Jump to content
DrivingItalia.NET fa parte del network di
  • News

    News - articles

    "Going Nowhere Fast In Assetto Corsa": il libro dedicato al simulatore Kunos

    A tutti gli appassionati di Assetto Corsa consigliamo nuovamente l'acquisto e la lettura della completissima guida dal titolo "Going Nowhere Fast In Assetto Corsa: Race Driving On A Simulator" realizzata da Amen Zwa. Si tratta di un vero e proprio libro enciclopedico dedicato ad ogni dettaglio del simulatore Kunos Simulazioni, utile ovviamente ad andare più forte! Il libro, aggiornato proprio oggi, è disponibile tramite Amazon in versione Kindle a 11,75 dollari e viene costantemente aggiornato ed ampliato dall'autore. Commenti sul forum.
     
    This book is a comprehensive guide to race driving on Assetto Corsa, a new racing simulator from Kunos Simulazioni. It is not a gaming guide. If you are seeking a gaming guide that teaches you shortcuts on achievement badge earning, tips on points scoring, or cheats on beating online opponents unfairly, you have come to a wrong place. What you will find in this book are technical topics covering graphics card tweaking, force feedback customisation, simulator configuration, race car dynamics, racing components, car set-up, driving techniques, racing rules, race tactics, and psychology of race driving. I also present the racing lines for all the laser-scanned tracks, up to and including the latest version. I describe each track, corner-by-corner and bump-by-bump, with the cockpit view screenshots.

    Annunciata la Griiip G1 Virtual Series

    La Griiip, che produce l'omonima e divertentissima monoposto con motore Aprilia, in collaborazione con CarMan Simulatori, annunciano il nuovo torneo Griiip G1 Virtual Series, un mini campionato di 4 gare che premierà i primi tre piloti virtuali più veloci con una indimenticabile giornata di test in pista a Varano, naturalmente con la Griiip reale! La vettura virtuale è stata realizzata per Assetto Corsa e per rFactor 2 dal noto modding team ASR Formula ed è disponibile al costo di 9.99 €, con l'acquisto della quale sarà gratuito partecipare al torneo.
    Dear Followers, Griiip in collaboration with @ASR Formula and CarMan Simulatori proudly presents the ‘G1 Virtual Sereis’!
    An online championship with the innovative G1 racing car by Griiip, managed by GTItalia.org - The Italian racing Website created by the @ASR Formula team using official technical data provided by the manufacturer!
    The championship will consist of 4 races in the following circuits:
    - Autodromo di Varano
    - Tazio Nuvolari
    - Cremona Circuit
    - Magione
    The program of each race will be organized as follows:
    - Free session:
    Free practice room open 1 week before the event
    - Qualification session:
    Duration 25 minutes
    - Race session:
    Two races lasting 20 minutes each. The starting order of Race 2 will correspond to the order of arrival of Race 1 (the winner of Race 1 will start on pole in Race 2 and so on)
    The G1 by Griiip will be available for 9.99 €. For those who buy the car, participation in the first edition of the championship will be free! For subsequent editions it will be necessary to pay a participation fee that will be stable in the future.
    Prizes to be won for the first 3 classified! The prize for the championship winner will consists of an unforgettable and exclusive track experience at the Varano circuit with the real G1 by Griiip !!! and Sparco gloves!
    The second and third prizes will consists of a session on dynamic Carman Simulator and Sparco Gloves
    Special thanks also goes to ddn tube and Ak Informatica and Sim Speed Room
    Griiip is the only race car manufacturer in the world developing a dedicated virtual model for commercial use. Are you Built for ADRENALINE? JOIN NOW !!!
     

