Jump to content

Speciale DrivingItalia: The Underdogs (parte 2 RaceRoom Racing Experience)

Nella prima puntata di questo nuovo speciale abbiamo spolpato in ogni sua parte l’interessantissimo Automobilista. È tempo, ora, di guardare altrove e dedicarci al sim di casa Sector 3 Studios, l’arrembante RaceRoom Racing Experience. Sarà all’altezza del rivale brasiliano? Come si comporta nei confronti degli altri Big Three? Nell’articolo seguente cercheremo di conoscerlo più da vicino e definiremo pro e contro del sim svedese.
Speciale DrivingItalia: The Underdogs (parte 2 RaceRoom Racing Experience)

Sparco TopDriver Challenge: ecco i 20 TopDrivers qualificati

Accende finalmente i motori il torneo Sparco TopDriver Challenge organizzato da DrivingItalia in collaborazione con SPARCO: con oltre 120 piloti iscritti, abbiamo finalmente dopo tanti mesi di prequalifiche la lista completa dei 20 fortissimi TopDrivers che parteciperanno alle 4 gare del torneo online, dopo che gli ultimi due piloti qualificati sono stati Gianni Monaco nel turno 19 alla Trento Bondone e Roberto Scorpati nel turno 20 a Zandvoort!
Sparco TopDriver Challenge: ecco i 20 TopDrivers qualificati

Sparco TopDriver Challenge: Last LAN Lap!

L'evento dal vivo conclusivo del torneo Sparco TopDriver Challenge, con incredibili premi in palio targati Sparco Gaming ! Una gara singola venerdi 29 dicembre, i posti disponibili sono 20, 3 dei quali sono riservati ai simulatori di guida presenti al Driving Simulation Center di Lanciano. Possono partecipare alla gara anche i piloti collegati da altri centri di simulazione presenti in Italia e anche i piloti collegati in rete da casa, pagando una quota di iscrizione.
Sparco TopDriver Challenge: LAST LAN LAP

DrivingItalia Members Map: facciamoci notare!

Abbiamo attivato su DrivingItalia la straordinaria Members Map (raggiungibile anche da menu Contents -> Member map): fai click su My Location, inserisci la tua posizione e vediamo sulla mappa quanto siamo vicini tutti noi appassionati di simracing ! Diventiamo una community VISIBILE!
DrivingItalia Members Map: facciamoci notare!
DrivingItalia.NET fa parte del network di
  • News

    News - articles

    Il GT3 su AC di scena a Monza questa sera!

    Mancano poche ore alla terza gara del Campionato Italiano GT3 2017/2018 che si disputerà lunedì 30 ottobre sullo storico circuito di Monza e che sarà trasmesso come di consueto sul nostro canale youtube a partire dalle 21:30. Una gara certamente interessante, perchè i favoriti alla conquista del titolo hanno ormai accumulato parecchi chili di zavorra in seguito ai risultati delle prime due gare, e ci sono alcuni outsiders che avranno allo stesso tempo una macchina sia priva di zavorra che particolarmente adatta ad una pista veloce come quella italiana. Stiamo parlando dei piloti al volante della Lamborghini Huracan, ovvero quelli del Fast & Aged e del BS Corsa, che per motivi diversi fatta eccezione per Gianni Monaco in queste prime due gare non hanno raccolto molto.
    Proprio Gianni Monaco è da tenere in particolare considerazione anche in ottica campionato, perchè è quarto in classifica generale e non avrà zavorra a Monza non essendosi mai classificato fra i primi cinque, quindi ha davvero l'occasione per inserirsi fra i primissimi in campionato. Sarà una gara determinante anche per un top driver come Daniele Pasquali, autore di un inizio di campionato sfortunato e che si trova ora a correre con la stessa macchina di Kevin Siggy e Danilo Santoro ma con il vantaggio di non avere zavorra.
    Quanto al nostro consueto flashback su una gara dello scorso anno che andiamo a ripercorrere prima di ogni tappa del GT3 2017/2018, questa volta non andremo ad analizzare la terza gara del campionato dello scorso anno che si disputò a Road America, in quanto è sicuramente più pertinente parlare del Gp di Monza, dato che lunedì 30 ottobre si correrà su questa pista. L'articolo completo è disponibile QUI.
     

