DrivingItalia simulatori di guida Jump to content
  • News

    News - articles

    Pinned / Featured

    AC Competizione: iscrizioni aperte per il campionato GT4 Series Season 1

    Sono pronti i motori virtuali del nuovo campionato online GT4 Series Season 1 by DrivingItalia, che si disputerà con Assetto Corsa Competizione su PC con le vetture di categoria GT4. Dopo il successo delle stagioni dedicate alle GT3, la season 1 delle nuove vetture di categoria GT4, disponibili come DLC dal 15 Luglio, partirà il prossimo autunno e sarà certamente scoppiettante e ricca di emozioni, anche grazie alle dirette come al solito seguite dal canale di Grand Prix TV.
    E' già disponibile il regolamento completo del campionato ed il calendario con le date ed i circuiti. Potete iscrivervi a questo link del forum, seguendo le istruzioni. Sarà aperto a breve un server dedicato riservato ai piloti iscritti per potersi allenare.
    Come da tradizione di Drivingitalia, lo sponsor ed i relativi premi per il campionato saranno annunciati in seguito... 😉
    Ricordate che è possibile partecipare a tutti i campionati e gare online di DrivingItalia.NET anche dai centri di simulazione Driving Simulation Center, senza costi di iscrizione, con vari servizi esclusivi dedicati e con il posto garantito in griglia.
     
    Pinned / Featured

    AC Competizione: iscrizioni aperte per il campionato GT3 Series Season 4

    Sono pronti i motori virtuali del nuovo campionato online GT3 Series Season 4 by DrivingItalia, che si disputerà con Assetto Corsa Competizione su PC con le vetture di categoria GT3. Dopo il successo delle prime tre stagioni, la season 4 che partirà il prossimo autunno sarà certamente scoppiettante e ricca di emozioni, anche grazie alle dirette come al solito seguite dal canale di Grand Prix TV.
    E' già disponibile il regolamento completo del campionato ed il calendario con le date ed i circuiti. Potete iscrivervi a questo link del forum, seguendo le istruzioni. Sarà aperto a breve un server dedicato riservato ai piloti iscritti per potersi allenare.
    Come da tradizione di Drivingitalia, lo sponsor ed i relativi premi per il campionato saranno annunciati in seguito... 😉
    Ricordate che è possibile partecipare a tutti i campionati e gare online di DrivingItalia.NET anche dai centri di simulazione Driving Simulation Center, senza costi di iscrizione, con vari servizi esclusivi dedicati e con il posto garantito in griglia.
     

    Video test del simulatore Cruden hexapod 6DOF

    Il noto simdriver e youtuber AussieStig, ha provato il simulatore dinamico Cruden 640 hexapod 6DOF. In questo video ci presenta tutti i dettagli del suo test e le sue impressioni. Per saperne di più sul simulatore professionale Cruden, correte a leggere questo articolo ed anche quest'altro.
     
    • By VELOCIPEDE
    • 15 views
    • 0 comments

    F1 2020: guida al setup per ogni circuito

    Siete in difficoltà a trovare gli ultimi decimi di secondo sulla vostra pista preferita con il videogioco ufficiale della Codemasters F1 2020? Allora il video qua sotto è quello che fa per voi: grazie al contributo di SimRacingSetup.com andrete a scoprire tutti i segreti sull'assetto di una monoposto del Circus per ogni singola pista della stagione in corso, dall'Australia a Monza, da Monaco a Singapore. Si tratta di un aiuto molto importante per incrementare la propria competitività, anche in vista della prossima stagione delle F1 eSports Series. Buona visione!
     
