Jump to content
DrivingItalia.NET fa parte del network di

Search the Community

Showing results for tags 'dlc'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Generale
    • Annunci Staff
    • OT - Di Tutto Di Piu'
    • Vendo Compro Scambio!
    • Hardware - Software
    • Modellismo
    • Multimedia
  • Real Racing
    • Real Motorsport Forum
    • Due ruote
    • Segnalazione Eventi - Raduni
  • Simulazioni Di Guida
    • Sezione DOWNLOAD
    • Setup Public Library
    • Generale
    • Simulatori by KUNOS SIMULAZIONI
    • Simulatori by ISI
    • Simulatori by Reiza Studios
    • Simulatori by Sector3 - Simbin
    • Simulatori by Slightly Mad Studios
    • Formula 1 by Codemasters
    • iRacing Motorsport Simulations
    • Simulatori Karting
    • Rally
    • Serie Papyrus: GPL, Nascar 2003...
    • Live for Speed
    • Serie GPX by Crammond
    • Due ruote: GP Bikes, SBK, GP500 e altri...
    • Console Corner
    • Simulazione Manageriale
  • Online & Live SimRacing
    • Driving Simulation Center
    • Gare
    • DrivingItalia Champs & Races

Calendars

  • DrivingItalia.NET Calendar

Categories

  • Assetto Corsa
    • APPS
    • Open Wheelers Mods
    • Cover Wheelers Mods
    • Cars Skins
    • Miscellaneous
    • Sound
    • Template
    • Track
  • Automobilista
    • Cars
    • Tracks
    • Patch & addon
  • F1 2017 Codemasters
    • mods & addons
    • patch
  • GP Bikes
    • Skins
    • Tracks
  • GTR 2
    • Car Skin
    • Cover wheel Mods
    • Open wheel Mods
    • Patch & addons
    • Setups
    • Sound
    • Tracks
  • Kart Racing Pro
    • Tracks
    • Graphic Skins
    • Setups
  • netKar PRO
    • Tracks
    • Patch & addons
    • Setups
    • Track Update
    • Cars & Skin
  • rFactor2
    • Official ISI Files
    • CarSkin
    • Cover Wheel Mod
    • Open Wheel Mod
    • Patch & addons
    • Setup
    • Sound
    • Tracks

Categories

  • Software
  • Hardware
  • Modding
  • Addons
  • Web
  • Champs & Races
  • Sport
  • Live events

Marker Groups

  • Members

Location


Interests


GTR 2002 Rank


GPL Rank


Nascar Rank


Come hai trovato DrivingItalia.NET?

