Jump to content

La recensione di DrivingItalia: F1 2017 Codemasters

Dopo il pessimo F1 2015 e la buona ripartenza dell'edizione 2016, la Codemasters torna anche quest'anno nei circuiti del mondiale di Formula 1, presentando il nuovo F1 2017. Con il nuovo racing game con licenza ufficiale FIA per la massima categoria dell'automobilismo, la Codemasters dimostra di aver capito gli errori del passato...
F1 2017 Codemasters: la recensione di DrivingItalia

DrivingItalia speciale: The Big Three (verdetto finale)

Nell’ultimo mese abbiamo verificato in che condizioni fossero i tre big della simulazione, attraverso tre articoli che hanno avuto un grande successo: dopo la prima parte dello speciale The Big Three, dedicato ad Assetto Corsa, il secondo articolo della serie focalizzato invece su rFactor 2 e l'ultima parte dedicata all'americano iRacing, ora è il momento più atteso, quello del verdetto finale. Continuate a leggere e lo scoprirete.
DrivingItalia speciale: The Big Three (verdetto finale)

F1 Esports Series: torneo ufficiale online di Formula 1

La F1 Esports Series, questo il nome dell'evento, sarà un torneo curato direttamente da Codemasters e Gfinity, con l'ovvio utilizzo del prossimo F1 2017: a settembre inizieranno le qualificazioni che selezioneranno 40 semifinalisti che si sfideranno il 10/11 ottobre a Londra presso la sede di Gfinity, mentre la finale a 20 partecipanti avrà luogo ad Abu Dhabi in concomitanza con l’ultimo Gran Premio della stagione F1.
F1 Esports Series: torneo ufficiale online di Formula 1

STDC: Urso nuovo TopDriver, in pista sulla Sopraelevata!

Prosegue in questa torrida estate il successo del torneo Sparco TopDriver Challenge organizzato da DrivingItalia, con oltre 100 piloti iscritti per le prime selezioni di prequalifica. Si è chiuso anche il turno 7 con la Lotus 72 che ha visto il trionfo di Giuseppe Urso, autore di un giro velocissimo! Avete ancora 13 possibilità per guadagnarvi il passaggio alla fase 2 dello Sparco TopDriver Challenge !
STDC: Urso nuovo TopDriver, in pista sulla Sopraelevata !

Gare e campionati online: autunno - inverno caldo su DrivingItalia...

Anche se siamo nel pieno di un Agosto torrido, qui su DrivingItalia siamo già al lavoro al muretto box, come vedete dalla foto :cool:, per garantirvi un autunno ed inverno all'insegna del miglior simracing, con gare e tornei online aperti a tutti.
Gare e campionati online: autunno - inverno caldo su DrivingItalia...
DrivingItalia.NET fa parte del network di
  • News

    News - articles

    rFactor 2: Formula 1 1988 Season Mod v0.94 by Carrera4

    L'inarrestabile Carrera4 ha rilasciato per rFactor 2 la nuova versione aggiornata 0.94 del suo imperdibile Formula 1 1988 Season Mod! Con il nuovo update, tutte le vetture e circuiti sono ora aggiornati per sfruttare al meglio la grafica in DirectX 11 offerta dal titolo Studio 397. Vi ricordiamo di non perdere lo speciale dedicato all'incredibile F1 1988 mod, che ha riscosso un grande successo, e l'intervista a Carrera4 curata dal nostro Mauro Stefanoni. Nell'intervista Carrera4 ci racconta di come ha iniziato la sua avventura nel mondo dei mod e di quanto la passione giochi un ruolo fondamentale nella realizzazione di un ottimo lavoro.
    After long work I release version 0.9 of Formula 1 1988 for rF2.
    Base is my scratch made mod from rF1.
    - 31 cars
    - 16 tracks
    - new showroom
    - new hud etc.
    All features of rF2 are implemented: realroad,turboengines,deformable tyres,moveable arms etc.
    Cars have different physics and engines, turbo and normally aspirated (season 1988 had both)
    Tracks are optimized for HDR, atleast on my PC looks good .
    Im always working alone so please dont expect fast updates but
    work continues, still needs lot to do.
    known issues:
    - Cars only tested and optimized with G25.
    - Analog rev counter looks weird on other tracks then 1988,
    u can deactivate reflection in upgrades menue when u need.
    - Lots of little graphical details to fix everywhere.
    Update V0.93
    flex-chassis implemented
    gives more precise and direct feeling of suspension work.
    changelog:
    - flex chassis implemented
    - again improved aiws on tracks for better ai behaviour
    - some graphical details improved