    • By Giulio Scrinzi
    • 84 views
    • 0 comments
    Featured

    DISCORD DrivingItalia: chat testo e voce gratis, su tutti i dispositivi

    DISCORD, oltre che un semplice programmino per parlare con gli amici e scambiarsi file, possiamo definirlo una social-app, decisamente orientata al gaming. Con Discord, oltre ad avere un semplicissimo programma di conferenza, si può chattare in stile WhatsApp/Telegram/Facebook (condivisione di foto, video, file, link ecc…) e connettersi a numerosi account di gioco come Steam, Twitch, Youtube, Battle.net, Skype, Reddit, Twitter ed altri, inoltre è tutto completamente gratuito!
    Ecco cosa offre Discord:
    Comunicazione 100% gratuita e con ottimo Codec audio Opus Protezione sull’IP e da eventuali DDoS Supporto al Browser (è possibile usare Discord via web senza installarlo) gratuita per Android e iOS Lista amici In-Game Overlay Bassa latenza e utilizzo CPU minimo Combinazioni di tasti personalizzate Notifiche intelligenti Permessi Canali multipli Font moderni Controllo dei volumi individuali (regolabili anche dal gioco) Chat privata Failover automatico Per entrare gratuitamente nei canali DrivingItalia non dovete fare altro che fare click su Connect nella colonna a destra del sito oppure, ancora più semplice, accettare il nostro INVITO facendo click su questo link.
    Ci sono già oltre 1600 utenti attivi sul canale Discord di DrivingItalia!
    Per scaricare Discord (per PC, Mac, Android o iOS) dirigetevi qui https://discordapp.com/
    Commenti e domande sul forum.
    Qui di seguito invece un paio di video che spiegano in modo semplice come usare Discord, sia su PC che su telefono smartphone.

    • By VELOCIPEDE
    • 5,244 views
    • 0 comments

    Automobilista 2: rilasciato aggiornamento 1.0.2.1

    Reiza non si ferma e dopo aver rilasciato il corposo aggiornamento 1.0.2.0 ecco che rende disponibile un nuovo aggiornamento, che porta il gioco alla versione 1.0.2.1. L'update, di circa 470MB, porta alcune correzioni a bug e piccoli problemi che sono sorti dopo il rilascio dell'aggiornamento precedente.
    Ecco di seguito il changelog. Commenti nel topic dedicato
    V1.0.2.1 CHANGELOG:
     
    Adjusted range of allowed track limit warnings to 1-50 Multiplayer chatbox history no longer logs joins/leaves and limits history playback when switching page Fixed session overview leaderboard not filling in Multiplayer session Fixed incorrect text on pit strategy back buttons Adjusted F-Vintage body aero lift (all models) Fixed VW Truck crashing to desktop when loading Adjusted Ultima & Camaro SS tyres (stiffer tyre sidewall, reduced a speed sensitivity, stiffer front ARB and springs) & AI tuning Adjusted F-Reiza tyre tread (better retention of adhesive friction at speed) Decreased AI defensive lateral movement range to reduce chances of weaving Minor reduction of AI brake grip Minor AI performance callibration pass for F-Vintage, Ultima & Camaro SS Adjusted AI wet tyre grip for Formulas V12, V10 Gen1 & Gen2 Silverstone (all versions): General art passes & added remaining trackside objects (including period accurate 1975 pit building) Hockenheim: fixed trees popping up in the horizon of 1977 version Incremental AI speed adjustments at Imola 2019 - Chicane T11; Kansai - T11, T14, T16; Spielberg - T1, T2; Donington - Mcleans (T7); Goiania - Chicane entry; Kyalami - T13, T16; Oulton Int - chicane entry; Santa Cruz - chicane;, Taruma Chicane; Velopark - Last corner. Camaro SS: Fixed tachometer Brabham BT26A: Added front suspension animation & texture, material updates F-V10 Gen1:- Added material to sidepod intakes