Found 39 results

  1. Nell’anno del 70° anniversario, Assetto Corsa celebra il mito della Ferrari con un DLC tutto in rosso, capace di emozionare solo a vista. Sette delle più autentiche e meravigliose Ferrari, dagli anni ’60 a oggi, saranno abbastanza da accontentare i fan di tutto il mondo? “Ci sono auto che entrano di diritto nella leggenda, e poi ci sono auto che scrivono la storia e danno inizio alla leggenda stessa... ” È questo, ciò che oggi la Ferrari rappresenta, come marchio automobilistico. Leggenda. Sì, perché da quando è arrivata sulle nostre strade la prima vettura di Maranello, settant’anni or sono, le emozioni più disparate hanno fatto capolino nei cuori e nelle menti di ogni appassionato di auto e di corse, lasciando un segno indelebile in ciascuno di noi. Non a caso Ferrari è ancora oggi il brand automobilistico più famoso e riconosciuto al mondo, in generale quasi quanto Coca Cola o McDonald’s. Il motivo? Passione e amore per ogni creatura che esce dalla fabbrica; una maniacalità impressionante per la ricerca della velocità e del cosiddetto “thrill of driving”, in altre parole il brivido, che solo la guida di auto eccitanti sa provocare. Ecco perché scrivere un articolo, una semplice recensione non sarebbe abbastanza, non farebbe giustizia a ciò che queste vetture rappresentano nella realtà, anche virtuale. Per questo motivo voglio raccontare ogni auto, trasmettere la passione che si nasconde dentro ogni abitacolo e scoprire se alla Kunos sono riusciti nell’impresa di catturare tutte queste emozioni che circondano il Cavallino Rampante, da settanta anni a questa parte. In ordine cronologico, da colei che ha dato vita al mito fino all’ultima arrivata, quella che tutti i tifosi sperano in cuor loro riporti la Ferrari in auge, sul gradino più alto del podio. Correva l’anno 1962. L’Italia si apprestava a vivere i suoi ruggenti anni ’60 e il mondo assisteva alla fine della Crisi missilistica di Cuba. A Maranello però, un certo Enzo Ferrari decideva che era ora di mostrare al pubblico e portare sulle strade ma soprattutto le piste di ogni Paese, la sua nuova fiamma, la mitica 250 GTO. Gran Turismo Omologata. Perché per poter correre in pista, doveva prima, obbligatoriamente, essere omologata per l’uso stradale. Una vettura dalla bellezza raffinata, capace di lasciare a bocca aperta chiunque si presenti al suo cospetto, come una lady vestita di tutto punto che scende le scale dorate del palazzo reale. Abbaglia e colpisce, ma non è sola estetica: questa 250 GTO è anche potenza, velocità e aggressività. Basta un colpo sull’acceleratore per avere i brividi: il V12 urla, echeggia e tramortisce le orecchie con un’armonia spensierata che non ha eguali. Difficile riprodurre alla perfezione tale suono inconfondibile, ma di là di tutto, la Kunos ci è riuscita e se son qui a raccontarvelo è perché il lavoro è stato fatto a dovere. Così come la vista resta ammagliata da tale splendore e l’udito catturato da meravigliosa musica, le mani e le braccia esultano alla guida di questo vero capolavoro. È un continuo susseguirsi di correzioni, destra-sinistra, nel tentativo di tenere a bada gli oltre 300 cavalli scalpitanti sotto il lungo maestoso cofano. È divertente da guidare, sì, ma è ancor di più emozionante spingerla al limite in ogni curva, giacché abbiamo la fortuna di non dover pagare milioni di euro in danni. Per domarla servono destrezza e forza, perché il posteriore tende al sovrasterzo quasi in ogni dove e il possente motore 3 litri vuole scappare uscendo da qualsiasi curva. È con brutalità (attraverso le mani) e delicatezza (attraverso i piedi) che si gioisce a ogni giro, e alla fine si sorride, si esulta e si dice: <<Grazie! È un onore guidare questo gioiello!>>. La 250 GTO, del resto, è un’auto mistica, con un’aura indissolubile tutt’attorno e sono sicuro che resterà per sempre nella storia e nella leggenda; anche nel 2385 se ne ricorderanno, quando verrà stipata in un museo digitale o impiantata direttamente nelle menti di chi sarà sopravvissuto. Cinque anni dopo circa, dopo aver collezionato numerose vittorie nella classe GT, la Ferrari si trova a combattere faticosamente nel mondiale di Formula Uno con la mirabolante 312/67. Dovevano essere anni vincenti, invece la casa di Maranello faticava a portare sul gradino più in alto, non solo il pilota ma la sua vettura. Ciò che colpisce al primo sguardo è l’enorme, immenso motore posto letteralmente dietro le spalle del pilota: un possente V12 che eroga la strabiliante cifra di 390 cavalli. Si resta quasi confusi osservando tutti quei tubi che scorrono e che si tramutano poi negli scarichi; ma la Ferrari è anche questo: un insieme di emozioni che ti fanno girare e perdere la testa. Guidandola è ancor più evidente tutto questo. Lo sterzo morbido ma pesante, poco preciso ma tagliente quando serve, e la potenza esuberante che le gomme Firestone dell’epoca scaricano a terra, riescono a scalfire anche gli animi più freddi. Guidarla al Nordschleife è semplicemente godurioso, pura follia che si trasforma in insaziabile soddisfazione. Il tutto coniugato da una melodia rauca che giunge dal retrotreno. Impossibile non amarla, impossibile non smettere di gioire. Non sarà stata la monoposto più fortunata, ma di sicuro dona qualcosa che le nuove generazioni non sanno dare: un mix scellerato di emozioni, pure e pienamente vintage. La adoro, ecco, lo ammetto. Nello stesso anno, dall’altra parte del mondo, in quel di Daytona, nasceva un altro mito. Una vettura che avrebbe vinto il campionato costruttori e dato finalmente del filo da torcere all’eterna rivale Ford GT40. Sto parlando della gloriosa, magnifica Ferrari 330 P4. Ritenuta ancora oggi una delle vetture prototipo più belle di tutti i tempi, la 330 P4 (qui in versione Barchetta) riuscì a imporsi grazie ad alcune migliorie apportate rispetto alla generazione precedente, su tutte il nuovo sistema di sospensioni e il passaggio da due a tre valvole per cilindro. L’ormai classico V12 poteva così esprimere tutto il suo potenziale e noi, oggi, lo possiamo ascoltare con le cuffie o lo stereo a palla, in tutta la sua esplosività: una vera e propria Woodstock a quattro ruote, insomma. Eppure il vero fattore che fa impazzire tutt’oggi l’intero mondo di appassionati è fuori, è la linea, la splendida e graziosa carrozzeria in alluminio che avvolge il telaio in tubi d’acciaio. Plasmata per essere efficiente alle alte velocità, è semplicemente un meraviglioso capolavoro di arte moderna, e antica. In essa si fondono gli stili ricercati e aggraziati del Rinascimento, con la semplicità e tecnologia dell’era moderna. È sempre un tuffo al cuore vederla, e se dal vivo lascia di stucco, sul PC è altrettanto sbalorditiva e poterla guidare, beh, è qualcosa di emozionante, senza ombra di dubbio. Non è particolarmente esigente, si controlla con più facilità rispetto alla 312 F1 ma la velocità che raggiunge e i freni poco potenti sono un’arma a doppio taglio che mette in difficoltà le prime volte in pista. Non basta quindi accontentarsi né ci si deve stizzire, ma guidare l’auto com’era guidata cinquant’anni or sono da quei valorosi piloti che hanno potuto e saputo scrivere pagine di storia del motor sport a bordo di questa meraviglia. Trovata la chiave di volta è sorprendente come entri in maniera azzardata e precisa sia nelle curve più lente sia soprattutto in quelle veloci come la vecchia Curva Grande di Monza 1966. Frenando in leggero anticipo e cogliendo l’attimo giusto, si riesce a portare tanta velocità in curva e grazie alle sospensioni davvero all’avanguardia per quei tempi, si può condurre l’auto senza fatica. Certo qualche leggera controsterzata è di buon aiuto ma non si percepisce quell’essere in bilico perenne che invece si provava sulla 250 GTO o sulla 312 F1. Nonostante fossero gli stessi anni dello stallo in F1, c’era già evoluzione in altri settori e la 330 P4 ne è un lampante esempio. Facciamo un balzo in avanti di diciassette anni, siamo nel 1984 e la Scuderia Ferrari è ormai sinonimo di Motorsport a quattro ruote, che si tratti di Formula Uno, piuttosto che Endurance o quant’altro. Un binomio, un’equazione potremmo definirla. Eppure secondo i piani di Enzo Ferrari mancava qualcosa sulle strade che potesse eguagliare il successo in pista; vi era la necessità di innovare, ma soprattutto di osare anche tra la gente “comune”. Ecco quindi nascere l’entusiasmante Ferrari GTO (altresì conosciuta col prefisso 288): una bestia da 400 cv, erogati prepotentemente e non linearmente dal V8 sovralimentato posto dietro i sedili, custodito come un faraone da un sarcofago di kevlar forato. E non c’è sostantivo più azzeccato di “bestia” per questa esuberante vettura, difficile da domare, facile da perdere in un batter d’occhio. Merito (o demerito) del doppio turbocompressore che eroga tutta la potenza senza uno schema preciso e allora ci si ritrova a essere improvvisamente in un rodeo su quattro ruote; altro che darsi all’ippica, qui i cavalli scalpitano come non mai, in un trionfo di traversi che rimandano alla sua futura erede, la F40. Solo che in questo caso non c’è nemmeno l’aerodinamica a dare una mano, sta tutto nella sensibilità di chi è dietro il volante e riuscire a raggiungere il limite sembra un’impresa. Tuttavia è così soddisfacente il provarci, l’errare, il correggere ogni volta il muso che vorrebbe andare verso l’interno della curva. È un’emozione differente, è una sfida e anche per questo la GTO ricorda le vetture da corsa alle quali vorrebbe assomigliare tanto. Eppure, all’epoca, grazie alle novità derivate dal mondo della F1, divenne immediatamente un punto di riferimento nel mondo delle supercar e oggi, possiamo goderne anche noi di questa pazzia tinta in Rosso Ferrari o Giallo Modena. Porta con sé l’anima battagliera delle auto del Cavallino del passato, e condisce questo suo essere aggressiva con un telaio ricercato e una carrozzeria dallo stile inconfondibile. È lo stile di Pininfarina, uno stile affilato, mai scontato né stancante. Ci sono i fari a scomparsa caratteristici di quegli anni, ci sono i cerchi “a stella” che tanto andavano di moda sulle Ferrari, ci sono numerose prese d’aria per far respirare il motore. Questa vettura è ciò che desiderava il Drake, un concentrato di passione per amanti della guida veri, per dei puristi insomma. Passano gli anni, ma non passa mai la voglia innata in casa Ferrari di vincere, soprattutto in quello che è l’apice del motor sport, la Formula Uno. Difficile dire quale monoposto sia la più amata dai tifosi del Cavallino, ma di sicuro, la F2004 che ha regalato un’ultima volta il titolo a Michael Schumacher, è di diritto una delle più papabili. Forse è per via del suo palmares (15 vittorie su 18 gare e 12 pole), forse è per il suo appeal o forse proprio perché a guidarla, è stato un marziano della F1 quale appunto Schumi. Sta di fatto che non è possibile restare impassibili di fronte alla bellezza mista ad agonismo che esprime la monoposto in questione. Linee pulite, aerodinamica a un occhio poco esperto banale ma in verità ricercata; una vettura pressoché perfetta, costruita per garantire al meglio la trazione (il TC era d’obbligo in quegli anni) e per essere la più agile, rapida e veloce possibile su ogni circuito. Mossa da un acutissimo V10 dalla potenza di 930 cv è ancora oggi una delle monoposto di F1 più veloci ed elettrizzanti. È un piacere, quasi un onore poterla guidare. Compiacersi delle traiettorie precisissime che è in grado di percorrere diventa immediatamente un’abitudine, è come una droga e più la guido più mi trascina in un vortice emozionale dal quale è difficile uscirne. Si resta sopraffatti dall’eco del V10, ormai abituati al ronzio dei turbo moderni e allo stesso tempo si è incollati al volante e allo schermo, nel tentativo di emulare le gesta di un pilota immortale. Gli stessi Kunos hanno voluto che questa vettura fosse rappresentata nel miglior modo possibile affinché fosse un omaggio al campione tedesco e ci sono perfettamente riusciti, in ogni aspetto. Emoziona all’orecchio, alla vista (per via dei ricordi che riaffiorano la mente) e soprattutto emoziona alla guida: è facile innamorarsene, nonostante non sia così impegnativa come ci si aspetterebbe da una monoposto di F1, ma proprio per questo ci fa capire quanto sia eccitante, da cardiopalma, portare a spasso una vettura del genere. Lei e la 250 GT0 sono l’anima del DLC, sono l’ode perfetta per la storia che la Ferrari racconta da 70 anni, ogni giorno, ogni anno. Lei, la F2004, è un concentrato di adrenalina pura. Basta questo... ed è subito amore. Il bello delle leggende è che non finiscono mai e la Ferrari ne è il miglior esempio. Siamo giunti, infatti, al 2017, l’anno corrente e la casa di Maranello ha deciso di rendere omaggio alla sua infinita storia con due modelli in particolare, uno per la strada e uno per la pista. E’ così che da una parte abbiamo la “non-proprio-lenta” 812 Superfast e dall’altra la hyper-tecnologica SF70H. Due vetture che hanno il grosso, impegnativo compito di rendere giustizia alla leggenda, al mito. L’una, la 812 Superfast, è la Ferrari stradale più potente di sempre (escludendo la LaFerrari che però è equipaggiata con il KERS). Ha la bellezza di 800 cavalli, un V12 che grida più di una scimmia urlatrice e un’estetica che magari non farà impazzire, ma di certo colpisce anche chi delle Ferrari amante non è. Questa auto è l’erede della F12 Berlinetta, le forme lo lasciano intuire, ma ogni dettaglio è diverso, più in linea con lo stile delle ultime Ferrari. Può piacere, può non farlo; ma come precedentemente detto, non passa di certo inosservata. I fari cattivi e protratti verso l’interno del muso, la coda tronca e concava, le curve armoniose che ballano tutte intorno all’abitacolo, sono i punti di forza di un’auto che per la verità, vuole mettere in mostra più ciò che sta sotto rispetto a ciò che sta fuori. E allora, in pista, in modalità “RACE” (sulla sinistra del cruscotto si può notare questo particolare) si lascia strapazzare alla grande: volendo affrontare le curve con precisione chirurgica l’avantreno si comporta come un bisturi affilatissimo intento a scalfire i cordoli e l’asfalto sotto di sé. Al contrario, se si vuole metterla di traverso (cercando di imitare quel mago della guida che è Chris Harris) ce lo concede, diventa improvvisamente divertente ed esplosiva, tanto da stampare sulla mia faccia un gran bel sorriso. È ciò che ogni Ferrari dovrebbe essere oggi, nel 2017: spregiudicata a tratti, composta e precisa il resto delle volte. È sorprendente ed è davvero, davvero, davvero BELLA da guidare... sempre. L’altra, l’ultima di questa breve cronistoria, è la monoposto che sei mesi fa è uscita dalla galleria del vento di Maranello: la SF70H. Nell’anno dei cambiamenti al regolamento, la Ferrari osa, forse più di tutti, nel tentativo di tornare lassù sul gradino più alto del podio, davanti alle Frecce d’argento. È ancora presto per scoprire se riuscirà in quest’impresa, chi tifa Rosso lo spera ardentemente, ma intanto noi, seduti comodi comodi a casa, possiamo provare l’ebbrezza di sfrecciare ad altissima velocità fra i cordoli di decine di piste. La SF70H, infatti, è un missile, lo è per davvero, anche comparata alla F2004 e lo è soprattutto in curva, dove scatena tutta la sua ferocia mediante quattro gomme enormi e con incredibile grip. Lascia senza fiato nonostante il sound non sia dei migliori: non è accattivante, non è mordente, manca di quel brio, quel pathos che le F1 aspirate avevano. Non per colpa dei Kunos, che al contrario su questa monoposto hanno fatto un lavoro egregio, ma per via dell’ormai noto difetto che queste power unit super tecnologiche hanno: il suono mediocre. E proprio nonostante questo difetto la SF70H impressiona, sbalordisce e diverte: nelle curve più emozionanti del mondo, come a Silverstone o a Spa o a Catalunya, è fulminea nei cambi di direzione, è “mindblowing” direbbero gli inglesi, è semplicemente pazzesca. Rispetto alla F2004 però non ci sono i controlli che aiutano a gestire tutta la potenza quindi bisogna dosare sapientemente il gas, la si deve conoscere più a fondo e non ci si può gettare a capofitto, così, senza remore. Una volta fatta la sua conoscenza, però, si capisce in parte perché tutti i piloti di F1 di quest’anno siano contentissimi di guidare queste monoposto: sono elettrizzanti. E questa Ferrari è davvero un concentrato di passione, tecnologia, velocità, esperienza, fame di vittoria e... leggenda. Alla fine di questo viaggio virtuale, se così vogliamo chiamarlo, resto un attimo a pensare. Penso e rifletto sulle vetture che ho guidato, su ciò che mi hanno regalato in termini di emozioni e sensazioni. Penso che davvero la Ferrari sia un mito, una leggenda dell’automobilismo. Ha riscritto la storia, è diventata un benchmark per chiunque nel mondo delle supercar e non solo; ma la cosa più strepitosa è che l’ha fatto da sempre con estrema passione e col cuore di chi ama il motor sport. Certo, è cambiata nel corso degli anni, ha vissuto alti e bassi che non ho potuto né magari saputo descrivere al meglio, ma ha sempre sorpreso in un modo o nell’altro. E queste sette meravigliose vetture ne sono la prova. A chi dice che alla Kunos potevano includere altri modelli io rispondo: sì, è vero, per esempio non mi va giù che manchi la F50, ma i sei modelli da loro scelti rappresentano alla perfezione ciò che è la storia del Cavallino Rampante e non dimentichiamoci che il marketing detta legge in questi periodi e che la settima vettura, la SF70H, è stata scelta dalla community. Io, quindi, ringrazierei il team per l’opportunità data a tutti noi appassionati di auto e sim del mondo, ricordando che la Ferrari non è solo un marchio, non sono solo opere d’ingegneria meccanica, no. La Ferrari E’ l’automobilismo, la Ferrari E’ un capolavoro a quattro ruote, la Ferrari E’ amore per le auto. Per commenti e discussioni fate riferimento a questo topic del forum. A cura di Mauro Stefanoni
  2. Il team SCS Software ha appena annunciato una gustosa novità in arrivo entro quest'anno per il suo Euro Truck Simulator 2, apprezzatissimo simulatore di guida dedicato al mondo dei camion e dei trasporti ambientato in Europa. Euro Truck Simulator 2: Italia è il nome scelto per il nuovo DLC, che ovviamente ci permetterà (finalmente!) di girovagare con il nostro amato truck per varie città ed ambientazioni del nord della nostra penisola. Come vedete dai primi screens di anteprima, la cura realizzativa è come sempre al massimo livello! Bella Italia We are proud to announce the "Euro Truck Simulator 2: Italia" map expansion. Our ETS2 map design team is working on it with maximum effort, and we are looking forward to bringing you our rendition of beautiful Italy with its rich history and modern industry. You are most likely aware that the game already contains several cities from northern Italy. These areas of the game world will receive an extra layer of polish to coincide with the DLC release so even players who decide to wait with the purchase of the new DLC will benefit from a partial upgrade of the game map. Our map designers have fallen in love with the new region right from the research stages - there are so many diverse environments to combine! From tall mountains to the shores of the seas, from manicured farmland to wilder and more arid places, it was clear that we are looking at quite a challenging and demanding task. We tried our best to depict the typical features of Italy from behind the wheel, like roads leading through the Apennines, where tunnels and bridges alternate with scenic vistas and curvy segments, opening the view to distant horizons. The geography and shape of Italy have also led to a relatively high concentration of cities and industries in the new DLC. If everything goes according to the plan, we expect to release this latest Euro Truck Simulator 2 map expansion towards the end of this year. We hope that you will be as excited about our work as we are, and appreciate our efforts to show Italy for what it is: Bella Italia!
  3. Il “Ready To Race” pack uscito pochi giorni fa è balzato subito in vetta alla classifica dei DLC più venduti su Steam e come descritto nella prima parte, offre una buona dose di emozioni. Sarà così anche per le restanti cinque auto? Non vi resta che proseguire nella lettura. Se siete rimasti piacevolmente colpiti dalle prime cinque vetture del DLC, resterete con l’acquolina in bocca dopo aver scoperto le prossime che vi sto per descrivere. La prima parte si è concentrata, infatti, sulle vetture di casa Audi e ha visto l’irruzione della scattante Lotus, tutte auto che condividono un DNA prettamente corsaiolo. Il pacchetto però prevede anche un paio di auto “anomale”, una stradale e una da rally. Avanziamo come sempre con calma e iniziamo con una vettura da competizione la cui fama la precede di chilometri. È lei, signore e signori: è la mitica, bellissima, sfarzosa, Maserati MC12 GT1. Molti di voi la ricorderanno come protagonista assoluta di un “vecchio” simulatore dal nome GTR2, altri la riconosceranno perché vincitrice di un campionato FIA GT combattutissimo, al pari della cugina 575 Maranello (che speriamo venga aggiunta anch’essa su AC). Questa belva da oltre 750cv ha un sound epico, urla, sprizza esagerazione da tutti i pori e scarichi; il motore deriva dal V12 Ferrari presente sulla Enzo e ha tanta, tanta coppia che lì per lì è piuttosto difficile domare. Serve concentrazione, pazienza e ancor di più ci si deve immergere completamente in quell’atmosfera idilliaca che circonda questa vettura così desiderata. È proprio vero, non è facilissima da guidare, di default bisogna essere delicati su acceleratore, sterzo e freni; questi ultimi non sono potentissimi a dire il vero e richiedono staccate leggermente anticipate per non finire nella sabbia o sull’erba. Man mano che ci si fa l’abitudine, diventa però sempre più emozionante e nonostante siano di annate differenti, è divertente proporre la sfida con la Porsche 911 GT1. Anche solo per le emozioni che suscita, quest’auto varrebbe l’intero pacchetto, perché è riprodotta egregiamente, dentro e fuori; e il boato che sprigiona mette i brividi. Passiamo ora al vaglio una delle due auto definite in precedenza “anomale”: è tempo quindi di parlare della versatile McLaren 570S. Versatile perché non è solo una supercar con centinaia di cavalli dietro l’abitacolo, ma è anche una granturismo comoda e in pista sa trasformarsi in una vera e propria macchina da traversi. Il telaio è davvero buono: grazie all’ottima fisica di AC possiamo sentire lo spostamento di pesi e inserire con precisione in curva la Macca. Con i controlli attivati è piuttosto neutra nello stile di guida, anche se con il TC impostato a 2, tende al sovrasterzo; niente di fastidioso o impossibile da gestire però: al contrario, l’ottimo bilanciamento della vettura fa sì che anche durante le derapate più aggressive si possa riprendere il controllo con facilità. Peccato per il sound poco convincente, dovuto di sicuro al turbo poco vivace ma anche a un campionamento che in questo caso mette in luce ahimè, i suoi difetti. Tutto sommato siamo di fronte ad una vettura molto bella da guidare, quasi sorprendente, che è sicuramente tra le stradali più interessanti presenti sul simulatore di casa Kunos. L’ottava vettura del pacchetto è una delle più spettacolari e intriganti, è la fenomenale McLaren P1 GTR. Questa vettura nasce sulla base della P1 stradale (già presente in AC) ma viene poi drammaticamente rivisitata per migliorarne aderenza, aerodinamica, peso e maneggevolezza. La P1 GTR, infatti, della versione stradale eredita solo le forme e l’impianto di propulsione: una vera e propria “power unit” che sprigiona, in questa versione “track only”, quasi mille cavalli. Di fatti la bestia di Woking in questione è diretta rivale della FXXK di Maranello. Che cosa ha di speciale questa vettura? Beh, anzitutto il suono che esce dagli scarichi sputa fiamme in titanio è fantastico, e rispetto alla 570S è molto più definito e gradevole; però la differenza la fanno potenza e trazione. La prima è spaventosa, la seconda permette di gestire con tranquillità l’esuberanza della McLaren, fermo restando che si scelga di mantenere il TC su 1. Perché nel momento in cui si va a eliminare ogni sorta di aiuto, bisogna domarla questa bestia, in un modo o nell’altro. E a SPA, dove l’ho testata a dovere, è davvero emozionante; non riesce a percorrere in pieno la mitica Eau-Rouge, però le velocità di percorrenza in generale non sono proprio basse, per usare un eufemismo. Merita, eccome, ed è tra le auto del DLC più riuscite in generale. Sperando che sia utilizzata a dovere anche online e non finisca nel dimenticatoio come capitato ad altre vetture simili. Ci spostiamo ora nella terra del Sol Levante, in casa Toyota per la precisione. La prima delle due auto aggiunte è, come nel caso della 570S, “anomala”: si tratta, infatti, della Celica ST185 Turbo, colei che vinse per due anni consecutivi (nel ’93 e nel ’94) il campionato mondiale di rally. Ebbene, questa è la seconda vettura ufficiale Kunos facente parte del mondo sterrato e che bomba che è. Ha uno dei sound più eccezionali fra tutte: è dettagliato, pieno, cattivo, esaltante; sia dall’interno dell’abitacolo (dove regna il “wooosh” del turbocompressore) sia dall’esterno, dal cui scarico esce quella voce acuta e frastagliata tipica delle auto da rally. Per non parlare di quei “pop & bang” quando si rilascia l’acceleratore. E per quanto riguarda la guida? È divertente, ve lo garantisco e per di più ha il freno a mano, quindi si appresta ad affrontare tornanti e curve di traverso. È una goduria. L’unico difetto è il motore che non è molto vigoroso, ma le marce corte la rendono perfetta per circuiti o tracciati angusti e tortuosi. Nonostante Assetto Corsa sia prevalentemente un simulatore di auto da corsa e stradali, la Celica (così come l’Audi S1) trova assolutamente spazio e sa il fatto suo. Sono sicuro che in molti server sarà proposta per divertirsi in gruppo. Ultima vettura del DLC è la diretta avversaria della già citata astronave Audi R18, sto parlando ovviamente della Toyota TS040 Hybrid. Come suggerisce il nome, anch’essa è una LMP1 ibrida, mossa rispetto alla rivale tedesca, da un V8 aspirato che emette un suono alquanto più piacevole e frizzante. Insieme alla parte termica è affiancata una doppia componente elettrica, posta sia all’anteriore sia al posteriore della vettura. La TS040 scatta così con una velocità folle e mantiene tale andatura SEMPRE. Si distingue dalla R18 non solo per il suono e per il motore, ma anche per la natura più vivace: il suo retrotreno è più ballerino e in uscita dalle curve è fondamentale prestare attenzione e sfruttare sapientemente il surplus di potenza scaturito dal sistema elettrico, che dà un vero e proprio calcio nel posteriore. Al pari dell’altro prototipo del pacchetto, anche questa Toyota è in grado di sbalordire e va a completare la line-up di monoposto LMP1 che ora permette di cimentarsi in gare di endurance più complete, affollate e realistiche. Che dire... questo ennesimo bel DLC di Assetto Corsa ha fatto centro, grazie alla varietà di vetture e nonostante la mancanza di una vera e propria chicca, come lo era stata, per esempio, la Ferrari SF-15T del Red Pack. Oggettivamente è un pacchetto di auto solido e di alta qualità, anche se poi il discorso è sempre molto soggettivo per la presenza di macchine che possono o no piacere a pelle. Se si è appassionati di auto, non si può che essere contenti di queste aggiunte; il punto fondamentale è che ogni auto sia riprodotta in modo tale da saper trasferire delle emozioni vere e pure al pilota virtuale. E in questo “Ready To Race” pack ci sono molte sorprese e le auto son certamente degne di essere guidate. Commenti e discussioni sul forum A cura di Mauro Stefanoni