    Update V0.94
    cars and tracks updated to DX11.(RF2 Beta build)
    on DX9 looks now a bit dark and grey.

    Euro Truck Simulator 2 ci porta finalmente in Italia!

    Il team SCS Software ha appena annunciato una gustosa novità in arrivo entro quest'anno per il suo Euro Truck Simulator 2, apprezzatissimo simulatore di guida dedicato al mondo dei camion e dei trasporti ambientato in Europa. Euro Truck Simulator 2: Italia è il nome scelto per il nuovo DLC, che ovviamente ci permetterà (finalmente!) di girovagare con il nostro amato truck per varie città ed ambientazioni del nord della nostra penisola. Come vedete dai primi screens di anteprima, la cura realizzativa è come sempre al massimo livello!
    Bella Italia
    We are proud to announce the "Euro Truck Simulator 2: Italia" map expansion. Our ETS2 map design team is working on it with maximum effort, and we are looking forward to bringing you our rendition of beautiful Italy with its rich history and modern industry.
       
    You are most likely aware that the game already contains several cities from northern Italy. These areas of the game world will receive an extra layer of polish to coincide with the DLC release so even players who decide to wait with the purchase of the new DLC will benefit from a partial upgrade of the game map.

    Our map designers have fallen in love with the new region right from the research stages - there are so many diverse environments to combine! From tall mountains to the shores of the seas, from manicured farmland to wilder and more arid places, it was clear that we are looking at quite a challenging and demanding task. We tried our best to depict the typical features of Italy from behind the wheel, like roads leading through the Apennines, where tunnels and bridges alternate with scenic vistas and curvy segments, opening the view to distant horizons. The geography and shape of Italy have also led to a relatively high concentration of cities and industries in the new DLC.
       
    If everything goes according to the plan, we expect to release this latest Euro Truck Simulator 2 map expansion towards the end of this year. We hope that you will be as excited about our work as we are, and appreciate our efforts to show Italy for what it is: Bella Italia!
       

    Assetto Corsa vs rFactor 2: video confronto a Zandvoort

    In occasione della seconda tappa del torneo World's Fastest Gamer, Studio 397 ha rilasciato per RFactor 2 la prima versione (0.20) dell'atteso tracciato di Zandvoort. La pista olandese è il primo autodromo realizzato interamente dal team per l'ex simulatore ISI: ci abbiamo fatto qualche giro di prova e lo abbiamo confrontato con un'altra versione della stessa pista, ovvero quella presente in Assetto Corsa. Entrambe le piste sono state rilasciate gratuitamente: quella di Assetto Corsa è disponibile già dall'estate 2015, mentre quella per rFactor 2 può essere scaricata direttamente dallo Steam Workshop.
     

    F1 2017 in video a Spa con la pioggia

    Dopo i recenti screens in game, F1 2017 di Codemasters torna a mostrarsi in video: possiamo ammirare una gara al 50% di durata sotto la pioggia a Spa! Al volante della Force India ancora una volta l'amico David Greco, velocissimo simdriver italiano e Senior Car Handling Designer della software house inglese.
    It's two weeks until F1 2017's released, and have we got a Friday Feeling for you! F1 2017. 50% race at Spa. In the rain. Ultimate AI. Hop into Esteban Ocon's Sahara Force India Formula One Team car with Codemasters' very own Senior Car Handling Designer David Greco!
     

