Jump to content

Speciale: in quel di Sandevoerde...

Il grande Sergio Loro ci ha sempre viziati con mod di alto livello e questa non è da meno, tanto da meritarsi uno speciale tutto per sé. Si tratta di Zandvoort in versione anni ‘60, un circuito per uomini coraggiosi e per auto spericolate. Nell’articolo che segue, sarete catapultati indietro nel tempo e scoprirete pregi e difetti di questa interessantissima mod per Assetto Corsa.
Speciale: in quel di Sandevoerde (Assetto Corsa mod)

Sparco TopDriver Challenge: Last LAN Lap!

L'evento dal vivo conclusivo del torneo Sparco TopDriver Challenge, con incredibili premi in palio targati Sparco Gaming ! Una gara singola venerdi 29 dicembre, i posti disponibili sono 20, 3 dei quali sono riservati ai simulatori di guida presenti al Driving Simulation Center di Lanciano. Possono partecipare alla gara anche i piloti collegati da altri centri di simulazione presenti in Italia e anche i piloti collegati in rete da casa, pagando una quota di iscrizione.
Sparco TopDriver Challenge: LAST LAN LAP

STDC: Longo e Benetton nuovi TopDrivers, in pista Alfa GTA e Audi S1

Prosegue il successo del torneo Sparco TopDriver Challenge organizzato da DrivingItalia in collaborazione con SPARCO: si sono appena chiusi altre due prequalifiche, il turno 15 con la Toyoa AE86 ha visto il trionfo di Andrea Benetton, mentre nel turno 16 con la 500 Assetto Corsa si è imposto Emilio Longo. Avete ancora 4 possibilità per guadagnarvi il passaggio alla fase 2 dello Sparco TopDriver Challenge, inoltre non dimenticare l'opportunità della finalissima in prova unica del 29 dicembre, aperta a tutti !
STDC: Longo e Benetton nuovi TopDrivers, in pista Alfa GTA e Audi S1
DrivingItalia.NET fa parte del network di
  • Sign in to follow this  

    (0 reviews)

    Preview: Project CARS 2, primi giri in pista

    Bandai Namco e il team Slightly Mad Studios hanno appena lanciato ufficialmente il nuovo Project CARS 2, seguito del primo ed acclamato Project CARS, previsto in uscita entro la fine di quest'anno, anche se al momento non abbiamo una data definitiva. Iniziamo quest'anteprima leggendo il comunicato stampa ufficiale, disponibile anche in italiano e contenente già numerose informazioni e dettagli riguardanti il nuovo titolo, evidenziando le particolarità più interessanti in grassetto:

    Quote

    Slightly Mad Studios e BANDAI NAMCO Entertainment tornano insieme per offrirti la più intesa e autentica esperienza di guida con Project CARS 2 che sarà rilasciato a fine 2017 per PlayStation 4, Xbox One e PC.
    Creato dai giocatori e testato da un team di piloti di fama internazionale, come Tommy Milner, due volte vincitore della 24 Ore di Le Mans, il pilota Audi René Rast, lo stuntman Ben Collins (Skyfall, Doctor Strange) e Mitchell DeJong, campione di rallycross e simracing, Project CARS 2 continua ad essere scelto dai team e dai piloti più forti nel mondo degli sport elettronici e ad offrire un'esperienza di guida ineguagliabile adatta ai piloti di qualsiasi livello con l'assoluta libertà di scegliere cosa e dove guidare. Sempre e ovunque.
    Con Project CARS 2 potrai sfidare i tuoi avversari online o competere con una IA realistica nel gioco di simulazione di guida più autentico, intenso e tecnicamente avanzato del mondo. Corri senza confini. A seguito dell'acclamato successo ottenuto da Project Cars, uno dei giochi di simulazione di guida più celebrato della sua generazione, Project Cars 2 mette una marcia in più per offrire una serie di nuove funzionalità e uno stile di gioco migliorato:

    Il vertice dell'autenticità
    La più vasta scelta di tracciati mai vista su console; ampia selezione di oltre 170 auto con licenza e supporto per VR e risoluzione 12K.

    La febbre da competizione
    Su grande richiesta dei fan, abbiamo sviluppato una nuova modalità di gioco che consente di creare e partecipare a Campionati online e unirsi a Campionati già iniziati, oltre a una funzionalità e-Sport integrata dal primo minuto (inclusa l'assegnazione di Competitive Racing License), un sistema di streaming regista/cronista integrato ed un'ampia selezione di nuove e vecchie categorie di corse come Rallycross, IndyCar e molte altre.