  4. Contemporaneamente all’aggiornamento 1.14 per Assetto Corsa (PC) è stato rilasciato anche il nuovo e attesissimo DLC “Ready To Race”, che ci permette di guidare ben dieci vetture di ogni tipo e categoria. Se non siete ancora decisi sull’acquisto di questo pacchetto, o se semplicemente volete confrontare le vostre impressioni, leggete qui la prima di due intense e corpose parti. Nel corso degli ultimi quattro anni, da quando il simulatore italiano è sbarcato su Steam, i Kunos ci hanno abituato a degli standard piuttosto elevati per quanto riguarda i contenuti aggiuntivi, gratis o a pagamento che fossero. E se l’ultimo DLC a memoria risale al dicembre scorso (era il terzo Porsche Pack), di addizioni gratis ne abbiamo ricevute alcune tra Febbraio e Marzo (Highlands, Audi Quattro S1 e la Mazda 787 su tutte). Questo di cui stiamo parlando ora, è quindi il primo DLC a pagamento da parecchi mesi e introduce ben dieci spettacolari vetture; un bel bottino di auto insomma, che coincide col ritorno alla tanto amata formula di una vettura al costo di 75cent circa. Economicamente parlando quindi, è piuttosto interessante. Ciò che ci interessa (e che soprattutto interessa voi che state leggendo), è però il succo di questo pacchetto; allora non mi resta che iniziare a raccontarvi, macchina dopo macchina, le caratteristiche del nuovo “Ready to race” DLC. Andiamo in ordine alfabetico per quanto riguarda i costruttori interessati, e partiamo quindi dall’Audi R8 LMS 2016, una vettura appartenente alla classe GT3, che è pronta a scomodare altre grandi come la McLaren 650S o la Ferrari 488 GT3, giusto per citarne un paio. Il vero fardello che si deve togliere di dosso quest’auto, però, è l’essere migliore della sua “antenata”, l’ormai pensionata R8 LMS Ultra. Bastano pochi istanti alla guida per rendersi conto che siamo di fronte ad una vettura notevolmente migliore sotto ogni aspetto: a partire dal sound convincente e graffiante. Ovviamente sia esterni che interni sono riprodotti fedelmente ma la caratteristica più lampante è l’handling, in altre parole la guidabilità. Questa R8 nuova di pacca è molto più bilanciata e precisa del vecchio modello ed ha un’aerodinamica raffinata che la rende non solo bella e appagante da guidare ma una vera arma in pista. Tuttavia quest’aerodinamica esasperata comporta uno “svantaggio”, se così possiamo definirlo: essa è, infatti, più impegnativa e tosta da portare al limite, ma proprio per questo motivo sarà molto apprezzata dai simracers più incalliti e dagli appassionati di auto da corsa GT. Restando in casa Audi, spostiamo l’attenzione su un modello largamente anticipato da Massarutto mesi or sono e richiestissimo dalla community: la stratosferica R18 e-tron quattro. Si tratta della vettura che nel 2014 vinse la 24 ore di LeMans e si classificò seconda generale nel WEC. La caratteristica principale di questo mostro a quattro ruote è l’abbinamento di un motore termico alimentato a diesel e un’unità elettrica; queste due insieme sono in grado di generare una potenza e una coppia spaventose, esagerate, e subito in uscita dai box, in piena accelerazione, si percepisce tutta la sua cattiveria. Oltre a ciò, il bello di questa vettura, la vera emozione diciamo, è il percorrere le curve (in particolar modo le più veloci) a velocità da curvatura; perché questa R18 è un’astronave in tutto e per tutto: dall’abitacolo claustrofobico e tecnologico, al suono ovattato del motore diesel e al fischio della trasmissione. Oltretutto non è complicata da guidare e si può scegliere di settare il TC in base alle proprie esigenze, anche se è consigliabile per chi è alle prime armi di partire con calma, dosando l’acceleratore e lasciando i controlli di default. Col passare dei chilometri sarà poi un’esperienza grandiosa ed è bello che abbiano finalmente aggiunto altre vetture LMP1 al roster che finora comprendeva solo le due Porsche 919. Altra Audi altro spasso mi vien da dire, perché in questo DLC sono ben quattro le vetture di Ingoldstadt e la prossima è una delle più belle e interessanti del lotto: è la TT Cup 2016. Un gioiellino docile e alla portata di tutti che fa dell’equilibrio e della sobrietà il punto forte, senza però rinunciare al divertimento. Dotata di un 2.0L 4 cilindri in linea capace di erogare oltre 310 cavalli (più altri 30 utilizzando il sistema del push-to-pass), questa bestiolina colpisce immediatamente per l’intuitività alla guida e per il fatto di non essere assai pretenziosa. Il sound non è di quelli da far accapponare la pelle ma è pur sempre buono, soprattutto dall’interno dell’abitacolo (questa volta più arieggiato rispetto alla R18 di prima). Spicca su tutte l’estrema semplicità di manovra, cosa che permette di avere un ottimo feeling fin da subito e ripeto: nonostante queste premesse, è davvero ottima per delle gare ad armi pari e avvincenti. L’ultima vettura dei quattro anelli è forse la meno amata del gruppone: sto parlando della TT RS (VLN). Dove per VLN ci si riferisce all’omonimo campionato organizzato dall’ADAC che si disputa solo ed esclusivamente sul circuito del Nordschleife in configurazione Endurance Cup. Ne deriva quindi il fatto che il Green Hell sia il suo habitat perfetto e così è, per davvero. Il motore spinge forte e bene, salta sui cordoli con decisione, anche se, in verità, richiede vari accorgimenti al setup, giacché di default soffre spesso le sconnessioni dell’asfalto e istiga troppo al sottosterzo. Altro punto a sfavore ma col quale ci si può fare l’abitudine (o si può decidere di cambiare radicalmente) è la lunghezza delle marce: soprattutto risulta noioso il passaggio breve tra terza e quarta marcia; utile in alcuni casi, in altri meno. In definitiva questa vettura dopo qualche giro “infernale” inizia a essere in parte coinvolgente, ma non è di certo fra le migliori del DLC e pecca certamente di entusiasmo e carattere. Cambiamo ora aria e ci trasferiamo, almeno virtualmente, in Inghilterra, per metterci al volante dell’ultima “scoperta” di casa Lotus, la nuovissima e portentosa 3-Eleven (Race).V6 turbocompresso, 450 hp, 890 Kg a secco, power to weight ratio di 517hp per tonnellata. Basterebbero questi dati come prova delle emozioni che garantisce, ma poiché sono qui, cercherò brevemente di descrivervi cosa significhi guidare questa stupenda auto, tra le migliori del pacchetto, senza ombra di dubbio. Ebbene, la 3-Eleven si distingue dalle altre nove vetture per la sua guida tagliente, precisa ed elettrizzante. Il muso entra affilato in curva come la katana di Goemon, il cambio è rapido e nonostante serva un po’ di manico per estrapolarne ogni suo cavallo, restituisce sensazioni eccellenti. Che si guidi con il TC attivato, il quale taglia non di poco la potenza in uscita di curva, che si guidi senza aiuti alcuni, resta sempre fedele allo spirito che contraddistingue le Lotus: è agile, veloce e diverte, eccome se diverte! Al termine di queste prime prove ciò che balza all’occhio è la volontà dei Kunos di cercare di accontentare un po’ tutti i fan, ma il fatto che cinque auto su cinque siano “da corsa” rimanda ovviamente al titolo e all'obiettivo del DLC e indica anche il non voler mai abbandonare le radici che hanno reso il simulatore italiano quello che è ora. Il che non è per nulla negativo, perché ogni auto sa il fatto suo e ha delle caratteristiche intrinseche che la differenziano dalle altre, nonostante appunto siano principalmente devote alla pista. Nella prossima parte toccherà a McLaren, Maserati e Toyota e son sicuro che ne leggerete delle belle. Commenti e discussioni sul forum A cura di Mauro Stefanoni
  5. La Kunos Simulazioni ha rilasciato per Assetto Corsa il nuovo pacchetto DLC denominato Ready to Race, che ci mette a disposizione ben 10 spettacolari vetture da competizione, come l'Audi R8 LMS 2016, la Maserati MC12 GT1 e McLaren P1 GTR. Inoltre è disponibile l'update v1.14, che porta con sè alcune migliorie e fix. Commenti sul forum. Assetto Corsa update v1.14 and new “Ready To Race” DLC on Steam We're pleased to announce that Update v1.14 is available to download on Steam NOW! This update features a revamped and more realistic AI behaviour! Offline races will be more exciting than ever! Please check out the following changelog for all the improvement and fixes! "Ready To Race" is the new DLC for Assetto Corsa is now available on Steam and will be coming to PS4 and XB1 later this year. It includes ten new cars from AUDI, Lotus, McLaren, Maserati and Toyota, providing the "most wanted" models ready to race! The RTR DLC provides a great variety of models that mix technology, power, history and design from Italy, Great Britain and Japan, resulting in a package able to meet all your wishes! List of cars: - Audi R8 LMS 2016 - Audi R18 e-tron quattro - Audi TT Cup 2016 - Audi TT RS (VLN) - Lotus 3-Eleven - Maserati MC12 GT1 - McLaren 570S - McLaren P1 GTR - Toyota Celica ST185 Turbo - Toyota TS040 Hybrid Audi R8 LMS 2016 The new Audi R8 LMS, now featuring even more race car technology, is following in the footsteps of its successful predecessor. Audi fans were already able to marvel at the new GT3 sports car from Neckarsulm in full action in 2015, for instance in the 24-hour race at the Nurburgring, where the Audi Sport Team WRT celebrated overall victory with the new R8 LMS. At the 12-hour race at Sepang the Audi R8 LMS took a one-two-three win. The 2016 season also began successfully: An overall victory in the Dubai 24 Hours and a class win in the classic Daytona 24 Hours. ****** Audi R18 e-tron quattro The concept behind the Audi R18 e-tron quattro is unprecedented in LMP sport, and its realization a pioneering achievement. In the first development step, the engineers from Audi Sport and their partners investigated a wide variety of solutions. These included a parallel hybrid, where both drive systems propel the rear wheels. After weighing up considerations such as traction, handling characteristics, packaging and weight distribution, they ultimately decided to separate the drive systems by axle – the combustion engine drives the rear wheels permanently, and the electric drive propels the front wheels on demand. On the R18 e-tron quattro, part of the braking energy benefits the motor generator unit (MGU) that is located at the front axle. Their two permanently excited synchronous machines convert the recovered energy into direct current through power electronics. This current drives a flywheel energy storage system positioned on the left inside the cockpit. When the speed exceeds 120 km/h, the energy is called up from the storage system again. Converted back into alternating current by the power electronics, it then supplies the MGU’s two electric motors. These jointly feed more than 160 kW to the front wheels via single-stage planetary gears; the central control unit keeps the revs and torque in line with the conditions prevailing at the rear wheels. The racing car temporarily becomes a quattro with four driven wheels. ****** Audi TT Cup 2016 For the Audi Sport TT Cup, the German manufacturer has developed a visually as well as technologically attractive sports car for racing, the Audi TT cup. The body shell of the Audi TT racing version consists of aluminum and carbon fiber. This ensures that the Audi TT cup that tips the scales at 1,125 kilograms is a lightweight and extremely agile car. The Audi TT cup car uses the 2.0 TFSI from the Audi TTS. The four-cylinder engine delivers 228kW (310hp) in the production model and accelerates the TTS from 0 to 100km/h in 4.7 seconds. By means of a so-called Push-to-pass function, the drivers can briefly boost the engine's output by 22kW (30hp) for overtaking maneuvers by pushing a button on the steering wheel. A blue lamp in the windshield indicates the boost activation. LEDs in the rear side windows show how many times the driver can still use the additional power. The number of available boosts is defined by the regulations. Power is transmitted to the front wheels via a direct-shift dual-clutch transmission. The six-speed S tronic, which has been specifically tuned for use in racing, is operated by shift paddles on the steering wheel. Accordingly, the Audi TT cup only has two pedals, used for acceleration and braking. ****** Audi TT RS (VLN) Audi TT RS (VLN) has been developed in order to respond to the high demand by customers wishing to use the TT and other vehicles of the brand in motorsport. It's based on a five-cylinder TFSI engine and features racing-specific new developments in the areas of the body, suspension and aerodynamics. ****** Lotus 3-Eleven Designed as an uncompromised manifestation of the Lotus spirit, their new car is focused on providing an undiluted driving experience, and underlines the company’s ability to deliver legendary handling and blistering speed. Working on the concept of less is more, and keeping close to Lotus’ track roots, the dramatic new vehicle features an all-new lightweight body, with an open cockpit design and a revised V6 supercharged engine developing 450hp. Two variations of the Lotus 3-Eleven are available: Road and Race; both delivering an impressive combination of high performance, agility and precision. Based on the Road version, the Race includes a much more aggressive aero kit, a sequential gearbox and an FIA approved driver’s seat with a six-point harness. Assetto Corsa simulates the Race version. With a dry weight of below 900kg (Race version), the 3-Eleven offers an enviable power to weight ratio, in excess of 500hp per tonne, and is capable of sprinting from 0-60 mph in less than 3.0 seconds before reaching a maximum speed of 290 km/h for the Race version. ****** Maserati MC12 GT1 The Maserati MC12 entered production in 2004 as base for the racing variant to compete in the GT Championship. In fact, one requirement for participation in the GT Championship was the production of at least 25 road cars; so 25 cars were produced in 2004 and another 25 in 2005. The car was based on the Enzo Ferrari chassis and gearbox, mounting a variant of the Ferrari Dino V12 engine. The racing results of the racing version were magnificent. The Maserati MC12 GT1 team managed to end second and third in the debut race, winning the next round's race. The second year Maserati won the Manufacturers' Cup with a great point gap, and continued to compete at great level during the next years. It participated in 94 races, winning 40 of them. ****** McLaren 570S Like every McLaren, the performance of the 570S Coupé is breathtaking. It combines, as its name suggests, a power output of 562bhp with lightweight construction to give a class leading power-to-weight ratio of 434PS per ton. The 570S accelerates from 0 to 100km/h in 3.2 seconds, while 200km/h is reached in just 9.5 seconds with the pace not letting up till the car reaches a top speed of 328km/h. The McLaren design team has created a shape of beauty highlighted by details such as the rear flying buttresses that increase downforce as well as adding grace, and complex door tendons that direct additional air to cool the mid-mounted V8 engine. The Sports Series features an evolution of the 3.8-litre V8 twin turbo engine, named M838TE, with 30 percent of components bespoke to the new model. Engineered by McLaren, it produces 562bhp at 7,400 rpm, and 600Nm of torque at 5,000-6,500 rpm. Power is delivered through a seven-speed SSG transmission, and transferred to the road through the rear wheels. This power is brought under control with standard-fit carbon ceramic brakes. The unique