DrivingItalia.NET fa parte del network di
  • News

    News - articles

    Un tris modding per rFactor 2

    Segnalo oggi a tutti gli appassionati di rFactro 2 un gustoso tris modding, in grado di soddisfare tutte le esigenze: con il F1 1996-1997 di Schumi potete rivivere due storiche stagioni della Formula 1 del passato, se preferite invece le monoposto moderne potete scaricare il Formula Frenky 2016, aggiornato alla versione 1.25, infine se impazzite per le GT, non perdetevi la release 0.952 del FIA GT3 creato dagli Apex Modding.

    Assetto Corsa: Ferrari F310 by ASR Formula disponibile!

    L'apprezzatissimo modding team degli ASR Formula ha appena rilasciato per Assetto Corsa la nuova versione 0.3 beta della mitica Ferrari F310 che fu di Michel Schumacher! Per la giusta donazione e download del mod, dirigetevi sul sito ASR Formula, mentre utilizzate questo topic del forum per i commenti.
    La Ferrari F310 è un'automobile monoposto sportiva di Formula 1, la quarantatreesima utilizzata dalla Scuderia Ferrari, che ha disputato il Campionato mondiale di Formula 1 1996. Durante il corso della stagione la vettura subì una sensibile modifica nella parte anteriore: in luogo dell'originario musetto ribassato e raccordato direttamente all'alettone, venne realizzato un musetto rialzato. Altre novità si individuavano nelle pance laterali, staccate dal corpo macchina, e nel cofano motore, molto largo e che andava ad avvolgere il poggiatesta e i bordi dell'abitacolo, in ottemperanza alle nuove disposizioni del regolamento per la protezione del collo e del capo dei piloti dagli spostamenti laterali. La novità più rilevante rispetto al passato è l'introduzione di un propulsore V10 in luogo del caratteristico V12, con cilindrata, richiesta dal nuovo regolamento, di 3 000 cm³.
    La prima gara disputata è il Gran Premio d'Australia il 10 marzo del 1996. Nel corso della stagione la vettura riuscì a vincere tre Gran Premi (Spagna, Belgio e Italia) grazie a Michael Schumacher, ma a causa di numerosi problemi di affidabilità, occorsi soprattutto nella prima parte della stagione, uniti ad una certa discontinuità di prestazioni da una gara all'altra, non riuscì mai a competere veramente con la Williams per i campionati del mondo costruttori e piloti, che alla fine andarono ad appannaggio della suddetta scuderia e di Damon Hill.
     

    DiRT 4: parliamo dell'opzione Your Stage

    A fine Gennaio la Codemasters ha annunciato a sorpresa la novità DiRT 4, lanciando proprio ieri la possibilità di pre ordinare il gioco, che sarà disponibile da Giugno, tramite lo store ufficiale (non ancora su Steam, ma lo sarà a breve). Una breve intervista agli sviluppatori inglesi è molto utile per comprendere in dettaglio una delle nuove opzioni che saranno presenti nel gioco: la modalità Your Stage.
    Your Stage è in pratica uno strumento che permette all'utente di creare il proprio tracciato personale ed ovviamente rappresenta una novità destinata a cambiare i giochi di rally di Codemasters in modo radicale, considerando anche il fatto che tutti i titoli della casa inglese hanno sempre sofferto il ridotto numero di tappe ed ambientazioni disponibili.
    Cosi si è espresso il senior producer Clive Moody: “In realtà stiamo pensando a Your Stage fin dall’uscita di Dirt 3 nel 2011, ma solo ora, dopo diversi prototipi, siamo riusciti a realizzarlo veramente. Penso sia una novità epocale per noi e che rappresenti al tempo stesso l’inizio di qualcosa di grande”. Your Stage è un tool molto semplice da utilizzare: con due slider si controllano la lunghezza del tracciato e la sua complessità. Una volta posizionati, sarà il gioco stesso a generare il percorso tramite un processo quasi istantaneo. Ovvio che se il risultato non piace, lo si può modificare. Con il tool inoltre, si possono gestire anche le condizioni atmosferiche e altri elementi della tappa.