    Intervista al Rookie Terribile: Raimondo Ricci

    Abbiamo fatto quattro chiacchiere con il talentuoso pilota del TCR Italy, Raimondo Ricci, che tra una gara e l’altra non perde l’occasione di allenarsi tenacemente coi migliori simulatori in circolazione. Di seguito l’intervista esclusiva... da non perdere!
    Come ormai sappiamo, l’uso dei simulatori, non solo professionali ma anche commerciali, è sempre più in voga tra i piloti professionisti. I motivi sono dei più svariati ma di sicuro la possibilità di provare in tutta tranquillità, tra le mura di casa, auto e soprattutto piste sconosciute, fa sì che nessun pilota si perda più l’occasione di farsi decine di giri al volante di Assetto Corsa, piuttosto che rFactor, RaceRoom o iRacing che dir si voglia. È questo il caso di Raimondo Ricci, un promettente pilota, che dopo anni passati a correre nel mondo dei rally, è protagonista oggi in pista a bordo della ruggente Peugeot 308 Racing Cup e sta già ottenendo ottimi risultati. Merito del talento? Senza ombra di dubbio! Ma sotto c’è anche un piccolo segreto e questo è la passione senza tempo per i simulatori, con i quali si allena costantemente per ottenere i migliori riscontri nella vita reale. Oggetto di quest’intervista, che per il tono assunto, oserei definire piuttosto una piacevole chiacchierata, è proprio il binomio sim-realtà, con tutte quelle sfaccettature che solo un pilota “vero” sa cogliere e spiegare. Partendo da una serie di domande abbiamo quindi disquisito di una moltitudine di argomenti e parola dopo parola sono stato rapito dalla serie di argomentazioni e aneddoti da lui raccontatomi. Una vera fortuna.
    Ciao Raimondo, anzitutto vorrei chiederti da quanto tempo sfrutti i simulatori e in particolare Assetto Corsa per allenarti...quando hai iniziato? Te l’ha suggerito qualcuno?
    Assetto Corsa l’ho acquistato ad inizio anno, marzo circa... cercavo un simulatore che mi mettesse in grado di imparare un circuito da zero e AC, avendo le piste in laser scan, faceva al caso mio. Prima del simulatore Kunos, dal 2004, ho usato soprattutto Richard Burns Rally (perché facevo rally nel mondo reale) su PlayStation e poi su PC. Ho provato anche altri sim come RaceRoom e rFactor 1 e 2. Tutto però è iniziato nel 1996 quando mio zio mi fece una pseudo postazione in legno con il volante Mad Catz e giravo su PS1 a Destruction Derby 2; avevo il sedile di una Lancia Delta lx. Da lì l’evoluzione...
    Che spettacolo! E che onore avere il sedile di una Delta come postazione... privilegiata direi!
    Pensa che lo smontai ad uno sfasciacarrozze e per portarlo a casa lo misi sulla sella del mio scooter standoci seduto sopra fino a casa! [ride]
    È anche da queste esperienze che si capisce la passione verso le auto.
    Sempre parlando di Assetto Corsa, invece... ti sei trovato subito bene, avendo provato in passato altri sim validi?
    La sensazione che ho avuto a primo colpo, ma solo con le auto da corsa rispetto alle stradali (parlo delle vetture originali di serie e nei pack) è che “senti” l’auto, la sensazione dell’inserimento è ottima e non c’è quella fastidiosa sensazione dell’auto sul sapone come avevo invece su rF2. Prima di AC avevo trovato un buon feeling con RaceRoom ma non ancora quella sintonia che mi permettesse di dire: <<La sento come quella vera>>
    Ecco, hai detto “come quella vera”, quindi ne approfitto per farti subito la domanda più scomoda, quella da un milione di dollari e che si pongono in tanti: quanto è differente Assetto Corsa, ma in generale un sim, dalla realtà? Ci sono degli aspetti che lo allontanano e viceversa lo avvicinano di più alla controparte reale?
    Premetto che io ho una postazione statica, quindi per avere il confronto definitivo dovrei fare gli stessi test su una dinamica. Comunque AC a livello di piste è stata davvero una rivelazione; purtroppo, invece, le auto che propone sono quasi sempre molto potenti, dreamcars, non WTCC, TCR, Clio Cup (auto da corsa umane insomma, che vediamo nei week end o in TV per le serie tricolori). La sensazione che ti trasmette, comunque, è molto vicina a quella che provi guidando un’auto da corsa (non parlo di drift). Per i miei allenamenti, al momento, sto utilizzando una mod, la Honda Civic WTCC TC1, perché in lei ho ritrovato le sensazioni e i comportamenti che mi trasmette la 308 che guido.
    Interessante...la mod di cui parli, tra le altre cose, è molto apprezzata ed utilizzata dalla community di AC.
    [continua] Premetto che io e il PC siamo due mondi opposti, non conosco infatti gli aspetti che riguardano la creazione di mod, i 3D di auto ecc ecc.. C’è una cosa però che ho notato essere molto diversa dalla realtà ed è la pista “in sé”, mi spiego meglio: pur essendo uguale nei dislivelli, avvallamenti, pendenze ecc. non rispecchia la lunghezza di una curva, la lunghezza di un tratto rettilineo che separa le due curve, insomma, nella realtà alcuni punti sono “più distanti” tra loro o magari più veloci, mentre in AC sono più vicini o più lenti. Questo l’ho notato anche facendo un confronto tra replay vs realtà. Spero di essermi spiegato!
    [continua] Prima di trovare la mod giusta ho scaricato la Leon Cup, la BTCC e molte altre ma avevano sempre qualcosa che non andava; in questa, invece, ho ritrovato lo stile di guida che uso nella realtà, il modo di pensare e soprattutto di agire. Sento molto le variazioni del setup e questo mi aiuta anche per capire come poter consigliare al meglio il team nella realtà e non perdere tempo, visto che già è poco.
    Stavo proprio per chiederti se ti trovassi a tuo agio con i vari setup che AC propone e se avessi poi dei riscontri veritieri in pista.