    Assetto Corsa: Procedurally Generated Rally Stages

    Decisamente interessante è il nuovo progetto modding "rallystico" dedicato ad Assetto Corsa denominato Procedurally Generated Rally Stages: in sostanza l'autore ha realizzato un programma in C++ in grado di generare in modo procedurale per il simulatore di casa Kunos tappe rally sempre diverse, includendo persino la voce del copilota. Come vedete dai video di anteprima, le tappe sono sempre varie ed è lo stesso utente a deciderne l'ambientazione. Al momento sono disponibili per il download due diversi rally, mentre il programma procedurale, peraltro ancora incompleto, non è disponibile.
    When DiRT 4 was announced, I was excited to finally get procedural rally stages. But, like many others, I was left disappointed at release with the tile system they used to create their stages. It was the same corners over and over again. So, in October I decided to try to create procedural stages, and this is where I'm at now!
    My procedural rally generator is a program written in C++ that creates procedural stages without the use of tiles. It generates the terrain, road, trees, and vegetation from scratch. The only thing not procedural is the textures used in the track. All stages generated are made to be compatible with any moddable sim or game out there, and should work well for sims/games released in the future as well. Currently, my main testing platform is Assetto Corsa due to how easy it is to mod, and I have server infrastructure for it for the league.
    Welcome to the development blog of my Procedural Rally Generator project! I've been working on this program/tool for a few months now, and it does what you think it'd do - creates roads and surrounding terrain procedurally, or based on data from the real world.
    My main purpose with this program is to create procedural rally stages, but of course you could use it to create togue roads, cruising roads, or drift stages. The power of procedural generation lets you set up the generator to create just what you want, doesn't matter if it's a mountaineous terrain with narrow roads, or a highway road through a dense forest.
     
     

    Formula 1: ancora più eSport per il 2018, con tante idee...

    Nonostante non fosse partito in modo impeccabile, il torneo F1 eSports Series del 2017 si è rivelato senza dubbio un grande successo, con il pacioccoso vincitore Brendon Leigh ormai universalmente conosciuto, quasi alla pari dei campioni reali della Formula 1, invitato persino alla famosissima Race of Champions. Eppure ad inizio 2017 l'unico interesse della F1 per il gaming era solo quanti soldi avrebbe potuto ottenere per la licenza ufficiale. Poi (per fortuna per noi direi) il nuovo proprietario Liberty Media ha preso in mano la situazione...
    Il merito del boom non è però solo del nuovo boss americano, in realtà è l'intero sistema di business che ruota intorno allo sport motoristico ed al gaming che, quasi all'unisono, si è svegliato ed ha intuito che il racing davanti ad un monitor può essere non solo molto redditizio, ma persino di grande impatto mediatico e promozionale. Del resto, da sempre, il motorsport accorre dove sono i soldi. Potremmo quasi dire che questa volta ha impiegato fin troppo tempo per rendersene conto!

    Ecco quindi che la NASCAR si prepara a lanciare un torneo eSport ufficiale, la WRC pensa già in grande per il mondiale virtuale del 2018, il VLN tedesco si appoggia a RaceRoom per andare online, il team virtuale FA Racing G2 di Fernando Alonso lancia un torneo con GT Sport che supera i mille iscritti, senza dimenticare la Vegas eRace di Formula E, il trionfo italiano nel MotoGP eSport, il grande successo del torneo World Fastest Gamer organizzato dalla McLaren e il fatto che si è parlato di eSport persino al Parlamento Europeo!
    Anche noi nel nostro "piccolo" abbiamo ottenuto grande successo con il torneo Sparco TopDriver Challenge e siamo già in griglia di partenza con i primi due campionati online del 2018 !
    Tornando alla massima categoria dell'automobilismo sportivo, per il 2018 si parla già di un secondo campionato F1 virtuale ufficiale, ma più grande e strutturato che potrebbe includere il coinvolgimento diretto ed ufficiale di tutti i team attuali. Andreas Schicker, responsabile eSports di Logitech, ha spiegato ad Autosport: "La reputazione dell'eSports era quella del ragazzo che gioca nel seminterrato di casa sua per otto ore al giorno e non esce mai, che non è assolutamente la verità. Poter contare su una personalità come Fernando Alonso, è davvero molto importante per l'intero settore. Ora tutto si sta muovendo per accendere il mercato".