    Da giocatore a pilota WRC con il DLC FIA Rally Star di WRC 9

    L'ultima edizione di WRC 9, che sarà disponibile il 3 settembre, formerà la base del programma FIA Rally Star, che lancerà giovani di talento in unità finanziate nelle categorie di supporto del WRC. Il primo passo di un processo di selezione in più fasi inizia a dicembre, quando un DLC (contenuto scaricabile) per WRC 9 sarà disponibile prima della qualificazione a partire dal 2021.
    Aperto a tutti i giocatori di WRC 9 tra i 17 ei 26 anni, il programma offre ai piloti più promettenti l'opportunità di prendere parte a un programma di allenamento e coaching supervisionato dalla FIA. Sette finalisti, tra cui una pilota donna, potrebbero finalmente iniziare la loro carriera internazionale prima di mirare a unirsi al FIA Junior WRC.
    WRC 9, pubblicato da Nacon e sviluppato da KT Racing, offrirà una distanza totale di quasi 900 km di strade da tutti i round in programma della stagione WRC 2020. Il direttore del rally della FIA Yves Matton ha detto che sperava che Rally Star avrebbe permesso ai giovani piloti di tutto il mondo di rivelare il loro potenziale.
    "Non avremmo potuto sperare in una piattaforma migliore di WRC 9 per selezionare i migliori candidati. Il FIA World Rally Championship riunisce fan di ogni continente ", ha detto. “Molti di loro sognano di mettersi al volante e il nostro desiderio è rendere il nostro sport più accessibile. Attraverso FIA Rally Star e la sua versione digitale in WRC 9, vivere questa passione è più semplice che mai."
    Il DLC FIA Rally Star sarà disponibile a dicembre per PlayStation 4, Xbox One e EPIC Games Store per PC, PlayStation 5 e Xbox One Series X.
    • By VELOCIPEDE
    • 144 views
    • 0 comments

    iRacing Stagione 3 2020: disponibile Patch 6

    L'instancabile team del simulatore di Dave Kaemmer ha oggi rilasciato una nuova patch, la sesta per la build corrente. Tra i vari bugfix e miglioramenti spiccano le correzioni fatte ai valori di drag delle tre NASCAR Cup e alcune correzioni al nuovo layout road di Daytona.
    Ecco di seguito il changelog. Commenti nel topic dedicato
    iRACING UI: (04.09.03)
    Current Series and Up Next
    - In Table view, fixed an issue where hovering the mouse over a logo was displaying a flashing tooltip. - In Table view, a tooltip has been added to the column header for Registration Closes. - A tooltip has been added to Unranked Series to clarify that participation in these events does not count towards Minimum Participation Requirement (MPR). AI Racing
    - Fixed an issue where adding a new AI Driver to an existing AI Roster was resetting the AI Drivers' car numbers to default sequential values. Search and Filter
    - Fixed an issue where several special characters ([ ] .) were causing an error when input into any Search field. Spotting
    - Fixed an issue where Spotting was failing instead of prompting the user to download and/or purchase any needed updates or content in order to join as a Spotter. Clock
    - Fixed an issue where the UI clock was sometimes using the local system clock instead of the iRacing Server clock. SIMULATION:
    Connection
    - Fixed an issue that could cause a crash during session transition from Open Practice to Race. Rendering
    - Fixed an issue where SMP on GTX1000 series GPU's often clipped out a pixel's width of the image on the right edge of the middle and/or right monitors, creating one or two lines down the display where only sky would render. This was especially noticeable if running three-screen mode on a single monitor. Car Paints
    - Fixed an issue where custom specular maps were getting removed from a car after a new team driver swapped into the car. Controllers
    - Logitech keyboard backlight support has been disabled due to a bug in the latest GHUB software that causes a lockup of iRacing on exit. - - We are working on a proper fix for this issue. CARS:
    NASCAR Cup Series Chevrolet Camaro ZL1
    - Drag has been increased slightly. NASCAR Cup Series Ford Mustang
    - Drag has been increased slightly. NASCAR Cup Series Toyota Camry
    - Drag has been increased slightly. TRACKS:
    Daytona International Speedway
    - (NASCAR Road) - For the new chicane:
    - - An additional gain-time penalty has been added. - - Two additional brake marker boards have been added. - - Curbs have been upgraded to turtle curbs with a yellow and blue color scheme. - - Blue tire barriers have been adjusted.
    • By Walker™
    • 101 views
    • 0 comments