    Ovviamente i valori non sono quelli della 308, che essendo una “Cup”, non ha molte regolazioni a disposizione come le nostre rivali TCR; tuttavia utilizzo termini del tipo “convergenza aperta o chiusa” “migliorare l’inserimento” ecc. a partire dal sim.
    Beh, sapere che comunque riesci a sfruttare in parte il lavoro sul setup “virtuale” per l’uso in pista è già di per sé un aspetto positivo.
    Si quello sì, e ho fatto anche il contrario: ho modificato il setup in AC in base alla realtà e ho migliorato i tempi, a riscontro che le modifiche si sentono davvero tanto.
    Ottimo direi!
    Prima hai detto che nel caso delle auto da corsa “senti l’auto” ma la cosa è diversa per quelle stradali; quindi, cosa ne pensi, da pilota, della fisica e della dinamica delle auto? Per esempio, per quanto riguarda la trazione: è coerente con la realtà? Sempre relativamente ad AC.
    Mio malgrado, su AC non c’è un’auto che abbia guidato nella realtà (non che abbia tutto questo curriculum di esperienza) [ride]; posso, però, dirti che la mod in uso attualmente (Honda WTCC appunto) sgomma scivolando in un noioso sottosterzo nelle curve lente. Nella realtà, quando la gomma è calda, l’auto ti porta subito al massimo dell’aderenza che una slick calda può dare; una cosa che invece amo e che ritrovo molto fedele alla realtà, sono le curve in media e alta velocità e anche il comportamento sui cordoli. In quel caso senti la gomma “che lavora” e la vera tenuta di un’auto da corsa.
    Un’altra cosa positiva è la frenata: quando fai la staccata e hai la sensazione di arrivare lungo ma invece continui a premere il freno e cominci la manovra di inserimento... a quel punto capisci che la manovra è riuscita e la staccata è degna di tale nome.
    Quest’ultimo aspetto è molto interessante! Così come lo è anche il discorso delle gomme. Infatti, vorrei approfondirlo ancora un poco: come ti sembra il Tyre Model di AC? Dicendo che senti la gomma che lavora, vuol dire che è alquanto credibile e fedele alla realtà?
    Ho esaminato più a fondo il Tyre Model con le auto GT3, in particolare con la BMW Z4, riscontrando che la gomma in curva si scalda o surriscalda a seconda del setup che fai e dalla mescola che usi; solo con un buon setup, però, fai lavorare adeguatamente la gomma in maniera che nei rettilinei si “riposa” per poi tornare a lavorare sin dalla curva successiva. Per le auto a trazione anteriore, invece, noto che le gomme posteriori non rimangono mai in temperatura (ti dico la verità, forse perché non ho lavorato moltissimo sul setup da questo punto di vista), ma so di per certo che nella realtà con la Clio Cup hai il “problema” di gomme fredde nei primi 2-3 giri, poi hai la resa massima e, salvo errori, spiattellamenti, shock termici, le gomme posteriori lavorano e anche bene!
    In effetti il discorso delle gomme sulle trazioni anteriori è delicato e un buon setup può fare la differenza.
    Ultima domanda relativa ad AC. Parliamo di force feedback, vero cavallo di battaglia del sim italiano: cosa ne pensi? Ti dà buone sensazioni?
    Il suo ffb penso sia molto valido. È vero anche che per alcune auto va ritoccato diminuendolo o aumentandolo, ma sullo sterzo senti chiaramente i cordoli, le escursioni in erba o ghiaia. Io uso un Fanatec BMW rim con base V2 e pedaliera con cella di carico da un anno e queste sono le sensazioni, almeno per me.
    Cavallo di battaglia secondo me, invece, è la “semplicità” nel guidare un auto. Tanti hanno da sempre attribuito “difficoltà=realismo”: SBAGLIATO! Con questo non voglio dire che guidare un’auto da corsa sia semplice e adesso cercherò di farti capire quello che ho in mente: la differenza tra guidare un’auto e portarla al limite è enorme; sui sim si parla quasi sempre di auto da corsa quindi la paragoniamo al limite in automatico... io invece penso che “correre al limite” sia girare su un circuito con setup stock e imparare a guidare l’auto, per poi modificarla così da spingerla al massimo, frenare sempre più tardi e curvare più velocemente. In poche parole, su AC le auto si guidano “facilmente” come quelle vere... ma andare forte è un’altra cosa! Spero di essere riuscito a far vedere la cosa dal mio punto di vista.
    Concordo assolutamente quando dici che difficoltà=realismo è sbagliato, così come anche per il discorso della semplicità di guida...infatti, una cosa è portare al limite le auto, un’altra è guidare.
    Felice di essermi spiegato [ride]
    Cambiando discorso, nel video che hai pubblicato si nota un set per la realtà virtuale, vicino al volante. Come ti trovi rispetto al classico schermo? Hai pareri positivi o negativi?
    Hai visto bene! Uso un Oculus Rift CV1 e la cosa positiva è che avendolo “sugli occhi” non hai distrazioni fuoricampo, come il muro dietro il monitor, qualcuno che entra in camera ecc. In generale mi trovo meglio col visore perché, oltre a guardare realmente i punti di corda, le uscite, i cordoli come farei nella realtà, mi da la profondità che viene a mancare in un monitor ,o 3, come avevo in precedenza. Inoltre, se pensi, ci sono migliaia di vibrazioni mentre sei in auto (cordoli, imperfezioni dell’asfalto ecc) eppure non te ne accorgi perché hai lo sguardo focalizzato su traiettorie, auto, linee, insomma... sei concentrato! Se ricordi, in rFactor più aumentava la velocità più vibrava tutto, ti veniva il mal di mare, eppure le vibrazioni sono quelle ma non le “vedi”, le senti. Ecco, tutto questo lo ritrovo con il visore: vibro, scordolo, controsterzo, ma guardo sempre al mio obiettivo.  Spero di essere stato di nuovo chiaro!
    Certamente ed è bello sentire il linguaggio grezzo del pilota, senza mezzi fronzoli.
     