    Il potere delle condizioni meteorologiche
    Ogni tipo di pista, che sia in asfalto, fangosa, ghiaiosa o ricoperta di detriti utilizza la tecnologia LiveTrack 3.0 che riproduce in modo realistico e dinamico lo scorrere del tempo, il cambio di stagioni, le alterazioni delle condizioni climatiche e l'evoluzione nell'arco di un weekend di corse. Lotta contro Madre Natura grazie a un meteo dinamico che includerà anche la neve e mettiti alla prova con le piste su ghiaccio, come nel Winter Training Ice Track di Mercedes Benz in Svezia. Questo specifico tracciato del gioco è una riproduzione fedele di una location esclusiva che Mercedes-Benz ha creato vicino al paese di Sorsele, nel nord della Svezia. Posto su di un lago ghiacciato, il tracciato testa e migliora le abilità di guida di tutti sulla neve e sul ghiaccio in maniera perfetta - nel gioco come nella realtà.

    Hervé Hoerdt, Vice President Marketing & Digital di BANDAI NAMCO Entertainment Europe ha dichiarato: "Siamo felici di essere tornati a lavorare con Slightly Mad Studios su un progetto così importante come questo. Il successo di Project Cars serve a dimostrare che ci sarà sempre spazio per i giochi che uniscono esperienza e passione. Questo secondo episodio sarà un'occasione per offrire nuove emozioni a tutti i fan e non solo."

    Stephen Viljoen, direttore di Project Cars 2 ha commentato: "Siamo orgogliosi dei significativi miglioramenti che abbiamo ottenuto nella struttura meccanica e fisica di ciascuna delle oltre 170 auto disponibili nel gioco. Tutto questo, unito a un sistema di simulazione meteorologica e climatica ampiamente arricchito sugli oltre 60 tracciati e all'aggiunta di nuovi elementi come detriti, ghiaccio, neve e fango, rendono Project Cars 2 il gioco di simulazione di guida più autentico e immersivo mai realizzato."

    Come prima cosa, gli sviluppatori ribadiscono la collaborazione di alcuni piloti professionisti, che forniscono suggerimenti e consigli sullo sviluppo del gioco, in particolare per quanto riguarda la fisica e guidabilità delle vetture. Stranamente il comunicato stampa non cita Nicolas, fratello di Lewis Hamilton, che pur collabora con SMS ed anzi ha iniziato la sua carriera di pilota proprio partendo dalla guida virtuale del primo Project CARS.

    Il mio parere personale è che la presenza dei piloti reali serve unicamente per le campagne pubblicitarie e marketing delle software house, in quanto spesso il pilota non ha un background di simulazione di guida (spesso non ha provato neppure nessun altro software) ed esprime dei pareri personali, per di più basati su sensazioni soggettive. Ricordo ancora quando un certo Jacques Villeneuve definì Grand Prix 4 un grandissimo simulatore... In ogni caso la volontà del team di sviluppo di ascoltare persone esperte e del settore è senza dubbio ammirevole.

    Decisamente un passo avanti rispetto al primo Project CARS sono le ben 170 auto con licenza, ovvero realizzate con la collaborazione delle case e, presumibilmente, anche tutti i dati tecnici e fisici reali. Nel 2017 non si può fare a meno di un supporto adeguato alla VR, incluso sin dal lancio del gioco, mentre la risoluzione 12K impressionerà ulteriormente per il livello di dettaglio e realismo grafico riprodotto nel gioco. Se il primo titolo faceva già gridare al miracolo, con Project CARS 2 la nostra mascella sarà perennemente spalancata: basta guardare l'effetto della neve, che fa venir voglia di scendere dalla macchina per pulire il vetro!

    Da quel che si è potuto vedere con la demo giocabile proposta alla stampa, saranno molto interessanti ed utili le funzioni ed opzioni integrate relative all'eSport (sul quale SMS e Bandai puntano moltissimo) ed il sistema di streaming regista/cronista anch'esso integrato, che permetterà a realtà come PitlaneTV di offrire servizi realmente in stile televisivo (anche lo streaming su Twitch è integrato) e quindi anche più appassionanti da seguire. Da verificare sul campo poi le Competitive Racing License, in pratica un sistema integrato di patenti che dovrebbe consentire gare e tornei online equilibrati con avversari dello stesso livello, scoraggiando fra l'altro la guida sconsiderata.

    oc-main-view_orig.png

    Una rivoluzione tecnica e pratica promette di essere la tecnologia LiveTrack 3.0 utilizzata per i circuiti e spiegata a lungo dagli sviluppatori: non solo tracciati realizzati nei minimi dettagli con la tecnologia laser scan che ormai tutti conosciamo ed apprezziamo e che, per nostra fortuna, sembra ormai essere diventata uno standard per ogni racing game simulativo degno di questo nome, ma anche una pista che cambia in modo dinamico ed in tempo reale, influenzata dal passaggio delle vetture in pista e dalle condizioni meteo, di temperatura ed umidità.