    Annunciata la F1 Esports Series 2020, Pro Draft il 27 Agosto

    E' stata appena annunciata da Codemasters la nuova F1 Esports Series 2020, il campionato virtuale ufficiale della Formula 1 che si disputa naturalmente con F1 2020. La F1 Esports Series, presentata da Aramco, torna quindi con una quarta stagione, con un premio in denaro di ben $ 750.000! Il "Pro Draft Reveal Show", nel quale i team ufficiali di F1 riveleranno il loro elenco selezionato di piloti di talento, si svolgerà il prossimo 27 Agosto. Come negli anni precedenti, ogni squadra deve anche aggiungere almeno un membro dai qualificati al proprio team di tre piloti, scelti da un gruppo di 45 qualificati.
    Tutti i piloti qualificati Pro Draft sono disponibili per la selezione questa volta - non ci saranno gare a eliminazione diretta - e il draft online e le scelte di squadra si svolgeranno online in anticipo. Saranno presenti anche Tang Tianyu e Yuan Yifan, i due vincitori della stagione inaugurale di grande successo della F1 Esports Series China Championship.
    Come per molti altri eventi, la F1 Esports Pro Series, che si svolgerà questo autunno, si è adatta alla pandemia di coronavirus in corso e sarà gestita a distanza nel 2020, con i concorrenti che correranno dalle proprie case o dalle factory dei teams, come nel caso di David Tonizza dalla Ferrari, campione dei piloti nel 2019.
    La Pro Series si svolgerà tra ottobre e dicembre, seguendo lo stesso formato della scorsa stagione con un campionato di 12 round composto da quattro eventi online con tre gare, con alcune differenze. Quest'anno, le gare si svolgeranno su F1 2020, su una distanza del 35%, e ci sarà anche un nuovo formato di qualificazione completo per la stagione 2020, che sarà in linea con il campionato del mondo di F1 nella vita reale. Il punteggio seguirà ancora una volta le regole del Campionato del mondo reale, con DHL, partner logistico ufficiale di F1, che premierà un punto extra al pilota con il giro più veloce.
    Prepariamoci quindi per otto trasmissioni in diretta, gare al mercoledì e giovedì per tutta la settimana dell'evento e anche sessioni di qualificazione in streaming live. Il tutto sempre sui canali social di F1 (Facebook, YouTube, Twitch e Huya), nonché su partner televisivi selezionati, con due spettacoli dal vivo per evento dalla Gfinity Arena.
     
    • By VELOCIPEDE
    • 102 views
    • 0 comments

    F1 2020 – Guida al circuito: Barcellona

    Nemmeno il momento di respirare dopo il doppio appuntamento di Silverstone che il Mondiale di F1 2020 è pronto a ricominciare la sua corsa con la prossima tappa prevista dal calendario iridato. Questo fine settimana, infatti, tutti gli appassionati della massima serie automobilistica potranno gustarsi il Gran Premio di Spagna, come da tradizione ospitato sullo storico circuito di Barcellona-Catalunya.
    Chiamata anche “il Montmelò” per la località in cui è stata costruita, questa pista nel tempo ha dato spettacolo grazie ad alcuni dei più grandi piloti del Circus iridato: come dimenticare il duello ruota a ruota tra Senna e Mansell nell’edizione inaugurale del 1991? Così come la vittoria di Michael Schumacher sotto la pioggia del Gran Premio del 1996, quando portò al successo la (poco) competitiva Ferrari F310, oppure quella al debutto di Pastor Maldonado con la Williams nel 2012. Insomma, siamo di fronte a un tracciato ricco di storia… che ora andremo a raccontarvi!

    BARCELLONA: SEDE PREFERITA PER I TEST
    Il circuito di Barcellona-Catalunya è stato costruito nel 1991 e ha iniziato ad ospitare il GP di Spagna nello stesso anno: si tratta di un tracciato che, nella configurazione attuale per la Formula 1, è lungo 4.655 metri e presenta 16 curve, molte delle quali da percorrere ad alta velocità. Per questo motivo i team sono costretti ad utilizzare setup ad elevata downforce per rendere competitive le loro vetture, il che impedisce a quest’ultime di raggiungere una top speed particolarmente alta sul rettilineo di partenza e arrivo.
    Nonostante ciò, i reparti corse del Circus iridato vedono il “Montmelò” come una galleria del vento a cielo aperto, il che lo rende la sede privilegiata per i test pre-stagionali di febbraio. Nei primi anni del suo utilizzo le possibilità di sorpasso su questo tracciato erano davvero elevate, perché le vetture potevano sfrecciare molto vicine l’una alle altre a partire dalle ultime due curve fino a tutto il rettifilo principale.