    "Per quanto riguarda la F1, i giochi sono rimasti semi-dormienti per tanto tempo", ha detto Scott Anderson di Logitech. "La base di fan tradizionale dello sport potrebbe non essere stata quella tradizionale per i fan del eRacing, ma ora tutto sta cambiando grazie a Liberty. Lo sport si sta aprendo ad una nuova generazione, che vuole brevi frammenti, non ha la capacità di attenzione per una gara di F1 completa, ma a loro piace l'idea di correre, piace guardare gli incidenti, piace guardare i sorpassi, i momenti salienti, tutte cose che puoi fare nel mondo virtuale. Del resto, ci sono più crash, c'è più materiale di interesse, quindi è davvero importante."
    Il successo della finale eSports F1 dello scorso anno ha di fatto conferito a Liberty Media il potere di spingere ulteriormente il progetto. Voci di corridoio dicono che la stagione virtuale potrebbe iniziare con una fase preliminare aperta a tutti di pre qualifica, per selezionare i migliori piloti (Brendon, in quanto campione in carica, la salterebbe), per poi passare da metà anno ad un campionato pubblicizzato in maniera ancora più massiccia. Proprio in questa seconda fase c'è l'idea di coinvolgere i 10 attuali team di Formula 1, che andrebbero a scegliere i propri piloti per rappresentarli prima della finale. Un simdriver potrebbe diventare il compagno di squadra 'virtuale' di Kimi Raikkonen alla Ferrari !
    E pensare che Bernie Ecclestone diceva che non poteva interessarsi del mercato giovanile perché non potevano permettersi gli orologi Rolex...
    Il commentatore della BBC F1, Jack Nicholls, che ha iniziato a commentare le gare di eSport, ritiene che le gare online possano fornire più emozioni rispetto all'azione della pista reale. Per certi versi è anche vero: tutti ricordiamo ormai il celebre gesto del "no" di Brendon Leigh, quando un rivale tagliò una curva durante una battaglia all'ultimo giro ad Abu Dhabi. Personalmente non credo che il virtuale offra più emozioni della realtà, piuttosto credo si tratti di emozioni diverse.

    Jack ci spiega che "la cosa interessante è che qualunque sia la piattaforma, l'attenzione è tutta focalizzata sul fattore umano e questo è ciò che abbiamo visto con Brendon: un ragazzino di 18 anni di Reading, che non era mai stato a più di 200 miglia da casa sua. Tutti noi abbiamo visto le sue reazioni, guardavamo il pilota, una simile gara è più diretta, mentre in F1 sono dietro un casco e da quest'anno un Halo. Se non avessi potuto vedere i piloti, avresti semplicemente assistito a una partita, ma stavi guardando molto di più, stavi guardando le persone reali con una vera passione per lo sport e per le corse."
    Per Dan Hawkins, co-fondatore del campionato online Apex Online Racing, che ha lavorato con la F1 nel torneo dell'anno scorso, gli ultimi mesi hanno visto un enorme cambiamento nel mondo delle corse eSports: "Prima della finale di Abu Dhabi avevamo notato che le persone avevano iniziato a lasciare i campionati perché stavano perdendo interesse, ma in seguito non vedevano l'ora di tornare e il nostro numero di utenti è salito del 30% circa. L'impatto è stato enorme".
    Darren Cox, che ha contribuito a creare la PlayStation GT Academy e la cui azienda ha contribuito a lanciare il McLaren's World's Fastest Gamer, è ottimista. "Prima del weekend di Abu Dhabi eravamo in trattativa con alcuni team su cosa potevano fare negli eSport, il lunedì successivo il telefono non smetteva mai di squillare", ha detto. "È stato davvero un fine settimana rivoluzionario e ora ci sono un sacco di discussioni in corso su cosa possiamo fare per Le Mans, IndyCar e NASCAR. Una cosa importante da dire è che adesso si è colmata una lacuna per il potenziale pubblico. Ora i bambini trovano i loro sport prima attraverso i giochi, ed è da lì che viene la loro prima connessione. C'è stato un rapporto accademico negli Stati Uniti che ha concluso che il motivo per cui il calcio stava ottenendo successo è che tutto dipendeva da FIFA ! I bambini delle scuole in Alabama sapevano chi erano i giocatori del West Ham, per esempio, quindi il processo di conoscenza di uno sport è completamente diverso. Dobbiamo afferrare questa occasione e fare quel collegamento per ottenere un pubblico difficile da catturare. Esiste anche la possibilità che avere un maggiore coinvolgimento ufficiale nei giochi possa aiutare a trovare una nuova generazione di piloti. Un giocatore accanito come Lando Norris è sul punto di farcela in F1".
    Kristian Tear di Logitech, ha evidenziato: "Se pensi alla cosa bella degli eSports, è che non c'è barriera di accesso, tutti possono giocare, se rendi lo sport accessibile significa molto. È stato sicuramente un buon primo anno, ma è solo l'inizio, ora sembra che tutti vogliano farne parte".
    Il 2018 potrebbe quindi, finalmente, essere l'anno giusto per uno "sdoganamento" planetario del nostro amato simracing. Cominciando proprio da quello sport che ci disprezzava perchè tanto non compravamo i suoi orologi costosi...