    Your Stage quindi non permette al giocatore un controllo specifico sul design del tracciato, anche perché è proprio questa l'intenzione di Codemasters: se conosco in ogni metro la tappa che creo, perdo gran parte del divertimento. Lo scopo di Your Stage è di creare percorsi senza che il giocatore sappia cosa lo attende dopo un rettilineo o dopo una curva, permettendo di ottenere infinite possibilità a livello di lunghezza e variazioni del tracciato stesso. Come ha puntualizzato il chief game designer Paul Coleman, che ha corso nel ruolo di co-pilota, il bello di questo sport si perde se, dopo aver percorso più volte lo stesso tracciato, lo si finisce con il conoscerlo a memoria.
    Effettivamente Your Stage funziona egregiamente, tanto che i percorsi creati sembrano realizzati dagli stessi sviluppatori, invece che da un programma procedurale: “Sono sicuro che se avessimo avuto tempo a volontà e risorse infinite, avremmo fatto tutto manualmente come sempre, ma Your Stage lo fa al posto nostro e il risparmio in termini di denaro e ore è semplicemente enorme”.
    DiRT 4 fornirà cinque diverse ambientazioni, ognuna delle quali supporterà Your Stage: nel gioco troveremo Fitzroy (Australia), Michigan (USA), Tarragona (Spagna), Värmland (Svezia) e Powys (Galles). Come si nota, saranno assenti dal gioco molte ambientazioni apprezzatissime dei precedenti DiRT, questo perchè non era possibile semplicemente inserirle in DiRT 4 e integrarle in Your Stage: “Magari fosse stato così semplice. Non si tratta solo di una questione di licenze, ma anche del fatto che con il nuovo sistema di illuminazione del gioco abbiamo svolto un lavoro già enorme per adattare ad esempio gli alberi del tracciato gallese perché riflettessero le luci nel modo giusto: e si tratta solo di alberi e non di tutti gli elementi dello scenario”.

    Codemasters conferma inoltre che in DiRT 4 è stato ottimizzato il livello di difficoltà, dimostratosi troppo elevato in DiRT Rally, che rendeva il gioco a tratti frustrante per i giocatori occasionali. “Ecco perché con Dirt 4 abbiamo voluto riprendere la formula di gioco di Dirt Rally rendendola però più appetibile per un pubblico più ampio e non solo per gli hardcore gamer. Attenti, non sto dicendo che abbiamo reso tutto più semplice e banale. Chi infatti preferisce un’esperienza dura e tosta in stile Dirt Rally potrà averla semplicemente modificando alcune impostazioni di gioco. Ce ne saranno essenzialmente due. Una meno punitiva per i giocatori alle prime armi e una più impegnativa e realistica che non perdonerà davvero nulla”, ha precisato Coleman.
    Come modalità di gioco troveremo anche la già nota Landrush e il campionato World Rallycross. Nella prima si gareggia in tracciati più brevi del solito a bordo di veicoli particolari come Pro Buggies, Pro-2 e Pro-4 Trucks e Crosskart. Il World RX Championship, già presente in Dirt Rally, è stato espanso e migliorato tra le categorie RX SuperCars, Super1600 e Gruppo B. Dirt 4 avrà anche una modalità Carriera, che ci porterà dall’essere una semplice “recluta” nella Dirt Academy (basata sulla DirtFish Rally School di Washington) fino a diventare campione del mondo. In questa modalità ci dovremo preoccupare anche degli sponsor, piloti e l’acquisto di auto nuove e usate, modifiche ai motori e alle auto, con modelli nuovi e storici che i veri fans del rally sapranno apprezzare in ogni dettaglio.
    Le intenzioni di Codemasters sono quelle di "sbancare" con DiRT 4, dopo che, a loro dire, DiRT Rally non aveva portato i volumi di vendite sperati, forse perchè apparso come un titolo in fase di prototipo e non come un prodotto finito al 100%. Speriamo quindi che l'opzione fun ed hardcore presente in DiRT 4 funzioni davvero, altrimenti si venderanno probabilmente tantissime copie, ma i veri appassionati della derapata guideranno altrove...
    Commenti sul forum dedicato.

    Virtual Xperience by Reiza Studios

    Il team Reiza Studios ha lanciato il portale Virtual Xperience, ovvero la casa ufficiale per tutto ciò che è online, multiplayer e servizi alla community che supporta tutti i titoli della software house brasiliana, a cominciare dall'ultimo nato Automobilista. All'indirizzo virtualxperience.net è possibile trovare un sistema di ranking e classifiche integrato, il profilo di ogni giocatore con le varie statistiche aggiornate in tempo reale ed ovviamente una lobby per la ricerca dei server di gioco con chat inclusa. L'intero portale è in fase di testing e sviluppo, ma funziona già bene ed offre praticamente già tutti i vari servizi agli utenti.
    Per tutti i dettagli, commenti e discussioni fate riferimento a questo topic.