    Intervista ad Alessio Rovera: Campione 2017 Porsche Carrera Cup Italia

    Abbiamo fatto quattro chiacchiere con il neo campione del Porsche Carrera Cup Italia, Alessio Rovera, che si è dimostrato essere non solo un formidabile pilota ma anche un grande appassionato di sim racing. Non potevamo certo farci scappare quest’occasione per porgli qualche domanda di curiosità. Ecco com’è andata!
    Per chi non lo conoscesse, Alessio Rovera è un pilota Porsche del team Tsunami-RT che domenica scorsa, dopo un week end eccezionale, ha portato a casa il suo primo titolo del Carrera Cup Italia, alla giovane età di 22 anni. In passato Rovera è stato capace di conquistare il titolo di campione italiano della Formula Abarth, si è aggiudicato il premio di “Driver of the year 2015” by Italiaracing e poi, dopo un bronzo nella stagione 2016 sempre nel Carrera Cup Italia, ecco arrivata la consacrazione con il campionato vinto domenica 22 ottobre nel round finale di Monza. Una carriera già ricca di successi insomma. Tuttavia Alessio non è solo un pilota professionista ma anche un estimatore e appassionato di simulatori, fra cui l’italianissimo Assetto Corsa. Tra le domande che gli abbiamo posto, l’attenzione si è focalizzata ovviamente sul rapporto fra simulazione e realtà, un binomio che è sempre interessante e affascinante esplorare soprattutto quando a dare una propria impressione è un valido pilota che corre nella vita reale. Detto questo, è tempo di addentrarci nell’intervista. Buona lettura.
    Ciao Alessio, inizio anzitutto facendoti i più sinceri complimenti per la bellissima vittoria di sabato e soprattutto per esserti aggiudicato il campionato. So che sei appassionato di sim racing e a questo proposito vorrei farti una domanda un pò scomoda (giusto per rompere il ghiaccio ) : quanto ha influito l'allenamento coi simulatori sulla vittoria del campionato e più in generale sul tuo stile di guida? 
    L’allenamento coi simulatori sicuramente mi ha permesso di imparare numerosi circuiti del mondo, pur non essendoci mai stato. Questo è stato molto importante. A livello di stile di guida invece non so quanto possa aver influito. 
    In effetti la possibilità di conoscere in anticipo i circuiti è sempre fondamentale ed è uno degli aspetti più vantaggiosi dei sim. So che ti alleni con Assetto Corsa dove c’è la Porsche 911 Cup del 2017... hai scelto il sim italiano solo per questo o per altri motivi? Hai provato a guidare su altri sim?
    Sì, ho scelto Assetto Corsa prevalentemente per quello, perché correndo nel campionato Carrera Cup mi sarebbe piaciuto comparare l'auto reale con quella virtuale e devo dire che per certi aspetti è abbastanza simile. Oltre ad Assetto Corsa ho provato anche rFactor. 
    Quali sono gli aspetti che hai trovato più coerenti con la realtà, relativamente alle auto (la 911 ma non solo) e alle piste?
    Le piste sono praticamente identiche alla realtà , mentre ho notato che le auto hanno problemi ad utilizzare i cordoli. Ad esempio la 991 è un auto che permette molto di utilizzare i cordoli, anche quelli molto alti (Monza), mentre in Assetto Corsa non si possono utilizzare. 
    Ti faccio quindi una domanda clou, sempre legata a questo discorso: cosa accomuna e viceversa cosa differenzia, quindi, un sim come AC dalla realtà? 
    Innanzitutto nella realtà l'auto la senti con il "sedere" oltre che con lo sterzo, e poi per come si possono utilizzare, appunto, i cordoli.
    Perciò, se potessi cambiare qualcosa di Assetto Corsa (ma anche dei sim in generale) quale sarebbe la prima caratteristica che miglioreresti?
    Sempre i cordoli  
    Buono a sapersi! Sapendo che hai partecipato a diversi campionati online, anche organizzati da Drivingitalia, vorrei sapere cosa ne pensi dei giocatori che si sfidano... e per le esperienze che hai vissuto, come si comportano mediamente gli avversari?
    Online i giocatori sono sempre molto corretti, tanti piloti del mondo reale dovrebbero prendere da esempio questa correttezza che spesso nella realtà viene a mancare. 
    Beh allora ti faccio una domanda più cattivella: rispetto ai piloti che trovi in pista nella realtà, quali differenze noti maggiormente da quelli online? 
    Ci sono volte in cui online trovo della gente veramente forte con cui ho delle belle battaglie e penso che la differenza tra realtà e sim la faccia proprio il grado di correttezza. 
    Altra domanda di curiosità: cosa ti manca di più quando corri online rispetto alle gare che fai in pista? Immagino l'adrenalina... altro?
    Beh neanche molto in realtà... alla fine è sempre una gara e competizione, quindi anche lì cerchi sempre di stare davanti e vincere!  
    Direi che anche da questo si denota il tuo essere un pilota in tutto e per tutto! Sempre riguardo il comparto online... cosa miglioreresti e cosa invece ti piace dell'impostazione di esso in AC (o altri sim)?
    Non saprei... forse renderei un po' più semplice la gestione dei pit stops. 
    Interessante. Ora torniamo indietro nel tempo. Ti faccio una domanda che ho già fatto altre volte ma è sempre curioso sentire la risposta: quando è nata la tua passione per i sim racing? E quando/perché hai iniziato invece l'uso dei sim per allenarti?
    Il primo “sim” che ho utilizzato è stato GT5, penso nel 2011, e già li partecipavo a qualche gara online. Quando nel 2013 ho debuttato in Formula Abarth ho imparato tutti i tracciati del campionato su rFactor. 
    A proposito... ci sono volte in cui usi i sim solo per divertimento e non per allenarti?
     Sì certo! A volte mi piace guidare qualche F1 storica o F1 moderna, ma mi attirano più le storiche. 
    Abbiamo qualcosa in comune allora!  Pensi di continuare ad usare i sim per allenarti in futuro? O ti dedicherai sempre più a tempo pieno alla pista? 
    Penso che più andremo avanti col tempo, più questi simulatori diventeranno realistici e fedeli, per cui ci si allenerà molto più su di essi che in pista. 
    Ultima domanda: qual è il tuo sogno, ora che sei diventato campione italiano di Carrera Cup? Anticipazioni sul futuro della tua carriera?
    Ora che ho vinto la Carrera Cup mi piacerebbe debuttare nel campionato mondiale Porsche Super Cup, anche se il mio sogno rimane il WEC e la 24 di Le Mans!
    Al termine di questa breve ma intensa e simpatica intervista, noi dello staff di DrivingItalia vogliamo ringraziare ancora una volta Alessio Rovera per la disponibilità e il tempo concessoci per le domande. Ora che sappiamo qualcosa di più su di lui e dei suoi pensieri sul mondo della simulazione, non possiamo che fargli un enorme in bocca al lupo per la sua futura carriera. E ovviamente gli auguriamo di correre e soprattutto vincere la 24h di Le Mans un giorno. Grazie per la lettura. A presto!  
    A cura di Mauro Stefanoni