carbon fiber MonoCell II chassis has been newly designed with more of a focus on day-to-day usability, offering improved ingress and egress from the cabin. It is incredibly strong and stiff yet weighs less than 80kg, offering optimum levels of protection. This lightweight structure, and the use of aluminum body panels, contributes to a dry weight of as low as 1,313kg, almost 150kg lighter than its closest competitor. ****** McLaren P1 GTR Based on the McLaren P1™ road car, the track-focused McLaren P1™ GTR design concept further optimizes the aerodynamically efficient \"shrink-wrapped\" body shape in order to offer maximum performance, superior handling characteristics and optimized driver engagement on track. A host of changes have been made, and the car has been thoroughly re-engineered from the ground up to ensure the McLaren P1™ GTR achieves its target of being the ultimate drivers' car on track. The front track of the McLaren P1™ GTR design concept has been widened by 80mm over the McLaren P1™, and is coupled with a more aggressive GT-style front splitter. Reprofiled low-temperature radiator ducts seamlessly flow into the leading edge of the aggressively flared front wheel arches, while the bodywork is \"shrink-wrapped\" around the carbon fiber MonoCage chassis behind the front wheels, cleaning the flow of air along the car's flanks. The profile of the McLaren P1™ GTR design concept remains as dramatic as ever, hunkered down on to the race-prepared suspension with a fixed ride height, lower than the standard car. The snorkel air intake, inspired by the design of the original McLaren F1, is still present within the roof structure of the carbon fiber MonoCage chassis. At the rear, a large, twin-element wing is mounted on dramatic carbon fiber pylons which extend around the rear of the bodywork. This fixed-height wing is fitted with a hydraulically operated Drag Reduction System (DRS) to boost acceleration performance, and has been honed to provide increased levels of downforce compared to the road car, working with the active aerodynamic flaps located ahead of the front wheels. The road legal McLaren P1™ stows the rear wing within the bodywork, but with the fixed height wing, and therefore no pistons or moving mechanical parts, the bodywork of the McLaren P1™ GTR design concept behind the engine bay is now a smooth, flowing surface, feeding clean air below the wing and over the back of the car. Below the rear wing sits the exposed, centrally mounted exhaust, which is an all new design, developed exclusively for the McLaren P1™ GTR. Made from inconel and titanium alloy, the system maximises the aural characteristic of the higher output 3.8-litre twin turbo V8 engine to maintain, and further emphasise, the McLaren sound. The design of the exhaust has also changed, with a straight cut twin-pipe setup now used in place of the single-exit exhaust. ****** Toyota Celica ST185 Turbo The Toyota Celica ST185 is Toyota's most successful rally car, as it won the WRC Driver's Championship in 1992, and the WRC Manufacturer's and Driver's Championships in 1993 and 1994. In order to meet the Group A competition's homologation requirements, 5,000 GT-Four RC production versions of the Celica were manufactured, starting from September 1989. This car made its debut on the Monte Carlo Rally, the opening round of the 1992 World Rally Championship series, but it was not successful until half of the season. ****** Toyota TS040 Hybrid Thanks to the 480hp exerted by electric motors on the four-wheel drive, in addition to the 520hp produced by its 3.7-liter petrol engine, the TS040 HYBRID expresses a maximum power of 1.000hp and represents the ultimate expression of Hybrid technology applied to the world racing. The transition to a hybrid four-wheel drive Toyota sees the return to a philosophy that since 2007 has been part of the development of hybrid technology applied to racing, when the Supra HV-R-wheel drive was the first hybrid to win a competition endurance, the 24 Hours of Tokachi. The new unit TOYOTA HYBRID Racing has been specifically developed according to the new technical regulations specified by the WEC, particularly frugal. It requires a 25% reduction in fuel consumption compared to 2013, with savings achieved through interventions on the engine, aerodynamic efficiency and driving dynamics. Changelog v1.14 - New autosaved replay options and UI added to launcher main theme - New Audi TT Cup - New Audi TT RS (VLN) - New Audi R8 GT3 2016 - New Audi R18 LMP1 2014 - New Lotus 3-Eleven (race) - New McLaren 570S - New McLaren P1 GTR - New Maserati MC12 GT1 - New Toyota Celica ST185 Group A - New Toyota TS040 Hybrid 2014 - Mandatory pitstop window is now related to pit entry timing (replacing old system) - Pitstop animation enabled with oculus or STAY_IN_CAR enabled (system/cfg/pitstop.ini) - Added Position set digital script - Added ballast and restrictor option offline for championships and multiplayer. Work in Progress for offline quick race and race weekend UI - Added wind algorithm - If controller is keyboard then Pitstop app is replaced by mouse pitstop - Mouse pitstop with Mouse Steering enabled is now working correctly - Tweaked backfire flash flames in many cars - Realtime app: qualify/practice colors are based on leaderboard position, race color on current position - Added DIGITAL_PANEL script to display current position and P2P on car's external panels (Audi TT Cup) - Added FUEL_PERC script to show fuel quantity as percentage (McLaren 570S) - Fixed broken UI interaction due to session switching when pitstop was not finished - Fixed rare automatic pitstop activation at car spawning in the pit - Fixed deadzone for gamepads - Fixed Tyre App thermal value for exploded tyres - Minimum for automatic reset tyre on track is now 2 - Fixed flag rendering in VR with PP off (again, hopefully for real this time) - Fixed Achievements from unlocking when car is blackflagged - Pitstop app: new tyre pressure can only differ from the current one by 4psi (because of minimal height rule) - Added Push To Pass system (Audi TT Cup), P2P amount depends on grid position, enabled in Practice and Race sessions only - Added physics option for different fuel weight/density (optional section in car.ini [FUEL_EXT] KG_PER_LITER=value) - Adjusted Lotus 98T tyre wear - Fixed old pitstop UI from allowing more fuel when setup is fixed - Added Black Flag description - Added Online time of day multiplier (x1 to x10) - Added track animated starting lights - Added blink feature to RPM SERIES script (updated all relevant cars) - Added acServerManager 1.14.0 - Added Time multiplier - Added Wind - Added Restrictor (BoP) - Fixed BoP server message to client - Fixed bug on client fixed setup 2nd reloading - Added resolution string on splash screen - Added "safe mode" initialization when first DX11 init fails, it will try again with desktop resolution and AA/Fullscreen off - Added AI Aggression selection - More AI differences within a single lap to generate more battles - Added AI wing setup variations - Added new Random camera mode algorithm - Fixed driver model visibility bug in Random camera mode - Removed AI slowdown hack for cars with spool differentials - Improved Downshift Protection algorithm - Fixed AI giving away green light by flooring gas 500ms in advance - New AI algorithms for understeer detection and downshifting - Fixed Car Engineering app sometimes reporting wrong total and sprung weights - Added Fuel x Time on Setup Fuel tab and pitapp - Added best splits at the end of the race on leaderboard timetable - Tweaked leaderboard to show player name/position even if that player has disconnected - Updated Steam statistic reader to synchronize steam achievement - Added "virtual desktops" functionality to in-game GUI (cyclable through ctrl+u key combination) - Fixed session synchronization issue when session switches while a new player is joining - AI is now using kers - Fixed Nissan Skyline R34 having downshift protection when it should not - Added "variation" slider for AI. It will randomize the AI level in the range selected. - Fixed Nissan GT3 texture map on lod B - Added player's nation flag support (not valid flag will be rendered as AC logo) - Added new Driver Label GUI (customizable in \system\cfg\name_displayer.ini) - Added nation flags on leaderboard GUI - Tweaked opponents list to include nationality - Update special events to include nationality - Added Mandatory Pit warning message at the start of the race - Added minisectors to overlay leaderboard and performance delta app, this can be disabled through [Documents]/Assetto Corsa/cfg/gameplay.ini - Some template updates to existing content - Porsche 911 RSR 2017 template added - Templates added for Lotus 3-Eleven, Audi TT Cup, Audi TT VLN, McLaren 570S, Mclaren P1 GTR, Toyota Celica ST185, Maserati MC12 GT1, - Minor graphical updates on the Porsche 911 GT3 Cup and Lotus Exige V6 Cup - Digital display script tweaks across the board - Fixed a bug on Nissan GTR GT3 LOD B - Minor livery fix on Glickenhoue SGC003 - Python new functions: getWindSpeed getWindDirection getDriverNationCode(CAR_ID) getCarSkin(CAR_ID) - Added deactivation on lateral G on McLaren P1 and P1 Gtr (optional [DEACTIVATION] LIMIT_G=[x] in drs.ini) - Porsche 911 RSR 2017 official WEC liveries added
  6. DrivingItalia review: Assetto Corsa "Ready To Race" DLC (parte 1) by Mauro Stefanoni DrivingItalia review: Assetto Corsa "Ready To Race" DLC (parte 2) by Mauro Stefanoni Introducing "Ready To Race", our all-new DLC for Assetto Corsa, available for PC Steam on May 18, then in the near future on PlayStation 4 and Xbox One. "Ready To Race" includes ten new cars from AUDI, Lotus, McLaren, Maserati and Toyota, providing the "most wanted" models ready to race! Our all new RTR DLC provides a great variety of models that mix technology, power, history and design from Italy, Germany, Great Britain and Japan, resulting in a package designed to meet all your wishes! CARS INCLUDED * Audi R8 LMS 2016 * Audi R18 e-tron quattro * Audi TT Cup 2016 * Audi TT RS (VLN) * Lotus 3-Eleven * Maserati MC12 GT1 * McLaren 570S * McLaren P1 GTR * Toyota Celica ST185 Turbo * Toyota TS040 Hybrid May 18th also sees the launch of Update v 1.14 on Steam. Check out just some of the changes you can expect below... * Added wind algorithm * Added AI Aggression selection * More AI differences within a single lap to generate more battles * Added AI wing setup variations * New AI algorithms for understeer detection and downshifting * Improved Downshift Protection * Updated Steam statistic reader to synchronize steam achievement Stay tuned over the coming days for more info on these truly incredibly cars and our next major Steam update.
  7. Il team di sviluppo dell'interessante simulatore manageriale Motorsport Manager ci segnala un piccolo ritardo sui tempi previsti per il rilascio delle ultime novità: a partire da domani comunque il software dovrebbe aggiornarsi alla nuova versione 1.3, rendendo disponibile anche il pacchetto gratuito Create Your Own Team, per la creazione e personalizzazione della propria scuderia ed il DLC GT Series, che invece ci mette a disposizione gare e campionati con le vetture Gran Turismo. Quick update: we’re putting the last finishing touches to our new DLC and have unfortunately run into a small delay. We want to make sure that the DLC hits the best possible standards and to do that, we need just a little more time. Apologies, we promise it’s worth the wait! We’re working as hard as we can to get this out for you quickly and we'll get them out to you as soon as we can. Those three updates will be: - GT Series DLC – http://store.steampowered.com/app/559430/ - Create Your Own Team FREE DLC – http://store.steampowered.com/app/568380/ - Patch 1.3 – automatically downloaded through Steam We’ll let you know once they’re up. Thanks everyone. GT Series DLC The GT Pack brings a fresh and exciting challenge, expanding our world of motorsport to the thrilling environment of closed-wheel racing! Managers can fight it out in two series, the proving ground of the GT Challenger Series and the prestigious International GT Championship, with both championships populated with new teams, drivers and staff. Our beautiful GT cars utilise the brand new Energy Recovery System, which is a real game-changer. As the car moves around the track, it harvests energy, which managers can decide to use in two ways: Hybrid mode, which saves fuel, or Power mode, which gives your car an huge surge of energy, allowing for dramatic overtakes and defences of a position. The ERS can transform a manager’s approach to race strategy, adding a new layer of strategy. Rival teams will be boosting and enter hybrid mode as well, meaning that managers will need to keep on top of their opponents’ strategies in order to maximise their performance. The vehicles themselves operate on a modified version of the simulation model, so that they better reflect real-life GT cars. There are notable differences in braking and cornering speeds, tyre wear, pit stop times and the weight impact of fuel. The pack racing is much tighter, meaning that the first few laps are often white-knuckle thrillrides, with high speed overtaking action a regular occurrence. It’s not just the races which have changed. A ballast system (exclusive to the GT series) changes up practice sessions, impacting the way that managers think about their drivers, with driver weight impacting how flexible your setup can be. Meanwhile, Three Stage Qualifying makes its first appearance in Motorsport Manager, bringing a new challenge on Saturdays. Cars are eliminated after each qualifying round, meaning that getting through to the final stage is all-important. The top 10 cars have their tyre choices locked for the start of the race, forcing more care over tyre usage, as well as new qualifying and race-start strategies. GT teams are financed differently, with different car part prices to deal with. Smaller sponsor payments mean that profit margins are lower then the single-seaters, meaning that the player will have to make even tougher decisions on how to improve their team. On the political front, if a manager owns the GT Pack, Three Stage Qualifying and the Energy Recovery System can be voted into the single seater category – or make use of Steam Workshop to start a new game with those rules active!
  8. RIDE 2: Ducati Bikes Pack DLC