    Quando il bilanciamento aerodinamico è diventato una parte fondamentale di una monoposto di F1, questa caratteristica è tuttavia venuta a mancare sempre di più. Le turbolenze generate dalla vettura davanti, infatti, impediscono oggi a quelle che seguono di poter rimanere facilmente in scia, per un’azione di sorpasso ormai limitata esclusivamente all’utilizzo del DRS.
    Dopo il GP di San Marino del 1994, in cui persero la vita Roland Ratzenberger e Ayrton Senna, gli organizzatori decisero di rivedere il layout del “Montmelò”, ampliando le vie di fuga e sostituendo la variante Nissan con un tratto rettilineo, disponibile solo dall’edizione del 1995. Per favorire i sorpassi, inoltre, nel 2004 è stata modificata la morfologia delle curve La Caixa e Banc de Sabadell, mentre nel 2007 fu introdotta l’ultima chicane prima del traguardo, contraddistinta dalle curve Europcar e New Holland. L’ultima riasfaltatura, invece, risale al 2018, voluta dal Mondiale di MotoGP per aumentare il grip a disposizione durante il weekend di gara.

    BARCELLONA: IL CIRCUITO AI RAGGI X
    La pista di Barcellona-Catalunya inizia con il rettilineo di partenza, che di fatto rappresenta il punto preferito dai piloti per effettuare un sorpasso. Qui si può azionare l’ala mobile, che verrà disattivata automaticamente quando verrà premuto energicamente il pedale del freno in prossimità di curva 1: in questo punto si entra in una chicane da media velocità , in cui l’importante è uscire bene dalla seconda a sinistra a gas spalancato verso il curvone successivo.
    Dalla Elf si passa alla Renault, una lunga curva ad ampio raggio da percorrere in pieno fino a curva 4, la Repsol: molto simile alla mitica Parabolica di Monza, la traiettoria ideale richiede ai piloti di frenare in maniera ritardata per poi prendere l’apex in anticipo rispetto al solito, in modo da lanciarsi a tutta velocità verso la curva più lenta del circuito, la Seat.

    A seguire le monoposto di F1 dovranno affrontare un settore che prima si dirige in discesa e poi ritorna in salita con le curve 7 e 8, che formano una piccola chicane in cui bisogna stare attenti ai cordoli in uscita. Il motivo? Questi possono rovinare il fondo e le sospensioni delle vetture a causa della forte compressione, portandole in alcuni casi in testacoda quando si esagera con l’acceleratore.
    A questo punto è il momento di affrontare la Campsa, una curva a destra velocissima in cui inizialmente non si riesce a vedere il punto di corda. Da percorrere in pieno, questa conduce su un piccolo rettilineo che termina a La Caixa, tornantino a sinistra da seconda marcia che introduce successivamente nell’ultimo settore del circuito.
    Dopo una prima curva a sinistra i piloti di F1 si dirigono di nuovo in salita, per poi aggredire l’ultima chicane che è stata ridisegnata dal noto ingegnere tedesco Hermann Tilke. Il suo scopo è quello di abbassare la velocità di uscita verso il rettilineo principale, in modo da aumentare l’azione in pista e, possibilmente, le opportunità di sorpasso, di solito limitate alle sole zone predisposte per l’utilizzo del DRS.

    BARCELLONA: ATTENZIONE ALLE TEMPERATURE
    La presenza di diverse curve da percorrere ad alta velocità costringe gli ingegneri ad utilizzare assetti da elevato carico aerodinamico sul circuito di Barcellona: i reparti corse con vetture il più possibile efficienti in termini di downforce potranno di conseguenza azzardare degli angoli di incidenza per gli alettoni più estremi, al fine di favorire il più possibile la velocità massima in rettilineo.
    Benchè questa pista non metta particolarmente alla frusta le power unit, dal momento che l’utilizzo dell’acceleratore è limitato solamente al 50% di un giro completo, i team dovranno prestare attenzione alla temperatura ambientale, nonché all’elevato consumo degli pneumatici sulla distanza di gara. L’asfalto abrasivo del “Montmelò”, infatti, comporta forti sollecitazioni sulle gomme della Pirelli, che in Spagna porterà le tre mescole più dure della gamma P Zero: le C1 (Hard), le C2 (Medium) e le C3 (Soft). I carichi che dovranno sostenere hanno inoltre indotto il fornitore italiano ad alzare le pressioni medie, il che richiederà un’ulteriore attenzione alla gestione delle coperture durante l’intero Gran Premio. 