    Il CIO ha deciso: gli esports sono un vero sport !

    Quella di oggi possiamo realmente definirla una giornata storica: il CIO (comitato olimpico internazionale) ha annunciato infatti, dopo il summit di Losanna, di considerare a tutti gli effetti gli e-sports una vera e propria "attività sportiva". I videogiochi competitivi, per essere pienamente riconosciuti come sport, dovranno comunque rispettare i valori olimpici, dotarsi di strutture per i controlli antidoping e la repressione di fenomeni come le scommesse.
    "Gli e-sports competitivi - dice il CIO - possono essere considerati un'attività sportiva, e i giocatori coinvolti si preparano e allenano con un'intensità che può essere paragonata a quella degli atleti delle discipline tradizionali. Gli 'e-sports' sono in forte crescita, in particolare fra i giovani dei vari Paesi, e ciò può essere la piattaforma per un coinvolgimento nel movimento olimpico". Viene poi auspicato che il Cio stesso, assieme alle associazioni internazionali delle varie federazioni sportive "abbia un dialogo con l'industria dei videogiochi e i cibernauti per esplorare maggiormente questa area e le possibilità che offre".
    Nonostante ad aprile il presidente Thomas Bach non abbia nascosto la propria personale contrarietà verso i gli 'e-sports', sembra quindi deciso il primo passo verso l'ingresso dei videogiochi nel mondo olimpico. Da notare che i video giochi di tipo sportivo faranno già parte del programma dei Giochi Asiatici del prossimo anno in Indonesia, e che di un loro ipotetico futuro alle Olimpiadi avevano già parlato gli organizzatori di Parigi 2024.
    Forse il CIO ha dato un'occhiata ai conti multimilionari generati ormai dagli esports? Speriamo che la cosa venga gestita in modo serio e competente, perchè in ambito simracing abbiamo già vissuto un paio di figuracce... Voi cosa ne pensate?