  9. AC: primi screens Porsche Pack Vol.3

    Marco Massarutto della Kunos Simulazioni inizia a mostrarci tramite Facebook i primi screens di anteprima del nuovo Porsche Pack Volume 3 per Assetto Corsa. L'atteso DLC, terza parte dei contenuti dedicati al marchio di Stoccarda, sarà disponibile dal 20 dicembre tramite Steam, e ci offrirà la Porsche 911 GT3 Cup 2017, 911 GT3 RSR 2017, 911 GT3 R 2015, 919 Hybrid 2016, 908 LH, 917 K e 911 R. Correte qui per immagini e commenti.
  10. AC: Porsche Pack, patch su XBox e DLC

    Great news everyone! Xbox One owners can now download update V1.03 today including smoother framerate, no screen tearing, re-balanced AI’s and FREE bonus content. Playstation 4 owners will also be able to purchase the Prestige pack which include 9 new cars! You can find more information on the PS Store. Don’t worry because Xbox One owners will be able to download the Prestige Pack tomorrow as well. If this wasn’t enough then you will be pleased to hear that we are launching the Japanese Pack on both consoles tomorrow and Season Pass owners will be able to download this pack at no extra charge! Please note: if you pre-ordered Assetto Corsa then you will be able to buy the remaining 6 cars from the Prestige pack in the Performance Upgrade pack which launches tomorrow too! Thanks for your support and we hope you enjoy driving the latest additions to Assetto Corsa!
  11. La Kunos Simulazioni annuncia il prossimo arrivo del Prestige Pack per tutti gli utenti PS4 ed XBox One di Assetto Corsa. Questo primo pacchetto di contenuti extra per console ci metterà a disposizione ben 9 vetture aggiuntive, come da elenco sottostante. Since Assetto Corsa launched onto console, we've been asked a number of times if the Prestige edition cars will be available to purchase separately... Today, we're pleased to announce that the Prestige Pack will be available to purchase from the PlayStation 4 and Xbox One Store at a later date! The pack will contain the following cars... Audi A1 S1 Audi R8 V10 Plus BMW M4 Coupe Corvette C7 Stingray Ferrari 488 GTB Ford Mustang 2015 Lamborghini Gallardo Superleggera Nissan GT-R Nismo 2015 Toyota GT86 For more info, stay tuned to our community channels! PLEASE NOTE – The Assetto Corsa Season Pass DOES NOT contain the additional bonus cars seen in the PRESTIGE and PERFORMANCE packs. Assetto Corsa is available on PlayStation 4 and Xbox One NOW! > http://www.console.assettocorsa.net/ This post has been promoted to an article
  12. AC: Prestige Pack su PS4 ed XBox One

    For more info, stay tuned to our community channels! PLEASE NOTE – The Assetto Corsa Season Pass DOES NOT contain the additional bonus cars seen in the PRESTIGE and PERFORMANCE packs. Assetto Corsa is available on PlayStation 4 and Xbox One NOW! > http://www.console.assettocorsa.net/
  13. AC: update 1.8 & Tripl3‬ Pack

    KUNOS Simulazioni e 505 Games presentano il "TRIPL3 PACK", il nuovo pacchetto aggiuntivo per ASSETTO CORSA che celebra il lancio della versione console del simulatore made in Italy, e che include le spettacolari FERRARI FXX K, FERRARI 488 GTB e PRAGA R1! Le auto: Ferrari FXX K Ferrari 488 GTB Praga R1 Ferrari FXX K La FXX K è il primo prototipo ibrido ad alte prestazioni prodotto nell'ambito del programma FXX. La sigla "K" indica la tecnologia "Kers (Kinetic energy recovery) utilizzata per massimizzare le performance in pista. Derivata dalla LaFerrari, ma priva dell'omologazione per circolare su strada, la FXX K è una vettura senza compromessi, equipaggiata con tecnologie assolutamente innovative che garantiscono sensazioni di guida incredibili. La FXX K sviluppa 1050 cavalli (di cui 860 dal motore termico, 190 da quello elettrico) e una coppia di 900Nm. Il motore V12 da 6262cc è ottimizzato per le massime performance gestibili tramite quattro posizioni del manettino: Qualify, Long Run, Manual Boost, Fast Charge. Ferrari 488 GTB Questa vettura GT garantisce prestazioni da competizione fruibili anche per i piloti non professionisti. I suoi tempi di reazione, la leggerezza e la maneggevolezza nella guida al limite garantiscono un piacere di guida unico. E' equipaggiata dal nuovo propulsore turbo V8 da 3902cc al top della categoria per potenza, coppia e tempi di risposta, e rappresenta il nuovo punto di riferimento per questo genere di configurazione. La gestione elettronica dei controlli di trazione e stabilità garantiscono un'ottima gestione delle performance e un controllo di guida esemplare. Praga R1 Questa auto, interamente realizzata come monoscocca in carbonio è ispirata ai prototipi per le gare endurance, e grazie al design aerodinamico sviluppa un downforce che corrisponde a 1,5 volte il suo peso, e può raggiungere i 3G laterali in percorrenza di curva. Lo schema sospensivo e il peso leggero sono studiati per massimizzare la trazione minimizzando l'usura di freni e pneumatici. update 1.8 changelog: - New Ferrari FXXK (Tripl3 Pack DLC) - New Ferrari 488 GTB (Tripl3 Pack DLC) - New Praga R1 (Tripl3 Pack DLC) - New Audi S1 (A1) - New Monza 66 Full Course (sopraelevata) - New Monza 66 Junior Course - Improved reflection quality - Improved shadow stability - Improved graphics performance - Fixed Tyre Model 10 not updating Dx and Dy value in telemetry app - Added AI traction mistakes - AI improvements on slower reaction after an impact, for more realistic collisions - Overlay Leaderboard now shows correct positions on the grid at race start - Fixed Laps app showing 0 as first lap - Fixed Race Control UI for the low resolution screens - Wrong direction penalty gets also time penalty - Added float clutch to SPageFilePhysics - Fixed turbolevel digital item showing a wrong value - Fixed various problems/timing on ghost cars - Fixed typo on sound distance attenuation for Lotus Evora GTC/GX - Fixed sample attack for BMW M3 e30 GrA/DTM limiters - Replay files will not reset anymore at session start (no need to rush out of the server anymore to save a replay) - Fixed remote cars head movements in multiplayer and multiplayer replays - Fixed typo on LaFerrari active differential lock in coast and small bumpstop stiffness changes - General improvements on V10 tyres for rolling resistance, flex, pressures and more. - Improved Maserati GranTurismo MC GT4 suspension, should improve braking without ABS - V10 tyres for Hypercars LaFerrari, McLaren P1, Pagani Huayra - V10 tyres for GT2 cars BMW M3 GT2, Ferrari 458 GT2, Corvette C7R - V10 tyres for Racing Hypercars Ferrari 599XX, Ferrari FXXK, Pagani Zonda R - Fixed ERS power output when battery is close to 0 and MGU-H is set to battery - Removed ERS cockpit controls for MGU-H and Recovery in McLaren P1 - Improvement in performance for collision detection and physics solver - Fixed clouds when switching sessions - Returning to pit during a time penalty results in a greater time penalty - Fixed possible drive through cheat - Fixed blurred objects not working if speed was negative - Fixed hotlap mode: now valid laps will be correctly registered - Removed white flag: a new message will appear the moment the race leader starts his last lap - Modding: extra animations now binded to three channels NUM 4, 5 and 6 (group animations to make them play simultaneously, otherwise each clip will be played separately) - Modding: rotating object support, useful for cooling fans [ROTATING_OBJECT_0] in extra_animations (affects in-game) - Modding: series scripts added for digital speed bars [sPEED_SERIE_0] in digital_instruments and invert option for KERS input items (add INVERT=1 line)
  14. Project CARS: Renault Sport Car Pack

    Il team Slightly Mad Studios ha rilasciato per Project CARS, tramite il download di Steam, al prezzo di euro 3,49, il nuovo Renault Sport Car Pack, che include 5 diverse vetture della casa francese, oltre ad una nuova carriera. • 2015 Renault Sport R.S. 01 • 2015 Formula Renault 3.5 • 2014 Renault Mégane R.S. 275 Trophy-R • 2009 Renault Mégane Trophy V6 • 1978 Renault Alpine A442B Career - One new invitational event: - Renault Masters Trophy - A four-round series featuring vehicles manufactured by Renault - Start Date – May 15th - Location – Snetterton 200, Zolder, Hockenheim Sprint, Sonoma National - Unlock Criteria - Win The LMP3 UK Semi Pro Cup Free car: Radical RXC Turbo
  15. Grafica Diverse feature dedicate agli effetti post procesing sono state riviste o riscritte, incluso il filtro FXAA che ora utilizza uno shader proprietario. La versione 1.4 si avvantaggia anche di un nuovo sistema di riflessioni dinamiche algoritmi dedicati al filtro HDR che migliora drasticamente la resa delle carrozzerie, dei corpi vettura e dei materiali, grazie a riflessioni e illuminazione ancora più naturai e realistiche. E' stato riscritto anche il sistema di rendering per le informazioni visualizzate sulla strumentazione, migliorandone la resa grafica e la definizione. Intelligenza artificiale La build 1.4 introduce un nuovo algoritmo per migliorare la capacità delle auto pilotate dall'AI di interpretare la traiettoria ideale, migliorandone il comportamento soprattutto nelle fasi di guida più critiche, con auto che corrono molto ravvicinate. Anche gli algoritmi che gestiscono la frenata sono in grado di perceipire e sfruttare il bloccaggio della ruota interna per le auto a trazione anteriore, problematica introdotta dalle caratteristiche intrinseche della Abarth 500 Assetto Corse. Multiplayer Il sistema antilag/antiwarp è stato largamente migliorato, introducendo un nuovo algoritmo di predizione in grado di gestire al meglio gli errori di trasmissione che erano soliti generare lag e effetti di warp: il risultato è un'esperienza online molto più consistente e stabile. Sonoro Del nuovo approccio tecnico alla riproduzione dell'audio delle auto ne beneficia anche il DreamPack 3, garantendo una nota distintiva per ogni vettura, dalla Abarth 500 Assetto Corse al motore esplosivo della Lotus 72. Prosegue inoltre il lavoro di tuning sulle auto precedenti, che in questo caso coinvolgono la BMW M3 E30 DTM e Gruppo A. Assetto Corsa Dream Pack 3 Il nuovo DLC impreziosisce Assetto Corsa con l'arrivo del leggendario circuito di Brands Hatch e otto nuove auto in nove varianti complessive. Il circuito di Brands Hatch in Assetto Corsa Lo sviluppo del leggendario e impegnativo circuito inglese ha richiesto circa 6 mesi di sviluppo, e fa di Brands Hatch il quarto circuito aggiuntivo presentato nel 2015, dopo il Nordschleife, Zandvoort e Barcellona. Il team di sviluppo ha riprodotto la pista prestando particolare attenzione a tutti i dettagli e i punti di riferimento utilizzati dai veri piloti, grazie all'utilizzo professionale della tecnologia Laserscan, che garantisce la massima accuratezza. Il risultato che deriva dal match tra la pista fisica e il modello fisico avanzato di Assetto Corsa rappresenta un risultato che definisce un nuovo standard nella simulazione di guida. Le auto Come già avvenuto per I DLC precedenti, anche le auto incluse in questo nuovo Dream Pack sono state selezionate e scelte dal pubblico che ha votato I suoi marchi automobilistici e modelli preferiti. Il pack include un perfetto mix di veicoli di classe ed epoche diverse, con l'obiettivo di soddisfare I gusti di un pubblico selettivo e sempre più ampio. Lista dei contenuti CIRCUITO Brands Hatch Circuit – GP / Indy version AUTO DA CORSA Abarth 500 Assetto Corse LAMBORGHINI Huracán SuperTrofeo McLAREN 650 GT3 MERCEDES-BENZ AMG GT3 AUTO DA CORSA STORICHE Lotus Type 25 Lotus Type 72 FORD Escort RS 1600 AUTO DI SERIE Lamborghini Gallardo SuperLeggera Lamborghini Gallardo Superleggera S3 Assetto Corsa 1.4 Changelog - New reflection rendering system - HDR now matches real life photographic references - Improved AI ability to stick to the intended racing line - Improved AI braking code (able to understand and use locked inside tyre for FWD) - Vastly improved multiplayer antilag/antiwarp system - Fixed missing ksBrakeDisc script in all the remaining cars. - Tweaked wet volume for reverb on high distance - Tweaked dynamics for Audi R8 Plus interior sound - New Bmw M3 e30 DTM and Group A exterior sounds - New font rendering system for dashboards - Fixed fadeout timing for gravel particles - Improved digital instruments of all cars - Fixed some bugged special events - Tweaked most of the special events to be compatible with tyre model 5/6 - FXAA is now using Kunos' own shader - Fixed blurred rim/tyres on car with animated suspensions on farther Lods - ksEditor: added node grid - Introduced [DRS_ZONES] IGNORE_ZONES in drs.ini to allow road cars to ignore DRS zones (ie. McLaren P1) - Fixed exaggerate motion blur for some camera modes - Added serial opponent selection on Options->General: if flagged then opponents skin is not randomly chosen, but alphabetically - Fixed unrealistic qualify times when session is skipped - Fixed LaFerrari rear wheels - Fixed Huracan GT3 model to update it from the pre-season version - GT3 and GT2 cars tyre heating improvements - Ferrari 312T Tyre v6 - Audi R8 Plus front torque vectoring and central differential improvements. - Headlights revised on all cars - Added missing dashboard lighting to cars where present - Fixed various LOD issues on a large number of cars - Car shader overhaul - Skins fixes and updates on various cars - Added templates for DP3 cars and Audi R8 Plus - Optimization across the entire car range (should help with large fields)
  16. PCARS: Renault Sport Car Pack in video