    Tornando a noi, pensi che in futuro continuerai ad usare i sim per allenarti?
    Beh sì, purtroppo il mio budget non permette di fare giornate di test reali, costano molto! Se in futuro trovassi sponsor o avrò la possibilità di farli, comunque, niente e nessuno mi vieterà di continuare ad usare i sim. L’allenamento mentale sta nel riuscire a fare tempi con costanza per un determinato tempo o numero di giri; questo ti aiuta per i riferimenti, le traiettorie e allena la mente a fare le stesse cose ad ogni giro, quindi sì, non penso che smetterei, cambierei soltanto il modo.
    Giusto! La cosa che aiuta molto dei sim è proprio la possibilità di fare decine e decine di giri con la stessa costanza che si mette nella vita reale.
    Senza spendere soldi in gomme e benzina! [ride]
    Inoltre, in base all’orario in cui giri hai le ombre, il sole che da fastidio, hai dei riferimenti  niente male. Ti racconto un episodio che mi è capitato: ero al Mugello, in gara 2, e avevo il sole in faccia percorrendo l’Arrabbiata 2, ma per fortuna avevo già visto e vissuto quella sensazione anche su Assetto Corsa e questo mi ha aiutato.
    Fantastici questi aneddoti. Del fatto che ti ha aiutato molto, dovranno essere fieri anche Massarutto e soci per l’ottimo lavoro!
    Avevo in programma di ringraziarli ma solo a fine stagione con i numeri alla mano. [ride]
    Ultima domanda, anzi due, siamo quasi al termine della chiacchierata... Hai mai partecipato a gare o campionati online? E... usi AC “solo” per allenarti o trovi anche il tempo per divertirti con qualche auto scelta a piacimento dal roster ampio che offre?
    A “fine serata”, per staccare un po’ (quindi circa dopo l’una di notte), guardo tra i server online, possibilmente con la pista su cui dovrò correre e indipendentemente dall’auto, mi butto, faccio un setup rapido (tipo freni, camber, benzina) e corro. Ma il mio svago più grande è guidare al Nordschleife (pensa che l’ho pure tatuato sul braccio), con qualsiasi auto.
    Come darti torto... il Green Hell è inimitabile. Però se l’hai tatuato è segno che un giorno dovrai disputarci delle gare!  Ci contiamo tutti e poi vogliamo dei feedback sul tracciato!
    A dire il vero ci sono già stato ma solo con auto stradali. Correrci sarebbe davvero un’emozione unica! Tra l’altro solo nella versione di AC l’ho riconosciuto alla perfezione.
     Allora io e altri appassionati di sim racing ci possiamo accontentare (per ora) di correre su AC e altri simulatori! Ma almeno una volta nella vita si deve andare al Nordschleife.
    Al termine di questa breve, ma davvero intensa chiacchierata, vorrei ringraziare di cuore Raimondo, in primis per la sua disponibilità (non è da tutti accettare di fare un’intervista alle ore 22, il 9 di agosto); ma soprattutto per aver condiviso con tutti noi la sua esperienza, che dalla postazione di casa, arriva fino alla griglia di partenza del campionato TCR Italy. Un’opportunità del genere non poteva essere assolutamente sprecata e quindi, augurandogli i migliori risultati in pista, vi saluto e spero di avervi tenuto compagnia in questa calda (o piovosa) giornata d’agosto.
    Per commenti e domande correte sul forum
    A cura di Mauro Stefanoni
     