    Simracing su DrivingItalia: partiamo con Formula Exos e Porsche Cup!

    Su DrivingItalia iniziano ad accendersi i motori virtuali già in questo primo mese del 2018, perchè partiamo a fine Gennaio con i nuovi campionati Formula Exos e Porsche Cup, sempre con Assetto Corsa!
    Il Porsche GT3 Cup ha raggiunto la cifra record di 50 iscritti ed i piloti, dopo una fase di pre qualifica, sono tutti pronti a scendere in pista in due servers. Le gare del primo gruppo, con i piloti più veloci, saranno trasmesse in diretta su Youtube grazie al supporto di SimRacingZone.
    Il Formula Exos Championship conta invece al momento 15 piloti iscritti, sono quindi ancora 5 i posti disponibili: per le iscrizioni potete dirigervi a questo link del forum.
    Per tutti e due i tornei sono in fase di definizione i premi...

     

    Gran Turismo Sport: ecco come mantenere punteggi elevati per il racing online

    A differenza dei suoi predecessori, l'ultimo Gran Turismo Sport pone al centro dell'attenzione dei giocatori la modalità di competizione online, con varie gare e tornei nei quali sfidare ovviamente altri giocatori. Il problema principale di questa scelta di Polyphony risiede quindi nella grande importanza di due specifici punteggi presenti nel gioco: il Rating dei piloti (Driver Rating) e il Rating di sportività (Sportsmanship Rating). Questi due fattori e la loro gestione, sono fondamentali per riuscire a divertirsi online.
    Mentre i cambiamenti nel Driver Rating sono piuttosto chiari e diretti, lo Sportsmanship Rating è meno limpido da capire. Per fortuna il sito di GT Planet ha pubblicato una completa guida in inglese per spiegare e consigliare quali possono essere i comportamenti migliori da tenere in pista e quelli invece assolutamente da evitare! L'articolo, che qui di seguito abbiamo tradotto in italiano, prende in esame le variabili comprovate nel punteggio Sportsmanship di un giocatore, ma è bene ricordare che Polyphony Digital può cambiare il sistema attuale in qualsiasi momento.
     

    Nuovi screens e video per TT Isle of Man the game

    Bigben Interactive e Kylotonn Games hanno pubblicato numerosi nuovi screens e video di anteprima dedicati al prossimo TT Isle of Man, titolo a due ruote dedicato alla spettacolare gara che si svolge sull'isola di Man. Ricordiamo che il gioco sarà disponibile a partire dal mese di Marzo.
    Get ready to feel the adrenaline-pumping thrill of the Isle of Man TT! The most challenging race in the world awaits you in March 2018 on PS4, Xbox One and PC. In developing the game, Kylotonn chose to work together with some of the best riders from this mythic race in order to make the game as close as possible to reality. One of them, John McGuinness, who has taken part in the TT Isle of Man 73 times and has racked up 23 victories, declared: "The gameplay is astounding! This title is without a doubt one of the most impressive motorcycle simulations I've ever played."
     

    Disponibile il nuovo Real Rally 2018 !

    Il modding team di Real Rally, che sviluppa ovviamente il mitico Richard Burns Rally, ha appena rilasciato il nuovo Real Rally 2018, un mod completo che ci mette a disposizione 300 prove speciali, oltre 150 auto (comprese le WRC 2017 e le R5), fisica delle vetture sviluppata in collaborazione con gli Ingegneri di M-Sport, Citroen Racing ed altri, e basate tutte su dati reali, persino testate e perfezionate da piloti e copiloti come Travaglia, Longhi, Cibien, Pirollo e Rosso.
    Real Rally 2018, al costo di 16 euro, include anche campionati online strutturati come nella realtà, con categorie WRC, ERC, TER, CIR, Storico, Rallycross e Salita, con la possibilità di sfidare persino i piloti reali, che naturalmente si allenano con il simulatore. Per il download ed i dettagli dirigetevi sul sito www.realrally.com, con la possibilità di scaricare la versione gratuita di prova denominata “light” che include alcune auto e tracciati. Per commenti e discussioni fate riferimento al forum.

  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 38 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.