    Dopo tanti screenshots con le varie livree, il team Slightly Mad Studios ci mostra finalmente in azione in video le vetture protagoniste del prossimo Renault Sport Car Pack, nuovo DLC in arrivo il 22 Dicembre per Project CARS.
  17. AC: Dream Pack 3 e v1.4 oggi!

    La Kunos Simulazioni rilascerà per Assetto Corsa, oggi pomeriggio alle ore 18 italiane, il nuovo ed attesissimo Dream Pack 3, contenente il circuito di Brands Hatch ed 8 nuove vetture, fra le quali 500 Abarth Assetto Corsa, McLaren 650 GT3, Lamborghini Huracàn SuperTrofeo e la nuova Mercedes-Benz AMG GT3! In contemporanea sarà disponibile il nuovo update che porterà il simulatore della software house italiana alla versione 1.4, con numerose migliorie, a cominciare da un netcode rinnovato per perfezionare ulteriormente l'esperienza di gioco online in multiplayer.
  18. AC Dream Pack 3: Brands Hatch in screens

    Con una serie di screens inediti, la Kunos Simulazioni ci presenta il nuovo circuito di Brands Hatch, che sarà disponibile per Assetto Corsa a partire dal 15 Dicembre, incluso nel nuovo Dream Pack 3. Brands Hatch is a motor racing circuit near Swanley in Kent, England. First used as a dirt track motorcycle circuit on farmland, it hosted 12 runnings of the British Grand Prix between 1964 and 1986 and currently holds many British and International racing events. Gerhard Berger once said that Brands Hatch is "the best circuit in the world". The Brands Hatch circuit has been reproduced in Assetto Corsa using Laserscan technology, in order to guaratee the maximum accuracy. Available on Steam by 15.12.2015
  19. PCARS: Renault Sport Car Pack in screens

    Slightly Mad Studios ci mostra oggi una serie di spettacolari screens di anteprima del prossimo Renault Sport Car Pack, nuovo DLC in arrivo il 22 dicembre per Project CARS, che ci metterà a disposizione la Renault Sport R.S.01, Formula Renault 3.5, Mégane R.S. 275 Trophy-R e Mégane Trophy V6.
  20. AC Dream Pack 3: la Ford Escort

    Kunos Simulazioni ha pubblicato una gallery inedita della Ford Escort RS 1600, che sarà inclusa nel Dream Pack 3, il prossimo pacchetto di espansione per Assetto Corsa in arrivo su Steam Martedì 15 Dicembre 2015, al prezzo di lancio di 7,99 Euro. Altre informazioni relative ai nuovi contenuti e alla nuova versione 1.4 di Assetto Corsa saranno rilasciate durante la settimana. Il nuovo pack includerà anche il circuito di Brands Hatch, riprodotto utilizzando la tecnologia Laserscan. Queste le 8 nuove vetture: Auto da corsa moderne: Abarth 500 Assetto Corse Lamborghini Huracàn SuperTrofeo McLaren 650 GT3 Mercedes AMG GT3 Auto da corsa storiche Ford Escort RS 1600 F1 Lotus 25 F1 Lotus 72 Auto stradali Lamborghini Gallardo SuperLeggera
  21. Renault Sport Car Pack coming soon on Project Cars video game. Project CARS continues its programme of continual updates and delivery of fresh new content with the release of the Renault Sport Car Pack with Renault Sport R.S.01, Formula Renault 3.5, Mégane R.S. 275 Trophy-R and Mégane Trophy V6. Renault Sport Car Pack will be available on 22th December.
  22. Sito ufficiale www.assettocorsa.net Negozio Steam http://store.steampowered.com/app/244210/ Disponibili da oggi Assetto Corsa 1.4 e il nuovo Dream Pack 3! Assetto Corsa 1.4 Grafica Diverse feature dedicate agli effetti post procesing sono state riviste o riscritte, incluso il filtro FXAA che ora utilizza uno shader proprietario. La versione 1.4 si avvantaggia anche di un nuovo sistema di riflessioni dinamiche algoritmi dedicati al filtro HDR che migliora drasticamente la resa delle carrozzerie, dei corpi vettura e dei materiali, grazie a riflessioni e illuminazione ancora più naturai e realistiche. E' stato riscritto anche il sistema di rendering per le informazioni visualizzate sulla strumentazione, migliorandone la resa grafica e la definizione. Intelligenza artificiale La build 1.4 introduce un nuovo algoritmo per migliorare la capacità delle auto pilotate dall'AI di interpretare la traiettoria ideale, migliorandone il comportamento soprattutto nelle fasi di guida più critiche, con auto che corrono molto ravvicinate. Anche gli algoritmi che gestiscono la frenata sono in grado di perceipire e sfruttare il bloccaggio della ruota interna per le auto a trazione anteriore, problematica introdotta dalle caratteristiche intrinseche della Abarth 500 Assetto Corse. Multiplayer Il sistema antilag/antiwarp è stato largamente migliorato, introducendo un nuovo algoritmo di predizione in grado di gestire al meglio gli errori di trasmissione che erano soliti generare lag e effetti di warp: il risultato è un'esperienza online molto più consistente e stabile. Sonoro Del nuovo approccio tecnico alla riproduzione dell'audio delle auto ne beneficia anche il DreamPack 3, garantendo una nota distintiva per ogni vettura, dalla Abarth 500 Assetto Corse al motore esplosivo della Lotus 72. Prosegue inoltre il lavoro di tuning sulle auto precedenti, che in questo caso coinvolgono la BMW M3 E30 DTM e Gruppo A. Assetto Corsa Dream Pack 3 Il nuovo DLC impreziosisce Assetto Corsa con l'arrivo del leggendario circuito di Brands Hatch e otto nuove auto in nove varianti complessive. Il circuito di Brands Hatch in Assetto Corsa Lo sviluppo del leggendario e impegnativo circuito inglese ha richiesto circa 6 mesi di sviluppo, e fa di Brands Hatch il quarto circuito aggiuntivo presentato nel 2015, dopo il Nordschleife, Zandvoort e Barcellona. Il team di sviluppo ha riprodotto la pista prestando particolare attenzione a tutti i dettagli e i punti di riferimento utilizzati dai veri piloti, grazie all'utilizzo professionale della tecnologia Laserscan, che garantisce la massima accuratezza. Il risultato che deriva dal match tra la pista fisica e il modello fisico avanzato di Assetto Corsa rappresenta un risultato che definisce un nuovo standard nella simulazione di guida. Le auto Come già avvenuto per I DLC precedenti, anche le auto incluse in questo nuovo Dream Pack sono state selezionate e scelte dal pubblico che ha votato I suoi marchi automobilistici e modelli preferiti. Il pack include un perfetto mix di veicoli di classe ed epoche diverse, con l'obiettivo di soddisfare I gusti di un pubblico selettivo e sempre più ampio. Lista dei contenuti CIRCUITO Brands Hatch Circuit – GP / Indy version AUTO DA CORSA Abarth 500 Assetto Corse LAMBORGHINI Huracán SuperTrofeo McLAREN 650 GT3 MERCEDES-BENZ AMG GT3 AUTO DA CORSA STORICHE Lotus Type 25 Lotus Type 72 FORD Escort RS 1600 AUTO DI SERIE Lamborghini Gallardo SuperLeggera Lamborghini Gallardo Superleggera S3 v1.4.1 - New formula to correctly deal with lateral grip at positive cambers - Fixed Lotus 72d max rpm indicator - Fixed Lotus 72d Engine parts missing - Fixed GTA wrong transparency interaction between windshield and driver visor - Fixed GTA blurred rims - Fixed Lamborghini Gallardo aero - Improved Lamborghini Gallardo and S3 central differential logic - Fixed wrong rear hard tyres names on Lamborghini Huracan GT3, Mercedes GT GT3, McLaren 650S GT3 - model updates to the Huracan ST interior - model updates on the Lotus 72D - model updates to the BMW 235i - fixed suspension animation on the Lotus 25 - fixed minor 3D bugs on Mercedes AMG GT3 - added interior light indicator on several cars - added fuel indicators for some cars - Abarth Racing "stiching" light fixed - Lotus Evora GTC/GX headlight texture fix - various LODs issues fixed on several older models - tweaks to lights - various fixes in the UI - fixed several skin-related issues Assetto Corsa 1.4 Changelog - New reflection rendering system - HDR now matches real life photographic references - Improved AI ability to stick to the intended racing line - Improved AI braking code (able to understand and use locked inside tyre for FWD) - Vastly improved multiplayer antilag/antiwarp system - Fixed missing ksBrakeDisc script in all the remaining cars. - Tweaked wet volume for reverb on high distance - Tweaked dynamics for Audi R8 Plus interior sound - New Bmw M3 e30 DTM and Group A exterior sounds - New font rendering system for dashboards - Fixed fadeout timing for gravel particles - Improved digital instruments of all cars - Fixed some bugged special events - Tweaked most of the special events to be compatible with tyre model 5/6 - FXAA is now using Kunos' own shader - Fixed blurred rim/tyres on car with animated suspensions on farther Lods - ksEditor: added node grid - Introduced [DRS_ZONES] IGNORE_ZONES in drs.ini to allow road cars to ignore DRS zones (ie. McLaren P1) - Fixed exaggerate motion blur for some camera modes - Added serial opponent selection on Options->General: if flagged then opponents skin is not randomly chosen, but alphabetically - Fixed unrealistic qualify times when session is skipped - Fixed LaFerrari rear wheels - Fixed Huracan GT3 model to update it from the pre-season version - GT3 and GT2 cars tyre heating improvements - Ferrari 312T Tyre v6 - Audi R8 Plus front torque vectoring and central differential improvements. - Headlights revised on all cars - Added missing dashboard lighting to cars where present - Fixed various LOD issues on a large number of cars - Car shader overhaul - Skins fixes and updates on various cars - Added templates for DP3 cars and Audi R8 Plus - Optimization across the entire car range (should help with large fields) Assetto Corsa 1.4 Graphics Some features related to post processing effects have been redefinied, including FXAA filter, that has been significantly improved using Kunos' own shader. The new build performs also a new reflection rendering system: these feature result in a substantial improvment of how vehicles look. The HDR algorithm now matches real life photographic references, resulting in much natural lighting and reflections. Build 1.4 introduces also a new font rendering system for dashboards, that results in a better graphics level and definition, and digital instruments have been updated for all available cars. An exaggerate motion blur effect for some camera modes has been fixed. Artificial intelligence The new build introduces a new algorithm to improve the ability for AI drivers to stick to the intended racing line, resulting in better behaviour in close racing Also, the code related to braking algoritghm now is able to understand and use locked inside tyre for FWD. Multiplayer The antilag/antiwarp system has been vastly improved, introducing a new netcode prediction algorithm that is now used to handle missing packets that used to generate warps and lags, resulting in a more stable and consistent online experience. Audio Since the first Dream Pack we also put much effort audio wise, especially for exterior sounds. The Dream Pack 3 is no exception and each car got its distinctive note, from the little mighty 500 Assetto Corse to the screaming DFV V8 engine of the legendary Lotus 72d. Furthermore, "old" cars are undergoing a sound revamp: the 1.4 update will bring to you new exterior sounds for the BMW M3 e30 DTM/Group A. Assetto Corsa Dream Pack 3 This package adds the Brands Hatch circuit and eight new awesome cars in nine total different versions to the Assetto Corsa racing game. Get it today and join the most thrilling virtual driving experience ever! The Circuit of Brands Hatch in Assetto Corsa The development of this famous and challenging circuit required 6 months of work, making Brands Hatch the fourth circuit added to Assetto Corsa during 2015, after the Nordschleife, Zandvoort and Barcelona. As showed in the following video, Kunos Simulazioni development team has reproduced the track paying attention to all those details and reference points used by real drivers, thanks to the massive use of Laserscan technology. that guarantees the maximum accuracy.The resulting accuracy combined with the advanced physics model of Assetto Corsa offers an unprecedented driving experience blurring even more the difference between virtual racing and reality. The Cars Similarly to previous Dream Packs, also the cars included in this third Pack were selected through polls, with gamers voting for their favourite manufacturers and models on our website. The pack includes a perfect mix of vehicles of different classes, types and periods, ready to satisfy our fans’ hunger for racing. Dream Pack 3 – List of Contents Track Brands Hatch Circuit – GP / Indy version Racing cars Abarth 500 Assetto Corse LAMBORGHINI Huracán SuperTrofeo McLAREN 650 GT3 MERCEDES-BENZ AMG GT3 Historic racing cars Lotus Type 25 Lotus Type 72 FORD Escort RS 1600 Production cars Lamborghini Gallardo SuperLeggera Lamborghini Gallardo SuperLeggera S3 This post has been promoted to an article
  23. AC Dream Pack 3: Brands Hatch in video