    Driving Simulation Center si presenta in video: condividi e vinci!

    E’ possibile concentrare, in soli 20 secondi di video, tutte le emozioni dei simulatori di guida dinamici professionali del Driving Simulation Center ? Noi ci abbiamo provato ! Voi cosa ne dite ? 
    Il video ti è piaciuto? Con un mi piace ed una condivisione sulla nostra pagina Facebook guadagni subito 1 turno GRATIS in pista!
    www.drivingsimulationcenter.it
     

    Spintires: MudRunner disponibile dal 31 Ottobre

    Dopo il successo dell'edizione originale su PC, Spintires torna dal 31 ottobre con MudRunner, nuova versione della simulazione di guida offroad per PC, PlayStation 4 e Xbox One. Sviluppato da Saber Interactive e prodotto da Focus Home Interactive, il gioco ci metterà alla guida di diciannove veicoli differenti, tutti dotati di caratteristiche specifiche, all'interno di uno scenario liberamente esplorabile, con tantissime missioni da completare. Oltre alla modalità single player, Spintires: MudRunner ci offrirà anche un multiplayer cooperativo per un massimo di quattro partecipanti.
     

    Assetto Corsa: Ferrari 70th Anniversary DLC il 31 Ottobre su consoles

    La Kunos Simulazioni ha appena annunciato che l'attesissimo Ferrari 70th Anniversary DLC pack, già da tempo disponibile sulla versione PC/Steam di Assetto Corsa, sarà rilasciato il 31 Ottobre in contemporanea anche su Playstation 4 ed XBox One.
    Exciting news! The Ferrari 70th Anniversary DLC pack will be launching on PlayStation 4 and Xbox One on October 31st 2017.
    Our all-new pack features a selection of seven of the most iconic cars ever produced by the Italian car manufacturer through its glorious history, which will join the amazing line-up of Ferrari models already available in the simulation. Get ready to experience the following models...
    * 1962 250 GTO
    * 1967 330 P4
    * 1967 312/67
    * 1984 GTO
    * 2004 F2004
    * 2017 812 Superfast
    * SF70H

    Thrustmaster annuncia il Rally Wheel Add-On Sparco R383 Mod

    Dopo aver aggiornato driver e firmware delle varie basi, la Thrustmaster annuncia oggi il nuovo volante denominato Rally Wheel Add-On Sparco® R383 Mod, replica esatta del famoso volante rallystico della casa torinese. Il volante non è ancora disponibile nello shop ufficiale Thrustmaster, ma sappiamo già che il prezzo sarà di circa 199 euro.
    Thrustmaster espande il proprio ecosistema racing con l’uscita del suo primo volante rally – il sensazionale Rally Wheel Add-On Sparco® R383 Mod! Con questa nuova periferica, prodotta su licenza ufficiale Sparco®, Thrustmaster punta a offrire un’esperienza ancor più realistica nella gare rally.

    Progettato per le gare rally 
     
    Con un diametro di 33 cm, l’ultimo nato nella gamma degli add-on Thrustmaster è una replica in scala 1:1 del volante originale, del quale porta il nome. 
     
    Il Rally Wheel Add-On Sparco® R383 Mod è stato concepito nel più puro spirito rally, ponendo l’accento sull’essenzialità, massimizzando nel contempo l’efficienza. Le competizioni rally sono tra le gare più impegnative, caratterizzate da tracciati tortuosi, con improvvise serie di curve e tornanti dalla visibilità scarsa o addirittura assente, durante le quali i veri piloti apprezzano molto il volante R383 originale. Per rispondere al maggiore realismo garantito dai nuovi giochi di rally per PC e console, Thrustmaster offre agli e-racer delle periferiche dalle prestazioni migliorate, proprio come avviene per i veri piloti. L’unica funzione non inclusa è il co-pilota, ma, dato che i giochi di rally offrono una mappa della strada su schermo, i piloti possono ora utilizzare questo efficientissimo volante per sfrecciare tra “curve a destra lunghe,” “a sinistra strette” e “tornanti”.

    Il volante presenta un design filante, con corona rivestita in pelle nera scamosciata e placca centrale in solido metallo nero spazzolato. Le due ampie leve del cambio, in metallo e montate sul volante, alte 13 cm, sono regolabili, per essere istintivamente accessibili in qualsiasi momento, proprio sulla punta delle dita del pilota.