    rFactor 2: Zandvoort by Studio 397 disponibile

    Il team Studio 397 ha rilasciato tramite Steam per il suo rFactor 2 la prima versione beta 0.2 del circuito olandese di Zandvoort 2017. Vi ricordiamo che il tracciato sarà utilizzato per la prossima prova del torneo Worlds Fastest Gamer della McLaren, giunta al secondo round.
    After the opening in 1948, the circuit was the home of multiple Formula 1 Grand Prix races. The sixties were the combativeness of the famous drivers Graham Hill, Jim Clark, and Jackie Stewart. They all won at least one of the races. Wolfgang von Trips and Jack Brabham also triumphed at the circuit of Zandvoort. In the seventies the circuit experienced a underwhelming period, with deadly accidents of Piers Courage in 1970 and Roger Williamson in 1973. Amongst the race winners were Niki Lauda , James Hunt, Mario Andretti and Alan Jones. 1985 saw the last Formula 1 Grand Prix, and it was again Niki Lauda that won the race in what turned out to be his last Formula 1 win.
    The circuit subsequently went through a rough phase, until the Masters proved to be a very popular event, spawning lots of drivers that ended up in Formula 1 such as David Coultthard, Pedro Lamy, Enrique Bernoldi, and Jos Verstappen. More recent examples are Takumo Sato, Christian Klien, and Formula 1 World Champion Lewis Hamilton. Today, the track is popular amongst both teams and racing drivers. The friendly, incomparable Zandvoort hospitality and the unique atmosphere make Zandvoort a much sought-after track for international race series. It wasn’t long until ADAC GT Masters, FIA GT3 European Championship, FIA European Formula 3 Championship en Blancpain Sprint Series, came to Zandvoort.