    KUNOS Simulazioni ci presenta il nuovo teaser dedicato al circuito di Brands Hatch, che sarà incluso nel Dream Pack 3 per Assetto Corsa in uscita su Steam il 15 Dicembre 2015. Lo sviluppo del famoso e impegnativo circuito inglese ha richiesto sei mesi di lavoro, e porta sui PC dei fan di Assetto Corsa il quarto circuito aggiuntivo prodotto nel 2015, dopo il Nordschleife, Zandvoort e Barcellona. Come mostra il video, il team di sviluppo ha riprodotto il tracciato prestando la massima attenzione a tutti quei dettagli e punti di riferimento usati dai veri piloti, grazie all'intensivo utilizzo della tecnologia Laserscan, ormai un must nella produzione di Assetto Corsa, e che sarà ovviamente disponibile anche nelle versioni Playstation 4 e XBox One, in arrivo nel 2016. Da un messaggio pubblicato su Facebook, scopriamo poi che la Kunos sta lavorando anche allo sviluppo dell'Audi TT Cup 2015 !
  24. La versione 1.3 introduce un nuovo tyre model che gestisce in modo ancora più efficace il comportamento della gomma in base a differenti temperature sulla superficie del battistrada, la sensibilità e aderenza alle basse e alte velocità, grip variabile, sensibilità al carico, resistenza al rotolamento e curva di efficienza in funzione delle temperature. Il risultato? Assetto Corsa ha raggiunto un nuovo livello di realismo. Il feeling di guida è ancora più naturale in condizioni normali, e al tempo stesso più impegnativo quando si guida al limite. Requisiti reali come l'esigenza di guidare con particolare attenzione nei primi giri per scaldare le gomme, piuttosto che consentire alle coperture di tornare a temperature di esercizio normali dopo averle portate al limite, garantiscono una risposta efficace e realistica delle vetture, in funzione del proprio stile di guida. Oltre agli pneumatici, il sistema che gestisce l'ABS è stato ulteriormente raffinato, e ora simula diverse tipologie e generazioni di ABS, con diversa efficacia. Assetto Corsa supporta differenziali attivi anche per le trazioni posteriori come la nuova BMW M4 Coupé, inclusa nel Dream Pack 2. Grazie ai miglioramenti proposti nella versione 1.3, le auto di Assetto Corsa sono più vive che mai, pronte a farsi spingere al limite sui circuiti più belli del mondo! Il DREAM PACK 2 è il nuovo DLC disponibile su Steam dal 8/10/2015 per ASSETTO CORSA. Questo nuovo aggiornamento include il circuito di Barcellona e otto nuove auto in dieci diverse versioni, realizzate nei minimi dettagli dal team di sviluppo la cui sede di ricerca e sviluppo si trova all'interno dell'Autodromo di Vallelunga. Il circuito di Barcellona Per via della complessità delle tecniche di acquisizione dei dati e di modellazione, sempre più raffinate, la produzione del circuito ha richiesto nove mesi di lavoro per essere completata; l'utilizzo della tecnologia Laserscan ha consentito di ricreare la più accurata versione del circuito spagnolo mai vista in una simulazione di guida. Ogni singolo dettaglio del circuito è stato riprodotto con la massima precisione: la risoluzione di 2 cm della scansione laser garantisce che ogni singolo cordolo, asperità e irregolarità della pista combaci perfettamente con la controparte reale. L'accuratezza del circuito, unita al modello fisico avanzato prodotto in Assetto Corsa, offre un'esperienza di guida entusiasmante e quanto più fedele alla realtà. Come è già avvenuto per il Dream Pack 1, le auto incluse nel nuovo DLC sono state selezionate dai giocatori tramite un sondaggio, che ha consentito loro di indicare i marchi e i modelli preferiti sul sito ufficiale di Assetto Corsa. Il Dream Pack 2 offre un perfetto mix di vetture di diverse classi, tipologie e storia, tutte riprodotte nei minimi particolari per grafica, caratterizzazione sonora e dinamica. Per la prima volta, la nuovissima Lamborghini Huracan GT3 viene riprodotta in una simulazione di guida, seguita dalla celebre Countach 5000 Quattro Valvole, attesissima dagli appassionati. La leggendaria GT40 MKI inaugura il ciclo Ford, mentre la RUF RT12R e la SCG 003 della Scuderia Cameron Glickenhaus rappresentano due pezzi esclusivi nel garage di Assetto Corsa. La R8 ULTRA 2014 è uno dei modelli più vincenti della recente storia AUDI, nonché uno dei più ricercati dagli appassionati di motorsport. La BMW M4 Coupé merita una menzione speciale: quest'auto è stata riprodotta in Assetto Corsa in collaborazione con Akrapovič, con uno scambio dedicato di know-how e test in pista che hanno consentito di sfruttare al meglio il nuovo sistema di acquisizione audio di KUNOS Simulazioni. Dream Pack 2 – I contenuti Circuito Circuit of Catalunya – GP / MOTO GP version Modelli racing AUDI R8 ULTRA 2014 FORD GT40 MKI LAMBORGHINI Huracán GT3 Scuderia Cameron Glickenhaus SCG003 Auto stradali BMW M4 Coupé BMW M4 Coupé Akrapovič Edition LAMBORGHINI Countach 5000 QuattroValvole RUF RT 12 R AWD RUF RT 12 R RWD Steam http://store.steampowered.com/app/244210/ Assetto Corsa 1.3 Changelog - 64bit build - Car physics is now calculated in separate threads - Fixed KERS disabled in pitlane - Added soft locks (use [sOFT_LOCK] ENABLED=1 in system/cfg/assetto_corsa.ini) - Added support for DRS zones - acServer is now stressing much less Go' GC and should offer more stable performances - Added FORCE_TGT to force low res timer in assetto_corsa.ini - acServer is now using Go 1.5, faster GC - Added server welcome message - Fixed gear ratio appearing with a double "/" in setup screen - Fixed acServer unable to read ini values with a "=" character (ex AUTH) - Fixed driver name displayer not obeying to saved settings in MP - Fixed acServer not creating "results" folder automatically - New algorithms to calculate skid volumes and pitch, now working globally in the entire simulation - Added grain and blister readings in the setup info screen - Added downshift protection to gearboxes - Lap count is now reported using 16bit unsigned integer to server plugins - Now using triple buffer when vsync is on to reduce latency - Exposure settings are now persistent - Fixed audio clicks on surface events - Tyre flat spots are now taking into account tyre softness - Windscreens now receive shadows - ksEditor: now it uses the same ingame engine. - ksEditor: added project menagement - ksEditor: added user personalizations - ksEditor: added floating windows and layout system - ksEditor: added Weather and PPfilter loader - ksEditor: added recent files/project management - ksEditor: added node filter in scene panel - ksEditor: added Material by Texture in Materials panel - ksEditor: added scene icons and side function buttons - ksEditor: added texture detail on Material panel - ksEditor: added Texture Review windows in Utilities - ksEditor: fixed reload texture function - ksEditor: now the default CultureInfo is en-US (number format, ect) - ksEditor: added FOV, Near Plane Slider, Mouse sensitivity, camera angle and position under Viewport - ksEditor: added Dashboard tab - acServerManager: removed some upper limits on parameters - acServerManager: preset name/description is more clear - acServerManager: added welcome message - acServerManager: added qualify limit - acServerManager: added fixed setup management - acServerManager: fixed upload on ftp. Now cfg folder is not deleted. - Fixed driver textures on serveral cars - Fixed circuit outline on track selection UI - Camera Dev App now save F1 cameras' exposure and pitch, F6 cameras' exposure, fov and position and angle - Removed background from Performance Delta App - Redesigned and faster code for logging - Updated Tyres V5 for GT2 and GT3 cars, should give less understeer. - Zonda R and Ferrari 599XX and Formula Abarth now have V5 tyres. - Less lift off oversteer for Evora S on street tyres V5 - GT3 and GT2 cars updated aero stalling for front splitter and diffuser - GT3 slight performance balancing - Mclaren MP4 GT3 tyre corrections - Fixed TC digital item showing 0 based index when multiple TC level are available - Now showing Cold and Hot pressure readings in setup status - Added "NA" for IMO temps reading when no set has been swapped out - Added support for track dynamic objects - It is now possible to join a server using admin passoword and be automatically granted admin rights - Joining a server with admin password will override the session "closed" status - Added "ban_id" admin command to ban a user and send straight to blacklist - Remote cars in multiplayer now generate skidmarks - Fixed EDL wrong calculation order
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.