    Dal punto di vista tecnico, attorno alla placca centrale del volante sono distribuiti nove pulsanti azione e un pad direzionale con pulsante a pressione, per un comodo accesso in qualsiasi fase dei rally. Le aree dei pulsanti, in stile carbonio e compatibili con tutte le piattaforme, si rifanno direttamente a quelle tipiche delle auto rally.

    Stile rally, ma versatile

    Concepito per i giochi rally, il profilo circolare a 360° di questo add-on si adatta perfettamente anche a giochi di simulazione di guida di altro tipo.
    Il Rally Wheel Add-On Sparco® R383 Mod è compatibile con i seguenti prodotti* dell’ecosistema Thrustmaster: T300RS Servo Base, T500 RS, T300RS, T300 Ferrari GTE, T300 Ferrari Integral Racing Wheel Alcantara Edition, T300 RS GT Edition, TX Servo Base, TX Racing Wheel Ferrari 458 Italia Edition, TX Racing Wheel Leather Edition, TS-PC RACER, TS-XW Racer Sparco  P310 Competition Mod e T-GT.

    (*) Venduti separatamente

    • Il Rally Wheel Add-On Sparco® R383 Mod è oggi disponibile al prezzo al dettaglio consigliato di 199,99 € (tasse incluse).


    Thrustmaster aggiorna driver e firmware per i suoi volanti

    La Thrustmaster ha rilasciato un doppio aggiornamento di driver e firmware per le basi dei suoi volanti. L'update, oltre alle consuete migliorie implementate a livello di force feedback, porta con sè anche il supporto completo ad ultimi prodotti come lo Sparco P310 o il TS-PC Racer. Affinchè tutto funzioni perfettamente, bisogna prima installare il nuovo driver package 6, quindi dal menu lanciare l'opzione "firmware update" e seguire la procedura.
    New PC driver package
    Reminder: a new firmware is now available for the following wheels:
    -TS-XW Racer: Firmware V2
    -TX Racing Wheel: Firmware V51
    We highly recommend that you update your wheel bases with the new firmware.
    Changes made in the new firmware: added support for new detachable wheels (TM Sparco P310 Competition – TM RALLY Sparco R383 – TM Open Wheel – other upcoming detachable wheels).
    To install the new firmware: 
    - Download and install the new driver package [Package 2017_TTRS_6] on PC: http://support.thrustmaster.com
    - Launch “firmware update”
    - Follow the steps
     

    STDC: Medei e Trancanelli nuovi TopDrivers, in pista Lotus Eleven e Escort RS1600

    Prosegue il successo del torneo Sparco TopDriver Challenge organizzato da DrivingItalia in collaborazione con SPARCO: oltre 120 piloti iscritti e già tantissimi di loro hanno partecipato alle selezioni di prequalifica. Si sono appena chiusi altre due prequalifiche, il turno 17 con l'Alfa GTA ha visto il trionfo di Francesco Medei, mentre nel turno 18 con l'Audi S1 si è imposto Francesco Trancanelli. Restano solo due possibilità per guadagnarvi il passaggio alla fase 2 dello Sparco TopDriver Challenge, inoltre non dimenticare l'opportunità della finalissima in prova unica del 29 dicembre, aperta a tutti !
    Si riparte da subito con gli ultimi due turni di prequalifica: il turno 19 dedicato alla Lotus 3 Eleven alla Trento Bondone, mentre il turno 20 vede in pista la Ford Escort RS1600 a Zandvoort. Tutte e due le sessioni saranno aperte fino al 8 novembre (ore 14) per altri due posti disponibili per la fase 2 del torneo che partirà a fine novembre. Ovviamente potete ancora iscrivervi e partecipare, trovate tutti i dettagli e il regolamento a questo link.
    Non dimenticate di visitare la nostra HALL of FAME, con tutte le interviste e curiosità sui piloti TopDrivers che hanno conquistato la vittoria nei turni di prequalifica disputati fino ad ora!
     

    Exact & Max: i segreti tecnici del simulatore VR di Max Verstappen

    In un nuovo episodio della sua rubrica "Exact & Max", dopo averci mostrato in realtà virtuale ben 4 circuiti diversi, Max Verstappen ci spiega oggi tutti i dettagli della tecnologia utilizzata per i suoi filmati, raccontandoci per esempio che con l'assetto messo a punto al simulatore dotato di VR, ha disputato con successo la qualifica dell'ultimo Gran Premio della stagione 2016 !
     
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.