e' l'unico che gira in iRacing da solo, ci sono pure io oltre a qualche migliaio di piloti che soprattutto dopo l'introduzione della "AI" hanno deciso di riattivare l'abbonamento o magari anche solo per allenarsi. Il Sim Racing e' fatto di "sfaccettature" multiple, chi gira per correre online ed essere super competitivo, chi preferisce il realismo e usa delle impostazioni hard che poco si sposano con l'essere competitivi, chi usa gli arcade o i "simcade", chi fa' le gare solo con l'AI perche' non e' abbastanza allenato per correre con altri piloti online e c'e' anche chi gira con il solo gusto di guidare una vettura racing. Tutte queste persone hanno un'unica cosa in comune: la passione per le vetture racing! A nessuno si puo' dire che sbaglia o che una scelta e' migliore di un'altra, se per te 90 euro di abbonamento annuale (quello che ho speso io in offerta) sono molte per altri possono essere la spesa di un aperitivo (ne conosco molti che ci arrivano) per cui massima tolleranza e godiamoci i nostri sim. 🙂

 

No aspetta, quello che intendo io è che lui gira da solo in test su iRacing, senza IA (almeno questo è quello che ho visto io in uno dei suoi video, non lo seguo mica...), proprio da solo senza nessun altro in pista. A quel punto non ha senso spendere per abbonamento e acquisto di auto/circuiti quando per giocare da solo in test, a mio avviso, ci sono un paio di titoli non dico migliori (perchè va a gusti) ma che ti permettono di usare tante auto e tanti circuiti. Per me fare un abbonamento su iRacing per girare da solo in pista è una scelta scellerata, quando su rf2 o acc,  puoi fare lo stesso e spendi nulla in confronto (da quanto mi dicono sono entrambi titoli validissimi).

Se togli tutto il sistema che ha iRacing di patenti/rating, l'organizzazione dei campionati, delle endurance e quant'altro, non so chi continuerebbe ad usarlo, è proprio quello il suo punto di forza. Tutto ciò che riguarda la parte online diciamo.

Per rispondere sulle 90 euro di abbonamento, non è un discorso economico che faccio, anche perchè su iRacing ci avrò buttato non so quante centinaia di euro (ed attualmente è l'unico sim che uso), è proprio un discorso sullo sfruttare le qualità che il sim ti offre.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lele "NightRider" Albanes
Just now, Mariello. said:

No aspetta, quello che intendo io è che lui gira da solo in test su iRacing, senza IA (almeno questo è quello che ho visto io in uno dei suoi video, non lo seguo mica...), proprio da solo senza nessun altro in pista. A quel punto non ha senso spendere per abbonamento e acquisto di auto/circuiti quando per giocare da solo in test, a mio avviso, ci sono un paio di titoli non dico migliori (perchè va a gusti) ma che ti permettono di usare tante auto e tanti circuiti. Per me fare un abbonamento su iRacing per girare da solo in pista è una scelta scellerata, quando su rf2 o acc,  puoi fare lo stesso e spendi nulla in confronto (da quanto mi dicono sono entrambi titoli validissimi).

Se togli tutto il sistema che ha iRacing di patenti/rating, l'organizzazione dei campionati, delle endurance e quant'altro, non so chi continuerebbe ad usarlo, è proprio quello il suo punto di forza. Tutto ciò che riguarda la parte online diciamo.

Per rispondere sulle 90 euro di abbonamento, non è un discorso economico che faccio, anche perchè su iRacing ci avrò buttato non so quante centinaia di euro (ed attualmente è l'unico sim che uso), è proprio un discorso sullo sfruttare le qualità che il sim ti offre.

 

👏👏👏🖖 ma si dai parliamo di un personaggio folkloristico. Basta dire che il personaggio più folkloristico di questo forum è un suo carissimo amico. Dio li fa e poi li accoppia.😆