    TT Isle of Man: Ride on the Edge in video e screens

    Il publisher francese Bigben Interactive ha pubblicato nelle ultime settimane vari screens e video dedicati al prossimo TT Isle of Man: Ride on the Edge, in sviluppo presso Kylotonn Games. Il gioco con licenza ufficiale delle corse della serie omonima, che si tengono annualmente sull'Isola di Man a maggio o giugno, su un insidiosissimo circuito stradale nell'ambientazione affascinante delle strade reali dell'Isola, che saranno riprodotte con tecnologia laser scan.
    Time for something a little different! Come behind-the-scenes with us and learn how the guys behind the TT Isle of Man - The Game replicated, with the help of state-of-the-art, laser scan technology, this whopping 38-mile-long circuit ingame (Isle of Man TT)! Please note: all featured in-game footage is still a work in development and taken from an early version of the game.

    F1 2017: Lando Norris ci mostra in video il titolo Codemasters

    Un nuovo video di anteprima ci mostra oggi in azione il prossimo F1 2017: questa volta possiamo ammirare la McLaren sul tracciato corto di Suzuka, con le impressioni ed il parere di un pilota virtuale particolare, ovvero Lando Norris, giovane tester proprio del team McLaren che ha stupito tutti nei recenti test in Ungheria.
    Lando Norris takes the McLaren cars of F1™ 2017 for a spin around Japan Short
    We’ve shown you Max Verstappen taking the Red Bull cars around Silverstone short, and now we have another driver taking you for a spin around the new Japan Short circuit! McLaren Young Driver Lando Norris recently test drove a host of his team’s classic F1 cars around the shortened Suzuka circuit, as well as taking on this year’s striking MCL32.
    For those of you who followed the recent F1 testing at the Hungaroring, you’ll recognise Lando’s name from the timing sheets. The exciting young driver – only 17 years of age – set the second fastest time at the test session, just behind the Ferrari of 2017 World Championship leader and four-time Formula One World Champion Sebastian Vettel.
    “Getting behind the wheel for the first time was a really great feeling – after my test in the 2017 car in Hungary, I’m happy to confirm that these cars are much faster and more intense to drive, and that really comes across in the new game,” commented Norris. “I think people are going to have a lot of fun driving the new breed of Grand Prix car in F1 2017.”
    He continued: “It was also a really nice experience to get to re-live several chapters of McLaren’s past by driving classic cars from 1988, 1991, ’98 and 2008, each representing a world championship success for the team. The 2008 title-winning car has tons of downforce, and is a lot of fun to throw about. The heritage cars are really the icing on the cake.”
    In addition to all the official teams, cars, drivers and circuits from the current hotly-contested season, F1 2017 features 12* classic cars from McLaren, Ferrari, Williams, Renault and Red Bull Racing. There are also four brand new shortened circuits in Britain, Bahrain, USA and Japan (the one Lando impressively showcases in this video), as well as the chance to race around the famous Monaco street circuit at night.

    Project CARS 2: video per tutti i gusti

    Nell'apposito topic sul forum dedicato, sono già tantissimi i video di anteprima dedicati al prossimo Project CARS 2. Oltre ai filmati realizzati dagli utenti che stanno provando la versione beta del software, vi consigliamo di non perdere quelli focalizzati sulla VR e le interviste ed anteprime con gli sviluppatori.
     


×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.