    replays_1_orig.png

    In pratica non passeremo più repentinamente da una situazione di pioggia e pista bagnata a quella di pista asciutta, ma vivremo in pista l'evolversi della situazione, con l'asfalto che per esempio si asciuga di più o di meno in alcuni punti, con pozzanghere insidiose, traiettorie via via più pulite e cosi via. Come avrete immaginato, le conseguenze di questo sistema dinamico, che nella demo ho potuto purtroppo apprezzare solo in parte, senza averne una chiara percezione pratica e completa, influenzano non solo la guida, ma anche la strategia, per esempio sul quando fermarsi per cambiare tipologia di gomma.

    pcars2_esport.JPG

    Una particolarità del dimostrativo giocabile che personalmente ho trovato assurda, è il fatto che la demo di Project CARS 2 non aveva praticamente alcun force feedback ! Com'è possibile provare un racing game senza "sentire" la macchina, le sue reazioni, la pista ? E' come provare uno sparatutto senza... sparare!

    Ricordo ancora, all'uscita di Project CARS, il force feedback agghiacciante, assurdo e macchinoso da regolare, che fra l'altro cambiava in modo netto ed incomprensibile fra una vettura e l'altra, migliorato poi solo successivamente con gli aggiornamenti del software, anche se mai all'altezza di altre produzioni. Forse Slightly Mad Studios si trova ancora in alto mare per quanto riguarda il force feedback di Project CARS 2 e quindi ha preferito non dare alcuna sensazione piuttosto che darne di approssimative ? Lo spero assolutamente, considerando anche che il tempo per creare un feedback come si deve c'è ancora tutto (il rilascio è previsto per un generico fine anno), anche se mi è sembrato che il gioco si trovi in uno stato di sviluppo tecnico abbastanza avanzato.

    projectcars2_2000583b.png

    Volete ugualmente un parere "simulativo" ?
    Difficile esprimersi senza un force feedback di riferimento, ma l'impressione per cosi dire "visiva" e a livello di guida, è che la vettura reagisca in modo leggermente pilotato e semplificato, con spostamenti di carico e delle masse del veicolo poco influenti o nulli sul comportamento, mostrando inoltre una aderenza esagerata: il primo test era pur sempre su una pista ghiacciata e con una vettura stradale, ma me la sono cavata con controsterzi semplicissimi da gestire (nonostante l'assenza di feedback, quindi senza percepire la perdita di aderenza) e senza particolari difficoltà! Per sintetizzare: l'auto aveva una tendenza a slittare tutta propria e una grossa enfasi sul drifting spettacolare. Insomma, dopo la prova on track, la sensazione di amaro in bocca è stata notevole, cosi come il pensiero "molto show, poca sostanza".... Spero ovviamente che gli sviluppatori non si siano voluti scoprire troppo, facendoci provare una demo solo "giochereccia" come primo impatto.

    Fra l'altro nel dimostrativo il sistema dei danni era assente, cosi come il consumo delle gomme inattivo ed il Livetrack 3.0 solo parzialmente attivato. Quest'ultimo però, pur non al 100%, si è dimostrato decisamente interessante, ben implementato ed efficace girando sul tracciato del Monte Fuji, pur con una gara impostata molto breve e con l'evoluzione del tempo atmosferico molto accelerata. I programmatori degli SMS hanno però precisato che la pista può modificarsi anche in base allo sporco trascinato dai piloti usciti di strada e che il sistema di consumo delle gomme è stato migliorato, ampliato ed aggiornato. Non ho potuto però verificare queste affermazioni appieno con la prova in pista della demo.

    projectcars2_2000593b.png

    In conclusione, il nuovo Project CARS 2 è certamente un titolo da seguire, con alcune novità e migliorie molto importanti sia a livello tecnico che pratico, che fra l'altro potranno dare una nuova spinta all'intero settore simracing. Resta da valutare invece in futuro, con una release del software più completa ed avanzata, tutto ciò che riguarda il comparto simulazione, feedback, fisica e dinamica del veicolo. Ho imparato a non fidarmi del nome di un pilota reale in copertina. Mi raccomando Slightly Mad, datevi da fare!
    Del resto un gioco di guida che si presenta però come "real driving simulator" esiste già...

    Per commenti e discussioni in merito fate riferimento a questo topic del forum.

    A cura di Nicola "Velocipede" Trivilino

    Edited by VELOCIPEDE


    Report Article
    Sign in to follow this  

    User Feedback

    There are no reviews to display.


×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.