    BARCELLONA: I FATTI STORICI PIÙ IMPORTANTI
    Fin dalla sua introduzione nel calendario di Formula 1, il circuito di Barcellona-Catalunya si è distinto per alcuni avvenimenti che sono entrati nella Hall of Fame della massima categoria. Nell’edizione inaugurale del 1991 Ayrton Senna e Nigel Mansell percorsero l’intero rettilineo uno di fianco all’altro alla velocità di oltre 300 km/h, con il pilota britannico alla fine capace di superare all’ultimo il rivale brasiliano.

    Nel 1994, invece, Michael Schumacher riuscì a raggiungere il secondo gradino del podio nonostante una Benetton bloccata in quinta marcia per oltre metà gara, a cui seguì la vittoria con la Ferrari durante il diluvio dell’edizione del 1996. Nel 2001, invece, la McLaren-Mercedes di Mika Hakkinen lasciò a piedi il finlandese proprio all’ultimo giro per un problema alla frizione, spianando la strada proprio al Kaiser di Kerpen.

    Da ricordare inoltre l’edizione del 2006, che incoronò Fernando Alonso, all’epoca pilota della Renault, come il primo spagnolo di F1 a trionfare “in casa” sulla pista catalana. In tempi recenti, invece, il “Montmelò” ha incoronato vincitori due debuttanti d’eccezione: nel 2012 il venezuelano Pastor Maldonado (per lui fu il primo, e unico, successo con la Williams), nel 2016 un giovanissimo Max Verstappen alla sua prima gara in assoluto nel Circus iridato con la Red Bull.

    Passando dalle quattro alle due ruote, la pista di Barcellona è ricordata per lo splendido duello tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo durante l’edizione del 2009, con il “Dottore” capace di beffare il compagno di squadra grazie a quell’incredibile sorpasso effettuato all’ultima curva prima del traguardo. Nel 2016, invece, Luis Salom fu vittima di uno spaventoso incidente in curva 12, che gli costò successivamente la vita: questo convinse la FIM a cambiare il layout utilizzato dal Motomondiale, che passò su quello utilizzato dalla F1 fino al 2006.

    E ora… le statistiche: il primato assoluto in qualifica del “Montmelò” appartiene a Valtteri Bottas, siglato con la Mercedes nel 2019 in 1’15’’406, mentre quello in gara porta la firma dell’australiano Daniel Ricciardo, ottenuto con la Red Bull in 1’18’’441. Il pilota più vincente su questa pista è ancora Michael Schumacher con ben sei successi all’attivo, seguito da Lewis Hamilton (quattro) e da Mika Hakkinen (tre). La scuderia più prestigiosa, invece, è la Ferrari, con otto trionfi davanti alla Williams (sei) e alla Mercedes (cinque).
    Ma quali sono i segreti di guida per centrare un ottimo tempo sul circuito di Barcellona? Come negli appuntamenti precedenti ce lo spiega Esteban Gutierrez, con il tradizionale appuntamento del team Mercedes AMG Petronas e il videogioco ufficiale della Codemasters F1 2020: buona visione!
     
    • By Giulio Scrinzi
    • 90 views
    • 0 comments
  • Who's Online   15 Members, 0 Anonymous, 126 Guests (See full list)

    • Federico#73
    • ratinacage
    • Morguez
    • Alberto Mondini
    • Temougyn
    • Gambero
    • MomoMouser
    • Alessio Centonze
    • HiroSayo
    • mau
    • frank3345
    • Peach
    • Dieghito07
    • Benbkf Bkf
    • jakobdylan


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.