    Assetto Corsa: F1 2017 by Race Sim Studio

    Le nuove monoposto F1 della stagione 2017 vengono presentate proprio in questi giorni (ieri la Ferrari SF70H), ma per Assetto Corsa i modders si sono messi subito all'opera: il neonato gruppo Race Sim Studio è già a buon punto con la realizzazione di una Formula 1 di fantasia con tutte le caratteristiche della stagione 2017, a cominciare dalle gomme più larghe e dai tipici alettoni ed appendici aerodinamiche derivati dai nuovi regolamenti. Un progetto sicuramente da seguire.
    Hi guys, here is a video showcasing the first car that will be released by Race Sim Studio. It's a 2017 F1 spec car, that we modelled following the new regulations. Or at least that's what we tried! As such, for the sheer effort and hard work that has gone into this project, it will be available to our customers from our website quite soon.

    Formula 1 2017: Ferrari SF70H

    La 63esima monoposto concepita e realizzata da Scuderia Ferrari per il mondiale Formula 1 è “figlia” di un cambiamento regolamentare che ha pochi precedenti nella storia della categoria. In passato, infatti, si è andati quasi sempre verso norme che limitassero le prestazioni delle monoposto. Quest’anno, invece, è stata presa la direzione opposta: ovvero aumento di carico aerodinamico e aderenza meccanica.
    Tutti i dettagli, foto e video a questo link del forum. Voi cosa ne pensate?

    GT Sport alla Game Developers Conference

    La Sony ha appena confermato che una nuova versione demo aggiornata e giocabile di Gran Turismo Sport sarà presentata alla prossima Game Developers Conference, evento che si svolgerà a San Francisco il 1 e 2 Marzo. Ricordando che nel 2014, proprio alla GDC, la Sony annunciò la nuova PlayStation VR, ormai realtà, viene da pensare che quest'anno avremo a disposizione un GT Sport con il supporto al VR Tour Mode, proprio per sfruttare questa tecnologia. Speriamo anche di poter vedere nuove auto e piste, oltre a migliorie a sonoro e grafica. Un annuncio sulla data di rilascio del titolo Polyphony ? Chissà...

    DiRT 4: parliamo di voci...

    Dopo l'update per DiRT Rally che, fra le altre cose, introduce il supporto per il visore PlayStation VR e l'annuncio della novità DiRT 4, la Codemasters ritorna ad aggiornarci tramite il suo blog sui lavori in corso attualmente. Partiamo dall'interessante intervista fatta al Dialogue Producer, Olly Johnson, che si occupa appunto dei dialoghi in game, inclusa la voce del navigatore, eccovene un estratto:
    When it comes to DiRT 4, how do you go about getting the most authentic representation of each discipline?
    First thing is the casting process. We knew we wanted Nicky Grist back, and Neil Cole as our RX Spotter is still great. We’ve taken on board over the years that the “dude-bro” voiceover grates and puts a lot of people off; we will never avoid having US voices, but the tone and the script is much more in tune with a more realistic interpretation of the more extreme sports. We have Jen Horsey back from Dirt 3, so you will be able to have her as you co-driver if you want, and for the most extreme mode, Landrush, our spotter sounds more like John Goodman than Bill & Ted. He’s the calm voice in the storm. Landrush is so much fun by the way.
    Passiamo poi all'intervista di Jen Horsey, ovvero colei che presta appunto la sua voce a quella del copilota virtuale ed ascolteremo nella nuova modalità DirtFish Rally School presente in DiRT 4:
    DirtFish Rally School features in the new game, DiRT 4 – why’s it such a good place to learn how to drive?
    Rally driving is a unique skill: you’re dealing with a whole bunch of variables in a rally scenario that you wouldn’t find at a race track. For one thing, we race in every kind of weather and on every imaginable surface. We also put a lot of value on the teamwork between driver and co-driver. And those are skills that are best learned in a closed environment that safely simulates real-world conditions and is unpredictable, in one sense, but also creates repeatable scenarios so you can learn and develop your abilities. That’s what DirtFish is and it’s a fantastic rally playground.

    SRZTV, F1 2016 in diretta

    E' iniziata l'avventura da atleti di sport elettronico per i sim-driver del Campionato italiano F1 2016 su PS4 organizzato da SimRacingZone.net. Il primo dei sette appuntamenti in programma si è svolto sul circuito del Canada, a Montreal. I partecipanti hanno dovuto affrontare in gara un asfalto tremendamente bagnato, dopo delle qualifiche interamente asciutte. Il prossimo appuntamento è fissato per stasera, il 24 febbraio, in Belgio, sullo storico circuito di Spa-Francorchamps... Subito una tesi di laurea per i concorrenti, che dovranno bloccare la fuga gia iniziata di Macrì in classifica. Per la diretta del secondo round basterà consultare la pagina broadcast del sito ufficiale a partire dalle 21:20. Tutte le informazioni sono disponibili QUI.