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alfred ita

Direi che e' arrivato il momento di fare delle precisazioni, forse dai nostri commenti un utente medio si potrebbe fare un'idea sbagliata sui prodotti Heusinkveld, partiamo dal presupposto che sono prodotti validi e con dietro un'ottimo Customer Care, sono in molti gli utenti che hanno ricevuto un supporto da cinque stelle malgrado la garanzia gia' scaduta o anche solo perche' la periferica era usurata per svariate migliaia di ore di utilizzo. Come prodotto e' espressamente dedicato al sim racing, per i simulatori professionali di solito viene utilizzata una reale pedaliera racing con abbinato un sistema idraulico ad hoc, in questo caso il progettista ha creato una periferica che fosse efficace nel sim racing e direi che come obbiettivo e' stato centrato in pieno. Utilizzando un sistema ad elastomeri permette un'ampia scelta di regolazioni sul pedale del freno coadiuvato da una cella di carico che non sfrutterete mai al massimo, con certe impostazioni poi e' candidamente richiesto l'uso di una scarpa dedicata perche' tenere alla minima forza il pedale del freno sarebbe un autentico delitto. Un pedale del gas ben modulabile con ampia escursione ed ottimo grip vi permettera' di dosare la potenza della vostra vettura in maniera encomiabile, la frizione la tralascio anche se ottima perche' oramai in molti non la utilizzano piu' dato che hanno quella sullo sterzo o anche semplicemente utilizzando vetture GT3 come nella realta' il pedale e' scomparso. Ma allora perche' spendere 1000 euro per soli due pedali di una Heusinkveld Ultimate? Quando si ha la passione spesso non si vedono i limiti ne tecnologici ne onerosi di simili scelte, la pedaliera e' ottima e da' un ottimo feeling ma se pensiamo veramente di buttare giu' secondi su secondi con il cambio di periferica siamo proprio sulla strada sbagliata, la prestazione si costruisce con ore di allenamento e perfezionamento della tecnica, carpire dagli altri i segreti nel percorrere una curva, settare in maniera ottimale la propria postazione, allenarsi sempre con la stessa vettura e soprattutto girare di piu' nei circuiti che non ci vanno a genio. Settare il pedale del freno e' fondamentale per una buona staccata, io ho smontato ben cinque volte gli elastomeri della mia V3 per trovare il giusto feeling con il kit performance, che per altro consiglio a tutti i possessori della pedaliera Fanatec! La prestazione si ottiene solo con la costanza, gli alieni sono pochi e tutti gli altri sono piu' o meno li, la differenza la fa' solo l'allenamento. Quello che ci fa' storcere il naso purtroppo sono i prezzi di queste periferiche, va bene che c'e' lo sviluppo, le spese di gestione e spedizione ordini, il magazino e relativa gestione, il sito web e il relativo marketing ma se andiamo al prodotto grezzo il valore e' troppo esiguo, oltre mille euro per dei pezzi di acciaio abbinati a degli elastomeri direi che definirli ben prezzati sia il minimo. Purtroppo la passione si paga, avere ai piedi una pedaliera Heusinkveld ci fara' stare bene con noi stessi, miglioreremo il feeling con qualche millesimo di secondo in meno e finalmente avremo la certezza che il limite siamo noi e non la periferica, che ci volete fare noi sim racers siamo fatti cosi!

P.S.

Nella mia postazione e' tutto nuovo a parte la pedaliera, chissa' che la prossima Ultimate non sia la mia! 🙂

 

              

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mariello.
5 minutes ago, Lele "NightRider" Albanes said:

Ognuno nel sim racing può avere l'approccio che vuole. L'importante è sempre capire a che livello si è. Però secondo me ogni tanto il confronto con gli altri è necessario sopratutto per migliorare. Correre solo con la IA è come guardare un film porno e poi pensare di essere bravi a fare all'ammore. Girando con gli altri si imparano cose che la IA manco sa che esistono. Anche perchè le IA barano...se guardate come guidano è completamente irrealistico...micro frenate in curva(guardate gli stop...) e traiettorie spesso "scriptate". Nulla da ridire sul fatto che magari è anche divertente ma per poi capire i propri errori e migliorare bisogna correre contro gli umani....e poi contro gli alieni!!!

Boh non lo so.....magari il tizio è un comico nato. Gira da solo perchè se gira con gli umani si becca mazzate. 

Sicuramente il metodo di test è completamente sbagliato...per fare un prova del genere ci va una pista dove si è costanti nel girare..magri dove uno ha centinaia di ore di prova...idem per l'auto....capisco prendere una macchina difficile per far saltare meglio le differenze ma deve anche essere una macchina che uno sa guidare perfettamente. Ma come ho detto nell'altro post secondo me un pilota serio avrebbe avuto pochissimo scarto fra la V3 e la HE. Se si sa come usarla ogni pedaliera è efficace. Da quella del DFGT a quelle da 2000€ conta solo come uno la sa sfruttare. Logico che fra usare una HE Ultimate e quella del DFGT a livello di piacere di guida c'è un abisso. Ma sono priorità che ognuno sente diversamente. Ma veramente un secondo e passa al giro una pedaliera non te lo da. Non esiste.

Sono d'accordo con tutti i punti del tuo post. Il sistema degli split su iRacing permette proprio una crescita degli avversari (sicuramente non nel caso di geek che probabilmente avrebbe i suoi 400/500 di iRating e ultimo split fisso...:D

Ma poi più che altro, non ha neanche idea delle periferiche, e c'è gente che lo segue...🤦‍♂️

Per quanto riguarda la pedaliera, anche qui sono d'accordo. Non esiste al mondo che una pedaliera ti dà 1.5 secondi al giro, ma mai nella vita.

1 minute ago, Lele "NightRider" Albanes said:

👏👏👏🖖 ma si dai parliamo di un personaggio folkloristico. Basta dire che il personaggio più folkloristico di questo forum è un suo carissimo amico. Dio li fa e poi li accoppia.😆

Non so chi sia questo, ma sicuramente avrò modo di "riconoscerlo" leggendo qua e là. 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lele "NightRider" Albanes
Just now, Mariello. said:

Sono d'accordo con tutti i punti del tuo post. Il sistema degli split su iRacing permette proprio una crescita degli avversari (sicuramente non nel caso di geek che probabilmente avrebbe i suoi 400/500 di iRating e ultimo split fisso...:D

Ma poi più che altro, non ha neanche idea delle periferiche, e c'è gente che lo segue...🤦‍♂️

Per quanto riguarda la pedaliera, anche qui sono d'accordo. Non esiste al mondo che una pedaliera ti dà 1.5 secondi al giro, ma mai nella vita.

Non so chi sia questo, ma sicuramente avrò modo di "riconoscerlo" leggendo qua e là. 😄

Il suo nickname ricorda il cinguettio di un uccellino...cip cip cip....😆

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.