Jump to content

Speciale: in quel di Sandevoerde...

Il grande Sergio Loro ci ha sempre viziati con mod di alto livello e questa non è da meno, tanto da meritarsi uno speciale tutto per sé. Si tratta di Zandvoort in versione anni ‘60, un circuito per uomini coraggiosi e per auto spericolate. Nell’articolo che segue, sarete catapultati indietro nel tempo e scoprirete pregi e difetti di questa interessantissima mod per Assetto Corsa.
Speciale: in quel di Sandevoerde (Assetto Corsa mod)

Sparco TopDriver Challenge: Last LAN Lap!

L'evento dal vivo conclusivo del torneo Sparco TopDriver Challenge, con incredibili premi in palio targati Sparco Gaming ! Una gara singola venerdi 29 dicembre, i posti disponibili sono 20, 3 dei quali sono riservati ai simulatori di guida presenti al Driving Simulation Center di Lanciano. Possono partecipare alla gara anche i piloti collegati da altri centri di simulazione presenti in Italia e anche i piloti collegati in rete da casa, pagando una quota di iscrizione.
Sparco TopDriver Challenge: LAST LAN LAP

STDC: Longo e Benetton nuovi TopDrivers, in pista Alfa GTA e Audi S1

Prosegue il successo del torneo Sparco TopDriver Challenge organizzato da DrivingItalia in collaborazione con SPARCO: si sono appena chiusi altre due prequalifiche, il turno 15 con la Toyoa AE86 ha visto il trionfo di Andrea Benetton, mentre nel turno 16 con la 500 Assetto Corsa si è imposto Emilio Longo. Avete ancora 4 possibilità per guadagnarvi il passaggio alla fase 2 dello Sparco TopDriver Challenge, inoltre non dimenticare l'opportunità della finalissima in prova unica del 29 dicembre, aperta a tutti !
STDC: Longo e Benetton nuovi TopDrivers, in pista Alfa GTA e Audi S1
DrivingItalia.NET fa parte del network di
  • Sign in to follow this  

    (0 reviews)

    I problemi della Mercedes F1 ? Risolti al simulatore !

    Dopo la debacle del Gran Premio di Monte Carlo nella sede della Mercedes di Formula 1 ci si è dati da fare immediatamente per risolvere i problemi riscontrati in pista dalla monoposto di Hamilton e Bottas. Toto Wolff ha confermato in una intervista che, dopo la disfatta monegasca, per ben dieci giorni il simulatore della casa tedesca ha lavorato 24 ore senza sosta, per chiarire i problemi della W08, in particolare nello sfruttare le mescole più tenere di pneumatici.

    Toto Wolff: “Dopo il GP di Monaco abbiamo identificato abbastanza rapidamente i motivi per cui nel Principato non eravamo stati competitivi, ma per fare un quadro chiaro della situazione siamo ripartiti dalle prove del giovedì, ed abbiamo ripercorso tutto il weekend nel Principato. Un gruppo di ingegneri si è dedicato a questa analisi, e per loro è stata una vera e proprio maratona al simulatore, che è spaziata in tutte le aree: aerodinamica, meccanica, assetto, pneumatici e lo stile di guida di entrambi i piloti. Ovviamente è stata dedicata molta attenzione anche all’area delle sospensioni”.

    simmerc2.jpgsimmerc3.jpg

    Il lavoro fatto al simulatore a Brackley (diretto da un gruppo di 7-8 persone) non aveva lo scopo di studiare e realizzare nuovi componenti per la monoposto (non sarebbe comunque bastato il tempo), ma ha portato ad un differente programma di lavoro da applicare al weekend di gara, ad iniziare dalle prove di set-up. I risultati di Montreal, con la prima doppietta stagionale, non hanno in ogni caso convinto Wolff sulla soluzione definitiva di ogni problematica: “Lewis ci ha confermato di avere finalmente una buona trazione, che è migliorata sessione dopo sessione, ma Valtteri non ha avuto gli stessi riscontri. Restano ancora dei punti interrogativi, meglio aspettare. Monaco è stato per noi un weekend triste, ma non ci siamo abbattuti. Montreal è stato un fine settimana molto diverso, ma non voglio neanche esagerare sul fronte opposto, e dire che i problemi sono stati tutti risolti".

    Le risposte più chiare si avranno a Baku "Capiremo di più a Baku, dove ci attende una verifica importante. Il giro più veloce di Lewis nel finale? Ci siamo in effetti chiesti anche al muretto box se c’era un trofeo per la tornata più rapida…”. L'unico premio è stato quello di ottenere per Hamilton il suo quarto Grand Chelem in carriera, raggiungendo Vettel, Mansell, Stewart e Senna. Si potrebbe quasi dire un "premio simulato"...

    hamilton F1 Simulator.jpgsimmerc4.jpg


    Report Article
    Sign in to follow this  

    User Feedback

    There are no reviews to display.


×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.